Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

I TRADUTTORI DELLA BIBBIA WATCH TOWER

La Bibbia dei Testimoni di Geova è davvero una traduzione fedele ed accurata delle Sacre Scritture?

Moderatore: polymetis

I TRADUTTORI DELLA BIBBIA WATCH TOWER

Messaggiodi ilnonnosa » 09/12/2010, 21:25

SAPEVATE CHE I TRADUTTORI DELLA BIBBIA DELLA SOCIETA’ TORRE DI GUARDIA
NON SONO NEMMENO TENUTI A CONOSCERE IL GRECO E L’EBRAICO?


BRANCH ORGANIZATION - Riveduto: Febbraio 2003, Capitolo 25 p. 3 N° 46

46. Traduzione della Bibbia – Quando ci sono traduttori sufficienti e non vi è la prospettiva di una adeguata diffusione completa della Bibbia, una richiesta può essere presentata al Comitato della Scrittura per iniziare un lavoro sulla Traduzione del Nuovo Mondo. Una normale edizione delle Scritture Greche Cristiane, senza riferimenti marginali sarà pubblicata per prima. Ai traduttori della Bibbia non è necessario che conoscano l’ebraico o il greco. Non devono necessariamente essere traduttori con la massima esperienza, ma dovrebbero essere buoni traduttori, fedeli e disposti a seguire le indicazioni molto da vicino. Possono essere utilizzati fratelli e sorelle.
Ciao. Ilnonnosa
Presentazione

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)
Avatar utente
ilnonnosa
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1066
Iscritto il: 26/08/2009, 12:03

che vergogna

Messaggiodi deep-blue-sea » 09/12/2010, 21:42

insomma 'nà cosa arrangiata...robba do paese nostro.... :risata:

P.S. Ma dove li peschi sti documenti??? :ok: :felice:
Presentazione
"Il vero dialogo consiste nell'accettare l'idea che l'altro sia portatore di una verità che mi manca..."
Mgr Claverie
it's better to have questions you cannot answer than it is to have answers you cannot question.
Meglio avere domande alle quali non puoi rispondere, che avere risposte che non puoi mettere in questione
Avatar utente
deep-blue-sea
Utente Master
 
Messaggi: 3353
Iscritto il: 16/07/2009, 17:38

Messaggiodi lovelove84 » 09/12/2010, 22:29

com'era... com'era l ultima volta che scrissero sulla conoscenza del greco, ah si tdg 1/11/09 pag 20

È necessario imparare l’ebraico e il greco?
LA BIBBIA fu scritta in gran parte in due lingue soltanto, l’ebraico e il greco. Gli scrittori che usarono queste lingue erano guidati dallo spirito santo di Dio. (2 Samuele 23:2) Pertanto del messaggio che misero per iscritto si può dire che è ‘ispirato da Dio’. — 2 Timoteo 3:16, 17.
Comunque la maggioranza di quelli che oggi leggono la Bibbia non conoscono né l’ebraico né il greco. Quindi devono servirsi di una traduzione biblica nella loro lingua. Probabilmente questo vale anche per voi. Dato che queste traduzioni non pretendono di essere ispirate, forse vi siete chiesti: ‘Posso capire pienamente il messaggio biblico usando una traduzione o dovrei mettermi a studiare l’ebraico e il greco?’
Fattori da considerare
Prima di rispondere a questa domanda bisogna considerare alcuni fattori. Per cominciare, anche se uno conosce l’ebraico e il greco antichi non significa che riuscirà miracolosamente a comprendere il messaggio biblico. Parlando agli ebrei del suo tempo Gesù disse: “Voi scrutate le Scritture, perché pensate di avere per mezzo d’esse vita eterna; e queste sono quelle che rendono testimonianza di me. Eppure non volete venire a me per avere la vita”. (Giovanni 5:39, 40) Qual era il loro problema? Non capivano bene l’ebraico? No, lo conoscevano bene. Gesù però aggiunse: “So bene che non avete in voi l’amore di Dio”. — Giovanni 5:42.
Similmente l’apostolo Paolo disse ai cristiani di lingua greca dell’antica città di Corinto: “I giudei chiedono segni e i greci cercano sapienza; però noi predichiamo Cristo al palo, per i giudei causa d’inciampo ma per le nazioni stoltezza”. (1 Corinti 1:22, 23) Chiaramente, perciò, il semplice fatto di parlare ebraico o greco non significava automaticamente accettare il messaggio della Parola di Dio.
Un secondo fattore da considerare è che, per quanto molti oggi parlino ebraico o greco, queste lingue sono cambiate molto da quando fu scritta la Bibbia. Oggi quasi tutti quelli che parlano greco trovano difficile comprendere correttamente il greco usato nella Bibbia. Questo perché sono state aggiunte nuove parole che hanno sostituito termini antiquati, e molte parole hanno assunto un significato diverso. Per esempio, il termine reso “bello” in Atti 7:20 e in Ebrei 11:23 significa “spiritoso” in greco moderno. Ciò non bastasse, anche la grammatica e la sintassi sono cambiate notevolmente.
Anche se imparaste l’ebraico moderno o il greco moderno, non è detto che la vostra comprensione della Bibbia nelle lingue originali sarebbe più accurata. Dovreste comunque consultare dizionari e grammatiche per sapere come venivano usate queste lingue al tempo in cui furono messi per iscritto i libri della Bibbia.
Il terzo fattore è questo: apprendere una lingua può essere veramente difficile. Certo imparare qualche frase in un’altra lingua forse non è così complicato, ma per cogliere ogni sfumatura della lingua possono volerci anni e anni di assidui sforzi. Nel frattempo una conoscenza limitata può fare più male che bene.


da quello che si capisce neanche impararlo per essere buoni traduttori, si ha le vere capacità di capire al 100%...
SI DEVE INSEGNARE A PENSARE, E NO A COSA PENSARE..
Margaret Mead


Lovelove84
Avatar utente
lovelove84
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1660
Iscritto il: 27/07/2009, 14:18

Messaggiodi polymetis » 09/12/2010, 22:54

Questi commenti dementi mostrano la totale assenza di mentalità antichistica di chi sta ai vertici dell'organizzazione religiosa, e mostrano anche perché i traduttori della stessa TNM italiana, checché ne dicano i tdG attuali, non conoscevano le lingue antiche. Evidentemente allora come oggi i vertici dell'organizzazione, che non hanno mai tradotto un brano di greco o latino in vita loro, non hanno idea di quale scempio sia fare la traduzione di una traduzione. Ma in fondo, quello che conta, agli occhi di Brroklyn, non è la fedeltà alla parola di Dio bensì che la nuova traduzione sia fedele al testo inglese della NWT nei punti cardine della teologia dei TdG, cioè quelli in cui le loro Bibbie sono addomesticate.
I tdG mostrano con queste pubblicazioni di essere indietro di secoli, si comportano come quei cattolici del passato che volevano solo tradurre dalla Vulgata di Girolamo la cui ortodossia era sicura. Che mentalità oscena era quella, e che oscenità che nel 2003 qualcuno possa ancora scrivere cose simili...
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4612
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi polymetis » 09/12/2010, 22:58

ilnonnosa ha scritto:SAPEVATE CHE I TRADUTTORI DELLA BIBBIA DELLA SOCIETA’ TORRE DI GUARDIA
NON SONO NEMMENO TENUTI A CONOSCERE IL GRECO E L’EBRAICO?


BRANCH ORGANIZATION - Riveduto: Febbraio 2003, Capitolo 25 p. 3 N° 46

46. Traduzione della Bibbia – Quando ci sono traduttori sufficienti e non vi è la prospettiva di una adeguata diffusione completa della Bibbia, una richiesta può essere presentata al Comitato della Scrittura per iniziare un lavoro sulla Traduzione del Nuovo Mondo. Una normale edizione delle Scritture Greche Cristiane, senza riferimenti marginali sarà pubblicata per prima. Ai traduttori della Bibbia non è necessario che conoscano l’ebraico o il greco. Non devono necessariamente essere traduttori con la massima esperienza, ma dovrebbero essere buoni traduttori, fedeli e disposti a seguire le indicazioni molto da vicino. Possono essere utilizzati fratelli e sorelle.
Ciao. Ilnonnosa



Dimenticavo. Teodoro sta curando una nuova edizione del suo libro sulla TNM. Qualcuno gli segnali questa perla.
Potresti postare la scansione della pagina col contesto?
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4612
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi Viandante » 10/12/2010, 6:59

ilnonnosa ha scritto:SAPEVATE CHE I TRADUTTORI DELLA BIBBIA DELLA SOCIETA’ TORRE DI GUARDIA
NON SONO NEMMENO TENUTI A CONOSCERE IL GRECO E L’EBRAICO?


BRANCH ORGANIZATION - Riveduto: Febbraio 2003, Capitolo 25 p. 3 N° 46



No! Questa pillola di saggezza mi mancava. Ma come si può dico io!!!!!??????

Tutta la mia inattività in questo credo è nata proprio da qui!
Saluti
Viandante



"L'unica rivoluzione possibile è quella interiore..."
Viandante
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1030
Iscritto il: 23/09/2009, 18:40

Messaggiodi nelly24 » 10/12/2010, 8:47

Prima della commemorazione ho ricevuto la visita di 2 anziani. Parlando ho accennato al fatto che i traduttori della TNM non avevano studiato l´ebraico e cosí la TNM é stata criticata perché non fedela all´originale. La risposta:" Tranquilla! L´organizzazione ha avuto il permesso di tradurre la Bibbia!" Ma dico io....permesso concesso da chi? :conf: Con loro non si puó ne parlare ne tanto meno discutere. In quell´occasione sono rimasta a bocca aperta.
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4587
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Messaggiodi Una Simpatizzante » 10/12/2010, 9:12

Non titolano il sacro libro BIBBIA come tutte le religioni cristiane ma

TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO

come mai?

é semplicemente qualcosa che ci assomiglia come il brodo di dado al brodo di carne. Il dado è un surrogato!
Solo gli intenditori conoscono il gusto autentico !!!
Un uccellino sogna di volare. Sbatte le ali, ma ha paura di sollevarsi in aria. Un giorno, un uccello gli chiede: "perché non provi? Hai le ali per farlo!" Questi risponde: "ho le ali, è vero, ma ho anche molta paura." "Avere gli strumenti giusti per realizzare un sogno alla nostra portata non basta se non si ha anche il coraggio di realizzarlo."
Avatar utente
Una Simpatizzante
Utente Senior
 
Messaggi: 669
Iscritto il: 19/09/2009, 11:03

Messaggiodi Blauauge1 » 10/12/2010, 10:28

Una Simpatizzante ha scritto:Non titolano il sacro libro BIBBIA come tutte le religioni cristiane ma

TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO

come mai?



Interessante la tua riflessione, perchè me ne hanno fatta una simile alcuni anni fa mentre ero in servizio e non sono più riuscito a dimenticarla.
Una persona mi chiese perchè sulla Traduzione geovista non era riportata il titolo : "bibbia" ?
non seppi rispondere ........da bravo geovista convinto quale ero : deviai l' argomento , ma la persona m' incalzò e mi disse - rispondendo lui stesso alla domanda- che non era riportato il titolo "Bibbia", perchè una sentenza di non so quale tribunale aveva negato l' uso della parola : "bibbia"perchè la traduzione era risultata manipolata .
E' chiaro che nonho creduto a quella persona e tutt' ora non mi risulta una cosa del genere : però sarebbe interessante scoprire se veramente c'è stata una sentenza di qualche giudice .

Ciao Blau
Blauauge1
 

Messaggiodi nelly24 » 10/12/2010, 10:37

Blauauge1 ha scritto:E' chiaro che nonho creduto a quella persona e tutt' ora non mi risulta una cosa del genere : però sarebbe interessante scoprire se veramente c'è stata una sentenza di qualche giudice .

Ciao Blau

Se c´é stata, il nostro "topo di biblioteca" la troverá! :saggio:
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4587
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 10/12/2010, 10:52

nelly24 ha scritto:
Blauauge1 ha scritto:E' chiaro che nonho creduto a quella persona e tutt' ora non mi risulta una cosa del genere : però sarebbe interessante scoprire se veramente c'è stata una sentenza di qualche giudice .

Ciao Blau

Se c´é stata, il nostro "topo di biblioteca" la troverá! :saggio:

Eh, anche ammesso, ma non credo vi sia mai stata, una sentenza in merito, pensi forse che verrebbe pubblicata?
Probabilmente, ma qui è una mia personalissima ipotesi, la TNM si chiama così per fare un'ennesima distinzione con le altre chiese.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi ilnonnosa » 10/12/2010, 12:23

nelly24 ha scritto:
Blauauge1 ha scritto:E' chiaro che nonho creduto a quella persona e tutt' ora non mi risulta una cosa del genere : però sarebbe interessante scoprire se veramente c'è stata una sentenza di qualche giudice .

Ciao Blau

Se c´é stata, il nostro "topo di biblioteca" la troverá! :saggio:


Non mi risulta che ci sia stata una sentenza di un tribunale.
Il titolo, secondo l’ex testimone di Geova J. W. Schnell poneva l’accento su “Nuovo Mondo” perché si intendeva di usarla anche dopo, in quel “Nuovo Mondo” che ritenevano stavano preparando.
Comunque per i tdG, anche se manca la parola Bibbia sono sempre ‘Sacre Scritture’. Infatti si chiama: “Traduzione del Nuovo Mondo delle SACRE SCRITTURE”. Prima non erano neanche “SACRE”. Infatti, nella edizione italiana del 1963, non è presente sia la parola “Bibbia” che la parola “SACRE” ma si chiama semplicemente: “Traduzione del Nuovo Mondo delle Scritture Greche Cristiane”.

Ciao. Ilnonnosa
Presentazione

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)
Avatar utente
ilnonnosa
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1066
Iscritto il: 26/08/2009, 12:03

Messaggiodi abuonconsiglio » 10/12/2010, 19:40

Accontentiamo il buon Polymetis.
Allegati
branch.JPG
branch
branch.JPG (94.32 KiB) Osservato 3144 volte
Avatar utente
abuonconsiglio
Utente Senior
 
Messaggi: 572
Iscritto il: 24/11/2009, 9:17

Messaggiodi polymetis » 10/12/2010, 20:54

Ho scritto a Teodoro di dare un'occhiata a questa discussione.
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4612
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi teodoro studita » 10/12/2010, 21:37

Grazie poly, sempre molto preziosi questi consigli.
_____________________________________________________________________
TEODORO STUDITA
Chi non conosce la storia non conosce nulla (R.Taft)
_____________________________________________________________________
Avatar utente
teodoro studita
Nuovo Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 28/09/2009, 7:26

Messaggiodi Trianello » 11/12/2010, 0:14

Acc... lo hanno messo pure nero su bianco. Ma questo non contraddice quanto appare scritto nell'introduzione di ogni edizione della TNM relativamente al fatto che per produrla (indipendentemente dalla lingua in cui viene pubblicata) sono sempre stati consultati anche i testi originale ebraici e greci. Se i"traduttori" non conoscono le lingue bibliche, come diavolo fanno a verificare l'accuratezza della resa in una lingua moderna del testo relativamente alla versione originale?!
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi Julian » 11/12/2010, 0:23

Trianello ha scritto:
Ma questo non contraddice quanto appare scritto nell'introduzione di ogni edizione della TNM relativamente al fatto che per produrla (indipendentemente dalla lingua in cui viene pubblicata) sono sempre stati consultati anche i testi originale ebraici e greci.


Questo non mi risulta.

Pace.
Julian
Nuovo Utente
 
Messaggi: 106
Iscritto il: 02/10/2009, 21:53

Messaggiodi Trianello » 11/12/2010, 0:27

Nelle versioni che ho io c'è scritto. E' anche vero che le versioni che ho io sono in lingue molto diffuse.
Forse in altre versioni della TNM tale dicitura non appare.
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi polymetis » 11/12/2010, 10:41

Che i TdG non fossero una cosa seria si sapeva da decenni.
Comunque, se saltano fuori queste boiate, è perché banalmente i TdG hanno al vertice della loro organizzazione della gente che non sa nulla di cosa significhi tradurre, e dunque possono scrivere queste baggianate. Immaginate quei poveri paesi del III mondo, che ovviamente non hanno a disposizione dei grecisti TdG, e che si vedranno recapitare una Bibbia tradotta dall'inglese!
Amici, rifatevi a Bibbie cattoliche e protestanti, di qualunque Paese siate, avrete infatti la certezza che il traduttore conosca la lingua antica da cui sta traducendo!
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4612
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Competenza ed umiltà

Messaggiodi domingo7 » 11/12/2010, 11:18

Il discorso sull'incompetenza dei traduttori è sicuramente interessante e valido .....
Mi pare che però il discorso andrebbe spostato sull'umiltà più che sulla competenza.....

Molti traduttori della Douay Reims non conoscevano sicuramente l'ebraico
e sul greco avevano competenze probabilmente limitate e confuse

Tradussero dalla Volgata ed ottennero una buona Bibbia
sicuramente superiore e meno corrotta
della tanto decantata King James o Authorized Version
tradotta da grecisti ed ebraisti dotti e qualificati
ma distillata da manoscritti poco affidabili e scarsamente autorevoli....
(il cosiddetto textus receptus di Erasmo da Rotterdam)

Lo stesso si potrebbe dire delle tante altre versioni dalla Vulgata

Forse solo il Martini nella sua opera monumentale
mostrò di conoscere bene sia il greco che l'ebraico
prova ne è il fatto che nelle Bibbie integrali del Martini
in fondo ad ogni libro biblico ci sono un sacco di note
che chiariscono le divergenze della Vulgata
dal testo ebraico e dal testo greco

Il problema, insomma, non sembra essere la competenza
ma la totale mancanza di umiltà e lo spirito temerario
celato, solo in parte, dall'anonimato dei traduttori ......
Presentazione

Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie [Efesini 5,3-4]
Avatar utente
domingo7
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2187
Iscritto il: 21/07/2009, 18:06
Località: Chiavari (Ge)

Messaggiodi polymetis » 11/12/2010, 11:24

Naturalmente anche conoscendo il greco si avrà una traduzione peggiore se ci si basa su un testo critico scadente, ma oggi non si hanno più di questi problemi visto che si parte tutti dal NA 27.
I TdG, com'è noto, oltre a non avere traduttori decenti, partono da un testo critico scadente, il WH, la cui fama è tramontata da un pezzo. Inutile che poi dicano che, pur partendo dal WH, hanno consultato anche il NA. E' una scusa, ed è pure un procedimento senza senso. CHe significato mai può avere partire da WH e poi mettersi a consultare il Merk o il NA quando si può partire direttamente dal NA?
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4612
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi deliverance1979 » 11/12/2010, 13:22

Bè basta leggere Crisi di coscienza di Raymond Franz dove si dice a chiare lettere che ai traduttori biblici veniva dato un dizionario di ebraico antico e greco e poi dovevano arrangiarsi da se senza nessuna preparazione......

A questo punto sarebbe stato molto più intelligente sentire dei traduttori seri delle più grandi religioni esistenti uniti anche a qualche tecnico della lingua accreditato per fare un lavoro molto più dignitoso..... :ok:

Da quello che diceva Franz che poi era anche nel gruppo degli scrittori, in sostanza i TDG addetti alla traduzione erano per cosi dire dilettanti allo sbaraglio.....o poco più..... :fronte:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6538
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi The Red Baron » 11/12/2010, 13:26

deliverance1979 ha scritto:Bè basta leggere Crisi di coscienza di Raymond Franz dove si dice a chiare lettere che ai traduttori biblici veniva dato un dizionario di ebraico antico e greco e poi dovevano arrangiarsi da se senza nessuna preparazione......

A questo punto sarebbe stato molto più intelligente sentire dei traduttori seri delle più grandi religioni esistenti uniti anche a qualche tecnico della lingua accreditato per fare un lavoro molto più dignitoso..... :ok:

Da quello che diceva Franz che poi era anche nel gruppo degli scrittori, in sostanza i TDG addetti alla traduzione erano per cosi dire dilettanti allo sbaraglio.....o poco più..... :fronte:


Ma erano guidati dallo Spirito Santo :santo:
Ci sono due tipi di sciocchi, chi non ha dubbi, chi dubita di tutto
entrambi sono dispensati dal pensare

Bella la Democrazia, così bella che ha messo a morte il Cristo e liberato Barabba!
Avatar utente
The Red Baron
Utente Senior
 
Messaggi: 734
Iscritto il: 22/09/2009, 12:37

Messaggiodi Mario70 » 11/12/2010, 13:39

polymetis ha scritto:Naturalmente anche conoscendo il greco si avrà una traduzione peggiore se ci si basa su un testo critico scadente, ma oggi non si hanno più di questi problemi visto che si parte tutti dal NA 27.
I TdG, com'è noto, oltre a non avere traduttori decenti, partono da un testo critico scadente, il WH, la cui fama è tramontata da un pezzo. Inutile che poi dicano che, pur partendo dal WH, hanno consultato anche il NA. E' una scusa, ed è pure un procedimento senza senso. CHe significato mai può avere partire da WH e poi mettersi a consultare il Merk o il NA quando si può partire direttamente dal NA?


Io sto ancora aspettando che qualche tdg mi indichi quale "testo autorevole" del nuovo testamento hanno consultato gli anonimi traduttori analfabeti della nuovo mondo, che appoggi la versione con il "mi" in Giovanni 14:14, finora non mi ha risposto nessuno! :triste:
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6072
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi The Red Baron » 11/12/2010, 13:41

Mario70 ha scritto:
polymetis ha scritto:Naturalmente anche conoscendo il greco si avrà una traduzione peggiore se ci si basa su un testo critico scadente, ma oggi non si hanno più di questi problemi visto che si parte tutti dal NA 27.
I TdG, com'è noto, oltre a non avere traduttori decenti, partono da un testo critico scadente, il WH, la cui fama è tramontata da un pezzo. Inutile che poi dicano che, pur partendo dal WH, hanno consultato anche il NA. E' una scusa, ed è pure un procedimento senza senso. CHe significato mai può avere partire da WH e poi mettersi a consultare il Merk o il NA quando si può partire direttamente dal NA?


Io sto ancora aspettando che qualche tdg mi indichi quale "testo autorevole" del nuovo testamento hanno consultato gli anonimi traduttori analfabeti della nuovo mondo, che appoggi la versione con il "mi" in Giovanni 14:14, finora non mi ha risposto nessuno! :triste:


TI ho risposto io!!!

Tutta opera dello Spirito Santo infuso sul CD :santo:
Ci sono due tipi di sciocchi, chi non ha dubbi, chi dubita di tutto
entrambi sono dispensati dal pensare

Bella la Democrazia, così bella che ha messo a morte il Cristo e liberato Barabba!
Avatar utente
The Red Baron
Utente Senior
 
Messaggi: 734
Iscritto il: 22/09/2009, 12:37

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 11/12/2010, 13:43

The Red Baron ha scritto:
deliverance1979 ha scritto:Bè basta leggere Crisi di coscienza di Raymond Franz dove si dice a chiare lettere che ai traduttori biblici veniva dato un dizionario di ebraico antico e greco e poi dovevano arrangiarsi da se senza nessuna preparazione......

A questo punto sarebbe stato molto più intelligente sentire dei traduttori seri delle più grandi religioni esistenti uniti anche a qualche tecnico della lingua accreditato per fare un lavoro molto più dignitoso..... :ok:

Da quello che diceva Franz che poi era anche nel gruppo degli scrittori, in sostanza i TDG addetti alla traduzione erano per cosi dire dilettanti allo sbaraglio.....o poco più..... :fronte:


Ma erano guidati dallo Spirito Santo :santo:

Eh, se sto povero Spirito avesse da guidare tutti gli ignoranti(nel senso d'ignorare), hai voglia, che coro d'invocazioni. :sorriso:
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi The Red Baron » 11/12/2010, 13:44

Gabriella Prosperi ha scritto:
The Red Baron ha scritto:
deliverance1979 ha scritto:Bè basta leggere Crisi di coscienza di Raymond Franz dove si dice a chiare lettere che ai traduttori biblici veniva dato un dizionario di ebraico antico e greco e poi dovevano arrangiarsi da se senza nessuna preparazione......

A questo punto sarebbe stato molto più intelligente sentire dei traduttori seri delle più grandi religioni esistenti uniti anche a qualche tecnico della lingua accreditato per fare un lavoro molto più dignitoso..... :ok:

Da quello che diceva Franz che poi era anche nel gruppo degli scrittori, in sostanza i TDG addetti alla traduzione erano per cosi dire dilettanti allo sbaraglio.....o poco più..... :fronte:


Ma erano guidati dallo Spirito Santo :santo:

Eh, se sto povero Spirito avesse da guidare tutti gli ignoranti(nel senso d'ignorare), hai voglia, che coro d'invocazioni. :sorriso:
Gabriella


Scherzi a parte, Gesù disse che la verità sarebbe stata rivelata agli ignoranti e oscurata ai Saggi!!!
Ci sono due tipi di sciocchi, chi non ha dubbi, chi dubita di tutto
entrambi sono dispensati dal pensare

Bella la Democrazia, così bella che ha messo a morte il Cristo e liberato Barabba!
Avatar utente
The Red Baron
Utente Senior
 
Messaggi: 734
Iscritto il: 22/09/2009, 12:37

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 11/12/2010, 13:47

Bhe, il senso non era proprio quello, si riferiva a coloro che non avevano la supponenza di alcuni saggi ma l'umiltà di chi sa di non sapere mai abbastanza.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Mario70 » 11/12/2010, 13:48

The Red Baron ha scritto:
Gabriella Prosperi ha scritto:
The Red Baron ha scritto:Ma erano guidati dallo Spirito Santo :santo:

Eh, se sto povero Spirito avesse da guidare tutti gli ignoranti(nel senso d'ignorare), hai voglia, che coro d'invocazioni. :sorriso:
Gabriella


Scherzi a parte, Gesù disse che la verità sarebbe stata rivelata agli ignoranti e oscurata ai Saggi!!!


A red, che palle co sta storia, mi sembra di sentire la solita campanella tdg.
Ti è stato risposto un milione di volte cosa significa questa scrittura che tu riporti, la cui vostra interpretazione è stata smentita dallo stesso Paolo il quale non era proprio ignorante dal momento che era "figlio di farisei" frequentava le scuole rabbiniche e conosceva la filosofia greca.
E basta co ste stupidaggini.
ciao
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6072
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi polymetis » 11/12/2010, 13:51

" Gesù disse che la verità sarebbe stata rivelata agli ignoranti e oscurata ai Saggi!!!"


Senza i tanto vituperati "saggi" di cui parli, che ti hanno tradotto questa e le altre affermazioni di Cristo, non sapresti neppure che Gesù disse quella frase... O forse tu puoi leggerla direttamente in greco? Non credo. Ergo la mediazione dei sapienti è necessaria, e la usi già.
I "semplici" di cui parla Gesù, a cui sarà rivelata la verità, non sono gli ignoranti, ma i semplici di cuore, i puri. E, anche questo, lo sapresti se avessi letto il NT in greco...
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4612
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Prossimo

Torna a La Traduzione del Nuovo Mondo, la Bibbia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici