Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Triangoli Viola: Non solo Testimoni(come si vuol far credere)

Sezione in cui si analizzano le vicende storiche dell'organizzazione

Moderatore: Achille

Triangoli Viola: Non solo Testimoni(come si vuol far credere)

Messaggiodi Socrate69 » 28/02/2015, 7:40

I Testimoni di Geova, o meglio i Bibelforscher, furono l'unica minoranza religiosa perseguitata dirante il periodo nazista ? Molti lo pensano, e qui la manipolazione/propaganda è in piena azione (vedi sito http://www.triangoloviola.it/)

Ecco comunque cosa dice il sito

http://www.shoah-nakba.it/altro.asp
Agli ebrei spettavano due triangoli sovrapposti, entrambi gialli oppure uno giallo e l'altro a colore variabile, per formare la stella di David. Tuttavia, ad essere sottoposti a internamento non erano solo questi: si potevano così incontrare triangoli rossi (perlopiù comunisti e socialdemocratici, ma anche esponenti della massoneria e anarchici); triangoli verdi (i criminali comuni cui spesso competeva il ruolo di Kapò); triangoli blu (forza lavoro straniera, spesso polacchi); triangoli rosa (presunti omosessuali, uomini); triangoli viola (Testimoni di Geova, ma anche esponenti del Quaccherismo e della Chiesa cristiana avventista del settimo giorno); triangoli neri (generalmente identificati come "asociali", potevano essere Rom, Sinti, ritardati, alcolisti, senzatetto, prostitute, lesbiche e talvolta anarchici); triangoli marroni (a Rom e Sinti venne successivamente attribuito questo triangolo, e non più il nero). Specie ai prigionieri politici veniva posta una lettera di riconoscimento al centro del triangolo rosso, e ciò era frequente per i repubblicani della Guerra civile di Spagna ("S"), ovvero baschi, catalani, anarchici, socialisti e comunisti stalinisti o trotzkyisti.
La simbologia identificativa poteva poi assumere varie combinazioni, ma quel che preme è mettere in luce l'eterogeneità delle vittime nei campi di concentramento e sterminio.

Altro riferimento
http://www.lager.it/classificazione_internati.html

...
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4020
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Cleopatra » 03/03/2015, 1:53

Si ma cmq rimane il fatto che queste cose siano accadute...i tdg non hanno mai detto di essere l'unica minoranza...
Avatar utente
Cleopatra
Nuovo Utente
 
Messaggi: 60
Iscritto il: 09/01/2014, 17:16

Messaggiodi Socrate69 » 03/03/2015, 6:18

Cleopatra ha scritto:Si ma cmq rimane il fatto che queste cose siano accadute...i tdg non hanno mai detto di essere l'unica minoranza...

Questo è quanto scritto sul sito dei Triangoli Viola, in prima pagina http://www.triangoloviola.it/

Durante i 12 anni del regime nazista milioni di persone vennero imprigionate nei campi di concentramento. Per distinguere le varie categorie di prigionieri i nazisti idearono un sistema di distintivi di diverso colore da portare sugli abiti.

Ogni deportato aveva un triangolo colorato sulla sua uniforme. 

I Testimoni di Geova, unico gruppo religioso perseguitato a motivo delle proprie convinzioni religiose già dal 1933, ricevettero dai nazisti un triangolo di stoffa viola.

A loro fu data la opportunità di essere liberati dopo aver firmato un documento nel quale si rinnegavano le loro credenze e veniva indicata la loro volontà di diventare soldati dell'esercito.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4020
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Socrate69 » 03/03/2015, 7:55

Ero rimasto inoltre colpito quando lessi come Watchtower ha cambiato diverse volte il numero dei Bibelforsher vittime del nazismo, come ad esempio leggendo questa pagina
http://www.emiliomorelli.it/i_testimoni ... erita.html

Sono i Testimoni i soli ad aver giocato con i numeri ? Nò, secondo alcune ipotesi...
http://hugequestions.com/Eric/HoloHoax/ ... ers-I.html
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4020
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Cogitabonda » 03/03/2015, 13:34

Socrate69, hai fatto molto bene a postare quelle informazioni sui triangoli viola e le altre vittime oltre gli Studenti Biblici. Inoltre confermo anch'io di aver sentito dei TdG affermare che loro furono gli unici ad essere vittime per motivi religiosi (ricordiamo che la persecuzione degli ebrei era di matrice razziale, non religiosa).

Per quanto riguarda la messa in discussione dei numeri, certo si può fare, e di certo si può indagare sull'Olocausto, ma lo si deve fare in maniera seria, mentre il sito che hai linkato rivela, già a una breve occhiata, contenuti che sarei tentata di definire idioti, se non pensassi invece a una profonda malafede. Ti invito dunque a scegliere con più attenzione le tue fonti d'informazione.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8453
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

I numeri di Auschwitz...

Messaggiodi Socrate69 » 03/03/2015, 19:48

Trad. autom.
https://translate.googleusercontent.com ... 0XztdH-Wiw

Originale in francese
http://pekeles.over-blog.com/pages/LE_N ... 43978.html

"Conclusione: Il numero di morti ad Auschwitz è sceso di qualche milione, ma il numero di 6.000.000 di prigionieri ebrei morti rimane invariato..." (citazione dell'articolo)
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4020
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Cogitabonda » 03/03/2015, 22:35

Socrate69, vedo che stai condinuando a offrire al forum le peggiori schifezze negazioniste che circolano sul web.
Per favore smettila o tutto quello che posti perderà di credibilità.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8453
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Socrate69 » 03/03/2015, 23:20

Addirittura!
Non capisco. Ho postato la pagina di Morelli sui numeri dati e cambiati dalla Watchtower, e non mi si dice niente, le basi ci sono, tutto ok.
Quando si tocca alla sacrosanta storia ebrea, con altrettante revisioni di numeri (e le fonti sono tutte citate e alcune le ho verificate), si adoperano parole tipo "negazionismo", che poi è più corretto in questo caso definire "revisionismo".
Comunque, non preoccuparti Cogi, non mi esprimerò mai più su questo argomento sensibile.

Saluti.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4020
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Cogitabonda » 03/03/2015, 23:37

Socrate69 ha scritto: le fonti sono tutte citate e alcune le ho verificate
Mi piacerebbe sapere come hai fatto a verificare quelle fonti, visto il modo in cui sono state citate. Le citazioni di documenti non si fanno in quel modo, devono essere fatte in maniera tale da rendere possibile a chi legge di andare a controllarle.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8453
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Socrate69 » 04/03/2015, 0:41

Ho preso a caso il primo dato citato, quello del film documentario Notte e Nebbia, e in effetti il numero di 9000000 di vittime viene citato, ma in effetti riguardava l'insieme delle vittime, non solo quelle di Auschwitz, ma il dato è stato ripreso e strumentalizzato da un noto revisionista, come si scopre facendo ulteriori ricerche.
Documentato anche sul dott. Miklos Nyiszli, ma risulta anche controverso.
Pure i dati attribuiti a Rudolf Hőss risultano non affidabbili.
Questo interessante articolo, solo in francese, fà l'analisi critica di tutti questi dati.
http://www.phdn.org/negation/quid/quid.html

Vedrò di riflettere meglio prima di postare...
:scuse:
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4020
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Cogitabonda » 04/03/2015, 9:40

Sappiamo che a rendere particolarmente invisi ai nazisti i testimoni di Geova era il loro rifiuto di vestire la divisa e prendere le armi. Come reagirono dunque ad altre religioni d'impronta marcatamente pacifista? Si possono trovare delle notizie interessanti nel sito tedesco della religione Baha'i (www.bahai.de), vi si può scoprire che a partire dal 1937 quel culto venne messo al bando, le sue sedi chiuse, la letteratura e i documenti sequestrati, la pratica religiosa fu proibita, coloro che continuarono a praticarla anche dopo il divieto furono arrestati e processati. Certo coloro che la praticavano erano pochi e il numero di arresti non è paragonabile a quello dei testimoni di Geova, ma ciò non toglie che i TdG non furono l'unico gruppo religioso ad essere considerato, in blocco, una minaccia per il regime.
Una breve cronaca di cosa avvenne alla religione Baha'i in Germania fra il 1937 e il 1945 si trova in questo sito, in tedesco: http://web.archive.org/web/200806260845 ... 100-jahre/
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8453
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Cogitabonda » 04/03/2015, 10:24

Stranamente un altro gruppo religioso pacifista, i Quaccheri, non fu messo al bando. Per quanto molti di loro siano stati spiati, arrestati, uccisi, non fu mai impedito loro di praticare la loro fede. Ecco quanto si può leggere in proposito in un sito ufficiale dei Quaccheri, il brano iniziava citando i numerosi Quaccheri che aiutarono ebrei a sfuggire alla persecuzione: "Un certo numero furono arrestati dalla Gestapo e pagarono con la vita. E' stupefacente notare, però, che i Quaccheri come istituzione non furono mai messi fuori legge. Il pastore protestante Franz von Hammerstein elenca le possibili ragioni di questo: ' I Quaccheri erano degni di fiducia. La loro prontezza ad aiutare anche persone che in realtà non erano loro amiche, lasciava una grande impressione e spianava la strada - persino coi nazisti. Non solo non mandarono i Quaccheri in campo di concentramento, ma sorprendentemente permisero loro di continuare a operare.' Molti nazisti ricordavano i Quaccheri dalla loro infanzia e il loro programma per dar da mangiare ai bambini. Questo ora proteggeva i Quaccheri. Inoltre erano visti come un possibile ponte per contatti all'estero. Questo fu il motivo per cui il Ministero degli Esteri tedesco ottenne che la Società Religiosa degli Amici continuasse a esistere". (http://www.friendsjournal.org/2010034/)
Fu dunque una decisione politica, una questione diplomatica, quella che salvò dal bando i Quaccheri, accompagnata però da una reputazione che impediva ai nazisti di presentare quel gruppo come nemico della nazione. Quando il brano citato parla di bambini nutriti dai Quaccheri si riferisce a una intensa campagna che la comunità internazionale dei Quaccheri attuò alla fine della prima guerra mondiale, quando la popolazione tedesca era ridotta alla fame.
I Quaccheri che subirono arresto, internamento, morte, furono perseguiti per atti contrari al nazismo, in prevalenza l'aiuto ad ebrei e ad altri perseguitati.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8453
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Quixote » 04/03/2015, 19:55

Che assurda numerologia, e che assurda diàtriba! Coi TdG che stanno a decantare il loro “privilegio” al martirio, e i loro oppositori a dire che non furono gli unici. Nutro il piú profondo rispetto per il TdG, nel periodo post-bellico, che finiva a Gaeta. Ma nella mia Romagna, in uno stretto ambito parentale, vi sono famiglie in cui i nonni sono morti ammazzati dai tedeschi, altre in cui gli zii sono stati impiccati in piazza perché partigiani, altri ancora, e sono stati i piú fortunati, che hanno visto parenti arrestati e confinati a Ventotene dai fascisti. Vi sono famiglie che hanno subito tutte queste cose insieme. Che m’importa dei primi? Come Ponzio Pilato se ne sono lavate le mani, per paura di sporcarsele, e li dirotterei tranquillamente nel cerchio degli ignavi, perché nemmeno dell’inferno sono degni. C’è «un tempo per amare e un tempo per odiare; un tempo per la guerra e un tempo per la pace» (Eccl. 3, 8-9, secondo la TNM).
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4162
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Ray » 04/03/2015, 20:02

Quixote ha scritto:Che assurda numerologia, e che assurda diàtriba! Coi TdG che stanno a decantare il loro “privilegio” al martirio, e i loro oppositori a dire che non furono gli unici. Nutro il piú profondo rispetto per il TdG, nel periodo post-bellico, che finiva a Gaeta. Ma nella mia Romagna, in uno stretto ambito parentale, vi sono famiglie in cui i nonni sono morti ammazzati dai tedeschi, altre in cui gli zii sono stati impiccati in piazza perché partigiani, altri ancora, e sono stato i piú fortunati, che hanno visto parenti arrestati e confinati a Ventotene dai fascisti. Vi sono famiglie che hanno subito tutte queste cose insieme. Che m’importa dei primi? Come Ponzio Pilato se ne sono lavate le mani, per paura di sporcarsele, e le dirotterei tranaquillamente nel cerchio degli ignavi, perché nemmeno dell’inferno sono degni. C’è «un tempo per amare e un tempo per odiare; un tempo per la guerra e un tempo per la pace» (Eccl. 3, 8-9, secondo la TNM).

:ok:
:quoto100:

Almeno avessero istituito un giorno per ricordare i loro martiri , ma interessa solo "farlo presente".

Vittime di un'imperatore di-vinizzato,povere vittime.
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11379
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Cogitabonda » 04/03/2015, 22:05

Non vorrei che qualcuno equivocasse: se mi interessa prendere nota e divulgare le libertà che i TdG si sono prese con informazioni e numeri è solo per sottolineare che anche su questo tragico tema i TdG hanno dimostrato la loro disonestà intellettuale. Di certo non è per ventilare che la persecuzione da loro subita debba essere considerata meno grave. Se i numeri fossero un quarto di quelli ipotizzati, o invece il quadruplo, i martiri restano martiri e gli assassini restano assassini. E l'orrore rimane incommensurabile.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8453
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Romagnolo » 04/03/2015, 22:33

Socrate69 ha scritto:I Testimoni di Geova, o meglio i Bibelforscher, furono l'unica minoranza religiosa perseguitata dirante il periodo nazista ? Molti lo pensano, e qui la manipolazione/propaganda è in piena azione (vedi sito http://www.triangoloviola.it/)

Ecco comunque cosa dice il sito

http://www.shoah-nakba.it/altro.asp
Agli ebrei spettavano due triangoli sovrapposti, entrambi gialli oppure uno giallo e l'altro a colore variabile, per formare la stella di David. Tuttavia, ad essere sottoposti a internamento non erano solo questi: si potevano così incontrare triangoli rossi (perlopiù comunisti e socialdemocratici, ma anche esponenti della massoneria e anarchici); triangoli verdi (i criminali comuni cui spesso competeva il ruolo di Kapò); triangoli blu (forza lavoro straniera, spesso polacchi); triangoli rosa (presunti omosessuali, uomini); triangoli viola (Testimoni di Geova, ma anche esponenti del Quaccherismo e della Chiesa cristiana avventista del settimo giorno); triangoli neri (generalmente identificati come "asociali", potevano essere Rom, Sinti, ritardati, alcolisti, senzatetto, prostitute, lesbiche e talvolta anarchici); triangoli marroni (a Rom e Sinti venne successivamente attribuito questo triangolo, e non più il nero). Specie ai prigionieri politici veniva posta una lettera di riconoscimento al centro del triangolo rosso, e ciò era frequente per i repubblicani della Guerra civile di Spagna ("S"), ovvero baschi, catalani, anarchici, socialisti e comunisti stalinisti o trotzkyisti.
La simbologia identificativa poteva poi assumere varie combinazioni, ma quel che preme è mettere in luce l'eterogeneità delle vittime nei campi di concentramento e sterminio.

Altro riferimento
http://www.lager.it/classificazione_internati.html

...


Mi ricordo che nel 2001 venne tenuta in tutta Italia una campagna mondiale di informazione sulla presa dei Testimoni di Geova nei confronti del nazismo; si trattava di una mostra itinerante che si teneva in diverse strutture pubbliche dove si mostravano foto, didascalie e filmati documentaristici.
Ricordo di aver letto in un tabellone anche le affermazioni qui riportate da Socrate69, ma mi stupisce che per quanto scritte uguali non mi riesce proprio di ricordare che tra gli internati per cause religiose venissero citati anche gli Avventisti e i Quaqqueri, anche se poi Cogi ha smentito la persecuzione di questi ultimi in forma di gruppo.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5521
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Cattolici perseguitati

Messaggiodi Socrate69 » 04/03/2015, 23:45

Da http://it.cathopedia.org/wiki/Persecuzi ... _cristiani
Il Nazismo ha perseguitato il Cristianesimo, anche se non così duramente come l'Ebraismo (per il quale la persecuzione era fondata su una base razziale più che religiosa). Lo scontro tra Chiesa e Nazismo, appena dissimulato dal concordato tra Santa Sede e Terzo Reich del 20 luglio 1933, diventò sempre più aperto e frontale. Pio XI nell'enciclica "Mit brennender Sorge" ("Con bruciante preoccupazione") del 1937 aveva dichiarato l'inconciliabilità della fede cristiana con la divinizzazione della razza germanica, del popolo tedesco e del Führer. E così, se la "soluzione finale" nei confronti degli Ebrei ebbe per i Nazisti una priorità rispetto al trattamento da riservare alla Chiesa, l'eliminazione di questa era "l'ultimo grande compito" che Hitler si riservava per il dopoguerra (come sappiamo dalle registrazioni di Bormann).

Già nel giugno 1934 in Germania era cominciata l'eliminazione fisica di membri della Chiesa distintisi per la loro opposizione al nazismo come Erich Klausener, Adalbert Probst, Fritz Beck e Fritz Gerlich. Le persecuzioni, gli arresti, le condanne a morte, le deportazioni in campo di concentramento dei cristiani continuarono con inusitata violenza distruttrice fino alla fine del regime nel maggio 1945. Giovanni Paolo II, citando Jakob Gapp, concordava con lui nel vedere in questa contrapposizione tra Cristianesimo e Nazismo un'espressione visibile della lotta apocalittica tra Dio e Satana. Padre Jakob Gapp, religioso austriaco, fu ghigliottinato dai nazisti il 13 Agosto 1943.

Col dilagare della II guerra mondiale e le occupazioni naziste morì per mano dei tedeschi anche un grande numero di preti, suore e religiosi. Diversi sacerdoti sono stati deportati e uccisi nei campi di concentramento: il più famoso di questi è san Massimiliano Kolbe.A Buchenwald il sacerdote austriaco Otto Neururer, per aver battezzato un prigioniero, venne sospeso a testa in giù a una trave finché, dopo due giorni di agonia, morì (30 maggio 1940). A Mauthausen padre Edmund Kalas, polacco, aveva allontanato una guardia tedesca da un prigioniero che stava uccidendo a calci; la reazione fu feroce: il sacerdote venne fatto lapidare dagli stessi prigionieri (7 giugno 1943). Durante l'occupazione nazista di Roma (1943-1944), lo stesso papa Pio XII fu a rischio di essere deportato: è stato reso noto in seguito che egli aveva firmato una lettera di dimissioni, da rendere operative qualora fosse stato arrestato.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4020
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44


Torna a La storia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici