Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

VERSETTI MODIFICATI

La Bibbia dei Testimoni di Geova è davvero una traduzione fedele ed accurata delle Sacre Scritture?

Moderatore: polymetis

VERSETTI MODIFICATI

Messaggiodi LIALA » 01/08/2017, 13:34

mi linkate la pagina dei versetti modificati della TNM ? :grazie:
Mi presento

Immagine

Inverno. Come un seme il mio animo ha bisogno del lavoro nascosto di questa stagione. Giuseppe Ungaretti
***
Avatar utente
LIALA
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3981
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Hai il ditino fasciato ? Clicca sull'indice e poi "cerca "l'argomento in alto a destra.

Messaggiodi Ray » 01/08/2017, 15:26

Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10591
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Liala..

Messaggiodi virtesto » 01/08/2017, 22:20

..oltre ai versetti che ti ha indicato Ray io ne avevo trovati tanti altri. Molti li ho pubblicati in questo Forum due o tre volte. Io non sono capace di rintracciarli, non prendo nota del topic quando sono pubblicati.

Però, però se Cogitabonda dovesse mettere gli occhi su questa discussione lei potrebbe rintracciarli, ringraziando anticipatamente.
virtesto
Utente Junior
 
Messaggi: 999
Iscritto il: 20/09/2009, 16:10

Messaggiodi gabbiano74 » 02/08/2017, 10:27

LIALA ha scritto:mi linkate la pagina dei versetti modificati della TNM ? :grazie:


Ci vorrebbe un libro per contenerli tutti :ironico:

Ciò che ti hanno linkato è abbastanza esaustivo

Saluti
gabbiano74 :ciao:
Avatar utente
gabbiano74
Nuovo Utente
 
Messaggi: 108
Iscritto il: 10/05/2017, 13:00

Messaggiodi LIALA » 02/08/2017, 13:27

Ray ha scritto:https://www.infotdgeova.it/bibbia/traduzione.php

http://www.infotdgeova.it/bibbia/studio.php

http://www.infotdgeova.it/bibbia/giovanni.php



:grazie: :inca:
Mi presento

Immagine

Inverno. Come un seme il mio animo ha bisogno del lavoro nascosto di questa stagione. Giuseppe Ungaretti
***
Avatar utente
LIALA
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3981
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Liala...

Messaggiodi virtesto » 02/08/2017, 14:02

...nessuna reazione alla mia richiesta.

Dai, facciamo un gioco, visto che è agosto ed ho tempo. Io ti dico un versetto che la TNM ha falsificato e tu mi dici cosa hanno combinato-

Matt. 13. v. 52 - ecco lì si ci sono due alterazioni. Quali sono e perchè.
virtesto
Utente Junior
 
Messaggi: 999
Iscritto il: 20/09/2009, 16:10

Messaggiodi LIALA » 03/08/2017, 14:12

virtesto ha scritto:...nessuna reazione alla mia richiesta.

Dai, facciamo un gioco, visto che è agosto ed ho tempo. Io ti dico un versetto che la TNM ha falsificato e tu mi dici cosa hanno combinato-

Matt. 13. v. 52 - ecco lì si ci sono due alterazioni. Quali sono e perchè.

http://www.lastampa.it/2017/07/29/vatic ... agina.html

non ci arrivo :boh:
Mi presento

Immagine

Inverno. Come un seme il mio animo ha bisogno del lavoro nascosto di questa stagione. Giuseppe Ungaretti
***
Avatar utente
LIALA
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3981
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Liala...

Messaggiodi virtesto » 03/08/2017, 17:50

...non hai risposto alle mie domande.

Dunque , hai visto che nel versetto che hai proposto c'è scritto "scriba" invece la TNM mette "Pubblico insegnante". Eppure in greco c'è sempre "grammateus" E, la TNM, traduce anche lei sempre o quasi sempre con "scriba"
Allora, perchè lì invece mette "Pubblico insegnante"?

Poi nel tuo versetto c'è scritto "Nel regno dei cieli" invece la TNM mette "Riguardo al Regno dei cieli" Perchè ???? Sono queste le due alterazioni, ma i motivi quali sono?
virtesto
Utente Junior
 
Messaggi: 999
Iscritto il: 20/09/2009, 16:10

Messaggiodi LIALA » 03/08/2017, 20:48

virtesto ha scritto:...non hai risposto alle mie domande.

Dunque , hai visto che nel versetto che hai proposto c'è scritto "scriba" invece la TNM mette "Pubblico insegnante". Eppure in greco c'è sempre "grammateus" E, la TNM, traduce anche lei sempre o quasi sempre con "scriba"
Allora, perchè lì invece mette "Pubblico insegnante"?

Poi nel tuo versetto c'è scritto "Nel regno dei cieli" invece la TNM mette "Riguardo al Regno dei cieli" Perchè ???? Sono queste le due alterazioni, ma i motivi quali sono?



forse per addatarlo alla dottrina wts ? :boh:
Mi presento

Immagine

Inverno. Come un seme il mio animo ha bisogno del lavoro nascosto di questa stagione. Giuseppe Ungaretti
***
Avatar utente
LIALA
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3981
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Liala....

Messaggiodi virtesto » 03/08/2017, 23:08

...nel tuo penultimo messaggio non ho notato che in fondo scrivevi: "Non ci arrivo" Così io ho continuato a fare lo stupidino. Sì, sto facendo un gioco stupido e mi scuso. Finalmente me ne sono accorto.

La spiegazione : Gesù Cristo nelle sue famose invettive odiava gli scribi assieme ai farisei . "Guai a voi scribi e farisei" disse più volte. Quindi lo scriba è un personaggio negativo. Ora in quel versetto di Matteo si parla del Regno dei cieli. Per la WTS il Regno dei cieli è il luogo dove andranno gli unti/144.000. Quindi quel regno non può essere contaminato da un personaggio negativo , ecco allora che la parola greca "grammateus" qui diventa un normale "Pubblico insegnante", che non nuoce alla reputazione del Regno dei cieli.

Poi però nel versetto originale gli scribi/Grammateus sono "nel" regno. Giammai! quindi anche qui si altera il versetto e si scrive "riguardo al regno"...la seconda alterazione. Gli scribi/pubblico insegnante possono insegnare riguardo al Regno ma da fuori, non "nel".

Ma la WTS ,data l'ignoranza dei suoi affiliati, ne combina qui un'altra. Il "Regno dei cieli" è un'espressione che usa solamente Matteo. Gli altri usano "Regno di Dio" Ma Giovanni pochissime volte;allora, com'è la storia? E' solo Matteo che parla di un posto per i 144.000?. Regno di Dio ha la stessa valenza del Regno dei cieli ma, per evitare che il TdG faccia confusione è meglio far rimarcare che nel Regno dei cieli entrano solamente gli eletti.

Io , quando facevo i queste ricerche anni fa, trovavo divertente andare ad individuare la mentalità contorta e truffaldina della WTS. Ne ho tante altre.
virtesto
Utente Junior
 
Messaggi: 999
Iscritto il: 20/09/2009, 16:10

Traduzione di Ecclesiaste 9:6

Messaggiodi siculo » 18/01/2018, 15:37

Non so se è stato già notato, ma in questo passo c'è una strumentale omissione da parte della TNM che lo rende in questo modo:
"Il loro amore, il loro odio e la loro gelosia sono ormai scomparsi. Non hanno più alcuna parte in quello che si fa sotto il sole."
La traduzione della NR è
"Il loro amore come il loro odio e la loro invidia sono da lungo tempo periti, ed essi non hanno più né avranno mai alcuna parte in tutto quello che si fa sotto il sole.

I furboni dei traduttori geovisti hanno omesso la parte grassettata per non dare l'idea che Ecclesiaste sta dicendo una cosa sbagliata rispetto soprattutto al NT.
Ho controllato dall'interlineare ebraico-inglese ed effettivamente il testo originale riporta la parte volutamente omessa dalla TNM.
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Messaggiodi Mario70 » 18/01/2018, 17:32

siculo ha scritto:Non so se è stato già notato, ma in questo passo c'è una strumentale omissione da parte della TNM che lo rende in questo modo:
"Il loro amore, il loro odio e la loro gelosia sono ormai scomparsi. Non hanno più alcuna parte in quello che si fa sotto il sole."
La traduzione della NR è
"Il loro amore come il loro odio e la loro invidia sono da lungo tempo periti, ed essi non hanno più né avranno mai alcuna parte in tutto quello che si fa sotto il sole.

I furboni dei traduttori geovisti hanno omesso la parte grassettata per non dare l'idea che Ecclesiaste sta dicendo una cosa sbagliata rispetto soprattutto al NT.
Ho controllato dall'interlineare ebraico-inglese ed effettivamente il testo originale riporta la parte volutamente omessa dalla TNM.

Bella scoperta Siculo, dimostra che l'autore non credeva nella resurrezione come è risaputo oramai da tutti gli studiosi degni di questo nome, ovviamente i tdg non possono accettare una cosa del genere e piegano il testo alle loro dottrine.
Questo il testo interlineare:

http://studybible.info/IHOT/Ecclesiastes 9:6
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5689
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi siculo » 18/01/2018, 17:57

Mario70 ha scritto:
siculo ha scritto:Non so se è stato già notato, ma in questo passo c'è una strumentale omissione da parte della TNM che lo rende in questo modo:
"Il loro amore, il loro odio e la loro gelosia sono ormai scomparsi. Non hanno più alcuna parte in quello che si fa sotto il sole."
La traduzione della NR è
"Il loro amore come il loro odio e la loro invidia sono da lungo tempo periti, ed essi non hanno più né avranno mai alcuna parte in tutto quello che si fa sotto il sole.

I furboni dei traduttori geovisti hanno omesso la parte grassettata per non dare l'idea che Ecclesiaste sta dicendo una cosa sbagliata rispetto soprattutto al NT.
Ho controllato dall'interlineare ebraico-inglese ed effettivamente il testo originale riporta la parte volutamente omessa dalla TNM.

Bella scoperta Siculo, dimostra che l'autore non credeva nella resurrezione come è risaputo oramai da tutti gli studiosi degni di questo nome, ovviamente i tdg non possono accettare una cosa del genere e piegano il testo alle loro dottrine.
Questo il testo interlineare:

http://studybible.info/IHOT/Ecclesiastes 9:6

Grazie per aver postato interlineare, così tutti possono verificare che i traduttori della TNM hanno volutamente omesso "forever".
Ma non poteva che essere così, la Scrittura per i TdG nn può dire una cosa inesatta. Se poi consideri che Ecclesiaste è il monumento che attesta come i morti non sono consci di nulla, capisci che ammettere un errore, potrebbe compromettere anche la credibilità del famoso versetto 5 del capitolo 9 :ironico:
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Messaggiodi Vera Icona » 18/01/2018, 21:19

siculo ha scritto:
Mario70 ha scritto:
siculo ha scritto:Non so se è stato già notato, ma in questo passo c'è una strumentale omissione da parte della TNM che lo rende in questo modo:
"Il loro amore, il loro odio e la loro gelosia sono ormai scomparsi. Non hanno più alcuna parte in quello che si fa sotto il sole."
La traduzione della NR è
"Il loro amore come il loro odio e la loro invidia sono da lungo tempo periti, ed essi non hanno più né avranno mai alcuna parte in tutto quello che si fa sotto il sole.

I furboni dei traduttori geovisti hanno omesso la parte grassettata per non dare l'idea che Ecclesiaste sta dicendo una cosa sbagliata rispetto soprattutto al NT.
Ho controllato dall'interlineare ebraico-inglese ed effettivamente il testo originale riporta la parte volutamente omessa dalla TNM.

Bella scoperta Siculo, dimostra che l'autore non credeva nella resurrezione come è risaputo oramai da tutti gli studiosi degni di questo nome, ovviamente i tdg non possono accettare una cosa del genere e piegano il testo alle loro dottrine.
Questo il testo interlineare:

http://studybible.info/IHOT/Ecclesiastes 9:6

Grazie per aver postato interlineare, così tutti possono verificare che i traduttori della TNM hanno volutamente omesso "forever".
Ma non poteva che essere così, la Scrittura per i TdG nn può dire una cosa inesatta. Se poi consideri che Ecclesiaste è il monumento che attesta come i morti non sono consci di nulla, capisci che ammettere un errore, potrebbe compromettere anche la credibilità del famoso versetto 5 del capitolo 9 :ironico:



A dire il vero anche la CEI rende il versetto in modo simile

Il loro amore, il loro odio e la loro invidia, tutto è ormai finito, non avranno più alcuna parte in tutto ciò che accade sotto il sole.

Ma alla CEI può fregar de meno, così non è per i tdg per i suddetti motivi. :test:
Avatar utente
Vera Icona
Nuovo Utente
 
Messaggi: 367
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi polymetis » 20/01/2018, 21:25

A dire il vero anche la CEI rende il versetto in modo simile

Il loro amore, il loro odio e la loro invidia, tutto è ormai finito, non avranno più alcuna parte in tutto ciò che accade sotto il sole.


Scusa Vera, non ho capito. Perché pensi che la CEI traduca in maniera simile alla TNM?
Io leggendo il versetto come tradotto dalla CEI capisco che non resusciteranno mai. Infatti il verbo "avranno" è al futuro. Se scrivo in italiano "sono morti, e non vedranno più la luce" la frase è del tutto identica a "sono morti, e non vedranno mai più la luce". In ambo i casi vuol dire che non c'è un futuro dove vedranno il sole. Mi sembra che non ci sia bisogno di mettere quel "mai" per far passare l'idea, direi che il "più" combinato al futuro del verbo è del tutto sufficiente per rendere ʽohlam. Se dico, in una frase assoluta e senza specificazioni "non vedrò più mia madre" ciò equivale a dire che non la rivedrò mai più.
Non entro nel merito di quale sia la traduzione corretta dall'ebraico, perché l'ho studiato solo un anno all'università e ho dimenticato molto, ma il versetto CEI e quello della nuova TNM a me sembrano dire cose del tutto diverse. La TNM parla solo del presente e del passato "Non hanno più alcuna parte", mentre la CEI fa un'affermazione sul futuro: "non avranno più alcuna parte".
Il versetto mi pare avere una simmetria perfetta: non hanno parte adesso a ciò che avviene sotto il sole, e neppure l'avranno in futuro. Non so perché tu legga nelle due traduzioni il medesimo concetto. Nella CEI vedo un'affermazione sul futuro, nella nuova TNM solo un'affermazione sul presente e il passato, senza alcun'affermazione sull'avvenire. Se avessero tradotto "non hanno più per l'eternità parte di in tutto ciò che accade sotto il sole" allora, nonostante il verbo al tempo presente, la frase avrebbe parlato anche del futuro. Ma se la traduci " Non hanno più alcuna parte in quello che si fa sotto il sole", e basta, allora la frase non dice più alcunché sul futuro. "Non ho più soldi" vuol solo dire che non hai soldi adesso, ma se dici "non avrò più soldi" stai dicendo che non ne avrai.
Badate che non sto discutendo se il futuro di cui parla il versetto sia eterno, o solo un futuro indefinito, sto dicendo che leggendo la nuova TNM io non vedo alcun riferimento ad un discorso sul futuro (qualche che sia la sua lunghezza), come invece fa trasparire la CEI, rendendo col tempo futuro italiano combinato al "più". Per dirla altrimenti non credo che il problema sia neppure se ʽohlam indichi un futuro eterno o un futuro lungo in maniera indeterminata, io nella nuova TNM non leggo un riferimento a nessuno dei due tipi di futuro, perché la loro traduzione non parla del futuro ma solo del presente.
"Non ho soldi" vuol solo dire che non hai soldi adesso, non vuol dire né "non avrò soldi in eterno" e neppure "non avrò soldi per un tempo indefinito", non c'è nessun futuro, né lungo, né breve, né eterno. Se le altre Bibbie rendono ʽohlam mettendo il verbo al futuro seguito da "più" (non avranno più), oppure mettendo il verbo al presente ma seguito da un "più per sempre" (non hanno più per sempre), non riesco invece a vedere invece dove la nuova TNM renderebbe ʽohlam, visto che, quale che sia il senso da dargli, ossia un futuro eterno oppure lunghissimo, dalla nuova TNM che utilizza il tempo verbale presente non traspare nessuno di questi due significati, nessun futuro di sorta (Non hanno più alcuna parte). Le due versioni cara Vera sono dunque diverse.

Ad maiora
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4321
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi polymetis » 21/01/2018, 9:14

siculo ha scritto:Non so se è stato già notato, ma in questo passo c'è una strumentale omissione da parte della TNM che lo rende in questo modo:
"Il loro amore, il loro odio e la loro gelosia sono ormai scomparsi. Non hanno più alcuna parte in quello che si fa sotto il sole."
La traduzione della NR è
"Il loro amore come il loro odio e la loro invidia sono da lungo tempo periti, ed essi non hanno più né avranno mai alcuna parte in tutto quello che si fa sotto il sole.

I furboni dei traduttori geovisti hanno omesso la parte grassettata per non dare l'idea che Ecclesiaste sta dicendo una cosa sbagliata rispetto soprattutto al NT.
Ho controllato dall'interlineare ebraico-inglese ed effettivamente il testo originale riporta la parte volutamente omessa dalla TNM.


Pur capendo la tua volontà di smascherare i TdG, non mi pare il caso di discutere su una lingua basandosi su interlineari. Questo è appunto quello che fanno i TdG, e mi hanno sempre fatto abbastanza pena. Il sistema verbale dell'ebraico e i loro avverbi non hanno un'esatta corrispondenza coi nostri, e questo vale sopratutto per l'ebraico biblico.
A Venezia il corso di ebraico biblico tenuto da Capelli è sempre abbinato al lettorato di ebraico moderno tenuto dalla nostra lettrice israeliana, la prof. Baran. Ebbene, il tempo verbale che il prof. Capelli chiamava "imperfetto" la prof. Baran lo chiamava futuro, questo perché il sistema verbale dell'ebraico moderno è slittato fino a perdere molto del suo antico valore aspettuale. Può sembrare strano, a noi che ragioniamo in termini di passato, presente, e futuro, ma alcune lingue, come l'ebraico biblico, non erano interessate a capire quando si svolgesse un'azione, ma piuttosto la sua durata, se fosse compiuta o meno, ecc. Un'azione, indipendentemente da quando venga svolta, può essere perfettiva (già compiuta), puntuale (aoristo come l'aoristo greco), imperfettiva, progressiva, abituale, o altro ancora.
L'imperfetto dell'ebraico biblico indica un'azione non ancora compiuta, e dunque non corrisponde né al nostro presente né al nostro futuro. Non credo sia possibile tradurre questo versetto in maniera soddisfacente coi verbi italiani.

Ad maiora
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4321
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi Vera Icona » 21/01/2018, 15:38

Badate che non sto discutendo se il futuro di cui parla il versetto sia eterno, o solo un futuro indefinito, sto dicendo che leggendo la nuova TNM io non vedo alcun riferimento ad un discorso sul futuro (qualche che sia la sua lunghezza), come invece fa trasparire la CEI, rendendo col tempo futuro italiano combinato al "più"


Intendevo proprio questo come similtudine, la CEI esprimendosi in questo modo lascia lo spiraglio di un tempo futuro indefinito anziché escluderlo completamente con un mai piu'.

Mentre la TNM con il verbo al presente del futuro non parla proprio , ma parlando di morti potrebbe anche esprimere uno stato perenne.
Perché se io dico i miei bisnonni morti non sono piu sposati chiunque capisce che la morte i legami matrimoniali sono sciolti ora eppure domani, non c' è bisogno di dire i.miei bisnonni morti non sono piu' sposati. Spero di aver reso l' idea.
Avatar utente
Vera Icona
Nuovo Utente
 
Messaggi: 367
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vera Icona » ieri, 10:44

Vera Icona ha scritto:
Badate che non sto discutendo se il futuro di cui parla il versetto sia eterno, o solo un futuro indefinito, sto dicendo che leggendo la nuova TNM io non vedo alcun riferimento ad un discorso sul futuro (qualche che sia la sua lunghezza), come invece fa trasparire la CEI, rendendo col tempo futuro italiano combinato al "più"


Intendevo proprio questo come similtudine, la CEI esprimendosi in questo modo lascia lo spiraglio di un tempo futuro indefinito anziché escluderlo completamente con un mai piu'.

Mentre la TNM con il verbo al presente del futuro non parla proprio , ma parlando di morti potrebbe anche esprimere uno stato perenne.
Perché se io dico i miei bisnonni morti non sono piu sposati chiunque capisce che la morte i legami matrimoniali sono sciolti ora eppure domani, non c' è bisogno di dire i.miei bisnonni morti non sono piu' sposati. Spero di aver reso l' idea.







Scusate, volevo scrivere non saranno più sposati oppure non si sposeranno più.
Avatar utente
Vera Icona
Nuovo Utente
 
Messaggi: 367
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29


Torna a La Traduzione del Nuovo Mondo, la Bibbia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici