Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

RIFLESSIONI SUL CASO FURULI

Sezione in cui si analizzano le vicende storiche dell'organizzazione

Moderatore: Achille

RIFLESSIONI SUL CASO FURULI

Messaggiodi Metallo Pesante » 13/07/2020, 9:01

Come ben sapete, Rolf Furuli, TdG preminente e colonna della WTS per quanto riguarda la cronologia del 607 a.E.V., dopo la pubblicazione del libro My Beloved Religion - And the Governing Body , è stato disassociato. Un libro che se letto con onestà intellettuale, non è affatto sovversivo per l'impalcatura teologica, ma organizzativa. Ma non solo non è stato ascoltato dal CD, ma dopo neanche due settimane dalla pubblicazione del volume, Furuli è stato cacciato via! E ho fatto una riflessione comparando il suo caso a quello del suo "nemico" per eccellenza: Carl Olof Jonsson. Ma partiamo dall'inizio, non perché queste cose non si conoscono, ma perché ci servono per fare mente locale.


Il CD oggi non può toccare la questione del 607 a.E.V. perché se lo fa muoiono i TdG! Non lo dico per esagerazione, ma per semplice logica! Crolla tutto. E non possono esser "buonisti" coi vari dissidenti, anche se meri riformisti e non "apostati"! Jonsson negli anni '70 ebbe a che fare con un CD neonato, e che ancora non aveva avuto grosse defezioni e una grave crisi al suo interno. Quel CD diede delle speranze perché rompeva la gabbia monocratica e assolutistica imposta da Rutherford con una gestione collegiale sia ai vertici che alla base, con l'introduzione dei corpi degli anziani.

Ma ahimè, davanti alla ricerca di Jonsson reagì con l'indifferenza per lunghi anni, col mobbing e poi con la scomunica. Ma la questione "cronologia", la classica fede fondata sulla sabbia e non sul masso di roccia, e cioè il Cristo, è cruciale, e loro lo sanno benissimo perché è tale causa che spinse Raymond Franz e lo staff del Comitato degli Scrittori che stava redigendo l'Ausiliario per capire la Bibbia (in pratica l'enciclopedia dei Testimoni di Geova che con opportune correzioni e/o cambio grafico è dagli anni '90 il Perspicacia facendo uso delle Scritture) redatto dalle menti “più raffinate e preparate” per preparare quel materiale. Per dire a che livello veniva preparato, basta dire che 2 dei 5 fratelli chiamati a supervisionare il materiale erano rispettivamente un membro del Corpo Direttivo, cioè il citato Raymond Franz, e uno degli istruttori della Scuola di Galaad, Edward Dunlap. E tutto andò bene finché non si arrivò a compilare la voce “Cronologia”. Per compilarla venne raccolto il materiale sulla distruzione di Gerusalemme. Quando gli studiosi del team di preparazione iniziarono ad andare a fondo nelle loro ricerche, si imbatterono in qualcosa che rischiava di far saltare per aria tutto il credo dei Testimoni di Geova: il 607 era una data "fake"!

Il contesto poi non aiutò: la delusione del 1975, la generazione di Matteo 24:34 che passava senza che la fine fosse arrivata, fecero chiaramente comprendere a questi studiosi che si erano illusi. Il 1914 non era iniziata nessuna presenza di Cristo, e la storia dei 7 tempi di Daniele era un colossale fraintendimento di Barbour, ripetuto a pappagallo da Russell. Inoltre ai piani alti e nell'Organizzazione - ma solo fra anziani preminenti, sorveglianti e personale delle filiali - si stava diffondendo il dattiloscritto di Carl Olof Jonsson, che accentuò i dubbi in Franz (oltre ad altre cose); quando iniziarono a fare menzione della loro scoperta ad altri, anche se in maniera confidenziale, si innescò una reazione a catena che finì tragicamente nel 1980/1981. Infatti sia Raymond Franz che Edward Dunlap, gli stessi che dovevano preparare l'enciclopedia dei Testimoni di Geova, finirono per essere espulsi.

E sarà sempre il dattiloscritto di Jonsson a risvegliare l'anziano "preminente" del Canada M. James Penton, che sommò tale dubbio sulla critica al legalismo dell'Organizzazione e sul fatto che questa parlasse solo della predicazione - cosa per me tutt'altro che sbagliata, ma bisogna vedere che cosa predicare! - e non sulle altre qualità cristiane che caratterizzavano, come diceva Giacomo, la forma di "pura adorazione"!

Loro hanno usato Furuli come un limone, spremuto e usato per vantarsi che da loro c'erano laureati e professoroni, ma poi appena lui ha messo dubbi sulla struttura, da rendersi più collegiale e congregazionalista, neanche hanno permesso che lo scritto circolasse: l'hanno disassociato! E si sono tirati la proverbiale zappa sui piedi: i cosiddetti "consapevoli" ora han capito che il baraccone è irriformabile, e nell'era digitale, mentre ieri uno scritto girava a mano e potevano beccartelo subito, ora scarichi tutto in pdf... E li freghi! Ora, cosa faranno? Inizierà, come dopo il 1981, il proverbiale giro di vite con sfilze di articoli contro gli apostati, contro i loro libri, forum, blog, canali YouTube e via discorrendo. Ma non tengono contro del Covid-19, che ha rallentato l'opera e sta dando più tempo libero ai fratelli, ergo la possibilità di fare ricerche, almeno se si hanno dubbi! Come finirà?

Oddio, il 90% dei TdG non sa chi sono Raymond Franz, Edward Dunlap, Carl Olof Jonsson, M. James Penton o Rolf Furuli (o meglio, quest'ultimo è conosciuto da quelli di vecchia data un pelo intrigati dall'aspetto escatologico/profetico del watchtowerismo, ergo qui si parla dell'80%) ma se si somma questo alla questione pedofilia, pompata dai media nei vari paesi (un pò meno in Italia), sentenze come quella elvetica che vietano l'ostracismo contro i disassociati/dissociati, il fiorire di controinformazione sulla storia della Watchtower Society, non è una situazione facile lì a Worwick! Che ne pensate?

Vostro

Metallo Pesante
Metallo Pesante
Nuovo Utente
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi sandrosolustri » 13/07/2020, 9:51

Il tuo post è ineccepibile e la sola lettura non può dar adito ad ulteriori commenti se non positivi. Qui si scopre anche una miriade di aspetti che denotano la completa mancanza di perspicacia del Corpo Direttivo W.T. Ma ciò che li danneggia maggiormente è la confusione che hanno sempre fatto confondendo i dissidenti con gli apostati trattandoli alla stessa stregua. L'apostata rinnega e se ne va, il dissidente desidera segnalare o magari apportare significative miglioria più consone alla verità, ma questa facoltà è stata sempre marcatamente osteggiata e grazie al tuo sunto se ne deducono i risultati. Comunque complimenti Metallo Pesante. Ce ne fossero Testimoni di Geova dissidenti come te.
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 715
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi Achille » 13/07/2020, 10:46

Ne avevamo parlato anche qui:

viewtopic.php?f=17&t=26437

Certo che ora non possono più citare nessuno "studioso" che dia loro ragione sul 607, anche se le tesi di Furuli (e del CD) erano state demolite punto per punto dagli studiosi (quelli veri).
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13971
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Metallo Pesante » 13/07/2020, 11:39

Achille, la domanda è: Furuli ora è fuori. Sosterrà ancora le tesi watchtoweriane del 607 a.E.V.? O dirà: "Jonsson aveva ragione, io ho piegato la scientificità storiografica e di rimando la mia coscienza, alla WTS?" Bella domanda...
Metallo Pesante
Nuovo Utente
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi Metallo Pesante » 13/07/2020, 11:41

sandrosolustri ha scritto:Il tuo post è ineccepibile e la sola lettura non può dar adito ad ulteriori commenti se non positivi. Qui si scopre anche una miriade di aspetti che denotano la completa mancanza di perspicacia del Corpo Direttivo W.T. Ma ciò che li danneggia maggiormente è la confusione che hanno sempre fatto confondendo i dissidenti con gli apostati trattandoli alla stessa stregua. L'apostata rinnega e se ne va, il dissidente desidera segnalare o magari apportare significative miglioria più consone alla verità, ma questa facoltà è stata sempre marcatamente osteggiata e grazie al tuo sunto se ne deducono i risultati. Comunque complimenti Metallo Pesante. Ce ne fossero Testimoni di Geova dissidenti come te.


Ti ringrazio, ma il problema è fondare la propria fede in Dio su dei numeri, su delle date... L'errore di forma è la matrice avventista e millenarista...
Metallo Pesante
Nuovo Utente
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi Achille » 13/07/2020, 11:51

Metallo Pesante ha scritto:Achille, la domanda è: Furuli ora è fuori. Sosterrà ancora le tesi watchtoweriane del 607 a.E.V.? O dirà: "Jonsson aveva ragione, io ho piegato la scientificità storiografica e di rimando la mia coscienza, alla WTS?" Bella domanda...
Il fatto che Furuli sia stato disassociato non lo rende automaticamente un ex TdG: ci sono persone disassociate da anni che credono ancora negli insegnamenti dell'organizzazione. Furuli finora, da quello che scrive, mi sembra sia sempre un TdG, anche se disassociato. Vedremo solo con il tempo se le cose cambieranno. Personalmente ho molti dubbi in merito.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13971
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

la data del 607 interessa ancora?

Messaggiodi virtesto » 13/07/2020, 14:07

Non molto, anzi quasi niente. Il 607 o il 1914 o la Parusia di Gesù ecc. appartengono al passato geovista. A casa mia circolano le solite riviste Torre di Guardia,mia moglie è ancora TdG. Ogni tanto le prendo in mano per vedere se c'è qualcosa da segnalare. Si parla sempre di :" Vogliamoci tanto bene" e tanti altri discorsi improntati sempre su quella strada. Niente di significativo, niente, come un tempo, di nuove interpretazioni, nuovi intendimenti ecc. Niente di dottrinale come si diceva ma invece sono verso lo spirituale spicciolo. Non si parla più di quei supposti "pilastri" Geovisti.

Raymond Franz nel suo famoso libro scriveva che ad un certo punto una "verità" diventava vecchia e veniva sostituita da una nuova "Verità" Ora invece una "verità" invecchia e si lascia morire senza essere sostituita da una nuova. I tempi sono cambiati, noi abbiamo tutti i capelli grigi e siamo ancorati a quel passato nel quale si trattavano quegli argomenti. Bei tempi comunque, c'era vitalità, discussione su quei temi.

Romagnolo! Tu che sei in Sala del Regno ancora oggi, dimmi che clima si respira, si parla ancora della Parusia di Cristo? Del 607? Ho sbagliato a dire quanto sopra?
virtesto
Utente Senior
 
Messaggi: 1317
Iscritto il: 20/09/2009, 16:10

Messaggiodi deliverance1979 » 13/07/2020, 20:18

A me tutto questo mi sa di grottesco. Quelli del Corpo Direttivo ci hanno preso per il culo per 144 anni, ovvero dal 1876, quando Russell partorì l'aborto del 1914. Oggi, dopo 106 anni, Geova, qualora esistesse, si sveglia e ci dice che bisogna fare qualche rettifica? :help: :help:
Geova? :help:
Lo stesso che millenni prima annuncia il futuro? :help:
Lo stesso? :ciuccio:
Se questa è la divinità, allora è meglio apostata per tutta la vita... :fronte:
Quindi, i geovisti del XXI secolo, con questi conati di vomito teocratici, cosa vorrebbero dimostrare?
Che il Corpo Direttivo ha sparato cazz..e per 150 anni?
Mentre invece ora, grazie ai revisionisti, lo spirito santo, che forse prima era impedito (si ma di testa), adesso inizia ad operare sull'onda delle riforme?
E 150 anni prima dove era?
Al cesso? :mirror: :mirror: :mirror:
Che buffonate.
Questa sarebbe l'organizzazione celeste?
Figuriamoci quella terrena... :ciuccio:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 6107
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi sandrosolustri » 14/07/2020, 10:35

Scusa Deliverance, cosa centra Dio o Geova con il Corpo Direttivo? Loro non hanno fatto altro che estrapolare il Suo nome dalla Bibbia per farGLI dire tutte le buffonate interpretativa che passavano per la loro testa. NON NE HANNO AZZECCATA UNA ! Ma questo non significa che se qualche Testimone di Geova diventa ateo o agnostico, dipenda da Dio.
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 715
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi Metallo Pesante » 15/07/2020, 13:12

virtesto ha scritto:Non molto, anzi quasi niente. Il 607 o il 1914 o la Parusia di Gesù ecc. appartengono al passato geovista. A casa mia circolano le solite riviste Torre di Guardia,mia moglie è ancora TdG. Ogni tanto le prendo in mano per vedere se c'è qualcosa da segnalare. Si parla sempre di :" Vogliamoci tanto bene" e tanti altri discorsi improntati sempre su quella strada. Niente di significativo, niente, come un tempo, di nuove interpretazioni, nuovi intendimenti ecc. Niente di dottrinale come si diceva ma invece sono verso lo spirituale spicciolo. Non si parla più di quei supposti "pilastri" Geovisti.

Raymond Franz nel suo famoso libro scriveva che ad un certo punto una "verità" diventava vecchia e veniva sostituita da una nuova "Verità" Ora invece una "verità" invecchia e si lascia morire senza essere sostituita da una nuova. I tempi sono cambiati, noi abbiamo tutti i capelli grigi e siamo ancorati a quel passato nel quale si trattavano quegli argomenti. Bei tempi comunque, c'era vitalità, discussione su quei temi.

Romagnolo! Tu che sei in Sala del Regno ancora oggi, dimmi che clima si respira, si parla ancora della Parusia di Cristo? Del 607? Ho sbagliato a dire quanto sopra?


Concordo, essendo per necessità PIMO so cosa dicono: ora vanno coi piedi di piombo e parlano di cose trite e ritrite di ambito morale perché i vertici sanno che se si sbilanciano troppo sull'escatologia sono guai. Oddio, su certi articoli ne parlano: La Torre di Guardia (edizione per lo studio) del maggio 2020, articolo di studio 20 (13-19 luglio 2020), pp. 12-16, https://www.jw.org/it/biblioteca-digita ... -2020/Chi-è-il-re-del-nord-oggi/ qui pure in pdf, identifica il re del Nord. Chi è? Va fatta notare la sicurezza con cui la Watchtower afferma di avere “prove” riguardo agli ultimi giorni e alle lotte tra il “re del nord” e “il re del sud” ("NON abbiamo mai avuto così tante prove del fatto che stiamo vivendo nella parte finale degli ultimi giorni di questo sistema di cose. Presto Geova e Gesù Cristo distruggeranno tutti i governi che si oppongono al Regno. Prima che questo accada, però, il re del nord e il re del sud continueranno a combattere l’uno contro l’altro e contro il popolo di Dio", p. 12). E’ utile tenere a mente questo paragrafo nel proseguire con l’analisi dell’articolo: "[…] Col tempo la Russia e i suoi alleati assunsero il ruolo di re del nord. […] Perché possiamo dire che la Russia e i suoi alleati sono l’attuale re del nord? (1) Influiscono direttamente sul popolo di Dio vietando l’opera di predicazione e perseguitando centinaia di migliaia di fratelli e sorelle che vivono in territori sotto il loro controllo; (2) con queste azioni dimostrano che odiano Geova e il suo popolo; (3) si scontrano con il re del sud, la potenza mondiale anglo-americana, in una lotta per il potere. Vediamo cosa fanno la Russia e i suoi alleati e come questo dimostra che sono il re del nord." (pp. 12-13)

Sorvoliamo sul fatto che scrivere cose simili significa occuparsi di politica a tutti gli effetti e ci concentriamo su un elemento di maggiore interesse: la decisione totalmente arbitraria di assegnare alla Russia e alla “potenza anglo-americana” rispettivamente il titolo di “re del nord” e “re del sud”. Non è scontato precisare che i passi veterotestamentari che parlano dei due re si riferiscono ad eventi accaduti all’interno del contesto storico degli autori biblici e riguardano vicende legate al popolo di Israele. Ma la cosa interessante l'uso di congetture fantapolitiche da film americano anni '80. Infatti, citando il versetto di Daniele 11:40, riportato in parte dalla Watchtower (“Nel tempo della fine il re del sud si impegnerà in uno scontro con lui, e contro di lui il re del nord si riverserà con carri, cavalieri e molte navi; entrerà nei paesi e dilagherà come un’inondazione”), notiamo come costoro immaginino scenari deliranti: la vedete la Russia con carri e cavalieri che invade gli USA? Ok, sono senz'altro mezzi militari moderni, ma facciamo nuovamente finta di assecondare questa visione e vediamo se riusciamo a fare lo stesso con il versetto successivo che la Watchtower utilizza per avvalorare la propria tesi: "Daniele 11:41 dice che il re del nord entrerà nel “Paese Splendido”. Di quale paese si tratta? Nell’antichità il paese di Israele era considerato “il più bello di tutti i paesi” (Ezechiele 20:6). Ma ciò che lo rendeva così prezioso era che lì si praticava la vera adorazione. Dalla Pentecoste del 33 E.V. quel paese non corrisponde a una specifica località geografica, perché i servitori di Geova sono sparsi su tutta la terra. Quindi oggi il “Paese Splendido” è il paese simbolico in cui i servitori di Dio svolgono attività come quella di adorare Dio attraverso le adunanze e il ministero di campo."

Anche in questo caso leggiamo cosa dice il versetto di Daniele citato: “Entrerà anche nel Paese Splendido, e saranno fatti cadere molti paesi. Ma questi sono quelli che sfuggiranno alla sua mano: Èdom, Mòab e la parte principale degli ammoniti.“. Come spesso accade, la Torre di Guardia fa del testo biblico ciò che meglio crede, ma in questo caso è oltremodo palese che il passaggio in questione si sta riferendo al contesto storico degli autori biblici e ciò non può in alcun modo essere messo in dubbio, dal momento che il versetto parla esplicitamente di edomiti, moabiti e ammoniti, ovvero specifiche popolazioni dell’antichità. Come si fa onestamente a prendere questo verso biblico e applicarlo alla realtà politica moderna, nonostante esso si riferisca indiscutibilmente a popoli vissuti millenni orsono? Semplice: si fa comodamente finta di niente e si usa comunque il versetto per fargli dire qualcosa che non dice. Tant’è che la Watchtower convenientemente prende da quel versetto solamente il termine “Paese splendido”, il quale, biblicamente, era riferito ad Israele, e fa diventare il “Paese splendido” un paese simbolico popolato dai Testimoni di Geova che predicano fedelmente. Se il lettore sta iniziando a chiedersi come sia possibile accettare una simile presa in giro, operata alla luce del sole, consigliamo di tenersi forte e proseguire nella lettura:

Durante gli ultimi giorni il re del nord è entrato più volte nel “Paese Splendido”. Ad esempio, quando la Germania nazista ricoprì il ruolo di re del nord, in particolare durante la Seconda guerra mondiale, quel re entrò nel “Paese Splendido” perseguitando e uccidendo i servitori di Dio. Dopo la Seconda guerra mondiale, quando l’Unione Sovietica assunse il ruolo di re del nord, quel re entrò nel “Paese Splendido” perseguitando i servitori di Dio e condannandoli alla deportazione.

Si, avete letto bene: la WT sta paragonando la persecuzione operata dai nazisti con la messa la bando dei TDG in Russia che è in vigore ai giorni nostri. Tralasciando (con una certa fatica) i paragoni ridicolmente inappropriati, in questo paragrafo entriamo nel vivo della fantapolitica geovista, scoprendo che il “re del nord” cambia nel tempo, infatti negli anni della II guerra mondiale fù la Germania nazista a ricoprire tale ruolo, oggi attribuito alla Russia. Una domanda sorge spontanea: dove è scritto, nei passi citati dalla WT, che il “re del nord” sarebbe cambiato invece di restare sempre lo stesso? Dove è scritto nella Bibbia che due paesi si sarebbero susseguiti nel ricoprire tale ruolo? Vediamo come la Watchtower rincara la dose:

Negli ultimi anni anche la Russia e i suoi alleati sono entrati nel “Paese Splendido”. In che modo? Nel 2017 l’attuale re del nord ha vietato la nostra opera e ha messo in prigione alcuni nostri fratelli e sorelle. Ha anche messo al bando le nostre pubblicazioni, inclusa la Traduzione del Nuovo Mondo. Inoltre ha confiscato la nostra filiale in Russia, come anche Sale del Regno e Sale delle Assemblee. Dopo queste azioni, nel 2018 il Corpo Direttivo ha spiegato che la Russia e i suoi alleati sono il re del nord.

Qui troviamo un indizio per rispondere alla domanda posta in precedenza: non è la Bibbia a dire che il re del nord sarebbe cambiato.. è il Corpo Direttivo ad affermarlo! Ora tutto acquista un senso: il direttivo dei TDG insegna qualcosa che non trova conferma nei testi biblici e fa passare ciò come verità, nonostante essa non provenga dal libro che dovrebbe contenere la parola di Dio e che viene predicato in centinaia di paesi. A questo punto non possiamo esimerci dal riservare alcune parole direttamente ai lettori TDG: è noto che i Testimoni sono ferventi sostenitori del messaggio biblico e considerano la Bibbia l’unico vero punto di riferimento per l’intera umanità. Proprio ad essi ci rivolgiamo ponendo una domanda tanto semplice quanto fondamentale: come può un’organizzazione come la Watchtower essere considerata unico portavoce del messaggio biblico se afferma qualcosa che oggettivamente nella Bibbia non c’è? Non c’è margine di dibattito, semplicemente questo insegnamento sul “re del nord” che sarebbe cambiato non esiste nel testo biblico ma solo nella mutevole dottrina del direttivo WT.

L’articolo prosegue cambiando registro, poichè si iniziano ad utilizzare molti più “forse”, “pare che”, ecc. Vediamo alcuni esempi:

A quanto pare, le profezie riportate in Ezechiele 38:10-23; Daniele 2:43-45; 11:44–12:1 e Rivelazione 16:13-16, 21 si riferiscono allo stesso periodo di tempo e agli stessi eventi. Se è così, sembra che possiamo aspettarci i seguenti sviluppi. […] Queste nazioni lanceranno un violento attacco finale contro il popolo di Dio. Cosa le spingerà ad attaccare? Parlando di quel tempo, l’apostolo Giovanni descrisse una grandinata con chicchi eccezionalmente grandi che si abbatteva sui nemici di Dio. Questa simbolica grandinata potrebbe rappresentare un forte messaggio di giudizio proclamato dai servitori di Geova. Può darsi che questo messaggio spinga Gog di Magog ad attaccare il popolo di Dio con l’obiettivo di spazzarlo via dalla terra. Questo forte messaggio e l’attacco finale da parte dei nemici di Dio potrebbero essere le stesse cose a cui fa riferimento Daniele 11:44, 45. (Leggi.) Daniele dice che “notizie da est e da nord” turberanno il re del nord, che “uscirà con gran furore” con lo scopo di “destinare molti alla distruzione”. Sembra che i “molti” di cui si parla qui siano i servitori di Geova. Pare che in questi versetti Daniele stia descrivendo il violento attacco finale contro il popolo di Dio.

Come appare evidente, la Watchtower si lancia nelle sue elucubrazioni fantapolitiche usando la Bibbia come punto di partenza, ma in queste righe non si legge certo la convinzione di chi è l’unico ad avere la verità. Siamo tutti capaci a campare per aria qualche concetto tenendoci sul vago ma di certo dall’unica vera organizzazione di Dio sulla terrra non ci si aspetterebbe tutta questa indecisione. Però si sa, questo non è un problema per la WT poichè può benissimo tenersi sul vago oggi e domani rivedere queste “profezie” a proprio comodo. Rinnoviamo l’invito alla riflessione di fronte ad articoli come questo, nel quale risulta palese come la Torre di Guardia metta in atto un’autentica presa in giro dei seguaci, usando dettagli biblici inesistenti, cambiando “profezie” a piacere e, come al solito, delineando scenari apocalittici che prevedono la distruzione delle potenze politiche/economiche e lo sterminio di miliardi di persone che non avranno accettato di obbedire alla dottrina watchtoweriana.
Metallo Pesante
Nuovo Utente
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi Morpheus » 15/07/2020, 13:52

Metallo Pesante ha scritto:Questa simbolica grandinata potrebbe rappresentare un forte messaggio di giudizio proclamato dai servitori di Geova.


Ma oggettivamente, a qualcuno sembra che alle nazioni, ai governi, ai politici freghi veramente qualosa che i TdG predichino la fine del mondo imminente?

A me sembra anzi che siano di manica larga a dargli sgravi fiscali...
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Morpheus
Utente Senior
 
Messaggi: 1331
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi VictorVonDoom » 17/07/2020, 11:26

sandrosolustri ha scritto:Scusa Deliverance, cosa centra Dio o Geova con il Corpo Direttivo? Loro non hanno fatto altro che estrapolare il Suo nome dalla Bibbia per farGLI dire tutte le buffonate interpretativa che passavano per la loro testa. NON NE HANNO AZZECCATA UNA ! Ma questo non significa che se qualche Testimone di Geova diventa ateo o agnostico, dipenda da Dio.


Sto dio non c'entra mai.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2817
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25


Torna a La storia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici