Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

i tdg si possono ribattezzare?

Un'analisi delle pubblicazioni passate e presenti dei TdG

Moderatore: Achille

i tdg si possono ribattezzare?

Messaggiodi TWIN » 20/11/2009, 14:54

Sembra che La Torre di Guardia del 15 Febbraio 2010 nella sezione Domande dei lettori parli di questa nuova possibilità data a tutti i testimoni di Geova.

Il testimone di Geova che vuole ribattezzarsi potrebbe farlo se:

1) Al momento del primo battesimo aveva commesso un peccato occulto

2) Se ha dei dubbi sulla validità del primo battesimo nell'organizzazione

3) Se non aveva compreso bene le verità bibbliche

Qualcuno può confermare questa notizia?
Avatar utente
TWIN
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 31/07/2009, 13:55

Messaggiodi ladyfeline » 20/11/2009, 14:58

si certo ho letto tempo fa in un articolo anche sulla luce dei nuovi intendimenti uno si può dichiarare nullo il primo battezzo. i più ferrati di me ti spiegherano meglio.
Avatar utente
ladyfeline
Nuovo Utente
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 16/10/2009, 21:22

Messaggiodi Aleph1 » 20/11/2009, 15:15

vorrei potermi Sbattezzare invece....
Avatar utente
Aleph1
Nuovo Utente
 
Messaggi: 61
Iscritto il: 21/09/2009, 22:25

Messaggiodi Aleph1 » 20/11/2009, 15:31

pensandoci bene.... è un segnale della debolezza sociale che sta colpendo la Società negli ultimi anni.
significa che sono attaccati da diverse fonti e accusati di fare ostracismo e limitare se non annullare le libertà altrui al punto che hanno ritenuto opportuno rendere possibile Ribattezzarsi, il che rende implicito il fatto che il primo può non essere valido.
dunque, fra qualche anno dovranno rendere non valida la teoria secondo cui chi non si battezza è meglio di chi esce volontariamente.

magari sono un visionario ma credo che la tendenza sia quella.
che ne dite?
Avatar utente
Aleph1
Nuovo Utente
 
Messaggi: 61
Iscritto il: 21/09/2009, 22:25

Messaggiodi peppe » 20/11/2009, 16:30

a 10 anni i miei mi portavano con loro alla sala, a 15 anni non ci sono andato più, ora qualche volta vado solo alla
commemorazione

nei 5 anni passati in sala ne ho visti di , promettenti adolescenti battezzarsi e so che adesso molti sono stati disassociati
o dissociati

forse vorranno rivedere i battezzati troppo giovani ?
11 Cessate di parlare gli uni contro gli altri, fratelli. Chi parla contro un fratello o giudica il proprio fratello parla contro la legge e giudica la legge.
Avatar utente
peppe
Utente Junior
 
Messaggi: 243
Iscritto il: 15/11/2009, 23:28

Messaggiodi Italia » 20/11/2009, 17:05

peppe ha scritto:
forse vorranno rivedere i battezzati troppo giovani ?

mi sembra giusto
Italia
 

Messaggiodi Sal80 » 20/11/2009, 17:19

Aleph: pensandoci bene.... è un segnale della debolezza sociale che sta colpendo la Società negli ultimi anni.
significa che sono attaccati da diverse fonti e accusati di fare ostracismo e limitare se non annullare le libertà altrui al punto che hanno ritenuto opportuno rendere possibile Ribattezzarsi, il che rende implicito il fatto che il primo può non essere valido.
dunque, fra qualche anno dovranno rendere non valida la teoria secondo cui chi non si battezza è meglio di chi esce volontariamente.

magari sono un visionario ma credo che la tendenza sia quella.


Interessante la tua riflessione, chissà... :blu: Io penso che sarebbe una buona mossa, per incrementare il numero dei battezzati all`assemblea.
Una tipica conversazione:
"Ehi ciao, è la prima volta?"
"No, no questa è la quarta volta, ma per mè è come fosse la prima tutte le volte!"
Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.
Confucio

Presentazione
Avatar utente
Sal80
Utente Senior
 
Messaggi: 992
Iscritto il: 16/07/2009, 17:42
Località: Friburgo (Germania)

Messaggiodi Giovanni da Fasano » 20/11/2009, 21:12

Aleph1 ha scritto:vorrei potermi Sbattezzare invece....

rivolgiti al'uarr l'associazione ATEI AGNOSTICI RAZIONALISTI ? loro ti daranno lumi su come fare , :strettamano:( io ne ho solo uno e nn mi pesa lo fatto il19 marzo 1960)
Avatar utente
Giovanni da Fasano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 21/09/2009, 14:53
Località: Fasano (BR)

Messaggiodi |cocco| » 21/11/2009, 23:27

Il testimone di Geova che vuole ribattezzarsi potrebbe farlo se:

1) Al momento del primo battesimo aveva commesso un peccato occulto

2) Se ha dei dubbi sulla validità del primo battesimo nell'organizzazione

3) Se non aveva compreso bene le verità bibbliche


Se l'articolo della Watch Tower mettesse in evidenza questi tre aspetti come motivo di ribattesimo, ciò sarebbe l'equivalente ad indicare che il battesimo di diverse persone sarebbe nullo, per questi diversi motivi. Questa possibilità data agli adepti solleva delle domande.
Se questo battesimo fosse "nullo" o per lo meno "viziato" da qualche fattore, e la Watch Tower con questo articolo sembra ammetterne la possibilità, come farà il singolo TdG a comprendere se una persona è ostracizzabile o meno qualora ne fosse uscito dall'organizzazione? In effetti potrebbe essere in questo caso da considerare come un "non battezzato".
|cocco|
Nuovo Utente
 
Messaggi: 56
Iscritto il: 08/11/2009, 18:32

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 22/11/2009, 10:30

Non vorrei che la risoluzione di poter, in casi speciali, ripetere il battesimo, fosse solo una questione "tecnica".
Nell'articolo riportato, infatti, si fa notare come le domande cui i battezzandi devono rispondere, sono state variate

www.infotdgeova.it/dottrine/battesimo.php -
Probabilmente, per superare difficoltà sollevate da alcuni adepti, si è presa questa risoluzione.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Achille » 22/11/2009, 15:40

La questione è stata affrontata anche in passato, in alcune lettere indirizzate alle congregazioni:

BATTESIMO INVALIDATO:
Crediamo che non sia opportuno che la congregazione si preoccupi di invalidare il battesimo di una persona disassociata. Se tale persona, una volta riassociata, riterrà di non avere una buona coscienza dinanzi a Geova, e riterrà che il proprio battesimo compito 7 anni fa non fosse mai stato preceduto da una sincera dedicazione, potrà sempre decidere di presentarsi per un nuovo battesimo. Ma rimarrà una questione personale. Notiamo che il problema non l'ha presentato la persona disassociata, ma il padre, inducendo voi Anziani a chiedervi se la dedicazione della figlia fosse valida o no. Crediamo sia saggio lasciare alla persona che ne è direttamente interessata il carico del problema e la valutazione. Per la congregazione ella si è battezzata 7 anni fa e da allora ha continuato a presentarsi come testimone di Geova. In questi 7 anni si è trovata di fronte ad almeno 3 comitati giudiziari in tempi diversi. Perché solo ora porci il problema della sua dedicazione? Perché non ha esposto le proprie perplessità al tempo del primo comitato? Sarebbe stato allora più facile e più opportuno prendere in esame la sua posizione quando si presentò per il battesimo. Per la congregazione ella rimane pertanto nella condizione di una persona disassociata. Deve essere disposta ad assumersi le sue responsabilità dinanzi a Geova. Dovrà preoccuparsi di riacquistare una posizione favorevole "di fronte a molti testimoni". (1Tm 6:2) Così dimostrerà di rendersi conto degli errori commessi e di possedere la "tristezza secondo Dio" e "correzione del torto". (2Co 7:10, 11) L'esortazione accorata che le deve essere rivolta è quella di Gesù in Gv 5:14: "Non peccare più, affinché non ti accada qualcosa di peggio". (SCD:SSD 16.10.91)

Risulta che prima, durante e dopo il loro battesimo, tali persone vivevano insieme come marito e moglie pur non essendo legalmente sposati. Per oltre 3 anni dopo il battesimo hanno vissuto in questa situazione. Stando così le cose pensiamo che il loro battesimo non sia da considerare valido perché fatto mentre si trovavano in uno stato di impurità. (1 Pie 3:21) Dovreste perciò radunarvi con loro ed esaminare la loro posizione. Se risulta che la situazione è tale, allora farete bene a comunicare loro che il battesimo fatto viene invalidato e che pertanto non sono da considerarsi più testimone di Geova. - W 1.2.59 p 90. Naturalmente come conseguenza di questo fatto non sarebbe appropriato accettare il loro rapporto di servizio né che siano iscritti alla SMT. Visto che non si sono comportati correttamente nei riguardi della congregazione pensiamo che sia il caso di attendere un po' prima di accettare il loro rapporto e la loro iscrizione alla SMT. Spetterà a voi determinare quanto tempo è buono che passi. Quando sarete convinti del loro pentimento, allora potrete decidere di accettarli nuovamente in seno alla congregazione sia accettando il rapporto di servizio che il battesimo. (SCA:SSE 23.6.84)

Se queste persone che hanno tenuto questi idoli in casa per tutti questi anni li avevano anche quando si sono battezzati, senza aver fatto pulizia religiosamente parlando, allora è da considerare se il loro battesimo, al tempo in cui si battezzarono, è valido o meno. Infatti se vivevano in uno stato di idolatria quando si presentarono per il battesimo, vuol dire che non avevano fatto la dedicazione a Geova. Il loro battesimo non avrebbe alcun sign. Si dovrebbe perciò esaminare questo punto di vista per vedere se il battesimo è da annullare o no. Se il battesimo non è da annullare, allora c’è da far capire in modo energico la necessita di fare pulizia assoluta di queste cose per evitare di dover apparire davanti ad un comitato giudiziario con il rischio di essere disassociati. (SCC:SSB 9.8.82)

Ci parlate di una sorella battezzata che è donna di pulizie nella Caserma della Polizia Stradale. Anche se si parla di smilitarizzazione della Polizia, al momento (1980) la Polizia è un corpo militarizzato. Pertanto, col lavoro che sta svolgendo, la sorella sta violando la propria neutralità cristiana. Se la sorella, che è battezzata da 8 anni, è stata battezzata mentre svolgeva già tale attività, il suo battesimo è da considerarsi nullo in quanto ella non ha potuto fare una dedicazione accettevole non vivendo al momento del battesimo in armonia con i principi biblici. Comunque, sia che la sorella abbia lavorato lì al momento del battesimo o che abbia iniziato a lavorare lì di recente, la sua posizione deve essere esaminata da un com. (SCB:SSD 3.9.80)

BATTEZZATI CHE NON HANNO CAPITO BENE IL SIGNIFICATO DELLA LORO DEDICAZIONE:
Ci chiedi come considerare fratelli battezzati che al momento del battesimo non avevano compreso bene il sign. della dedicazione e forse non si erano rivolti a Geova in preghiera, dedicando se stessi al Creatore. Dato che al momento del battesimo essi si sono presentati alla congregazione e alla comunità come procl. dedicati e battezzati, noi li consideriamo come tali. Se naturalmente essi ritengono di non essersi veramente dedicati a Geova prima del battesimo, possono farlo ora rivolgendosi a Geova in preghiera. In tal caso non è necessario che si battezzino nuovamente a meno che siano disturbati in coscienza. Se si sentono turbati potrebbero chiedere di essere nuovamente battezzati. Comunque tutto questo è da considerarsi un problema di natura strettamente personale. Noi non andiamo ad indagare nella vita dei ns. conservi. Se essi si sono battezzati riteniamo si siano anche dedicati. Se essi ritengono di non aver dedicato la loro vita a Geova e sono disturbati, si dedichino e si battezzino nuovamente, sebbene ciò non sia richiesto dalla congregazione È una questione strettamente personale. (SCA:SSC 19.1.84).

Tratto da http://www.infotdgeova.it/question.php#_ftnref7

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14359
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Dnick » 24/11/2009, 23:52

A questa ipotesi un mio amico si era offerto di BATTEZZARLI tutti :appl:
lui è alto 204 cm con una mano che da sola pesa 40 Kg
e se glielo chiedessero può anche battezzarne 10 al giorno non di più
altrimenti deve trascurare il lavoro.
Avatar utente
Dnick
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2033
Iscritto il: 11/11/2009, 14:09

Messaggiodi bigotta » 25/11/2009, 10:31

Visto e considerato che la formula a cui bisogna aderire con un fragoroso SIIII,è stata modificata,significa questo che tutti coloro che si sono battezzati nel passato con la vecchia formula hanno il battesimo invalidato?????

Per logica dovrebbe essere così non vi pare? :boh: :boh: :boh:

Quanti di coloro che si sono battezzati nel passato lo rifarebbero?
La legge, ai nemici si applica , agli amici si interpreta.
Avatar utente
bigotta
Utente Junior
 
Messaggi: 319
Iscritto il: 17/07/2009, 7:57

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 25/11/2009, 10:46

bigotta ha scritto:Visto e considerato che la formula a cui bisogna aderire con un fragoroso SIIII,è stata modificata,significa questo che tutti coloro che si sono battezzati nel passato con la vecchia formula hanno il battesimo invalidato?????

Per logica dovrebbe essere così non vi pare? :boh: :boh: :boh:

Quanti di coloro che si sono battezzati nel passato lo rifarebbero?

Dubito molto che la ccTdG prenda in considerazione l'ipotesi che la dedicazione sia invalidata dalla variazione delle domande.
Un punto fondamentale del perchè lo hai espresso con la seconda domanda.
Dubito che molti, a fronte di una scelta, sceglierebbero di ribattezzarsi.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16


Torna a Pubblicazioni della WatchTower

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici