Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Elementi tipici delle Sette ( con finale a sorpresa)

Argomenti, temi e discussioni che sono già stati considerati nel forum.

Moderatore: Gabriele Traggiai

Elementi tipici delle Sette ( con finale a sorpresa)

Messaggiodi Romagnolo » 28/04/2017, 20:13

Non sò se questo sito sia già stato postato nel Forum, ma l'ho trovato estremamente calzante con la realtà Geovista,...anzi..il finale è proprio in attinenza. :ironico:
https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q= ... 8MO13rqNTA
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4142
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi rubenfortugno » 28/04/2017, 20:29

Prima l'uomo ha addomesticato gli animali, poi ha creato tecniche per addomesticare le masse degli uomini
Lo fa da millenni c'era gia nel libro dei morti degli egiziani
Il sistema e' per errore, ogni errore la manipolazione si corregge per raggiungere il risultato immaginate dopo millenni come sono interiorizzate e complesse la manipolazioni oggi
Esistono manipolazioni o influenze positive per la crescita della persona, e altre negative per schiavizzarlo e bloccare la crescita
Si parla di culti quando il controllo 'e molto piu' alto e negativo che nel resto della societa'
rubenfortugno
Nuovo Utente
 
Messaggi: 108
Iscritto il: 22/04/2017, 18:14

Messaggiodi Socrate69 » 28/04/2017, 21:49

Un bel riassunto delle tecniche di manipolazione adoperate dalle sette.
Le pubblicazioni dello psicologo sociale Robert Cialdini sono da suggerire per cspire come funziona la persuasione (o manipolazione).
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3260
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi LIALA » 29/04/2017, 12:47

quali di questi metodi citati usano i TDG ? :help:
Mi presento

Gli uomini costruiscono troppi muri e mai abbastanza ponti.


Isaac Newton
Avatar utente
LIALA
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3893
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Cogitabonda » 29/04/2017, 15:03

LIALA ha scritto:quali di questi metodi citati usano i TDG ? :help:
Ti suggerisco di leggere con attenzione tutto l'articolo e trovare quali metodi NON applicano i TdG.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8234
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Amalia » 29/04/2017, 17:04

Sull'argomento "culti e sette" continuo a consigliare anche la lettura de "I nuovi movimenti religiosi" di Lorne L. Dawson edito da Il Mulino. Ottimo saggio di sociologia che amplia ed approfondisce i punti citati brevemente nell'articolo summenzionato contestualizzandoli e spiegandone le origini e il funzionamento all'interno dell'odierna società.
"Chi porta il paraocchi si ricordi che del completo fanno parte il morso e la sferza."
Stanisław Jerzy Lec
"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." Voltaire
Presentazione - FacebookImmagine
Avatar utente
Amalia
Utente Master
 
Messaggi: 5510
Iscritto il: 07/11/2011, 2:31
Località: Torino

Messaggiodi rubenfortugno » 29/04/2017, 17:25

Aggiungerei messaggi contradditori che mandano in confusione gfi adepti e li fanno obbedire
Tipo "ognuno da a Geova volontariamente quello che puo' "
Poi se uno va poco in servizio viene richiamato incolpato mirato nei discorsi e se non vi va più gli viene fatto mobbing ed espulso
rubenfortugno
Nuovo Utente
 
Messaggi: 108
Iscritto il: 22/04/2017, 18:14

Messaggiodi Romagnolo » 30/04/2017, 11:44

Amalia ha scritto:Sull'argomento "culti e sette" continuo a consigliare anche la lettura de "I nuovi movimenti religiosi" di Lorne L. Dawson edito da Il Mulino. Ottimo saggio di sociologia che amplia ed approfondisce i punti citati brevemente nell'articolo summenzionato contestualizzandoli e spiegandone le origini e il funzionamento all'interno dell'odierna società.

Grazie Amalia di questa segnalazione, il libro mi incuriosisce,...spero di trovarlo. :sorriso:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4142
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Amalia » 30/04/2017, 12:02

Romagnolo ha scritto:
Amalia ha scritto:Sull'argomento "culti e sette" continuo a consigliare anche la lettura de "I nuovi movimenti religiosi" di Lorne L. Dawson edito da Il Mulino. Ottimo saggio di sociologia che amplia ed approfondisce i punti citati brevemente nell'articolo summenzionato contestualizzandoli e spiegandone le origini e il funzionamento all'interno dell'odierna società.

Grazie Amalia di questa segnalazione, il libro mi incuriosisce,...spero di trovarlo. :sorriso:


Lo trovi facilmente anche nei bookstore online. Io ci ho studiato all'università per un esame di sociologia quindi lo considero, al di là dei contenuti che sono validi a prescindere, un testo di un certo spessore riconosciuto anche in ambito accademico.

Il link a IBS
https://www.ibs.it/nuovi-movimenti-reli ... 815107541#

Il link ad Amazon
https://www.amazon.it/nuovi-movimenti-r ... 8815107541

Il link a libreria universitaria
https://www.libreriauniversitaria.it/nu ... opping-lib

Come vedi lo puoi acquistare anche online, anche se io preferisco sempre toccarli con mano in libreria i libri, è tutta un'altra cosa! :sorriso:
"Chi porta il paraocchi si ricordi che del completo fanno parte il morso e la sferza."
Stanisław Jerzy Lec
"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." Voltaire
Presentazione - FacebookImmagine
Avatar utente
Amalia
Utente Master
 
Messaggi: 5510
Iscritto il: 07/11/2011, 2:31
Località: Torino

Caro Romagnolo,....

Messaggiodi Vieri » 30/04/2017, 12:09

Romagnolo ha scritto:Non sò se questo sito sia già stato postato nel Forum, ma l'ho trovato estremamente calzante con la realtà Geovista,...anzi..il finale è proprio in attinenza. :ironico:
https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q= ... 8MO13rqNTA

Ciao Romagnolo carissimo,....L'articolo che hai citato potrebbe anche essere interessante ma non vorrei fare il pignolo ma l'autrice di questo studio penso che abbia le idee un po' confuse poichè e non per niente ha fatto parte per un certo tempo di una setta di stampa Marxista leninista (sigh!)......e se ritengo delle "sette" quella dei tdG, di Scientology, ecc..... NON SI POSSA DIRE ALTRETTANTO DEI NEOCATECUMENALI E DI "COMUNIONE E LIBERAZIONE...... :boh: :cer:

Non voglio fare qui il solito proselitismo ma il papa non direbbe queste cose se i neocatecumenali fossero una "setta":
Papa Francesco: il Cammino Neocatecumenale è un dono.
http://it.radiovaticana.va/news/2016/03 ... no/1216317
Papa Francesco ha incontrato stamani nell’Aula Paolo VI in Vaticano circa 7 mila persone appartenenti al Cammino Neocatecumenale in occasione dell’invio di 56 missio ad gentes formate da circa 270 famiglie con oltre 1.500 figli: 14 missio andranno in Asia; 30 in Europa; 6 in Africa; 4 in Oceania e 2 in America.
“Sono contento di incontrarvi e vi ringrazio – ha esordito il Papa dopo il saluto di Kiko Argüello, uno degli iniziatori del Cammino Neocatecumenale - perché siete venuti così numerosi. Un saluto speciale a quelli che stanno per partire! Avete accolto la chiamata ad evangelizzare: benedico il Signore per questo, per il dono del Cammino e per il dono di ciascuno di voi. Vorrei sottolineare tre parole che il Vangelo vi ha appena consegnato, come un mandato per la missione: unità, gloria e mondo”.

Per Comunione e Liberazione....
Papa Francesco: il 7 marzo riceve in udienza Comunione e liberazione
In occasione del 10° anniversario della morte di don Giussani e nel 60° dell'inizio di Comunione e liberazione, papa Francesco riceverà in udienza tutto il movimento, sabato 7 marzo, in Piazza San Pietro, a Roma.
http://www.toscanaoggi.it/Vita-Chiesa/P ... iberazione
Alle 8.30 l'apertura della piazza; alle 10.30 l'inizio dell'attesa del Papa: la recita della preghiera delle Lodi e la lettura e proiezione su maxischermi di interventi di don Giussani, alternata a canti eseguiti dal coro di Cl e dal popolo. Il Papa è atteso per le 12, e dopo il saluto di don Julián Carrón, presidente della Fraternità di Cl, rivolgerà un discorso cui seguiranno la recita dell'Angelus e la benedizione finale.

PS. Per gli scettici....E' vero che delle critiche sono anche state mosse a tali movimenti ma una critica non significa mai una scomunica per eresia.....ma un invito al miglioramento nella fede.....
Buona giornata...
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3847
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 30/04/2017, 13:53

Vieri ha scritto:L'articolo che hai citato potrebbe anche essere interessante ma non vorrei fare il pignolo ma l'autrice di questo studio penso che abbia le idee un po' confuse poichè e non per niente ha fatto parte per un certo tempo di una setta di stampa Marxista leninista (sigh!)......e se ritengo delle "sette" quella dei tdG, di Scientology, ecc..... NON SI POSSA DIRE ALTRETTANTO DEI NEOCATECUMENALI E DI "COMUNIONE E LIBERAZIONE


Si può dirlo eccome. Dal punto di vista sociologico i neocatecumenali, come altri movimenti all'interno del cattolicesimo, hanno delle dinamiche sociologiche che si possono definire settarie. Il fatto che la setta neocatecumenale sia "inserita nell'ambito della chiesa cattolica" o comunque "approvata" dalla stessa non significa che la setta neocatecumenale non sia una setta nell'accezione sociologica del termine.
Cominciamo dalla parola setta. In wikipedia leggiamo che tale parola può avere più di un significato. Ad esempio: "In passato poteva indicare una scuola di pensiero all'interno di una religione, senza che fosse eterodossa o che entrasse in conflitto con altre scuole". Questo è giusto un esempio per indicare che la parola setta ha avuto ed ha più di un significato.
Il significato della parola setta cambia anche a seconda dei contesti in cui essa viene utilizzata. Ad esempio se la parola setta viene usata nell'abito della sociologia ha un significato particolare. In questo caso specifico bisogna chiedersi se la setta neocatecumenale ha le caratteristiche sociologiche della setta.
La risposta dei sociologi è affermativa: il cosiddetto "cammino neocatecumenale" ha tutte le caratteristiche di una setta.

Sempre da wikipedia:

I gruppi maggioritari, quando usano il termine sette, intendono fare riferimento a gruppi che:

basano la loro dottrina sugli insegnamenti di un solo leader fortemente carismatico (fino a sconfinare talvolta nel culto della personalità);
hanno un percorso di avvicinamento alla conoscenza che è frequentemente di tipo iniziatico o esoterico in cui l'adepto percorre successivi livelli di indottrinamento;
esercitano un controllo ossessivo sul singolo adepto volto a asservirne la volontà ai loro scopi controllandone azioni, emozioni, scelte morali, lavorative ed economiche;
vivono separati dal resto della collettività, talvolta in modo tanto ossessivo da dare origine a fenomeni violenti o autolesionisti dei componenti della setta stessa.


Alcuni studiosi, tuttavia, fanno notare che questi punti possono venire rilevati anche in gruppi che si trovano all'interno di quelle che definiamo chiese, come nel caso degli ordini religiosi di clausura. Altri, come fa notare Massimo Introvigne, ritrovano questi punti anche nei movimenti interni alla Chiesa Cattolica che vengono chiamati di rinnovamento carismatico (come la Comunità di Sant'Egidio, il Cammino neocatecumenale, l'Opus Dei, il Movimento dei Focolari, ecc.).


Dal punto di vista sociologico quindi anche i movimenti interni alla chiesa cattolica (neocatecumenali compresi) possono avere delle caratteristiche settarie, ed infatti non sono pochi quei sociologi che riconoscono nella setta neocatecumenale caratteristiche tipiche delle realtà religiose settarie.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù non fu cristiano, fu ebreo" (Julius Wellhausen)
"I soli uomini a vivere, lungo tutto il Medioevo, a imitazione di Gesù furono gli ebrei" (Karl Jaspers).
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Quixote » 30/04/2017, 14:07

Vieri ha scritto:[,....L'articolo che hai citato potrebbe anche essere interessante ma non vorrei fare il pignolo ma l'autrice di questo studio penso che abbia le idee un po' confuse poichè e non per niente ha fatto parte per un certo tempo di una setta di stampa Marxista leninista (sigh!)......e se ritengo delle "sette" quella dei tdG, di Scientology, ecc..... NON SI POSSA DIRE ALTRETTANTO DEI NEOCATECUMENALI E DI "COMUNIONE E LIBERAZIONE...... :boh: :cer:
...


Scusa Vieri, ma chi ha le idee un po’ confuse sei tu, che scambi Alex, il recensore dell’autrice in questione (Alexandra Stein), con l’autrice stessa, che mi pare non abbia dismesso ii suo interesse politico e attivo, e intende e parla di sétte piú che altro da questo punto di vista.

Il nostro Alex, invece, appare meno “settoriale”, e mi sembra proponga un’analisi di piú ampio raggio, dando al termine sétta una valenza molto estesa, comprendendovi campioni abbastanza eterogenei. e in cui esistono gradi di manipolazione assai differenziati. In questo senso Neocatecumenali e CL non sono che un esempio buttato quasi a casaccio, e che l’autore non approfondisce, perché altro gli premeva scrivere, di piú interessante e rilevante.

Di fatto la tua risposta un po’ piccata quasi lo giustifica, perché hai fatto di una rana un bue, mentre il duplice richiamo a papa Francesco non si capisce a che miri, in quanto è perlomeno dubbio che egli possa disquisire con la dovuta competenza su che cosa si intenda, in sociologia, con la parola ‘sétta’.

L’articolo-intervista della Stein, sublinkato da Alex, a questo link:

https://www.vice.com/it/article/come-fare-il-lavaggio-del-cervello-lex-adepta-di-una-setta-racconta?utm_source=vicefbit
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3516
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Sempre da Vikipedia.....

Messaggiodi Vieri » 30/04/2017, 15:05

Valentino ha scritto:
Vieri ha scritto:L'articolo che hai citato potrebbe anche essere interessante ma non vorrei fare il pignolo ma l'autrice di questo studio penso che abbia le idee un po' confuse poichè e non per niente ha fatto parte per un certo tempo di una setta di stampa Marxista leninista (sigh!)......e se ritengo delle "sette" quella dei tdG, di Scientology, ecc..... NON SI POSSA DIRE ALTRETTANTO DEI NEOCATECUMENALI E DI "COMUNIONE E LIBERAZIONE


Si può dirlo eccome. Dal punto di vista sociologico i neocatecumenali, come altri movimenti all'interno del cattolicesimo, hanno delle dinamiche sociologiche che si possono definire settarie. Il fatto che la setta neocatecumenale sia "inserita nell'ambito della chiesa cattolica" o comunque "approvata" dalla stessa non significa che la setta neocatecumenale non sia una setta nell'accezione sociologica del termine.
Cominciamo dalla parola setta. In wikipedia leggiamo che tale parola può avere più di un significato. Ad esempio: "In passato poteva indicare una scuola di pensiero all'interno di una religione, senza che fosse eterodossa o che entrasse in conflitto con altre scuole". Questo è giusto un esempio per indicare che la parola setta ha avuto ed ha più di un significato.
Il significato della parola setta cambia anche a seconda dei contesti in cui essa viene utilizzata. Ad esempio se la parola setta viene usata nell'abito della sociologia ha un significato particolare. In questo caso specifico bisogna chiedersi se la setta neocatecumenale ha le caratteristiche sociologiche della setta.
La risposta dei sociologi è affermativa: il cosiddetto "cammino neocatecumenale" ha tutte le caratteristiche di una setta.

Sempre da wikipedia:

I gruppi maggioritari, quando usano il termine sette, intendono fare riferimento a gruppi che:

basano la loro dottrina sugli insegnamenti di un solo leader fortemente carismatico (fino a sconfinare talvolta nel culto della personalità);
hanno un percorso di avvicinamento alla conoscenza che è frequentemente di tipo iniziatico o esoterico in cui l'adepto percorre successivi livelli di indottrinamento;
esercitano un controllo ossessivo sul singolo adepto volto a asservirne la volontà ai loro scopi controllandone azioni, emozioni, scelte morali, lavorative ed economiche;
vivono separati dal resto della collettività, talvolta in modo tanto ossessivo da dare origine a fenomeni violenti o autolesionisti dei componenti della setta stessa.


Alcuni studiosi, tuttavia, fanno notare che questi punti possono venire rilevati anche in gruppi che si trovano all'interno di quelle che definiamo chiese, come nel caso degli ordini religiosi di clausura. Altri, come fa notare Massimo Introvigne, ritrovano questi punti anche nei movimenti interni alla Chiesa Cattolica che vengono chiamati di rinnovamento carismatico (come la Comunità di Sant'Egidio, il Cammino neocatecumenale, l'Opus Dei, il Movimento dei Focolari, ecc.).


Dal punto di vista sociologico quindi anche i movimenti interni alla chiesa cattolica (neocatecumenali compresi) possono avere delle caratteristiche settarie, ed infatti non sono pochi quei sociologi che riconoscono nella setta neocatecumenale caratteristiche tipiche delle realtà religiose settarie.

Definizione di setta.....
Associazione caratterizzata da distinzione o separazione ideologica nei confronti di una dottrina."le s. ereticali"

Con questo termine si indicano, spesso con intenti polemici, gruppi che si separano dalla comunità religiosa originaria per dissenso su questioni dottrinali

Insieme di persone che seguono una dottrina filosofica, religiosa o politica che si distacca e dissente da una dottrina già diffusa e affermata


Da rapporti stretti con la chiesa cattolica da parte di tutti i movimenti citati come facilmente dimostrabili direi che sia FALSO
fare delle affermazioni del genere....ed allora tutte le Associazioni cattoliche su questi "presunti"parametri sarebbero delle Sette ?..... :boh:

PS. "alcuni sociologi".....quali e da quali siti sono stati ripresi i loro commenti ?....

PS. per fare un esempio i "nazareni" per esempio sono una setta,,,,,,,
https://it.wikipedia.org/wiki/Nazareni_(setta)
http://www.eresie.it/it/Chiesa_del_Nazareno.htm
http://www.treccani.it/enciclopedia/naz ... a-Italiana)/

:strettamano:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3847
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Cogitabonda » 30/04/2017, 15:48

Vieri, nessuno ha detto che i Neocatecumenali siano una setta ereticale, quindi è del tutto inutile che ti dia da fare per dimostrare il contrario.
Prova a leggere quanto riporta la Treccani a proposito di sette, prestando soprattutto attenzione a quel passo in cui, citando Weber, si definiscono le differenze fra chiese e sette: "La chiesa accetta l'ordine sociale esistente, riconoscendone l'imperfezione ma considerandolo come la cornice entro cui le sarà possibile realizzare la propria missione: non impone a tutti i suoi fedeli di mettere in pratica le richieste estreme del messaggio evangelico, pur presentandole come un ideale che già l'ascetismo monastico si sforza di realizzare (e questo le permette allo stesso tempo di recuperare al suo interno tendenze che altrimenti diventerebbero al più presto centrifughe). La chiesa aspira dunque a inglobare tutta la società e ciò implica un'intesa con lo Stato; la setta invece rifiuta questo compromesso e dà vita a un raggruppamento volontario di credenti convertiti che cercano di coltivare l'intensità della fede; essa funziona come una enclave all'interno della società, un mondo a parte, preoccupato della propria purezza interiore e indifferente o ostile alla società globale; coltiva un radicalismo etico e tende a sviluppare un modello non sacerdotale in cui tutti i membri hanno una funzione da svolgere (pur potendo alcuni, ovviamente, essere chiamati a ministeri particolari o a funzioni di responsabilità)."
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8234
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Valentino » 30/04/2017, 15:55

Vieri ha scritto:Definizione di setta.....
Associazione caratterizzata da distinzione o separazione ideologica nei confronti di una dottrina."le s. ereticali"

Con questo termine si indicano, spesso con intenti polemici, gruppi che si separano dalla comunità religiosa originaria per dissenso su questioni dottrinali

Insieme di persone che seguono una dottrina filosofica, religiosa o politica che si distacca e dissente da una dottrina già diffusa e affermat


Questa che hai riportato è solo una delle possibili definizioni della parola setta. Come detto non è l'unica. E' possibile che la setta neocatecumenale non sia una setta secondo il significato di questa definizione. Ma è la scoperta dell'acqua calda! Io infatti ho affermato che la setta neocatecumenale è ritenuta una setta dai sociologi nell'accezione sociologica del termine!

Vieri ha scritto:Da rapporti stretti con la chiesa cattolica da parte di tutti i movimenti citati come facilmente dimostrabili direi che sia FALSO[/b] fare delle affermazioni del genere


Cosa sarebbe falso? Come detto dal punto di vista sociologico una setta può essere anche un movimento interno ad una religione stabilita. E come leggiamo in wikipedia il movimento neocatecumenale insieme ad altre sette cattoliche ha le caratteristiche sociologiche della setta.




Stai facendo un po di confusione ed è evidente in questo contesto la tua ignoranza in storia delle religioni in generale e in storia del cristianesimo in particolare. Innanzitutto mettere nella stessa lista i nazareni e la Chiesa del Nazareno come se ci fossero delle relazioni storiche tra le due realtà religiose dimostra la tua profonda ignoranza in materia. Tra i nazareni e la Chiesa del Nazareno non c'è nessuna relazione storica. I nazareni infatti emergono nella storia nel primo secolo, la Chiesa del Nazareno invece è una denominazione cristiana evangelica fondata agli inizi del novecento. Dunque è evidente che non hai la più pallida idea di cosa tu stia parlando. Ti sfugge anche che la parola setta in ambito storico ha un significato diverso rispetto al suo significato in ambito sociologico.
Sotto il profilo storico gli antichi nazareni costituivano una realtà religiosa interna al multiforme ebraismo dell'epoca del "secondo Tempio". Dunque storicamente (e non sociologicamente!) si può ben dire che gli antichi nazareni rappresentassero una setta del giudaismo del primo secolo se alla parola setta diamo il significato di "una scuola di pensiero all'interno di una religione". Nel caso specifico i nazareni erano una "scuola di pensiero all'interno" della religione ebraica. I nazareni si distinguevano rispetto alle altre "scuole di pensiero" (farisei, sadducei, esseni etc.) per la loro identificazione del Messia in Gesù di Nazaret. Avevano però anche altre credenze in comune con gli altri gruppi giudaici, in particolare erano in sintonia con i farisei, con i quali condividevano ad esempio la credenza nella resurrezione dei morti.
Credo sia utile sottolineare che la prima attestazione storico-documentale dei nazareni la troviamo nel libro degli Atti, un libro che tu, essendo cattolico, dovresti considerare addirittura sacro. Della setta dei nazareni si parla per la prima volta proprio nel libro degli Atti! In Atti 24:5 infatti si parla di Paolo, l'apostolo, come di "...un capo della setta dei nazareni..." (Atti 24:5)

Ricapitolando:
1) La parola setta ha più di un significato a seconda dei contesti in cui viene usata.
2) Sociologicamente il "cammino neocatecumenale" ha le caratteristica della setta.
3) Gli storici delle religioni quando ci parlano di nazareni, sadducei, farisei etc. usano la parola setta nel senso di "scuola di pensiero" e non nel senso sociologico del termine.
Ultima modifica di Valentino il 30/04/2017, 16:04, modificato 2 volte in totale.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù non fu cristiano, fu ebreo" (Julius Wellhausen)
"I soli uomini a vivere, lungo tutto il Medioevo, a imitazione di Gesù furono gli ebrei" (Karl Jaspers).
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Valentino » 30/04/2017, 16:01

Cogitabonda ha scritto:Vieri, nessuno ha detto che i Neocatecumenali siano una setta ereticale


In effetti è evidente che a Vieri sfugge il significato della parola setta nell'ambito della sociologia facendo molta confusione. Non c'è bisogno di essere "eretici" per essere una setta dal punto di vista della sociologia. E' sufficiente invece avere delle caratteristiche peculiari, caratteristiche che conferiscono alle sette delle dinamiche sociali specifiche. Tali dinamiche sono riscontrabili anche in realtà interne alla chiesa cattolica tra le quali quella dei neocatecumenali.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù non fu cristiano, fu ebreo" (Julius Wellhausen)
"I soli uomini a vivere, lungo tutto il Medioevo, a imitazione di Gesù furono gli ebrei" (Karl Jaspers).
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi mr-shadow » 30/04/2017, 20:32

e se ritengo delle "sette" quella dei tdG, di Scientology, ecc..... NON SI POSSA DIRE ALTRETTANTO DEI NEOCATECUMENALI E DI "COMUNIONE E LIBERAZIONE......


non la pensano tutti allo stesso modo
http://www.eresie.it/it/Neocatecumenali.html
il credente si inalbera per tre motivi: 1) se deve a turbare la pace in cui è immerso, dovendosi chiedere come mai esista ancora qualche folle istigato da Satana a "combattere l'Onnipotente"; 2) quando si sente stupido se il critico dimostra d'aver ragione con argomentazioni serie e sensate; 3) quando è costretto ad ascoltare frasi di negazione, dato che dio è il "Si"
Avatar utente
mr-shadow
Utente Senior
 
Messaggi: 2316
Iscritto il: 10/04/2010, 9:21

Messaggiodi Mauro1971 » 30/04/2017, 20:48

In tutto questo ci stiamo dimenticando però il punto più importante, cioè di come i TdG Rumeni, dopo pochi decenni di distacco da Brooklyn, non si siano più riconosciuti con gli attuali TdG e se ne siano staccati, come abbiamo avuto modo qualche tempo fa di constatare qui sul forum: ricordo che per un breve periodo abbiamo avuto tra le fila appunto un TdG Rumeno, che hanno anche un diverso nome.

Il punto pure è che essendo rimasti attaccati al vecchio credo sono pure più assurdi di quelli attuali.
In effetti una visione di quel tipo credo risulterebbe oggi indigeribile, assolutamente eccessiva come ben riportato nell'interessantissimo articolo riportato da Romagnolo.

Mia opinione è che questo modificarsi per non essere eccessivamente anacronistici possa essere studiato a tavolino per ottenere il risultato.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8250
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Caro Mr. Shadow....

Messaggiodi Vieri » 02/05/2017, 11:05

mr-shadow ha scritto:
e se ritengo delle "sette" quella dei tdG, di Scientology, ecc..... NON SI POSSA DIRE ALTRETTANTO DEI NEOCATECUMENALI E DI "COMUNIONE E LIBERAZIONE......


non la pensano tutti allo stesso modo
http://www.eresie.it/it/Neocatecumenali.html

Certo che internet è piena di gente che parla male di tutto e di tutti e certamente fra questi il movimento neocatecumenale non fa eccezione.

In tutto però bisogna sempre avere il buon senso di notare anche da dove possano provenire tali critiche e in certe occasioni "sparare sulla croce rossa" sia più facile che sparare sul papa specie da chi è un ultracattolico e che non vede mai di buon occhio certi cambiamenti all'interno della chiesa.
Ora c'è internet ma in passato quanti altri movimenti cattolici sono stati in precedenza criticati?
Dai domenicani ( Savonarola lo hanno anche ammazzato ...) ai gesuiti stessi,.....e poi la storia alla fine ha fatto il suo corso evidenziando per ciascun personaggio i limiti, gli errori, ma anche le grandi innovazioni.....

Morale niente di nuovo sotto il sole.......

PS. Uno dei siti più arrabbiati contro i NC scrive nelle loro note:
"Questo blog "Osservatorio sul Cammino Neocatecumenale secondo verità" tratta principalmente degli strafalcioni liturgici e delle corbellerie dottrinali del Cammino Neocatecumenale".....

Linguaggio decisamente adeguato a chi si sente superiore agli altri senza volere capire.....
I collaboratori di questo blog provengono dalle più diverse esperienze umane, ecclesiali, culturali, ecc.: non siamo un gruppo fisso e nemmeno un gruppo ben definito,

Chi sono ? i 4 gatti arrabbiati e ultratradizionalisti e per aver avuto forse qualcuno di loro delle possibili esperienze negative ?

Dulcis in fundo....
Puoi scrivere a ....- ma se invii la solita propaganda neocatecumenale o le solite polemiche, stai perdendo il tuo tempo e ne stai facendo perdere a noi.
Se desideri discutere su qualche tema, hai a disposizione lo spazio commenti del blog

Viva la democrazia in un blog dove se controbatti a certe affermazioni o calunnie vieni bannato.....facendo perdere a loro solo tempo ...
Per me come altri sono siti spazzatura.....
Buona giornata.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3847
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Definizione di "setta" e dintorni....

Messaggiodi Vieri » 02/05/2017, 14:21

Cogitabonda ha scritto:Vieri, nessuno ha detto che i Neocatecumenali siano una setta ereticale, quindi è del tutto inutile che ti dia da fare per dimostrare il contrario.
Prova a leggere quanto riporta la Treccani a proposito di sette, prestando soprattutto attenzione a quel passo in cui, citando Weber, si definiscono le differenze fra chiese e sette: "La chiesa accetta l'ordine sociale esistente, riconoscendone l'imperfezione ma considerandolo come la cornice entro cui le sarà possibile realizzare la propria missione: non impone a tutti i suoi fedeli di mettere in pratica le richieste estreme del messaggio evangelico, pur presentandole come un ideale che già l'ascetismo monastico si sforza di realizzare (e questo le permette allo stesso tempo di recuperare al suo interno tendenze che altrimenti diventerebbero al più presto centrifughe). La chiesa aspira dunque a inglobare tutta la società e ciò implica un'intesa con lo Stato; la setta invece rifiuta questo compromesso e dà vita a un raggruppamento volontario di credenti convertiti che cercano di coltivare l'intensità della fede; essa funziona come una enclave all'interno della società, un mondo a parte, preoccupato della propria purezza interiore e indifferente o ostile alla società globale; coltiva un radicalismo etico e tende a sviluppare un modello non sacerdotale in cui tutti i membri hanno una funzione da svolgere (pur potendo alcuni, ovviamente, essere chiamati a ministeri particolari o a funzioni di responsabilità)."

Carissimi tutti, nella mia risposta ho voluto semplicemente replicare facendo una precisazione a quanto era stato scritto:
Dall'articolo :Come fanno le sette a manipolare i propri affiliati.
Alcuni esempi si sette molto diffuse sono: Scientology, i testimoni di Geova, i Neocatecumenali, Comunione e Liberazione,......
Dove in fatto di "sette" si fa "di tutta l'erba un fascio" accomunando come tali organizzazioni pienamente inserite nell'ambito della Chiesa a vere e proprie sette scismatiche nello stesso calderone con una evidente inesattezza.

Non voglio tediarvi a ripetere tutte le definizioni di "setta" trovate sui vari vocabolari che in genere concludono con una espressione negativa della parola come "intransigenti", fuori da altre religioni, ecc. ecc.

Quello che mi ha lasciato perplesso sono stati tra l'altro i parametri citati da Valentino che giudico corretti ma non attinenti però alle organizzazioni della Chiesa Cattolica dove salvo casi rarissimi non esiste la parola "plagio".
I gruppi maggioritari, quando usano il termine sette, intendono fare riferimento a gruppi che:
- basano la loro dottrina sugli insegnamenti di un solo leader fortemente carismatico (fino a sconfinare talvolta nel culto della personalità);

Con questo parametro allora da San Francesco, San Domenico, a Ignazio di Loyola (Gesuiti,) ecc. fino a Madre Teresa di Calcutta ,.....non erano allora dei leader fortemente carismatici e fondato delle “sette”?
hanno un percorso di avvicinamento alla conoscenza che è frequentemente di tipo iniziatico o esoterico in cui l'adepto percorre successivi livelli di indottrinamento;

Esoterico ?......non mi pare proprio....e per esperienza personale non ho mai notato "livelli successivi di indottrinamento" che portano al plagio......
In ambito filosofico e religioso, si dicono esoterico le dottrine e gli insegnamenti segreti, che non devono essere divulgati perché destinati a pochi.

Questo nell'ambito della chiesa cattolica mi sembra una vera e propria esagerazione....
esercitano un controllo ossessivo sul singolo adepto volto a asservirne la volontà ai loro scopi controllandone azioni, emozioni, scelte morali, lavorative ed economiche;

Ma dove questi movimenti esercitano un controllo ossessivo ?......
Su questo, la mia personale opinione è che possibili critiche a certi movimenti cattolici derivino sempre dalle interpretazioni più radicali di alcuni catechisti in certe comunità con possibili critiche ma in generale nella Chiesa ognuno è sempre libero di andare e venire, accettare o non accettare senza mai nessuna costrizione in genere appannaggio esclusivo di sette vere e proprie.
vivono separati dal resto della collettività, talvolta in modo tanto ossessivo da dare origine a fenomeni violenti o autolesionisti dei componenti della setta stessa.

Magari per le suore di clausura ma le famose penitenze (flagellanti).....fanno ormai parte di un remoto passato di secoli o di tradizioni ancora sopravvissute in pochi paesini.....
Dal punto di vista sociologico quindi anche i movimenti interni alla chiesa cattolica (neocatecumenali compresi) possono avere delle caratteristiche settarie, ed infatti non sono pochi quei sociologi che riconoscono nella setta neocatecumenale caratteristiche tipiche delle realtà religiose settarie.

In breve, solo alcuni studiosi denotano, con una opinione personale, e con problema dibattuto, caratteristiche settarie di certe organizzazioni cattoliche ma che non sono assolutamente equiparabili a sette come Scientology, Testimoni di Geova, Damanhur, ecc....

Interessante è in merito l'articolo:
Ci sono sette nelle chiesa ?
L'OSSERVATORE ROMANO Giovedì 17 Luglio 1997
Riflessioni su una concezione sconcertante
Ci sono sette nella Chiesa?
CHRISTOPH SCHÖNBORN
Arcivescovo di Vienna
http://www.paginecattoliche.it/modules. ... rint&sid=1

Papa Ratzinger
«Nonostante tutti i cambiamenti che ci si può aspettare, è mia convinzione che la parrocchia rimarrà la cellula fondamentale della vita comunitaria. ... Come quasi sempre nella storia, ci saranno anche gruppi che saranno tenuti assieme da un certo carisma, da una personalità fondatrice, da uno specifico cammino spirituale. Tra parrocchia e “movimento” è necessario un fecondo scambio reciproco: il movimento necessita del legame con la parrocchia per non diventare settario, la parrocchia ha bisogno dei movimenti per non chiudersi su se stessa e irrigidirsi. Già ora si sono costituite nuove forme di vita religiosa in mezzo al mondo. Chi osserva con cura la realtà della Chiesa, può trovare già oggi un numero sorprendente di forme di vita cristiana, nelle quali appare già presente tra noi la Chiesa di domani»(7).

Concordo in conclusione con le parole di papa Ratzinger poichè da quanto mi risulta ad esempio, il movimento Neocatecumenale (come anche nel mio caso) è sempre strettamente e assolutamente legato alla parrocchia nella quale vive ed opera e dove quasi sempre i parroci sono anche loro stessi i sacerdoti del "Cammino".....

In conclusione, invito a non dare connotazioni negative ad associazioni cattoliche che operano e vivono nell'ambito della Chiesa cattolica, trattandole genericamente come "sette" se hanno, o hanno avuto, capi carismatici e operano con forme di vita cristiane particolari ma sempre attinenti ai dettami ufficiali della Chiesa.
Buona giornata..
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3847
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Ancientofdays » 02/05/2017, 15:00

LIALA ha scritto:quali di questi metodi citati usano i TDG ? :help:


Le sei condizioni di Singer

1. Inconsapevolezza della manipolazione
I TdG sono nella "verità"

2. Controllo del tempo
La vita del TdG modello è un continuo rincorrere di studio, preparazione, adunanze, servizio, pulizia, partecipazione alle costruzioni, ritrovi con fratelli ...

3. Creare sistematicamente un senso di impotenza
Se il TdG deve prendere decisioni o ha problemi sul lavoro o famigliari , consulta le pubblicazioni o si consulta con fratelli "maturi, o nei casi gravi tipo crisi coniugali, chiama gli anziani.

4. Sistema di premi e punizioni per inibire comportamenti errati
Ti astieni dal sesso ? fai progresso e hai incarichi (pioniere, servitore di ministero , anziano, pulitore capo dei servizi igienici , etc ..)
Commetti peccato ? ti aspetta un escalation di punizioni : un comitato , e poi una riprensione e magari una segnatura e quindi una disassociazione .

5. Sistema di premi e punizioni per promuovere l’ideologia e l’appartenenza
Se sei un TdG modello, avrai il privilegio di parlare dal podio della congregazione o dal palco dell'assemblea (indossando il vestito nuovo per l'occasione)


6. Sistema logico chiuso
Hai problemi con i fratelli ? Aspetta Geova
Hai dubbi sull'organizzazione ? Confida in Geova.
Vuoi lasciare l'organizzazione ? Il cuore di Geova sta sanguinando di dispiacere.
Ancientofdays
Nuovo Utente
 
Messaggi: 329
Iscritto il: 11/06/2009, 16:44

Messaggiodi Valentino » 02/05/2017, 15:12

Vieri ha scritto:Certo che internet è piena di gente che parla male di tutto e di tutti e certamente fra questi il movimento neocatecumenale non fa eccezione.

In tutto però bisogna sempre avere il buon senso di notare anche da dove possano provenire tali critiche e in certe occasioni "sparare sulla croce rossa" sia più facile che sparare sul papa specie da chi è un ultracattolico e che non vede mai di buon occhio certi cambiamenti all'interno della chiesa.
Ora c'è internet ma in passato quanti altri movimenti cattolici sono stati in precedenza criticati?
Dai domenicani ( Savonarola lo hanno anche ammazzato ...) ai gesuiti stessi,.....e poi la storia alla fine ha fatto il suo corso evidenziando per ciascun personaggio i limiti, gli errori, ma anche le grandi innovazioni.....

Morale niente di nuovo sotto il sole.......


Davvero curioso che tu faccia questo tipo di "appunto" a Mr. Shadows che si è limitato a linkare un sito che tu stesso avevi citato (ovvero eresie.it). Strano che quando questo sito parla di "altri" tu lo ritenga degno di essere citato e gli attribuisci "credibilità", e quando invece parla della setta neocatecumenale lo stesso sito perde improvvisamente di credibilità!
Due pesi e due misure? Se parla di "altri" per te eresie.it è attendibile, se parla della setta neocatecumenale d'improvviso il sito eresie.it non è più attendibile?

Vieri ha scritto:PS. Uno dei siti più arrabbiati contro i NC scrive nelle loro note:
Linguaggio decisamente adeguato a chi si sente superiore agli altri senza volere capire
Chi sono ? i 4 gatti arrabbiati e ultratradizionalisti e per aver avuto forse qualcuno di loro delle possibili esperienze negative ?
Viva la democrazia in un blog dove se controbatti a certe affermazioni o calunnie vieni bannato.....facendo perdere a loro solo tempo ...
Per me come altri sono siti spazzatura


Ho evidenziato alcune tue espressioni in rosso per una ragione ben precisa. Il tuo modo di reagire e le espressioni che usi mi sembrano identiche a quelle che usano i tdG verso il sito di Achille Lorenzi e verso questo forum. In sostanza reagisci alla stessa maniera! Anche i tdG quando parlano degli apostati e quando parlano di questo forum affermano che è guidato e formato da "gente arrabbiata" che "si sente superiore", che gli apostati sono "4 gatti" che "calunniano i tdG", e che infotdgeova è un "sito spazzatura". Stesso modus operandi e stesso linguaggio che ha un fine preciso: screditare i fuoriusciti. A me sembra che tu fai la stessa cosa nei confronti di quelli che escono dalla setta neocatecumenale e testimoniano la loro esperienza negativa.
Ad ogni modo sto approfondendo la questione degli "scrutini". La prima cosa che chiedo è: è vero che certi manuali della setta neocatecumenale sono "segreti" e "riservati" e non accessibili se non solo ad una cerchia ristretta di persone? Ci sono poi anche altre questioni ma poi magari ci torniamo su in un secondo momento per fare maggiore chiarezza, anche in relazione, come accennato, a cosa accade esattamente nei cosiddetti "scrutini".
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù non fu cristiano, fu ebreo" (Julius Wellhausen)
"I soli uomini a vivere, lungo tutto il Medioevo, a imitazione di Gesù furono gli ebrei" (Karl Jaspers).
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi mr-shadow » 02/05/2017, 15:46

Davvero curioso che tu faccia questo tipo di "appunto" a Mr. Shadows che si è limitato a linkare un sito che tu stesso avevi citato (ovvero eresie.it). Strano che quando questo sito parla di "altri" tu lo ritenga degno di essere citato e quindi gli attribuisci "credibilità", se poi invece parla della setta neocatecumenale lo stesso sito perde improvvisamente di credibilità!
Due pesi e due misure? Se parla di altri è attendibile, se parla della "mia setta" non lo è più?


Per Vieri anche Wikipedia è credibile (e la cita a man bassa) quando gli va a favore, è un sito spazzatura dove qualunque ignorante può scrivere quello che vuole quando gli va contro. Altro che "due pesi e due misure". Anzi: con lui (se ti ricordi) devi

Vieri - 23/08/2016, 14:52 ha scritto:scendere dal pulpito facendo poi attenzione agli scalini


:risata:
il credente si inalbera per tre motivi: 1) se deve a turbare la pace in cui è immerso, dovendosi chiedere come mai esista ancora qualche folle istigato da Satana a "combattere l'Onnipotente"; 2) quando si sente stupido se il critico dimostra d'aver ragione con argomentazioni serie e sensate; 3) quando è costretto ad ascoltare frasi di negazione, dato che dio è il "Si"
Avatar utente
mr-shadow
Utente Senior
 
Messaggi: 2316
Iscritto il: 10/04/2010, 9:21

caro Valentino.....

Messaggiodi Vieri » 02/05/2017, 16:34

Contrariamente a quanto ci possa essere su Internet di siti di critica più o meno obiettiva, per non dire "spazzatura", ce ne sono tantissimi e certo quelli contro i neocatecumenali sono certamente numerosi ma "stranamente" rispetto ad altri siti non mi sembra di aver trovato altri siti o forum che dicano peste e corna di quelli che hanno invece abbandonato il movimento, anzi direi NESSUNO.

Scusami poi, ma non mi sembra che sul forum di Achille (che è una persona seria) ci sia all'inizio l'indicazione di non pubblicare le solite polemiche o il solito proselitismo Geovista "per non far perdere tempo a noi."........

Ti pare logico gestire un forum monodirezionale senza dibattito ?. :boh:

Scusa poi Valentino, ma certe volte sembra che la polemica te la vada a cercare e perchè allora non parliamo della SETTA dei Nazareni ( quelli nuovi..e ante concilio di Nicea) dei quali non si sa bene chi siano, dove siano e che cosa esattamente pensino a parte dire che credono nel Dio ebraico, in Gesù come "profeta illuminato e non Figlio di Dio" ma non nella Trinità...?
Questi per me sono veramente una setta nella definizione corrente che avevi dato visto che pretendono sempre di avere SOLO LORO la verità interpretando sempre i Vangeli con errori storicamente e ampiamente dimostrati .....?

Buona giornata, ma per favore basta polemiche per voler avere sempre ed a tutti i costi ragione.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3847
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 02/05/2017, 17:32

Vieri ha scritto:Contrariamente a quanto ci possa essere su Internet di siti di critica più o meno obiettiva, per non dire "spazzatura", ce ne sono tantissimi e certo quelli contro i neocatecumenali sono certamente numerosi ma "stranamente" rispetto ad altri siti non mi sembra di aver trovato altri siti o forum che dicano peste e corna di quelli che hanno invece abbandonato il movimento, anzi direi NESSUNO.

Scusami poi, ma non mi sembra che sul forum di Achille (che è una persona seria) ci sia all'inizio l'indicazione di non pubblicare le solite polemiche o il solito proselitismo Geovista "per non far perdere tempo a noi."........

Ti pare logico gestire un forum monodirezionale senza dibattito ?. :boh:


Ci sono almeno due problemi nelle tue osservazioni.
Primo: l'unico ad aver fatto riferimento a siti critici di ex-neocatecumenali, mettendo anche il link, sei stato tu non io. Hai indicato il sito ed hai cominciato, come da copione, a rivolgere loro le solite accuse generiche, accuse analoghe a quelle che i tdG rivolgono a questo sito e a questo forum. Del resto leggendo il blog che, ripeto, tu stesso hai linkato trovo che è perfettamente consentito commentare gli articoli e spesso si trovano commenti di appartenenti alla setta dei neocatecumenali che usano lo stesso linguaggio teso a screditare gli ex-neocatecumenali fuoriusciti. Riguardo alla questione del divieto di fare propaganda, ovvero di fare proselitismo, questo divieto c'è giustamente anche in questo forum. In questo forum i tdG (ma in realtà non solo i tdG ma tutti!) non possono fare propaganda religiosa e proselitismo. Non mi meraviglio che in un blog di ex appartenenti alla setta neocatecumenale ci sia il divieto di fare propaganda religiosa e proselitismo. Dunque non mi sembra proprio che quel blog sia monodirezionale o che non sia consentito un contraddittorio, vige solo la regola di evitare di fare propaganda religiosa e proselitismo.
Secondo: non c'è bisogno di far riferimento ai siti critici di ex appartenenti alla setta neocatecumenale in quanto, per informarsi è sufficiente fare riferimento alla letteratura specialistica, e per letteratura specialistica intendo quella che si occupa di sociologia della religione. Nella letteratura specialistica il cosiddetto "cammino neocatecumenale" è stato analizzato e si è riscontrato che è sociologicamente una setta, insieme ad altre sette cattoliche quali opus dei etc. etc. Puoi nascondere la testa sotto la sabbia quanto vuoi ma l' Accademia parla chiaro, i neocatecumenali sono sociologicamente una setta.

Vieri ha scritto:Scusa poi Valentino, ma certe volte sembra che la polemica te la vada a cercare e perchè allora non parliamo della SETTA dei Nazareni ( quelli nuovi..e ante concilio di Nicea) dei quali non si sa bene chi siano, dove siano e che cosa esattamente pensino a parte dire che credono nel Dio ebraico, in Gesù come "profeta illuminato e non Figlio di Dio" ma non nella Trinità...?


Hai le idee un po confuse, come ho già avuto modo di spiegarti in qualche post precedente di questa stessa discussione che ti invito a rileggere! Sono convinto che questa confusione derivi dalla tua ignoranza circa la storia delle religioni e la storia del cristianesimo. Rigetto innanzitutto l'accusa: sei tu che cerchi la polemica, non io. Per quanto riguarda il tuo invito a parlare della setta dei nazareni, mi inviti a nozze, in quanto parlare di storia mi fa sempre piacere! Solo che mi accorgo che in storia delle religioni non sei affatto minimamente preparato. Ciò è evidente da quel che scrivi, da come lo scrivi, e dall'estrema confusione che fai!
Per me, ripeto, possiamo parlare di qualunque cosa, ma già dalle prime battute mi sembra evidente che non hai la più pallida idea della natura dell'argomento. Infatti scrivi contraddicendoti:

perchè allora non parliamo della SETTA dei Nazareni ( quelli nuovi..e ante concilio di Nicea)

In meno di un rigo appare evidente la tua ignoranza in materia. Cosa significa "quelli nuovi"? E cosa significa "ante concilio di Nicea"?!??! Verrebbe da dirti: deciditi! Di cosa vuoi parlare? E a cosa ti riferisci di preciso con l'espressione "quelli nuovi"?!?!? Quali nuovi?
Come ho avuto già modo di scriverti: la parola setta in ambito storico ha un significato diverso rispetto al suo significato in ambito sociologico.
Sotto il profilo storico gli antichi nazareni non erano una setta in senso sociologico, ma costituivano una realtà religiosa interna al multiforme ebraismo che esisteva all'epoca del "secondo Tempio". Dunque storicamente (e non sociologicamente!) si può ben dire che gli antichi nazareni rappresentavano una setta del giudaismo del primo secolo se alla parola setta diamo il significato che usano gli storici di "scuola di pensiero all'interno di una religione". Nel caso specifico i nazareni erano una "scuola di pensiero all'interno" della religione ebraica. I nazareni si distinguevano rispetto alle altre "scuole di pensiero" (farisei, sadducei, esseni etc.) per la loro identificazione del Messia in Gesù di Nazaret. Avevano però anche altre credenze in comune con gli altri gruppi giudaici, in particolare erano in sintonia con i farisei, con i quali condividevano ad esempio la credenza nella resurrezione dei morti.
La prima attestazione storico-documentale dei nazareni la troviamo nel libro degli Atti. In Atti 24:5 infatti si parla di Paolo, l'apostolo, come di "...un capo della setta dei nazareni..." (Atti 24:5).

Vieri ha scritto:dei quali non si sa bene chi siano, dove siano e che cosa esattamente pensino a parte dire che credono nel Dio ebraico, in Gesù come "profeta illuminato e non Figlio di Dio" ma non nella Trinità...?


Ma di chi o che cosa stai parlando? E' incomprensibile ciò che scrivi! Chi dice queste cose. E a chi ti riferisci di preciso? Se vuoi sapere chi erano i nazareni è sufficiente aprire qualche libro di storia delle religioni di livello accademico. Aprendo un libro puoi sapere chi erano, dove erano e cosa credevano. Ti ho dato già degli accenni, ma è sufficiente fare riferimento alla letteratura accademica che si occupa di storia delle religioni, storia del giudaismo, e storia del cristianesimo antico.
PS: la frase "credono nel Dio ebraico, in Gesù come "profeta illuminato e non Figlio di Dio" ma non nella Trinità" da dove esce fuori?!?!??
Dove hai trovato scritte queste cose? Viei: hai davvero le idee confuse e parli a casaccio. Di storia mostri di saperne ben poco.

Vieri ha scritto:Questi per me sono veramente una setta nella definizione corrente che avevi dato visto che pretendono sempre di avere SOLO LORO la verità interpretando sempre i Vangeli con errori storicamente e ampiamente dimostrati .....?


Ma questi chi?
Di chi stai parlando?
Quale sarebbe questo gruppo che pretende "sempre di avere SOLO LORO la verità interpretando sempre i Vangeli con errori storicamente e ampiamente dimostrati"?!?!?
Perdonami ma stai ai limiti del vaneggiamento!
Insomma di chi parli?

Vieri ha scritto:Buona giornata, ma per favore basta polemiche per voler avere sempre ed a tutti i costi ragione


Quali polemiche? A me sembra che sia tu a voler avere sempre ed a tutti costi ragione negando l'evidenza. Probabilmente lo fai in buona fede in quanto non hai la benché minima cognizione di materie come la sociologia della religione. Le dinamiche sociali interne al cosiddetto "cammino neocatecumenale" sono state riconosciute dal punto di vista della sociologia della religione come dinamiche settarie, ed è sotto l'accezione sociologica del termine che il cosiddetto "cammino neocatecumenale" viene definito setta. Continua pure a negarlo, senza averne tra l'altro nemmeno la competenza, ma lascia in pace chi vuole discuterne serenamente partendo dai testi scientifici che si occupano di queste materie. C'è tutta una letteratura specialistica che riguarda le sette cattoliche, dove si parla appunto anche della setta neocatecumenale.

PS: intanto ti avero fatto una domanda:
è vero che certi manuali della setta neocatecumenale sono "segreti" e "riservati" e non accessibili se non solo ad una cerchia ristretta di persone?
Non fraintendermi, non sei obbligato. Domandare è lecito, rispondere è cortesia. Lungi da me fare interrogatori...sia ben chiaro.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù non fu cristiano, fu ebreo" (Julius Wellhausen)
"I soli uomini a vivere, lungo tutto il Medioevo, a imitazione di Gesù furono gli ebrei" (Karl Jaspers).
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1007
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Valentino, scusami ma questa volta parlo chiaro....

Messaggiodi Vieri » 02/05/2017, 18:01

Se io "vaneggio" sulla TUA SETTA è che nonostante tu, in tutto questo tempo abbia sempre riempito il forum di critiche e contrapposizioni personali verso la religione cattolica in contrapposizione al dogma della Trinità ed alle tue definizioni di "setta" (che a questo punto anche San Francesco ed i frati francescani entrerebbe nella tua lista..... :risata: .) NON abbiamo ancora capito esattamente come la pensi ed a quale setta appartenga il tuo credo.

Su questo, scusami ma hai sempre criticato ma oltre a dire che credi nel Dio ebraico e in Gesù come profeta ma non Figlio di Dio e non nella Trinità.... buio assoluto.....nonostante averti chiesto informazioni per capirne meglio....

Quale è l'ideologia, un sito di riferimento, dove vi radunate, quante "chiese avete ?....Mistero assoluto e questo non lo hai mai voluto dire ...ma è una SETTA segreta?
Il riferimento " confuso" era pertanto riferito esattamente a te ed a queste problematiche.

PS. Uno è padronissimo ovviamente di non dire come la pensa esattamente, è suo diritto ma allora non può nemmeno a sua volta criticare sempre tutto e tutti senza esporsi apertamente....io la penso così.....
Buona giornata...
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3847
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi mr-shadow » 02/05/2017, 18:07

il credente si inalbera per tre motivi: 1) se deve a turbare la pace in cui è immerso, dovendosi chiedere come mai esista ancora qualche folle istigato da Satana a "combattere l'Onnipotente"; 2) quando si sente stupido se il critico dimostra d'aver ragione con argomentazioni serie e sensate; 3) quando è costretto ad ascoltare frasi di negazione, dato che dio è il "Si"
Avatar utente
mr-shadow
Utente Senior
 
Messaggi: 2316
Iscritto il: 10/04/2010, 9:21

Messaggiodi Cogitabonda » 02/05/2017, 22:44

Vieri ha scritto:PS. Uno è padronissimo ovviamente di non dire come la pensa esattamente, è suo diritto ma allora non può nemmeno a sua volta criticare sempre tutto e tutti senza esporsi apertamente....io la penso così.....
Buona giornata...
La tua opinione è rispettabilissima, ma non corrisponde all'impostazione e ai principi ispiratori di questo forum.
Per osservare e criticare, come facciamo nei confronti dei testimoni di Geova, servono attenzione, studio dell'argomento, capacità logiche e capacità di esprimersi, ma non è affatto necessario mettersi in gioco personalmente, come dici tu, come se qui si svolgesse un torneo e ciascuno dovesse quindi presentarsi coi colori della propria squadra. Analizzare e criticare le politiche di un governo è cosa che si può fare anche se non si milita in nessun partito, anzi, secondo me lo si fa meglio.
Non devi stupirti, dunque, se trattiamo alla stessa maniera anche argomenti diversi da quello principale (i TdG), cioè esaminando idee e fatti per commentarli, ciascuno di noi nel proprio modo, ma senza necessariamente presentarci come paladini di una fede/chiesa/setta. Le persone possono dichiarare la propria appartenenza religiosa oppure no, come meglio credono, e coloro che lo fanno non hanno nessuna superiorità morale rispetto a chi non lo fa.
Prova a immaginare quello che leggi in questo forum come del vino, di cui puoi giudicare a modo tuo le virtù e i difetti, ma a volte proviene da bottiglie senza etichetta. Dovrebbe essere il vino stesso, non ciò che ti aspetti in base all'etichetta, l'oggetto della tua attenzione.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8234
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Cara Cogitabonda.....

Messaggiodi Vieri » 03/05/2017, 11:48

Cogitabonda ha scritto:
Vieri ha scritto:PS. Uno è padronissimo ovviamente di non dire come la pensa esattamente, è suo diritto ma allora non può nemmeno a sua volta criticare sempre tutto e tutti senza esporsi apertamente....io la penso così.....
Buona giornata...
La tua opinione è rispettabilissima, ma non corrisponde all'impostazione e ai principi ispiratori di questo forum.
Per osservare e criticare, come facciamo nei confronti dei testimoni di Geova, servono attenzione, studio dell'argomento, capacità logiche e capacità di esprimersi, ma non è affatto necessario mettersi in gioco personalmente, come dici tu, come se qui si svolgesse un torneo e ciascuno dovesse quindi presentarsi coi colori della propria squadra. Analizzare e criticare le politiche di un governo è cosa che si può fare anche se non si milita in nessun partito, anzi, secondo me lo si fa meglio.
Non devi stupirti, dunque, se trattiamo alla stessa maniera anche argomenti diversi da quello principale (i TdG), cioè esaminando idee e fatti per commentarli, ciascuno di noi nel proprio modo, ma senza necessariamente presentarci come paladini di una fede/chiesa/setta. Le persone possono dichiarare la propria appartenenza religiosa oppure no, come meglio credono, e coloro che lo fanno non hanno nessuna superiorità morale rispetto a chi non lo fa.
Prova a immaginare quello che leggi in questo forum come del vino, di cui puoi giudicare a modo tuo le virtù e i difetti, ma a volte proviene da bottiglie senza etichetta. Dovrebbe essere il vino stesso, non ciò che ti aspetti in base all'etichetta, l'oggetto della tua attenzione.

Cara Cogitabonda, ti ringrazio per la moderata risposta che dal punto di vista teorico condivido ma che in pratica devi riconoscere che non sia così per la semplice ragione che siamo tutti degli umani dotati prima di "emotività" e poi di "ragione". A questo "mix" aggiungi poi il fatto che proveniamo tutti da esperienze e culture estremamente diverse....ed il gioco è fatto!....

Come sai anche con Quixote ho avuto modo di dibattere in maniera accesa su punti di vista diversi ma mi ha sempre riconosciuto l'onestà di mettermi nudo ed aperto a tutti facendo sapere anche tramite il mio sito (http://www.pensieri.info) le mie esperienze, i miei pensieri ed anche il mio contributo ad una critica costruttiva nei confronti dei tdg.
Tutti sapete quindi chi sono e come esattamente la penso ma sempre e solo con la mia testa senza mai farmi condizionare dalle persone.

Una situazione questa, che da un lato mi permette di esporre sempre liberamente le mie idee senza sotterfugi, ma anche di espormi ovviamente "nudo" alle critiche dei soliti "benpensanti".

Amo questo forum perchè mi ha anche consentito di trovarmi degli amici ma noto però che nonostante le difficoltà, esistono ancora, da alcuni, i soliti pregiudizi, che periodicamente vengono a galla,....e dato che l'età mi ha anche dato un po' di esperienza, mi consente di capire anche quando questo "dialogo" diventa "accanimento antireligioso" e sempre con precisi riferimenti al sottoscritto affibbiandomi poi sempre dai soliti, non sempre velati riferimenti di "omofobo", "intollerante","ignorante", "piccione", ecc... ecc.....

Per l'amor di Dio, se fossi complessato e permaloso, vi avrei già abbandonato ma ciò non toglie che non possa permettermi di ribattere, forse anche in maniera un po' polemica, con chi in certe occasioni, con la scusa dell' "informazione culturale" esagera mirando esattamente e solo alle idee del sottoscritto.

Hai ragione di dire che questo è un forum di critica ai tdG ma io lo vedo anche come una forma di dialogo per il superamento dei traumi derivati dall'aver abbandonato tale setta attraverso la ricerca del dialogo con TUTTI e non continuando con la solita tecnica di ostracizzare chi la pensa diversamente da noi.

Tu dici:
ma non è affatto necessario mettersi in gioco personalmente, come dici tu, come se qui si svolgesse un torneo e ciascuno dovesse quindi presentarsi coi colori della propria squadra. Analizzare e criticare le politiche di un governo è cosa che si può fare anche se non si milita in nessun partito, anzi, secondo me lo si fa meglio.

Qui per me non si tratta affatto di svolgere un torneo e militare in nessun "partito"...definizione questa che lascia spazio a numerose interpretazioni fra quella più " convinta ed intransigente", quasi "integralista" a quella di ideologicamente "simpatizzante" ma se uno ha delle idee proprie e CRITICA non può, secondo me, lanciare il sasso e nascondere la mano.....ma deve avere anche il coraggio di esporre le proprie idee.

Stranamente poi, tali comportamenti da "torneo" si svolgono sempre e solo con le stesse persone che in tutto desiderano sempre avere l'ultima parola ed in base al loro "sapere" voler avere sempre ragione.
Un comportamento questo che definisco, , veramente "settario" poichè non lascia mai spazio all'interlocutore, al dubbio, alla possibilità di esaminare il problema anche da punti di vista diversi........

Come avevo più volte evidenziato le persone per me sono come dei triangoli isoscele con vertici spesso diversi.
Se facciamo lo sforzo di avvicinare tali "triangoli" notiamo che se anche questi vertici rimarranno sempre diversi, aree più o meno grandi dalla base, potranno essere almeno le zone di dialogo e condivisione.

Questo è il mio pensiero ma che in alcune occasioni noto che non si desideri affatto ricercare ma anzi respingere tale possibilità di avvicinamento sempre con critiche mirate e mascherate da "semplice informazione". Su queste "tecniche", mi ritengo abbastanza smaliziato da non capirle ......

Ma ci rendiamo conto che da una semplice precisazione sulla parola "setta" ( termine in genere abbinato ad una organizzazione con delle negatività) ne è stata fatta tutta una discussione esclusivamente rivolta ad una sola ed unica associazione cattolica alla quale mi onoro di appartenere anche se con critiche su alcuni aspetti come quello dei figli ?

Se mi permettessi allora ad esporre e dibattere anche gli aspetti positivi di una certa associazione, tra i quali l'apertura ad un dialogo interreligioso con il mondo ebraico, potrei alla fine essere accusato di proselitismo ?

Secondo i parametri di Valentino per definire una setta anche San Francesco ed i frati, se allora andiamo a vedere avrebbero tutte le connotazioni di una setta fino alle suore di Madre Teresa di Calcutta .......ma non è il caso di analizzare le cose con una maggiore obiettività visto che tutti bene o male siamo criticabili ?
Buona giornata e grazie per la disponibilità.
:strettamano:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3847
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi pasqualebucca » 03/05/2017, 11:58

I Neocatacumenali e Comunione e Liberazione, nonché l'Opus Dei(prima prelatura della CCR), sono ordini e prelature delle Chiesa Cattolica Romana.
Punto.
Il resto sono solo cose non vere, con tutto il rispetto e per mettere i puntini sulle I.

Saluti
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 464
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Prossimo

Torna a Le cose già dette...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici