Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Romani 16:1

Sezione dove porre domande sulla Bibbia e sulla sua interpretazione

Moderatore: Achille

Romani 16:1

Messaggiodi mary » 22/03/2011, 21:16

Casualmente mi sono imbattuta in questa scrittura che non ricordavo di avere letto, o comunque notato:

la TNM traduce così:
"Vi raccomando Febe, nostra sorella che è ministro della congregazione di Cencrea"

La CEI traduce così:
"Vi raccomando Febe, nostra sorella, diaconessa della Chiesa di Cencre"

Volevo chiedere se qualcuno sa come commentano i tdg questa scrittura, e quindi il fatto che una donna avesse ruolo di ministro nel I secolo.
Perchè se tra i primi Cristiani questo era possibile oggi non lo è più per molte religioni oltre che per i tdg, dove le donne si devono accontentare di ruoli secondari?
L'uomo è dove è il suo cuore, non dove è il suo corpo.
-- Mahatma Gandhi (Mohandas Karmchand Gandhi)

Contatto Skype: mary78-2011
Avatar utente
mary
Nuovo Utente
 
Messaggi: 169
Iscritto il: 28/01/2011, 10:00
Località: Emilia Romagna

Messaggiodi Luciano » 22/03/2011, 22:35

Probabilmente intendono il significato di ministrare e quindi servire, non tanto di ministro di culto
Traduzioni
uno servire: 2
uno ministrare: 2
servire: 19
ministrare: 2
diacono: 4
diakonos
sostantivo maschile/femminile tdnt: 2: 88,152 Numero Strong: 1249
probabilmente da
Significati
1) uno che esegue i comandi di un altro, soprattutto un servitore di un padrone,
compagno, ministro
1a) il servitore di un re
1b) un diacono, uno che, in virtù dell'ufficio assegnatogli dalla chiesa, ha cura dei poveri e ha
l'incarico di distribuire i soldi raccolti per loro con le offerte
1c) un cameriere, uno che serve cibo e bevande

ciao
Avatar utente
Luciano
Utente Master
 
Messaggi: 3396
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Messaggiodi mary » 23/03/2011, 6:13

Grazie Luciano, non vorrei dire una bufala, ma il diacono per i Testimoni è il SDM, se non sbaglio.
La mia domanda infatti nasceva da questo, se una donna poteva aspirare a questo incarico di responsabilità nel I secolo con quale giustificazione il CD ha cambiato le cose?
Purtoppo non ho il cd della società e non posso farmi la ricerca... :piange:
L'uomo è dove è il suo cuore, non dove è il suo corpo.
-- Mahatma Gandhi (Mohandas Karmchand Gandhi)

Contatto Skype: mary78-2011
Avatar utente
mary
Nuovo Utente
 
Messaggi: 169
Iscritto il: 28/01/2011, 10:00
Località: Emilia Romagna

Messaggiodi Mario70 » 23/03/2011, 6:56

mary ha scritto:Grazie Luciano, non vorrei dire una bufala, ma il diacono per i Testimoni è il SDM, se non sbaglio.
La mia domanda infatti nasceva da questo, se una donna poteva aspirare a questo incarico di responsabilità nel I secolo con quale giustificazione il CD ha cambiato le cose?
Purtoppo non ho il cd della società e non posso farmi la ricerca... :piange:

Se non lo farà nessun altro, ti risponderò oggi pomeriggio, stamattina sono incasinato... comunque a memoria interpretano "ministro" nel senso di brava predicatrice, non possono accettare che fosse l'equivalente di "servitore di ministero" perchè in timoteo e tito si parla solo di maschi e non potendo la donna insegnare (dal loro punto di vista prendendo per buone le parole del misogino pseudo Paolo) allora "diaconessa" DEVE significare altro...
ciao
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6047
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

riferimenti bibliografici WTSBTS

Messaggiodi cavallino fiammiferino » 23/03/2011, 6:58

Dal libro" Perscpicacia nello studio dell scritture"1988 vol 1 pag 903:
FEBE:"[pura;luminosa;raggiante]Cristiana della congregazione di Cencrea nel 1° secolo.Nella lettera scritta ai cristiani di Roma,Paolo"raccomanda" loro questa sorella,e chiede che le sia dato tutto l'aiuto di cui poteva avere bisogno,poichè aveva "mostrato di difendere molti,sì,me stesso".(Ro 16:1,2)Puo' darsi che Febe abbia portato a Roma la lettera di Paolo o abbia accompagnato il latore della stessa.
Paolo chiama Febe"ministro nella congregazionedi Cencrea".Questo induce a chiedersi in che senso sia usato qui il termine diàcokonos(ministro).Alcune traduzioni gli danno un significato ufficiale e perciò lo rendono"diaconessa"(CEI,VR).Ma le Scritture non prevedono servitori di ministero donne.Altri attribuiscono al termine significato generico e lo traducono"al servizio"(Ga).Comunque Paolo si riferiva evidentemente a qualche cosa che aveva a che fare con la divulgazione della buona notizia,il ministero cristiano,(la buona notizia del regno di Geova retto da Re Cristo e dagli Unti 144.000? mi chiedo NDR)e parlava di Febe come di una donna ministro, associata(il colore è mio) alla congregazione di Cencrea._Cfr.At 2:17,18.
Febe aveva "mostrato di difendere molti".Questa espressione traduce il sostantivo greco prostàtis,che fondamentalmente significa"protettrice" o "soccorritrice",e quindi non si limita al mostrare cordialità,ma comporta il venire in aiutodi altri nel bisogno.Può anche essere tradotto"patrona".Il fatto che fosse libera di viaggiare e rendere notevoli servizi nella congregazione potrebbe indicare che Febe era vedova e anche piuttosto ricca.Quindi poteva essere in grado di far valere l'influenza che aveva nella comunità a favore dei cristiani che erano accusati ingiustamente,difendendoli;(proprio come il sottosegretario Minniti NDR)oppure poteva aver offerto loro rifugio in momenti di pericolo,proteggendoli.La Bibbia comunque non fornisce particolari in merito."

si rimanda anche alla trattazione della voce Donna a pag 725 dell stesso volume da cui estraggo:

"Benchè Febe sia definita(Ro 16:1)"ministro"(diàkonos,senza l'articolo determinativo),è evidente che non era stata nominata servitrice di ministero nella congregazione(il colore è mio),perchè le Scritture non prevedono niente di simile.L'apostolo non disse alla congregazione di ricevere istruzioni da lei,ma piuttosto di accoglierla bene e di "assisterla in qualunque cosa essa avesse bisognodi loro".(Ro 16:2)Definendola ministro Paolo evidentemente si riferiva all'attività di divulgare la buona notizia che Febe svolgeva come donna ministro appartenente alla congregazione di Cencrea._Cfr At 2:17,18"


faccio rilevare l'uso "autoreferenziale" e sofistico dei termini,nonchè la sottile induzione nel lettore che le modalità ed i compiti dei componenti della Chiesa del 1° secolo ricalchino il modello organizzativo della Torre di Guardia.
Gradirei testimonianze storiche "non ispirate" per capire cosa si faceva nelle comunità cristiane primitive,oltre a "predicare la buona notizia del Regno di Gesù Re e dei 144.000". :boh:
Avatar utente
cavallino fiammiferino
Utente Junior
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 28/02/2011, 8:47

Messaggiodi Mario70 » 23/03/2011, 7:14

cavallino fiammiferino ha scritto:Dal libro" Perscpicacia nello studio dell scritture"1988 vol 1 pag 903:....:


:risatina: Ammazza che memoria che c'ho!
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6047
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Tutti quelli che predicano sono Ministri

Messaggiodi marcos » 23/03/2011, 8:44

Per i tdg sono tutti ministri donne e uomini. ma non gli danno nessun incarico come SDM o anziano o sorvegliante. anche in altre chiese c'è la stessa opinione.
Gesù che sceglie i Santi tra uomini e donne e gli da incarico di giudici e sacerdoti. anche nel vecchio testamento le donne erano giudici. non vedo perche ci deve essere questa differenza.. dettata da regole umane.. maschiliste!!
per me le donne possono avere gli stessi incarichi degli uomini.
sono contrario a queste idee maschiliste.
Avatar utente
marcos
Utente Junior
 
Messaggi: 282
Iscritto il: 25/09/2009, 7:29

Grazie a tutti per le risposte

Messaggiodi mary » 23/03/2011, 11:47

quindi se ho ben capito la TNM e altre traduzioni qui traducono diakonos "ministro" alla luce del fatto che alle donne non era consentito insegnare. Perchè allora lo scrittore originale del testo ha usato diakonos per definire il ruolo di Febe?
Si trova altrove nel NT la stessa parola in riferimento ad altre persone qualificate come "ministri" ma non per insegnare?
E agganciandomi alla risposta di Marcos vi chiedo: perchè questo divieto così maschilista alle donne di insegnare? Non è che quel comando poteva andare bene ai tempi dei primi cristiani perchè la società stessa era maschilista, ma oggi si potrebbe rividere alla luce del fatto che oggi la saocietà riconosce alle donne capacità non inferiori a quelle degli uomini?
Grazie in anticipo a chi vorrà rispondermi :sorriso:
L'uomo è dove è il suo cuore, non dove è il suo corpo.
-- Mahatma Gandhi (Mohandas Karmchand Gandhi)

Contatto Skype: mary78-2011
Avatar utente
mary
Nuovo Utente
 
Messaggi: 169
Iscritto il: 28/01/2011, 10:00
Località: Emilia Romagna

la WTS non è immune dal peccato

Messaggiodi marcos » 23/03/2011, 12:16

da quando ho deciso di non seguire più la wts mi faccio guidare dal mio cervello. quando leggo in Genesi : 1:16
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
3:16 Poi disse alla donna: Io accrescerò grandemente i dolori del tuo parto e della tua gravidanza; tu partorirai figliuoli con dolori, e i tuoi desiderii dipenderanno dal tuo marito, ed egli signoreggerà sopra te.
3:16 Alla donna disse: ‘Io moltiplicherò grandemente le tue pene e i dolori della tua gravidanza; con dolore partorirai figliuoli; i tuoi desiderî si volgeranno verso il tuo marito, ed egli dominerà su te’.
3:16 Alla donna disse: «Io moltiplicherò grandemente le tue pene e i dolori della tua gravidanza; con dolore partorirai figli; i tuoi desideri si volgeranno verso tuo marito ed egli dominerà su di te».
3:16 Alla donna disse: «Io moltiplicherò grandemente le tue sofferenze e le tue gravidanze; con doglie partorirai figli: i tuoi desideri si volgeranno verso il tuo marito, ed egli dominerà su di te».

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
capisco che sia dovuto alla conseguenza del peccato che l'uomo piace dominare la donna e non gli da spazio.
ma non è cosi agli occhi di Dio e di Gesù.
Avatar utente
marcos
Utente Junior
 
Messaggi: 282
Iscritto il: 25/09/2009, 7:29

diaconesse

Messaggiodi emet » 26/03/2011, 2:04

la TNM traduce così:
"Vi raccomando Febe, nostra sorella che è ministro della congregazione di Cencrea"

Volevo chiedere se qualcuno sa come commentano i tdg questa scrittura, e quindi il fatto che una donna avesse ruolo di ministro nel I secolo.
Perchè se tra i primi Cristiani questo era possibile oggi non lo è più per molte religioni oltre che per i tdg, dove le donne si devono accontentare di ruoli secondari?[/quote]

Dire che la “Diaconessa” sia paragonabile al “servitore di ministero” non è proprio esatto,in tale contesto il termine dovrebbe essere compreso nello sfondo dello sviluppo dei ministeri nella cristianità primitiva, e non come un diaconato femminile;Di fatto il primo concilio di Nicea (325) affermò che le diaconesse non ricevevano un'ordinazione, e pertanto dovevano essere considerate parte dello stato laicale. Tra i teologi si discute se si trattava di un servizio ministeriale o ordinato,ancora oggi però la Chiesa cattolica è propensa a pensare che si trattasse di un qualche ministero, senza comportare la conformazione a Cristo tipica del sacramento dell'ordine ; La questione nasce in quelle confessioni nelle quali l ordinazione non avviene per "IMPOSIZIONI DELLE MANI" così come vuole la tradizione, nel momento in cui si viene " ordinati" per assolvere un Ministero.


C è da aggiungere calandosi nel contesto storico-ideologico e culturale del primo cristianesimo, e riconoscendo come alcuni teologi cattolici riconoscono, che le diaconesse donne espletavano assistenza ad alcuni riti sacramentali,n particolare, visto l'uso nelle prime comunità cristiane di battezzare per immersione, si riteneva più opportuno che fossero delle donne ad aiutare ad immergersi delle donne e non degli uomini, le diaconesse non avrebbero quindi avuto compiti di predicazione o di guida di piccole comunità, Infatti, invalso l'uso del battesimo dei fanciulli, le diaconesse scomparvero del tutto.
Mentre(nei TdG) il servitore di ministero può a volte espletare le funzioni da”anziano”, NEMMENO il diacono (uomo) può espletare le funzioni del sacerdote, anche se ambedue appartengono al clero.
Quando Paolo parla di Febe la situazione nella nascente comunità cristiana era particolare, alcune donne poterono essere nominate “diaconesse” per alcuni servizi ministeriali i quali possono avere riscontro anche nei giorni nostri come prima accennavo.

Il Termine Diaconessa inoltre, fu usato solo per i primi secoli, in seguito scomparve, essere dunque un diacono o diaconessa significa “essere ordinati” per tale ufficio, ma poterono le donne divenire diaconesse e quindi essere “Ordinate” tali?, a ciò risponde il concilio di Nicea del 325, gia sopra citato affermando che le diaconesse non ricevono un’ordinazione, e per tanto dovevano essere considerate “laiche”, al contrario oggi il diacono riceve un’ordinazione e fa quindi parte del clero, con mansioni diverse.

ciao da EMET
" Hoc volo, sic iubeo; sit pro ratione voluntas. Frangar, non flecta"
Avatar utente
emet
Nuovo Utente
 
Messaggi: 42
Iscritto il: 07/02/2010, 23:09
Località: ROMA (ETERNAL CITY)


Torna a Domande sulla Bibbia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici