Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Le cose positive dei testimoni di Geova

In questa sezione si possono segnalare gli aspetti positivi esistenti sia negli insegnamenti che nel comportamento dei TdG

Moderatore: Francesco Franco Coladarci

Messaggiodi Demolizioni Torri » 02/02/2012, 11:31

:risata: :risata:
Gabriella, mi hai preceduta!

Torry
Io ti conoscevo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti vedono Gb 42,5

Demy & Torry: chi siamo
Avatar utente
Demolizioni Torri
Utente Senior
 
Messaggi: 1591
Iscritto il: 23/02/2011, 22:09

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 02/02/2012, 11:33

Eh per le bazzecole sono imbattibile. :mrgreen:
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Lucio » 02/02/2012, 11:40

Grazie! Fortissima! :sorriso:
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi paolo76 » 02/02/2012, 12:11

Gabriella Prosperi ha scritto:



Grazie gabriella

paolo76!!
Avatar utente
paolo76
Utente Junior
 
Messaggi: 725
Iscritto il: 21/09/2009, 20:28

Messaggiodi Achille » 18/03/2012, 19:48

Ho trovato una discussione analoga a questa in un forum in lingua portoghese:

http://extestemunhasdejeova.net/forum/v ... &sk=t&sd=a

Ho tradotto con google un post:

...Se non capisci, sarò più diretto e chiaro. C'è qualcosa di buono in droghe illecite come la cocaina o crack, per una persona giovane e sana, anche se si hanno problemi? I farmaci usati in medicina hanno le sue applicazioni, e capire sono d'accordo, ma non sono disponibili a chiunque solo perché è irresponsabile applicarle a tutti indiscriminatamente. Se lo facesse, non farebbe molto bene come si capisce che è il caso dei Testimoni di Geova.
La schiavitù ha anche prodotto i fedeli nero e totalmente utile ai loro proprietari, interferito nella nostra cultura con aspetti che si ammirano oggi, ma non si può dire che era il lato buono della schiavitù.
Considerare la possibilità che qualcosa di buono che crea la sensazione di "dopo tutto, si vuole che accada di nuovo".
Dopo una malattia che causa forti dolori, ovviamente direbbe "che avrebbe usato farmaco analgesico di nuovo." Ma non dire lo stesso riguardo la cattura dei neri in Africa, solo perché posso visitare il Pelourinho di Salvador di oggi.
Dal mio punto di vista non c'è niente di buono nel sistema sperimentato da Testimoni di Geova perché l'obiettivo ultimo di tutto ciò che è deplorevole. Se potessi tornare indietro nel tempo, non ripetere la mia storia con loro. "
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13023
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

caro achille

Messaggiodi Fiore d'oriente » 18/03/2012, 21:58

io la penso come gli amici portoghesi
secondo la mia esperienza non trovo nulla di buono nella
organizzazione dei tdg, è stata un'esperienza devastante
che mi ha rovinato la vita,sarei felice di non averla fatta. :ciao:
Tieni il viso rivolto al sole e non vedrai le ombre. (Helen Keller)

Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=4451&p=58599#p58599
Avatar utente
Fiore d'oriente
Utente Junior
 
Messaggi: 936
Iscritto il: 29/08/2010, 13:38

Lo stesso per me

Messaggiodi Verdemare » 18/03/2012, 22:07

Ci stavo pensando oggi: chi me l' ha fatto fare di rovinarmi l' esistenza per cosi' tanto tempo? Con chi me la devo prendere? Se ripenso a tutti quegli anni persi ,a quel disagio e malessere che provavo, sentivo che non facevo parte di quel mondo, adesso che ne sono fuori capisco perche' :test: . Ringrazio Dio di avermi svegliata in tempo, prima di rovinarmi il resto della mia vita. :piange:
Avatar utente
Verdemare
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3686
Iscritto il: 14/01/2012, 9:11

Messaggiodi Ray » 18/03/2012, 22:12

Verdemare ha scritto:Ci stavo pensando oggi: chi me l' ha fatto fare di rovinarmi l' esistenza per cosi' tanto tempo? Con chi me la devo prendere? Se ripenso a tutti quegli anni persi ,a quel disagio e malessere che provavo, sentivo che non facevo parte di quel mondo, adesso che ne sono fuori capisco perche' :test: . Ringrazio Dio di avermi svegliata in tempo, prima di rovinarmi il resto della mia vita. :piange:

:quoto100:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11363
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Achille » 19/03/2012, 10:29

Interessante anche questo intervento, nel forum portoghese:

Sto pensando tutto il giorno su questo tema, quando vedo tutti i miei familiari, i parenti e gli amici che vanno alle riunioni e campo ...

Quando mia figlia è stata ricoverata rescém nato 10 mesi in diversi ospedali diversi, ci sono sempre gruppi di volontari (non religioso) e clown (Medici di gioia), che ha sempre portato un messaggio positivo e allegro.
Altri gruppi anche condiviso snack per i bisognosi e umili.
Vedi anche l'esempio di Croce Rossa e le altre agenzie, che sono molto più utile e pratico.
Se i testimoni di Geova, con la sua motivazione reale a voler fornire un aiuto ad altri in un tempo conveniente, dovrebbe fare come il mio amico "evangelica", che fornisce cibo per l'estrema povertà.
Egli dona agli orfanotrofi locali e manicomi.
Raccogliere i giocattoli e vestiti donati e rendere queste "donazioni REALI volontari", la differenza nella vita di questi bambini.
Ho scelto di seguire gli esempi della Bibbia e non il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova.
ATTI 10:31 "e disse: Cornelio, la tua preghiera è stata esaudita favorevolmente e la tua DONAZIONE DI MISERICORDIA sono state ricordate davanti a Dio"

Quando ero un ragazzino, mio ​​padre ha dichiarato categoricamente che le religioni di "zia Babi(lonia)," sono come "una buona tazza di latte con una goccia di veleno."

Oggi, il quadro che mio padre, può anche applicare le filosofie della Torre di Guardia. Cioè, il contrario è anche vero.

La Torre di Guardia è COME UNA GRANDE TAZZA DI LATTE, con una goccia di veleno mortale...

Immagine

Link: http://extestemunhasdejeova.net/forum/v ... a&start=10
(l'ultimo messaggio).

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13023
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 19/03/2012, 10:34

Se volete leggere l'intera discussione tradotta automaticamente con google:

http://translate.google.it/translate?sl ... t%26sd%3Da

Mi sembra che i pareri espressi siano molto simili a quelli che troviamo in questa stessa discussione.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13023
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Neca » 03/06/2012, 21:13

Mario70 ha scritto:Riporto le cose positive che ha trovato bicchiere mezzo pieno nel tread "grazie ai tdg":

Grazie ai TdG ho imparato a leggere la Bibbia. Certo qualcuno obietterà che se avessi fatto parte di un qualunque altro culto come gli Avventisti o gli Evangelici, avrei ottenuto lo stesso risultato. Può essere, io su questo non discuto, però intanto, sono stati loro ad accostarmi nella prima volta della mia vita alla lettura della Bibbia e alla meditazione su Dio e sulle risposte alle domande esistenziale (Chi siamo? Da dove veniamo? Qual è lo scopo della nostra vita?).

Grazie ai TdG ho imparato a stare lontano da vizi deleteri, come droga, fumo e alcool. E' vero che magari anche se non avessi fatto parte dei TdG, forse, essendo che sono comunque una persona con la testa sulle spalle, magari questi vizi non li avrei comunque presi. Però sta di fatto che la mia infanzia e la mia adolescenza le ho passate insieme ai TdG, ed è stato grazie all'influenza positiva dei loro insegnamenti che non sono entrato nelle trappole di vizi come questi.

Grazie ai TdG ho imparato per la prima volta anche il valore del sacrificio nei confronti di Dio. Infatti non è facile assistere tre volte la settimana alle adunanze (adesso due volte ma prima erano tre), fare lo studio personale, lo studio familiare, prepararsi per tutte le adunanze mentre stai andando a scuola o hai un lavoro secolare alle spalle. Erano sacrifici che ho imparato a fare per amore di Dio, e anche se adesso non faccio più parte del loro culto, sono contento dei sacrifici che ho fatto perchè so con certezza che Dio li ha apprezzati visto che con cuore sincero li facevo proprio per Lui.

Ne aggiungo un altra. Ho imparato ad essere più socievole. Prima ero riservato,ora grazie a loro ho imparato a rapportarmi con gli altri,diverse amicizie non le avrei fatte se non fosse stato per l'obbligo di dover divulgare la mia nuova fede agli altri,che nel 99.9° dei casi erano dei perfetti sconosciuti :ciao:
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3060
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi mlp-plp » 04/06/2012, 12:26

Neca ha scritto:
Mario70 ha scritto:Riporto le cose positive che ha trovato bicchiere mezzo pieno nel tread "grazie ai tdg":

Grazie ai TdG ho imparato a leggere la Bibbia. Certo qualcuno obietterà che se avessi fatto parte di un qualunque altro culto come gli Avventisti o gli Evangelici, avrei ottenuto lo stesso risultato. Può essere, io su questo non discuto, però intanto, sono stati loro ad accostarmi nella prima volta della mia vita alla lettura della Bibbia e alla meditazione su Dio e sulle risposte alle domande esistenziale (Chi siamo? Da dove veniamo? Qual è lo scopo della nostra vita?).

Grazie ai TdG ho imparato a stare lontano da vizi deleteri, come droga, fumo e alcool. E' vero che magari anche se non avessi fatto parte dei TdG, forse, essendo che sono comunque una persona con la testa sulle spalle, magari questi vizi non li avrei comunque presi. Però sta di fatto che la mia infanzia e la mia adolescenza le ho passate insieme ai TdG, ed è stato grazie all'influenza positiva dei loro insegnamenti che non sono entrato nelle trappole di vizi come questi.

Grazie ai TdG ho imparato per la prima volta anche il valore del sacrificio nei confronti di Dio. Infatti non è facile assistere tre volte la settimana alle adunanze (adesso due volte ma prima erano tre), fare lo studio personale, lo studio familiare, prepararsi per tutte le adunanze mentre stai andando a scuola o hai un lavoro secolare alle spalle. Erano sacrifici che ho imparato a fare per amore di Dio, e anche se adesso non faccio più parte del loro culto, sono contento dei sacrifici che ho fatto perchè so con certezza che Dio li ha apprezzati visto che con cuore sincero li facevo proprio per Lui.

Ne aggiungo un altra. Ho imparato ad essere più socievole. Prima ero riservato,ora grazie a loro ho imparato a rapportarmi con gli altri,diverse amicizie non le avrei fatte se non fosse stato per l'obbligo di dover divulgare la mia nuova fede agli altri,che nel 99.9° dei casi erano dei perfetti sconosciuti :ciao:



Una ""socievolezza condizionata"" :boh: o sbaglio???



:strettamano:


Piero
contatto skype: missoltino 1

i nostri amici
Avatar utente
mlp-plp
Utente Junior
 
Messaggi: 540
Iscritto il: 16/07/2009, 19:32

Messaggiodi Amalia » 07/06/2012, 22:13

Wow! Quindi socializzare vuol dire attaccar bottone con chicchessia per strada PER UNO SCOPO, cioè convertirlo...
Ma socializzare per cercare un confronto, uno scambio d'idee, un sincero interesse per ció che gli altri pensano, ma anche il puro e semplice piacere di stare in compagnia e RELAZIONARSI con gli altri dov'è finito?
Sono i TdG a farci uscire dal guscio? Non credo proprio, visto che sono i primi a creare la barriera tra chi è dentro e chi è fuori...forse insegnano a parlare con gli estranei ma non certo a socializzare...se imparo a memoria le tecniche per convertire quelli del mondo non vuol dire per forza che ho imparato a creare dei legami sociali disinteressati (disinteressati!) con il mondo che mi circonda...se insegnano a socializzare ed hanno i loro buoni risultati non vuol dire nulla, visto che il socializzare è un fine per rendere la persona predisposta alla predicazione, e non per il suo bene e il suo benessere psicologico; quindi il fatto che l'indottrinamento alla predicazione porti ad un aumento dei contatti interpersonali non implica automaticamente che il TdG sia più "socievole"...visto anche che la società tutta al di fuori della WTS è considerata il mondo di Satana.
Imparare a parlare in pubblico dal podio, o distribuire riviste è essere socievoli?
Parlare spontaneamente dei propri sentimenti e dei propri pensieri con le persone che incontriamo, desiderare ascoltarle e capirle, non aver timore di scambiarsi idee...questo per me è essere socievoli.
"Chi porta il paraocchi si ricordi che del completo fanno parte il morso e la sferza."
Stanisław Jerzy Lec
"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." Voltaire
Presentazione - FacebookImmagine
Avatar utente
Amalia
Utente Master
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: 07/11/2011, 2:31
Località: Torino

Messaggiodi daniela47 » 07/06/2012, 22:15

Amalia sei grande !!!!!
Avatar utente
daniela47
Utente Master
 
Messaggi: 5436
Iscritto il: 16/07/2009, 18:38

Messaggiodi Ray » 07/06/2012, 22:22

Amalia: creare dei legami sociali disinteressati

non penso che ci riescano senza uno scopo...
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11363
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Verdemare » 07/06/2012, 22:30

Amalia , hai perfettamente ragione, socializzare non e' da TG, loro fingono di intetessarsi delle persone, e quando le ascoltano, hanno gia' in mente la risposta che " devono" dargli non perche' sta a cuore quello che dicono. Io in servizio fingevo un interesse personale che non esisteva, non riuscivo a socializzare ,perche' mi veniva inculcato che loro erano diversi, inferiori, " del mondo di Satana" . Da quando sono inattiva, si, che ho imparato cos' e la socializzazione, l' empatia, il sincero interessamento , l' amicizia con le persone del mondo, i vicini di casa, e i parenti non TG. :strettamano: :ok: :fiori e bacio: :carezza:
Avatar utente
Verdemare
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3686
Iscritto il: 14/01/2012, 9:11

Messaggiodi Ray » 07/06/2012, 22:40

Achille Lorenzi ha scritto:Oggi, il quadro che mio padre, può anche applicare le filosofie della Torre di Guardia. Cioè, il contrario è anche vero.

La Torre di Guardia è COME UNA GRANDE TAZZA DI LATTE, con una goccia di veleno mortale...

Immagine

Link: http://extestemunhasdejeova.net/forum/v ... a&start=10
(l'ultimo messaggio).

Achille

O anche una tazza di veleno con una goccia di latte..... :risata: :risata:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11363
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi mlp-plp » 08/06/2012, 0:01

Amalia ha scritto:Wow! Quindi socializzare vuol dire attaccar bottone con chicchessia per strada PER UNO SCOPO, cioè convertirlo...
Ma socializzare per cercare un confronto, uno scambio d'idee, un sincero interesse per ció che gli altri pensano, ma anche il puro e semplice piacere di stare in compagnia e RELAZIONARSI con gli altri dov'è finito?
Sono i TdG a farci uscire dal guscio? Non credo proprio, visto che sono i primi a creare la barriera tra chi è dentro e chi è fuori...forse insegnano a parlare con gli estranei ma non certo a socializzare...se imparo a memoria le tecniche per convertire quelli del mondo non vuol dire per forza che ho imparato a creare dei legami sociali disinteressati (disinteressati!) con il mondo che mi circonda...se insegnano a socializzare ed hanno i loro buoni risultati non vuol dire nulla, visto che il socializzare è un fine per rendere la persona predisposta alla predicazione, e non per il suo bene e il suo benessere psicologico; quindi il fatto che l'indottrinamento alla predicazione porti ad un aumento dei contatti interpersonali non implica automaticamente che il TdG sia più "socievole"...visto anche che la società tutta al di fuori della WTS è considerata il mondo di Satana.
Imparare a parlare in pubblico dal podio, o distribuire riviste è essere socievoli?
Parlare spontaneamente dei propri sentimenti e dei propri pensieri con le persone che incontriamo, desiderare ascoltarle e capirle, non aver timore di scambiarsi idee...questo per me è essere socievoli.



:fiori e bacio: :timido2: :quoto100: .................................... :quoto100:


:strettamano:


Piero
contatto skype: missoltino 1

i nostri amici
Avatar utente
mlp-plp
Utente Junior
 
Messaggi: 540
Iscritto il: 16/07/2009, 19:32

Messaggiodi Mario70 » 08/06/2012, 5:49

Amalia ha scritto:Wow! Quindi socializzare vuol dire attaccar bottone con chicchessia per strada PER UNO SCOPO, cioè convertirlo...
Ma socializzare per cercare un confronto, uno scambio d'idee, un sincero interesse per ció che gli altri pensano, ma anche il puro e semplice piacere di stare in compagnia e RELAZIONARSI con gli altri dov'è finito?
Sono i TdG a farci uscire dal guscio? Non credo proprio, visto che sono i primi a creare la barriera tra chi è dentro e chi è fuori...forse insegnano a parlare con gli estranei ma non certo a socializzare...se imparo a memoria le tecniche per convertire quelli del mondo non vuol dire per forza che ho imparato a creare dei legami sociali disinteressati (disinteressati!) con il mondo che mi circonda...se insegnano a socializzare ed hanno i loro buoni risultati non vuol dire nulla, visto che il socializzare è un fine per rendere la persona predisposta alla predicazione, e non per il suo bene e il suo benessere psicologico; quindi il fatto che l'indottrinamento alla predicazione porti ad un aumento dei contatti interpersonali non implica automaticamente che il TdG sia più "socievole"...visto anche che la società tutta al di fuori della WTS è considerata il mondo di Satana.
Imparare a parlare in pubblico dal podio, o distribuire riviste è essere socievoli?
Parlare spontaneamente dei propri sentimenti e dei propri pensieri con le persone che incontriamo, desiderare ascoltarle e capirle, non aver timore di scambiarsi idee...questo per me è essere socievoli.


Possiamo dire che una persona timida ed introversa venendo catapultata in un opera di predicazione affronta il suo problema e molte volte lo risolve o almeno lo migliora... ne ho conosciuti diversi avere degli ottmi risultati al riguardo comprese quelle persone che avevano problemi a parlare...

Amalia , hai perfettamente ragione, socializzare non e' da TG, loro fingono di intetessarsi delle persone, e quando le ascoltano, hanno gia' in mente la risposta che " devono" dargli non perche' sta a cuore quello che dicono. Io in servizio fingevo un interesse personale che non esisteva,


Alla fine credo che tutto dipenda da come eravamo noi... io non mi forzavo e non fingevo assolutamente, ero veramente interessato alle persone, mi interessava davvero quello in cui credevano specie quando non erano cattolici, altrimenti non avrei di certo speso 90 ore al mese a predicare, come ho detto altre volte a me andare in predicazione piaceva, questo non vuol certo dire che facevo del bene agli altri, anche chi vendeva amianto poteva credere di fare del bene quando ancora non si sapeva quanto fosse pericoloso il prodotto in questione.
Ciao
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5832
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi persia » 08/06/2012, 8:30

ho incontrato MIO MARITO!!!!
in questo frangente della mia vita mio marito è l'unica "cosa positiva dei testimoni di Geova"
di cui non mi rammarico. :bacio:
Avatar utente
persia
Utente Senior
 
Messaggi: 1178
Iscritto il: 01/04/2012, 13:29

Messaggiodi Lizzy75 » 08/06/2012, 10:10

Amalia ha scritto:Wow! Quindi socializzare vuol dire attaccar bottone con chicchessia per strada PER UNO SCOPO, cioè convertirlo...
Ma socializzare per cercare un confronto, uno scambio d'idee, un sincero interesse per ció che gli altri pensano, ma anche il puro e semplice piacere di stare in compagnia e RELAZIONARSI con gli altri dov'è finito?
Sono i TdG a farci uscire dal guscio? Non credo proprio, visto che sono i primi a creare la barriera tra chi è dentro e chi è fuori...forse insegnano a parlare con gli estranei ma non certo a socializzare...se imparo a memoria le tecniche per convertire quelli del mondo non vuol dire per forza che ho imparato a creare dei legami sociali disinteressati (disinteressati!) con il mondo che mi circonda...se insegnano a socializzare ed hanno i loro buoni risultati non vuol dire nulla, visto che il socializzare è un fine per rendere la persona predisposta alla predicazione, e non per il suo bene e il suo benessere psicologico; quindi il fatto che l'indottrinamento alla predicazione porti ad un aumento dei contatti interpersonali non implica automaticamente che il TdG sia più "socievole"...visto anche che la società tutta al di fuori della WTS è considerata il mondo di Satana.
Imparare a parlare in pubblico dal podio, o distribuire riviste è essere socievoli?
Parlare spontaneamente dei propri sentimenti e dei propri pensieri con le persone che incontriamo, desiderare ascoltarle e capirle, non aver timore di scambiarsi idee...questo per me è essere socievoli.
Ancora una volta ti :quoto100:!Amalia hai ragione,purtroppo il modo di vivere dei tdg, è completamente improntato all’ipocrisia, non so se ne rendono conto, anche il modo di relazionarsi con il prossimo è strettamente limitato. Non importa se raccontando questo dettaglio mi farò riconoscere, ma un esempio lampante è la persona che una volta era la mia “migliore” amica, questo fino a quando non ho concluso lo studio. Quest’amica era non udente come me, era anche la mia testimone di nozze, insomma siamo state molto tempo insieme, per un po’abbiamo anche lavorato insieme per un negozio, come decoratrici, insieme ci divertivamo,avevamo le stessa passione della pittura poi però poi non si è fatta più vedere né sentire. Proprio ieri per sbaglio avevo inviato un sms a lei, invece di inviarlo ad un’altra amica che avevo invitato per pranzo, per cui le avevo mandato un sms di scuse. Già che c’ero le avevo anche chiesto come stava e se voleva potevamo magari andare a prendere un caffè e cornetto al bar come ai vecchi tempi. Mi ha ringraziato ma per ora ha declinato l’invito perché sarebbe oberata di impegni. Non ha visto nemmeno il mio terzo figlio nato da sette mesi. La seconda figlia l’aveva vista solo perchè da brava cristiana avevo deciso io di andare a trovare lei,in nome di un’amicizia che seppure c’era stata solo per proselitismo e tornaconto personale, qualcosa c’era stato,che cavolo ci eravamo volute un po’ di bene. Nulla da fare,non ho più contatti con lei. Se avessi voluto fare lo studio con le lei mirabilmente i suoi si impegni si sarebbero azzerati, perché la religione viene prima di tutto. Se questa religione fa fare questo a tutti gli adepti, allora mi dispiace in ciò non c’è nulla di buono. Una sola cosa su cui hanno ragione, ma che forse lo sappiamo tutti, è che stiamo attraversando una crisi economica mondiale senza precedenti, il mondo si sta avvicinando alla fine? Non lo so mi basta sapere che potrei morire anche domani, le nostre vite sono già di per sé estremamente fragili, se ci aggiungiamo pure la speculazione della religione sulle tragedie del mondo siamo a posto. Preferisco di gran lunga la chiesa cattolica che per quanto sappia che deve venire la fine non lo dice anzi su queste cose ci va con i piedi di piombo, poiché saprebbe di fare dell’inutile terrorismo psicologico… Ciao
Lizzy75
 

Messaggiodi Amalia » 08/06/2012, 15:01

Cara Titti...che dirti? :bacio: :fiori: se vuoi lo prendo io con te un :coffee: !!!
"Chi porta il paraocchi si ricordi che del completo fanno parte il morso e la sferza."
Stanisław Jerzy Lec
"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." Voltaire
Presentazione - FacebookImmagine
Avatar utente
Amalia
Utente Master
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: 07/11/2011, 2:31
Località: Torino

Vengo a prendere il the da voi ...

Messaggiodi domingo7 » 08/06/2012, 15:17

Di persone non disinteressate è pieno il mondo ...
Ad alcuni serviamo per interesse, ad altri per comodo, ad altri anche per denari o favori ....
La cosa triste è che possiamo essere strumentali anche alla religione .....
La fede, l'amore e l'empatia dovrebbero infatti essere davvero disinteressate ....

magari un po' di attenzioni in più verso chi si vuole convertire
possono anche essere utili, ragionevoli ed umane ...
ma se la persona poi non si converte o cambia idea
è proprio brutto che di punto in bianco diventi ....una cacca .... :coffee:
Presentazione

Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie [Efesini 5,3-4]
Avatar utente
domingo7
Utente Senior
 
Messaggi: 2166
Iscritto il: 21/07/2009, 18:06
Località: Chiavari (Ge)

non so spiegare......sembrava una vita artificiale... che stress...

Messaggiodi Ray » 08/06/2012, 19:46

purtroppo e' una cosa più grande di loro...(anche di me quando ero all'interno) per le cose teocratiche usciva il tempo...per le altre cose non c'era tempo...in pratica non contavano quasi nulla ...sembravamo dei robots esempio di una domenica tipo...
ore 6:30-preparare il cibo in anticipo e pulire casa *( x la donna) :piange:
ore 8:00-prendere appuntamento con un fratello per il servizio di campo :ironico:
ore 8:30-riunione a casa di un fratello o in sala per direttive sul servizio di campo ....(adunanza per il servizio) :lingua:
ore 9:00- uscire in servizio :triste:
ore 11:00- discorso e adunanza :fronte:
ore 13:00-pranzo [forse ti tocca il sorvegliante a pranzo] (*) :prega:
ore 15:00-servizio pomeridiano e studio (indottrinamento a uno studente) :sbadiglio:
ore 20:00.uscita serale con fratelli zelanti per pizza e magari fare da supervisore per giovanissimi tdg :occhiol:
ma la domenica mi devo riposareeeper ricaricarmi.... :help:
non contiamo gli altri giorni... :inca:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11363
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Neca » 10/06/2012, 16:43

Mario70 ha scritto:
Amalia ha scritto:Wow! Quindi socializzare vuol dire attaccar bottone con chicchessia per strada PER UNO SCOPO, cioè convertirlo...
Ma socializzare per cercare un confronto, uno scambio d'idee, un sincero interesse per ció che gli altri pensano, ma anche il puro e semplice piacere di stare in compagnia e RELAZIONARSI con gli altri dov'è finito?
Sono i TdG a farci uscire dal guscio? Non credo proprio, visto che sono i primi a creare la barriera tra chi è dentro e chi è fuori...forse insegnano a parlare con gli estranei ma non certo a socializzare...se imparo a memoria le tecniche per convertire quelli del mondo non vuol dire per forza che ho imparato a creare dei legami sociali disinteressati (disinteressati!) con il mondo che mi circonda...se insegnano a socializzare ed hanno i loro buoni risultati non vuol dire nulla, visto che il socializzare è un fine per rendere la persona predisposta alla predicazione, e non per il suo bene e il suo benessere psicologico; quindi il fatto che l'indottrinamento alla predicazione porti ad un aumento dei contatti interpersonali non implica automaticamente che il TdG sia più "socievole"...visto anche che la società tutta al di fuori della WTS è considerata il mondo di Satana.
Imparare a parlare in pubblico dal podio, o distribuire riviste è essere socievoli?
Parlare spontaneamente dei propri sentimenti e dei propri pensieri con le persone che incontriamo, desiderare ascoltarle e capirle, non aver timore di scambiarsi idee...questo per me è essere socievoli.


Possiamo dire che una persona timida ed introversa venendo catapultata in un opera di predicazione affronta il suo problema e molte volte lo risolve o almeno lo migliora... ne ho conosciuti diversi avere degli ottmi risultati al riguardo comprese quelle persone che avevano problemi a parlare...

Amalia , hai perfettamente ragione, socializzare non e' da TG, loro fingono di intetessarsi delle persone, e quando le ascoltano, hanno gia' in mente la risposta che " devono" dargli non perche' sta a cuore quello che dicono. Io in servizio fingevo un interesse personale che non esisteva,


Alla fine credo che tutto dipenda da come eravamo noi... io non mi forzavo e non fingevo assolutamente, ero veramente interessato alle persone, mi interessava davvero quello in cui credevano specie quando non erano cattolici, altrimenti non avrei di certo speso 90 ore al mese a predicare, come ho detto altre volte a me andare in predicazione piaceva, questo non vuol certo dire che facevo del bene agli altri, anche chi vendeva amianto poteva credere di fare del bene quando ancora non si sapeva quanto fosse pericoloso il prodotto in questione.
Ciao

Io ero proprio come dici tu,ero timido ed introverso e grazie a loro,sono migliorato. Prendevo l'imposizione data da loro come un occasione per interessarmi personalmente degli altri,quindi ero senza condizionamenti forzati :quoto100:
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3060
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi Mario70 » 10/06/2012, 18:37

Neca ha scritto:
Mario70 ha scritto:
Amalia ha scritto:Wow! Quindi socializzare vuol dire attaccar bottone con chicchessia per strada PER UNO SCOPO, cioè convertirlo...
Ma socializzare per cercare un confronto, uno scambio d'idee, un sincero interesse per ció che gli altri pensano, ma anche il puro e semplice piacere di stare in compagnia e RELAZIONARSI con gli altri dov'è finito?
Sono i TdG a farci uscire dal guscio? Non credo proprio, visto che sono i primi a creare la barriera tra chi è dentro e chi è fuori...forse insegnano a parlare con gli estranei ma non certo a socializzare...se imparo a memoria le tecniche per convertire quelli del mondo non vuol dire per forza che ho imparato a creare dei legami sociali disinteressati (disinteressati!) con il mondo che mi circonda...se insegnano a socializzare ed hanno i loro buoni risultati non vuol dire nulla, visto che il socializzare è un fine per rendere la persona predisposta alla predicazione, e non per il suo bene e il suo benessere psicologico; quindi il fatto che l'indottrinamento alla predicazione porti ad un aumento dei contatti interpersonali non implica automaticamente che il TdG sia più "socievole"...visto anche che la società tutta al di fuori della WTS è considerata il mondo di Satana.
Imparare a parlare in pubblico dal podio, o distribuire riviste è essere socievoli?
Parlare spontaneamente dei propri sentimenti e dei propri pensieri con le persone che incontriamo, desiderare ascoltarle e capirle, non aver timore di scambiarsi idee...questo per me è essere socievoli.


Possiamo dire che una persona timida ed introversa venendo catapultata in un opera di predicazione affronta il suo problema e molte volte lo risolve o almeno lo migliora... ne ho conosciuti diversi avere degli ottmi risultati al riguardo comprese quelle persone che avevano problemi a parlare...

Amalia , hai perfettamente ragione, socializzare non e' da TG, loro fingono di intetessarsi delle persone, e quando le ascoltano, hanno gia' in mente la risposta che " devono" dargli non perche' sta a cuore quello che dicono. Io in servizio fingevo un interesse personale che non esisteva,


Alla fine credo che tutto dipenda da come eravamo noi... io non mi forzavo e non fingevo assolutamente, ero veramente interessato alle persone, mi interessava davvero quello in cui credevano specie quando non erano cattolici, altrimenti non avrei di certo speso 90 ore al mese a predicare, come ho detto altre volte a me andare in predicazione piaceva, questo non vuol certo dire che facevo del bene agli altri, anche chi vendeva amianto poteva credere di fare del bene quando ancora non si sapeva quanto fosse pericoloso il prodotto in questione.
Ciao

Io ero proprio come dici tu,ero timido ed introverso e grazie a loro,sono migliorato. Prendevo l'imposizione data da loro come un occasione per interessarmi personalmente degli altri,quindi ero senza condizionamenti forzati :quoto100:


Lo so Neca e ti do un consiglio che a me ha aiutato molto:
Tieni bene in mente i bei momenti e le cose positive che hai ricevuto (dirette o indirette che siano) e guarda a quelle negative per non rifare gli stessi errori o per aiutare altri che stanno percorrendo le stesse cose, in bene e in male noi siamo la somma delle esperienze che abbiamo fatto.
Qualcuno qui dentro ti dirá che tra i tdg non ci puó essere nulla di buono, lascia che lo creda, probabilmente per lui é cosí... é inutile cercare di convincerlo del contrario, le esperienze sono appunto personali.
ciao bello.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5832
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi cercaverità » 11/06/2012, 19:27

Non mi vergogno di aver trovato qualcosa di positivo nei TDG,grazie a loro ho capito due cose importantissime.La prima è che bisogna sempre verificare (ora so che sono un bereano),quando possibile quello che ti dicono.Ho comperato dopo la mia esperienza parecchi libri sulla filosofia greca e le opere di Platone.Mi è piaciuto molto il Gorgia e il Parmenide.I sofisti Socrate se li mangiava a colazione :risatina: .Poi mi sono interessato anche dei filosofi che sono seguiti.Molto interessanti i tre filosofi detti dell'empirismo inglese.Hume su tutti.Così certe affermazioni dei TDG mi sono sembrate forzate.La seconda è che bisogna avere il coraggio di mettere in discussione le proprie convinzioni anche se fa male scoprire che non tutto è o bianco o nero.Praticamente quello che ci ho trovato di positivo è come il prendere una malattia come la varicella ,ma poi ti sei immunizzato e non la prendi più :risatina:
Presentazione

Dt 18:21,22 Se tu pensi: Come riconosceremo la parola che il Signore non ha detta? Quando il profeta parlerà in nome del Signore e la cosa non accadrà e non si realizzerà, quella parola non l'ha detta il Signore; l'ha detta il profeta per presunzione: di lui non devi aver paura.

Mai discutere con un TDG, ti trascina al suo livello e ti frega con l'esperienza : Wilde
Avatar utente
cercaverità
Utente Junior
 
Messaggi: 487
Iscritto il: 09/05/2012, 17:55

Messaggiodi Amalia » 11/06/2012, 20:01

cercaverità ha scritto:Non mi vergogno di aver trovato qualcosa di positivo nei TDG,grazie a loro ho capito due cose importantissime.La prima è che bisogna sempre verificare (ora so che sono un bereano),quando possibile quello che ti dicono.Ho comperato dopo la mia esperienza parecchi libri sulla filosofia greca e le opere di Platone.Mi è piaciuto molto il Gorgia e il Parmenide.I sofisti Socrate se li mangiava a colazione :risatina: .Poi mi sono interessato anche dei filosofi che sono seguiti.Molto interessanti i tre filosofi detti dell'empirismo inglese.Hume su tutti.Così certe affermazioni dei TDG mi sono sembrate forzate.La seconda è che bisogna avere il coraggio di mettere in discussione le proprie convinzioni anche se fa male scoprire che non tutto è o bianco o nero.Praticamente quello che ci ho trovato di positivo è come il prendere una malattia come la varicella ,ma poi ti sei immunizzato e non la prendi più :risatina:

Quindi se non ti ho frainteso la cosa positiva dei TdG che sottolinei è fare ricerca?...ma questo te lo insegnano anche molti professori del liceo o dei genitori accorti e svegli...se poi consideri che ti incitano a studiare solo sulle loro pubblicazioni non è già più un aspetto positivo in assoluto ma relativo...tu personalmente hai colto questo invito ad allargare le tue conoscenze perchè evidentemente eri di mente aperta e predisposto all'indagine intellettuale...fosse per i TdG la bereanità sarebbe"a senso unico"...
Tu hai fatto bene ad approfondire e ad accertarti dei fatti...ma a mio avviso è stata più una tua predisposizione naturale inerente al tuo carattere...non tanto un insegnamento positivo dei TdG.
Per assurdo, se tutti i TdG si mettessero a fare i bereani sul serio la WTS si troverebbe senza più polli da spennare...
In buona sostanza quello che potrebbe essere un merito per i TdG gli si riconntorcerebbe contro...
"Chi porta il paraocchi si ricordi che del completo fanno parte il morso e la sferza."
Stanisław Jerzy Lec
"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." Voltaire
Presentazione - FacebookImmagine
Avatar utente
Amalia
Utente Master
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: 07/11/2011, 2:31
Località: Torino

Messaggiodi Mimmo73 » 11/06/2012, 20:17

Ecco i miei personali "magnifici cinque" di positività nei fratelli tdg:
1) bando del vizio del fumo (non me ne abbiano le donne che fumano, ma nella femminilità il vizio del fumo lo equiparo al calzino bianco di spugna sotto lo smoking);
2) dimestichezza nel saper sfogliare la TNM;
3) puntualità svizzera;
4) spigliatezza discorsiva insegnata nella scuola di ministero teocratico;
5) contenimento delle emozioni in pubblico.
"Chi sei tu per giudicare un servo che non è tuo?" (Rm 14,4)

"La vera ignoranza non è l'assenza di conoscenza, ma il rifiuto di conoscere" (Karl Popper)


mi presento
Avatar utente
Mimmo73
Nuovo Utente
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 12/03/2012, 23:13
Località: Bari

Messaggiodi Hermes » 11/06/2012, 20:46

Per anni ho cercato di capire cosa ci fosse di buono nei TdG, anche se non ci sono mai stato dentro, attraverso il mio amico di infanzia TdG e coloro che mi hanno fatto lo studio, le poche persone con cui ho attaccato bottone alle adunanze... alla fin fine l'unica cosa positiva che ho trovato è stata la semplicità della fede e l'onestà di alcuni che ho conosciuto. Mi rendo conto che fossero loro caratteristiche innate, non frutto dell'appartenenza TdG, ma mi è parso di capire, almeno per quelli che ho conosciuto bene (persone molto buone di carattere e molto semplici, incapaci di fare ragionamenti complessi, volevo loro davvero bene), che fossero caratteristiche che in quell'ambiente hanno trovato modo di dare frutto, magari perché quella congregazione aveva meno magagne delle altre.

In poche parole, tra le "cose positive dei TdG", ho trovato che persone molto semplici e senza cultura possono avere una vita di fede adeguata ai loro bisogni ed essere buoni cristiani.
presentazione:

Lasciati illuminare dai tuoi dubbi (S. Agostino)
Avatar utente
Hermes
Utente Junior
 
Messaggi: 470
Iscritto il: 09/05/2012, 16:33

PrecedenteProssimo

Torna a Non solo critica...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici