Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Ultima data per la fine

Un'analisi delle pubblicazioni passate e presenti dei TdG

Moderatore: Achille

Ultima data per la fine

Messaggiodi Wyclif » 21/05/2019, 14:52

Visto le continue negazioni dei loro stessi scritti da parte dei Tdg sulle continue date per la fine che hanno stampato da quando hanno avuto inizio per opera di un Americano, il famosissimo Russell, ho pensato di scrivere una recente telefonata avuta un mio strettissimo parente per telefono, ci siamo sentiti per i normali convenevoli e il discorso e scivolato sul fatto i tempi sono difficili ed era giusto che mi preoccupassi della mia spiritualità, così egli mi ha invitato a non mancare alla prossima assemblea perché abbiamo bisogno di mostrarci "amore gli uni gli altri" e perché la fine è vicina, al che gli ho detto; "non mi necessita come ho letto nelle vostre pubblicazioni ho altri 15 anni di vita se non me ne vado per complicazioni fisiche ." Da li e nata una chiacchierata che nulla di fatto e stata raggiunto, nonostante gli elencassi la rivista sotto indicata, mi risponde che " non vado a rileggere nessuna Torre di Guardia perché credo al "Corpo Direttivo" Risposta stupidissima perché La Bibbia ci esorta a "accertatevi di ogni cosa e attenetevi a ciò che e eccellente"

Le date della fine dei TdG ne sono numerosissime egregiamente elencate con chiara documentazione da Achille in: https://www.infotdgeova.it/profezie/date.php

Ma ultima "data" proposta ho pensata di pubblicarla perché qualche curioso Tdg possa vedere con i suoi occhi - accecati in sala - cosa riportano le sue pubblicazioni.



ULTIMA DATA DELLA FINE proposta dal corpo Direttivo dei Testimoni i di Geova : "2034 specificata in modo implicito nella Torre di Guardia del 2003


Torre di Guardia 15/12/2003/ pag.15

"....Ai giorni di Noè, Geova dichiarò: “Il mio spirito non agirà certo indefinitamente verso l’uomo, in quanto egli è anche carne. Pertanto i suoi giorni dovranno ammontare a centoventi anni”. (Genesi 6:3) L’emanazione di questo decreto divino nel 2490 a.E.V. segnò l’inizio della fine di quel mondo empio. Pensate cosa significava per le persone di allora! Solo 120 anni ancora e Geova avrebbe portato “il diluvio di acque sulla terra per ridurre in rovina ogni carne in cui è attiva la forza della vita di sotto i cieli”. — Genesi 6:17.

7 Noè fu avvertito della futura catastrofe con decenni di anticipo e usò saggiamente il tempo per prepararsi a sopravvivere ad essa. “Dopo aver ricevuto divino avvertimento di cose non ancora viste”, dice l’apostolo Paolo, “[Noè] mostrò santo timore e costruì un’arca per la salvezza della sua casa”. (Ebrei 11:7) Che dire di noi? Sono passati circa 90 anni da che nel 1914 iniziarono gli ultimi giorni di questo sistema di cose. Siamo senz'altro nel “tempo della fine”. (Daniele 12:4) Come dovremmo reagire agli avvertimenti che ci sono stati dati? “Chi fa la volontà di Dio rimane per sempre”, dice la Bibbia. (1 Giovanni 2:17) Ora è quindi il tempo di fare la volontà di Geova con vivo senso di urgenza."
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1739
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi Morpheus » 21/05/2019, 16:56

Mmmmm, sembra piu' un lanciare il sasso e nascondere la mano: "per Noe' e' arrivato dopo 120 anni, noi siamo a 90...". Me non dicono piu' delle date certe e sottintendono sempre.

Dello stesso tenore ricordo un Kingdom Ministry del NonRicordoLAnno che chiedeva se quella commemorazione sarebbe stata l'ultima. "Sara' questa l'ultima commemorazione che celebreremo? Non possiamo dirlo...", e allora perche' metti per iscritto che potrebbe esserlo? Per sottintendere e lasciar pensare.

Sono diventati codardi. Una volta prendevano i rischi e dicevano le scemenze che che credevano...
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Morpheus
Utente Senior
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi deliverance1979 » 21/05/2019, 21:10

Me la ricordo quella rivista.

Ma poi, se anche il 2034 passa e la fine non viene, le cartucce se le sono sparate tutte.

Oltre che, il giorno e l'ora nessuno lo sa, quindi fare dietrologia e parallelismi con degli eventi biblici del passato non avrebbe alcun senso.

Tuttavia c'è da dire una cosa inquietante per i nostri poveri TDG.

In questi 120 anni da che Geova decise il Diluvio a quando poi lo portò effettivamente, sono compresi anche i famosi 40 anni, quelli più significativi, della predicazione di giudizio di Noè e della costruzione dell'Arca.

I nostri poveri sfigati del Corpo Direttivo e di coloro che li seguono, si sono dimenticati un piccolo dettaglio.

Nella Bibbia, quando Dio stabiliva un giudizio, nel momento in cui incaricava il profeta o gruppo di persone che doveva annunciare tale giudizio, iniziava il famoso countdown o conto alla rovescia.

Tutto era previsto da Geova (essere onnipotente) in maniera millimetrica.
Età del profeta o incaricato alla predicazione, tempo di predicazione e via dicendo.
Tutto doveva riportare, anche con l'età media delle persone che dovevano ascoltare questo messaggio.
Di conseguenza, anche se in questo lasso di tempo in cui si doveva predicare o annunciare questo giudizio, qualcuno degli ascoltatori sarebbe morto di vecchiaia o per altre cause, la stragrande maggioranza di coloro che ricordavano l'inizio di quest'opera dovevano essere in vita o per ricordare la salvezza e quindi questo significava l'aver accettato il messaggio, o per aver ricordato la propria morte perchè hanno rinnegato il messaggio.

I nostri poveri TDG, sfigati, sono 145 anni (dal 1874) che con le cialtronate di Russell prima, Rhuterford poi, ed ancora Knorr e Franz e via dicendo, provano a predirre l'Harmagheddon.

Ma secondo loro, se Geova esiste, e se veramente la fine doveva venire, aspettava 145 anni?
Geova non conosce l'età media delle persone che devono percepire il messaggio.

Con 145 anni sono passate due generazioni una completamente estinta di 80 anni di vita media, e l'altra di 65 anni prossima alla fine.
Se poi consideriamo le generazioni come età media di 25 anni, allora qui le cose peggiorano, iniziamo quindi questo viaggio verso l'autodistruzione dei TDG e delle loro speranze....

La prima generazione che consideriamo, diciamo che è stata quella che è nata proprio durante la prima fase della nascita di questo movimento, ovvero nel 1874 dove Russell fonda gli studenti biblici.
Siamo buoni, perchè sennè dovremmo considerare la prima generazione quella di Russell e di coloro che diedero vita a questo movimento, nati almeno 25 anni prima e quindi nel 1849.
Ma siccome questo sarebbe da vigliacchi, e sarebbe come sparare sulla croce rossa mentre carica i feriti di guerra, noi soprassediamo.
Siamo buoni.

Bene, passa quindi questo primo periodo di 25 anni o prima generazione, e ci troviamo nel 1899, dove nascono i primi figli, e diciamo di iniziare a datare queste nascite e quindi la nuova o seconda generazione a partire dal 1900.
Quindi nel 1900 abbiamo: la prima generazione che ha 26 anni e la seconda generazione che ha 1 anno.

Passano altri 25 anni, e stiamo nel 1925.
Abbiamo superato il 1914 e diciamo che questa è la generazione ideale per ricordare la fine, quella che, secondo il secondo intendimento, doveva durare 70 - 80 anni ed arrivare fino al 1994. :ciuccio:
Nel 1926 abbiamo la prima generazione che ha 52 anni, la seconda generazione che ha 26 anni e la terza generazione che ha 1 anno.

Passano altri 25 anni, e ci troviamo nel 1951, la seconda guerra mondiale è passata, molti della prima generazione sono morti o prossimi ad esserlo, visto che hanno 77 anni, mentre la seconda generazione ha 51 anni e la terza generazione ha 25 anni.
Nel 1952, diciamo che la prima generazione è bella che andata (con 78 anni di età media), la seconda generazione ha 52 anni, la terza generazione ne ha 26 e nasce quindi la quarta generazione.
La predicazione continua, le fanta cazzate bibliche si sprecano, la fine è imminente, ci sono i segni dei tempi che lo dimostrano.

Passano altri 25 anni e stiamo nel 1977.... ahh che poesia, voi poveri apostati delle tenebre di fuori non capite.
il 1975 è passato da poco e vi siete salvati solo per il rotto della cuffia e per l'immeritata benignità di Geova.
Rifacciamo sempre il punto della situazione.
La prima generazione è praticamente estinta, avrebbe un'età media di 103 anni.
La seconda generazione ha 76 anni, ed è quindi prossima all'estinzione.
La terza generazione ha 51, mentre la quarta generazione ha 25 anni.
Arriva il 1978, ci siamo, un altr'anno nascerò io... mica un evento da poco.... ma l'anno prima abbiamo:
La seconda generazione che ha un'età media di 77 anni, la terza generazione che ha 52 anni, la quarta generazione che ha 25 anni e nasce finalmente la famosa quinta generazione di TDG.... ahh no?

Passano altri 25 anni, nasco quindi anche io (nel 1979) ed arriviamo nel 2003, che cosa abbiamo:
La seconda generazione è anch'essa estinta, poichè avrebbe un'età media di 101 anni. La terza generazione ha 77 anni, la quarta generazione ha 50 anni, e la quinta generazione ha 25 anni.
Passa un altro anno, ed arriviamo al 2004, dove la terza generazione ha 78 anni, la quarta generazione ha 51 anni, la quinta generazione ha 26 anni e finalmente nasce la sesta generazione di TDG....

Voi apostati ed apostate non pensate a fare battuti, brutti porci, scrofe, cagne e cani.... VERGOGNATEVI
La bibbia è chiarissima, la fine è imminente....

Arriviamo quindi ad oggi, anno del Signore 2019.

Come stiamo messi?

Bè, immagino che la terza generazione, dove nel 2003 aveva 77 anni, dopo 16 anni, alla veneranda età di 93 anni si è praticamente quasi estinta.
La quarta generazione avrebbe 66 anni, età pensionabile, la quinta generazione, ovvero la mia, ha 41 anni suonati e la sesta generazione ha 17 anni...

Ma i TDG, a chi vorrebbero prendere per il culo con le loro vaccate da fine imminente?
Risposta, immagino solo a loro stessi.

Che senso ha avuto predicare le fanta vaccate bibliche a tre generazioni estinte ed una prossima all'estinzione?

Nei giudizi di Dio, quando prediceva un giudizio, aveva in mente questo schifo qui?

Commento polemico per i TDG internettiani.

Quello che loro continuano a difendere, ovvero il bellissimo stile di vita geovista, imposto ai nati con la forza della coercizione psicologica, e funzionale a preservare questi poversi sfigati dall'imminente fine di questo sistema di cose, aveva un senso solo se la fine sarebbe venuta, e quindi, tali sacrifici erano necessari per poter entrare nel nuovo mondo.
Ma tutte le pippe educative, di rinunce, di umiliazioni, di diversità, a che cosa sono servite a tre generazioni e mezza di TDG che non solo non hanno ricordato la fine, ma la stanno ancora aspettando.
E da quando è iniziato questo teatrino grottesco fatto di fanta vaccate propinate in quantità industriale dal corpo direttivo, le parole che sono sempre un evergreen nelle riviste della WTS sono:

Fine imminente, ultimi giorni, poco tempo, il nuovo mondo è a portata di mano.... :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

Dire che sono vomitevoli è un complimento....

Scusate la lungaggine.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5468
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Socrate69 » 21/05/2019, 21:23

Per quanto tempo ancora riusciranno ad andare avanti così, dicendo che la fine è prossima, fregando (nel senso Treccani 2b) tanti creduli ?
È solo una questione di tempo. Intanto, quando si viene a conoscere la vera natura di questa organizzazione, che è tutto fuorché sincera, e che nessun dio la guida, solo uomini esperti nell'inganno, il passo successivo e naturale è quello di scappare, lontano.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4015
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Wyclif » 22/05/2019, 4:29

deliverance1979 » ieri, 21:10

Hai fatto una esauriente trattazione,

e l'ultima analisi che la Torre di Guardia sopra citata mostra che il Corpo Direttivo benché (non ci sia scritto 2034) ma in modo IMPLICITO lo ha fatto capire, quindi a voglia di negare essi hanno proposto nero su bianco anche una data per la fine fra 16 anni. Certo che come profeti hanno fallito, hanno iniziato a sparare date iniziando come prima data il 1799.. ecc, anche un bambino che sa leggere noterebbe che la Torre di Guardia scopra citata spinge con il ragionamento a fare calcoli.

Che ai Testimoni di Geova piace o no, è inutile negare ciò che il CD scrive, ciò che scrivono rimarrà sempre scritto a voglia di negare.
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1739
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi deliverance1979 » 22/05/2019, 7:52

Volevo aggiungere un'altra riflessione....

Wyclif ha scritto: L’emanazione di questo decreto divino nel 2490 a.E.V. segnò l’inizio della fine di quel mondo empio. Pensate cosa significava per le persone di allora! Solo 120 anni ancora e Geova avrebbe portato “il diluvio di acque sulla terra per ridurre in rovina ogni carne in cui è attiva la forza della vita di sotto i cieli”.


Quindi significa che dal 2490 al 2270 a.E.V. era iniziato il conto alla rovescia.
Ma vediamo come i TDG si incartano da soli tra le loro scempiaggini bibliche della fine imminente, ed il parallelismo che vogliono continuamente fare con il diluvio Noetico.

Da Perspicacia volume 2 (it-2 pp. 397-399) alla voce Noè

"Geova decide di distruggere quel mondo. Geova Dio stabilì un limite di tempo per l’esistenza di quel mondo empio, dicendo: “Il mio spirito non agirà certo indefinitamente verso l’uomo, in quanto egli è anche carne. Pertanto i suoi giorni dovranno ammontare a centoventi anni”. (Ge 6:3) Questo era un decreto giudiziario di Dio. Circa 20 anni dopo (2470 a.E.V.) nacque il primo figlio di Noè (probabilmente Iafet), e dalla narrazione si desume che un altro figlio, Sem, nacque due anni più tardi. L’epoca della nascita di Cam non è precisata, ma i tre figli erano adulti e sposati quando Noè ricevette da Dio l’ordine di costruire un’arca. È quindi probabile che allora mancassero solo 40 o 50 anni al Diluvio. (Ge 6:13-18) Ora che Geova aveva fatto un patto con lui (Ge 6:18), e con l’aiuto della famiglia, Noè si mise all’opera come costruttore e “predicatore di giustizia”, avvertendo quella generazione malvagia dell’incombente distruzione. — 2Pt 2:5."

Se vogliamo essere logici e trovare una giustificazione "protestante letteraria" a questa vicenda, possiamo dire che siccome l'opera di Geova è perfetta e lui prevede i tempi e le stagioni, la venuta del Diluvio doveva soddisfare i seguenti requinsiti.

1 - La malvagità della terra doveva raggiungere un picco molto elevato ma non distruttivo, il diluvio doveva venire poco prima quini, e nel fare questo, si vede che secondo le proiezioni di crescita demografica e di incremento della violenza, 120 anni erano il limite massimo.

2 - Geova doveva trovare una persona che annunciasse questa fine, ed in questo periodo di tempo, ovvero dal momento che decreta tale venuta del Diluvio, a partire dal 2490 a.E.V. egli doveva trovare questo candidato individuato in Noè.

3 - Siccome la fine del mondo sarebbe venuta in maniera spettacolare, con un Diluvio delle acque e la salvezza dei giusti sarebbe venuta in maniera altrettanto spettacolare, per mezzo di un arca, come ben sapete lo spettacolo è un arte che necessita di tempo e preparazione, quindi, 120 anni dovevano essere sufficienti per preparare tutto questo, si chiama pianificazione. In questo lasso di tempo preparatorio alla fase finale, ovvero la costruzione dell'Arca e la predicazione del giudizio, Noè doveva essere affiancato da altri, e quindi, si doveva aspettare che Noè avesse dei figli e che questi crescessero e raggiungessero un'età ed una maturità tale da poterlo aiutare.

4 - Quando Dio annuncia la sua intenzione di portare il Diluvio 40 o 50 anni prima, quindi siamo all'incirca 2450 - 2440 a.E.V. Noè era adulto, i figli erano adulti, la malvagità era elevata ma non troppo. Tutto convergeva con i piani previsionali di Geova. Questo era il momento perfetto per attuare tale piano di Giudizio del Mondo.

5 - Dio annuncia quindi a Noè la sua intenzione di distruggere quel mondo tra l'anno 2450 - 2440 a-E-V-, passano 40 - 50 anni, l'Arca lentamente viene costruita, gli animali raccolti, la gente avvisata e, settimana più, settimana meno, al termine di tutto questo, il Diluvio viene.
Ora, Noè, man mano che completava l'Arca e prendeva confidenza con le tempistiche di costruzione e la tabella di marcia, sapeva che per la fine di quel mondo non potevano rimanere chissà quanti decenni.
Quando arrivò alla fase finale, ovvero l'Arca quasi finita, molti animali raccolti e via dicendo, non avrebbe mai immaginato che potevano mancare ancora chissà quanti altri decenni.
Forse poteva pensare che la fine sarebbe sopraggiunta un anno o due anni dopo, ma non 20 anni dopo.

Ora, a prescindere se l'Arca sia esistita o meno, se gli animali erano tutti o la metà, se il Diluvio è venuto oppure no, il racconto e l'analisi di questo evento portano a queste conclusioni logiche.

Vogliamo fare lo stesso paragone con le vaccate geoviste?
Se è vero che nel 1874 Dio vede in Russell ed in quegli studenti biblici una moderna figura noetica, ovvero coloro che dovrebbero capire il messaggio biblico, annunciarlo al mondo ed aspettare la fine, vuol dire che in quel periodo, per fare un parallelimso con Noè, è come se ci trovassimo nel 2450 - 2440 a.E.V.
Il 1914, ovvero l'anno simbolo per i TDG che sancisce l'inizio degli ultimi giorni (secondo la loro mente contorta), può essere paragonato alla costruzione dell'arca vera e propria, ovvero all'individuazione ufficiale del periodo della fine.

Ora, come ho ben descritto sopra, dal 1874 ad oggi, tre generazioni di TDG si sono estinte senza vedere la fine, la quarta generazione è in età molto avanzata, la quinta generazione (la mia) è di circa mezza età la sesta generazione è adolescente.
Ma la fine non si è ancora vista.

Ma abbiamo visto l'imbarazzante susseguirsi di date farlocche e nuovi revisited.

1 - nel 1914 gli studenti biblici dovevano essere rapiti in cielo con Russell e la fine del mondo venire.... niente... :ciuccio:

2 - Il 1914 è l'inizio degli ultimi giorni che dovrebbero finire entro una generazione di 70 - 80 anni ed arrivare quindi al 1994.... e logicamente non accade nulla.... :ciuccio:

3 - 1995 cambia l'intendimento sulla generazione che non è più in funzione dell'età di un uomo (70 - 80 anni) ma del periodo storico che iniziando nel 1914 ha in se tutti gli eventi profetizzati nella bibbia e riferiti a questo periodo di tempo (Guerre, pestilenze, terremoti, predicazione della buona notizia, aumento della malvagità, inquinamento, etc).

4 - 2007 Cambia ancora l'intendimento sulla generazione e questa viene ora riferita agli unti o 144000, coloro che regneranno con Cristo in cielo. Tale numero inizia dal periodo degli apostoli nel I° secolo, e Russell, che giunge 1774 anni dopo la morte dell'ultimo apostolo San Giovanni, rivendica il fatto di far parte di loro e di raccogliere altri unti rimasti. Nel 1930 - 35 i TDG dicono che gli unti o 144000 sono stati tutti raccolti (non sapendo quanti fossero già unti nel periodo che va dal 100 dopo Cristo al 1935). Dopo 72 anni, nel 2007, dicono che in realtà tale numero non era stato completato e che quindi mancano ancora altri per raggiungere questa quota di fondamentale importanza per la fine di questo mondo, visto che dovranno essere insieme a Cristo giudici per l'umanità.

Come potete notare, non esiste limite all'auto convincimento nelle fanta cazzate.

Forse per i TDG è meglio non fare parallelismi con la bibbia, che ci fanno più bella figura.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5468
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Matrix@ » 22/05/2019, 19:15

Non hanno più bisogno di date precise. Oramai basta dire "siamo vicini" o "la fine è imminente" e il gregge segue la voce del pastore. Si possono sciorinare tutte le pubblicazioni scritte dal 1874 ad oggi, elencare tutti i fallimenti accumulati nel corso di decenni ma al tdg zelante non interessa perché ha fiducia nel C.D., al tdg medio non interessa perché nemmeno le ricorda, al tdg borderline non frega nulla perchè va in sala solo per convenienza..
Matrix@
Nuovo Utente
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 13/04/2019, 13:03

Messaggiodi deliverance1979 » 22/05/2019, 20:27

Matrix@ ha scritto:Non hanno più bisogno di date precise. Oramai basta dire "siamo vicini" o "la fine è imminente" e il gregge segue la voce del pastore. Si possono sciorinare tutte le pubblicazioni scritte dal 1874 ad oggi, elencare tutti i fallimenti accumulati nel corso di decenni ma al tdg zelante non interessa perché ha fiducia nel C.D., al tdg medio non interessa perché nemmeno le ricorda, al tdg borderline non frega nulla perchè va in sala solo per convenienza..


Vero, molti TDG non sanno neanche di che stiamo parlando, ma almeno facciamoli sentire dei poveri co.....i :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:
Che tali nostre esposizioni rimangano ai posteri e che non si dica, come mai chi sapeva non ha parlato. :ok:

Penso che alla fine, la nostra opera possa essere (per quanto minima) utile a tutti coloro che potrebbero essere incuriositi dai TDG, o che essendone dentro, non hanno degli strumenti di analisi critica o il coraggio per uscirne.
Poi, se vogliono rimanere a gingillarsi nelle loro fanta vaccate, che facciano pure.

Alla fine la libertà è una cosa che va conquistata singolarmente e con i propri tempi, noi possiamo dare il nostro punto di vista, di chi ci è stato ed ha saputo. :strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5468
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi brisa » 22/05/2019, 20:49

Giusto per chiarimento...
il 2034 è implicito solo per voi.
Avatar utente
brisa
Utente Junior
 
Messaggi: 740
Iscritto il: 24/01/2011, 10:24

Messaggiodi deliverance1979 » 22/05/2019, 20:57

brisa ha scritto:il 2034 è implicito solo per voi.


Il 2034 esce come conseguenza logica tra i 120 anni che Dio decretò come tempo massimo prima della venuta del Diluvio, ed il 1914 tanto caro ai TDG.
Al che potrei replicarti, come mai in quella scrittura si parlava prima di 120 anni del diluvio, poi del 1914, e siccome la torre di guardia in essere venne scritta nel 2003 o 2004, lo schiavo fedele e discreto, nel paragrafo ha inserito l'allusione che dal 1914 erano passati 90 anni.
Ma quanto sono buffoni e miseri.

Ormai qui stiamo speculando alla grande.
Ma per ogni giorno che passa, anno che passa decennio che passa, noi poveri apostati delle tenebre di fuori e figli di Satana ci facciamo quattro risate, loro ci fanno una figura di me..a
Poi possono citare tutte le scritture minacciose che vogliono, Paolo, Giovanni, Luca e Giutildre...

Ad oggi, apostati 3 (generazioni di TDG sotterrate nell'attesa della venuta della fine), TDG 0.
Intanto aspettiamo.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5468
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi brisa » 22/05/2019, 21:25

Deliverance, credimi, in questo caso chi sta speculando non sono i tdG.
Avatar utente
brisa
Utente Junior
 
Messaggi: 740
Iscritto il: 24/01/2011, 10:24

Messaggiodi deliverance1979 » 22/05/2019, 21:57

Caro Brisa, perchè mettere in evidenza i 120 anni della scrittura, con i 90 anni di tempo che passano tra il 1914 ed il 2003, anno della stesura dell'articolo?

"....Ai giorni di Noè, Geova dichiarò: “Il mio spirito non agirà certo indefinitamente verso l’uomo, in quanto egli è anche carne. Pertanto i suoi giorni dovranno ammontare a centoventi anni”. (Genesi 6:3) L’emanazione di questo decreto divino nel 2490 a.E.V. segnò l’inizio della fine di quel mondo empio. Pensate cosa significava per le persone di allora! Solo 120 anni ancora e Geova avrebbe portato “il diluvio di acque sulla terra per ridurre in rovina ogni carne in cui è attiva la forza della vita di sotto i cieli”. — Genesi 6:17.

7 Noè fu avvertito della futura catastrofe con decenni di anticipo e usò saggiamente il tempo per prepararsi a sopravvivere ad essa. “Dopo aver ricevuto divino avvertimento di cose non ancora viste”, dice l’apostolo Paolo, “[Noè] mostrò santo timore e costruì un’arca per la salvezza della sua casa”. (Ebrei 11:7) Che dire di noi? Sono passati circa 90 anni da che nel 1914 iniziarono gli ultimi giorni di questo sistema di cose. Siamo senz'altro nel “tempo della fine”. (Daniele 12:4) Come dovremmo reagire agli avvertimenti che ci sono stati dati? “Chi fa la volontà di Dio rimane per sempre”, dice la Bibbia. (1 Giovanni 2:17) Ora è quindi il tempo di fare la volontà di Geova con vivo senso di urgenza."

Cioè dai, la presa per il culo è continua.
Nel 1874 pensavano che la fine doveva venire nel 1914 e quindi senso di urgenza.

dopo il 1914, abbozzarono diversi anni in cui la fine poteva venire.

Tutto accompagnato con un senso di urgenza e tutto il pathos relativo.
Rinunciare alle cose superflue, spendersi per la verità, mantenere lo sguardo verso il nuovo mondo.

Dai su, la vita di un uomo è di 80 anni, su 145 anni, quante generazioni di TDG hanno seguito tale illusione, auto convincendosi ore all'accadimento di questo evento politico, o di un nuovo intendimento o di una situazione storica che il tempo fosse prossimo alla fine.
Eppure, tutti morti di vecchiaia e tramandato queste ansie ai loro figli e nipoti, morti di vecchiaia anche loro.
Tre generazioni Brisa, tre, mica una.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5468
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Socrate69 » 23/05/2019, 5:12

L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4015
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi deliverance1979 » 23/05/2019, 7:09

Un piccolo esempio dell'idiozia dei TDG.
Basta solo prendere questa rivista, la torre di guardia del 1979 (w79 1/4 pp. 5-8), figurati quindi con quali premesse dottrinali stavo per nascere e venire educato da li a pochi anni.... che culo...

dal sottotitolo

EVIDENZA SCHIACCIANTE

Una convincente prova che ora siamo negli “ultimi giorni” si trova nell’opera che il Signore Gesù Cristo ha diretto su questa terra dal fatidico anno 1914. Essa adempie quella parte della sua grande profezia riportata in Matteo 24:14:

“E questa buona notizia del regno sarà predicata in tutta la terra abitata, in testimonianza a tutte le nazioni; e allora verrà la fine”.

Proseguendo questa stessa profezia, Gesù descrisse come sarebbe stata compiuta quest’opera sulla terra sotto la direttiva sua e dei santi angeli del cielo:

“Quando il Figlio dell’uomo sarà venuto nella sua gloria, e tutti gli angeli con lui, sederà quindi sul suo glorioso trono. E tutte le nazioni saranno radunate dinanzi a lui, ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri. E metterà le pecore alla sua destra, ma i capri alla sua sinistra”.

I giusti, la classe delle “pecore”, vanno alla vita eterna, ma i “capri” ingrati alla distruzione eterna. — Matt. 25:31-46.

Così, negli “ultimi giorni”, dev’essere data una grande testimonianza mondiale riguardo alla venuta del regno di Cristo. È stata data tale testimonianza dal 1914? Senz’altro! Gli storici moderni dicono che i testimoni di Geova hanno coperto la terra con la loro predicazione. E i risultati? Per il 1977 avevano distribuito 4.831.823.111 Bibbie e pubblicazioni che spiegano la Bibbia in 210 diverse lingue, fatto oltre due milioni di discepoli cristiani in 216 paesi e territori e confortato milioni d’altri con gratuiti studi biblici a domicilio. Quest’opera, compiuta in adempimento della profezia di Gesù, è una schiacciante evidenza che siamo proprio negli “ultimi giorni”.


Letta adesso, con il senno del poi, dopo 40 anni, ohh, ripeto, 40 anni, non 4 mesi....
che tipo di commento o di reazione si potrebbe avere nei confronti di tutto questo?

Immagine
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5468
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi mario » 23/05/2019, 10:54

Ogni generazione passata, esistente e futura ha ricevuto la sua dose di (vaccate) speranza. E continuerà sempre così con nuove (vaccate) speranze e, come comprare un gratta e vinci nella speranza di avere il biglietto fortunato nel periodo giusto al momento giusto.
È difficile sapere cosa sia la verità, ma a volte è molto facile riconoscere una falsità.
A. Einstein
La falsità è la verità degli altri.
O. Wilde
La religione è vera per la plebe, falsa per il saggio e redditizia per quelli che ne fanno un mestiere.Seneca


Presentazione
Avatar utente
mario
Utente Junior
 
Messaggi: 845
Iscritto il: 11/01/2011, 17:00

Messaggiodi Wyclif » 23/05/2019, 12:01

deliverance1979 ha scritto:
Il 2034 esce come conseguenza logica tra i 120 anni che Dio decretò come tempo massimo prima della venuta del Diluvio, ed il 1914 tanto caro ai TDG.
Al che potrei replicarti, come mai in quella scrittura si parlava prima di 120 anni del diluvio, poi del 1914, e siccome la torre di guardia in essere venne scritta nel 2003 o 2004, lo schiavo fedele e discreto, nel paragrafo ha inserito l'allusione che dal 1914 erano passati 90 anni.
Ma quanto sono buffoni e miseri.



:ok: :ok: :ok:

Purtroppo il Corpo Direttivo ha insegnato a negare negare e negare-

Ma caro Brisa leggi in questo link sotto postato vedrai quante date ha scritto il TUO Corpo Direttivo che idoleggi, la data del 2034 è l'ennesima,
poi fai una cosa : fai leggere l'articolo della Torre di Guardia sopra citata in questo tema a una mente senza pregiudizi ma ISTRUITA - non con mancanza di Istruzione come li preferisce il TUO Corpo Direttivo- noterai che ti faranno il conto del 20134 automaticamente senza che tu dica niente.

https://www.infotdgeova.it/profezie/date.php
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1739
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi brisa » 23/05/2019, 15:22

Wyclif ha scritto:
deliverance1979 ha scritto:
Il 2034 esce come conseguenza logica tra i 120 anni che Dio decretò come tempo massimo prima della venuta del Diluvio, ed il 1914 tanto caro ai TDG.
Al che potrei replicarti, come mai in quella scrittura si parlava prima di 120 anni del diluvio, poi del 1914, e siccome la torre di guardia in essere venne scritta nel 2003 o 2004, lo schiavo fedele e discreto, nel paragrafo ha inserito l'allusione che dal 1914 erano passati 90 anni.
Ma quanto sono buffoni e miseri.



:ok: :ok: :ok:

Purtroppo il Corpo Direttivo ha insegnato a negare negare e negare-

Ma caro Brisa leggi in questo link sotto postato vedrai quante date ha scritto il TUO Corpo Direttivo che idoleggi, la data del 2034 è l'ennesima,
poi fai una cosa : fai leggere l'articolo della Torre di Guardia sopra citata in questo tema a una mente senza pregiudizi ma ISTRUITA - non con mancanza di Istruzione come li preferisce il TUO Corpo Direttivo- noterai che ti faranno il conto del 20134 automaticamente senza che tu dica niente.

https://www.infotdgeova.it/profezie/date.php
Ma certo, caro Wyclif, andrò da un po' di persone ISTRUITE a chiedere quanto fa 1914+120 a vedere cosa mi dicono. Certo che scrivere un articolo per una massa di IGNORANTI che non sanno fare 1914+120 mi chiedo a cosa sia servito, visto che solo gli ISTRUITI critici ex-tdG hanno capito di cosa parlava quell'articolo. Ma forse frequento assiduamente troppi IGNORANTI per capirlo da solo.
Avatar utente
brisa
Utente Junior
 
Messaggi: 740
Iscritto il: 24/01/2011, 10:24

Messaggiodi Wyclif » 23/05/2019, 15:39

Ma certo, caro Wyclif, andrò da un po' di persone ISTRUITE a chiedere quanto fa 1914+120 a vedere cosa mi dicono. Certo che scrivere un articolo per una massa di IGNORANTI che non sanno fare 1914+120 mi chiedo a cosa sia servito, visto che solo gli ISTRUITI critici ex-tdG hanno capito di cosa parlava quell'articolo. ha scritto:
.

:ok: :ok: :ok:
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1739
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi Matrix@ » 23/05/2019, 19:16

Vorrei aggiungere il mio modesto parere a quello degli altri sulla questione della speculazione .Ho letto che, parlando del 2034 come data implicita della fine, o meglio, di Armaghedon, si starebbe speculando perché l'organizzazione non ha mai indicato chiaramente questa data. Il punto però non è indicare o meno una possibile data per la fine del cosiddetto sistema di cose. L'organizzazione sa bene di non poterlo più fare senza decretare la sua fine e questa volta senza possibilità di appello. Nel 1914 si è trovato l'escamotage della parusia invisibile di Gesù. Nel 1925 quando si aspettava il riotorno dei morti viventi Abraamo Davide e altri trapassati illustri, si disse che si erano sbagliati ma comunque c'era ENTUSIASMO tipo Crozza quando imita il min.Toninelli. Nel 1975 si diede la colpa ad alcuni fratelli troppo zelanti e desiderosi di vedere il nuovo mondo. Da quel momento sulla ruota di Brooklyn si smise di dare i numeri. Neanche il tempo di registrare i primi caroselli di giubilo e una rivista degli anni '80, dice che l'opera di predicazione si sarebbe conclusa entro il ventesimo secolo.Ora, per i tdg la fine della predicazione equivale all'inizio della grande tribolazione. Non si scappa. Sarà predicata in tutta la terra abitata e ALLORA VERRÀ LA FINE. Quindi se qualcuno avesse additato il 2000 come la data di Armaghedon avrebbe semplicemente speculato oppure avrebbe avuto dalla sua una solida base fornita dalle pubblicazioni il cui redattore capo , è bene ricordarlo, è nientepopò di meno che Lo Spirito Santo? Per quanto riguarda il 2034 non è speculazione ma solo una conclusione logica. Se non aveva importanza non c'era bisogno nemmeno di paragonare il lasso di tempo che intercorse tra il diluvio e l'annuncio di questo dato da dio a Noè con i nostri tempi. Eppure è stato fatto. Basta e avanza un indizio alle volte per avere in mano qualcosa di più...
Matrix@
Nuovo Utente
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 13/04/2019, 13:03

Messaggiodi deliverance1979 » 23/05/2019, 19:49

Matrix@ ha scritto:Neanche il tempo di registrare i primi caroselli di giubilo e una rivista degli anni '80, dice che l'opera di predicazione si sarebbe conclusa entro il ventesimo secolo.


He, he, bricconcello, ma che fai apostati?

In questi giorni mi sto smanettando con Watchtower library, una vera miniera di fanta vaccate...

Notate che chicche scrivevano quelli del corpo direttivo nel 1979, quando io nacqui... :saggio: :saggio: :saggio:

Domanda ai lettori (w79 1/4 p. 31): Gesù disse: “Questa generazione non passerà affatto finché tutte queste cose non siano avvenute”. Qual è questa generazione, e quanto è lunga?

https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1978731?q=questa+generazione&p=par#h=7

Si, si lo so, fa parte della stessa rivista che ho citato qualche post precedente, ehhh, che ci volete fare, certi numeri sono veramente da incorniciare... non ci sono più le torre di guardia di una volta...

L'articolo verso la fine recita:

"Siamo così aiutati a capire la “generazione” di Matteo 24:34. Nell’uso comune il termine “generazione” può significare (1) tutti coloro che sono nati e che vivono pressappoco nella stessa epoca, o (2) il tempo medio che passa dalla nascita dei genitori a quella dei figli, di solito da 20 a 30 anni. A che cosa si riferiva Gesù? Ovviamente non usò la parola con il secondo significato, poiché nella prima applicazione la “generazione” andò dal 33 E.V. al 70 E.V., come minimo un periodo di 37 anni.

Si vede pure che con la parola “generazione” Gesù non intese solo i bambini giudei nati nel 33 E.V. Luca narra che dopo che i farisei gli ebbero chiesto quando sarebbe venuto il Regno, Gesù disse ai discepoli: “[Il Figlio dell’uomo] deve subire comunque molte sofferenze ed essere rigettato da questa generazione”. (Luca 17:20-25) Quel rigetto non fu certo da parte di bambini appena nati. Similmente, il modo in cui andarono le cose mostra che la “generazione” di cui parlò in Matteo 24:34 includeva i suoi ascoltatori e altri che potevano discernere l’adempimento delle sue parole dal 33 E.V. in poi fino alla distruzione di Gerusalemme.

Pertanto, riguardo all’applicazione nel nostro tempo, la “generazione” non si applicherebbe logicamente ai bambini nati durante la prima guerra mondiale. Si applica ai seguaci di Cristo e ad altri che furono in grado di osservare quella guerra e le altre cose che hanno avuto luogo in adempimento del “segno” composto di Gesù. Alcuni di loro ‘non passeranno affatto finché’ non sia avvenuto tutto ciò che Cristo profetizzò, inclusa la fine del presente sistema malvagio."


Ok, ci siete?
I geni del corpo direttivo ci dicono che la generazione non si basa sul concetto di generazione classico, ovvero 25 anni di media tra un adulto e suo figlio.
Ma si riferiva a qualcosa di più ampio... ovvero la vita media di una persona....

Ed io come faccio a saperlo?
Semplice, continuando a leggere poco più avanti... :ironico:

ecco qua la chicca....

"Gesù non incoraggiò i suoi seguaci a cercare di calcolare l’esatta durata di questa “generazione”. (Sal. 90:10) Invece di cercar di calcolare quanti anni possono ancora esserci, al massimo, prima della fine, i cristiani dovrebbero ricordare l’avvertimento di Gesù: “Siate vigilanti . . . perché in un’ora che non pensate, viene il Figlio dell’uomo”. — Matt. 24:42-44."

Ma li vedete che m...e?
E' come quella che ti si spoglia nuda, ti si struscia in maniera sensuale addosso ma poi non te la da... ottimo, come la chiamereste? :cer:

Allora, tutta sta pippa per mettere il pathos di attesa, poi fanno dire che "Gesù non incoraggiò i suoi seguaci a calcolare l'esatta durata di questa generazione", ma al termine di questa affermazione ti piazzano la scrittura di Salmo 90:10 che dice: Gli anni della nostra vita sono settanta, ottanta per chi è più forte, ma sono pieni di affanni e dolore; passano in fretta, e ce ne voliamo via.

Ma notate come conclude l'articolo:

"Abbiamo ampia evidenza che Matteo capitolo 24 si adempie ora, durante il “termine del sistema di cose”. Una prova è la predicazione mondiale della buona notizia dell’istituito regno messianico, che Gesù disse doveva compiersi prima della fine. (Matt. 24:14) Quindi, anziché essere indotti a fare congetture su una data che non possiamo conoscere, i veri cristiani vorranno impegnarsi attivamente in quella importante predicazione, mentre attenderanno con fiducia l’adempimento delle parole di Gesù su “questa generazione” di Matteo 24:34."

Mi sono perso qualcosa?

Fanno la pippa sul 1914, parlano che la generazione ha una durata di 70 - 80 anni collegando il concetto di generazione alla scrittura di Salmo 90:10, ma dicono continuamente che non bisogna fare calcoli... :fronte: :fronte: :fronte:
Poi ti mettono altri dettagli, dicendo che la generazione che ha questa durata, non si applica a coloro che sono nati nel 1914 (cosa che invece nelle mie trattazioni riferite a questo intendimento ho sempre fatto per essere buono), ma addirittura si riferisce a tutti coloro che nel 1914 potevano capire la portata di tale evento.

Ora, se vogliamo continuare ad essere buoni, si potrebbe definire questa generazione di persone quella che va da coloro che nel 1914 aveva 10 anni, quindi nati nel 1904, fino a coloro che combatterono quella guerra, con un'età di circa 25 anni, che ci porta indietro fino al 1889.
Pertanto, se applichiamo il range di 80 anni a questi signori che addirittura durante la prima guerra mondiale poterono partecipare attivamente al conflitto, arriviamo a 1889+80= 1969, mentre invece se usiamo la data di coloro che avevano 10 anno e quindi nati nel 1904, arriveremo al 1984, praticamente 5 anni dopo la stesura di questo articolo.

Poi sappiamo come è andata, gli anni passavano, harmagheddon non veniva e alla fine la generazione di riferimento divenne quella dei nati nel 1914, quando poi venne il 1994 e non sapevano più che puttanate scrivere, allora tirarono fuori la generazione come arco di tempo...

Vorrei ricordare che nello scrivere queste cose e nel dettare la linea di condotta di ogni TDG su lavoro, svago, studio e quant'altro, il Corpo Direttivo premeva forte l'acceleratore sul pathos da fine del mondo, facendo quindi leva psicologica sul fatto che mancavano pochi anni per la grande tribolazione ed Harmagheddon.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5468
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Wyclif » 24/05/2019, 12:25

Matrix@ ha scritto:.... Per quanto riguarda il 2034 non è speculazione ma solo una conclusione logica. Se non aveva importanza non c'era bisogno nemmeno di paragonare il lasso di tempo che intercorse tra il diluvio e l'annuncio di questo dato da dio a Noè con i nostri tempi. Eppure è stato fatto. Basta e avanza un indizio alle volte per avere in mano qualcosa di più...


Infatti Matrix, sarebbe più onesto intellettualmente dire "Abbiamo sbagliato" invece di negare, perché poi nero su bianco è stato messo dal Corpo Direttivo dei TfG e non si cancella più, le pubblicazioni restano nei decenni, ed esse saranno una silenziosa condanna a loro stessi quando negano.
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1739
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi brisa » 24/05/2019, 21:04

Matrix@ ha scritto:Per quanto riguarda il 2034 non è speculazione ma solo una conclusione logica. Se non aveva importanza non c'era bisogno nemmeno di paragonare il lasso di tempo che intercorse tra il diluvio e l'annuncio di questo dato da dio a Noè con i nostri tempi. Eppure è stato fatto. Basta e avanza un indizio alle volte per avere in mano qualcosa di più...
A volte, leggendo i vostri ragionamenti, mi viene da pensare che il CD stia dando "cibo" a voi critici invece che ai tdG. E' davvero strano che a conclusioni così logiche e profonde arriviate solo voi e non ve ne sia invece alcuna traccia nelle congregazioni. Evidentemente studiate la letteratura dei tdG meglio e più profondamente dei tdG stessi, bravi!
Mi sa che il CD dovrebbe essere meno implicito, perchè il messaggio per voi così evidente non sta arrivando dove dovrebbe. :risata:
Avatar utente
brisa
Utente Junior
 
Messaggi: 740
Iscritto il: 24/01/2011, 10:24

Messaggiodi Socrate69 » 24/05/2019, 21:44

brisa ha scritto:
Matrix@ ha scritto:Per quanto riguarda il 2034 non è speculazione ma solo una conclusione logica. Se non aveva importanza non c'era bisogno nemmeno di paragonare il lasso di tempo che intercorse tra il diluvio e l'annuncio di questo dato da dio a Noè con i nostri tempi. Eppure è stato fatto. Basta e avanza un indizio alle volte per avere in mano qualcosa di più...
A volte, leggendo i vostri ragionamenti, mi viene da pensare che il CD stia dando "cibo" a voi critici invece che ai tdG. E' davvero strano che a conclusioni così logiche e profonde arriviate solo voi e non ve ne sia invece alcuna traccia nelle congregazioni. Evidentemente studiate la letteratura dei tdG meglio e più profondamente dei tdG stessi, bravi!
Mi sa che il CD dovrebbe essere meno implicito, perchè il messaggio per voi così evidente non sta arrivando dove dovrebbe. :risata:

Mettendo da parte quella ipotetica data che alcuni vogliono vedere, per te, brisa, cos'hanno voluto dire scrivendo quel passo in quella rivista ? Perché come sai, il lupo perde il pelo ma non il vizio...
Credo che bisogna riconoscere che pur se l'anno non è stato specificato (non osano più, hanno preso troppe cantonate), quelle parole lasciano comunque trasparire in filigrane l'intenzione di porre una nuova scadenza simile a quella dei giorni di Noè, partendo dal 1914. Ma certo, non saranno più loro a porre date, lasciando che i creduloni che li seguono come se fossero dei incarnati si facciano loro due calcoli. Ma è tutto fasullo, e loro anche lo sanno, e le scadenze che emettono servono solo a mantenersi stretto chi ancora abbocca, perché senza questi e le loro contribuzioni, loro non sarebbero nulla.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4015
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Matrix@ » 24/05/2019, 22:07

Vi chiedo scusa ma ho davvero poca dimestichezza con i forum e i thread e quindi non so come rispondere ad un utente specifico. La mia risposta è ovviamente per l'utente Brisa. Vedi, se posso permettermi di darti del tu, se determinati messaggi non sono chiari per i fratelli in congregazione non è certo perché i contenuti o le continue allusioni fatte dal Corpo Direttivo non giungano a destinazione. Quando questi messaggi arrivano i tdg più zelanti si mettono sull'attenti, tenendo però presente che una verità oggi potrebbe significare apostasia domani. La maggior parte dei tdg invece non presta la minima attenzione. Oramai l'organizzazione ha perso molta della sua baldanza e i fratelli se ne sono accorti. Il servizio di casa in casa si è ridotto drasticamente. Si vedono solo belle statuine ferme agli angoli delle strade intente a guardare lo smartphone e a leggere le ultime notizie sul calciomercato. Alle assemblee npm si sente più un nuovo intendimento degno di questo nome da molto tempo anche perché moltissimi testimoni non saprebbero spiegare verità basilari legate proprio a date specifiche, come i 7 tempi, il significato dei 1260 giorni e altri delirii partoriti da uomini eccentrici, americanate insomma. Semplicemente la stragrande maggioranza dei testimoni sa davvero pochissimo della propria religione e soprattutto della storia dei tdg. Quanti testimoni di Geova pensi che passino il tempo a leggere pubblicazioni di 20 30 o 40 anni fa? Per qualsiasi altra confessione religiosa rileggere o scoprire passo dopo passo la propria storia, apprendere cosa si insegnava decenni prima sarebbe motivo di vanto. Ai tdg questo nemmeno viene in mente. Come mai? È ovvio. Le vecchie verità sono state rottamate e la lettura di vecchie pubblicazione non viene Mai incoraggiata. Sul 2034 ripeto, è solo semplice logica. Non è La prima volta che il C.D. allude, ammicca, o strizza l'occhio ad avvenimenti reali e meno creando aspettativa tra i fratelli salvo poi fare gli indiani quando qualcuno li accusa di false profezie. "Ma chi, Noi? No non abbiamo mai detto una cosa del genere. Alcuni hanno pensato che...altri potrebbero invece dire..." e così via. La Torre di Guardia che ho citato io, e che puoi comodamente trovare sul jw.org, parla dell'opera di predicazione e della sua conclusione entro il Ventesimo secolo. Ripeto, è speculare prevedere che, alla fine del ventesimo secolo qualcosa doveva succedere? No, proprio per il valore che sia il Corpo Direttivo sia tutti i testimoni hanno attribuito a Matteo 24:14. Chi ha insegnato per anni che quelle parole avrebbero avuto un adempimento profetico nei nostri giorni? Quindi è un fatto che, a incoraggiare queste speculazioni,è lo stesso Corpo Direttivo. È successo per il 75. È la cosa è proseguita. Ma non è tutto. Continuare a scrivere ogni settimana praticamente che la fine è vicina, cos'altro è se non profetizzare il giorno del giudizio? Non è necessario fornire anno mese giorno. Basta dire che il cambiamento è imminente. Se un sismologo si mette a dire che a breve arriverà un tremendo terremoto e questo non arriva, questi viene subito accompagnato alla porta e licenziato su due piedi. Per accusarlo di procurato allarme non c'è bisogno che indichi una data precisa! I fratelli nelle congregazioni non solo non conoscono tutti gli strafalcioni dottrinali e pseudoprofetici propinati nel corso degli anni, ma nemmeno gli attribuiscono importanza dato che ogni Corpo Direttivo ha sconfessato il precedente cambiando le carte in tavola. Negli anni 50 si scriveva chiaramente che tramite la congregazione Geova profetizzava. Evidentemente nè tu, nè altri vi rendete conto della gravità di simili affermazioni nè delle implicazioni che queste parole comportano. O l'allora Corpo Direttivo si sbagliava, ma per l'errore non ha mai chiesto scusa e questo da solo basta a sconfessarlo oppure i vertici dei tdg sono davvero convinto che Dio profetizza tramite la congregazione. In tal caso però tutti gli errori i fallimenti e i ripensamenti sono da attribuire a Dio e non a loro...
Matrix@
Nuovo Utente
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 13/04/2019, 13:03

Messaggiodi brisa » 25/05/2019, 9:25

Socrate69 ha scritto:
brisa ha scritto:A volte, leggendo i vostri ragionamenti, mi viene da pensare che il CD stia dando "cibo" a voi critici invece che ai tdG. E' davvero strano che a conclusioni così logiche e profonde arriviate solo voi e non ve ne sia invece alcuna traccia nelle congregazioni. Evidentemente studiate la letteratura dei tdG meglio e più profondamente dei tdG stessi, bravi!
Mi sa che il CD dovrebbe essere meno implicito, perchè il messaggio per voi così evidente non sta arrivando dove dovrebbe. :risata:

Mettendo da parte quella ipotetica data che alcuni vogliono vedere, per te, brisa, cos'hanno voluto dire scrivendo quel passo in quella rivista ? Perché come sai, il lupo perde il pelo ma non il vizio...
Ma caro mio, è evidente cos'hanno voluto dire, è esplicitamente scritto nell'articolo: "Che dire di noi? Sono passati circa 90 anni da che nel 1914 iniziarono gli ultimi giorni di questo sistema di cose. Siamo senz’altro nel “tempo della fine”. Direi che anche il titolo dell'articolo è alquanto rivelatore: "È più urgente che mai essere vigilanti".
Credo che bisogna riconoscere che pur se l'anno non è stato specificato (non osano più, hanno preso troppe cantonate), quelle parole lasciano comunque trasparire in filigrane l'intenzione di porre una nuova scadenza simile a quella dei giorni di Noè, partendo dal 1914. Ma certo, non saranno più loro a porre date, lasciando che i creduloni che li seguono come se fossero dei incarnati si facciano loro due calcoli.
Il punto che sto cercando di farvi capire, con scarso successo, è che nessuno si è fatto sti due calcoli tra i tdG. Siete voi "critici" che li avete fatti. Naturalmente per "nessuno" intendo la quasi totalità, visto che non posso certo escludere che tra 8 milioni di persone qualcuno lo abbia fatto. Di certo sti due conti non li hanno fatti nessuno di quelli che conosco (e sono tanti), nemmeno al tempo in cui si studiò quell'articolo.
Comunque, lungi da me voler insistere sulla questione. Se volete continuare a parlare del 2034, fate pure. Io quello che capita nella realtà ve l'ho detto, poi fate voi.
Avatar utente
brisa
Utente Junior
 
Messaggi: 740
Iscritto il: 24/01/2011, 10:24

Messaggiodi deliverance1979 » 25/05/2019, 10:50

brisa ha scritto:Il punto che sto cercando di farvi capire, con scarso successo, è che nessuno si è fatto sti due calcoli tra i tdG. Siete voi "critici" che li avete fatti. Naturalmente per "nessuno" intendo la quasi totalità, visto che non posso certo escludere che tra 8 milioni di persone qualcuno lo abbia fatto. Di certo sti due conti non li hanno fatti nessuno di quelli che conosco (e sono tanti), nemmeno al tempo in cui si studiò quell'articolo.
Comunque, lungi da me voler insistere sulla questione. Se volete continuare a parlare del 2034, fate pure. Io quello che capita nella realtà ve l'ho detto, poi fate voi.


Il 2034 è una data su cui abbiamo speculato noi, facendo alcune considerazioni.
Devi però ammettere la vigliacca mossa fatta dal corpo direttivo, inserendo in poche righe diversi numeri e date.
120 anni da che Dio decise di portare il Diluvio, il 1914 data dell'inizio degli ultimi giorni, ed il fatto che erano passati 90 anni da che venne il 1914 al momento in cui la rivista in questione è stata stampata.

Certo che il Corpo Direttivo NON ha detto esplicitamente che "Harmagheddon verrà nel o entro il 2034"

Ma allora che senso hanno avuto queste parole?
Dette come sempre per creare senso di urgenza...
Quelli del Corpo Direttivo continuano a dire di non fare calcoli, di non fare ipotesi, ma insinuano sempre questi dettagli per non far scendere un senso di urgenza che ormai è diventato stucchevole.

Tuttavia, con quanto già scritto e detto dal Corpo Direttivo in passato, basta ed avanza prenderli in giro da qui all'infinito.
Ora, per una religione che esiste per annunciare la fine di questo mondo, se questa non viene, questa religione non ha senso di esistere.

Continuare a giustificare i continui rinvii da 145 anni, non fa altro che avvalorare queste considerazioni.

Se poi i TDG che tu conosci non si fanno dei conti o dei calcoli riguardanti la fine di questo sistema di cose questo è veramente preoccupante, e significa che stanno dentro questa religione senza più aspettare una fine imminente, quindi non si capisce neanche lo scopo di una religione millenaristica, oppure se non si pongono queste domande è per paura delle risposte.

Però ohh, contenti loro, contenti tutti.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5468
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 25/05/2019, 11:50

Ciao Brisa, pure io come te non conosco quasi nessuno che si faccia fisime per il 2034,....tranne un fratello di mia conoscenza che giusto l' inverno scorso in pizzeria a cena con fratelli parlando di profezie per il futuro ci disse di stare pronti per il 2035! :boh:
Coincidenze?
Sicuramente avrà fatto la summa di tutto quanto scritto nelle pubblicazioni della Società.
Ora il fatto che tra fratelli non si parli tanto di date e affini è perché il CD da anni ci ha abituato a non fare calcoli o servire per una data, per cui a parte qualche fratello ( ma anche sorelle) più curioso degli altri la maggioranza rimane appecorata alle direttive,....ma cio' non toglie che se si mettono insieme tutte le allusioni lanciate dal Corpo direttivo nel corso degli anni, se le mettiamo insieme lo intuisce anch'esso un non vedente che si stanno sparando insinuazioni velate volte a far mantenere il senso di attesa senza doversi più esporre troppo.
Te lo ricordi l' annuncio nel ministero del regno 2014 dove in concomitanza con il centenario dell' istituzione del Regno di Cristo in cielo ci si domandava se quella sarebbe stata l' ultima commemorazione?
Ma che razza di affermazione era quella? Del tutto inutile e superflua se visto nella prassi di come si scrivevano tutti gli annunci pre commemorazione?
Invece un senso lo ha se lo scopo era creare aspettativa giocando proprio sulla concomitanza del centenario e sull' effetto psicologico a breve termine che può avere una ricorrenza secolare.
Ok tu non vuoi dare credito a queste intuizioni?
Tranquillo a noi va benissimo ugualmente.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5513
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Wyclif » 25/05/2019, 17:02

Per Brisa e moti TdG che ci leggono, a cui piace negare, potranno cosi consultare direttamente con i loro occhi le pubblicazioni che il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova ha messo nero su Bianco: Tratto da :
https://www.infotdgeova.it/profezie/date.php

1799: inizia il "tempo della fine".

P. 23 del libro "Venga il tuo Regno".
L'Arpa di Dio, pubblicato nel 1921, a p. 236


1874: «Il prossimo capitolo presenterà l'evidenza biblica che il 1874 era la data esatta dell'inizio dei "tempi della restaurazione" e, pertanto, quella del ritorno del Nostro Signore» (Il tempo è vicino, p.170, 1889).

«Così abbiamo provato chiaramente con la Scrittura che il tempo del secondo avvento di Nostro Signore cadde nel 1874 e precisamente nell'ottobre di quell'anno». (Venga il tuo Regno, Studi sulle Scritture, vol.3, p. 118, 1891).
«Le Scritture provano che il secondo avvento del Signore avvenne nel 1874».
«Il Millennio iniziò nel 1874 col ritorno di Cristo» (Studi sulle Scritture, vol. 7, p.68, p.368).

«Nessuno può comprendere appropriatamente l'opera di Dio in questo tempo se non si rende conto che dal 1874, il tempo del ritorno al potere del Signore, ci fu un cambiamento completo nelle operazioni di Dio» (The Watch Tower del 15/9/1922, p.278).
Dato che gli attuali TdG non attribuiscono più alcun valore particolare al 1874, dovremmo dedurne, secondo le succitate parole, che attualmente essi non sono più in grado di comprendere il proposito di Dio...
«Le Scritture mostrano che la seconda presenza [del Signore] era avvenuta nel 1874... Questa prova dimostrache il Signore era stato presente dal 1874» (WT 1/3/1923, p.67).

«Sicuramente non c'è il minimo spazio di dubbio nella mente di una vera consacrata creatura di Dio che il Signore è presente e che lo è stato dal 1874» (WT 1/1/1924, p.5).


1914

«In questo capitolo presentiamo l'evidenza biblica che dimostra come la fine completa dei Tempi dei Gentili, cioè, la fine completa del loro permesso di dominare, sarà raggiunta nell'A.D. [Anno Domini]:
1914; e che quella data vedrà la distruzione del dominio dell'uomo imperfetto. ... In quella data il regno di Dio ... avrà ottenuto il controllo pieno e universale, e quindi sarà "insediato", ovvero saldamente instaurato in terra sulle rovine delle presenti istituzioni ... il gran "tempo di afflizione quale non fu mai da quando esistono le nazioni", perverrà [entro il 1914, ndr] al culmine in una situazione di universale anarchia. Prima di quella data il Regno di Dio, costituito al potere sarà sulla terra e percuoterà e schiaccerà l'immagine dei Gentili (Dn. 2:34) e annienterà completamente il potere di quei re». (Studi sulle Scritture, vol. 2, pp. 76, 77, 78, 1889.
. «Non vediamo alcun motivo per cambiare le date né le potremmo cambiare anche se volessimo. Esse, ne siamo convinti, sono date di Dio, non nostre. Ma tenete bene in mente che la fine del 1914 segnerà non già il principio, ma la fine del tempo di angoscia» (Zion's Watch Tower, luglio 1894, ristampa, p.1677;

1918 

«Nel 1918, quando Dio distruggerà le chiese su vasta scala e i milioni di membri di chiesa, accadrà che chiunque scamperà, si rivolgerà agli scritti [di Russell] per comprendere il significato del crollo della 'cristianità'».Il Mistero compiuto, edizione del 1918, p. 542.

«Sembra stabilito che l'ora del travaglio della Sion Spirituale è fissata per la Pasqua ebraica del 1918... gli angeli caduti invaderanno la mente di molta gente... guidando per mano le masse furiose alla distruzione». Studi sulle Scritture, vol. 7, p.128.

«... la Grande Piramide, le cui misure confermano l'insegnamento della Bibbia che il 1878 contrassegnò l'inizio della raccolta dell'età del vangelo... la raccolta si chiuderebbe 40 anni dopo, per testimoniare, nella primavera del 1918 A.D. ... che abbiamo solo pochi mesi per lavorare prima che la grande notte arrivi quando nessun uomo può lavorare». La Torre di Guardia (ristampa), 10/1/1917, p. 6149.

1925

«La data del 1925, è ancora più distintamente indicata dalle Scritture, perché è stata fissata dalla legge che Dio dette ad Israele» - La Torre di Guardia, 1/9/1922, p. 262.
  «Il nostro pensiero è, che il 1925 è definitivamente stabilito dalle Scritture... In confronto a Noè, i cristiani oggi hanno molto più evidenze su cui poggiare la propria fede in una prossima distruzione» - La Torre di Guardia, 1/4/1923, p. 106.

: «C'è stata una certa delusione nei fedeli di Geova sulla terra a riguardo degli anni 1914, 1918 e 1925, la quale delusione è durata per un certo periodo. Più tardi i fedeli hanno imparato che queste date sono state definitivamente fissate nelle Scritture, e hanno anche imparato a smettere di fissare date per il futuro e prevedere cosa sarebbe accaduto in una certa data, ma a fare affidamento (come essi fanno) sulla Parola di Dio per gli eventi che devono accadere»
. Rivendicazione, libro I, pp. 338, 339,

1932

Nel libro "Mistero compiuto" (ed. del 1917), si legge: «Il Tempo dell'instaurazione del Regno nella potenza è indicato come "nel quattordicesimo anno dopo che la città (cristianità) è stata colpita" - o quattordici anni dopo il 1918, vale a dire, nel 1932. - Ez. 40:1»

«Molti hanno evidenziato l’anno 1925 come la data della fine, poi quando tale data non si è realizzata, è stata spostata al 1932. Anche in questo caso, nel 1932 la “Cristianità” non fu distrutta, e ora si è scoperto che la “Cristianità” sarebbe stata salvata ancora per un po’ di tempo per il bene della classe dei Jonadab…
"Torre di Guardia" del 15 febbraio 1938, pp. 54, 55:




1975

«Si odono notizie di fratelli che vendono la casa e i beni e dispongono di trascorrere il resto dei loro giorni in questo vecchio sistema facendo il servizio di pioniere. Questo è senz’altro un modo eccellente d’impiegare il breve tempo che rimane prima della fine del mondo malvagio» (Ministero del Regno, 6/1974, p. 2).

«Dobbiamo noi supporre che la battaglia di Armaghedon sarà completamente finita nell'autunno del 1975, e che il lungamente atteso regno millenario di Cristo comincerà allora? È possibile, ma aspettiamo per vedere quanto il settimo periodo di mille anni d'esistenza dell'uomo coincide strettamente con il sabatico regno millenniale di Cristo. Se questi due periodi decorrono parallelamente in quanto all'anno di calendario [e quindi la fine sarebbe giunta contemporaneamente allo scadere dei "seimila anni di esistenza dell'uomo", nell'autunno del 1975] non sarà un puro caso o accidentalmente ma sarà secondo gli amorevoli e opportuni propositi di Geova. E tuttavia la fine di questo "settimo giorno" creativo potrebbe avvenire entro lo stesso anno del calendario gregoriano della creazione di Adamo. Può comportare solo una differenza di settimane o mesi, non anni»
il libroVita eterna nella libertà dei figli di Dio
«Così si fece strada l'idea - a volte indicata come una possibilità, a volte con maggior sicurezza - che poiché il settimo millennio della storia umana sarebbe iniziato nel 1975, gli avvenimenti legati all'inizio del Regno millenario di Cristo avrebbero potuto cominciare a verificarsi allora. Le convinzioni dei testimoni di Geova riguardo a questi aspetti si dimostrarono corrette? Certo essi non erano in errore nel credere che Dio avrebbe fatto senz'altro quello che aveva promesso. Ma alcuni dei loro calcoli cronologici e le previsioni relative furono causa di gravi delusioni. Dopo il 1925 il numero dei presenti in alcune congregazioni della Francia e della Svizzera diminuì enormemente. Di nuovo nel 1975 ci fu delusione quando le previsioni relative all'inizio del Millennio non si concretizzarono. Di conseguenza alcuni lasciarono l'organizzazione [...] Ad ogni modo i disertori furono relativamente pochi».
(Proclamatori p.633).

«Con la pubblicazione del libro Vita eterna nella libertà dei figli di Dio e l'osservazione che sarebbe stato appropriato che il regno millenario di Cristo scorresse parallelo al settimo millennio d'esistenza umana, venne suscitata considerevole aspettativa per il 1975. Allora e in seguito si disse che questa era solo una possibilità. Purtroppo però, insieme a tali informazioni cautelative, furono pubblicate altre dichiarazioni che lasciavano intendere che tale realizzazione delle speranze in quell'anno era più una probabilità che una semplice possibilità. Dispiace che queste ultime dichiarazioni abbiano evidentemente adombrato quelle che invitavano alla cautela e abbiano contribuito ad accrescere l'aspettativa che c'era già.
 La Torre di Guardia del 1° gennaio 1977,

"Se qualcuno è rimasto deluso non avendo seguito questo ragionamento, ora deve fare di tutto per modificare la sua mentalità, comprendendo che non è stata la Parola di Dio a venire meno o a ingannarlo e a deluderlo, ma che il suo intendimento [l'intendimento trasmesso dal Corpo Direttivo (CD) dei Testimoni] si basava su premesse errate". Dicendo "qualcuno", La Torre di Guardia includeva tutti i testimoni di Geova delusi, compresi dunque i responsabili della pubblicazione delle informazioni che contribuirono ad accrescere le speranze accentrate su quella data [...] Nonostante ciò, non c'è motivo per noi di essere scossi nella fede [...] Infatti, come conseguenza, siamo tutti decisi a fare un più accurato esame delle Scritture per i fatti che riguardano il giorno del giudizio».
 La Torre di Guardia del 1/9/1980, pp.17,18.

"1986" (tra virgolette):

Nella Torre di Guardia dell'ottobre 1985 vi erano ben quattro articoli dedicati al soggetto "Pace e sicurezza". Ecco cosa si leggeva in uno di essi, a proposito dell'anno1986:
« Perciò quando, ad esempio, le Nazioni Unite dichiarano il 1986 "Anno Internazionale della Pace", i cristiani osservano l'avvenimento con interesse. Ma non possono dire in anticipo se questo sarà l'adempimento delle summenzionate parole di Paolo [in 1Tess.5:3]. Sono comunque grati a Geova per aver permesso loro di discernere il significato dell''immagine della bestia' e della "cosa disgustante che causa desolazione". Quindi considerano questa organizzazione nello stesso modo in cui la considera Geova e non si lasciano ingannare dai suoi sforzi per portare la pace».


 2000

«Questa guerra [Armaghedon] scoppierà entro il ventesimo secolo. Divamperà nel tempo stabilito ... Questa generazione vedrà il suo adempimento » (Svegliatevi! del 22 giugno 1961, p. 8;
«Fra breve, entro il nostro ventesimo secolo, la "battaglia nel giorno di Geova" comincerà», scrissero nel 1973 (Le nazioni conosceranno che io sono Geova, p. 216
L'opera missionaria doveva essere completata entro il XX secolo, scrissero ancora nella Torre di Guardia del 1/1/1989, a p.12: «L'apostolo Paolo ... poneva il fondamento per un'opera che sarebbe stata completata nel nostro secolo»
«E se il malvagio sistema di questo mondo dovesse sopravvivere fino al volgere del secolo, cosa altamente improbabile se si tiene conto delle tendenze mondiali e dell'adempimento delle profezie bibliche, ci sarebbero ancora superstiti della generazione della prima guerra mondiale. Tuttavia il fatto che il loro numero vada diminuendo è un'ulteriore indicazione che "il termine del sistema di cose" si avvicina rapidamente alla sua fine».
La Torre di Guardia del 15/4/81, p. 31,




, «Gli autori di queste previsioni probabilmente ora preferirebbero non avere aperto bocca. Un giornalista ha scritto; "Non c'è niente come il passare del tempo in grado di far apparire le persone intelligenti dei perfetti idioti"».[/color..Svegliatevi! del 1/1/2006, p. 6

«Molti verranno, si presenteranno con il mio nome e diranno: ... "Il tempo è giunto". Voi però non ascoltateli e non seguiteli»
- Matteo 24:36; Luca 21:8.
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1739
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi Romagnolo » 26/05/2019, 7:15

Bella ricerca Wiclyf. :ok: :strettamano:
Pensavo proprio stamattina che anche l' insegnamento della doppia generazione si incastra alla perfezione con questa insinuazione sul 2034, dato che non deve estinguersi tutta e che quando fu presentata misero in chiaro che i membri che la compongono sono già nella terza età....be'.... come tempistiche ci stiamo pure dentro,...dopo di che sarà questione di pochi anni ancora prima di darla definitivamente per estinta ...come la sua prima parte formata dagli Unti che vissero il 1914.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5513
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Ma i tdG lo leggono il Vangelo o guardano solo le figure ?

Messaggiodi Vieri » 26/05/2019, 17:49

La storia delle soliti fini del mondo che si sono succedute dal 1914 in avanti e sempre posticipate con una maniacale ricerca matematica di quando potersi ravvedere in tempo prima del prossimo Armageddon.....ma....ma questi signori che si definiscono "cristiani" :ironico: del vangelo leggono qualche cosa o guardano solo le figure ?.... :ironico:

A me, comune mortale che non mi faccio tanti pensieri sul prossimo futuro a parte il mio.....ineluttabile come tutti, mi leggo solo.
Matteo 24:36-51
36 Quanto a quel giorno e a quell'ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre.
37 Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo. 38 Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell'arca, 39 e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del Figlio dell'uomo. 40 Allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l'altro lasciato. 41 Due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l'altra lasciata.
42 Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. 43 Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. 44 Perciò anche voi state pronti, perché nell'ora che non immaginate, il Figlio dell'uomo verrà...........

Tali parole sono pertanto talmente INEQUIVOCABILI che se uno non dico fosse credente ma almeno INTELLIGENTE capirebbe subito che tutti questi "conti" sono serviti e servono solo ad intortare la gente creando non una religione d'amore ma di PAURA.....

"Amatevi l'un l'altro come Io ho amato voi" e questo lo aveva detto Gesù senza stabilire date..... senza puntualizzare il fatto che bisogna essere buoni SOLO perchè in questa data ed a quest'ora "chiudo bottega...... :ironico:

Se uno ragionasse meglio sul vero significato di amore (AGAPE) incondizionato e senza SPADE DI DAMOCLE sulla propria testa capirebbe che questa specie di "credo" si baserebbe solo sulla PAURA e non sull'AMORE.

PS. se uno poi dovesse riferirsi ai passi precedenti ......
24 Mentre Gesù se ne andava dal tempio, i suoi discepoli gli si avvicinarono per mostrargli gli edifici del tempio. 2 A sua volta lui disse loro: “Vedete tutte queste cose? In verità vi dico: qui non ci sarà affatto pietra che rimarrà sull’altra e che non verrà gettata giù”.a
3 Mentre sedeva sul Monte degli Ulivi, i discepoli gli si avvicinarono in privato e gli chiesero: “Dicci: quando avverranno queste cose, e quale sarà il segno della tua presenza*b e della conclusione del sistema di cose?”*c
4 Gesù rispose loro: “State attenti che nessuno vi inganni,d 5 perché molti verranno nel mio nome, dicendo: ‘Sono io il Cristo’, e inganneranno molti.e 6 Sentirete di guerre e di notizie di guerre. Guardate di non allarmarvi, perché queste cose devono accadere, ma non è ancora la fine
.
34 In verità vi dico che questa generazione non passerà affatto finché tutte queste cose non siano avvenute. 35 Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno affatto.j

In effetti se si riferiva alla distruzione di Gerusalemme del 70 quasi sicuramente quelli di questa generazione ( contemporanei di Gesù) sarebbero stati ancora vivi e la grande tribolazione sarebbe avvenuta per l'uccisione e l'esilio di moltissimi ebrei ....basta leggere la storia che i conti alla fine tornano....

......E non per niente il tempio di Gerusalemme fu distrutto completamente dai romani nel 70 D.C.......tralasciando poi le parole successive....
“State attenti che nessuno vi inganni,d 5 perché molti verranno nel mio nome, dicendo: ‘Sono io il Cristo’, e inganneranno molti
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6797
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55


Torna a Pubblicazioni della WatchTower

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici