Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Vittorie Legali, zampino divino o esito legittimo?

Un'analisi delle pubblicazioni passate e presenti dei TdG

Moderatore: Achille

Vittorie Legali, zampino divino o esito legittimo?

Messaggiodi Romagnolo » 16/06/2017, 12:37

Ieri sera durante lo studio del libro "Il Regno di Dio è già una realtà" si è terminato il capitolo 13 che prendeva in esame le diverse vittorie legali ottenute dall' Organizzazione allo scopo di essere libera di predicare; riassumendo quanto è stato riportato nelle diverse sentenze elencate l' ultimo paragrafo termina così:
34 Perché queste vittorie sono degne di nota? I Testimoni di Geova non sono considerati importanti né sono influenti. Non votano, non esercitano pressioni su politici e non sostengono le loro campagne. Inoltre i Testimoni che finiscono in tribunale sono ritenuti di solito “uomini illetterati e comuni” (Atti 4:13). Perciò, da un punto di vista umano, i tribunali non hanno grande interesse a emettere sentenze a nostro favore, mettendosi contro i nostri potenti avversari religiosi e politici. Eppure è proprio quello che è successo più volte. Le vittorie legali che abbiamo ottenuto dimostrano che camminiamo “dinanzi a Dio, in compagnia di Cristo” (2 Cor. 2:17). Come l’apostolo Paolo, siamo quindi spinti ad affermare: “Geova è il mio soccorritore; non avrò timore” (Ebr. 13:6).
Avete afferrato il punto?
La WT stà implicitamente sostenendo che il sistema giudiziario (di qualsiasi nazione o paese in cui essa o i suoi rappresentanti hanno subito delle grane) sia inesorabilmente "corrotto" e asservito ai potenti; tanto che le vittorie legali avute...sono da attribuire unicamente all' intervento Divino!
Si può trovare logica questa affermazione?
Per quanto mi risulta l' apparato Giudiziario di una nazione serve appunto ad uno scopo: "Amministrare la Giustizia" e non tanto per fare i favori al potente di turno.
Se si esaminano le accuse mosse ai fratelli riportate nel capitolo 13, qualsiasi persona dotata di buon senso comprende che erano tendenzialmente ingiustificabili, che le varie Corti Supreme siano intervenute a favore non rivela nulla di senzazionale,...ma solo che esse hanno fatto il loro lavoro!
Per capirci..torniamo alle dichiarazioni del paragrafo 34, la Wt stà indirettamente insinuando che in un contenzioso tra un ricco e un povero,...essendo il ricco più...potente...la giustizia dovrà sempre dare ragione al Ricco.
In una causa tra un personaggio Vip ed un emerito sconosciuto,...la giustizia darà la vittoria al Vip.
In cause legali tra una corporazione internazionale ed un villaggio di aborigeni amazzonici...la giustizia farà sempre vincere la Corporazione.
Insomma...compreso il punto?
Anche se è vero che chi è più potente ha più possibilità di corrompere,...ciò non è automaticamente scontato che "Sempre e Comunque"vincera lui!
La Giustizia deve per l' appunto far rispettare la Giustizia,..non i Favoritismi!
Interessante poi questa frase: Inoltre i Testimoni che finiscono in tribunale sono ritenuti di solito “uomini illetterati e comuni” , sì,...possono benissimo essere nella stragrande maggioranza dei casi delle persone illetterate e comuni,...ma quando viene tirata in ballo l' Organizzazione e i suoi interessi, queste persone Comuni e illetterate sono difese da Avvocati preparati e al servizio di una organizzazione multi milionaria!
Altra frase: da un punto di vista umano, i tribunali non hanno grande interesse a emettere sentenze a nostro favore, capito?
I tribunali fanno il loro lavoro solo in base al proprio interesse!
Bella opinione che ha la WT delle Corti di Giustizia!
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4982
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi VictorVonDoom » 16/06/2017, 14:07

"Perciò, da un punto di vista umano, i tribunali non hanno grande interesse a emettere sentenze a nostro favore, mettendosi contro i nostri potenti avversari religiosi e politici."

Pare sentire parlare il Berlusca... a quando la "giustizia a orologeria"?
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1547
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Cogitabonda » 16/06/2017, 14:22

Le vittorie legali dei testimoni di Geova per conquistare il diritto di praticare e predicare il loro credo sono avvenute in paesi dotati di una legislazione liberale. Si sono rese necessarie anche in paesi come gli USA, che fin dalla loro nascita volevano essere liberali, perché anche lì esistevano tradizioni e valori che in qualche modo si scontravano con i principi fondamentali della loro costituzione. Vedasi per esempio il modo in cui i TdG venivano considerati antipatriottici, soprattutto in periodo di guerra, quando il patriottismo veniva più che mai esaltato. Ci sono voluti gli interventi di giuristi per affermare che la libertà di religione era più importante, per il paese, che conservare certe norme, o assecondare un sentimento popolare.

In quei paesi in cui certe libertà non sono riconosciute non mi pare che TdG abbiano conquistato il diritto di predicare, eppure proprio lì un intervento divino sarebbe più che mai necessario. Sarebbe interessante, però, se qualche testimone sostenesse che l'intervento di Geova è consistito appunto nel far crescere fra i legislatori dei vari paesi il senso dell'importanza della libertà religiosa. Equivarrebbe a dire che Geova appoggia il liberalismo, e da qui ad affermare che i TdG dovrebbero essere più liberali il passo è breve.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8405
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Mauro1971 » 16/06/2017, 14:42

Una cosa che si può notare in più o meno tutti i JW Broadcast (Amalia mi ha attaccato la scimmia di Cedars, prendetevela con lei :risata: :risata: :risata: ) è come tutta una serie di normalissimi ed umani eventi vengano attribuiti a Geova. Anche l'ottenere una licenza edilizia. E si sa quanto gode il CD con le licenze edilizie...
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Giovanni64 » 16/06/2017, 15:10

Tutte "le giustizie" del mondo, quelle contemporanee o quelle che si sono succedute nel corso della storia, sono state costruite e influenzate dalle loro rispettive guide morali e culturali. Le "giustizie" contemporanee occidentali non fanno certo eccezione, anche se, comunque, a me sembrano nettamente migliori di tutte le altre.

Riferendomi alle giustizie occidentali contemporanee e a quelle anglosassoni in particolare, la mia impressione è che esse siano state tatticamente propense a favorire alcuni movimenti religiosi minoritari, anche nei casi in cui questi movimenti erano di fatto ancora più "bigotti" e "reazionari" della Chiesa stessa, per fare l'esempio principale.

Negli ultimi tempi, però, mi pare che vi sia stata un cambiamento medio di rotta, e alla Watchtower (come ad altre sette) non è più garantito un trattamento privilegiato. Insomma le violazioni plateali, da parte della Watchtower, di alcuni principi morali della cultura guida corrente sono sanzionate più che in passato.

Se poi tenendo conto di ciò ma cambiando prospettiva, ci mettiamo dal punto di vista biblico e consideriamo anche le giustizie non occindentali, possiamo anche concludere che vi sia un attacco alla falsa religione che colpisce la falsa religione della Watchtower ma anche altre false religioni che avevano benificiato indirettamente dei favori fatti alla Watchtower. Insomma Dio si serve delle giustizie giuste e di quelle meno giuste per iniziare a distruggere la falsa religione.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2896
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Morpheus » 16/06/2017, 16:32

E cmq la WT dimostra di averne ben tanti si soldi da usare per accrescere il suo territorio senza restrizioni. Ricordiamo per e' il suo scopo PRIMARIO, quello di poter predicare e quidni i soldi che ha (e sono molti) possono essere dedicati a vincere battaglie giudiziarie in tal senso.
Si chiama investimento e ritorna sotto forma di sgravi fiscali, 5x1000, nuovi adepti contribuenti e nuove braccia costruenti.

Invece lo stato che gli fa causa, cosa ha da guadagnarci? Nulla, anche forse una cattiva pubblicita'. Di sicuro non puo' impegnare percentuali di PIL per far battaglia a una setta di poco valore. Non ha molto da guadagnarci...

Pertanto a me sembra che spesso il favorito sia la WT che combatte per "la vita", combatte "a guadagnare", mentre lo stato combatte una scaramuccia, combatte "a perdere".
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Morpheus
Utente Junior
 
Messaggi: 853
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi deliverance1979 » 16/06/2017, 19:38

Romagnolo ha scritto:34 Perché queste vittorie sono degne di nota? I Testimoni di Geova non sono considerati importanti né sono influenti. Non votano, non esercitano pressioni su politici e non sostengono le loro campagne. Inoltre i Testimoni che finiscono in tribunale sono ritenuti di solito “uomini illetterati e comuni” (Atti 4:13). Perciò, da un punto di vista umano, i tribunali non hanno grande interesse a emettere sentenze a nostro favore, mettendosi contro i nostri potenti avversari religiosi e politici. Eppure è proprio quello che è successo più volte. Le vittorie legali che abbiamo ottenuto dimostrano che camminiamo “dinanzi a Dio, in compagnia di Cristo” (2 Cor. 2:17). Come l’apostolo Paolo, siamo quindi spinti ad affermare: “Geova è il mio soccorritore; non avrò timore” (Ebr. 13:6).


Poveri noi.... quanta ignoranza.
I tribunali sono strapieni di questa o quella sentenza, che appoggiandosi a dei diritti inalienabili della persona come salute, studio, obiezione di coscienza e via dicendo, compiono processi ed emettono sentenze verso quel piccolo gruppo o una singola persona che per una questione di principio, porta la sua petizione anche alle più alte corti di diritto americane o europee.
Quindi, la filippica di salvatori del mondo e di benedizione di Geova ce la potrebbero anche risparmiare, visto che c'è gente che da sola, riesce a far valere i propri diritti (che si ricollegano a diritti inalienabili dell'uomo) a beneficio della comunità.... :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4976
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36


Torna a Pubblicazioni della WatchTower

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici