Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Genesi cap 2

La Bibbia dei Testimoni di Geova è davvero una traduzione fedele ed accurata delle Sacre Scritture?

Moderatore: polymetis

Genesi cap 2

Messaggiodi Viandante » 02/05/2016, 4:22

Ascoltavo la teoria per quanto riguarda il passo biblico dove si parla dell'episodio in cui Dio prese al costola dell'uomo e fece la donna. Tale teoria dice che il termine utilizzato in questo caso non significa "costola" ma "metà" la metà di qualcosa.
Pertanto tale metà non è altro che il cromosoma X dell'uomo con cui è formato la donna (y/x). Da qui si capisce cosa voleva dire la bibbia con tale termine che come spiegato nella bibbia è tradotto sempre correttamente come metà solo in questo caso non comprendendo cosa volesse dire "prese la metà di un uomo" si è propensi per tradurre costola.
Saluti
Viandante



"L'unica rivoluzione possibile è quella interiore..."
Viandante
Utente Senior
 
Messaggi: 1030
Iscritto il: 23/09/2009, 18:40

Messaggiodi renato-c » 02/05/2016, 6:42

Viandante ha scritto:Ascoltavo la teoria per quanto riguarda il passo biblico dove si parla dell'episodio in cui Dio prese al costola dell'uomo e fece la donna. Tale teoria dice che il termine utilizzato in questo caso non significa "costola" ma "metà" la metà di qualcosa.
Pertanto tale metà non è altro che il cromosoma X dell'uomo con cui è formato la donna (y/x). Da qui si capisce cosa voleva dire la bibbia con tale termine che come spiegato nella bibbia è tradotto sempre correttamente come metà solo in questo caso non comprendendo cosa volesse dire "prese la metà di un uomo" si è propensi per tradurre costola.

Buon Giorno
Genesi capitolo uno sino a Genesi capitolo 2 versetto 3 narra una creazione di fonte diversa dalla creazione che inizia dal versetto quattro del capitolo 2 in poi .
Per quanto se ne dica e i tdG dicono che siano complementari ,in verità sono molto diverse .Riguardo alla creazione della donna ,la prima creazione cap.1 :27 narra una creazione dell'uomo e della donna come un solo evento e alla fine dei giorni ,invece la seconda in questione al versetto 7 crea l'uomo per prima cosa e poi gli alberi e il giardino e la donna viene da ultimo quando l'uomo girando per il Parco si accorse che era solo.
Ora tu dici che Dio fà il chirurgo e lo divide a metà e vai a cercare i cromosomi
Caro amico ... la storia di Adamo ed Eva è solo metafora ,non è scienza ,la Bibbia non è scienza
Eva significa madre di tutti i viventi
Adamo deriva dalla terra rossa umus umanità .
Qui viene spiegato metaforicamente la Creazione e che l'uomo e la donna devono completarsi a vicenda , essere una cosa sola metaforicamente ,unione spirituale,una sola anima ,andare d'accordo ,vivere assieme ecc...
Riguardo all'ostracismo ... questa storia insegna che l'uomo ,ma l'uomo è maschio e femmina , l'uomo non è bene che sia solo recita il passo ...
ecco il peccato dell'ostracismo che isola la gente .
Buona giornata
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1334
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi polymetis » 02/05/2016, 7:23

Il termine può voler dire costola, metà, fianco. Da qui a vederci i cromosomi penso ne corra un bel po'.
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4387
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi francus » 02/05/2016, 9:40

Argomento molto interessante,e che ognuno di noi si fa un idea diversa e questo è anche giusto,ognuno è libero di credere a quello che vuole.
Io solamente mi/vi porgo un domanda,e cioè : Se Adamo è stato creato dal fango o polvere,perchè Eva non è stata creata allo stesso modo? Ma forse prima di Eva è stata creata un altra "Eva" diversa e che Adamo non gradiva ? Infatti Adamo stesso disse :"Questa volta essa
è carne dalla mia carne
e osso dalle mie ossa.
La si chiamerà donna
perché dall'uomo è stata tolta".
francus
Nuovo Utente
 
Messaggi: 108
Iscritto il: 12/04/2016, 12:26

Messaggiodi nello80 » 02/05/2016, 10:42

Mi sembra una spiegazione abbastanza razionale

Ma Dio utilizzò o no una costola di Adamo per creare Eva? Il fatto è che ciò non sta scritto da alcuna parte. Non lo dice la Bibbia? No. Lo dicono le traduzioni. La Scrittura dice che Dio יִּקַּח אַחַת מִצַּלְעֹתָיו (yqàkh achàt mitzaleòtav ), “prese una da tzelà (צלע) di lui” (Gn 2:21). Si tratta ora di capire cosa sia questa tzelà (צלע). La seconda volta che il nome tzelà (צלע) compare nella Bibbia è al versetto successivo (Gn 2:22): וַיִּבֶן יְהוָה אֱלֹהִים ׀ אֶת־הַצֵּלָע אֲשֶׁר־לָקַח מִנ־הָאָדָם לְאִשָּׁה (vayvèn yhvh elohìm et-hatzelà ashèr-laqàkh min-haadàm leishàh), “e costruì Yhvh Dio la tzelà che prese dall’uomo come donna”. Ci domandiamo ancora cosa sia questa tzelà (צלע).

La terza volta questa parola compare in Es 25:12: “Fonderai per essa [l’arca del patto] quattro anelli d’oro, che metterai ai suoi quattro piedi: due anelli da un lato [צַלְעֹו (tzalòt); plurale di צלע (tzelà)] e due anelli dall’altro lato [צַלְעֹו (tzalòt); plurale di צלע (tzelà)]”. Qui, come si nota, il senso di “costola” è impossibile; il traduttore opta per “lato”. Così anche al successivo v. 14. Lo stesso significato si ha in Es 26:20: “Farai venti assi per il secondo lato [צלע (tzelà)] del tabernacolo, dal lato nord”. Però, qui si ha una cosa curiosa nella traduzione: la parola “lato” compare due volte, ma solo la prima traduce צלע (tzelà); ciò che è reso “dal lato nord” è nel testo לִפְאַת צָפֹון (lifàt tzafòn), “per tratto di nord”. Ora, in Es 26:35 si ha, stando alla traduzione: “Il candelabro di fronte alla tavola dal lato [צלע (tzelà)] meridionale del tabernacolo; metterai la tavola dal lato [צלע (tzelà)] di settentrione”. Esaminando bene le dislocazioni di queste componenti del Tabernacolo, si nota che la parola צלע (tzelà) non significa propriamente “lato”, ma “metà”; per cui si ha: “Il candelabro di fronte alla tavola nella metà [צלע (tzelà)] meridionale del tabernacolo; metterai la tavola nella metà [צלע (tzelà)] di settentrione”.

Rivediamo i passi sostituendo alla traduzione “lato” la parola “metà”: “Due anelli sulle metà [צַלְעֹו (tzalòt); plurale di צלע (tzelà)] la prima e due anelli sulle metà [צַלְעֹו (tzalòt); plurale di צלע (tzelà)] la seconda” (Es 25:12); questa è una traduzione letterale; vi si parla dei quattro anelli da collocare ai quattro piedi dell’arca; la traduzione rispetta il plurale del testo biblico, che traducendo con “lato” scompare. “Farai venti assi per la seconda metà [צלע (tzelà)] del tabernacolo, dal lato nord” (Es 26:20); qui non c’è incongruenza nella traduzione: “dal lato nord” rimane come “lato”. “Il candelabro di fronte alla tavola nella metà [צלע (tzelà)] meridionale del tabernacolo; metterai la tavola nella metà [צלע (tzelà)] settentrionale”; qui si tratta del locale chiamato Santo: non si tratta di “lato” nord e sud, ma di “metà meridionale” e di “metà settentrionale”.

In 1Re 6:15 si legge: “Ne rivestì le pareti interne di tavole di cedro . . . e coprì il pavimento della casa con tavole di cipresso”. Qui la parola “tavole”, scelta dal traduttore, è nel testo ebraico צַלְעֹו (tzalòt), che come abbiamo visto è il plurale di צלע (tzelà). Il Dizionario di ebraico e aramaico (Società biblica britannica e forestiera) annota circa questo passo: “Senso inc.[erto]” (pag. 353); il che significa che “tavole” è traduzione non sicura. Ora, se applichiamo il senso di “metà” alla parola צלע (tzelà) – proprio come fatto sinora -, si comprende come le pareti e il pavimento del Tempio fossero ricoperte da tronchi di cedri e cipressi tagliati a metà.

Appurato che צלע (tzelà) significa “metà”, occorre rileggere Gn 2:21,22 così: “Dio il Signore fece cadere un profondo sonno sull’uomo, che si addormentò; prese metà di lui, e richiuse la carne al posto d’essa. Dio il Signore, con la metà che aveva tolta all’uomo, formò una donna e la condusse all’uomo”. Va da sé che il racconto non va letto letteralmente. Dio aveva creato l’uomo “dalla polvere della terra” (Gn 2:7) e non aveva bisogno di effettuare un’improbabile operazione chirurgica per creare la donna. Addentrarsi in questa ipotesi porta solo ad assurdità, come quella di dover spiegare che ne sarebbe stato della metà dell’essere umano rimasto (come, del resto, doversi domandare come mai ci sarebbe stato un essere umano mutilato di una costola).

Il racconto della creazione della donna contiene invece un grande insegnamento. Creando la donna, Dio non la fece separata e distinta dall’uomo formandola dalla polvere della terra, come aveva fatto con Adamo. Dicendo che la fece prendendo la metà (צלע, tzelà) di Adamo, s’intende insegnare che la donna era davvero “come una che gli sta di fronte” (כְּנֶגְדֹּו, kenegdò – Gn 2:18) ed era, nel contempo, ‘ossa delle sue ossa e carne della sua carne’ (Gn 2:23). Non era sottomessa al maschio; essendo della stessa natura, ne era “metà”.

Ancora oggi si usa parlare della propria moglie come della propria metà. Ciò è conforme non solo al secondo racconto della creazione che abbiamo appena esaminato, ma è conforme anche al primo racconto della creazione: “Dio creò l’uomo [= l’essere umano] a s
ua immagine; lo creò a immagine di Dio; li creò maschio e femmina”. – Gn 1:27.


http://www.biblistica.it/wordpress/?page_id=3556
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1745
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Giovanni64 » 02/05/2016, 15:56

Anche ad uno "scrittore" di alcune decine di secoli fa un uomo e una donna dovevano apparire come "fatti della stessa pasta". E' ed era una cosa talmente evidente...Tuttavia a me pare di vedere chiaramente che, anche a dispetto di questa evidenza, l'uomo assegnava a se stesso un posto di preminenza. Voler vedere quindi il termine "metà" nel senso attualmente usato in relazione alla donna mi sembra una anacronistica forzatura.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2875
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Panacca » 02/05/2016, 19:02

Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1380
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

perchè adamo disse : questa volta ...........

Messaggiodi francus » 02/05/2016, 20:08

francus ha scritto:Argomento molto interessante,e che ognuno di noi si fa un idea diversa e questo è anche giusto,ognuno è libero di credere a quello che vuole.
Io solamente mi/vi porgo un domanda,e cioè : Se Adamo è stato creato dal fango o polvere,perchè Eva non è stata creata allo stesso modo? Ma forse prima di Eva è stata creata un altra "Eva" diversa e che Adamo non gradiva ? Infatti Adamo stesso disse :"Questa volta essa
è carne dalla mia carne
e osso dalle mie ossa.
La si chiamerà donna
perché dall'uomo è stata tolta".


questa frase fa riflettere,perchè disse : "questa volta " essa è carne ......... ecc ecc . Fa capire che prima cè stata un altra ? :boh:
francus
Nuovo Utente
 
Messaggi: 108
Iscritto il: 12/04/2016, 12:26

Messaggiodi Giovanni64 » 03/05/2016, 5:45

Panacca ha scritto:https://www.youtube.com/watch?v=bitADOXzGwY

Quanto sostiene Danilo Valla

In Biglino mi pare di cogliere una qualche vena autoironica, più o meno intenzionale. Questo Valla, invece, mette in scena un biglinismo più convinto e più truce.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2875
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi renato-c » 03/05/2016, 7:46

Buon Giorno
Le metafore religiose ,hanno lo scopo di spiegare realtà spirituali ,aspetti morali ecc...che l'occhio umano non può vedere .Chi ha visto mai l'amore,la fede ,la giustizia ,Dio,angeli ecc... I simboli e le parabole o metafore aiutano a farsi un concetto di queste astrazioni e spiegano il significato e il loro funzionamento.
Il matrimonio ...cos'è il matrimonio ? a cosa serve ? ,scopo?,ecc.... qui narra che all'uomo Dio da una compagna ,matrimonio ... moltiplicatevi ,riempite la terra ecc....
Il matrimonio è composto di due elementi Adamo ed Eva ,due metà che devono diventare una cosa sola ,ma si stà parlando di spirito,cooperazione,amore,fedeltà ,ecc..che ci deve essere in un matrimonio affinchè i due siano una cosa sola .La metafora non riguarda dna o creazione della donna ,ma riguarda come deve essere considerata la compagna dell'uomo e il compagno della donna e l'uomo e la donna si devono amare come se fossero la stessa persona devono comporre una unità .Poi se andate a cercare costole,dna ecc.... nel senso letterale ...fate voi ..
La costola ... la costola si trova vicino al cuore fa parte della cassa toracica .. simbolo anche questo che l'uomo deve amare la donna come se stesso come la sua stessa carne. La prima creazione narrata in Genesi capitolo uno ,narra la creazione dell'uomo e della donna assieme stesso istante Genesi 1:27 .
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1334
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi Romagnolo » 03/05/2016, 12:20

francus ha scritto:
francus ha scritto:Argomento molto interessante,e che ognuno di noi si fa un idea diversa e questo è anche giusto,ognuno è libero di credere a quello che vuole.
Io solamente mi/vi porgo un domanda,e cioè : Se Adamo è stato creato dal fango o polvere,perchè Eva non è stata creata allo stesso modo? Ma forse prima di Eva è stata creata un altra "Eva" diversa e che Adamo non gradiva ? Infatti Adamo stesso disse :"Questa volta essa
è carne dalla mia carne
e osso dalle mie ossa.
La si chiamerà donna
perché dall'uomo è stata tolta".


questa frase fa riflettere,perchè disse : "questa volta " essa è carne ......... ecc ecc . Fa capire che prima cè stata un altra ? :boh:

La frase andrebbe letta nel suo contesto caro Francus, tutto inizia che dio si accorge che l'uomo è solo e ciò non è bene per cui avrebbe creato qualcosa per il suo complemento e come prosegue il racconto?
Dio creava "dal suolo" ogni sorta di animale e di uccelli e li mandava all'uomo...ma tra di essi non vi era alcun complemento adatto a lui; per cui Dio stavolta invece di partire dal "suolo" fa addormentare Adamo e da un qualcosa tratto da lui crea la Donna.
Come Adamo al risveglio abbia riconosciuto l'origine di Eva....pardon della Donna perchè Eva lo diventerà dopo il peccato originale, lo scrittore non lo dice però fatto stà che vedendola ne riconosce l'origine differente dagli altri animali per cui esclama quelle parole.
Per la cronaca la mitologia ebraica insegnava che Adamo avesse avuto prima di Eva un'altra moglie, non di natura umana chiamata Lillit, siccome non le aggradava durante gli accoppiamenti di stare sempre e solo sotto, si ribellò al marito divenendo così un Demone.
Dio fece quindi ad Adamo una moglie più...sottomessa...traendola da lui stesso.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4793
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi francus » 03/05/2016, 12:30

Romagnolo ha scritto:
francus ha scritto:
francus ha scritto:Argomento molto interessante,e che ognuno di noi si fa un idea diversa e questo è anche giusto,ognuno è libero di credere a quello che vuole.
Io solamente mi/vi porgo un domanda,e cioè : Se Adamo è stato creato dal fango o polvere,perchè Eva non è stata creata allo stesso modo? Ma forse prima di Eva è stata creata un altra "Eva" diversa e che Adamo non gradiva ? Infatti Adamo stesso disse :"Questa volta essa
è carne dalla mia carne
e osso dalle mie ossa.
La si chiamerà donna
perché dall'uomo è stata tolta".


questa frase fa riflettere,perchè disse : "questa volta " essa è carne ......... ecc ecc . Fa capire che prima cè stata un altra ? :boh:

La frase andrebbe letta nel suo contesto caro Francus, tutto inizia che dio si accorge che l'uomo è solo e ciò non è bene per cui avrebbe creato qualcosa per il suo complemento e come prosegue il racconto?
Dio creava "dal suolo" ogni sorta di animale e di uccelli e li mandava all'uomo...ma tra di essi non vi era alcun complemento adatto a lui; per cui Dio stavolta invece di partire dal "suolo" fa addormentare Adamo e da un qualcosa tratto da lui crea la Donna.
Come Adamo al risveglio abbia riconosciuto l'origine di Eva....pardon della Donna perchè Eva lo diventerà dopo il peccato originale, lo scrittore non lo dice però fatto stà che vedendola ne riconosce l'origine differente dagli altri animali per cui esclama quelle parole.
Per la cronaca la mitologia ebraica insegnava che Adamo avesse avuto prima di Eva un'altra moglie, non di natura umana chiamata Lillit, siccome non le aggradava durante gli accoppiamenti di stare sempre e solo sotto, si ribellò al marito divenendo così un Demone.
Dio fece quindi ad Adamo una moglie più...sottomessa...traendola da lui stesso.


Ti ringrazio carissimo Romagnolo ,adesso mi è un po' più chiara la cosa ,sei stato gentilissimo :sorriso: :strettamano:
francus
Nuovo Utente
 
Messaggi: 108
Iscritto il: 12/04/2016, 12:26

Messaggiodi Romagnolo » 03/05/2016, 23:08

Di nulla, è stato un piacere. :strettamano:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4793
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08


Torna a La Traduzione del Nuovo Mondo, la Bibbia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici