Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Gli ebrei popolani del tempo di Gesù conoscevano l'ebraico?

Sezione dove porre domande sulla Bibbia e sulla sua interpretazione

Moderatore: Achille

Gli ebrei popolani del tempo di Gesù conoscevano l'ebraico?

Messaggiodi francitk » 23/07/2010, 19:45

1)Al tempo di Gesù la lingua parlata dal popolo d'Israele era l'ARAMAICO.
Nelle sinagoghe invece usavano l'ebraico per cui quando Gesù lesse il rotolo di Isaia lo lesse in ebraico.
Gli uditori, in maggior parte gente del popolo ignorante, riuscirono a capire la sua lettura (in ebraico) e spiegazione (anche la spiegazione era in ebraico?) oppure no?

2)Anche la spiegazione dell'Antico Testamento da parte dei dottori della legge e rabbini era in ebraico o solo la lettura dei rotoli biblici?

3) Quando Gesù insegnava nel Tempio, parlava aramaico o ebraico? Secondo me aramaico poichè si rivolgeva diretto al popolo ma non ne sono sicuro. Voi cosa ne pensate?
francitk
Nuovo Utente
 
Messaggi: 92
Iscritto il: 21/02/2010, 18:55

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 24/07/2010, 7:26

La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Trianello » 24/07/2010, 9:53

francitk ha scritto:1)Al tempo di Gesù la lingua parlata dal popolo d'Israele era l'ARAMAICO.
Nelle sinagoghe invece usavano l'ebraico per cui quando Gesù lesse il rotolo di Isaia lo lesse in ebraico.
Gli uditori, in maggior parte gente del popolo ignorante, riuscirono a capire la sua lettura (in ebraico) e spiegazione (anche la spiegazione era in ebraico?) oppure no?

2)Anche la spiegazione dell'Antico Testamento da parte dei dottori della legge e rabbini era in ebraico o solo la lettura dei rotoli biblici?

3) Quando Gesù insegnava nel Tempio, parlava aramaico o ebraico? Secondo me aramaico poichè si rivolgeva diretto al popolo ma non ne sono sicuro. Voi cosa ne pensate?


In realtà la cosa non è chiarissima. La lingua abitualmente parlata in Palestina era l'aramaico. A Gerusalemme, però, ed in diversi grandi centri era molto diffuso anche il greco come lingua madre (anche per gli ebrei). La Scrittura veniva letta in ebraico, ma è probabile che nelle sinagoghe nella maggior parte dei casi i rabbini spiegassero la legge in aramaico. E' anche possibile che in alcune sinagoghe (specie in quelle dei piccoli centri) la Scrittura venisse letta direttamente in aramaico (ci sono infatti pervenute delle versioni dei libri biblici in questa lingua, senza contare che alcuni brani della Bibbia sono scritti direttamente con questa), così come nelle sinagoghe greche questa veniva letta direttamente in greco. E' quasi certo, direi, che la predicazione di Gesù avvenisse in aramaico, se non altro perché lì dove i Vangeli ci riportano dei semitismi questi sono riconducibili più spesso all'aramaico che non all'ebraico. Devi comunque considerare che ebraico ed aramaico sono lingue abbastanza simili (entrambe di ceppo semitico), un po' come lo sono l'italiano ed il francese.
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3340
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi francitk » 25/07/2010, 16:33

Ti ringrazio per l'esauriente trattazione.
1) Quindi quando Gesù nella sinagoga di Cafarnao lesse il rotolo del profeta Isaia lo lesse in aramaico?
2) Il rotolo della sinagoga era di pergamena o papiro?
francitk
Nuovo Utente
 
Messaggi: 92
Iscritto il: 21/02/2010, 18:55

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 25/07/2010, 16:44

Secondo questo articolo i rotoli, si parla del ritrovamento dei rotoli del mar morto, sono di pergamena.
http://butindaro.wordpress.com/2010/01/ ... mar-morto/" target="_blank
Ma per altri non si può dire, credo, con certezza, perchè, in quest'altro articolo, si afferma che anche il papiro era diffuso in Palestina
http://jeanmarie-balogh.ch/comunicazion ... -carta.php" target="_blank
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Demolizioni Torri » 24/03/2011, 0:27

Uhmm... la risposta è no.
Demy mi dice che non conoscevano l'ebraico. Il Talmud Babilonese (redatto a babilonia tra il V e il VII secolo d.C.) è stato scritto in aramaico e in dialetti babilonesi dell'epoca. Anche lo Zòhar è stato scritto in aramaico.
Probabilmente gli ebrei popolani del tempo di Gesù parlavano un dialetto dell'aramaico, ovvero l'Onkelos. E, giustamente come scrive Trianello, era molto diffuso il greco, soprattutto tra gli ebrei della diaspora.
A quanto mi diceva il mio mitico prof di Sacra Scrittura, Gesù stesso probabilmente parlava l'Onkelos.
Torry
Io ti conoscevo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti vedono Gb 42,5

Demy & Torry: chi siamo
Avatar utente
Demolizioni Torri
Utente Senior
 
Messaggi: 1591
Iscritto il: 23/02/2011, 22:09

Messaggiodi Alessio Rando » 30/04/2011, 13:22

Seconodo me lo capivano l'ebraico i popolani, magari non lo parlavano però magari lo capivano.
Tieni presente che c'era la scuola rabbinica done i piccoli ebrei imparavano a legge e scrivere e gli veniva insegnata la Torah e quindi magari gli insegnavano pure l'ebraico :ilovejesus:
Avatar utente
Alessio Rando
Nuovo Utente
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 28/04/2011, 13:38

Messaggiodi Demolizioni Torri » 30/04/2011, 14:59

Alessio Rando ha scritto:Seconodo me lo capivano l'ebraico i popolani, magari non lo parlavano però magari lo capivano.
Tieni presente che c'era la scuola rabbinica done i piccoli ebrei imparavano a legge e scrivere e gli veniva insegnata la Torah e quindi magari gli insegnavano pure l'ebraico :ilovejesus:


No: all'epoca parlavano in aramaico o - più probabilmente - nel dialetto dell'aramaico, l'Onkelos.
Al tempo di Gesù non c'erano i Rabbini (come li intediamo ora). C'era il sommo sacerdote (Cohèn gadòl), c'erano gli altri cohnìm, c'erano i levìm, ecc.
Sì, c'era la scuola al Tempio. Ma nel Bet (o Beit) haMikdàsh (il Tempio di Gerusalemme), non insegnavano l'ebraico ai piccoli ebrei.

Demy e Torry
Io ti conoscevo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti vedono Gb 42,5

Demy & Torry: chi siamo
Avatar utente
Demolizioni Torri
Utente Senior
 
Messaggi: 1591
Iscritto il: 23/02/2011, 22:09

Messaggiodi Trianello » 02/05/2011, 4:27

Alessio Rando ha scritto:Seconodo me lo capivano l'ebraico i popolani, magari non lo parlavano però magari lo capivano.
Tieni presente che c'era la scuola rabbinica done i piccoli ebrei imparavano a legge e scrivere e gli veniva insegnata la Torah e quindi magari gli insegnavano pure l'ebraico :ilovejesus:


Secondo taluni studiosi, in realtà, l'ebraico era parlato proprio dal "popolo", cioè dei discendenti di quegli ebrei che erano sempre rimasti in Palestina, mentre l'aramaico era la lingua dei discendenti di coloro che erano stati deportati a Babilionia. E' comunque probabile che i galilei a cui si rivolgeva Gesù avessero l'aramaico come loro lingua madre e che parecchi di questi non conoscessero affatto l'ebraico. Nonostante, infatti, il fatto che l'ebraico fosse la lingua "sacra" e nonostante il fatto che il tasso di scolarizzazione tra gli ebrei fosse decisamente più alto rispetto a quello allora imperante tra gli altri popoli, la maggior parte della gente era comunque analfabeta e, di conseguenza, non sapeva leggere l'ebraico e tantomeno lo parlava. Gli studi epigrafici ci dicono, poi, che una buona fetta degli abitanti di Gerusalemme non parlava né l'ebraico né l'aramaico, ma solamente il greco (e questo vale anche per i residenti ebrei).
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3340
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi Demolizioni Torri » 02/05/2011, 15:31

Sostanzialmente ciò che scrive il caro (e mattiniero!) Trianello è esatto.

Sai, Alessio, non abbiamo indicazioni precise sulle lingue usate all'epoca di Gesù e oggi è difficile fare una classificazione.

Che altro possiamo dire?
I bambini che arrivavano al bar-mitzvà sapevano leggere un po' di ebraico.
Gesù ha letto il sèfer di Isaia in ebraico e quindi lo conosceva.
I testi della comunità di Qumràn sono stati scritti in ebraico, e tra di loro probabilmente parlavano in ebraico.
San Paolo conosceva l'ebraico, l'aramaico, il greco e un po' di latino.
A Cafarnao, zona di passaggio, si parlavano diverse lingue...
Si presume che i popolani sapessero usare anche qualche espressione latina. Dopotutto era la lingua degli invasori, e qualcosa avevano appreso.
Sul greco è più controversa la questione e ci sono pareri differenti. Sicuramente c'erano persone che lo parlavano. Allo stesso tempo non è certo se fosse davvero così diffuso, perché sembra che il greco sia divenuto di massa nel 300, con l'ellenismo, tra gli Ebrei della diaspora.

Nel contempo la maggior parte delle persone parlava aramaico e/o dialetti locali, tra cui l'onkelos.
Anche i Targumìm sono stati scritti in aramaico. C'era stata quindi la necessità di tradurre dall'ebraico alcuni testi del Tanàkh (la bibbia ebraica), arricchendoli di commenti e approfondimenti – magari orali.
Un po', mi si passi il paragone, come quando prima del Concilio i parroci spiegavano i testi ai fedeli che non conoscevano il latino.

All'epoca di Gesù pochi sapevano parlare l'ebraico: lingua sacra, certamente sì, e riservata ai dotti.
Non riesco proprio a pensare che l'ebraico fosse la lingua parlata dal popolo, ovvero dai discendenti degli Ebrei rimasti sempre in Palestina. A meno che quei discendenti fossero intellettuali, dotti e sapienti; di certo non popolani.

L'aramaico era parlato non solo in Palestina, bensì anche in Siria, Iraq e persino tra gli abatài (mercanti della penisola arabica). Anche ai giorni nostri nella chiesa Caldea dell'Iraq e in alcune zone della Siria si parla aramaico, ovviamente modificato e modernizzato.

Sai, una volta ho sentito leggere da Amos Luzzatto lo stesso identico testo, prima in ebraico e poi in aramaico. Erano testi diversissimi!! Durante la lettura della traduzione aramaica ho riconosciuto un'unica parola: chaìm, vita. Tutte, ma proprio tutte le altre parole erano totalmente differenti dall'ebraico.
Per me è stata una sorpresa e un'esperienza molto interessante...

Torry
Io ti conoscevo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti vedono Gb 42,5

Demy & Torry: chi siamo
Avatar utente
Demolizioni Torri
Utente Senior
 
Messaggi: 1591
Iscritto il: 23/02/2011, 22:09

Messaggiodi Paxuxu » 03/05/2011, 10:46

Ma se non conoscevano l'ebraico perchè vengono chiamati ebrei?

E' come se gli Italiani non conoscendo l'italiano parlano l'ostrogoto, allora non c'è connessione logica nell'usare il termine italiani no?


:boh:


Paxuxu
Avatar utente
Paxuxu
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3990
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Messaggiodi Brambilla Bruna » 03/05/2011, 10:50

Paxuxu ha scritto:Ma se non conoscevano l'ebraico perchè vengono chiamati ebrei?

E' come se gli Italiani non conoscendo l'italiano parlano l'ostrogoto, allora non c'è connessione logica nell'usare il termine italiani no?


:boh:


Paxuxu


SEI una comica unica .. :risatina: :risatina: :bacino: :fiori e bacio: BRUNA
Avatar utente
Brambilla Bruna
Utente Platinium
 
Messaggi: 12711
Iscritto il: 16/07/2009, 15:24

Messaggiodi Topsy » 03/05/2011, 15:31

Per diverse circostanze storiche (parte del popolo in galut, in diaspora; matrimoni misti, dominazioni straniere, perdita` dell`autonomia politica, ect…) il legame che intercorre tra il popolo ebraico e la lingua ebraica e` piuttosto complesso ed articolato. E` sufficiente pensare come nel corso della formazione dello Stato di Israele, comunita` ebraiche askenazite erano decise ad affermare lo yiddish (giudeo-tedesco parlato dagli ebrei dell`Europa orientale) come lingua nazionale piuttosto che l`ebraico moderno.
Problemi antichi che si ripropongono. Gia`ai tempi Esdra parte degli ebrei parlavano l`asdodeo e non conoscevano l’ebraico. (vedi Nehemia 13,24). Questa fu anche una delle ragioni per la quale vennero proibiti i matrimoni misti.
Secondo il racconto del Vangelo di Giovanni, l`iscrizione apposta sulla croce a cui fu condannato Gesù venne riportata in ebraico, latino e greco, lingue con ogni probabilita`note, sebbene non parlate da tutti. L`aramaico tuttavia, come e` stato gia` ricordato in un intervento poco sopra, non fu sola la lingua piu` conosciuta a livello popolare, ma anche quella con cui fu composto parte del Testo Sacro.
Avatar utente
Topsy
Nuovo Utente
 
Messaggi: 339
Iscritto il: 18/07/2009, 16:58
Località: Italia - Israele

Messaggiodi Demolizioni Torri » 03/05/2011, 15:57

Topsy ha scritto:Per diverse circostanze storiche (parte del popolo in galut, in diaspora; matrimoni misti, dominazioni straniere, perdita` dell`autonomia politica, ect…) il legame che intercorre tra il popolo ebraico e la lingua ebraica e` piuttosto complesso ed articolato. E` sufficiente pensare come nel corso della formazione dello Stato di Israele, comunita` ebraiche askenazite erano decise ad affermare lo yiddish (giudeo-tedesco parlato dagli ebrei dell`Europa orientale) come lingua nazionale piuttosto che l`ebraico moderno.
Problemi antichi che si ripropongono. Gia`ai tempi Esdra parte degli ebrei parlavano l`asdodeo e non conoscevano l’ebraico. (vedi Nehemia 13,24). Questa fu anche una delle ragioni per la quale vennero proibiti i matrimoni misti.
Secondo il racconto del Vangelo di Giovanni, l`iscrizione apposta sulla croce a cui fu condannato Gesù venne riportata in ebraico, latino e greco, lingue con ogni probabilita`note, sebbene non parlate da tutti. L`aramaico tuttavia, come e` stato gia` ricordato in un intervento poco sopra, non fu sola la lingua piu` conosciuta a livello popolare, ma anche quella con cui fu composto parte del Testo Sacro.



Ben tornata Topsy!
Che bello leggere il tuo scritto :sorriso:
:fiori:
Torry
(di passaggio sul forum...)
Io ti conoscevo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti vedono Gb 42,5

Demy & Torry: chi siamo
Avatar utente
Demolizioni Torri
Utente Senior
 
Messaggi: 1591
Iscritto il: 23/02/2011, 22:09


Torna a Domande sulla Bibbia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici