Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

IL LADRONE, LO RICONOSCE?

Sezione dove porre domande sulla Bibbia e sulla sua interpretazione

Moderatore: Achille

IL LADRONE, LO RICONOSCE?

Messaggiodi Tiziano » 05/11/2009, 19:20

Scusate se forse mi ripeto ma non ho trovato ciò nel forum

Quando si parla dei due ladroni crocifissi insieme a Gesù si porta sempre la discussione sul famoso " oggi"
ma...
leggendo Luca 23:40
NR…Ma l'altro lo rimproverava, dicendo: «Non hai nemmeno timor di Dio, tu che ti trovi nel medesimo supplizio?

CEI… Ma l'altro lo rimproverava: «Neanche tu hai timore di Dio e sei dannato alla stessa pena?

ND… Ma l'altro, rispondendo, lo sgridava dicendo: «Non hai neppure timore di Dio, trovandoti sotto la medesima condanna?

TNM...L'altro rispondendo, lo rimproverò e disse:" Non temi affatto Dio, ora che sei nello stesso giudizio?"

mi viene da fare questa riflessione :help:

ma :boh: il secondo pezzo del versetto non mette in luce il fatto che chi è crocifisso nel mezzo dei due ladroni è proprio Dio ...analizzando ad esempio proprio la TNM si potrebbe dire ....ora che sei nello stesso giudizio...DI CHI? ...di Dio... non lo temi affatto... così come si potrebbe dire in NR.... non hai nemmeno timor di Dio, tu che ti trovi nello stesso supplizio che sta patendo Dio

Ho detto una ... stupidata?
Signore dammi la pazienza...perchè se mi dai la forza...faccio una strage

Voglio ancora una carezza dalla mia mamma .............. Roma 1°dicembre 2010

Presentazione
Avatar utente
Tiziano
Utente Senior
 
Messaggi: 2167
Iscritto il: 20/09/2009, 14:57

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 06/11/2009, 10:20

Non so, se il dialogo è avvenuto veramente (non sto dicendo che Luca mente, ma che usi una sorta di parabola), allora non credo che il soggetto fosse Gesù, ma il giudizio a cui erano prossimi i morenti.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Cicciobello » 06/11/2009, 15:36

opepo ha scritto:Scusate se forse mi ripeto ma non ho trovato ciò nel forum

Quando si parla dei due ladroni crocifissi insieme a Gesù si porta sempre la discussione sul famoso " oggi"
ma...
leggendo Luca 23:40
NR…Ma l'altro lo rimproverava, dicendo: «Non hai nemmeno timor di Dio, tu che ti trovi nel medesimo supplizio?

CEI… Ma l'altro lo rimproverava: «Neanche tu hai timore di Dio e sei dannato alla stessa pena?

ND… Ma l'altro, rispondendo, lo sgridava dicendo: «Non hai neppure timore di Dio, trovandoti sotto la medesima condanna?

TNM...L'altro rispondendo, lo rimproverò e disse:" Non temi affatto Dio, ora che sei nello stesso giudizio?"

mi viene da fare questa riflessione :help:
ma :boh: il secondo pezzo del versetto non mette in luce il fatto che chi è crocifisso nel mezzo dei due ladroni è proprio Dio ...analizzando ad esempio proprio la TNM si potrebbe dire ....ora che sei nello stesso giudizio...DI CHI? ...di Dio... non lo temi affatto... così come si potrebbe dire in NR.... non hai nemmeno timor di Dio, tu che ti trovi nello stesso supplizio che sta patendo Dio
Ho detto una ... stupidata?

scusa opepo: ma dovresti leggere dal 39 in poi e vedrai che il racconto parla di cristo, e non di DIO. ( CEI )
le stupidagini si possono dire, sè non ci informiamo bene. :ciao: salvatore :ciao:
Cicciobello
 

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 06/11/2009, 16:46

"Luca prosegue raccontando una dopo l’altra le reazioni dei due malfattori “appesi” con lui. Le due figure sono radicalmente contrapposte. Il primo malfattore è probabilmente un indomabile zelota, che anche nella morte resta fedele alla sua scelta di ribellarsi al dominio straniero per instaurare il regno di Dio. Per lui un Messia che muore in croce e non salva se stesso, né quelli che hanno lottato per la sua causa, rappresenta uno sconfitto. Diversamente dal primo, il secondo malfattore confessa senza attenuanti la propria colpa, riconosce l’innocenza di Gesù e si affida a lui. Accogliendolo prontamente, Gesù compie nella sua morte ciò che ha fatto lungo tutta la vita: accogliere i peccatori (15,2)."www.corsobiblico.it/luca.htm -
Il vangelo di Luca è l'unico che riporta il dialogo dei cosiddetti ladroni, ma poichè i vangeli non sono "verbali"in senso legale, ogni evangelista dà risalto a ciò che ritiene prioritario e Luca, con la contrapposizione dell'impenitente e del pentito esalta proprio il pentimento.
Ora che il pentito abbia riconosciuto in Gesù il Messia o si sia affidato a Lui riconoscendone l'innocenza, non lo so, ma ha comunque fatto un atto di fede che Gesù ha accolto.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Tiziano » 06/11/2009, 19:51

Cerco di rispondere sia a Gabriella che a Salvatore


Bellissima l’esegesi che citi tu Gabriella e grazie per l’indirizzo e-mail che andrò presto a consultare ma, sia che sia una sorta di parabola o che sia accaduto veramente, volevo portare l’attenzione sul punto che… a me sembra, ma probabilmente mi sbaglio… Luca voglia mettere l’accento sul fatto che, in quel momento, anche se al malfattore è chiaro che chi sta morendo senza avere alcuna colpa è il Cristo, ma nella risposta che da o che Luca fa dare “ Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena” gli è pure chiaro che Gesù è Dio altrimenti perché nella stessa frase mettere DIO e STESSA ? ( e qui non capisco il tuo puntualizzare Salvatore, in quanto non ho estratto un versetto dal contesto, io leggo anche il versetto 39, ma, scusa, mi viene da chiederti: per te chi è Cristo?) :strettamano:

Non so se sono riuscito a spiegarmi
Ciao
Signore dammi la pazienza...perchè se mi dai la forza...faccio una strage

Voglio ancora una carezza dalla mia mamma .............. Roma 1°dicembre 2010

Presentazione
Avatar utente
Tiziano
Utente Senior
 
Messaggi: 2167
Iscritto il: 20/09/2009, 14:57

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 07/11/2009, 5:39

opepo ha scritto: ma nella risposta che da o che Luca fa dare “ Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena” gli è pure chiaro che Gesù è Dio altrimenti perché nella stessa frase mettere DIO e STESSA ? Non so se sono riuscito a spiegarmi
Ciao

Potrebbe, con il beneficio del dubbio, anche voler dire: " tu che stai morendo con lui con la stessa pena, lo insulti, non hai quindi timore del giudizio di Dio?"
Può essere che dica sciocchezze, ma guardando al contesto storico, dubito che il Messia fosse riconosciuto come Dio da molti contemporanei che non fossero nella ristretta cerchia che aveva modo di frequentarlo.
Inoltre, come presuppone l'esegesi che ho postato, se i "ladroni" erano zeloti (una sorta di partigiani dell'epoca), essi aspettavano come Messia un condottiero che li avrebbe liberati dal giogo romano, tutto il contrario quindi, dell'Uomo che stava morendo in croce con loro.
Ma credo che non sia il riconoscimento o meno del Cristo, la parte importante di questo brano, per i credenti è significativo il riconoscimento dei propri errori e l'affidarsi a una speranza di perdono.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Cicciobello » 07/11/2009, 9:44

opepo ha scritto:Cerco di rispondere sia a Gabriella che a Salvatore


Bellissima l’esegesi che citi tu Gabriella e grazie per l’indirizzo e-mail che andrò presto a consultare ma, sia che sia una sorta di parabola o che sia accaduto veramente, volevo portare l’attenzione sul punto che… a me sembra, ma probabilmente mi sbaglio… Luca voglia mettere l’accento sul fatto che, in quel momento, anche se al malfattore è chiaro che chi sta morendo senza avere alcuna colpa è il Cristo, ma nella risposta che da o che Luca fa dare “ Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena” gli è pure chiaro che Gesù è Dio altrimenti perché nella stessa frase mettere DIO e STESSA ? ( e qui non capisco il tuo puntualizzare Salvatore, in quanto non ho estratto un versetto dal contesto, io leggo anche il versetto 39, ma, scusa, mi viene da chiederti: per te chi è Cristo?) :strettamano:

Non so se sono riuscito a spiegarmi
Ciao


scusa opepo: per me cristo rimane sempre il figlio di DIO.
non perchè mi porto dietro l'insegnamento wts, ma perchè sono riuscito oggi a farmi delle ricerche estra bibbliche che confermano questo.
poi non impongo il mio modo di raggionare annessuno. non lo facevo da tdg, figurati adesso.
con affetto salvatore. :ciao: :ciao:
Cicciobello
 

Messaggiodi emily » 07/11/2009, 20:58

Gabriella Prosperi ha scritto:
opepo ha scritto: ma nella risposta che da o che Luca fa dare “ Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena” gli è pure chiaro che Gesù è Dio altrimenti perché nella stessa frase mettere DIO e STESSA ? Non so se sono riuscito a spiegarmi
Ciao

Potrebbe, con il beneficio del dubbio, anche voler dire: " tu che stai morendo con lui con la stessa pena, lo insulti, non hai quindi timore del giudizio di Dio?"
Può essere che dica sciocchezze, ma guardando al contesto storico, dubito che il Messia fosse riconosciuto come Dio da molti contemporanei che non fossero nella ristretta cerchia che aveva modo di frequentarlo.
Inoltre, come presuppone l'esegesi che ho postato, se i "ladroni" erano zeloti (una sorta di partigiani dell'epoca), essi aspettavano come Messia un condottiero che li avrebbe liberati dal giogo romano, tutto il contrario quindi, dell'Uomo che stava morendo in croce con loro.
Ma credo che non sia il riconoscimento o meno del Cristo, la parte importante di questo brano, per i credenti è significativo il riconoscimento dei propri errori e l'affidarsi a una speranza di perdono.
Gabriella


interessante, però ''col senno di poi'' ha un senso, il narratore ci descrive degli atteggiamenti uno dei quali poi è definito come quello del ''buon ladrone'' non è proprio perchè fece un atto di fede?
se non sbaglio riconoscere il figlio di dio nel vangelo significa riconoscere dio
quindi in qualche modo che si faccia riferimento direttamente a dio o una delle due opzioni è sicura,
riconobbe la provenienza divina(?) per me sempre quella è la risultanza
ma vorrei che qualche esperto del forum ci illuminasse
aspettiamo lumi dunque perchè io non saprei proprio dove fare ricerche,
che bella questa discussione :ok:
ciao
emily
^^^^Clark Kent è il modo in cui Superman ci vede;
e quali sono le caratteristiche di Clark Kent?!
È debole, non crede in sé stesso ed è un vigliacco.
Clark Kent rappresenta la critica di Superman
alla razza umana (Kill bill.Vol.2)
^^^^
Avatar utente
emily
Nuovo Utente
 
Messaggi: 141
Iscritto il: 12/10/2009, 12:32

LO RICONOSCE...E NON E' IL SOLO A FARLO!!!

Messaggiodi !Freddie! » 08/11/2009, 1:52

Può essere che dica sciocchezze, ma guardando al contesto storico, dubito che il Messia fosse riconosciuto come Dio da molti contemporanei che non fossero nella ristretta cerchia che aveva modo di frequentarlo.

...E sbaglieresti a pensarlo perchè il Vangelo narra come in diversi episodi Gesù è riconosciuto quale Dio o Figlio di Dio anche da chi non apparteneva alla ristretta cerchia di coloro che lo frequentavano. Possiamo cominciare dal cosiddetto "buon" ladrone che sulla croce compie una vera professione di fede e rivela, attraverso le sue parole, di possedere le tre virtù teologali: Fede, Speranza e Carità. C'è, poi, il centurione romano (straniero, soldato e pagano) che ai piedi della croce lo riconosce come il Figlio di Dio; non è certo un caso che queste due persone - le più improbabili a dare testimonianza del Cristo - lo riconoscano come Signore non nel momento del Suo trionfo, della Sua gloria. Ma nel momento della Sua (presunta) sconfitta quando, cioè, è inchiodato al legno della tortura sotto le spoglie di un uomo completamente inerme, sfigurato, debole, impotente. Eppure,proprio per questo, esaltato e glorificato dal Padre! Altro uomo la cui fede verso Gesù non ha eguali in tutto Israele è rappresentato dal centurione romano (anche lui straniero, soldato e pagano) il cui servo viene guarito dal Maestro a seguito della sua preghiera.
Il brano di Luca vuole mettere in luce anche un altro insegnamento: Dio non considera conclusa al 90° minuto la partita in cui la salvezza dell'uomo è messa in gioco (nè allo scadere dei tempi supplementari nè ai calci di rigore!!!); per Dio, la palla torna sempre al centrocampo...anche nell'ultimissimo istante di vita! La salvezza dell'uomo non è sottoposta ad alcuna "data di scadenza". Per questo ritengo che anche Welby abbia avuto ottime probabilità di godere della salvezza eterna e di essere al cospetto di Dio! Li immagino l'uno di fronte all'altro, faccia a faccia; avvolto da un infinito amore, finalmente, Welby potrà conoscere e contemplare il vero volto del suo Padre Celeste e vederlo esattamente come Egli è a prescindere se dopo morto non abbia ricevuto un funerale cattolico (non è un semplice auspicio o pio desiderio, ma una realtà in cui credo per davvero)!!!


Un fraterno saluto. :ciao:

Freddie
-----------------------
Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto. Il tuo volto, Signore, io cerco.
!Freddie!
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 24/09/2009, 22:18

Il ladrone conobbe il Figlio di Dio

Messaggiodi Gianni27 » 08/11/2009, 2:24

Per Cicciobello che dice:
Scusa Opepo: per me Cristo rimane sempre il Figlio di Dio.
Pienamente d’accordo Ciccio, anche tutti noi diciamo la stessa cosa, ma penso che Opepo voleva una risposta più accurata e più profonda. Piuttosto credo che Opepo voleva vedere se sei persuaso che quando Dio genera direttamente col suo intervento, il generato da Dio, nasce Dio come Dio è il Padre.
Da genitori umani non nascono figli pecore, ma nascono uomini proprio come i genitori.
Cristo aveva sì un corpo umano (dalla umana) perché venne a fare l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo.
Or quanto riguardo i ladroni sulla croce, la Scrittura non ci dice che erano dei patrioti che volevano salvare la loro nazione, anzi ci dice che erano ladroni nel vero senso della parola. E uno di essi, detto “il buon ladrone”, dietro le ingiurie che il popolo al Calvario faceva a Cristo, ebbe una rivelazione in sé che Gesù non solo è il Figlio di Dio, e quindi Dio come il Padre, ma è anche Re del Regno di Dio, e fu per questo che disse a Gesù: “Ricordati di me quando sarai venuto nel tuo Regno. A costui, Gesù gli promette il paradiso.
Or ditemi voi, poteva Gesù promettere il paradiso ad un ladrone peccatore, se l’autorità e la Deità del Padre non era in Lui?? Poteva mai un angelo o un cherubino dare a capo suo il Regno ed il paradiso ad un ladrone?? Credo di no!
Rispondendo alla domanda iniziale di Opepo: Sì, il ladrone Lo riconobbe.
Biancamosca
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

Messaggiodi Tiziano » 08/11/2009, 2:47

Sono andato spulciare il sito accennato da Gabriella (http://www.corsobiblico.it/luca.htm" target="_blank" target="_blank" target="_blank -)e ho trovato questo:

Si noti la solennità della promessa di Gesù (“in verità”) e la sua sicurezza (“ti dico”). Qui Gesù non prega, non chiede a Dio, ma garantisce una vita di comunione con lui (“sarai con me”) e subito (“oggi”).

E guarda caso…il “buon ladrone” non rivolge la sua preghiera a Dio Padre ma direttamente al Dio Figlio…Gesù ricordati di me…

Riconosce che sta morendo e patendo le stesse pene di quel Cristo che è Dio e, se è Dio, allora può rivolgersi a lui in preghiera… allora il MI ci sta tutto…Se MI chiederete qualcosa nel mio nome, io la farò

Rileggendo Luca 23 dal versetto 39 al 43 mi sento d’accordo su ciò che dice emily ma anche io aspetto che qualcuno ci illumini o spenga la lampadina :sorriso:

Ciao
Signore dammi la pazienza...perchè se mi dai la forza...faccio una strage

Voglio ancora una carezza dalla mia mamma .............. Roma 1°dicembre 2010

Presentazione
Avatar utente
Tiziano
Utente Senior
 
Messaggi: 2167
Iscritto il: 20/09/2009, 14:57

Messaggiodi Cicciobello » 08/11/2009, 16:34

vedi biancamosca: ritorniamo al discorso eterno della trinita,cavallo di battaglia dei cattolici.
nei vangeli piu di una volta cristo, mette DIO aldisopra di sestesso. non si paracona al padre,
se no per l'autorita che gli è concessa.
ma poi dice: il padre è maggiore di me- vado dal padre mio e padre vostro, e dall'IDDIO mio e L'IDDIO VOSTRO.
questo è quello che leggo nella bibbia. poi se vogliamo mettere le ideologie religiose, per me il discorso finisce qua.....
scusate ma non accetto insegnamenti che provengano da uomini come me. :ciao: :ciao: salvatore
Cicciobello
 

Messaggiodi Tiziano » 08/11/2009, 17:53

Biancamosca ha scritto:Per Cicciobello che dice:
Scusa Opepo: per me Cristo rimane sempre il Figlio di Dio.
Pienamente d’accordo Ciccio, anche tutti noi diciamo la stessa cosa, ma penso che Opepo voleva una risposta più accurata e più profonda. Piuttosto credo che Opepo voleva vedere se sei persuaso che quando Dio genera direttamente col suo intervento, il generato da Dio, nasce Dio come Dio è il Padre.
Da genitori umani non nascono figli pecore, ma nascono uomini proprio come i genitori.
Cristo aveva sì un corpo umano (dalla umana) perché venne a fare l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo.
Or quanto riguardo i ladroni sulla croce, la Scrittura non ci dice che erano dei patrioti che volevano salvare la loro nazione, anzi ci dice che erano ladroni nel vero senso della parola. E uno di essi, detto “il buon ladrone”, dietro le ingiurie che il popolo al Calvario faceva a Cristo, ebbe una rivelazione in sé che Gesù non solo è il Figlio di Dio, e quindi Dio come il Padre, ma è anche Re del Regno di Dio, e fu per questo che disse a Gesù: “Ricordati di me quando sarai venuto nel tuo Regno. A costui, Gesù gli promette il paradiso.
Or ditemi voi, poteva Gesù promettere il paradiso ad un ladrone peccatore, se l’autorità e la Deità del Padre non era in Lui?? Poteva mai un angelo o un cherubino dare a capo suo il Regno ed il paradiso ad un ladrone?? Credo di no!
Rispondendo alla domanda iniziale di Opepo: Sì, il ladrone Lo riconobbe.
Biancamosca


Scusatemi se a volte ripeto quello che qualcuno subito prima ha detto, ma sono talmente lento nello scrivere che è facilissimo anticiparmi e non mi sono accorto del tuo post Biancamosca ma hai espresso proprio ciò che intendevo :grazie:
Signore dammi la pazienza...perchè se mi dai la forza...faccio una strage

Voglio ancora una carezza dalla mia mamma .............. Roma 1°dicembre 2010

Presentazione
Avatar utente
Tiziano
Utente Senior
 
Messaggi: 2167
Iscritto il: 20/09/2009, 14:57

Messaggiodi Tiziano » 08/11/2009, 21:39

Cicciobello ha scritto:scusate ma non accetto insegnamenti che provengano da uomini come me. :ciao: :ciao: salvatore


Ma in qualche post prima dici:
non perchè mi porto dietro l'insegnamento wts, ma perchè sono riuscito oggi a farmi delle ricerche estra bibbliche che confermano questo.

Fonti extra bibliche scritte da chi, visto che non accetti insegnamenti di uomini? :boh:
oh no.... anche tu con gli extra terrestri ? :strettamano:
Ciao
Signore dammi la pazienza...perchè se mi dai la forza...faccio una strage

Voglio ancora una carezza dalla mia mamma .............. Roma 1°dicembre 2010

Presentazione
Avatar utente
Tiziano
Utente Senior
 
Messaggi: 2167
Iscritto il: 20/09/2009, 14:57

Messaggiodi Cicciobello » 09/11/2009, 15:03

opepo ha scritto:
Cicciobello ha scritto:scusate ma non accetto insegnamenti che provengano da uomini come me. :ciao: :ciao: salvatore


Ma in qualche post prima dici:
non perchè mi porto dietro l'insegnamento wts, ma perchè sono riuscito oggi a farmi delle ricerche estra bibbliche che confermano questo.

Fonti extra bibliche scritte da chi, visto che non accetti insegnamenti di uomini? :boh:
oh no.... anche tu con gli extra terrestri ? :strettamano:
Ciao


no! opepo non hò mai creduto agli exstraterestri, ma all'argheologia si. perchè è l'unica scienza che porta delle prove, e non fa teorie.
ho forse sbaglio? credo di no! perchè sono nato in una citta piu vecchia di roma. ( siracusa ) e conosco bene il sistema argheologico.
:ciao: con affetto salvatore.. :ciao: :ciao:
Cicciobello
 

Messaggiodi Gianni27 » 10/11/2009, 1:29

Cicciobello ha scritto:vedi biancamosca: ritorniamo al discorso eterno della trinita,cavallo di battaglia dei cattolici.
nei vangeli piu di una volta cristo, mette DIO aldisopra di sestesso. non si paracona al padre,
se no per l'autorita che gli è concessa.
ma poi dice: il padre è maggiore di me- vado dal padre mio e padre vostro, e dall'IDDIO mio e L'IDDIO VOSTRO.
questo è quello che leggo nella bibbia. poi se vogliamo mettere le ideologie religiose, per me il discorso finisce qua.....
scusate ma non accetto insegnamenti che provengano da uomini come me. :ciao: :ciao: salvatore


Sì, caro Ciccio, come vedi in questo forum siamo come tanti fratelli insegnandoci e correggendoci a vicenda e nulla di personale, ma tutto come un soccorso spirituale.
Io, per dirti, non sono un cattolico, né un ex tdg, ma un evangelico Pentecostale che credo nella Trinità secondo la Scrittura, e al 98% di come crede la Chiesa Cattolica.
Quello che capisco di te è che ti rende difficile accettare Cristo in due nature, vero Dio e vero uomo. Esiste un certo mistero nella dottrina della Trinità e questo sta proprio nella persona di Cristo Gesù, di cui Dio ci avverte già dal vecchio Patto che per molti (specie la casa d’Israele), Egli sarà un intoppo.
Leggiamo in Isaia 8:13-15: 13 L'Eterno degli eserciti, quello, santificate! Sia lui quello che temete e paventate! 14 Ed egli sarà un santuario, ma anche una pietra d'intoppo, un sasso d'inciampo per le due case d'Israele, un laccio e una rete per gli abitanti di Gerusalemme. 15 Molti tra loro inciamperanno, cadranno, saranno infranti, rimarranno nel laccio, e saranno presi) (La Riveduta).
Certamente, l’Eterno è Dio e la Pietra d’intoppo, è Lui in Gesù. Ma i giudei s’intopparono quando urtarono contro la Pietra d’intoppo, Gesù Cristo. (Rom.9:32,33).
Certo che Gesù disse: “Il Padre è maggiore di me”, perché lo Spirito è superiore alla carne, e Gesù disse: “Quello che è nato dalla carne è carne; e quello che è nato dallo Spirito è Spirito”. (Gv.3:6). Vedi tu questo in Gesù?
Difatti, quando Gesù disse ai Giudei: “Prima che Abramo fosse nato Io Sono”, (Gv.8:58) era la PAROLA (Spirito) che parlava per la bocca di Gesù, perché Gesù secondo la carne, non era ancora nato ai tempi di Abramo. E così la stessa cosa quando disse che avrebbe rimesso su in tre giorni il tempio di Dio, che era il corpo umano di Gesù. (Gv.2:21). La Parola (Spirito) non è mai nato e mai morto, ma si fece carne per essere venuto ad abitare in un corpo preordinato da Dio, (Ebr.10:5), e così la Parola in Gesù, acquista il detto di “Figlio di Dio, e seconda persona della Trinità, ma in eterno è “Dio la Parola”.
Secondo la carne, (nato da Maria) Gesù era l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo. (Gv.1:29). Quindi, doveva morire nella sua carne per riscattare quello che era perduto, e nella sua carne era inferiore per fino agli angeli.(Eb.2:7). Ma Dio Lo fece Signore e Cristo. (Atti 2:36)
Se ci fai caso al credo apostolico, dopo aver pronunciato: “Io credo in Dio, Padre Onnipotente…” Viene poi che dici: “E credo in Gesù Cristo suo unico Figlio nato da Maria… cui patì sotto Ponzio Pilato… cui fu messo a morte e che Dio lo risuscitò, ed a suo tempo Lo portò a sedere alla sua destra”)- Questo Gesù nato da Donna, è colui che siede alla destra di Dio e ciò e' tutto scritturale… vero?
Ma quando si tratta di paragonare Gesù secondo la carne, a Dio Spirito, è logico che c’è una bella differenza, poiché si cerca di paragonare un agnello col gran Pastore Dio.
Sappiamo altresì che la morte del Cristo fu solo nella sua umanità; cioè, secondo la carne.
Sant’Agostino, parlando di Cristo disse: Secondo lo Spirito è senza madre; e secondo la carne è senza padre, e ciò è in armonia alla verità.
Il soggetto è lungo, ma voglio essere corto.
Ti saluto, o Ciccio e mi dico
Biancamosca
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

Messaggiodi Tiziano » 10/11/2009, 14:55

Cicciobello ha scritto:
opepo ha scritto:
Cicciobello ha scritto:scusate ma non accetto insegnamenti che provengano da uomini come me. :ciao: :ciao: salvatore


Ma in qualche post prima dici:
non perchè mi porto dietro l'insegnamento wts, ma perchè sono riuscito oggi a farmi delle ricerche estra bibbliche che confermano questo.

Fonti extra bibliche scritte da chi, visto che non accetti insegnamenti di uomini? :boh:
oh no.... anche tu con gli extra terrestri ? :strettamano:
Ciao


no! opepo non hò mai creduto agli exstraterestri, ma all'argheologia si. perchè è l'unica scienza che porta delle prove, e non fa teorie.
ho forse sbaglio? credo di no! perchè sono nato in una citta piu vecchia di roma. ( siracusa ) e conosco bene il sistema argheologico.
:ciao: con affetto salvatore.. :ciao: :ciao:


Non capisco come l'archeologia possa insegnare la natura di Gesù...spiegamelo..grazie...Ciao
Signore dammi la pazienza...perchè se mi dai la forza...faccio una strage

Voglio ancora una carezza dalla mia mamma .............. Roma 1°dicembre 2010

Presentazione
Avatar utente
Tiziano
Utente Senior
 
Messaggi: 2167
Iscritto il: 20/09/2009, 14:57

Messaggiodi Cicciobello » 10/11/2009, 15:16

ciao biancamosca: vuoi per piacere spiegarmi il proverbio cap. 8: 22-31.
vedi qui la bibbia della cei, dice che cristo è stato creato, e non puo essere DIO.
poi forse leggo male io. :ciao: :ciao: salvatore.
Cicciobello
 

Messaggiodi Cicciobello » 10/11/2009, 15:23

vedi opepo: l'archeologia non insegna la natura del cristo, perchè questo lo spiega la bibbia.
però l'archeologia mi da la conferma di quello che riportano i vangeli ho la bibbia in generale.
questo mi conferma la mia credenza ho fede in DIO e in cristo, perchè non voglio piu andare dietro ha uomini.

per conoscenza: prima sono stato cattolico, è ho visto quello che ho visto.
poi sono stato tdg, è sono venuto ha conoscenza che mi hanno truffato spiritualmente.
conclusione? credo in DIO non giudico nessuno, ma non voglio piu sentire che qualche religione sia superiore ad'altri.
perchè come hò gia scritto, ognuno tira l'acqua al suo mulino.

:ciao: opepo un abbraccio salvatore. :ciao: :ciao:
Cicciobello
 

La sapienza non e' essa che crea

Messaggiodi Gianni27 » 10/11/2009, 22:04

Cicciobello ha scritto:ciao biancamosca: vuoi per piacere spiegarmi il proverbio cap. 8: 22-31.
vedi qui la bibbia della cei, dice che cristo è stato creato, e non puo essere DIO.
poi forse leggo male io. :ciao: :ciao: salvatore.



Proverbi 8:22-30
22 L'Eterno mi possedette al principio della sua via, prima delle sue opere più antiche. 23 Fui stabilita dall'eternità, dal principio, prima che la terra fosse. 24 Fui prodotta quando non c'erano ancora gli abissi, quando non c'erano sorgenti rigurgitanti d'acqua. 25 Fui prodotta prima che le fondamenta dei monti fossero consolidate prima delle colline, 26 quando non aveva ancora fatto né la terra né i campi né le prime zolle della terra. 27 Quando egli fissava i cieli, io ero là; quando tracciava un cerchio sulla superficie dell'abisso, 28 quando rendeva stabili i cieli di sopra, quando rafforzava le fonti dell'abisso, 29 quando assegnava al mare il suo limite perché le acque non oltrepassassero il suo comando, quando stabiliva le fondamenta della terra, 30 io ero presso di lui come un architetto, ero ogni giorno la sua delizia, rallegrandomi ogni momento davanti a lui. <Nuova Diodati>
Ho letto e riletto il capitolo 8 dei Proverbi e quello che trovo è, che chi parla e' la sapienza di Dio, quale venne usata nella creazione per far sì che il Creatore (La Parola) creasse con sapienza e con intelligenza. Leggiamo in Prov.3:19: Con la sapienza l’Eterno fondò la terra, e con l’intelligenza rese stabili i cieli. Questo ci dice che la creazione di Dio fu fatta con sapienza, o sapientemente, ma non mediante la sapienza, anzi mediante la Parola.
Nei versi sopra riportati di Proverbi 8, io non trovo che la sapienza stia creando qualcosa, ma solamente che era là col Creatore, (v.27) e noi sappiamo chi è il Creatore di tutte le cose. Anzi qui la sapienza stessa in questo verso parla dicendoci che un altro creava, e non la sapienza.
Infatti, il verso 22 dice: "L'Eterno mi possedette al principio della sua via, prima delle sue opere piu antiche". quindi, aveva intelligenza.
Poi il v.25: "fui prodotta (messa all'opera) prima che i monti....
Verso 26: "Quando non aveva ancora fatto la terra.....
Verso 27: "Quando Egli fissava i cieli di sopra....
E cosi pure i versi 28 e 29; poi dice al verso 30: Io ero presso di Lui come un architetto.) Non come Colui che crea.
Dio non è mai stato senza sapienza, altrimenti non fosse Dio savio, ma questa sua sapienza fu messa fuori, cioè, fu messa all’opera , fu usata nella creazione, per creare sapientemente.
Io ho letto da una fonte di fiducia che in tutto il libro dei Proverbi, il verbo ‘creare’ non esiste neanche una volta. Il termine creare in ebraico è, ‘bàrà’, mentre in proverbi 8:22, è ‘quanah’ che vuol dire possedere, avermi seco ecc....
0r la versione Riveduta ha tradotto: mi formò, ma il traduttore spiega in fonda pagina che altri traducono: mi produsse: mi ebbe seco: mi possedé, riferendosi alla sapienza e non alla Parola di Dio che ha creato tutte le cose.
Visto che la sapienza non e' la Parola, allora chi e' che sia stato creato?
Ciao
Biancamosca
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

anche per me qui il ladrone riconosce Gesù.....

Messaggiodi Filippo65 » 13/11/2009, 13:05

Avevo già chiesto se questa scrittura poteva essere inserita per provare che Gesù fosse Dio.
Amche secondo me,essa va proprio in questa direzione.
Infatti,qui non c'è sempre secondo me alcun riferimento al Padre,
Ma la frase è riferita direttamente a Gesù.
Filippo65
Nuovo Utente
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 25/08/2009, 12:37


Torna a Domande sulla Bibbia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici