Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Far passare l' idea ...i tdg protetti nelle persecuzioni.

Sezione in cui si analizzano le vicende storiche dell'organizzazione

Moderatore: Achille

Far passare l' idea ...i tdg protetti nelle persecuzioni.

Messaggiodi Romagnolo » 07/06/2018, 22:14

Questa sera in Sala è stato trasmesso un video relativo all' esperienza dei coniugi Potziger durante il periodo della persecuzione nazista , persecuzione che subirono in pieno quando si ritrovarono prima arrestati e poi alla fine detenuti in diversi campi di concentramento, mi ha colpito quando per dare enfasi al fatto che Geova aiutava i fratelli , disse che ogni volta che il medico del campo passava a chiedere quante persone fossero morte quel giorno nel blocco dove erano internate le sorelle, queste ogni volta rispondevano "nessuna".
Questa notizia si diffuse poi in tutto il campo di concentramento, come un fatto del tutto speciale.
Questo racconto mi ha fatto riportare alla mente anche la famosa Marcia della Morte , dove in un viaggio a tappe forzate fatto a piedi da diversi internati trasferiti dai tedeschi nessuno dei 400 Testimoni presenti tra i deportati mori durante il tragitto.
Bene prima che qualche apologeta vada a pensare che sia dispiaciuto che in quei due casi non vi siano state vittime tra i tdg, mi affretto a scrivere che sono felice che non si siano aggiunte vittime alle vittime che già vi furono indipendentemente che i sopravvissuti fossero tdg o meno, contento per tutti loro che c'è l' abbiano fatta; la cosa che mi preme invece specificare è che narrazioni come queste sembrano voler trasmettere all' ascoltatore il fatto che loro....i tdg a differenza di tutti gli altri internati abbiano sempre goduto della protezione divina e non abbiano mai subito morti a causa delle detenzioni a cui furono sottoposti.
Come diretta conseguenza di questa mia impressione mi sono ricordato che invece di vittime tra i Testimoni di Geova ve ne furono eccome!
Ho cercato alcuni siti, ma ho deciso di segnalarvi questo perché...a parte che la sua intenzione è quella di far risaltare tutt' altro aspetto dell' Organizzazione,...dimostra che per quanto alla Wt se la rigirino...i morti tra fratelli e sorelle internati c'è ne sono sempre stati!
Con buona pace della protezione divina. :cer:
http://www.roccopoliti.it/?p=25718
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4694
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Socrate69 » 08/06/2018, 6:43

Che ipocrisia far credere che il loro dio Geova protegge i suoi, quando altri fedeli non lo sono !
Come quel gruppo di Testimoni negli USA che circa un mese fà è finito in ospedale, attaccato da un pittbull mentre predicavano...
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3584
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi VictorVonDoom » 08/06/2018, 7:22

Romagnolo ha scritto:la cosa che mi preme invece specificare è che narrazioni come queste sembrano voler trasmettere all' ascoltatore il fatto che loro....i tdg a differenza di tutti gli altri internati abbiano sempre goduto della protezione divina e non abbiano mai subito morti a causa delle detenzioni a cui furono sottoposti.


Se anche fosse vero, bel Dio sarebbe! Non me ne vanterei così tanto, fossi in loro!
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1206
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi deliverance1979 » 09/06/2018, 11:27

Allora, partiamo dal punto fondamentale di tale questione che è "La protezione divina da parte di Geova".

Che cosa significa questa frase?

La protezione è una sorta di miracolo per cui Geova, attraverso lo spirito santo interviene in una situazione modificandone gli effetti?
Mi spiego meglio.
Se io sto in un campo di concentramento e devo essere giustiziato, lo spirito santo mi salva facendo si che il mio nome non compaia mai su di un elenco, o che al momento dell'appello, quando la guardia scorre i nomi e giunge al mio inspiegabilmente va oltre?

Oppure che i miei aguzzini cambino idea e si convincano di farmi cedere, quindi anzichè uccidermi mi gonfiano di botte dalla mattina alla sera nella speranza che io ceda, ma Geova mi da la forza per sopportare, la guerra finisce ed io sono salvo?

O che davanti ad un plotone di esecuzione o al fuoco della pistola che doveva giustiziarmi il colpo si inceppa, l'arma ha un malfunzionamento o vengo ferito ma non mortalmente e quindi mi salvo comunque?

Cosi significa avere la protezione divina?

Perchè le cose sono due, o interviene lo spirito santo a modificare un evento che altrimenti sarebbe finito diversamente, e pertanto stiamo assistendo ad un miracolo, oppure parliamo di coincidenze o botte di c..o avvenute anche ad altri detenuti e prigionieri dei nazisti e senza l'aiuto di Geova.

Ora, se parliamo di fortuna, la nostra disamina dovrebbe finire qui.

Ma se parliamo di intervento divino, sarebbe da chiedersi come mai, per salvare un TDG dalla persecuzione dei nazisti Geova sia intervenuto, ma per far interpretare correttamente la bibbia e le profezie in essa contenute no?

Il Corpo Direttivo ha sempre sostenuto che Geova, se interviene lo fa per la salvezza della sua organizzazione, quindi, leggendo questi articoli, dove lo scrittore o narratore ricama un evento drammatico scampato poi attraverso un misto tra botta di culo ed intervento dello spirito santo, ci viene da chiederci dove stava Geova nel far capire a quelli del Corpo Direttivo a che punto passa la sua tabella di marcia, quanto manca per la grande tribolazione ed harmagheddon, quanto manca ancora da predicare prima che il mondo imploda.

Sarebbe interessante capire in maniera statistica questi interventi....
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4692
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Ciao Deliverance...Cosi significa avere la protezione divina?

Messaggiodi Vieri » 09/06/2018, 12:14

Ciao Deliverance...hai scritto una cosa molto interessante e comune a molte religioni e non solo riferendosi ai tdG;
Cosi significa avere la protezione divina?

In effetti molti credenti, compreso naturalmente i cattolici specie quelli più "credenti" ( ma direi un po': a modo loro...) pensano e sono convinti che "pregando" la provvidenza li possa SEMPRE aiutare in ogni circostanza con una specie di "assicurazione" di protezione divina.....

Per l'amor di Dio, non prendetemi per "miscredente" ed è vero che la "Provvidenza" con la fede e la preghiera ti aiuta sempre ma spesso, per non dire "quasi sempre", non dall'"esterno" liberandoti da disgrazie, malattie e problematiche terrene varie, ma "dall'interno" dandoti la forza interiore per superare tali avversità.

Su questo tema alla fine esiste la"grande menzogna", dove da un lato il "fervente credente" pensa che solo affidandosi alla preghiera tutto alla fine venga come per miracolo risolto da Dio o da Geova mentre, invece, dal lato del,.... "dubbioso" se dopo una "invocazione ed una preghierina" non vede niente di concreto,...alla fine inveisce contro Dio stesso che non lo ha esaudito ....e ovviamente "rinnegandolo".

Se fra tutti questi "ferventi credenti" e "tiepidi credenti" si ricordassero del Vangelo di Giovanni 20 riuscirebbero a capire....
27 Poi disse a Tommaso: «Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo ma credente!». 28 Rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». 29 Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, hai creduto: beati quelli che pur non avendo visto crederanno!».

Conclusioni:
Se una persona pensa e crede che la sua fede e le sue preghiere lo portino sempre a risultati concreti e visibili, ha sbagliato probailmente religione poichè la vera fede in Cristo si manifesta sempre nel credere in Lui indipendentemente dai risultati concreti che si potrebbero avere, compreso salvare la propria vita.

L'aiuto vero per il credente tramite la preghiera viene dal dentro e dalla forza interiore nell'affrontare con coraggio, forza e sopportazione le avversità della vita.
In proposito la "Lezione della farfalla"
https://www.piuchepuoi.it/tempo-libero/ ... -farfalla/
ritengo possa essere in merito di grande utilità.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5117
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 10/06/2018, 18:35

Se non c'è niente di concreto, non si chiama forza interiore ma auto suggestione.
Il miscredente, semplicemente, si è evoluto! :ironico:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1206
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Punti di vista diversi....

Messaggiodi Vieri » 10/06/2018, 19:14

VictorVonDoom ha scritto:Se non c'è niente di concreto, non si chiama forza interiore ma auto suggestione.
Il miscredente, semplicemente, si è evoluto! :ironico:

Vedi carissimo, io ritengo che "l'auto suggestione" come la chiami, sia principalmente un fatto emotivo e di breve durata mentre la fede è quella speranza e quella forza interiore che ti aiuta ad affrontare SEMPRE ogni avversità della vita....

Il "miscredente" come lo chiami tu, crede solo di fronte a fatti concreti come un "do ut des" con Dio.....e se subito "non arriva niente", non crede poi alla sua esistenza.....

Il difficile, il bello e l'impegnativo e credere sempre in Lui anche se apparentemente le difficoltà della vita ti sommergono.
Sarebbero allora dei "plagiati", delle persone facilmente suggestionabili e manipolabili ?
In certi casi potrebbe anche essere ma questa "manipolazione", dovrebbe essere costantemente alimentata dall'esterno, mentre la vera "speranza" nasce sempre e solo dalla fede e senza intermediari.

Spero di essermi spiegato anche se per alcuni potrebbe essere complicato crederci....
Buona domenica
...
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5117
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 11/06/2018, 7:36

Vieri ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:Se non c'è niente di concreto, non si chiama forza interiore ma auto suggestione.
Il miscredente, semplicemente, si è evoluto! :ironico:

Vedi carissimo, io ritengo che "l'auto suggestione" come la chiami, sia principalmente un fatto emotivo e di breve durata mentre la fede è quella speranza e quella forza interiore che ti aiuta ad affrontare SEMPRE ogni avversità della vita....


E dove sta scritta sta regola? C'è gente che con le auto suggestioni ci nasce, vive e muore (vedi i TdG, ad esempio).

Vieri ha scritto:Il "miscredente" come lo chiami tu, crede solo di fronte a fatti concreti come un "do ut des" con Dio.....e se subito "non arriva niente", non crede poi alla sua esistenza.....


Sei tu che hai detto che con la preghiera si riceve SEMPRE un aiuto, non io. Il "miscredente" non chiede perchè sa che dall'altra parte o non c'è nessuno o non riceve nulla.

Vieri ha scritto:Il difficile, il bello e l'impegnativo e credere sempre in Lui anche se apparentemente le difficoltà della vita ti sommergono.
Sarebbero allora dei "plagiati", delle persone facilmente suggestionabili e manipolabili ?
In certi casi potrebbe anche essere ma questa "manipolazione", dovrebbe essere costantemente alimentata dall'esterno, mentre la vera "speranza" nasce sempre e solo dalla fede e senza intermediari.

Spero di essermi spiegato anche se per alcuni potrebbe essere complicato crederci....
Buona domenica
...


Esattamente, auto suggestione. Ripeto, non c'è nulla di male. Però risultati tangibili non ce n'è, basta saperlo.
Se no dovremmo credere anche al tal TdG che racconta di quella volta nel campo di concentramento che grazie alla preghiera la guardia è diventata temporaneamente cieca e non ha visto la bibbia sul tavolino blablabla... Ogni fedele può raccontare le sue storie, o crediamo a tutti o a nessuno.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1206
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25


Torna a La storia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici