Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Chi sono i tdg (da g10 08-I)

Domande sui TdG che vengono fatte di frequente

Moderatore: Francesco Franco Coladarci

Chi sono i tdg (da g10 08-I)

Messaggiodi Citocromo » 17/08/2010, 18:00

CHI SONO i testimoni di Geova?
Cosa vi è stato detto dei testimoni di Geova?
Quello che avete sentito sul loro conto è esatto?
Speriamo che questi articoli servano a chiarire alcune idee errate.

Eh, speriamo davvero! Per quanto mi riguarda alcuni anni fa, quando conoscevo solo il nome di questa religione, sentivo che tra le persone circolavano idee sbagliate su di loro. Poi leggendo e analizzando le loro pubblicazioni e leggendo anche le pagine di questo sito ho avuto una conoscenza più precisa. Vediamo cosa scrivono in questa Svegliatevi!
Pag. 3:
“Perchè milioni di persone studiano la Bibbia con i Testimoni? In cosa consiste questo studio?”

Consiste in questo: Si utilizza un testo di catechismo, ora chiamato “Cosa insegna realmente la Bibbia?”, dove è riassunta la dottrina che la WTS dice di ricavare dalla Bibbia. Ma analizzando bene l’opera in questione (http://freeforumzone.leonardo.it/discus ... dd=4595907" target="_blank" target="_blank" target="_blank), ci si accorge chiaramente che di Bibbia c’è poco o niente.
Ci si aspetta che gli studenti diventino testimoni di Geova?

Il fine è proprio quello, cioè fare proseliti. Altrimenti perché fanno lo studio biblico a domicilio?
“Avete tutto il diritto di ricevere risposte veritiere.”

Ottimo!!! E' un nosto diritto e pretendiamo risposte veritiere!
“Pertanto non date ascolto alle dicerie, ma esaminate i fatti”

A noi non interessa ciò che si dice in giro, ma solo ciò che viene scritto nelle pubblicazioni ufficiali della WTS.
Mentre leggete i prossimi quattro articoli e i relativi riquadri, vi consigliamo di cercare nella vostra Bibbia i versetti citati. Facendo questo ci si dimostra saggi e, come dice la Bibbia, ‘di mente nobile’. — Atti 17:11

Bene, qui c’è già la stessa affermazione che troviamo su “Ragioniamo…”: controllando i versetti citati sulla mia Bibbia (quella della CEI), dovrei essere un perfetto Bereano, di mente nobile. Però, quando lo farò, non voglio che vi rimangiate quanto avete detto qui!
A pag. 6 vediamo quali sono le “Domande frequenti” alle quali danno risposta:
Perché alcuni parlano male dei testimoni di Geova?
[…]Comunque, i Testimoni compiono quest’opera spinti dall’amore per il prossimo, consci che “chiunque invoca il nome di Geova sarà salvato”. —Romani 10:13.”

A quanto hanno scritto nella prima parte di questo periodo ci credo. Ora controlliamo il versetto sulla mia Bibbia: “Infatti: Chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato”. Il nome del Signore, non di Geova! La WTS pensa di parlare a persone ingenue e distratte, ma con noi non la spunta. A parte il fatto che nel testo greco c’è il termine "Kùrios" e che “Geova” è una parola nata nel medioevo per uno sbaglio di lettura del testo masoretico, in questo caso non si parla di Geova perché se leggiamo il contesto si vede benissimo che si parla del Signore Gesù. Con che diritto avete sostituito a “Signore” (riferito a Gesù) “Geova”??? Ecco il contesto: “Poiché se confesserai con la tua bocca che Gesù è il Signore, e crederai con il tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvo. Con il cuore infatti si crede per ottenere la giustizia e con la bocca si fa la professione di fede per avere la salvezza. Dice infatti la Scrittura: Chiunque crede in lui non sarà deluso. Poiché non c'è distinzione fra Giudeo e Greco, dato che lui stesso è il Signore di tutti, ricco verso tutti quelli che l'invocano. Infatti: Chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato” (Rm 10,9-13). In base all’affermazione della WTS, mi sono comportato da persona di mente nobile.
I testimoni di Geova sono cristiani? Sono una setta?
I testimoni di Geova sono cristiani e basano le loro credenze sulla Bibbia, ma non sono protestanti così come non sono cattolici perché hanno riscontrato che alcune dottrine di queste religioni non si basano sulle Scritture.

Questo lo dice la WTS, ma noi sappiamo che non è vero. I tdg non sono cristiani perché non hanno le basi per esserlo: non credono nell’Unita e Trinità di Dio e nella Incarnazione, Passione, Morte e Risurrezione di Gesù Cristo (le due principali verità di fede condivise da tutti i cristiani!). Le dottrine di cattolici e protestanti non si basano sulle Scritture? Quod gratis adfirmatur, gratis negatur!
Per esempio, la Bibbia non insegna che Dio, il quale è la personificazione stessa dell’amore, torturi per sempre le persone in un inferno di fuoco. Né insegna che gli esseri umani abbiano un’anima immortale. — Ezechiele 18:4; Romani 6:23

Neanche i cristiani, sulla base delle Scritture, insegnano questo. Dio non tortura le persone nell’inferno. Quando una persona muore in peccato mortale (e fino all’ultimo istante della vita chiude il cuore a Dio), Dio rispetta la sua libertà e la persona dopo la morte si auto-separa da Dio eternamente. E la pena principale dell’inferno è l’assenza di Dio, la separazione eterna da Lui, per il quale siamo stati creati. Il fuoco, le fiamme, i forconi a forma di tridente sono solo immagini simboliche per descrivere questo stato. La Bibbia non insegna questo? E quando Gesù dice: “Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno” (Mt 25,41) di cosa parla? Parla di distruzione? No, perché aggiunge che “il loro verme non muore” e “sarà pianto e stridore di denti”, cioè immagini che non richiamano affatto una distruzione. Andiamo a controllare i versetti. Ez 18:4 sulla TNM dice: “L’anima che pecca, essa stessa morrà.” Controllo nella mia Bibbia: “Chi pecca morirà”. Se leggiamo tutto il contesto vediamo che non si parla dell’anima (che per il CD è la persona fatta di corpo e forza vitale), ma della responsabilità dell’individuo. Al versetto 20 infatti si legge: “Colui che pecca e non altri deve morire”. Inoltre, non si parla affatto di morte perché nel testo si legge che se il peccatore si converte egli ritorna a vivere. Allora non è morto. Si parla di quello che la WTS chiama disfavore divino (noi diciamo peccato mortale). Ecco un bell’esempio di un versetto estrapolato dal contesto per far dire alla Bibbia quello che non dice!
Rm 6,23 dice: “Il salario che il peccato paga è la morte”. Con questo versetto vogliono far credere che i morti non scontano alcuna pena ma vengono distrutti. Anche qui si torce la Scrittura, perché si parla del peccato mortale come in Ez 18,4. Sarebbero queste le “risposte veritiere” di cui avremmo diritto???

Cosa si fa alle riunioni dei Testimoni?
[…]Una delle loro adunanze settimanali, la Scuola di Ministero Teocratico, aiuta i componenti delle varie congregazioni a diventare più abili nell’insegnamento e nella lettura e a fare ricerche.

In base all’esperienza mia e dei foristi penso che possiamo dire che i tdg sono qualificati per “incartare”, per raggirare la gente (ma non è colpa dei tdg; è il CD a insegnarglielo). Quel “fare ricerche” penso che alluda a ricerche sulla letteratura geovista, perché il tdg non può fare ricerche su materiale apostata.
(continua)

:grazie: :ciao:
Le verità della fede sono una collana di perle preziose, tenute insieme da un filo che è la divinità di Cristo. Tagliato il filo perdete tutta la collana. (padre A. Gasparino)
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=78
Citocromo
Utente Junior
 
Messaggi: 635
Iscritto il: 18/07/2009, 9:36

Messaggiodi Dafne75 » 17/08/2010, 18:42

Bravo! hai fatto una disamina molto interessante.

Solo una domanda: tu dici

"..in questo caso non si parla di Geova perché se leggiamo il contesto si vede benissimo che si parla del Signore Gesù. Con che diritto avete sostituito a “Signore” (riferito a Gesù) “Geova”??? Ecco il contesto:.. "

La mia amica tdg, quando le ho fatto notare questa cosa mi ha detto che nel NT viene introdotto il nome di Dio perchè questo versetto è stato "copiato/incollato" da uno del VT in cui c'era il tetragramma, per questo motivo l'apostolo Paolo non poteva non mettere il nome di Dio in quella citazione che in origine riportava il nome di Dio.

Cosa le rispondo?

Ciao
Avatar utente
Dafne75
Nuovo Utente
 
Messaggi: 74
Iscritto il: 08/02/2010, 20:37

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 17/08/2010, 19:01

Dafne75 ha scritto:La mia amica tdg, quando le ho fatto notare questa cosa mi ha detto che nel NT viene introdotto il nome di Dio perchè questo versetto è stato "copiato/incollato" da uno del VT in cui c'era il tetragramma, per questo motivo l'apostolo Paolo non poteva non mettere il nome di Dio in quella citazione che in origine riportava il nome di Dio.

Cosa le rispondo?

Ciao

bhe, dovrebbero aver fatto un copia/incolla generale, gli scribi birichini, perche', nei riferimenti incrociati del brano in questione, e' riportato solo un riferimeno relativo al vt
Gioele 2:32Chiunque invocherà il nome del SIGNORE sarà salvato;
poiché sul monte Sion e a Gerusalemme vi sarà salvezza,
come ha detto il SIGNORE,
così pure fra i superstiti che il SIGNORE chiamerà.

altri riferimenti sono tutti nel nt
Romani 10:9
Rom 14:11; Mat 10:32,33; Lu 12:8; Giov 9:22; 12:42,43; Fili 2:11; 1G 4:2,3; 2G 1:7
Rom 8:34; Giov 6:69-71; 20:26-29; At 8:37; 1Co 15:14-18; 1P 1:21

Romani 10:13
At 2:21

http://www.laparola.net/" target="_blank
gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14679
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Achille » 17/08/2010, 19:07

Sul passo di Ro 10:13 c'è anche questa discussione:

viewtopic.php?f=21&t=3468
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12165
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Citocromo » 17/08/2010, 19:55

A pag. 7:
Come vengono finanziate le attività dei testimoni di Geova?
[…] Chi desidera contribuire può farlo servendosi di apposite cassette che sono collocate con discrezione nella Sala
del Regno. Producendo essi stessi le pubblicazioni che usano, i testimoni di Geova riescono a contenere i costi.

Chi desidera? Sbaglio o chi prende riviste, opuscoli, ecc.. deve dare una contribuzione? Ma chi legge questo articolo, senza conoscere i retroscena, non sa che una rivista (per la qualità della carta, del colore e per l’elevata tiratura – con questa Svegliatevi! siamo a oltre 38.000.000 di copie) ha costi estremamente bassi rispetto alla contribuzione dell’ignaro tdg. Date un’occhiata ai costi: http://freeforumzone.leonardo.it/discus ... dd=8464931" target="_blank" target="_blank" target="_blank" target="_blank" target="_blank
Pag. 8:
“In che cosa credono i testimoni di Geova?
[…]Conformano i loro insegnamenti alla Bibbia e non la interpretano per legittimare il loro punto di vista. Al tempo stesso riconoscono che non tutto ciò che la Bibbia dice va preso alla lettera. I sette giorni menzionati nel racconto della
creazione, ad esempio, sono simbolici e si riferiscono a lunghi periodi di tempo. — Genesi 1:31; 2:4.”

Ma come? La interpretano o no? E poi scusate, ma come si può leggere senza interpretare? E quando la WTS aggiunge le parole tra parentesi in Col 1,15-20 cosa fa? E quando cita Ez 18,4 cosa fa? E quando traduce “questo significa il mio corpo” al posto si “questo è” cosa fa?

Il vero Dio si e` dato un nome proprio, Geova (o Jahve, come lo rendono la versione cattolica a cura di Salvatore Garofalo e alcuni biblisti moderni), che lo distingue falsi dèi. * (Salmo 83:18 [83:19, Garofalo])

Geova o Jahve? Guardate come stanno equiparando i due nomi. Come per dire che va bene o l’uno o l’altro. Non ci siamo proprio. Geova è la pronuncia sbagliata del tetragramma, mente Jahvè è quasi certamente quella corretta (secondo gli studiosi). Quindi, non si possono equiparare.
3. Gesù Cristo E’ il Salvatore, “il Figlio di Dio” e “il primogenito di tutta la creazione”. (Giovanni 1:34; Colossesi 1:15; Atti 5:31) Essendo stato creato, non fa parte di una Trinità.

Vado sempre a vedere sulla mia Bibbia Col 1,15: “Egli è immagine del Dio invisibile, generato prima di ogni creatura”. Ora, se con "ogni creatura" si intende tutta la creazione (perché come dice Gv 1,3: “tutto è stato fatto per mezzo di lui”) ed Egli è generato prima, allora vuol dire che non appartiene alla creazione. Infatti, sempre in Col subito dopo si dice che “Egli è prima di tutte le cose”. Se è generato dal Padre, è consustanziale a Lui e fa parte della Trinità. Questo è stato spiegato molte volte nel sito, ma siccome insistono a diffondere bugie, insistiamo anche noi a correggere.
Prima di venire sulla terra Gesù visse in cielo, dove fece ritorno dopo la sua morte di sacrificio e la sua risurrezione.

Spiegatevi meglio, per favore. In cielo c’era Michele arcangelo, di cui Geova prese la forza vitale angelica (impersonale), la trasformò in forza vitale umana (impersonale), e la trasferì nel grembo di Maria. Così nacque l’uomo Gesù. La risurrezione è in realtà una ricreazione, perché la morte per la WTS è un ritorno nel nulla. Quindi viene ricreata una copia del fu Michele arcangelo. Tra i 3 personaggi della storia non c’è alcuna continuità.
A pag. 9:
4. Il Regno di Dio Si tratta di un vero governo celeste con a capo un Re, Gesù Cristo, e 144.000 persone, ‘comprate dalla terra’, che regneranno con lui. (Rivelazione [Apocalisse] 5:9, 10; 14:1, 3, 4; Daniele 2:44; 7:13, 14) Governeranno su una terra purificata da tutta la malvagit`a e abitata da milioni di esseri umani timorati di Dio. — Proverbi 2:21, 22.

Avete dimenticato di dire che questa trovata del governo e della terra paradisiaca l’avete inventata nel 1935 per ragioni di comodo. Prima credevate che si salvavano solo 144.000 in cielo. Siccome avete scritto che non interpretate la Bibbia, ora vi chiedo: E’ la Bibbia che ora dice una cosa ora un’altra oppure siete voi a interpretarla in modi diversi?
“Dio . . . non puo` mentire”. (Tito 1:2)

Però chi insegna la dottrina può sbagliare per incompetenza o per ignoranza oppure può egli stesso mentire. Tu, cara WTS, dove pensi di stare? Tra gli incompetenti o tra i bugiardi???
I testimoni di Geova battezzano solo coloro che, dopo uno studio approfondito della Bibbia, decidono di servire Dio come suoi Testimoni. (Ebrei 12:1)

Sbaglio o in alcune pubblicazioni si legge del battesimo di bambini o ragazzi minorenni? Questi hanno fatto uno studio approfondito della Bibbia???
La distinzione fra clero e laicato […]“Voi siete tutti fratelli”,disse Gesù ai suoi seguaci. (Matteo 23:8) Fra i primi cristiani, scrittori della Bibbia inclusi, non esisteva una classe clericale. I testimoni di Geova si attengono a questo modello

Questa è una questione di interpretazione. Secondo la CC, c’è il sacerdozio comune di tutti i battezzati e il sacerdozio ministeriale che distingue il clero dai laici. Perché non ricordare la distinzione tra Unti e altre pecore??? Esisteva tra i primi cristiani o è stata inventata nel 1935? Perché non ricordare che gli Unti sono “sottosacerdoti con Cristo”??? E quel versetto citato cosa vorrebbe insinuare? Che fra me e il mio amico prete, o il vescovo o il Papa non c’è un legame di fratellanza? Scusate, cari tdg, ma anche voi non avete i proclamatori, gli anziani, i sorveglianti, il CD???
Finiamo con la copertina sul retro della rivista:
In che modo insegnano i testimoni di Geova? Coloro che studiano sono invitati a fare domande e a constatare di persona come risponde la Bibbia. In seguito, in base a ciò che imparano da essa sono liberi di decidere quale religione seguire.

Ok, ma guai a fare domande complesse! O a fare osservazioni pertinenti! Il proclamatore potrebbe rispondere: “Tu non studi con cuore sincero!” A rispondere è la Bibbia o chi la insegna? Cara WTS, non nasconderti dietro il paravento della Bibbia. Come abbiamo visto sopra, a me la Bibbia risponde in modo diverso.
Abbiamo letto sopra che avevamo il diritto di avere risposte veritiere. Non le abbiamo avute.
:grazie: :ciao:
Le verità della fede sono una collana di perle preziose, tenute insieme da un filo che è la divinità di Cristo. Tagliato il filo perdete tutta la collana. (padre A. Gasparino)
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=78
Citocromo
Utente Junior
 
Messaggi: 635
Iscritto il: 18/07/2009, 9:36

Messaggiodi Citocromo » 17/08/2010, 22:00

A pag. 4:
Cosa hanno detto di loro
Vediamo in Italia:
“Trentamila all’Olimpico, in silenzio...Non una carta, non un rumore, non un grido. Lo stadio Olimpico, ieri, era così...Non un gesto scomposto, una sigaretta accesa, una lattina. Solo Bibbie aperte, persone che prendono appunti, bambini silenziosi”. — L’Unità (14 agosto 1999), a proposito di un’assemblea dei testimoni di Geova a Roma.

E’ sempre così o c’è dell’altro?
Ne “Il Ministero del Regno” 5/1978 leggiamo:
“Alcuni fratelli manifestano una tendenza a stare meno attenti alla loro condotta quando sono lontani dalla propria congregazione. Spesso questa mancanza dl ritegno cristiano si verifica fuori del luogo del congresso, riunendosi dopo le sessioni dell'assemblea in alberghi,ristoranti o altrove. […]In qualche caso non avendo padronanza di sè durante balli mondani hanno recato molto biasimo, essendo persino indotti a commettere immoralità. Le festicciole tenute nelle camere d’albergo sono a volte diventate così rumorose e sfrenate che si è ecceduto nel bere, lasciando poi in giro numerose bottiglie di liquore e altri rifiuti così che il giorno dopo le cameriere hanno dovuto raccoglierli e ripulire tutto. (Efes. 5:3,4,18) In un caso un fratello si lamentò con l’albergatore per il baccano che veniva fatto fin tardi nella stanza accanto. Cosa avreste fatto quando l’albergatore rispose: “Sono testimoni di Geova”? […] Alcuni genitori non sono intervenuti quando i figli correvano urlando e schiamazzando per tutto l’albergo, quando si divertivano ad andare su e giù in ascensore, a volte provocando gravi danni, o gettavano sassi nella piscina e contro le macchine parcheggiate. Tale condotta è stata molto seccante per alcuni del mondo ospiti dell’albergo o del camping e per la direzione, oltre che per i nostri fratelli che stavano nello stesso luogo. […] Come disse un albergatore: “Prenotano una camera in due e la occupano in cinque, accendono fornelli elettrici, e chiedono altri asciugamani.” Almeno in sei città albergatori hanno riferito che alcune persone che assistevano alle nostre assemblee hanno fatto questo. A causa di questi cattivi esempi alcuni albergatori hanno detto che piuttosto di avere di nuovo i testimoni di Geova preferiscono chiunque altro”.

Ne “Il Ministero del Regno” di Giugno 1986 leggiamo:
“Alcuni giovani Testimoni ospiti di un albergo hanno trascorso molto tempo a giocare a tennis, a camminare nel giardino e a ballare la break-dance con l’accompagnamento di musica ad alto volume. Una sorella che lavora in un altro albergo era molto imbarazzata per il comportamento tenuto da alcuni testimoni di Geova che erano ospitati lì. Sembravano eccedere nel bere e lasciarono alcune camere molto sporche. La direzione ne ha avuto un'impressione molto negativa. Anche se forse si tratta di casi isolati, possiamo capire che occorre stare molto attenti al nostro comportamento e all’impressione che diamo agli altri”.
:grazie: :ciao:
Le verità della fede sono una collana di perle preziose, tenute insieme da un filo che è la divinità di Cristo. Tagliato il filo perdete tutta la collana. (padre A. Gasparino)
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=78
Citocromo
Utente Junior
 
Messaggi: 635
Iscritto il: 18/07/2009, 9:36

Messaggiodi vitale » 19/08/2010, 22:23

In poche parole, dapprima autoreferenziatisi "soldati di Cristo", passa il tempo ... .. "guerrieri" internettiani.
La "rete" é sempre li, e, per chi non vuol caderci
Immagine


ma purtroppo anche la mente vuole la (sua) parte, piaccia o no.
Passa il tempo e viene il sospetto (ci si accorge) che l'amore tanto decantato non é meno di noi, prima,
accettando una nuova condizione, instabile, incostante, mutevole, volubile.
Il tempo fa da padrone e il fedele...
La famiglia, i figli, la religione, la politica, non hanno più spina dorsale
Presentazione
vitale
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4060
Iscritto il: 30/08/2009, 10:19

Messaggiodi Lucio » 19/08/2010, 22:36

Citocromo ha scritto:A pag. 4:
Cosa hanno detto di loro
Vediamo in Italia:
“Trentamila all’Olimpico, in silenzio...Non una carta, non un rumore, non un grido. Lo stadio Olimpico, ieri, era così...Non un gesto scomposto, una sigaretta accesa, una lattina. Solo Bibbie aperte, persone che prendono appunti, bambini silenziosi”. — L’Unità (14 agosto 1999), a proposito di un’assemblea dei testimoni di Geova a Roma.



Quando han scritto l'articolo si parlava delle 14.30 della domenica, discorso pubblico manoscritto sulle profezie... tutti ronfavano! :sorriso:
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi berescitte » 01/09/2010, 22:50

Quoto l'ottima disamina della Svegliatevi fatta da Citocromo. :appl:
Avatar utente
berescitte
Nuovo Utente
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 16/06/2009, 22:47


Torna a Domande sui Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici