Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Ci vogliono sognatori ad occhi aperti

Un'analisi delle pubblicazioni passate e presenti dei TdG

Moderatore: Achille

Ci vogliono sognatori ad occhi aperti

Messaggiodi Drago Alato » 22/07/2015, 9:18

LA CAPACITÀ di formare immagini mentali di cose non viste è un dono di Dio. Ci permette di pianificare con saggezza il futuro e di attendere le buone cose che verranno. Geova può prevedere eventi futuri, e nelle Scritture spesso ci dice in anticipo cosa accadrà. Noi perciò possiamo immaginare cose non ancora accadute, il che ci aiuta a esercitare fede
Non sempre un’immagine mentale di qualcosa che non abbiamo mai visto si basa sulla realtà. Per esempio, se una bambina immagina di volare sopra una farfalla, questa è semplice fantasia. Ma quando Anna si prese del tempo per pensare al momento in cui avrebbe portato il figlio Samuele a servire nel tabernacolo, nella sua mente c’era un’immagine che aveva un fondamento solido: la ferma decisione di tener fede alla sua promessa. Questo la aiutò a rimanere concentrata sul suo obiettivo (1 Sam. 1:22). Se immaginiamo ciò che Dio ha promesso di fare, stiamo pensando a qualcosa che accadrà sicuramente (2 Piet. 1:19-21).
Senza dubbio molti fedeli dei tempi biblici si fecero immagini mentali di cose che Dio aveva promesso. Di che utilità sarà stato per loro immaginare benedizioni future? E come potrebbe esserci utile pensare alle meravigliose cose che Dio ha predetto per l’umanità ubbidiente?

Questo è l'introduzione dello studio di domenica scorsa 19 luglio 2015 sulla rivista T.di G. maggio 2015 all'articolo “Videro” le cose promesse.
Vi sembra normale? :triste:
Avatar utente
Drago Alato
Nuovo Utente
 
Messaggi: 263
Iscritto il: 21/05/2015, 16:57

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 22/07/2015, 10:09

LA CAPACITÀ di formare immagini mentali di cose non viste è un dono di Dio


Non si possono formare immagini di un qualcosa che non si conosce, ma su qualcosa che già in qualche misura si possiede, come ad esempio nel caso delle Paraidolie, il cervello ricerca qualcosa che già c'è, o che gli possa assomigliare, quindi Anna proiettava nel futuro un immagine (del figlio) che già c'era, come d'altra parte ogni genitore proietta nel futuro ciò che sia meglio per il figlio a prescindere se poi si realizzerà o meno.
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3723
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Wyclif » 22/07/2015, 11:43

Sono d'accordo con quanto scrive Francesco Franco Coladarci :ok:

Se noi come testimoni di Geova immaginavamo il paradiso e le benedizioni di Dio è semplicemente perché sulla terra ci sono luoghi meravigliosi e quindi il cervello ci faceva immaginare quei luoghi nel futuro, ma invece non possiamo immaginare cose mai viste ad esempio il corpo spirituale di Dio e degli angeli, per quanto ci sforziamo non potremmo mai farlo, quindi credo che la Torre di guardia sopra menzionata quando dice "Noi perciò possiamo immaginare cose non ancora accadute, il che ci aiuta a esercitare fede" non tratta il ragionamento con una giusta e corretta analisi.
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi araksna » 22/07/2015, 11:54

Questa capacità non deve però trasformarsi in profezia e spacciata come verità da un gruppo di ristretti visionari, pena l'ostracismo.

Esempio: quanti TdG sono convinti che gli angeli ribelli scesero sulla terra dopo aver visto le donne sulla terra che facevano il bagno ignude? Quasi tutti quelli con cui ho parlato... Perché la visione della WTS ha creato un'illustrazione sul libro vivere per sempre che riportava questa "visione" del CD. Non viene detto che gli angeli erano in cielo ma solo che notarono le donne perchè erano belle e volevano delle mogli, così con esse avrebbero potuto originare una stirpe tutta loro... che poi risultò ibrida. I giganti c'erano anche prima che gli angeli prendessero "moglie" segno che qualcuno dei figli di Dio già si divertiva sulla terra con le belle figliole degli uomini, e c'erano anche dopo, nel momento in cui gli angeli decisero di prendere moglie e legittimare la loro unione (il matrimonio e la famiglia fu il primo decreto divino dopo la creazione).

Ora questo era solo un esempio, ma quante menzogne guidate dalla capacità di sognare vengono manipolate dalla WTS? Quante bambine che viaggiano sopra le farfalle ha fatto ingoiare come verità profetiche il CD?

Just talking... :ilovejesus:
Presentazione

Keep calm and call the Doctor!
Avatar utente
araksna
Nuovo Utente
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 03/07/2015, 9:43

Messaggiodi Socrate69 » 22/07/2015, 11:55

Questo articolo è di un cinicità incredibile : il suo vero tema avrebbe dovuto essere "Campa e spera, tanto domani morirai lo stesso"...
Molti Testimoni di Geova, simili alla persona anziana illustrata nell'articolo, a chi si era promesso che non avrebbero mai visto la morte, e a chi si stà chiedendo di "vedere" le promesse (meglio dire "illudersi") stanno purtroppo cadendo come mosche, e ne ho conosciute parecchie.
E nessuno dei personaggi biblici elencati come esempio videro adempiersi qualsiasi promessa fatta dal loro dio.
Noè si illuse che il mondo sarebbe stato in pace dopo il diluvio...
La promessa fatta ad Abraamo in quanto tutte le nazioni sarebbero state benedette tramite il suo seme : No comment...
Mosè non entrò nella "terra promessa" per via di un dio rancoroso...
Non parliamo di Abele, che fece veramente una brutta fine, e dio non fù neanche capace di proteggerlo, ma protesse invece Caino metendogli un segno...
Enoc ? "Dio lo prese" dice Genesi. Cioè lo ammazzò, per non farlo soffrire ulteriormente...
Bei destini, non vi pare, per persone che avevano fede in dio e che "vedevano" le sue promesse ?

Qui non si può non parlare di manipolazione e di dissonanza cognitiva, in quanto dopo tutti i fallimenti delle loro interpretazioni (ultimo e forse più clamoroso, quello della generazione), stanno introducendo a piccole dosi il concetto di rassegnazione, in parallelo con il sempiterno senso di urgenza.
Come vuoi che molti ne escano indenni ?

...
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3750
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Socrate69 » 22/07/2015, 11:58

Noto ora che l'argomento è postato nella seziona sbagliata...



Spostato
Grazie Socrate
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3750
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Wyclif » 22/07/2015, 12:04

Socrate69 ha scritto:Questo articolo è di un cinicità incredibile : il suo vero tema avrebbe dovuto essere "Campa e spera, tanto domani morirai lo stesso"...
Molti Testimoni di Geova, simili alla persona anziana illustrata nell'articolo, a chi si era promesso che non avrebbero mai visto la morte, e a chi si stà chiedendo di "vedere" le promesse (meglio dire "illudersi") stanno purtroppo cadendo come mosche, e ne ho conosciute parecchie.
E nessuno dei personaggi biblici elencati come esempio videro adempiersi qualsiasi promessa fatta dal loro dio.
Noè si illuse che il mondo sarebbe stato in pace dopo il diluvio...
La promessa fatta ad Abraamo in quanto tutte le nazioni sarebbero state benedette tramite il suo seme : No comment...
Mosè non entrò nella "terra promessa" per via di un dio rancoroso...
Non parliamo di Abele, che fece veramente una brutta fine, e dio non fù neanche capace di proteggerlo, ma protesse invece Caino metendogli un segno...
Enoc ? "Dio lo prese" dice Genesi. Cioè lo ammazzò, per non farlo soffrire ulteriormente...
Bei destini, non vi pare, per persone che avevano fede in dio e che "vedevano" le sue promesse ?

Qui non si può non parlare di manipolazione e di dissonanza cognitiva, in quanto dopo tutti i fallimenti delle loro interpretazioni (ultimo e forse più clamoroso, quello della generazione), stanno introducendo a piccole dosi il concetto di rassegnazione, in parallelo con il sempiterno senso di urgenza.
Come vuoi che molti ne escano indenni ?

...


:quoto100:


Le tue riflessioni Socrate sono molto razionali concordo. :ok: Pur rimanendo a credere che il Dio che ci ha creato non ha niente a che fare con le manipolazioni racconti e fiabe bibliche, propinate dalle religioni sopratutto dalla WTS e il suo CD.
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi araksna » 22/07/2015, 13:07

Abraamo: viveva a Ur dei Caldei, la New York dell'antichità. Acqua in casa, città da paura, vita sociale. Lascia tutto e va a vivere nel deserto insieme agli scorpioni.
Mose: principe d'Egitto, vagabonda per 40 anni nel deserto insieme a un popolo di teste di... e ingrati e neanche entra nella terra promessa..
Davide: per un adulterio e le sue conseguenze perde la pace in famiglia e anche il privilegio di costruire il tempio del suo Dio che lo aveva pure "perdonato".
Gesù: figlio di Dio, tradito e ucciso dal suo stesso popolo (i discendenti di quelle teste di... che andavano in giro con Mosé) e messo al palo come criminale e bestemmiatore...
Cosa avevano in comune tutti questi?
Erano i PRESCELTI.... E che sfiga!

Solo Giuseppe, dopo una vita di merda diventa Visir d'Egitto e se la passerà bene per il resto della vita... Ah, ma lui non era un prescelto (e meno male senno sai che fine faceva)....
Presentazione

Keep calm and call the Doctor!
Avatar utente
araksna
Nuovo Utente
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 03/07/2015, 9:43

Messaggiodi Giovanni64 » 22/07/2015, 13:54

araksna ha scritto:Abraamo: viveva a Ur dei Caldei, la New York dell'antichità. Acqua in casa, città da paura, vita sociale. Lascia tutto e va a vivere nel deserto insieme agli scorpioni.
Mose: principe d'Egitto, vagabonda per 40 anni nel deserto insieme a un popolo di teste di... e ingrati e neanche entra nella terra promessa..
Davide: per un adulterio e le sue conseguenze perde la pace in famiglia e anche il privilegio di costruire il tempio del suo Dio che lo aveva pure "perdonato".
Gesù: figlio di Dio, tradito e ucciso dal suo stesso popolo (i discendenti di quelle teste di... che andavano in giro con Mosé) e messo al palo come criminale e bestemmiatore...
Cosa avevano in comune tutti questi?
Erano i PRESCELTI.... E che sfiga!

Solo Giuseppe, dopo una vita di merda diventa Visir d'Egitto e se la passerà bene per il resto della vita... Ah, ma lui non era un prescelto (e meno male senno sai che fine faceva)....

Lasciamo stare Gesù che ha, penso perfino per la Watchtower, una caratura superiore, ma gli altri potrebbero essere veramente poco fortunati: quel furbo sognatore ad occhi aperti che rispondeva al nome di Rutherford aveva garantito loro una sistemazione da sogno in quel di San Diego, sfruttando le donazioni dei poveri adepti, e poi, molto più materialmente, preferì tenersela tutta per sé, insieme alle Cadillac...E che sfiga! (per Mosè e company, ovviamente).
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2905
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59


Torna a Pubblicazioni della WatchTower

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici