Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Dina e le "cattive compagnie".

Sezione dove porre domande sulla Bibbia e sulla sua interpretazione

Moderatore: Achille

Dina e le "cattive compagnie".

Messaggiodi Achille » 26/08/2020, 14:21

Chi è stato TdG ricorda molto bene chi fosse Dina. Se ne parla nel cap. 34 di Genesi. Cito dalla TNM ed. 2017:

(Genesi 34:1, 2) 34 Dina, la figlia che Giacobbe aveva avuto da Lea, aveva l’abitudine di uscire per stare con le ragazze del paese. 2 Sìchem, figlio di Èmor l’ivveo, un capo del paese, la notò; quindi la prese e la violentò.


L’esempio di questa ragazza veniva costantemente ricordato per far capire cosa succede se si frequentano le cattive compagnie.
Per esempio:

*** w82 15/7 p. 11 I giovani nel mondo d’oggi ***
La giovane Dina imparò a sue spese quanto erano pericolose le compagnie cattive. Quando visitò imprudentemente delle ragazze cananee, un giovane, descritto come “il più onorevole nell’intera casa di suo padre”, la violentò, e questo fatto diede luogo a un grande massacro. (Genesi 34:1-31) Quanta verità nell’avvertimento biblico: “Le cattive compagnie corrompono i buoni costumi”! (I Corinti 15:33, versione della CEI) O, come dice la Parola del Signore, il Nuovo Testamento: “I suggerimenti delle cattive compagnie rovinano chi si comporta bene”.


Ora non è nemmeno certo che Sichem abbia violentato Dina o se essa fosse, almeno in parte, consenziente. Questo è quello che si legge fra le righe della “Domanda dei Lettori” del 15/2/1999:

*** w99 15/2 p. 31 Domande dai lettori ***
Dina, la figlia di Giacobbe, fu violentata da Sichem? Si trattò soltanto di un atto di violenza o lui la voleva sposare?

Evidentemente Sichem ebbe rapporti sessuali con Dina contro la sua volontà. La violentò. Comunque, le frequenti e amichevoli visite ai cananei misero Dina in una situazione compromettente e a quanto pare portarono Sichem a nutrire un forte attaccamento per lei e a desiderare di prenderla in moglie.
… Riguardo al verbo ebraico qui reso “la violentò”, A Hebrew and English Lexicon di William Gesenius spiega: “Deflorare una donna, generalmente con la forza”. Lo stesso verbo è reso ‘violentare’ anche in Giudici 19:24 e 20:5. Comunque un certo consenso da parte della donna è indicato in Deuteronomio 22:24, dove ricorre lo stesso termine ebraico. Forse all’inizio né Sichem né Dina intendevano avere rapporti sessuali. Quando però la passione di Sichem venne stimolata dal fascino di quella giovane vergine curiosa, questi, che non essendo un adoratore di Dio non aveva alcun freno morale, fece ciò che la maggioranza degli uomini cananei avrebbe considerato naturale. Dopo tutto era stata lei a venire nel suo ambiente! Quando Dina evidentemente si oppose, non intendendo “andare così in là”, lui la sopraffece.
Anche se Dina non era consenziente, ebbe ugualmente una parte di responsabilità nella perdita della sua verginità. … Si mise in una situazione compromettente e ne pagò le conseguenze perdendo la verginità, nonostante l’eventuale resistenza opposta all’ultimo momento. — Genesi 20:2, 3; 26:7.


Notate gli “evidentemente” usati per portare avanti l’argomento in assenza di chiare indicazioni bibliche.

Che successe in seguito a questa (presunta?) violenza carnale? Cito dalla TNM:

. 3 E Sìchem si affezionò molto a Dina, figlia di Giacobbe; si innamorò di lei e le parlò in modo persuasivo. 4 Alla fine disse a suo padre Èmor: “Prendimi in moglie questa ragazza”.
5 Quando Giacobbe venne a sapere che Sìchem aveva disonorato sua figlia Dina, i suoi figli erano con il bestiame nei campi. Perciò Giacobbe non disse nulla fino al loro ritorno. 6 Poi Èmor, padre di Sìchem, andò a parlare con Giacobbe. 7 Ma i figli di Giacobbe seppero quello che era successo e tornarono immediatamente dai campi. Erano feriti e molto arrabbiati, perché Sìchem aveva disonorato Israele violentando la figlia di Giacobbe, cosa che non si doveva assolutamente fare.
8 Èmor disse loro: “Mio figlio Sìchem si è affezionato a vostra figlia. Per favore, dategliela in moglie 9 e imparentatevi con noi: date a noi le vostre figlie e prendete per voi le nostre figlie. 10 Potrete vivere in mezzo a noi e il paese sarà a vostra disposizione. Stabilitevi qui, fate affari e acquistate delle proprietà”. 11 Quindi Sìchem disse al padre di lei e ai suoi fratelli: “Datemi il vostro consenso, e io vi darò qualsiasi cosa mi chiederete. 12 Potete esigere un prezzo della sposa molto alto e tanti doni. Sono disposto a darvi tutto ciò che chiederete, se solo mi fate sposare la ragazza!”
13 Ma i figli di Giacobbe decisero di ingannare Sìchem e suo padre Èmor, perché Sìchem aveva disonorato la loro sorella Dina. 14 Dissero loro: “Non possiamo proprio fare una cosa del genere: dare nostra sorella a un uomo che non è circonciso sarebbe una vergogna per noi. 15 Possiamo acconsentire solo a questa condizione: dovete diventare come noi, circoncidendo tutti i maschi tra voi. 16 Allora daremo a voi le nostre figlie e prenderemo per noi le vostre figlie; vivremo in mezzo a voi e diventeremo un unico popolo. 17 Ma se non ci ascoltate e non vi circoncidete, allora prenderemo la ragazza e ce ne andremo”.
18 La proposta piacque a Èmor e a suo figlio Sìchem. 19 Il ragazzo non tardò a fare quello che gli era stato chiesto, perché la figlia di Giacobbe gli piaceva davvero, e lui era l’uomo più onorevole di tutta la casa di suo padre.
20 Quindi Èmor e suo figlio Sìchem andarono alla porta della città e parlarono agli uomini della città, dicendo: 21 “Questi uomini vogliono avere rapporti pacifici con noi. Lasciamo che vivano e facciano affari nel paese, perché il paese è abbastanza grande per tutti. Noi potremo sposare le loro figlie e loro le nostre. 22 Solo a questa condizione gli uomini acconsentiranno a vivere in mezzo a noi così da diventare un unico popolo: ogni maschio tra noi dev’essere circonciso proprio come lo sono loro. 23 Allora i loro beni, le loro ricchezze e tutto il loro bestiame saranno nostri. Perciò accettiamo la loro richiesta così che vivano in mezzo a noi”. 24 Tutti quelli che si erano radunati alla porta della città ascoltarono Èmor e suo figlio Sìchem, e tutti i maschi furono circoncisi, tutti quelli radunati alla porta della città.
25 Comunque il terzo giorno, mentre gli uomini provavano ancora dolore, due figli di Giacobbe, Simeone e Levi, fratelli di Dina, presero la spada, entrarono nella città, in cui nessuno sospettava nulla, e uccisero tutti i maschi. 26 Uccisero con la spada Èmor e suo figlio Sìchem, poi presero Dina dalla casa di Sìchem e se ne andarono. 27 Gli altri figli di Giacobbe piombarono sugli uccisi e depredarono la città, perché la loro sorella era stata disonorata. 28 Presero le loro greggi, le loro mandrie, i loro asini e tutto quello che era nella città e nei campi. 29 Presero anche tutti i loro beni, catturarono tutti i loro bambini e le loro mogli, e depredarono tutto quello che trovarono nelle case.
30 Giacobbe allora disse a Simeone e a Levi: “Mi avete rovinato, facendomi odiare dagli abitanti del paese, dai cananei e dai ferezei. Io ho solo pochi uomini, mentre loro di sicuro si uniranno per attaccarmi, e io e la mia casa saremo annientati”. 31 Ma loro risposero: “E nostra sorella? Doveva forse essere trattata come una prostituta?”

Il giovane Sichem voleva sposare Dina e fece di tutto per accontentare le richieste dei fratelli di Dina.
Ma costoro lo ingannano e uccidono tutti gli uomini della città, approfittando del fatto che erano indeboliti dalla circoncisione. Dopo di che gli altri figli di Giacobbe saccheggiano la città e portano via tutto quello che possono rubare, rapendo perfino le donne e i bambini.

La reazione di Giacobbe a tutto ciò? Si preoccupa prima di tutto dell’incolumità sua e della sua famiglia. Non si leggono parole di condanna per le atrocità commesse dai suoi figli. (La condanna venne fatta molti anni dopo, mentre Giacobbe era in punto di morte).

Il capitolo 34 di Genesi, come dicevo, viene sempre citato dalla WTS per “far capire” ai seguaci quanto sia dannoso unirsi a delle cattive compagnie. La succitata “Domanda dei lettori” così concludeva:

*** w99 15/2 p. 31 Domande dai lettori ***
Che orrenda catena di avvenimenti, e tutto perché Dina non prestò attenzione alle compagnie. Questo episodio del racconto ispirato è un monito per le giovani cristiane di oggi che per curiosità potrebbero essere tentate di frequentare coloro che non sono servitori di Dio. — Proverbi 13:20.


Ma io mi chiedo; se gli abitanti si Sichem erano cattive compagnie, persone da evitare, che razza di persone erano i fratelli di Dina? Ingannatori, assassini, ladri, saccheggiatori.
Eppure erano “adoratori del vero Dio”.
A me sembra, dalla lettura di questo brano biblico, che la figura peggiore la facciano proprio loro e non i “pagani”.

Cosa impariamo da questo racconto? Secondo me che anche se ci si dichiara seguaci della vera religione ciò non rende le persone migliori della altre. Anzi, questo episodio fa pensare proprio al contrario.
Ma la storia comunque è piena di episodi del genere, dove i “veri adoratori” hanno ucciso, massacrato saccheggiato, violentato e torturato i seguaci delle delle “false religioni”.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14359
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi VictorVonDoom » 26/08/2020, 14:52

Infatti è necessario deumanizzare il "nemico", perché nessuno di mente sana potrebbe mai giustificare le azioni degli "adoratori del vero Dio", come in questo caso.
Per questo quindi viene ripetutamente detto nelle pubblicazioni che tutti i cananei o le persone che non adoravano dio erano delle persone abiette, dicendo di loro peste e corna e raccontando gli aneddoti più assurdi. Tutto questo serve a placare la dissonanza cognitiva nel leggere di come delle persone che si dichiarano timorate del vero Dio possano aver compiuto delle azioni così aberranti.

La stessa cosa si ripete oggi. Nessuno sano di mente e con i valori etici e morali funzionanti potrebbe mai pensare che sia un'azione giusta da parte di Geova massacrare miliardi di uomini, donne e bambini solo perché non vogliono diventare TdG. Ed è per questo che nella letteratura watchtower le "persone del mondo" vengono ugualmente deumanizzate, come i cananei. Devono essere tutti dei mostri assetati di sangue, se no sarebbe dio, geova, il cattivo qui, e questo non può essere accettato dalla loro mente indottrinata.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 2996
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Achille » 26/08/2020, 15:25

VictorVonDoom ha scritto:Infatti è necessario deumanizzare il "nemico", perché nessuno di mente sana potrebbe mai giustificare le azioni degli "adoratori del vero Dio", come in questo caso.
Per questo quindi viene ripetutamente detto nelle pubblicazioni che tutti i cananei o le persone che non adoravano dio erano delle persone abiette, dicendo di loro peste e corna e raccontando gli aneddoti più assurdi. Tutto questo serve a placare la dissonanza cognitiva nel leggere di come delle persone che si dichiarano timorate del vero Dio possano aver compiuto delle azioni così aberranti.

La stessa cosa si ripete oggi. Nessuno sano di mente e con i valori etici e morali funzionanti potrebbe mai pensare che sia un'azione giusta da parte di Geova massacrare miliardi di uomini, donne e bambini solo perché non vogliono diventare TdG. Ed è per questo che nella letteratura watchtower le "persone del mondo" vengono ugualmente deumanizzate, come i cananei. Devono essere tutti dei mostri assetati di sangue, se no sarebbe dio, geova, il cattivo qui, e questo non può essere accettato dalla loro mente indottrinata.
E mi chiedo anche come si possano usare brani come questi per trarne degli insegnamenti morali adatti ai nostri giorni.

Oggi, se qualcuno facesse qualcosa del genere, verrebbe additato come un mostro criminale.
Provate ad immaginare la scena: un ragazzo al giorno d'oggi "violenta" (forse, perché magari c'è un certo reciproco consenso) una ragazza.
La ragazza non ha alcuna voce in capitolo, deve starsene in casa come "disonorata" e "svergognata", anche se magari vorrebbe sposare il giovane.
I suoi fratelli organizzano una spedizione punitiva e uccidono il ragazzo, suo padre e tutti gli uomini del paese in cui costoro vivono.

Nel nostro tempo cose del genere possono succedere (forse) solo in zone remote del mondo, abitate da barbari incivili.

Eppure c'è gente che pretende di trasferire gli "insegnamenti morali" della Bibbia ai nostri tempi, pretendendo che quanto vi è scritto abbia un valore eterno e immutabile.

Meno male che il mondo è avanzato nella civilizzazione, nonostante "la Bibbia".
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14359
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 26/08/2020, 18:16

Da notare che la WTS scrive che Sichem "non essendo un adoratore di Dio non aveva alcun freno morale".
Mentre i fratelli di Dina ce l'avevano questo freno morale?
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14359
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Romagnolo » 26/08/2020, 21:35

Tempo fa in un altro post che avevo aperto feci notare come Sichem adoratore pagano, fu ben più onorevole di Amnom figlio di Davide ed erede al trono di Israele, Sichem pur avendo violentato dina voleva sposarla , amnom dopo aver violentato la sorellastra Tamar la cacciò via e non volle saperne di sposarla, cosa che a detta di Tamar stessa era ancora più umiliante della violenza subita.
A questo punto se per colpa di Sichem si devono standardizzare tutti i non tdg, che dire di Amnom?
Per parcondicio anche tutti gli adoratori di Geova dovrebbero essere brutti, infami e cattivi?
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6306
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

L'ipocrisia W.T. ha raschiato il barile

Messaggiodi sandrosolustri » 27/08/2020, 10:29

Caspita. Facciamo due calcoli analizzando il fatto secondo la logica del sillogismo Aristotelico: Dina imparò a sue spese quanto erano pericolose le cattive compagnie....Un monito per le giovani cristiane. La Torre di Guardia 15/7/1982.
Nel 1982 Leo Greenlees era ancora un membro attivo del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova, ma aveva già abusato del piccolo Mark Palo.
Quindi Mark Palo imparò a sue spese quanto erano pericolose le cattive compagnie dei T.d.G....Un monito per tutti i giovani Cristiani.
Nuovo Intendimento Sandro Solustri 27/8/2020 http://www.loritatinelli.it/2015/02/26/ ... ettivo-jw/ Magistrale ipocrisia di Lett.
sandrosolustri
Utente Senior
 
Messaggi: 932
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi deliverance1979 » 27/08/2020, 13:31

Ma che poi, la WTS, o per meglio dire il Corpo Direttivo, attraverso questi racconti biblici, carotati ad hoc, ed inseriti ancora più ad hoc in determinati articoli Torre di Guardia, Svegliatevi o di altre pubblicazioni geoviste, che cosa fa....
Cerca di estremizzare una visione di vita teocratica al massimo.
Motivo per cui, tutti quelli del mondo sono brutti e cattivi, mentre invece i TDG sono belli e buoni.
E' vero che poi ci sono i vari distinguo, ma questi, per lo più passano in sordina, mentre il messaggio psicologico che rimane al TDG praticante e famiglia è quello di cui sopra.

Or dunque... potremmo parlare di Manasse, che fece in grandi proporzioni ciò che era male agli occhi di Geova, con tanto di sacrifici umani...
Potremmo parlare di Davide, il Re, che prima si ingroppò Betsabea e poi fece ammazzare il marito.

Ma in tutti questi casi, la pena per tali "servitori" di Geova non fu la morte.... ma una seconda chance.

E' lo sò, Geova legge i cuori, e con questa favoletta si giustifica a priori chi doveva morire e chi no, anche se al lettore della storia, spesso e volentieri, chi venne ucciso era passibile di salvezza e chi venne salvato era meritevole di morte.
Ma noi siamo poveri umani sfigati che non possiamo capire, ma solo obbedire....
Però, fortuna i governi umani, le leggi umane e la nostra auto gestione che, dall'età della pietra, ci ha consentito di mandare i missili sulla Luna....

Tornando al Geova biblico ed al Geova Watch Tower Society made in USA....
Il Corpo Direttivo, con la storiella di Dina ci vorrebbe far credere che frequentare quelli del mondo, espone il cristiano o la cristiana a chissà quali turpi attenzioni o problematiche.
Droga, stupri, violenza e via dicendo.
Neanche fosse il mondo post atomico alla Mad Max.
La cosa buffa è che quando uscivo con quelli del mondo, non riuscivo a trovare scuse per non farlo, e che questi miei compagni non erano ragazzi problematici ma di buona o normale famiglia, non erano attaccabrighe, non si drogavano, non creavano problemi alla società.
Era gente appassionata di cultura e di molti hobby non mediocri tipici della massa e dei TDG....

Mentre invece facevo molta fatica a frequentare i mediocri TDG che a volte, si prendevano a pugni nelle partite di calcetto....
E' lo sò, la mia come sempre è una testimonianza di parte....

Comunque, per giustificare queste situazioni, mi veniva sempre detto, da chi di dovere (nei TDG), come ultima ratio per giustificare l'esortazione della WTS di non uscire con quelli del mondo che: "I tuoi compagni saranno bravi ma non amano Geova..." :ciuccio:
Che ca..o vorrà dire questa vaccata non l'ho mai capita.... amare un essere invisibile, intangibile e molto probabilmente inesistente, se non per mezzo di un esercizio mentale di leggere la Bibbia e far finta di immaginarselo come se esistesse.... :ciuccio: :ciuccio:

Ma la cosa ancora più inquietante, è che all'epoca ero vittima di tali sensi di colpa e facevo molte di queste cose in virtù dell'imminente fine di Harmaghedon.... che doveva venire almeno 30 - 40 anni fa, ma poi qualcosa è andato storto.

Morale della favola, il mondo brutto e cattivo è andato avanti.... i TDG belli bravi e buoni hanno avuto problemi di pedofilia e di altro genere, e noi stiamo quì ad aspettare sta benedetta fine del mondo che non viene.... :ok:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi VictorVonDoom » 27/08/2020, 17:28

"Mentre invece facevo molta fatica a frequentare i mediocri TDG che a volte, si prendevano a pugni nelle partite di calcetto...."

Mamma mia quante ne ho viste. E io che poi in incognito mi iscrivevo a dei tornei di calcetto con "persone del mondo" vedevo che li la rissa era l'eccezione (e stiamo parlando di tornei, seppur amatoriali, con agonismo quindi al massimo) mentre nella partitella dello spirito Santo le liti accese e le polemiche con insulti erano la norma. Se paragonate alle partitelle scapole ammogliati con "persone del mondo" poi non ne parliamo, mai avuti problemi li.

Alla fine credo di aver raggiunto la conclusione che con la partita di calcetto veniva fuori tutta la repressione a cui erano sottoposti quei ragazzi e anche adulti. Non mi spiego altrimenti una tale frequenza di "problemi" in quelle partitelle.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 2996
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi deliverance1979 » 27/08/2020, 20:59

VictorVonDoom ha scritto:Alla fine credo di aver raggiunto la conclusione che con la partita di calcetto veniva fuori tutta la repressione a cui erano sottoposti quei ragazzi e anche adulti. Non mi spiego altrimenti una tale frequenza di "problemi" in quelle partitelle.


Esatto...
Ma la cosa che mi amareggia di più, è che all'epoca ingoiavamo tonnellate di queste vaccate perchè convinti dall'indottrinamento geovista, che comunque, i fratelli "amano Geova", mentre quelli del mondo no.
Motivo per cui, si dovevano o per meglio dire si veniva continuamente esortati a considerare teocraticamente parlando, i TDG di serie A, mentre quelli del mondo di serie B.
Ma teocraticamente parlando significa quel sistema di fede che entra a gamba tesa nel mondo reale e regolamenta la vita di un individuo nelle varie attività lavorative, ricreative, culturali e sociali della vita.
Le quali, dovevano essere sempre in funzione del comportamento ideale del buon TDG.

Ma purtroppo, dinanzi all'evidenza dei fatti io personalmente non ci sono mai riuscito.
Consideravo i TDG neanche di serie B, ma D o peggio.

Gente mediocre, degli yes man assoggettati alle vaccate della WTS nella speranza che Harmaghedon veniva presto e grazie al bagnetto (battesimo geovista) si sarebbero salvati alla faccia di quelli del mondo che invece sarebbero morti.
Peccato che molti decenni dopo, qualcosa è andato veramente storto.... :ciuccio: :mirror:
Se solo penso che dai 30 ai 20 anni fa mi sono giocato i miei momenti più spensierati, divertenti e migliori per rimanere aderente ai precetti dei TDG mi viene da vomitare.
Caro Victor, non scordiamoci mai che noi (nati tra il 1970-1980) dovevamo essere la prima generazione che sarebbe cresciuta nel nuovo mondo....
Houston, anno 2020, abbiamo un problema.... ci siamo persi qualcosa? :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Neca » 28/08/2020, 8:55

L'obiettivo è quello di impaurire e scoraggiare i giovani dal frequentare le persone del mondo! C'è da considerare infervorate dalla fede in Dio diventano moralmente peggiori di chi non ha fede in Dio! Questo è uno dei motivi che mi hanno indotto a smettere di credere in Dio come Essere buono, perché se questi sono i risultati degli insegnamenti di Dio allora Dio è cattivo!
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Utente Master
 
Messaggi: 3329
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi Tranqui » 28/08/2020, 11:54

Un ragazzo a cui vennero proibite dai genitori le amicizie del mondo si suicido
PRESENTAZIONE


La gente di solito usa le statistiche come un ubriaco i lampioni: più per sostegno che per illuminazione.

Mark Twain


Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 5661
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Jeff » 01/09/2020, 10:03

VictorVonDoom ha scritto:"Mentre invece facevo molta fatica a frequentare i mediocri TDG che a volte, si prendevano a pugni nelle partite di calcetto...."

Mamma mia quante ne ho viste. E io che poi in incognito mi iscrivevo a dei tornei di calcetto con "persone del mondo" vedevo che li la rissa era l'eccezione (e stiamo parlando di tornei, seppur amatoriali, con agonismo quindi al massimo) mentre nella partitella dello spirito Santo le liti accese e le polemiche con insulti erano la norma. Se paragonate alle partitelle scapole ammogliati con "persone del mondo" poi non ne parliamo, mai avuti problemi li.

Alla fine credo di aver raggiunto la conclusione che con la partita di calcetto veniva fuori tutta la repressione a cui erano sottoposti quei ragazzi e anche adulti. Non mi spiego altrimenti una tale frequenza di "problemi" in quelle partitelle.


Nella mia congregazione avevamo una bella squadretta di calcio ,a volte si organizzavano partite con altre congregazioni. Non dico che ogni volta succedeva qualcosa di spiacevole perché sarei bugiardo ma una volta lo ricordo benissimo durante una partita noi contro "loro"scoppiò una lite tra uno dei nostri e un avversario . Interrompemmo subito la partita e loro se ne tornarono a casa anche perché vi erano anche dei nominati. Da allora decidemmo di giocare contro squadre "del mondo" Campo regolare magliette ecc. Non successe mai nulla di spiacevole.
Quando mi trasferii in Germania la storia si ripete . Incontri di calcio tra congregazioni con trasferte anche di 120 km! Una volta uno dei nostri si trovò davanti al portiere e subì un vero e proprio fallaccio da cartellino rosso :fu falciato da dietro. Espulsione ma anche gamba ingessata. Fu un fallo cattivo e voluto per impedire un gol! Che amore altruistico! :risata:
Avatar utente
Jeff
Utente Junior
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi sandrosolustri » 01/09/2020, 10:34

Ringrazio Dio di avermi fatto crescere nel "mondo". Quindi sceglievo compagnie senza restrizioni ma con buonsenso. Quelle vecchie compagnie di buoni amici "del mondo" son rimasti, Le amicizie nella "verità" non sono mai esistite (a parte una che è morta).
sandrosolustri
Utente Senior
 
Messaggi: 932
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi Ray » 01/09/2020, 18:28

Achille ha scritto:Da notare che la WTS scrive che Sichem "non essendo un adoratore di Dio non aveva alcun freno morale".
Mentre i fratelli di Dina ce l'avevano questo freno morale?


E vi meravigliate ?
E' normale che nei rotoli delle scritture ebraiche venga proposta un'immagine dell'ebreo moralmente sano.
Se viene menzionata qualche sconfitta morale o fisica e perché non si è stati leali con D-o.

D 'altronde lo fanno anche gli" americani" o meglio il governo o chi vuole dare un'immagine degli USA vincente
nei film anni 70 /80 sconfiggevano il nemico, il Vietnam poi la "Russia".

Per poi passare ai giorni nostri, alle vittorie in medio oriente dove l'attore "americano" di turno uccide i fedeli di All-h .

Questo ci fa riflettere sui rotoli della Bibbia ,ma anche il Corano non ne è esente , scritti dagli uomini per uno scopo, quello
di esaltare la nazione e il "proprio" D-o.
:addio:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11552
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"


Torna a Domande sulla Bibbia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici