Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Perchè esistono tante dottrine e divisioni?

Sezione dove porre domande sulla Bibbia e sulla sua interpretazione

Moderatore: Trianello

Perchè esistono tante dottrine e divisioni?

Messaggiodi JulYah » 13/07/2016, 11:54

Per capire la Bibbia c’è un solo fondamento da cui partire: credere che essa è la parola del Creatore dei mondi. E poi bisogna amarla, questa parola, anche in quelle parti che ci può dare fastidio leggere.

Un altro problema che impedisce a molti di capire la Bibbia è che gli interessa continuare a vivere lì dove è “il loro tesoro”: se uno ha il suo tesoro nelle sue cose, nei suoi amici, nelle sue faccende, non ha voglia di sentirsi chiamare peccatore o sentirsi dire che per avere la vera vita deve rinunciare a quelle cose. Questo è l’errore del mondo che non riesce a scorgere il Creatore in tutto quello che ha e fa, e pensa di essere ‘artefice’ delle proprie benedizioni. La prima reazione (non solo del mondo ma anche dei chiamati) è di ribellione; questo è un effetto dell’attaccamento al proprio pensiero e al proprio valore.

Quando qualcuno ha interesse a mantenere le sue posizioni all’interno delle chiese può trovarsi a fare compromesso con la verità. Es. un pastore accetta il credo ufficiale (interpretazione umana) della chiesa che deve guidare “fino al punto in cui non va in contrasto con la Bibbia”. Alcuni (di solito quelli più in basso) fanno il ragionamento contrario, e sono d’accordo con la Bibbia fino al punto in cui questa non va in contrasto con le dottrine della loro propria mente o della loro chiesa.

Noi tutti abbiamo interesse in ciò che già crediamo, perché abbiamo paura di perdere qualcosa se cambiamo. Ma questa è falsità e menzogna, oltre che codardia, e impedisce di entrare nel Regno di Eloah.

Di cosa c’è bisogno per capire la Bibbia correttamente?

Luca 8:15 – “E quello che è caduto in un buon terreno sono coloro i quali, dopo aver udito la parola, la ritengono in un cuore onesto e buono, e portano frutto con perseveranza”.

Serve un cuore sincero, puro, senza doppie facce, totalmente dedicato e onesto. Solo con questo comportamento possiamo smettere di seguire il nostro cuore ingannevole e abbracciare quella verità che ci farà liberi. La parola del Padre è “open source”, deve essere condivisa gratuitamente per rendere liberi anche altri. Ma il credente vero non è quello che parla, è quello che fa le cose comandate da Yahushua. Perché si può essere increduli anche se ci si professa credenti.

http://verassembleadiyahushua.altervist ... ine-umane/
JulYah
Nuovo Utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 06/06/2016, 19:45

Messaggiodi Cicciuzzo » 13/07/2016, 12:28

[quote="JulYah"] E poi bisogna amarla, questa parola, anche in quelle parti che ci può dare fastidio leggere.

ti riferisci, per caso, a quelle parti dell'antico testamento dove con dovizia di particolari si parla di genocidio, di tortura, di stupro, ecc... :boh:
Please allow me introduce myself, i'm a man of wealth and taste

viewtopic.php?f=7&t=15713#p252414
Avatar utente
Cicciuzzo
Utente Junior
 
Messaggi: 561
Iscritto il: 18/02/2013, 19:48
Località: Emilia Romagna

Messaggiodi VictorVonDoom » 13/07/2016, 12:40

JulYah ha scritto:Per capire la Bibbia c’è un solo fondamento da cui partire: credere che essa è la parola del Creatore dei mondi.


Dimostrami questo "fondamento" e poi ne riparliamo. Se lo metti come dogma indimostrabile altro che "fondamento"... manco una mansarda ci puoi tirare su!! :risata: :risata: :risata:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1170
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Scusate il disturbo....

Messaggiodi Vieri » 14/07/2016, 14:45

JulYah ha scritto:Per capire la Bibbia c’è un solo fondamento da cui partire: credere che essa è la parola del Creatore dei mondi. E poi bisogna amarla, questa parola, anche in quelle parti che ci può dare fastidio leggere.

Un altro problema che impedisce a molti di capire la Bibbia è che gli interessa continuare a vivere lì dove è “il loro tesoro”: se uno ha il suo tesoro nelle sue cose, nei suoi amici, nelle sue faccende, non ha voglia di sentirsi chiamare peccatore o sentirsi dire che per avere la vera vita deve rinunciare a quelle cose. Questo è l’errore del mondo che non riesce a scorgere il Creatore in tutto quello che ha e fa, e pensa di essere ‘artefice’ delle proprie benedizioni. La prima reazione (non solo del mondo ma anche dei chiamati) è di ribellione; questo è un effetto dell’attaccamento al proprio pensiero e al proprio valore.

Quando qualcuno ha interesse a mantenere le sue posizioni all’interno delle chiese può trovarsi a fare compromesso con la verità. Es. un pastore accetta il credo ufficiale (interpretazione umana) della chiesa che deve guidare “fino al punto in cui non va in contrasto con la Bibbia”. Alcuni (di solito quelli più in basso) fanno il ragionamento contrario, e sono d’accordo con la Bibbia fino al punto in cui questa non va in contrasto con le dottrine della loro propria mente o della loro chiesa.

Noi tutti abbiamo interesse in ciò che già crediamo, perché abbiamo paura di perdere qualcosa se cambiamo. Ma questa è falsità e menzogna, oltre che codardia, e impedisce di entrare nel Regno di Eloah.

Di cosa c’è bisogno per capire la Bibbia correttamente?

Luca 8:15 – “E quello che è caduto in un buon terreno sono coloro i quali, dopo aver udito la parola, la ritengono in un cuore onesto e buono, e portano frutto con perseveranza”.

Serve un cuore sincero, puro, senza doppie facce, totalmente dedicato e onesto. Solo con questo comportamento possiamo smettere di seguire il nostro cuore ingannevole e abbracciare quella verità che ci farà liberi. La parola del Padre è “open source”, deve essere condivisa gratuitamente per rendere liberi anche altri. Ma il credente vero non è quello che parla, è quello che fa le cose comandate da Yahushua. Perché si può essere increduli anche se ci si professa credenti.

http://verassembleadiyahushua.altervist ... ine-umane/

Sono andato sul vostro sito ma onestamente ho capito che NON SIETE:
Noi NON siamo affatto una setta!
Noi NON siamo affatto una “confessione” religiosa!
Noi NON siamo affatto una “denominazione” religiosa!
Noi NON siamo affatto Testimoni di Geova!
Noi NON siamo affatto Evangelici!
Noi NON siamo affatto Pentecostali!
Noi NON siamo affatto Avventisti del 7° giorno!
Noi NON siamo affatto Mormoni!
Noi NON siamo assolutamente appartenenti al cattolicesimo!
Noi NON siamo affatto appartenenti a nessun “ipotetico movimento”del Sacro Nome!
Noi NON siamo Messianici!
Noi NON siamo affatto di religione fondamentalista ebraica!
Noi NON siamo affatto di religione fondamentalista islamica!
Noi NON siamo affatto della Qabbalah!
Noi NON siamo affatto una costola di nessuna religione o ideologia politica!


CHI SIAMO?
NOI CREDIAMO ALL’UNICO FONDAMENTO SCIENTIFICO SPIRITUALE CHE EDIFICA UN NUOVO MONDO.
NOI CREDIAMO NEL PRINCIPIO DI OGNI VERA GIUSTIZIA BENE E AMORE, COLUI CHE E’, CHE ERA, E CHE VIENE: “YHVH”.
NOI SIAMO NATSARYM!
NOI VOGLIAMO SEGUIRE IL LIFE STYLE DEGLI ORIGINARI DISCEPOLI DEL MESSYAH YAHUSHUA, IL PRESCELTO ED ELETTO RE DEI RE E SIGNORE DEI SIGNORI DEGLI UNIVERSI INFINITI.

Allora diciamo che io SONO CATTOLICO CREDENTE ma alla fine voi dopo tante negazioni (un altra setta che ha scoperto la verità identificandosi dagli altri...) voi chi siete veramente e quali sono i vostri principi?

I vostri intendimenti mi sembra siano da domanda finale a Miss universo: "voglio la pace nel mondo".....
Credete in Gesù Cristo?
Siete Trinitari ?
Siete degli ebrei convertiti o dei "gentili" ante o post concilio di Nicea?

grazie.....e scusatemi per essere stato troppo crudo ma vi voglio bene lo stesso...:timido2:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4960
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 14/07/2016, 15:06

La domanda del 3d è una bella domanda filosofica sulla quale si poteva intrattenere un'interessante conversazione....ed è finita per essere un tentativo di proselitismo!!!
Spero intervengano i moderatori.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1235
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Cicciuzzo » 14/07/2016, 15:50

Valentino ha scritto:La domanda del 3d è una bella domanda filosofica sulla quale si poteva intrattenere un'interessante conversazione....ed è finita per essere un tentativo di proselitismo!!!
Spero intervengano i moderatori.


già segnalato :strettamano:
Please allow me introduce myself, i'm a man of wealth and taste

viewtopic.php?f=7&t=15713#p252414
Avatar utente
Cicciuzzo
Utente Junior
 
Messaggi: 561
Iscritto il: 18/02/2013, 19:48
Località: Emilia Romagna

Per JulYah

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 14/07/2016, 17:30

La tematica del forum è l'analisi in chiave critica della dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova, qualsiasi riferimento alle altre religioni si deve tener conto di questo, in sostanza è accettabili la comparazione dottrinale ma sempre tenendo conto delle dottrine dei TdG, questo vale per tutte anche per la cattolica, in caso contrario si cade nel proselitismo, volontariamente o meno, come sembra essere nel tuo caso, non chiudo la discussione ma atteniamoci a ciò che è la tematica del forum.
Franco/Mod


sempre per JulYah
Se hai qualche rimostranza devi contattarmi in privato, non è permesso rispondere pubblicamente ad un moderatore.
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3664
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Giovanni64 » 15/07/2016, 18:04

Perchè esistono tante dottrine e divisioni?


Le divisioni esistono in tutte le religioni, non solo nel cristianesimo. Il dogma della Scrittura (insieme ad altri) aveva contribuito a limitare il proliferare delle dottrine e delle divisioni. Tuttavia poi, dopo tanti e tanti secoli, ad un certo punto Lutero ha affermato il dogma non della Scrittura ma del Sola Scriptura e da lì in avanti è successa l'ira di Dio.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2840
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Valentino » 15/07/2016, 19:58

Giovanni64 ha scritto:
Perchè esistono tante dottrine e divisioni?


Le divisioni esistono in tutte le religioni, non solo nel cristianesimo. Il dogma della Scrittura (insieme ad altri) aveva contribuito a limitare il proliferare delle dottrine e delle divisioni. Tuttavia poi, dopo tanti e tanti secoli, ad un certo punto Lutero ha affermato il dogma non della Scrittura ma del Sola Scriptura e da lì in avanti è successa l'ira di Dio.


Non è esattamente un'analisi storica accurata ed esaustiva. Storicamente, sin dagli albori, il cristianesimo è stato frammentato in varie correnti tanto è vero che gli storici preferiscono parlare di "cristianesimi" più che di "cristianesimo". In sostanza non bisogna attendere Lutero per avere delle divisioni...c'erano anche prima.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1235
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Giovanni64 » 15/07/2016, 20:53

Valentino ha scritto:
Giovanni64 ha scritto:
Perchè esistono tante dottrine e divisioni?


Le divisioni esistono in tutte le religioni, non solo nel cristianesimo. Il dogma della Scrittura (insieme ad altri) aveva contribuito a limitare il proliferare delle dottrine e delle divisioni. Tuttavia poi, dopo tanti e tanti secoli, ad un certo punto Lutero ha affermato il dogma non della Scrittura ma del Sola Scriptura e da lì in avanti è successa l'ira di Dio.


Non è esattamente un'analisi storica accurata ed esaustiva. Storicamente, sin dagli albori, il cristianesimo è stato frammentato in varie correnti tanto è vero che gli storici preferiscono parlare di "cristianesimi" più che di "cristianesimo". In sostanza non bisogna attendere Lutero per avere delle divisioni...c'erano anche prima.

Ma infatti io avevo parlato di "..limitare il proliferare...". Comunque sia è da Lutero in poi che c'è stata una crescita esponenziale di dottrine e di divisioni. Creare il dogma del Sola Scriptura su una collezione di testi sacri che avevano una tradizione secolare alle spalle ma che non erano stati pensati in maniera organica per svolgere la funzione che a loro Lutero volle attribuire, non poteva che creare il caos.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2840
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59


Torna a Domande sulla Bibbia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici