Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

SULLA CRONOLOGIA FALLACE DELLA WTS: COME TI MANIPOLO LE FONTI PER ARRIVARE AL 607 a.E.V.

Un'analisi delle pubblicazioni passate e presenti dei TdG

Moderatore: Achille

SULLA CRONOLOGIA FALLACE DELLA WTS: COME TI MANIPOLO LE FONTI PER ARRIVARE AL 607 a.E.V.

Messaggiodi Metallo Pesante » 03/10/2020, 12:58

La Watchtower Society ha costantemente e invano tentato di delegittimare le fonti storiche che stabiliscono il 587 a. E. V. (e non il 607) quale anno della distruzione di Gerusalemme, facendo passare come veritiera solo la sua versione dei fatti, omettendo e/o utilizzando magistralmente i puntini di sospensione o usando fonti inattendibili. Si legge ne La Torre di Guardia del 1° giugno 1978, a pag. 30:

Quanto è accurata la cronologia dell’antico Impero Babilonese attualmente accettata? Per molti anni i cronologi hanno preso molto seriamente l’elenco dei re compilato da Tolomeo Claudio, studioso greco del secondo secolo, considerato spesso il più grande astronomo dell’antichità. Tuttavia, nel suo nuovo libro ‘The Crime of Claudius Ptolemy’, il noto fisico Robert R. Newton dell’Università John Hopkins presenta la prova che Tolomeo ‘inventò di proposito’ molte osservazioni astronomiche per dimostrare certe teorie da lui formulate, ‘onde poter asserire che le osservazioni convalidavano le sue teorie’. La rivista ‘Scientific American’, nei suoi commenti sul libro di Newton, osserva: ‘In tale falsificazione Tolomeo può essere giunto a inventare la durata del regno dei re babilonesi. Dato che la moderna ricostruzione della cronologia babilonese è stata basata in gran parte su una lista di re di cui Tolomeo si servì per precisare le date di presunte osservazioni babilonesi, secondo Newton ‘tutta la cronologia di una certa importanza deve ora essere riesaminata senza più riporre alcuna fiducia nella lista tolemaica [dei re]’’. - Ottobre 1977, pag. 80.”.

Nel marzo del 1979 però la stessa Scientific American trattava di nuovo del libro di Newton per dire: “Storici ed astronomi hanno studiato il libro [di Newton] e parecchi hanno concluso che l'accusa di frode rivolta a Tolomeo è infondata”, “Il processo di Newton contro Tolomeo crolla perché esso si basa su una imperfetta analisi statistica e sull'inosservanza dei metodi dell'antica astronomia”.

Di quest’aggiornamento l’editore americano dei Testimoni di Geova non dava però mai notizia, e ancor oggi l’opinione obsoleta riportata da Scientific American e da essa stessa successivamente corretta, viene ancora citata come prova. Come poté il fisico Robert R. Newton giungere alle sue conclusioni sbagliate? Lo zampino della Watchtower si svela nella prefazione del suo libro, in cui lui ringrazia un collaboratore che gli ha fornito chiarimenti sul rapporto tra la cronologia e l'astronomia: un Testimone di Geova! Ecco così spiegati gli errori in cui incorse e che fecero dichiarare a Scientific American che “il processo di Newton contro Tolomeo crolla” (numero di marzo 1979). Il fisico Newton in seguito ammise onestamente: “La cronologia babilonese non è il mio campo”. La citata Torre di Guardia commentava così la citazione poi rivelatasi priva di consistenza: “Queste scoperte illustrano come non ci sia da fidarsi della storia e dei calcoli cronologici secolari quando contrastano con la Bibbia. A differenza degli storici secolari, gli scrittori della Bibbia non avevano nulla da guadagnare presentando i fatti sotto falsa luce” (Ibidem). Noi osserviamo che alla luce dei fatti le scoperte non “contrastano con la Bibbia” (Ibidem), ma che di certo l’interpretazione della Watchtower contrasta con la Bibbia. Gli scrittori della Bibbia non hanno mai presentato i fatti sotto falsa luce, ma dobbiamo prendere atto che la Watchtower lo fa, proprio come nel caso della citazione di Scientific American, mai da Brooklyn aggiornata.

Eccola la citazione aggiornata e definitiva di Scientific American:

L'accusa mossa da Newton è inconsistente. Tolomeo è considerato il maggiore astronomo dell'antichità. La sua opera 'E Matematike Syntaxis (Trattato di Matematica), rinominata Almagesto (Il più grande) dai dotti arabi del secolo nono, espone un'ampia teoria dei moti planetari che fu accettata per 1400 anni. Sulla base di tale teoria Tolomeo elaborò un sistema matematico che permetteva di prevedere le posizioni future dei pianeti. Nella Sintaxis Tolomeo incluse anche il più esteso catalogo stellare dell'antichità. La Sintaxis contiene numerosi riferimenti ai precursori di Tolomeo e particolarmente a Ipparco (il compilatore del primo catalogo stellare), e in parecchi casi gli scritti di Tolomeo sono per gli storici l'unica fonte di informazione sulla antica astronomia greca e sulla cronologia babilonese. Questi scritti, per esempio, contengono l'unica lista della durata dei regni babilonesi che sia giunta fino a noi. Nel suo libro The Crime of Claudius Ptolemy Newton accusa l'astronomo di avere inventato sistematicamente i dati che sono alla base della sua teoria dei moti planetari. Questo, scrive il Newton, ha reso Tolomeo "il più fortunato impostore della storia della scienza" e l'autore del testo che "ha arrecato all'astronomia più pregiudizio di qualunque altra opera che sia mai stata scritta". La base del processo intentato da Newton è l'analisi statistica, un procedimento per mezzo del quale egli ha voluto dimostrare che la precisione di alcune osservazioni che Tolomeo dice di avere effettuato è talmente levata che le probabilità che egli le abbia fatte realmente con gli strumenti che egli descrive sono una su un miliardo. D'altra parte, laddove le osservazioni di Tolomeo risultano imprecise in base alle teorie odierne, Newton sostiene che Tolomeo con gli strumenti che dice di avere utilizzato avrebbe dovuto essere in grado di fare osservazioni più precise. Anche in questo caso Newton ha calcolato le probabilità che Tolomeo possa avere commesso simili errori, e avendo trovato che tali probabilità sono di una contro 1092, è giunto alla conclusione che le osservazioni di Tolomeo sono fraudolente. Noel M. Swerdlow, dell'Università di Chicago, in un articolo che apparirà su The American Scholar, sostiene che l'analisi statistica di Newton non ha nessun valore. Per calcolare quante probabilità un certo evento possa verificarsi per un determinato numero di volte, Newton ha spesso fatto affidamento su quella che viene definita la regola del prodotto: si moltiplica la probabilità che un certo evento si verifichi per il numero dei casi possibili. Per esempio la probabilità di ottenere 1 con un dado è una su sei, o 1/6; la probabilità di ottenere 1 due volte di seguito è 1/6 per 1/6, ossia 1/36, e la probabilità di ottenere 1 tre volte di seguito è 1/6 per 1/6 per 1/6, ovvero 1/126. Per poter applicare la regola del prodotto è necessario conoscere la probabilità che si produca un singolo evento e il numero totale di casi possibili. Inoltre la regola funziona soltanto a condizione che gli eventi siano indipendenti fra loro. In altre parole la regola del prodotto vuole che il verificarsi o meno di un evento in un caso determinato non influisca sulla probabilità che esso si verifichi in un caso successivo. Questa condizione vale riguardo al dado: se ad una determinata gettata esce l'1, questo non influirà sulla probabilità che esca ancora l'1 ad ogni gettata seguente. Secondo Swerdlow la regola del prodotto non si può applicare alle antiche osservazioni astronomiche, come quelle fatte da Tolomeo, per la ragione che non sussiste nessuna delle condizioni necessarie per poterla applicare. Newton non ha semplicemente nessuna possibilità di determinare la probabilità che una qualunque delle osservazioni di Tolomeo abbia un dato valore. Inoltre Newton non è in grado di sapere se le osservazioni siano state o meno indipendenti le une dalle altre come richiede la regola del prodotto. Perciò, conclude Swerdlow, Newton applica in modo arbitrario i metodi statistici quando prima di tutto presume una probabilità iniziale dell'ordine di 1 su 10, ossia di 1/10, che un'eclisse lunare non sia fraudolenta e poi moltiplica per 1/1012 questo fattore per calcolare la probabilità che 12 osservazioni di eclissi lunari siano fraudolente. Le osservazioni di Tolomeo confermano con tale precisione i suoi calcoli teorici che, dal punto di vista della scienza moderna, può nascere il sospetto che siano state costruite ad arte. Victor E. Thoren dell'Università dell'Indiana e Owen J. Gingerich dell'Università di Harvard hanno fatto notare indipendentemente l'uno dall'altro che una tale precisione è perfettamente comprensibile dal punto di vista della scienza antica. Gli uomini che si occupavano di astronomia ai tempi di Tolomeo erano dei matematici e ad essi la dimostrazione, il rigore e la logica premevano più che la precisione delle osservazioni. Riferire soltanto le osservazioni che confermavano le teorie e scartare tutto il resto faceva parte dell'etica comunemente accettata dalla scienza antica. Questa consuetudine spiega l'armonia perfetta esistente tra le osservazioni di Tolomeo e il suo lavoro teoretico. Non prima dello sviluppo dei metodi statistici e probabilistici nel XVIII secolo i filosofi naturalisti cominciarono a prendere in considerazione le osservazioni casuali, poiché soltanto in quel tempo essi poterono disporre delle tecniche necessarie per interpretare quantità notevoli di dati imprecisi col calcolo della media, dei mediani, delle deviazioni e simili. In breve, secondo Swerdlow, Thoren e Gingerich, il processo di Newton non sta in piedi, perché si basa su un'analisi statistica difettosa e non tiene conto dei metodi dell'antica astronomia.” - Scientific American, Vol. 240, n.3, marzo 1979, pagg. 90-94.

I tentativi della Watchtower di manipolare le fonti storiche sono confessati da un ex autorevole membro del suo Corpo Direttivo, Raymond Franz. Questi scriverà:

La principale dottrina dei Testimoni di Geova è che la profezia biblica additi l’anno 1914 come la fine dei ‘tempi dei Gentili’ di Luca 21:24 e che in quell’anno Cristo Gesù abbia assunto il potere regale e abbia iniziato a governare in maniera invisibile. I riferimenti ad un periodo di ‘sette tempi’ in Daniele cap. 4 costituirebbero la base dei calcoli che portano a quella data e, mediante altri testi, questi ‘sette tempi’ si trasformerebbero in un periodo di 2.520 anni, iniziatisi nel 607 a.E.V. e finiti nel 1914 E.V. L’anno d’inizio, il 607 a.E.V., fu scelto come l’anno della distruzione di Gerusalemme per mano del conquistatore babilonese Nabucodonosor. Sapevo che la data del 607 a.E.V. appariva una peculiarità delle nostre pubblicazioni, ma non ne conoscevo veramente il motivo. Solo per l’articolo ‘Cronologia’ si impiegarono mesi di ricerche e ne risultò la voce più lunga di tutto l’Ausiliario. La maggior parte del tempo trascorse nel tentativo di trovare qualche prova, qualche sostegno nella storia, per il 607 a.E.V., una data cruciale nei nostri calcoli che approdavano al 1914. Charles Plonger, membro del personale del quartier generale, che collaborava con me in quel periodo come segretario, effettuò ricerche in tal senso nelle biblioteche di tutta la città di New York alla ricerca di qualunque cosa potesse confermare quella data dal punto di vista storico. Non trovammo proprio niente a sostegno del 607 a.E.V. Tutti gli storici additavano una data posteriore di 20 anni. Tra le decine e decine di migliaia di tavolette cuneiformi di terracotta, trovate nell’area mesopotamica e risalenti al tempo dell’antica Babilonia, di cui, prima di dedicarmi alla raccolta per la voce Archeologia sull’Ausiliario ignoravo la consistenza numerica, nessuna comprovava per l’impero Neo-babilonese (epoca in cui è fissato il regno di Nabucodonosor) una durata tale da permettere di includerci il 607 a.E.V., la data da noi sostenuta, come quella della distruzione di Gerusalemme. Tutto additava un periodo più breve di 20 anni rispetto a quello sostenuto nella nostra cronologia pubblicata in vari libri. Sebbene considerassi questo fatto inquietante, ero disposto a credere che la nostra cronologia fosse corretta malgrado tutta l’evidenza contraria. Così, nella stesura del materiale per l’Ausiliario, furono dedicati molto spazio e tempo nel tentativo di togliere credibilità alle evidenze archeologiche e storiche che attestavano l’erroneità della nostra data del 607 a.E.V. e che fornivano un diverso punto di partenza per i nostri calcoli e, conseguentemente, un punto d’arrivo differente dal 1914. Charles Plonger ed io ci recammo alla Brown University di Providence, Rhode Island, per intervistare il professor Abraham Sachs, uno specialista in antichi testi cuneiformi. Volevamo cercare di ottenere qualche informazione attestante qualche falla o un qualsiasi lato debole nelle indicazioni astronomiche contenute in molte tavolette, indicazioni che provavano l’infondatezza del nostro 607 a.E.V. Alla fine fu evidente che, se davvero la nostra data fosse stata quella giusta, si sarebbe verificata una teorica cospirazione da parte degli antichi scribi – senza alcuna ragionevole giustificazione - per falsificare i fatti. E allora, come un avvocato di fronte a una prova che non può annullare, il mio tentativo fu quello di screditare o ridurre la credibilità degli antichi testimoni che avevano presentato quella prova: l’evidenza dei testi storici relativi all’Impero neo-babilonese”. - Raymond Franz, Crisi di coscienza, Edizioni Dehoniane, Napoli 1989, pagg. 47,48.
Metallo Pesante
Nuovo Utente
 
Messaggi: 179
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi Jeff » 03/10/2020, 14:51

7 tempi,1 giorno per un anno,3+4= 7bello ,scopa! Ho sempre pensato che quella dei sette tempi fosse una spiegazione frutto di visionari .A parte il grossolano errore di base del 607 a. E.V che testardamente,ostinatamente e irragionevolmente evitano di ammettere,se domandassi ad una buona parte di TdG che studiano da parecchi anni le pubblicazioni della WatchTower di spiegarmi questa profezia pochissimi ne sarebbero in grado. Io avevo moltissime riserve da sempre ,dalla pazzia di Nabucodonosor di 7 anni ecc... tutte favole. Se poi ci mettono anche del loro falsificando le date ,allora siamo proprio alla frutta.
Avatar utente
Jeff
Utente Junior
 
Messaggi: 340
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi Tranqui » 03/10/2020, 17:24

Jeff ha scritto:7 tempi,1 giorno per un anno,3+4= 7bello ,scopa! Ho sempre pensato che quella dei sette tempi fosse una spiegazione frutto di visionari .A parte il grossolano errore di base del 607 a. E.V che testardamente,ostinatamente e irragionevolmente evitano di ammettere,se domandassi ad una buona parte di TdG che studiano da parecchi anni le pubblicazioni della WatchTower di spiegarmi questa profezia pochissimi ne sarebbero in grado. Io avevo moltissime riserve da sempre ,dalla pazzia di Nabucodonosor di 7 anni ecc... tutte favole. Se poi ci mettono anche del loro falsificando le date ,allora siamo proprio alla frutta.

ma viene insegnata ancora questa profezia agli studi TDG ? :boh:
PRESENTAZIONE


La gente di solito usa le statistiche come un ubriaco i lampioni: più per sostegno che per illuminazione.

Mark Twain


Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 5655
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi deliverance1979 » 03/10/2020, 18:34

Jeff ha scritto:7 tempi,1 giorno per un anno,3+4= 7bello ,scopa! Ho sempre pensato che quella dei sette tempi fosse una spiegazione frutto di visionari .A parte il grossolano errore di base del 607 a. E.V che testardamente,ostinatamente e irragionevolmente evitano di ammettere,se domandassi ad una buona parte di TdG che studiano da parecchi anni le pubblicazioni della WatchTower di spiegarmi questa profezia pochissimi ne sarebbero in grado. Io avevo moltissime riserve da sempre ,dalla pazzia di Nabucodonosor di 7 anni ecc... tutte favole. Se poi ci mettono anche del loro falsificando le date ,allora siamo proprio alla frutta.


Ma vedete, il problema sta proprio tutto lì, ovvero nel riscontro pratico ed oggettivo di tutta questa teologia millenaristica tipica dei TDG.

Ora, le profezie ed i racconti biblici, per quanto potrebbero apparire fantastici, dovevano rappresentare la testimonianza dell'intervento divino nelle situazioni umane da che creò il mondo fino alla sua fine.

Ora, la narrazione fantastica che poteva essere rigettata dai molti increduli, ci sta anche, visto che in tutta la bibbia, al momento della resa dei conti, se ne sono salvati in pochi.

Quindi, diciamo che passi la fantasiosità di determinate storie bibliche (Diluvio, fuoco dal cielo, mare che si apre, camminare sull'acqua, morti che risuscitano e via dicendo).

Bene, veniamo a noi.

Quale è il problema dei TDG, è quello di auto incoronarsi messaggeri o per meglio dire rappresentanti del governo di Geova qui sulla terra, nel periodo storico che loro (attraverso carotaggi ed interpretazioni bibliche) chiamano "Ultimi giorni", che inizia proprio nel 1914.

Ora, se l'esistenza dei TDG fosse stata preordinata dal reame celeste, che comunque, doveva avere negli anni immediatamente precedenti a tale data (1914) un gruppo di persone che doveva servire da predicatori della fine imminente, nulla da eccepire.

Ma dove sta l'inghippo.
L'inghippo sta che i TDG a partire dai vertici, e quindi da C. T. Russell, si sono sempre auto proclamati come una specie di figura profetica, ma alla prova pratica dei fatti, tale loro figura profetica è sempre stata solo ed esclusivamente nella loro testa.

Infatti, se fosse stata vera la storia che dal reame celeste, dopo millenni di silenzi e disinteresse negli affari umani, ci fosse un risveglio proprio a ridosso del 1914, nulla da eccepire.
Tale risveglio si sarebbe visto in prima battuta sulla capacità degli esseri umani, scelti da Geova, nel capire la bibbia e predicare tale messaggio al mondo intero in vista della fine.

Ora i TDG hanno spacciato le loro teorie come se fossero imbeccate dall'alto, da quello stesso Geova o spirito santo che crearono i cieli e la terra.

E figurarsi se una creatura che dal nulla crea l'Universo e la vita in esso, si fa problemi a compiere non una, ma miliardi di volte, i miracolosi portenti narrati nella bibbia.

Il problema però nasce quando la letteratura TDG, sospinta da una furia millenaristica, produce una quantità enorme di pubblicazioni che cercano di esaminare minuziosamente i vari versetti biblici, unendoli tra di loro secondo una logica "millenaristica" appunto, e condendo il tutto con eventi geopolitici attuali, cosi da far dire alla bibbia che l'umanità, dai tempi di Adamo ed Eva è in attesa del giudizio universale e del ripristino di quello stesso paradiso terrestre perduto dai primi genitori, mentre invece, gli eventi geopolitici internazionali, servivano alla dirigenza geovista per avvalorare tale periodo chiamato "Ultimi Giorni", calcando cosi la mano su determinate situazioni che potevano sembrare come se le profezie bibliche si stessero per avverare.
Logicamente, per tenere su tutta questa impalcatura, il Corpo Direttivo, ed il comitato degli scrittori della WTS (ovvero chi aiuta il Corpo Direttivo a scrivere le pubblicazioni geoviste), hanno anche cercato tra le fonti archeologiche e scientifiche numerose informazioni che potessero dare una parvenza di blasone o serietà alle loro teorie millenaristiche.

Pertanto, in quel primo periodo che andava dal 1914 al 1994, gli eventi geopolitici internazionali sembravano dare ragione alle interpretazioni bibliche dei TDG, compresa la profezia dei "Sette tempi", che partendo dal 607 A.E.V. porta proprio al 1914, anno secondo cui per i TDG inizano gli "Ultimi giorni".

Quindi, per rispondere a Jeff, ma per far capire un pò a tutti il clima teocratico che si respirava nel XX secolo, bisogna immaginare come i vari TDG dell'epoca, pur nutrendo qualche dubbio, credevano fermamente che la fine di questo mondo sarebbe venuta entro il XXI secolo, e che, anche se le profezie sembravano strane o inspiegabili, bisognava avere fede in Geova e nella sua organizzazione.

D'altronde, quante volte, alle adunanze, venivano continuamente letti brani biblici di come gli israeliti, seguendo le direttive di Geova, dette loro attraverso i profeti, si ritrovarono in situazioni reali che sembravano essere prive di speranza, o addirittura mortali.
Poi, come per magia, il portento soprannaturale di Geova che ribalta la situazione (Mare che si apre, fuoco dal cielo, angeli sterminatori e via dicendo).

Quindi, nell'immaginario collettivo dei TDG dell'epoca, era normale accettare per fede le varie profezie e le spiegazioni che lo Schiavo Fedele e Discreto dava della bibbia in funzione del contesto storico che si viveva nel XX secolo.
Quindi, anche se la cosa sembrava strana o impossibile da realizzarsi, il TDG medio, nella sua mente non è che aveva grandi possibilità di scelta.
O tornava nel mondo ma con la paura che questo poteva finire da un momento all'altro, e quindi poteva solo godersi gli ultimi anni della sua vita con i beni offerti da lui dall'umanità peccaminosa, oppure, doveva stringere i denti, vivere una vita di diversità e sacrifici, ed attendere la venuta del nuovo mondo.

Ora, quale è la problematica di tutto questo.
Molto semplice, se questa religione era nata per volontà di Geova, anche con tutti gli errori umani commessi, avrebbe comunque dovuto comprendere la cosa fondamentale, ovvero la scaletta temporale che dal 1914 avrebbe portato alla distruzione di questo mondo, con miliardi di morti.
Quindi, la predicazione mondiale, l'espansione dell'opera di costruzione di sale del regno ed altri edifici di culto, nonchè la comprensione sempre più dettagliata e puntuale dei vari passaggi biblici, dovevano aumentare man mano che gli anni trascorrevano e ci si allontanava sempre di più dal 1914, avvicinandosi allo scoppio della Grande Tribolazione.

Ma purtroppo qualcosa è andato storto, e tutta quell'impalcatura, creata da C.T. Russell tra la fine del 1800 ed i primi del 1900, portata avanti da Rutherford e successivi compare, alla fine cadde.

Le profezie o per meglio dire le interpretazioni geoviste delle profezie bibliche, in funzione del periodo che va dal 1914 in poi si rivelarono per quello che erano.... fandonie.
E quindi, la loro presunta impossibilità nell'avverarsi, si palesò chiaramente.
Alla fine del XX secolo, quando dopo 80 anni di attesa, nel 1994, il Corpo Direttivo dovette ricorrere ai ripari e cambiare il famoso intendimento sulla fine di questo mondo, la cosa, a mio avviso assunse toni imbarazzanti.
Perchè molti TDG non se ne andarono?

La spiegazione è semplice, molti di quei TDG erano ancora assuefatti dalla speranza della fine imminente e pensavano che alla fine, questo cambio di intendimento non aveva cambiato nulla, ma che la fine sarebbe comunque venuta presto.
Al massimo, Geova dava ancora più tempo per raggiungere i meritevoli o completare la predicazione (tipiche giustificazioni postume di un fallimento, utili a non accettare la realtà dei fatti).
Inoltre, molte di quelle persone erano venute dal mondo, avevano rotto con amici del mondo, parenti o altri famigliari non TDG, avevano impostato il proprio lavoro o la propria carriera in funzione di questa fine del mondo, investendo quindi molto, anzi tutto, su questa religione, sperando che per loro e la propria famiglia ci fosse il roseo "Nuovo mondo" promesso dai vertici dei TDG.
Inoltre, chi andava via sarebbe stato disassociato da quella religione che gli aveva preteso esclusiva devozione, facendo satellitare la sua vita intorno agli interessi teocratici. Andare nel mondo voleva dire ricucire i rapporti con le vecchie amicizie lasciate per entrare in tale culto, ed essere considerati come morti di vecchi correligionari.

Poi, nel 2008, un altro intendimento che rivedeva quello del 1995, e che era ancora più imbarazzante perchè inspiegabile.
Ed oggi, ci troviamo qui nel 2020, a 106 anni da quella data, calcolata sulla profezia dei sette tempi che partono dal 607 A.E.V. ad osservare Morris, Lett e compari, a provare a rabberciare giustificazioni plausibili su come la fine sta per venire, e su come il tempo trascorso fino ad ora (ricordo 106 anni dal 1914, senza contare il periodo di Russel che parte dal 1870), sia il risultato del volere di Geova... :mirror: :ciuccio:

Quindi penso che, molti TDG si siano bevuti tale cronologia, solo perchè il 1914, ha coinciso con lo scoppio della "Prima Guerra Mondiale", quasi come che, quell'evento si sovrapponeva con le profezie bibliche immaginate da Russell.
Invece, tale evento è stato l'inizio dei guai dei TDG, perchè dando loro tale illusione, hanno continuato ad illudersi ed illudere altri su come la "Fine di questo mondo" sia vicina.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6252
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Jeff » 03/10/2020, 19:12

Caro deli, tutto questo papiro egiziano :risata: che hai scritto l'ho letto,non fanno una grinza le tue considerazioni e i tuoi ragionamenti ma ai nuovi proclamatori non gliene importa una cippa,anche ai vecchi a dir la verità ,neanche se fossimo nel 2050, per i seguaci della WatchTower la fine è imminente,nel 1914 è stato intronizzato Gesù Cristo e da allora guai sulla terra ma Satana non poteva essere scagliato nelle vicinanze di Mercurio? A proposito nel 2050 se sarò ancora vivo avrò 80 anni e saranno già 136 anni... che la corretta e giusta interpretazione della durata della generazione sia basata sulla vita di Metusela? :boh:
Avatar utente
Jeff
Utente Junior
 
Messaggi: 340
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi Jeff » 03/10/2020, 19:18

Tranqui ha scritto:
Jeff ha scritto:7 tempi,1 giorno per un anno,3+4= 7bello ,scopa! Ho sempre pensato che quella dei sette tempi fosse una spiegazione frutto di visionari .A parte il grossolano errore di base del 607 a. E.V che testardamente,ostinatamente e irragionevolmente evitano di ammettere,se domandassi ad una buona parte di TdG che studiano da parecchi anni le pubblicazioni della WatchTower di spiegarmi questa profezia pochissimi ne sarebbero in grado. Io avevo moltissime riserve da sempre ,dalla pazzia di Nabucodonosor di 7 anni ecc... tutte favole. Se poi ci mettono anche del loro falsificando le date ,allora siamo proprio alla frutta.

ma viene insegnata ancora questa profezia agli studi TDG ? :boh:

Da quasi 3 anni che non frequento e non mi tengo più aggiornato sugli studi Torre di Guardia ma comunque non mi pare che abbiano cancellato il 1914. L'Ho già detto che un Testimone aveva sulla targa della macchina JW1914 ? Qui in Germania si possono scegliere lettere e numeri
Avatar utente
Jeff
Utente Junior
 
Messaggi: 340
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi Metallo Pesante » 04/10/2020, 12:01

Jeff ha scritto:
Tranqui ha scritto:
Jeff ha scritto:7 tempi,1 giorno per un anno,3+4= 7bello ,scopa! Ho sempre pensato che quella dei sette tempi fosse una spiegazione frutto di visionari .A parte il grossolano errore di base del 607 a. E.V che testardamente,ostinatamente e irragionevolmente evitano di ammettere,se domandassi ad una buona parte di TdG che studiano da parecchi anni le pubblicazioni della WatchTower di spiegarmi questa profezia pochissimi ne sarebbero in grado. Io avevo moltissime riserve da sempre ,dalla pazzia di Nabucodonosor di 7 anni ecc... tutte favole. Se poi ci mettono anche del loro falsificando le date ,allora siamo proprio alla frutta.

ma viene insegnata ancora questa profezia agli studi TDG ? :boh:

Da quasi 3 anni che non frequento e non mi tengo più aggiornato sugli studi Torre di Guardia ma comunque non mi pare che abbiano cancellato il 1914. L'Ho già detto che un Testimone aveva sulla targa della macchina JW1914 ? Qui in Germania si possono scegliere lettere e numeri


Caro Jeff, sì la data 1914 è citata come inizio degli "Ultimi Giorni" e dell'intronizzazione del Cristo, al punto che nel 2014 è uscito il libro Il Regno di Dio è già una realtà! (titolo originale: God’s Kingdom Rules!), che puoi scaricare qui in pdf in italiano [ https://www.jw.org/it/biblioteca-digita ... no-di-dio/ ], volume "storico" (o meglio, revisionista) che ricostruisce i 100 di "governo terreno" da parte di Gesù, e che viene presentato così: "Milioni di persone vivono una vita felice e sicura sotto il perfetto governo di Dio. Vorresti essere anche tu un cittadino del Regno?", e qui ha ragione deliverance1979 - sorvolando gli inebrianti papiri escatologici di lunghezza chilometrica :risata: :risata: :risata: :risata: - e cioè: è dal 1914 (ma anche prima, dato che doveva esser la data della fine e del rapimento in cielo, poi Rutherford l'ha resa la data d'inizio) che i TdG di tutto il mondo aspettano l'edificazione sula Terra del Regno di Dio, che intanto regnerebbe dal 1914 in cielo, ma a noi cosa cambia se non rinunce continue (per la maggioranza, non per tutti, fortunatamente) e pernacchie alle porte? E qui il Corpo Direttivo della Watchtower Society, dato che 'sta fantomatica fine non viene, s'ingegna (e sono dei geni, va detto) e ti dice: "Beh, non possiamo dire che che il Regno di Dio è una condizione di cuore sennò ci linciano, allora bisogna prender il premio di consolazione: esso regna già da 100 anni [il libro è del 2014], per così dire, sulla Terra tramite l'Organizzazione visibile di Geova, e ha oltre 8.600.000 di sudditi! Voi aspettate, sacrificate tempo, hobby, passioni e risorse, contribuite puntualmente, e vedrete che intanto non vi beccate malattie veneree o gravidanze indesiderate [come se chiunque fa sesso gli si scassa puntualmente il preservativo e si becca le piaghe d'Egitto, AIDS inclusa, e gravidanze indesiderate :ironico: :ironico: :ironico: ], malattie, scorbuto e chi più ne ha più ne metta [beh, anche le amebe, non avendo una vita sociale non beccano 'ste cose :conf: :conf: :conf: ], un giorno senz'altro vedrete la fine perché siamo nella parte finale, della parte finale, della parte finale degli "Ultimi Giorni", e intanto siete sudditi [non cittadini con diritti e doveri, ma dei sudditi sfigati di una teocrazia tipo antico Egitto] del Regno di Dio che governa sulla Terra tramite la Watchtower Society su oltre 8.600.000 di sudditi! Sia lode a Iah!" Il senso del libro è questo, ed è il premio di consolazione del TdG del XXI secolo, che fonda la sua fede su video emozionali - che ora sforneranno a Ramapo a ritmi industriali - e roba del genere!
Metallo Pesante
Nuovo Utente
 
Messaggi: 179
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi deliverance1979 » 04/10/2020, 13:10

Carissimi apostatacci delle tenebre di fuori Jeff e Metallo, ragioniamoci su....alla fine, chi ci legge, deve pur capirci qualcosa.... :risata:

Avete ragione quando dite che al proclamatore TDG medio non importa una cippa di quanto scritto da me... ovvero non tanto da me come apostata, ma del senso teocratico del mio discorso....

Ma è proprio questo menefreghismo teocratico che sta facendo colare a picco la nave WTS....

Mi spiego meglio...

Dal 1914, dopo la prima battuta di arresto subita dagli Studenti Biblici di pastor Russell, che immaginavano di venire rapiti in cielo, da Geova, proprio in quell'anno, tale movimento ha serrato nuovamente i ranghi e lancia in resta è partito per la sua nuova cavalcata.

Nonostante alcune defezioni, tipiche di una cantonata di quel genere, ovvero di venire rapiti in cielo da Dio nel 1914, per poi scoprire di rimanere sulla terra come dei babbei, la dirigenza geovista di allora ha comunque saputo giocare tale partita facendo buon viso a cattivo gioco.
Inutile dire che in quell'anno (1914), lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, ha comunque aiutato a mettere una toppa a quella vaccata russelliana della fine dei tempi e del rapimento in cielo mai verificatosi.

Il problema però a quel punto era un altro, ovvero una nuova motivazione per la fine di questo sistema di cose.
Quindi, il comitato degli scrittori dei TDG (allora studenti biblici), che cosa inizia ad inventarsi?

La storiella della famosa "Generazione" di persone che ricordando l'anno biblico del 1914 (collegato alla profezie dei 7 tempi, ovvero 2520 anni che partono dal 607 A.E.V), e vivendo in media 70 - 80 anni (vita media di una persona secondo la scrittura di Salmo 90:10), entro questo periodo di tempo, tali persone avrebbero anche ricordato la fine di questo sistema di cose.

Quindi, per stringere, Harmaghedon, sarebbe dovuto venire entro o per meglio dire prima del 1990..... anno più, anno meno...

Certo, all'epoca c'erano ancora 70 - 80 anni di attesa, ma chissà, Harmaghedon, poteva arrivare nel 1930, nel 1950, vattela a pesca.

Fatto sta che grazie a tali punti fermi, la WTS ha potuto intortare milioni di persone cosi da far credere loro che la fine fosse veramente vicina.

E qui veniamo al problema sollevato da Jeff

Jeff ha scritto:Caro deli, tutto questo papiro egiziano :risata: che hai scritto l'ho letto,non fanno una grinza le tue considerazioni e i tuoi ragionamenti ma ai nuovi proclamatori non gliene importa una cippa,anche ai vecchi a dir la verità ,neanche se fossimo nel 2050, per i seguaci della WatchTower la fine è imminente,nel 1914 è stato intronizzato Gesù Cristo e da allora guai sulla terra ma Satana non poteva essere scagliato nelle vicinanze di Mercurio? A proposito nel 2050 se sarò ancora vivo avrò 80 anni e saranno già 136 anni... che la corretta e giusta interpretazione della durata della generazione sia basata sulla vita di Metusela? :boh:


Hai ragione che a loro del mio papiro non gliè ne può fregare di meno a livello di abbandono di tale religione.
Infatti la stragrande maggioranza dei TDG non abbandonerà mai tale culto, o per comodità (comfort zone di una comunità che conoscono da una vita), o paura di rimanere soli, o paura atavica e superstiziosa si Harmaghedon che "sia mai venisse domani...." :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

Ma, il loro abbandono psicologico, lo dimostrano nel momento in cui, essendo 8 milioni di persone, non riescono a livello di risorse economiche, ed impegno personale, a mantenere il baraccone di Sale del Regno, Sale delle Assemblee, Filiali Bethel, mole di pubblicazioni stampate e via dicendo, lasciato loro dai TDG che fino al 1994 (con un numero di 4,6 milioni di proclamatori), hanno creato da zero.

Quindi, pur non essendoci un abbandono, la permanenza in questo gruppo, che è garantita dal ricambio generazionale di giovani nati da genitori TDG, a loro volta nati in questa religione, è tutta intera, e per tale motivo, ha perso lo slancio dell'offensiva.

Quindi, il fatto che i vecchi TDG oggi ultrasettantenni, che entrarono in questa religione perchè pensavano di ricordare la fine di questo sistema di cose, ormai rimangono li dentro (auto ripetendosi che la fine è imminente), ma sapendo in cuor loro che qualcosa in tutto questo è andato veramente storto.
Mentre i giovani, nati in questa religione, non si sentono addosso quel pathos da fine del mondo, trasmessa loro dai genitori o nonni, proprio perchè, dopo decenni passati ad aspettare la fine, quando arrivò il 1994, anzichè scoppiare la "Grande Tribolazione", la WTS ed il suo Corpo Direttivo produssero un nuovo intendimento.... quello del 1995 e della generazione riferita ad un arco di tempo storico. :mirror: :mirror: :mirror:

Se all'epoca non ci furono scismi o comunque spaccature all'interno del movimento geovista, questo non significava che il malumore, la delusione ed il malcontento covavano all'interno delle congregazioni, tra i vari TDG.

Molti TDG penso, hanno alla fine accettato questa condizione di essere stati presi per il culo dalla WTS.
La loro mente (come quella dei miei genitori) si auto convince che la "Fine di questo sistema di cose" verrà comunque....
Tanto, cosa hanno da perdere nel credere a questa illusione, che altrimenti manderebbe in pappa il loro cervello, confermando loro che hanno sprecato la vita per questa religione.

Ma cosi facendo che cosa fanno.... da una parte rassicurano la loro psicologia che comunque, le vaccate che hanno predicato per decenni alle persone del mondo e inculcate ai propri figli sono vere....(tanto la riprova che sbagliano chi la può dire, se non i quattro revisited dottrinali fatti dal loro corpo direttivo.... ma su questi dettagli è meglio non soffermarsi troppo).

Dall'altra parte, tirano i remi in barca, spendendosi sempre meno per questa organizzazione (ed i risultati si vedono), ma prendendo da tale comunità dei vantaggi, ovvero la compagnia di altri TDG che ormai, a mò di club esclusivo, è l'unica cosa che motiva molti a non abbandonare tale religione.

In questa maniera si osserva come tale culto si sta decomponendo lentamente.
Con una crescita lenta, proveniente dai nuovi nati, un'apparente tenuta di tutta la comunità, ma, esternando continui scricchiolii strutturali (chiusura di sale del regno, vendita di immobili, riduzioni di pubblicazioni stampate e via dicendo) che dimostrano come ci sia qualcosa che non torna.

Ed è proprio questo fenomeno che riassume la delusione delle vecchie generazioni di TDG del XX secolo che hanno espanso l'opera ed i possedimenti di questa religione, con il menefreghismo delle nuove generazioni di TDG nate tra la fine del XX secolo e nel XXI secolo che non hanno punti di riferimento dottrinali e pathos emotivo di una fine imminente.

Io capisco che per la WTS, ogni anno che passa dal 1914 (anno profetico che si ricava dalla profezia dei 7 tempi che parte dal 607 A.E.V.) è un anno utile per nascondere sotto il tappeto le loro vaccate sulla fine imminente.
Ma non scordiamoci mai, che questa religione è nata, si è espansa ed è cresciuta in tutto il mondo, grazie alla truffa teologica del 1914 e degli "Ultimi giorni" di questo mondo.
Senza tale illusione, milioni di persone non sarebbero mai diventate TDG.

Quindi, da parte del Corpo Direttivo, sperare che tale aspettativa degli "Ultimi Giorni", da reale ed imminente, diventi quasi come una cosa che potremmo definire "Tradizione", a mio avviso non farà bene a questa religione, che nella sua essenza è millenarista.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6252
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Marvin The Martian » 05/10/2020, 10:10

leggo sempre con piacere i vostri ragionamenti, e concordo con voi che il 607 ormai è una data priva di alcun fodamento storico.
ce da dire una cosa, ho un pensiero che e da un po di tempo mi ronza nell testa ed è questo:
visto che i nostri 8 saggi hanno modificato "l'intendimento" sulle generazioni ( che non ho digerito per niente :inca: ), senza mettersi il problema delle idiozie che hanno tirato fuori per giustificare quanto dicevano, giustificando il tutto con la luce progressiva, vuoi vedere che tra qualche tempo ci sara una bella rettifica sul 1914?
Questa rettifica verrà spacciata come nuovo intendimento, e milinoni di seguaci accetteranno convinti che questo sia giusto e l'oderanno gli 8 imbroglioni per avergli illuminati con questa grande "verità", senza minimamente porsi il problema di essere stati presi in giro per 100 anni.. del resto come ho detto all'inizio hanno fatto lo stesso con le generazioni sovrapposte...
Avatar utente
Marvin The Martian
Nuovo Utente
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 25/09/2020, 10:55

Messaggiodi deliverance1979 » 05/10/2020, 11:34

Marvin The Martian ha scritto:leggo sempre con piacere i vostri ragionamenti, e concordo con voi che il 607 ormai è una data priva di alcun fodamento storico.
ce da dire una cosa, ho un pensiero che e da un po di tempo mi ronza nell testa ed è questo:
visto che i nostri 8 saggi hanno modificato "l'intendimento" sulle generazioni ( che non ho digerito per niente :inca: ), senza mettersi il problema delle idiozie che hanno tirato fuori per giustificare quanto dicevano, giustificando il tutto con la luce progressiva, vuoi vedere che tra qualche tempo ci sara una bella rettifica sul 1914?
Questa rettifica verrà spacciata come nuovo intendimento, e milinoni di seguaci accetteranno convinti che questo sia giusto e l'oderanno gli 8 imbroglioni per avergli illuminati con questa grande "verità", senza minimamente porsi il problema di essere stati presi in giro per 100 anni.. del resto come ho detto all'inizio hanno fatto lo stesso con le generazioni sovrapposte...


Caro Marvin, ci avevo aperto un Thread qualche mese fa, proprio relativo agli intendimenti.
Ci ho inserito diverse riviste che ripercorrono i principali revisited che il Corpo Direttivo ha fatto negli ultimi 100 anni....

TESTIMONI DI GEOVA E L'INGANNO DEGLI ULTIMI GIORNI...
https://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=17&t=26390&hilit=ultimi+giorni

E' un pò lungo, io sono un pò logorroico, ma.... alla fine qualcosa di buono ne esce... :ironico: :ironico: :ironico:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6252
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 05/10/2020, 12:08

No io non credo che metteranno mano al 1914, almeno finché saranno in vita gli attuali 8 dirigenti, del resto l' idea della generazione sovrapposta è stata tirata fuori proprio per dare un continuum all' idea della Generazione del 14.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6299
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Mauro1971 » 05/10/2020, 12:12

Deliverance grazie dell,otti ma disamina.
Epperò hai da fa pace con la "sintesi" prima o poi :risata:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10240
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Marvin The Martian » 05/10/2020, 13:05

deliverance1979 ha scritto:
Marvin The Martian ha scritto:leggo sempre con piacere i vostri ragionamenti, e concordo con voi che il 607 ormai è una data priva di alcun fodamento storico.
ce da dire una cosa, ho un pensiero che e da un po di tempo mi ronza nell testa ed è questo:
visto che i nostri 8 saggi hanno modificato "l'intendimento" sulle generazioni ( che non ho digerito per niente :inca: ), senza mettersi il problema delle idiozie che hanno tirato fuori per giustificare quanto dicevano, giustificando il tutto con la luce progressiva, vuoi vedere che tra qualche tempo ci sara una bella rettifica sul 1914?
Questa rettifica verrà spacciata come nuovo intendimento, e milinoni di seguaci accetteranno convinti che questo sia giusto e l'oderanno gli 8 imbroglioni per avergli illuminati con questa grande "verità", senza minimamente porsi il problema di essere stati presi in giro per 100 anni.. del resto come ho detto all'inizio hanno fatto lo stesso con le generazioni sovrapposte...


Caro Marvin, ci avevo aperto un Thread qualche mese fa, proprio relativo agli intendimenti.
Ci ho inserito diverse riviste che ripercorrono i principali revisited che il Corpo Direttivo ha fatto negli ultimi 100 anni....

TESTIMONI DI GEOVA E L'INGANNO DEGLI ULTIMI GIORNI...
https://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=17&t=26390&hilit=ultimi+giorni

E' un pò lungo, io sono un pò logorroico, ma.... alla fine qualcosa di buono ne esce... :ironico: :ironico: :ironico:



diciamo che un po lungo e un eufemismo :ironico: ho iniziato a leggere alcune parti del tuo ragionamento e non fanno altro che convincermi sempre di piu che cio che ormai penso da anni sia giusto. Ed è sempre piu evidente la manipolazione che sta dietro a tutti i ragionamenti fatti nel corso dei decenni ormai da piu di un secolo da questa organizzazione. grazie
Avatar utente
Marvin The Martian
Nuovo Utente
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 25/09/2020, 10:55

Messaggiodi deliverance1979 » 05/10/2020, 13:13

Mauro1971 ha scritto:Deliverance grazie dell,otti ma disamina.
Epperò hai da fa pace con la "sintesi" prima o poi :risata:


E' vero... hai ragione.... :fronte: :ironico:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6252
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Achille » 06/10/2020, 7:19

Metallo Pesante ha scritto:La Watchtower Society ha costantemente e invano tentato di delegittimare le fonti storiche che stabiliscono il 587 a. E. V. (e non il 607) quale anno della distruzione di Gerusalemme, facendo passare come veritiera solo la sua versione dei fatti, omettendo e/o utilizzando magistralmente i puntini di sospensione o usando fonti inattendibili. Si legge ne La Torre di Guardia del 1° giugno 1978, a pag. 30:

Quanto è accurata la cronologia dell’antico Impero Babilonese attualmente accettata? Per molti anni i cronologi hanno preso molto seriamente l’elenco dei re compilato da Tolomeo Claudio, studioso greco del secondo secolo, considerato spesso il più grande astronomo dell’antichità. Tuttavia, nel suo nuovo libro ‘The Crime of Claudius Ptolemy’, il noto fisico Robert R. Newton dell’Università John Hopkins presenta la prova che Tolomeo ‘inventò di proposito’ molte osservazioni astronomiche per dimostrare certe teorie da lui formulate, ‘onde poter asserire che le osservazioni convalidavano le sue teorie’. La rivista ‘Scientific American’, nei suoi commenti sul libro di Newton, osserva: ‘In tale falsificazione Tolomeo può essere giunto a inventare la durata del regno dei re babilonesi. Dato che la moderna ricostruzione della cronologia babilonese è stata basata in gran parte su una lista di re di cui Tolomeo si servì per precisare le date di presunte osservazioni babilonesi, secondo Newton ‘tutta la cronologia di una certa importanza deve ora essere riesaminata senza più riporre alcuna fiducia nella lista tolemaica [dei re]’’. - Ottobre 1977, pag. 80.”.

Nel marzo del 1979 però la stessa Scientific American trattava di nuovo del libro di Newton per dire: “Storici ed astronomi hanno studiato il libro [di Newton] e parecchi hanno concluso che l'accusa di frode rivolta a Tolomeo è infondata”, “Il processo di Newton contro Tolomeo crolla perché esso si basa su una imperfetta analisi statistica e sull'inosservanza dei metodi dell'antica astronomia”. ....
Gli articoli originali di "Scientific American", e anche altre informazioni su questo argomento, potete trovarli in questa pagina:

https://www.infotdgeova.it/tolomeo-clau ... store.html
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14349
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mario70 » ieri, 14:27

Stavo leggendo su internet un commento di un tdg internettiano che per difendere la data del 607 cita due studiosi Stanley Burstein e Leo Depuydt, i quali relativizzerebbero secondo costui le prove di Beroso e Tolomeo.
Incuriosito ho fatto una ricerca ed ho visto che il tdg ha preso questi studiosi dalla torre di guardia del 1 ottobre 2011:

https://www.jw.org/it/biblioteca-digita ... e-Parte-I/

Mi sono chiesto chi fossero e che autorità avessero questi studiosi ed ho trovato l'articolo di Achille in infotdgeova dove approfondisce proprio questa rivista:

https://www.infotdgeova.it/quando-fu-di ... lemme.html

Ma ho trovato anche un altro sito molto interessante:

http://adelmomedeiros.com/comentariocapa2.htm#smb

A proposito degli studiosi citati sopra, l'autore del sito gli ha scritto direttamente e queste le loro risposte che ho tradotto in italiano:

"10. STANLEY M. BURSTEIN

Il 16 ottobre 2011 ho scritto la seguente e-mail al dottor Burstein:

Caro dottor Burstein,

La rivista Watchtower del 1° ottobre 2011 ha pubblicato un articolo sulla cronologia neo-babilonese, dove si afferma che le fonti che sostengono la data 587 a.C. per la distruzione di Gerusalemme non sono attendibili. Per sostenere questo punto di vista il suo libro è citato a p. 29:

"Cosa pensano di Beroso altri studiosi? “Nel passato Beroso era solitamente considerato uno storico”, afferma Stanley Burstein, che ha compiuto uno studio accurato delle sue opere. Eppure conclude: “In tale veste va detto che i suoi scritti lasciano alquanto a desiderare. Anche nella sua attuale forma frammentaria, la Babyloniaca contiene diversi errori sorprendenti su fatti scontati . . . Per uno storico tali inesattezze sarebbero inaccettabili, ma in effetti Beroso non intendeva scrivere un’opera di carattere storico"".

Quindi, chiedo: il suo libro fornisce davvero informazioni che portano a concludere che l'anno 587 non è supportato da fonti attendibili, essendo il libro di Beroso uno di questi?

Sono un ricercatore brasiliano che scrive di storia antica e gradirei ricevere la sua risposta.

Grazie,

Adelmo Medeiros

Il 16 ottobre 2011 il dottor Burstein ha risposto:

Caro signor Medeiros:

Grazie per la sua e-mail. Purtroppo l'articolo sulla Torre di Guardia è fuorviante su questo punto. Mentre Beroso ha chiaramente commesso degli errori, come ho notato nel mio libro, il suo racconto sulla cattura di Gerusalemme, se ne ha parlato, non regge. In altre parole, non abbiamo alcuna prova di quale data possa aver assegnato a quell'evento e il suo lavoro nel suo attuale stato frammentario non è rilevante per la sua datazione.
Cordiali saluti, Stanley Burstein"

Per quanto riguarda il secondo studioso:

"11. LEO DEPUYDT

Il 16 ottobre 2011 ho scritto la seguente e-mail al Dr. Depuydt:

Caro Dr. Depuydt,

La rivista Watchtower del 1° ottobre 2011 ha pubblicato un articolo sulla cronologia neo-babilonese, dove si afferma che le fonti che sostengono la data 587 a.C. per la distruzione di Gerusalemme non sono attendibili. Per sostenere questo punto di vista il suo libro è citato a p. 30:

"È risaputo da lungo tempo che il canone è attendibile dal punto di vista astronomico”, scrive il prof. Depuydt, uno dei più entusiasti sostenitori di Tolomeo, “ma questo non significa automaticamente che sia affidabile anche dal punto di vista storico ”

Quindi, chiedo: il suo libro fornisce davvero informazioni che ci portano a concludere che l'anno 587 non è supportato da fonti affidabili, essendo il Canone di Tolomeo solo uno di questi?

Sono un ricercatore brasiliano che scrive di storia antica e gradirei ricevere la sua risposta, anche se la sua risposta è solo di poche parole.

Grazie,

Adelmo Medeiros

Il 16 ottobre 2011, il dottor Depuydt ha risposto:

Caro signor Medeiros,

Invece di rispondere direttamente, sto inoltrando la mia recente corrispondenza con qualcuno che aveva una domanda simile. il 607 a.C. è fuori dalla questione come data della distruzione di Gerusalemme e le prove sono solide.

Grazie e auguri.

Leo Depuydt

- - -

(Korpela è un lettore di Filand).

Caro signor Korpela,

Il Canone è pienamente confermato da molte altre fonti come i Diari astronomici babilonesi. Il 607BCE è fuori dalla questione come data della distruzione di Gerusalemme. Nel mio articolo chiedevo un confronto più esplicito del Canone con i testi cuneiformi. Dichiaro più in basso nell'articolo in questione che "l'accordo sembra essere la regola" quando si tratta di confrontare il Canone con i testi cuneiformi. Questa affermazione si basa in parte sul lavoro di Abraham Sachs e Hermann Hunger sui diari astronomici. Ci sono numerose sovrapposizioni tra il Canone e questi diari. Non c'è dubbio che le prove potrebbero essere presentate in modo più esplicito e più accessibile ai profani. Un problema è che molti testi sono stati pubblicati solo a partire da circa venti anni fa. Ma nel frattempo, da quando è apparso il mio articolo, c'è stata un'attenzione più esplicita alla questione (si veda per esempio tutto il materiale pubblicato da Carl Olof Jonsson su http://kristenfrihet.se).

Auguri.

Leo Depuydt"

Posso dirlo? Che figura di merda! Non si smentiscono mai con queste citazioni mozzate che fanno dire agli autori ciò che non pensano proprio!
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6021
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Achille » ieri, 14:49

Grazier Mario per questa tua ricerca. Aggiungerò le lettere alla mia pagina https://www.infotdgeova.it/quando-fu-di ... lemme.html
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14349
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mario70 » ieri, 14:52

Achille ha scritto:Grazier Mario per questa tua ricerca. Aggiungerò le lettere alla mia pagina https://www.infotdgeova.it/quando-fu-di ... lemme.html


Perfetto! Ci speravo.
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6021
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Achille » ieri, 15:42

Achille ha scritto:Grazier Mario per questa tua ricerca. Aggiungerò le lettere alla mia pagina https://www.infotdgeova.it/quando-fu-di ... lemme.html
Fatto, aggiunto le lettere alle note 12 e 16.

La WTS è assolutamente sola nel sostenere la data del 607, anche se cerca disperatamente di negare la realtà.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14349
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Mi domando solo una cosa:

Messaggiodi Vieri » ieri, 17:50

Ho notato molte citazioni e "conteggi" biblici relativi al V.T.ma nessuno dei tdG ( che si professa una congregazione CRISTIANA) non mi sembra abbia mai citato il Vangelo ed in specialmodo:
Matteo 24
23 Allora se qualcuno vi dirà: Ecco, il Cristo è qui, o: È là, non ci credete. 24 Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti. 25 Ecco, io ve l'ho predetto.
26 Se dunque vi diranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: È in casa, non ci credete. 27 Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo. 28 Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi.
---------
35 Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.
36 Quanto a quel giorno e a quell'ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre.
........
42 Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. 43 Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. 44 Perciò anche voi state pronti, perché nell'ora che non immaginate, il Figlio dell'uomo verrà.

Luca 21
8 Rispose: «Guardate di non lasciarvi ingannare. Molti verranno sotto il mio nome dicendo: "Sono io" e: "Il tempo è prossimo"; non seguiteli. 9 Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine».

Ovviamente: nessun commento...basta leggere....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 7767
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » ieri, 18:20

Il tuo commento, Vieri, è fuori tema. Qui si parla della cronologia biblica. In particolare dell'anno in cui cadde Gerusalemme.

Achille/mod
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14349
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Achille carissimo...

Messaggiodi Vieri » ieri, 18:45

Achille ha scritto:Il tuo commento, Vieri, è fuori tema. Qui si parla della cronologia biblica. In particolare dell'anno in cui cadde Gerusalemme.

Achille/mod

Comprendo e la discussione è anche interessante ma leggendo:
Io capisco che per la WTS, ogni anno che passa dal 1914 (anno profetico che si ricava dalla profezia dei 7 tempi che parte dal 607 A.E.V.) è un anno utile per nascondere sotto il tappeto le loro vaccate sulla fine imminente.
Ma non scordiamoci mai, che questa religione è nata, si è espansa ed è cresciuta in tutto il mondo, grazie alla truffa teologica del 1914 e degli "Ultimi giorni" di questo mondo.
Senza tale illusione, milioni di persone non sarebbero mai diventate TDG.

Secondo la mia modesta opinione mi piace sempre andare all'origine dei problemi e chiuderei la discussione con un tdG ricordando solo l'inutilità di questi "studi" per il semplice fatto che se uno si professa" cristiano" dovrebbe attenersi principalmente al Vangelo che mi sembra estremamente chiaro in merito....
Se poi a loro piace profetizzare sul nulla" ........ :piange:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 7767
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55


Torna a Pubblicazioni della WatchTower

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici