Pagina 1 di 1

"I lettori sono responsabili dei commenti che inseriscono"

MessaggioInviato: 02/12/2011, 7:02
di Achille
Le pubblicazioni sul web non si possono assimilare a quelle cartacee. I lettori sono responsabili dei commenti che inseriscono.

Una sentenza della Cassazione ha stabilito con chiarezza che una testata online, nonostante le analogie, non è identica a una testata pubblicata su carta.

La Quinta Sezione penale della Corte di Cassazione ha stabilito, con la sentenza 44126, che i direttori delle testate online non possono essere ritenuti responsabili dei contenuti dei commenti inseriti dai lettori.

«Ai direttori delle testate online non si può addebitare la responsabilità di non aver rimosso dal sito un commento inviato da un lettore e ritenuto diffamatorio» si legge nel testo della sentenza.

Per i dettagli si veda:
http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=s ... z1fM0qKASU
http://www.diritto24.ilsole24ore.com/gu ... ttore.html

MessaggioInviato: 02/12/2011, 15:01
di Brambilla Bruna
ho capito bene ..allora tutti quelli che scrivono "stupidaggini "..aderente a un argomento .. possono essere puniti per tale divulgazione??? :fiori e bacio:

MessaggioInviato: 02/12/2011, 15:36
di Cogitabonda
Brambilla Bruna ha scritto:ho capito bene ..allora tutti quelli che scrivono "stupidaggini "..aderente a un argomento .. possono essere puniti per tale divulgazione??? :fiori e bacio:

No, gli stupidi potranno dare mostra di sè come prima.
Quello che cambia è che se qualcuno scrive diffamazioni, calunnie o apologie di reato sarà responsabile da solo, senza che venga coinvolto anche il gestore del sito web.

cerco aiuto per inserire il link?

MessaggioInviato: 19/01/2013, 16:02
di mara
Cogitabonda ha scritto:
Brambilla Bruna ha scritto:ho capito bene ..allora tutti quelli che scrivono "stupidaggini "..aderente a un argomento .. possono essere puniti per tale divulgazione??? :fiori e bacio:

No, gli stupidi potranno dare mostra di sè come prima.
Quello che cambia è che se qualcuno scrive diffamazioni, calunnie o apologie di reato sarà responsabile da solo, senza che venga coinvolto anche il gestore del sito web.


Cogitabonda ,ti prego ,.....aiutami ..!! cosa e come devo fare , per eseguire le richieste ,
le giuste richieste dell'amministrazione ?? Non mi ricordo chi è che mi ha aiutato Facile-facile
le altre volte che ho chiesto istruzioni ....forse Gabriella ,ed anche tanti altri ,ma chi lo ha
reso semplice ,...non me lo ricordo .. Baci baci da MARA

MessaggioInviato: 19/01/2013, 16:58
di Gabriella Prosperi
Mara, non so se ho compreso il tuo dubbio, ma provo: questa sentenza dice che, se su pagine web, qualcuno scrive offese, calunnie e quant'altro che possa ricevere denuncia, è personalmente chiamato a risponderne in prima persona, senza coinvolgimento degli amministratori di tale pagina.
Gabriella

no Gabriella questo l'ho capito

MessaggioInviato: 19/01/2013, 17:06
di mara
Gabriella Prosperi ha scritto:Mara, non so se ho compreso il tuo dubbio, ma provo: questa sentenza dice che, se su pagine web, qualcuno scrive offese, calunnie e quant'altro che possa ricevere denuncia, è personalmente chiamato a risponderne in prima persona, senza coinvolgimento degli amministratori di tale pagina.
Gabriella


Quello n che non ho capito , è come si fà a mettere il link ..
Mi sembra troppo complicato .... Ciao MARA

MessaggioInviato: 19/01/2013, 17:06
di Cogitabonda
Tranquilla Mara, è già tutto a posto! Ci ha già pensato Achille a inserire il link alla tua presentazione. E non lo ha fatto solo per te, ma anche per alcuni altri che non sapevano come fare.

per tutti i segretari- e di Mara

MessaggioInviato: 19/01/2013, 17:11
di mara
Cogitabonda ha scritto:Tranquilla Mara, è già tutto a posto! Ci ha già pensato Achille a inserire il link alla tua presentazione. E non lo ha fatto solo per te, ma anche per alcuni altri che non sapevano come fare.


Veramente tantissimi grazie ..... :grazie: :sor: :grazie: :strettamano: :grazie: :pugnopc:

MessaggioInviato: 19/01/2013, 21:26
di mr-shadow
Cogitabonda ha scritto:Quello che cambia è che se qualcuno scrive diffamazioni, calunnie o apologie di reato sarà responsabile da solo, senza che venga coinvolto anche il gestore del sito web.


Non è che sia cosa molto buona però. Questa veduta delle iniziative on line può anche aprire la strada a persone che, approfittando dell'ingenuità o del radicato estremismo di altri, danno il via a blog o forum dove potrebbero leggersi notizie e/o commenti denigratori, o comunque oggetto di querela, senza che l'interessato promotore ne venga danneggiato.
Internet è una risorsa insostituibile, perché da a tutti la piena libertà di espressione prima solo sulla carta, ma trovo giusto che chiunque mette in piedi un'iniziativa editoriale debba sempre e comunque essere responsabile dei suoi atti.

MessaggioInviato: 14/05/2013, 5:50
di Achille
Una sentenza (di primo grado) che sembra contraddire quanto affermato dalla Cassazione:

http://www.webnews.it/2013/05/13/blogge ... ti-altrui/

Nel primo caso comunque si tratta di una testata giornalistica online, nel secondo di un blog.
Il condannato si è appellato e quindi ci saranno ulteriori sviluppi.

Questo fatto fa comprendere l'importanza di un forum con una moderazione, che cerca non di limitare la libertà di espressione ma di impedire alcuni eccessi.

Achille

MessaggioInviato: 14/05/2013, 6:55
di eros&thanatos
concordo pienamente.. ognuno è responsabile di ciò che scrive o dice.
non trovo giusto che si possa dire cattiverie o calunnie tanto chi ne risponde sono i gestori e/o moderatori.. sennò sarebbe il far-west.
la regola delle 10 P:
Prima Pensa Poi Parla Perchè Parole Poco Pensate Producono Pena.

MessaggioInviato: 14/05/2013, 12:27
di mr-shadow
eros&thanatos ha scritto:non trovo giusto che si possa dire cattiverie o calunnie tanto chi ne risponde sono i gestori e/o moderatori.. sennò sarebbe il far-west.


E' però giusto che il curatore di uno spazio web venga perseguito qualora non rimuova contenuti offensivi o diffamanti. Questa sentenza è molto importante, apre la strada all'applicazione per analogia delle norme sulla carta stampata, laddove la responsabilità non è solo del giornalista che scrive ma anche del direttore che ammette la pubblicazione. Tantopiù che comunque non portano nessun danno quando la moderazione è attenta e scrupolosa e non allenta mai la guardia (come avviene in questo forum).