Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Ispirazione biblica secondo la Chiesa cattolica

Sezione dove porre domande sulla Bibbia e sulla sua interpretazione

Moderatore: Trianello

Messaggiodi Vera Icona » 11/11/2017, 13:45

ma leggendo certi brani "forti" della bibbia ti stai chiedendo come certe cose si possano conciliare con la visione attuale di Dio. A mio modesto parere, stai cercando a valle
delle questioni che invece stanno a monte della riflessione. Secondo me ci sono le seguenti alternative:

Io
Ma questo è palese, o tu pensi che le due cose si lasciano combinare?
Avatar utente
Vera Icona
Nuovo Utente
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vera Icona » 11/11/2017, 13:47

) Dio non esiste, quindi la bibbia è un libro scritto da uomini che non potevano essere ispirati perchè non esiste alcuna entità che potesse farlo.

Io

Dio potrebbe anche esistere senza aver ispirato gli agiografi biblici, non ti pare?
Avatar utente
Vera Icona
Nuovo Utente
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vera Icona » 11/11/2017, 13:48

2) Dio esiste, ed ha ispirato gli autori "possedendoli" totalmente, per cui quello che è scritto nella bibbia e pura emanazione della divinità ed è assolutamente infallibile ed inerrante.
La verità assoluta è disponibile a tutti gli uomini direttamente, che vi possono accedere senza il bisogno di nessun intermediario, e non c'è bisogno di altro.

Io

Io non capisco perché Dio onnisciente ed onnipotente dovrebbe aver voluto che i suoi scrittori scrivessero delle cose completamente fantasiose e non solo scientificamente inesatte ma anche delle cose che lo fanno apparire come un Dio sanguinoso e vendicativo.
Avatar utente
Vera Icona
Nuovo Utente
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vera Icona » 11/11/2017, 13:49

Dio esiste, e nel corso della storia si è servito di uomini per portare gradualmente il suo messaggio, ciò ha generato tradizioni orali che poi sono sfociate in una serie di scritti.
La capacità di tramandare questa tradizione e di interpretare gli scritti è stata lasciata in dote da lui stesso ai suoi discepoli ed ai suoi discendenti.


Io
Magari si fosse trattato solo di tramandazione graduale....
Avatar utente
Vera Icona
Nuovo Utente
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vera Icona » 11/11/2017, 13:50

Secondo me prima di tutto dovresti cercare di comprendere quale di queste 3 visioni ti sembra più vicina al tuo sentire, e poi di conseguenza cominciare una serie di riflessioni.

Io

Nessuna delle 3 visioni
Avatar utente
Vera Icona
Nuovo Utente
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Caro Valentino...

Messaggiodi Vieri » 11/11/2017, 14:02

Valentino ha scritto:Si Vieri, i sentimenti umani esistono e fanno parte della nostra umanità. Mauro non si è mai sognato di affermare altrimenti. Anche Mauro si innamora, gioisce, a volte è triste ed a volte allegro, etc. Emozioni e sentimenti sono una nostra caratteristica che dobbiamo alla nostra peculiare biologia. Sono cose che la biologia spiega benissimo ma nella tua fantasia e non sapendo un tubo di neurologia e neuropsichiatria immagini che non è così. Ti sbagli semplicemente e non centra nulla essere atei o credenti.

Mi spiace, caro Valentino ma anche tu ragioni in digitale dove credi partendo sia dalla tesi di alcuni studiosi della Bibbia, ai quali hai dato credito, e prendendoli come verità assolute ti sia fatto poi le tue idee religiose ritenendole poi categoriche, tassative ed indiscutibili..., :ironico: così pensi che anche tutti i sentimenti umani facciano parte della biologia che è una scienza esatta, quando è noto a tutti e come avevi anche ammesso in passato che certi comportamenti umani siano "imprevedibili"....

Se noti allora che "l'imprevedibilità" non sia contemplata nelle scienze esatte dove 2 +2 = 4 sempre......ma parte della "psicologia" che non è per sua natura una scienza esatta.

Quindi come al solito, scendiamo per favore dalla pianta che è meglio e mettetevi l'anima in pace che con tutta la vostra scienza e conoscenza non potrete MAI spiegare tutti i misteri della vita....
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4014
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 11/11/2017, 15:53

Vieri ha scritto:Mi spiace, caro Valentino ma anche tu ragioni in digitale dove credi


Mi spiace ma come spesso accade mostri di non aver compreso un bel nulla di quello che ti si dice facendo molta confusione e mescolando questioni che non c'entrano nulla con le altre! Hai usato il verbo "credere" ed infatti scrivi "dove credi". Ma quando ho scritto il mio ultimo post non ho parlato affatto di "credenze religiose" ma di fatti scientifici, ovvero di biologia! Dunque sei in errore.

Vieri ha scritto:partendo sia dalla tesi di alcuni studiosi della Bibbia, ai quali hai dato credito, e prendendoli come verità assolute


Come dicevo fai molta confusione. Se parliamo di biologia cosa c'entrano ora gli studiosi della Bibbia???! I biologi si occupano di biologia ed i biblisti di Bibbia. E' lapalissiano, dunque non si capisce cosa c'entrano i biblisti con un'osservazione sull'origine biologica delle caratteristiche neurologiche umane! Del resto sei anche in errore per quanto riguarda la tua osservazione sugli studi che coltivo. Non è che io parto "dalla tesi di alcuni studiosi della Bibbia", piuttosto mi aggiorno sullo "stato dei lavori" esistente in ambito accademico su materie di studio quali la biblistica, la storia, l'esegesi, la filologia, la critica testuale etc. etc. Non si tratta certo di letteratura prodotta dai "non addetti ai lavori". Mi aggiorno sempre su quello che "sforna" l'accademia, il mondo universitario, e mi tengo lontano dagli incompetenti.

Vieri ha scritto:ti sia fatto poi le tue idee religiose ritenendole poi categoriche, tassative ed indiscutibili


Ma la religione che professo è ancora un altro aspetto che tiri in ballo a sproposito. Cosa c'entra la mia fede religiosa con argomenti e questioni che riguardano la biologia, la neurologia e la neuropsichiatria??!?!??! Le osservazioni che ho fatto sull'origine biologica dei sentimenti umani sono osservazioni che prescindono dalla religione che professo. Ti sto parlando di fatti scientifici non di "idee religiose".
Tra l'altro mi parli di "idee religiose" "categoriche, tassative ed indiscutibili", ma scusa la domanda: le tue "idee religiose" (che mutui da un certo tipo di cattolicesimo) ritieni che siano idee "ipotetiche, dubbie e discutibili" oppure per te sono "categoriche, tassative ed indiscutibili"????!? Inoltre non mi risulta che io abbia mai parlato di religione con te se non in maniera piuttosto superficiale e sbrigativa. In realtà abbiamo discusso ed approfondito ALTRO, ovvero abbiamo discusso ed approfondito questioni quali la ricerca storica, la filologia, l'esegesi, la critica testuale, tutte materie di studio che affrontano questioni "tecniche" e dunque non abbiamo parlato delle "idee religiose" di nessuno di noi due. Sei tu che vuoi tirarle dentro senza che ce ne sia effettivamente bisogno.
Per dirla in breve ma cosa diamine c'entrano le mie osservazioni che riguardano la biologia, la neurologia e la neuro-psichiatria con il fatto che ho abbracciato il monoteismo della religione ebraica?!?!?! :boh: :conf:
Il tuo è francamente un discorso confusionario e senza senso.

Vieri ha scritto:così pensi che anche tutti i sentimenti umani facciano parte della biologia che è una scienza esatta


Non è che lo penso perché così "mi piace", ma è semplicemente un fatto scientifico evidente.

Vieri ha scritto:quando è noto a tutti e come avevi anche ammesso in passato che certi comportamenti umani siano "imprevedibili"....


Certi comportamenti umani sono imprevedibili proprio perché a monte di essi c'è la nostra biologia! Non è tanto difficile capire come concetto.

Vieri ha scritto:Se noti allora che "l'imprevedibilità" non sia contemplata nelle scienze esatte dove 2 +2 = 4 sempre......ma parte della "psicologia" che non è per sua natura una scienza esatta.


Lo studio del comportamento umano non è appannaggio della sola psicologia ma è un campo di studio delle neuroscienze. Dunque non diciamo corbellerie.

Vieri ha scritto:Quindi come al solito, scendiamo per favore dalla pianta che è meglio e mettetevi l'anima in pace che con tutta la vostra scienza e conoscenza non potrete MAI spiegare tutti i misteri della vita


Ma quale pianta Vieri? Sei tu che fai affermazioni prive di logica e soprattutto spesso in contraddizione con la scienza. Le evidenze scientifiche indicano che il comportamento umano proviene dal nostro cervello. Lo provano i FATTI, fatti che sono oggetto di studio delle neuroscienze! Mai sentito parlare di corteccia cerebrale?
https://it.wikipedia.org/wiki/Corteccia_cerebrale
La scienza ha spiegato delle cose che una volta erano considerati dei "misteri" ed ovviamente non ha spiegato tutto e sempre ovviamente è certamente possibile che non spiegherà tutto. Qui si parla di ciò che almeno fino ad ora è stato spiegato. Ciò che non si capisce e che tu non spieghi è che senso ha la tua affermazione in relazione a quello che stiamo discutendo. La scienza non potrà MAI spiegare tutti i misteri della vita. Su questo siamo probabilmente tutti d'accordo. Quindi? Cosa ne dovrebbe discendere da questa constatazione?
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù non fu cristiano, fu ebreo" (Julius Wellhausen)
"I soli uomini a vivere, lungo tutto il Medioevo, a imitazione di Gesù furono gli ebrei" (Karl Jaspers).
Immagine
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1040
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Valentino, come al solito....

Messaggiodi Vieri » 11/11/2017, 16:10

Valentino, come al solito non ci capiamo assolutamente per il semplice fatto che per te, partendo sia dall'aspetto dalla interpretazione religiosa, fino alla conoscenza della mente umana, esistono solo SICUREZZE da un lato dettate SOLO dal sapere teologico, esegetico, filologico, ecc....( e non dalla fede) e dall'altro dalle conoscenze scientifiche che ti danno tutte le risposte anche su comportamenti umani appannaggio della psicologia e non della biologia o di altre scienze esatte.

La scienza non potrà MAI spiegare tutti i misteri della vita. Su questo siamo probabilmente tutti d'accordo. Quindi? Cosa ne dovrebbe discendere da questa constatazione?

Quindi se allora su tale affermazione saresti d'accordo dove vanno tutte le tue sicurezze scientifiche specie andando a studiare il comportamento dell'uomo? :boh:

Nella mia umiltà ( e non direi ignoranza) sono più possibilista dove ammetto di non conoscere molti aspetti e comportamenti umani lasciando spazio ad altre diverse interpretazioni specie quando si studia l'essere più complesso esistente in natura: l'uomo.
In breve "il sicuro è morto"......
PS. su Vikipedia mi trovo alla voce : corteccia cerebrale:
......la corteccia cerebrale umana gioca un ruolo centrale in meccanismi o funzioni mentali cognitive complesse come pensiero, consapevolezza, memoria, attenzione, linguaggio.....
....
I neuroni che formano la corteccia cerebrale possono avere connessioni cortico-corticali con neuroni di altre aree della corteccia stessa, o connessioni cortico-sottocorticali con strutture più interne dell'encefalo, come il talamo, il cervelletto o i nuclei della base. Molte delle stimolazioni sensoriali raggiungono la corteccia cerebrale indirettamente attraverso differenti gruppi del talamo. Questo è il caso del tatto, della vista e dell'udito ma non dell'olfatto, che arriva direttamente alla corteccia olfattiva. La maggior parte delle connessioni (75%) non arrivano alla corteccia cerebrale grazie a strutture subcorticali, bensì dalla corteccia stessa.

Strano che non mi vedo scritto la parola "sentimenti" (odio, amore, fede, altruismo, egoismo, volontà, intuizione,.....)
Buon giornata......
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4014
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mauro1971 » 11/11/2017, 16:18

Vieri ha scritto:
Valentino ha scritto:Si Vieri, i sentimenti umani esistono e fanno parte della nostra umanità. Mauro non si è mai sognato di affermare altrimenti. Anche Mauro si innamora, gioisce, a volte è triste ed a volte allegro, etc. Emozioni e sentimenti sono una nostra caratteristica che dobbiamo alla nostra peculiare biologia. Sono cose che la biologia spiega benissimo ma nella tua fantasia e non sapendo un tubo di neurologia e neuropsichiatria immagini che non è così. Ti sbagli semplicemente e non centra nulla essere atei o credenti.

Mi spiace, caro Valentino ma anche tu ragioni in digitale dove credi partendo sia dalla tesi di alcuni studiosi della Bibbia, ai quali hai dato credito, e prendendoli come verità assolute ti sia fatto poi le tue idee religiose ritenendole poi categoriche, tassative ed indiscutibili..., :ironico: così pensi che anche tutti i sentimenti umani facciano parte della biologia che è una scienza esatta, quando è noto a tutti e come avevi anche ammesso in passato che certi comportamenti umani siano "imprevedibili"....

Se noti allora che "l'imprevedibilità" non sia contemplata nelle scienze esatte dove 2 +2 = 4 sempre......ma parte della "psicologia" che non è per sua natura una scienza esatta.

Quindi come al solito, scendiamo per favore dalla pianta che è meglio e mettetevi l'anima in pace che con tutta la vostra scienza e conoscenza non potrete MAI spiegare tutti i misteri della vita....
:ciao:


Immagine
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8252
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Mauro1971 » 11/11/2017, 17:17

Vieri ha scritto: tutte le risposte anche su comportamenti umani appannaggio della psicologia e non della biologia o di altre scienze esatte.


E tr lo avevo pure ben spiegato ma non ci hai capito nulla.

La "biologia" (in raltà altre o branche specifiche o interdisciplinari ma lasciamo così per semplificare) ti spiega, sino dove sa al mometo attuale, come funionano i meccanismi che chiamiamo "sentimenti", altre scienze più morbide (non ha molto senso l'appellativo "esatte" che utilizzi a sproposito invero) studiano la mente dell'ndividuo come strutura psicologica.

Quello che affermi è errato Vieri, non ha davvero senso.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8252
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Valentino » 11/11/2017, 17:27

Vieri ha scritto:Valentino, come al solito non ci capiamo assolutamente


I motivi per cui come tu scrivi "non ci capiamo assolutamente" possono essere molteplici. Faccio alcune ipotesi:
1) non riesco a spiegarmi bene (e su questo punto mi interesserebbe sentire gli altri cosa dicono!)
2) non fai nessuno sforzo concreto per cercare di capire cosa scrivo
3) la natura degli argomenti trattati non è alla tua portata
Se ne potrebbero elencare altre...ma mi fermo. Diciamo che sono io che mi spiego male!
Andiamo avanti...

Vieri ha scritto:per il semplice fatto che per te, partendo sia dall'aspetto dalla interpretazione religiosa


Sei sempre e solo tu che parli di "interpretazione religiosa". Io non ne ho mai parlato. Se parliamo di biologia non parliamo di una "interpretazione religiosa" e se parliamo del Gesù storico allo stesso modo non parliamo di "interpretazione religiosa" ma di storia. Tu confondi sempre le cose.

Vieri ha scritto:fino alla conoscenza della mente umana, esistono solo SICUREZZE


Laddove queste sicurezze esistono in ambito scientifico è oltremodo logico che affermo che "esistono delle sicurezze". Per quanto riguarda la conoscenza della mente umana in effetti le NEUROSCIENZE presentano delle sicurezze riguardo certe questioni. Di queste parliamo, ovvero delle sicurezze scientifiche che la neurobiologia e più in generale tutte le neuroscienze ci offrono sulla questione "mente umana". Sulle cose rispetto alle quali esistono delle "incertezze" pure se ne parla e se ne parla appunto come di cose che vanno ulteriormente studiate e comprese. Tu invece parti da un presupposto antiscientifico secondo il quale la scienza non può affermare nulla con sicurezza! E' questa è una cosa priva di senso e completamente falsa.

Vieri ha scritto:da un lato dettate SOLO dal sapere teologico, esegetico, filologico, ecc


Queste sono discipline di studio che ci consentono di comprendere delle cose. Sono strumenti di comprensione che ci offrono risposte a certe domande. Se mi occorre comprendere un fatto che va analizzato filologicamente...mi servirò della filologia. Mi sembra ovvio! Se devo sapere il significato di un termine e/o di una espressione in un dato contesto storico letterario la risposta me la darà la filologia!

Vieri ha scritto:( e non dalla fede)


Cosa significa "e non dalla fede"?!?!?!? Non sono ne ateo ne agnostico. Sono un credente. E questo è un fatto. D'altra parte ai fini di una qualsiasi ricerca scientifica questo fatto è irrilevante in quanto l'essere credenti non mi rende più bravo (o meno bravo) se sono impegnato in una ricerca che riguarda la biologia. I biologi possono essere credenti o non credenti, atei, agnostici, cattolici o musulmani: tutti useranno LO STESSO METODO SCIENTIFICO e perverranno agli stessi risultati, se applicheranno questo metodo in modo meticoloso.

Vieri ha scritto:e dall'altro dalle conoscenze scientifiche che ti danno tutte le risposte anche su comportamenti umani appannaggio della psicologia e non della biologia o di altre scienze esatte.


E' semplicemente un fatto che il comportamento umano e la mente umana siano il campo di studio delle neuroscienze....ovvero della NEUROBIOLOGIA.
https://it.wikipedia.org/wiki/Neuroscienze
Forse solo tu non lo sapevi ma queste scienze si occupano della mente umana ed ANCHE naturalmente del comportamento umano.

Vieri ha scritto:Quindi se allora su tale affermazione saresti d'accordo dove vanno tutte le tue sicurezze scientifiche specie andando a studiare il comportamento dell'uomo?


Come sarebbe "dove vanno"? Dove dovrebbero andare? Le neuroscienze in base alle evidenze scientifiche ci danno dei dati certi e stabiliscono certe certezze.

Vieri ha scritto:Nella mia umiltà ( e non direi ignoranza) sono più possibilista dove ammetto di non conoscere molti aspetti e comportamenti umani lasciando spazio ad altre diverse interpretazioni specie quando si studia l'essere più complesso esistente in natura: l'uomo.
In breve "il sicuro è morto"......


Possibilista su cosa? Non si capisce cosa vuoi dire. La neurobiologia studia proprio la mente umana ed è pervenuta a delle conclusioni. Lo studio della mente umana da parte della neurobiologia non si è ovviamente concluso, e si continua a studiare ed approfondire. Ma esiste un "stato attuale dei lavori" in cui la neurobiologia è arrivata a spiegare tantissime cose che prima non erano ancora state spiegate. Altre cose saranno spiegate in futuro. Così opera la scienza.

Vieri ha scritto:PS. su Vikipedia mi trovo alla voce : corteccia cerebrale:
......la corteccia cerebrale umana gioca un ruolo centrale in meccanismi o funzioni mentali cognitive complesse come pensiero, consapevolezza, memoria, attenzione, linguaggio
[...]
Strano che non mi vedo scritto la parola "sentimenti" (odio, amore, fede, altruismo, egoismo, volontà, intuizione,.....)


"Grazie alle moderne metodiche non invasive di osservazione del cervello, come la risonanza magnetica, è possibile esaminare i processi neurobiologici che sottendono alle emozioni e ai sentimenti." https://www.focus.it/comportamento/sess ... sta-amiamo
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù non fu cristiano, fu ebreo" (Julius Wellhausen)
"I soli uomini a vivere, lungo tutto il Medioevo, a imitazione di Gesù furono gli ebrei" (Karl Jaspers).
Immagine
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1040
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Valentino...siamo molto distanti....

Messaggiodi Vieri » 11/11/2017, 19:01

Mi scrivi:
I motivi per cui come tu scrivi "non ci capiamo assolutamente" possono essere molteplici. Faccio alcune ipotesi:
1) non riesco a spiegarmi bene (e su questo punto mi interesserebbe sentire gli altri cosa dicono!)
2) non fai nessuno sforzo concreto per cercare di capire cosa scrivo
3) la natura degli argomenti trattati non è alla tua portata
Se ne potrebbero elencare altre...ma mi fermo. Diciamo che sono io che mi spiego male!
Andiamo avanti..
.
Si andiamo avanti nel dire..... che io ho una concezione della vita completamente diversa dalla tua.....e questo chiude alla fine ogni altra ipotesi.Punto.

Niente di male per l'amor di Dio, ma da tenere in considerazione come anche con Mauro non riusciamo spesso a comprenderci...partendo sempre da opposte visioni o concezioni della vita (con diversa forma mentis di ragionamento: digitale o analogico....).

Tra l'altro non vivo sulla Luna e sono un "sognatore" ma una persona che ha anche reso piena la sua vita sotto ogni aspetto da quello sentimentale, familiare e lavorativo....
Sei sempre e solo tu che parli di "interpretazione religiosa". Io non ne ho mai parlato. Se parliamo di biologia non parliamo di una "interpretazione religiosa" e se parliamo del Gesù storico allo stesso modo non parliamo di "interpretazione religiosa" ma di storia. Tu confondi sempre le cose.

E dai Valentino è possibile che non ci arrivi a capire che anche in due campi completamente diversi da quello religioso a quello scientifico il tuo approccio al problema sia sempre esattamente lo stesso ? In tutto come Mauro vuoi sempre e solo fatti.
Tu invece parti da un presupposto antiscientifico secondo il quale la scienza non può affermare nulla con sicurezza! E' questa è una cosa priva di senso e completamente falsa.

Ma chi ti ha detto queste fesserie?

Io ho sempre solo detto e ribadito fino alla noia che la scienza NON POTRÀ' MAI, SU CERTI, ARGOMENTI specie sullo studio della mente umana darti delle risposte certe. E ti pare allora che sia la stessa cosa?
La scienza ha sempre tra l'altro spiegato il perchè avvengono certi processi di fisica, chimica, biologia, ecc ma MAI di come questi avvengano.
Chiaro ora il concetto sui LIMITI della scienza?

Mi scrivi:
Grazie alle moderne metodiche non invasive di osservazione del cervello, come la risonanza magnetica, è possibile esaminare i processi neurobiologici che sottendono alle emozioni e ai sentimenti." https://www.focus.it/comportamento/sess ... sta-amiamo

....... L'attività cerebrale corrispondente a un intenso coinvolgimento emotivo è stata registrata nel nucleo caudato e nell'area cerebrale destra VTA (Ventral Tegmental Area): queste aree del cervello sono particolarmente ricche di dopamina, che ad alti livelli produce energia, tensione verso nuovi stimoli, motivazione a guadagnarsi una gratificazione e una certa sensazione di esaltazione. Tutti sintomi, questi, che in effetti accompagnano la prima fase dell'innamoramento…
Innamoramento e amore.

La sai allora la differenza fra EROS e AGAPE?

Quello che mi stai cercando di dimostrare è ISTINTO, ....EROS ma non AGAPE:
Àgapeo agàpe(dal greco ἀγάπη, agápē, in latino caritas) significa amore disinteressato, fraterno, smisurato.

.....e dove questo "sentimento" che risiede per me nell'anima di una persona ( crederci o meno) non potrà mai essere scientificamente dimostrato come del resto altri sentimenti quali la fede, la volontà, l'altruismo, l'intuito, l'odio,....ecc.. Punto.
Buon serata
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4014
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mauro1971 » 11/11/2017, 20:13

Vieri ha scritto:Io ho sempre solo detto e ribadito fino alla noia che la scienza NON POTRÀ' MAI, SU CERTI, ARGOMENTI specie sullo studio della mente umana darti delle risposte certe

E mo chi sei, Mag Merlino che leggi il futuro?
Ma con quale assurda sicurezza puoi affermare una cagata del genere??? TU che ne sai???

Quello che mi stai cercando di dimostrare è ISTINTO, ....EROS ma non AGAPE:
Àgapeo agàpe(dal greco ἀγάπη, agápē, in latino caritas) significa amore disinteressato, fraterno, smisurato.

.....e dove questo "sentimento" che risiede per me nell'anima di una persona ( crederci o meno) non potrà mai essere scientificamente dimostrato come del resto altri sentimenti quali la fede, la volontà, l'altruismo, l'intuito, l'odio,....ecc.. Punto.
Buon serata

E di nuovo, quello che tu chiami "amore agape" che è una classificazione filosofica di qualche millennio fa, secondo i più recenti studi è semplice soppravvivenza della specie! E' sacrificio per il gruppo che dalla tribù arriva ad estendersi anche al genere umano intero ma viste le nostre caratteristiche evolutive come esseri umani, e visto che la nostra sopravvivenza dipende da COLLABORAZIONE e AGGREGAMENTO il sacrificio per un "bene superiore", un ideale che ci lega ad altri o semplicemente per salvare altri è assolutamente razionale e comprensibile.

Ci arrivi, lo puoi capire che le tue affermazioni sono esageratamente ingenue e retrò per valere qualcosa?

Ci arrivi che tu NON SAI in alcun modo cosa la scienza potrà scoprire o meno nel futuro e che non ti puoi permettere le affermazioni che fai in questo senso perchè sono assolutamente insensate?
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8252
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Mauro,

Messaggiodi Vieri » 11/11/2017, 20:55

Ci arrivi, lo puoi capire che le tue affermazioni sono esageratamente ingenue e retrò per valere qualcosa?

Ci arrivi che tu NON SAI in alcun modo cosa la scienza potrà scoprire o meno nel futuro e che non ti puoi permettere le affermazioni che fai in questo senso perchè sono assolutamente insensate?

Senti caro, io con le mie idee sono vissuto felicemente fino a 75 anni e come ti ho detto prima, di aver avuto anche una vita PIENA in termini di affetti e risultati lavorativi credendo sempre in queste cose "esageratamente retrò" e credendo sempre non negli istinti ma nell'amore VERO ho già fatto FELICEMENTE 48 anni di matrimonio....

Auguro anche a te di raggiungere certi risultati anche se il tuo modo esageratamante razionale ed analitico ti porta a considerare "l'amore"come niente di più di un collegamento neurale......il che lo vedo di uno squallore estremo....

Per ora mi dici:
NON SAI in alcun modo cosa la scienza potrà scoprire o meno nel futuro

e quindi ORA non puoi dimostrarmi niente su questo tema sapendo anche che "del ma e del forse ne son piene le fosse".

Quindi su tali temi risentiamoci tra 50 anni :risata: :risata: per sapere se nel frattempo la scienza è andata avanti nel dare queste spiegazioni.....
:addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4014
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mauro1971 » 11/11/2017, 22:07

Vieri ha scritto:
Ci arrivi, lo puoi capire che le tue affermazioni sono esageratamente ingenue e retrò per valere qualcosa?

Ci arrivi che tu NON SAI in alcun modo cosa la scienza potrà scoprire o meno nel futuro e che non ti puoi permettere le affermazioni che fai in questo senso perchè sono assolutamente insensate?

Senti caro, io con le mie idee sono vissuto felicemente fino a 75 anni e come ti ho detto prima, di aver avuto anche una vita PIENA in termini di affetti e risultati lavorativi credendo sempre in queste cose "esageratamente retrò" e credendo sempre non negli istinti ma nell'amore VERO ho già fatto FELICEMENTE 48 anni di matrimonio....

Felice per te, ma questo non ha nulla a che fare con il discorso in essere e non cambia il fatto che le tue affermazioni sulla scienza, sull'amore agape, sull'impredivibilità del comportamento umano, sulle "scienze esatte", siano assolute sciochezze che continui a riproporre ricorsivamente anche quando argomenti te ne sono stati portati davvero per parecchi mesi e da diversi utenti.

Auguro anche a te di raggiungere certi risultati anche se il tuo modo esageratamante razionale ed analitico ti porta a considerare "l'amore"come niente di più di un collegamento neurale......il che lo vedo di uno squallore estremo....

L'universo e la realtà non hanno alcun obbligo a dover essere di tuo, mio o di chi si voglia gradimento, le cose sono come sono in modo del tutto indifferente a come questo ti faccia sentire.

Per ora mi dici:
NON SAI in alcun modo cosa la scienza potrà scoprire o meno nel futuro

e quindi ORA non puoi dimostrarmi niente su questo tema sapendo anche che "del ma e del forse ne son piene le fosse".

Quindi su tali temi risentiamoci tra 50 anni :risata: :risata: per sapere se nel frattempo la scienza è andata avanti nel dare queste spiegazioni.....
:addio:

E no Vieri, ci vediamo ora perchè io non ho MAI fatto affermazioni di certezza assoluta dove non ci sia una certezza assoluta OGGETIVA, sei tu che senza conoscerne una beata fava di permetti di fare affermazioni che manco il Frate Indovino ed addirittura ponendoli come sicurezze assolute.

Ergo io non devo dimostrarti nulla, sei TU che dicendo certe stupidaggini hai L'OBBLIGO di dimostrare la veridicità di queste, cosa ovviamente impossibile.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8252
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi pasqualebucca » 12/11/2017, 9:10

Caro Fratello Vieri,
Come dicono i miei amici forlivesi.....lascia stare.... è palla persa.....
Molla la presa e fai un passo indietro, il confronto è impossibile oltre che improponibile.

Vado a messa delle 10.00 e pregherò per loro e per tutti noi.
Amen
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 526
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Mauro1971 » 12/11/2017, 10:49

pasqualebucca ha scritto:Vado a messa delle 10.00 e pregherò per loro e per tutti noi.
Amen


Se mi fai fare 6 al superenalotto giuro che mi converto. :ok:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8252
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Quixote » 12/11/2017, 11:14

pasqualebucca ha scritto:Caro Fratello Vieri,
Come dicono i miei amici forlivesi.....lascia stare.... è palla persa.....
Molla la presa e fai un passo indietro, il confronto è impossibile oltre che improponibile.

Vado a messa delle 10.00 e pregherò per loro e per tutti noi.
Amen


Puoi risparmiarti il rito, perché ricorrere a preci in mezzo a una discussione che si pretenderebbe razionale, suggerirebbe che la controparte sia incapace di un confronto oggettivo. D’altra parte fino a quando qualcuno continuerà a sostenere che la scienza spiega i perché invece dei come – quando il suo scopo, oltre che la sua prassi, consiste nell’esatto contrario – ogni confronto diviene inutile, e che ci si accanisca a cercare di spremere sangue da quel che sangue non contiene, non va ad onore di chi lo fa, tanto piú quando il relativo contenzioso non riguarda l’argomento in discussione.

Pertanto torniamo in tema, o sarò costretto a chiudere il thread. Se è altro che vi interessa, apritene uno inerente, senza profittare di questo, per rispetto di chi lo ha aperto.

Angelo/mod
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3536
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Mauro1971 » 12/11/2017, 11:50

Quixote ha scritto:ogni confronto diviene inutile, e che ci si accanisca a cercare di spremere sangue da quel che sangue non contiene, non va ad onore di chi lo fa,


Ed hai ragone Angelo nella funzione di Mod.

Ma è anche vero che è difficile rimanere in tema quando si portano argomenti su questi e ci si ritrova la solita controparte che svigola da questi, probabilmente per incapacità e non competenza negli stessi, su posizioni trite e ritrite che concecidi l'onore a me e Valentino, si cercano comunque di spiegare nei loro errori, questo anche considerando che le posizioni espresse dano nostro Vieri sono purtroppo largamente, ben al di la di chi scrive sul forum ma non di chi legge, condivise.

Altresì diventa pressante porre limiti alla ripetizione di questi argomenti già largamente trattati onde cercare di portare se non un'evoluzione delle discussioni, quantomeno che non vengano più usati quali svicolamento e si possa affrontare la discussione e gli argomenti. Sarei personalmente felicissimo di trovare risposte sensate alle mie affermazioni e posizioni, ma è cosa rara.

Detto questo che non vuole essere una critica alla tua moderazione, che accetto serenamente in quanto corretta nel'economia del Foruma, colgo invero l'occasione per sollevare con più intensità una problematica che incide spesso su discusioni di un certo interesse, almeno per ciòche mi riguarda.

Lasciare che l'ignoranza venga assunta se non a sapienza quantomeno a saggezza è peccato che non deve essere possibile perdonare, e troppo spesso purtroppo accade.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8252
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Mauro ti saluto....(per ora)...

Messaggiodi Vieri » 12/11/2017, 13:10

Felice per te, ma questo non ha nulla a che fare con il discorso in essere e non cambia il fatto che le tue affermazioni sulla scienza, sull'amore agape, sull'impredivibilità del comportamento umano, sulle "scienze esatte", siano assolute sciochezze che continui a riproporre ricorsivamente anche quando argomenti te ne sono stati portati davvero per parecchi mesi e da diversi utenti.

Vedi caro Mauro,per me e secondo il mio punto di vista, non hai capito una cosa (importante) nella vita:

con queste che definisci "sciocchezze", specie su "agape" (amore e disponibilità gratuita verso il mio prossimo),imprevedibilità del comportamento umano" (accettare ed essere disponibili verso gli altri cercando sempre di non avere mai rancore con nessuno), oltre a non potermi spiegare scientificamente con assoluta certezza tutto quello che mi circonda (avere l'umiltà di capire che l'uomo è limitato e mortale..) sono vissuto sempre bene ed avere anche oggi una notevole serenità di fronte al mio "futuro".
E no Vieri, ci vediamo ora perchè io non ho MAI fatto affermazioni di certezza assoluta dove non ci sia una certezza assoluta OGGETIVA, sei tu che senza conoscerne una beata fava di permetti di fare affermazioni che manco il Frate Indovino ed addirittura ponendoli come sicurezze assolute.
Ergo io non devo dimostrarti nulla, sei TU che dicendo certe stupidaggini hai L'OBBLIGO di dimostrare la veridicità di queste, cosa ovviamente impossibile.

Che tu non abbia mai fatto affermazioni di una certezza assoluta con le tue sicurezze sulla scienza (umana) attuale e futura mi sembra una balla colossale,.... :risata:

A parte il tuo linguaggio che definirei "irrispettoso" :piange: ti ho sempre fatto notare invece che dal punto di vista scientifico non si possono avere TUTTE le risposte e secondo la mia opinione tali misteri della vita non potranno MAI essere risolti.

Le mie "sicurezze assolute" carissimo non sono da "frate Indovino" ma derivano da una diversa concezione della vita che io definisco "fede".
E' certo pertanto che NON ACCETTANDO VISIONI DIVERSE DALLA TUA possa trovare inconcepibili e irrazionali tali scelte di vita.

Poi, detto tra di noi, io non ragiono come te dove TUTTO ASSOLUTAMENTE TUTTO debba essere dimostrato per la semplice ragione che io mi considero "UOMO" e non un "ammasso cerebrale, con ossa, muscoli ed organi vari che stanno insieme" e funzionano benissimo ma senza sapere come....poichè il concetto di sola evoluzione partendo da una ameba, scusami ma la vedo dura.... :ironico:

Il mio concetto di UOMO pertanto prevede tutta una serie di "caratteristiche" che vanno ben oltre le tue conoscenze scientifiche dove per ora hai solo dimostrato non dei sentimenti ma degli istinti pre programmati nel DNA ( amore come eros) ma NON certamente "fede, volontà, intuito, intraprendenza, costanza, amore disinteressato, odio, rancore, pentimento,......ecc.ecc. per i quali esistono comportamenti definibili "irrazionali" e quindi "non scientifici"....

Poi, carissimo, io direi di moderare il linguaggio poichè non sei lo "spirito Santo" ma un comune mortale come il sottoscritto" dove potrai tenerti le tue idee come io le mie ma nel reciproco rispetto.

Un saluto cordiale e chiudo qui l'argomento ampiamente dibattuto e sul quale non esistono punti di condivisione e...
arrivederci alla prossima
PS. relativamente a quanto detto da Quixote:
D’altra parte fino a quando qualcuno continuerà a sostenere che la scienza spiega i perché invece dei come – quando il suo scopo, oltre che la sua prassi, consiste nell'esatto contrario – ogni confronto diviene inutile, e che ci si accanisca a cercare di spremere sangue da quel che sangue non contiene, non va ad onore di chi lo fa, tanto più quando il relativo contenzioso non riguarda l’argomento in discussione.

Scusami Quixote ma non direi proprio che la scienza spieghi l'esatto contrario poiché ha sempre trovato le leggi e quindi il perchè, dalla fisica, alla chimica, alla biologia, certi processi si svolgano sempre esattamente nella stessa maniera ma non ha mai potuto spiegare "il come mai" alla fine, l'origine ed il "come" tali processi siano avvenuti poichè la "teoria del caos" dal quale sia nato tutto l'universo esseri viventi compresi, la vedo deboluccia....

Quindi in breve non si tratta di fede ma solo di umiltà nel riconoscere che molte cose della nostra vita, partendo dal nostro "universo interiore" di chi siamo, perchè viviamo, cosa pensiamo,....ai vari miliardi di galassie esistenti e che si aggiungono ogni volta ampliamo i nostri orizzonti di ricerca, rappresenta sempre un grande mistero dove la nostra scienza (umana) secondo la mia opinione, non riuscirà mai a spiegare.
Con cordialità chiudo questa discussione
:addio: :addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4014
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Quixote » 12/11/2017, 14:07

Ho chiuso il thread: le ragioni della chiusura sono spiegate nel mio post precedente. Ove l’utente Vera Icona si senta in qualche modo colpita e “defraudata” dalla mia decisione mi scriva in privato e considererò se riaprirlo, fermo restando che cancellerò qualsiasi post non strettamente in tema, per i quali, come già detto, si apra eventualmente un altro thread con argomento attinente.

Per quanto sopra non sento necessità di rispondere a quanto chiestomi od oppostomi, perchè anch’esso non in argomento. Gradirei maggior senso di responsabilità.

Angelo/mod
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3536
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Precedente

Torna a Domande sulla Bibbia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici