Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Schnell e i partecipanti alla Commemorazione ?

Sezione in cui si analizzano le vicende storiche dell'organizzazione

Moderatore: Achille

Schnell e i partecipanti alla Commemorazione ?

Messaggiodi Malcico71 » 06/03/2011, 22:13

Circa 18 anni fa un anziano mi disse di un episodio capitato nel passato in una Congregazione di non so dove . Mi disse di un certo oratore che fece un discorso incentrato su una pistola e tutto il suo discorso verteva su applicazioni tratte da questa cosa (presumo fosse durante la Commemorazione) al termine del discorso disse che tutti potevano prendere gli emblemi . Così si creò una divisione nella Sala del Regno e molti credettero a questo anziano e seguendo il suo discorso presero gli emblemi . In seguito , proseguì l'anziano nel racconto , questo Tale lasciò la Società scrivendo un libro che se non ricordo male era tipo "30 o 40 anni schiavo della Torre di Guardia" .
Di recente ho terminato la lettura del libro "30 anni schiavo della Torre di Guardia , conversione di un testimone di Geova" di William Schnell , e mentre lo leggevo pensavo al racconto fattomi da quell'anziano circa 18 anni fa , ma in questo libro non vi è traccia del suddetto episodio.
Era Schnell o era un altro ? Qualcuno ne sa qualcosa ? Sapete di un tale episodio ?

Ciao.
La verità è solo quello che il Partito ritiene vero. Non è possibile discernere la realtà se non attraverso gli occhi del Partito. - George Orwell - 1984



Presentazione: prima parte - seconda parte
Avatar utente
Malcico71
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1364
Iscritto il: 01/07/2010, 22:18

Messaggiodi mary » 06/03/2011, 22:39

No, io non ho sentito niente di simile, però mi piacerebbe leggere il libro che hai letto tu. Com'è? Che ne pensi?
A proposito Malcico, ho tentato di rispondere alla tua domanda ma... devi avere disabilitato i messaggi privati, non riesco ad inviarti niente!
L'uomo è dove è il suo cuore, non dove è il suo corpo.
-- Mahatma Gandhi (Mohandas Karmchand Gandhi)

Contatto Skype: mary78-2011
Avatar utente
mary
Nuovo Utente
 
Messaggi: 169
Iscritto il: 28/01/2011, 10:00
Località: Emilia Romagna

Messaggiodi Malcico71 » 06/03/2011, 22:52

Strano perchè pochi giorni fa ho ricevuto messaggi privati da altri utenti , provo a controllare le impostazioni.

Il libro parla della storia di William Schnell che è stato alla Betel di Magdeburgo e in America per 30 anni , racconta di Rutherford e altre vicende , di quando si vendevano i libri ecc... è ambientato fra gli anni 20 e gli anni 40 circa.

Se non era per quell'anziano che mi raccontò sta storia (non ho ancora capito perchè mi disse ciò!) non avrei neanche cercato questo libro .
Ciao
La verità è solo quello che il Partito ritiene vero. Non è possibile discernere la realtà se non attraverso gli occhi del Partito. - George Orwell - 1984



Presentazione: prima parte - seconda parte
Avatar utente
Malcico71
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1364
Iscritto il: 01/07/2010, 22:18

Messaggiodi MatrixRevolution » 06/03/2011, 23:48

anche io ho letto questo libro. Interessante ma non mi ha colpito più di tanto: forse perchè i fatti che racconta sono troppo indietro nel tempo...
Iscriviti al gruppo: Testimoni di Geova su Facebook
Avatar utente
MatrixRevolution
Responsabile Tecnico del Forum
 
Messaggi: 1788
Iscritto il: 14/06/2009, 18:42
Località: Roma

La commemorazione per tutti

Messaggiodi Gianni27 » 07/03/2011, 5:02

Circa i partecipanti alla commemorazione, della quale un anziano disse che tutti potevano partecipare, (non solo il rimanente dei 144000); credo che si riferiva a quanto scritto dalla WT nella rivista Tdgu. Del 15 giugno 1987, pag.19, dove la luce progressiva riportava l’anno di alcuni cambiamenti. Esempio, 1931: Fu adottato il nuovo nome Testimoni di Geova.
A quel tempo io ero abbonato alle riviste WT ed avendo letto il contenuto, quando mi capitò un tdg gli dissi: “Finalmente la WT ha fatto qualcosa di buono per voi di seconda categoria, di farvi cibare di pane e vino nella commemorazione”. Egli rispose che gli emblemi del pasto serale sono solo per il rimanente.
Ecco, ve la copio digitando ogni lettera per vedere se sono io a non saper leggere.
1986: Si capì che tanto il rimanente quanto la “grande folla” devono simbolicamente cibarsi della carne e del sangue di Gesù, accettando il suo sacrificio per essere in armonia con lui.--- Giovanni 6:53-56. Il corsivo è mio.
Come lo capite voi?
Gianni27
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

Messaggiodi golden68 » 07/03/2011, 6:35

Gianni27 ha scritto:Circa i partecipanti alla commemorazione, ....


Gentilmente, oltre l'anno potresti specificare anche il periodo 1/15 o 15/30 del mese visto che allora le torre di guardia ne venivano pubblicate 2 al mese? Così potrò andare a colpo sicuro nella mia cantina e prendere la data esatta senza doverle sfogliare tutte? Ti ringrazio in anticipo.

Valentino
Non t'amo se non perché t'amo e dall'amarti a non amarti giungo e dall'attenderti quando non t'attendo passa dal freddo al fuoco il mio cuore.
Ti amo solo perché io ti amo, senza fine t'odio, e odiandoti ti prego, e la misura del mio amor viandante è non vederti e amarti come un cieco.
(Pablo Neruda)
Avatar utente
golden68
Nuovo Utente
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 11/10/2009, 4:09
Località: Cerreto Guidi (FI)

Messaggiodi ilnonnosa » 07/03/2011, 7:30

golden68 ha scritto:

Gentilmente, oltre l'anno potresti specificare anche il periodo 1/15 o 15/30 del mese visto che allora le torre di guardia ne venivano pubblicate 2 al mese? Così potrò andare a colpo sicuro nella mia cantina e prendere la data esatta senza doverle sfogliare tutte? Ti ringrazio in anticipo.

Valentino


Si riferisce alla Torre di Guardia del 15/2/1986, pp.15-20 dal titolo: "Il pane della vita" messo a disposizione di tutti.
Ciao. Ilnonnosa
Presentazione

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)
Avatar utente
ilnonnosa
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1065
Iscritto il: 26/08/2009, 12:03

seconda rivista del mese

Messaggiodi Gianni27 » 07/03/2011, 15:24

Per Golden68
Ciao, Valentino, tu chiedi se è la prima o la seconda rivista del mese di Giugno 1987, ti dico che siccome la data è del 15 del mese, vuol dire che è la seconda rivista del mese.
Come vedi, puoi anche badare a quello che dice Ilnonnosa cui cita la rivista 15 /2/1986, o se hai i libri “annuari”, sia del 1986, che 87.
Una volta dichiarato che tutti (i tdg) possono cibarsi della carne e del sangue di Gesù, come mai in fino ad oggi la grande folla della seconda categoria non può cibarsi??

Sarà forse intervenuto una superiora luce progressiva che abbia poi detto di NO??
E se è così, vuol dire allora che la grande folla della Torre di guardia è fuori della Chiesa (Sposa) di Cristo e quindi non ha nessunissimo valore in Cristo, ma solamente schiavi della WT. E se dunque non appartiene a Cristo, (e si vede nel NON cibarsi di Cristo) vuol dire che appartiene ad un altro dio…
Gianni27
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

Messaggiodi Luciano » 07/03/2011, 15:39

Gianni27 ha scritto:Una volta dichiarato che tutti (i tdg) possono cibarsi della carne e del sangue di Gesù, come mai in fino ad oggi la grande folla della seconda categoria non può cibarsi??


:boh: :boh: :boh: :boh:
Sembra dire proprio così!
Mistero.
Ciao
Avatar utente
Luciano
Utente Master
 
Messaggi: 3396
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Messaggiodi Achille » 07/03/2011, 17:37

La rivista del 1986 esponeva un nuovo "intendimento" relativo al passo di Giov. 6 dove Gesù dice che bisogna mangiare la sua carne e bere il suo sangue per avere la vita eterna.

Ecco come spiega il significato di "mangiare e bere" la WTS:
*** w86 15/2 p. 18 par. 10 “Il pane della vita” messo a disposizione di tutti ***
10 Era dunque per la “vita del mondo” — l’intero mondo dell’umanità che può essere redenta — che Gesù dava la propria carne. E, dei componenti di questo mondo, “chiunque” mangia simbolicamente quel “pane”, mostrando fede nel potere di redimere del sacrificio di Gesù, può intraprendere la via che porta alla vita eterna. Sotto questo aspetto, la “numerosa compagnia mista” che, nel deserto, mangiò la manna con gli israeliti prefigura la grande folla delle “altre pecore” di Gesù che, insieme all’unto rimanente dell’“Israele di Dio”, sta ora cibandosi della carne di Gesù in senso simbolico. Fa questo esercitando fede nel suo sacrificio.
Quindi nello spiegare le parole di Gesù sembra che qui la WTS non faccia alcun riferimento al mangiare e bere il pane ed il vino letterali come avviene alla "commemorazione".

Difatti per la WTS le parole di Gesù in Giov. 6, a partire dal 1990, non avrebbero alcuna relazione con il "pasto serale" o "Ultima Cena":
«Il mangiare e bere di cui parlava erano ovviamente da intendersi in senso figurato; in caso contrario si sarebbe trattato di una violazione della legge di Dio. (Gen. 9:4; Atti 15:28, 29). È però il caso di notare che l'affermazione di Gesù in Giovanni 6:53, 54 non fu fatta in relazione all'istituzione del Pasto Serale del Signore. Nessuno degli ascoltatori aveva la minima idea di una celebrazione in cui si sarebbero usati pane e vino per rappresentare la carne e il sangue di Cristo. Questa celebrazione non fu istituita che circa un anno dopo, e l'apostolo Giovanni comincia a descrivere il Pasto Serale del Signore oltre sette capitoli dopo (in Giovanni 14) nel Vangelo che porta il suo nome».(Libro "Ragioniamo", ediz. 1990, pagg. 72, 73).
In precedenza però le parole di Gesù erano (correttamente) intese come un riferimento alla "Commemorazione:
«Il mangiare e bere di cui parlava erano ovviamente da intendersi in senso simbolico, come al Pasto serale del Signore, altrimenti si sarebbe violata la legge di Dio che vieta di mangiare il sangue. Vedi Genesi 9:4; Atti 15:28, 29). Si noti che coloro che prendono il pane ed il vino emblematici [alla commemorazione, n.d.A.] ...». ("Ragioniamo", ediz. 1985, pagg. 72, 73).
Si noti anche come le parole di Gesù venivano messe in relazione all'istituzione del "Pasto Serale del Signore" nella Torre di Guardia del 15/3/1979, in netta contraddizione con quanto si scrisse successivamente (il grassetto è aggiunto):
Bevendo il calice ... secondo le parole di Gesù gli apostoli fedeli bevevano simbolicamente sangue, il sangue di Gesù. ... questo pensiero non parve loro ripugnante. ... Gesù li aveva preparati a ciò con quello che aveva detto loro in una precedente occasione. Era poco prima della Pasqua del 32 E.V., il giorno dopo aver sfamato miracolosamente una moltitudine di ascoltatori moltiplicando alcuni pani e pesci. (Giov. 6:4)...
Per poter dire che anche la "grande folla" può mangiare e bere in maniera simbolica la carne ed il sangue di Gesù la WTS ha dovuto modificare e contraddire i suoi precedenti "intendimenti".
Nulla di nuovo sotto il sole.

Si veda anche http://www.infotdgeova.it/se-non-mangia ... e.....html

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14692
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Metallo Pesante » 23/08/2020, 11:32

L'episodio citato dal forista - l'oratore che durante una Commemorazione invita tutti i presenti a prendere gli emblemi e che poi lasciò la Società scrivendo un libro di memorie - è riferito a non a William J. Schnell, ma a Raymond Franz, ed è una diceria messa in circolazione su di lui, come detto su Crisi di coscienza. La diceria probabilmente partì da Brooklyn, e da lì si diffuse nelle varie filiali e da lì, grazie ai sorveglianti, nelle varie congregazioni.
Furono molte le dicerie messe in circolazione ai danni degli espulsi per "apostasia" nel 1980. La famosa citazione apparsa sulla Torre di Guardia del 1° gennaio 1986, p. 13, par. 12 (“Per quanto possa essere sconcertante, perfino alcuni che erano preminenti nell’organizzazione di Geova hanno ceduto a pratiche immorali, fra cui omosessualità, scambio delle mogli e molestie sessuali a bambini. Va anche notato che, nello scorso anno, 36.638 persone hanno dovuto essere disassociate dalla congregazione cristiana, la maggior parte per pratiche immorali”), che si riferiva a casi come quello di Leo Greenlees e Ewart Chitty, due esponenti del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova allontanati, ma non espulsi, perché si scoprì essere omosessuali e, come si evincerebbe da recenti dichiarazioni di una presunta vittima, l'ex TdG Mark Palo, due pedofili (Palo, davanti ad una ampia platea di persone, ha confessato di essere stato abusato sessualmente da un membro del CD, Greenlees, quando era un bambino, e che gli fu impedito di diventare betelita per evitare che girasse la voce), anche se i leaders hanno cercato di insabbiare tutto.
Come spiega il professore di storia presso l’Università di Lethbridge, M. James Penton, ex TdG e autore nel 1985 del libro Apocalypse delayed: The Story of Jehovah's Witnesses in cui a p. 322 commenta l’Annuario che annunciava le dimissioni di Ewart Chitty:

Potrebbe non essere sorprendente che l’Annuario non menzioni il fatto che due membri del Corpo Direttivo - Ewart Chitty e Leo Greenlees - furono costretti ad abbandonare quel corpo a causa delle continue pratiche omosessuali, ma non furono mai disassociati.

Ewart Chitty era stato nominato nel Corpo Direttivo nel 1974 e cinque anni dopo, nel 1979, dovette rassegnare le dimissioni. L’Annuario a cui si riferisce Penton è quello del 1980 p.257 “L’anno scorso Ewart C. Chitty ha dato le dimissioni [dal Corpo Direttivo], perciò attualmente ne fanno parte 17 membri.” Probabilmente, per evitare fughe di notizie, che poi si avranno con la disassociazione di Raymond Franz, il Corpo Direttivo concorderà con Chitty quello che nel forum Testimoni di Geova Cosapevoli è stato definito come un “patto di non belligeranza” che forse “prevedeva che Chitty non rivelasse gli scheletri nell’armadio della WTS in cambio di assistenza fino alla sua morte. Un buon affare.”.
Leo Greenlees, invece, era nel Corpo Direttivo da quando questi era stato istituito, nel 1971, e fu espulso da tale organismo nel 1984, tre anni dopo la scomunica di Franz, e un'anno dopo l'uscita della prima edizione di Crisis of Conscience (1983). Sempre secondo il forum Testimoni di Geova Consapevoli, Greenless:

Pronunciò spesso discorsi per il conferimento dei diplomi di Galaad una Torre di Guardia del 1982 menziona che gli fu assegnato il Comitato dell’insegnamento del Corpo Direttivo. L’ultima menzione di Greenlees nelle pubblicazioni WTS fu nella Torre di Guardia del 1º settembre 1984 dove si dice che partecipò alla cerimonia di Galaad. Presumibilmente verso la fine del 1984 Greenlees fu condannato dal resto del Corpo Direttivo per molestie su di un ragazzo di dieci anni [Mark Palo, ndr]. I genitori del ragazzo avevano denunciato la cosa alla Watchtower e questa fu la conseguenza. Greenlees era un amico di famiglia e li visitava spesso. Dopo aver lasciato la Betel, Greenlees servì come pioniere speciale e alla fine come anziano nelle congregazioni di Downtown nel New Orleans, Louisiana. Morì verso la fine degli anni ‘80. Cosa interessante, il ragazzo che Greenlees aveva molestato fece domanda per servire alla Betel alcuni anni dopo, intorno al 1991, e la sua domanda fu respinta. I leader della Watchtower apparentemente temevano che dicesse ad altri beteliti le ‘voci' su Greenlees, non sapendo che lui era la vittima di Greenlees , e facendo sapere al ragazzo che non era stata fatta giustizia.

Ma che c'entra Raymond Franz con tutto questo? Teoricamente nulla. Ma la gogna mediatica nell'Organizzazione, che ormai aveva bollato sia lui che gli scomunicati del 1980/1981 come "apostati", non poteva che proseguire con accuse ancora più infamanti sula loro presunta dubbia moralità. Ce lo spiega sempre M. James Penton nel suo libro, a p. 439, dive si legge:

L'unica affermazione che potrebbe anche essere considerata un suggerimento per l'omosessualità da parte dei membri del Corpo Direttivo è stato un breve commento nella Torre di Guardia del 1°gennaio 1986 (p. 13), che recitava: “Per quanto possa essere sconcertante, perfino alcuni che erano preminenti nell’organizzazione di Geova hanno ceduto a pratiche immorali, fra cui omosessualità, scambio delle mogli e molestie sessuali a bambini.” Tuttavia, i fatti relativi alle espulsioni sia di Chitty che di Greenlees erano ben noti tra gli ex Beteliti dell'ex quartier generale della Watchtower e molti altri. Greenlees ha contattato personalmente gli ex Testimoni di Geova dopo essere stato esiliato da Brooklyn. Sfortunatamente, la mancanza di candore della società nei confronti di Chitty e Greenlees ha portato molti Testimoni di Geova a dedurre e sottintendere erroneamente che il commento nella Torre di Guardia del 1°gennaio 1986 si riferisse a Raymond Franz e ad altri "apostati". A suo merito, Franz non ha mai voluto esporre Chitty o Greenlees.

Questo fa intendere che nell'Organizzazione dei Testimoni di Geova, nonostante si parli spesso di essere onesti e dire sempre la verità (“guerra teocratica” permettendo), spesso possono girare ai danni di disassociati, dissociati o semplici inattivi o proclamatori e nominati che si differenziano dalla massa, malelingue che sono dure a morire, da quelle che su oratori che invitano i presenti a prendere gli emblemi a prescindere dalle loro convinzioni, fino ad accuse di pedofilia, omosessualità e infedeltà coniugale.

Vostro

Metallo Pesante
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 230
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi Malcico71 » 08/10/2020, 22:54

Metallo Pesante ha scritto:L'episodio citato dal forista - l'oratore che durante una Commemorazione invita tutti i presenti a prendere gli emblemi e che poi lasciò la Società scrivendo un libro di memorie - è riferito a non a William J. Schnell, ma a Raymond Franz, ed è una diceria messa in circolazione su di lui, come detto su Crisi di coscienza. La diceria probabilmente partì da Brooklyn, e da lì si diffuse nelle varie filiali e da lì, grazie ai sorveglianti, nelle varie congregazioni. ...


Grazie Metallo Pesante per aver ripreso il discorso.
A mio avviso a questo punto l'anziano che mi parlò fece un bel minestrone di dicerie ... l'unico effetto che ebbe sulla mia giovane mente di allora fu di farmi ricordare il titolo del libro di Schnell fino a che me lo procurai e lo lessi :risata:

Malcico
La verità è solo quello che il Partito ritiene vero. Non è possibile discernere la realtà se non attraverso gli occhi del Partito. - George Orwell - 1984



Presentazione: prima parte - seconda parte
Avatar utente
Malcico71
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1364
Iscritto il: 01/07/2010, 22:18


Torna a La storia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici