Pagina 1 di 1

Sono una donna ma non ditelo al mio compagno perché non lo accetta.

MessaggioInviato: 12/06/2013, 20:03
di ryuzaki77
Tutto è iniziato con un disegno artistico. Stavo creando una digital art da poter stampare su tela. L'idea alla base era chiara: la violenza sulle donne. Mentre disegnavo, una frase mi balenava nella testa: "Sono una donna ma non ditelo al mio compagno perché non lo accetta." L'ho scritta, e poi un'altra frase e un'altra ancora. Infine ho pensato di trasformare in video queste emozioni. Questo è il risultato.
No alla violenza contro le donne.


MessaggioInviato: 12/06/2013, 20:08
di Ray
:bravo: :bravo:

MessaggioInviato: 12/06/2013, 20:23
di Mamy
Li chiamano uomini ma sono solo Pupazzi senza senza cervello e senza oo :spieg:


Mamy :s.parole:


ps: il filmato è molto bello :bravo:

MessaggioInviato: 13/06/2013, 6:36
di ryuzaki77
È un argomento che mi sta particolarmente a cuore. Una mia carissima amica si è sposata con un manesco. La cosa che mi ha lasciato particolarmente perplesso è il fatto che nonostante l'abbia già picchiata più di una volta in passato, abbia deciso di farci un figlio. Se prima le possibilità di lasciarlo erano reali, ora lo sono molto di meno.
Perchè? Perchè scegliere di accettare questa situazione? Non so...

MessaggioInviato: 13/06/2013, 6:47
di arwen
ryuzaki77 ha scritto:È un argomento che mi sta particolarmente a cuore. Una mia carissima amica si è sposata con un manesco. La cosa che mi ha lasciato particolarmente perplesso è il fatto che nonostante l'abbia già picchiata più di una volta in passato, abbia deciso di farci un figlio. Se prima le possibilità di lasciarlo erano reali, ora lo sono molto di meno.
Perchè? Perchè scegliere di accettare questa situazione? Non so...

Soprattutto adesso rischia di prenderle anche il bimbo..... :test: :inca:

Bellissimo il video, grazie !. :bravo:

MessaggioInviato: 13/06/2013, 21:41
di Paxuxu
Le donne sono state create da una costola di Adamo per cui sono a lui sottomesse!



:saggio:



Paxuxu

MessaggioInviato: 14/06/2013, 5:34
di ryuzaki77
Paxuxu ha scritto:Le donne sono state create da una costola di Adamo per cui sono a lui sottomesse!



:saggio:



Paxuxu

Un tempo in sala si diceva sottomesse, non messe sotto. In realtà penso che a volte le donne si sottomettano da sole, come nel caso della mia amica che ha preferito le botte a un futuro incerto ma libero.

MessaggioInviato: 14/06/2013, 7:20
di Brambilla Bruna
SCUSA SE NON TI HO RISPOSTO SUBITO ..
ma il computer ha deciso di fare un periodo non di silenzio ma di bisbigli ..
ho ascoltato solo ora con l'altro mio computer il tuo filmato .
sei sempre bravissimo :appl: :appl: :appl: :ok: :fiori e bacio: :timido2: :bacino:

MessaggioInviato: 14/06/2013, 13:26
di Gocciazzurra
ryuzaki77 ha scritto: Un tempo in sala si diceva sottomesse, non messe sotto. In realtà penso che a volte le donne si sottomettano da sole, come nel caso della mia amica che ha preferito le botte a un futuro incerto ma libero.

Scusami Ryuzaki, ma la tua affermazione è alquanto superficiale. Una donna che non riesce a regire alla violenza domestica non è che sia masochista, ma, innanzitutto ha una scarsissima (o inesistente) stima di sè e per il marito (eufemismo) è fin troppo facile penetrare nella fragilità della sua psiche facendola sentire perennemente in colpa e meritevole di punizioni.
Andrebbe aiutata dall'esterno da un bravo specialista.

MessaggioInviato: 14/06/2013, 13:40
di arwen
Gocciazzurra ha scritto:
ryuzaki77 ha scritto: Un tempo in sala si diceva sottomesse, non messe sotto. In realtà penso che a volte le donne si sottomettano da sole, come nel caso della mia amica che ha preferito le botte a un futuro incerto ma libero.

Scusami Ryuzaki, ma la tua affermazione è alquanto superficiale. Una donna che non riesce a regire alla violenza domestica non è che sia masochista, ma, innanzitutto ha una scarsissima (o inesistente) stima di sè e per il marito (eufemismo) è fin troppo facile penetrare nella fragilità della sua psiche facendola sentire perennemente in colpa e meritevole di punizioni.
Andrebbe aiutata dall'esterno da un bravo specialista.

:quoto100: Senza contare che molte non hanno una famiglia esterna che le appoggi, ma sono sole e con dei figli...

MessaggioInviato: 14/06/2013, 14:07
di Gabriella Prosperi
Gocciazzurra ha scritto:
ryuzaki77 ha scritto: Un tempo in sala si diceva sottomesse, non messe sotto. In realtà penso che a volte le donne si sottomettano da sole, come nel caso della mia amica che ha preferito le botte a un futuro incerto ma libero.

Scusami Ryuzaki, ma la tua affermazione è alquanto superficiale. Una donna che non riesce a regire alla violenza domestica non è che sia masochista, ma, innanzitutto ha una scarsissima (o inesistente) stima di sè e per il marito (eufemismo) è fin troppo facile penetrare nella fragilità della sua psiche facendola sentire perennemente in colpa e meritevole di punizioni.
Andrebbe aiutata dall'esterno da un bravo specialista.

Concordo in pieno con goccia, nei casi di violenza domestica si instaura un rapporto ambiguo per cui la vittima crede fermamente d'esser lei stessa la causa della violenza del coniuge, fino al punto di far sacrificare a quella violenza i propri figli.
Ci vuole e con urgenza un aiuto esperto per sottrarre le vittime e renderle consapevoli di quello che soffrono.
Gabriella

MessaggioInviato: 14/06/2013, 16:19
di ryuzaki77
Certo, la mia voleva essere una provocazione. Tutte quelle che io chiamo "frasi da aforisma" sono fortemente ingiuste perché fissano solo un aspetto tralasciando tutti gli altri.
E' chiaro che dietro a una scelta del genere c'è tanto altro. Se ho creato il video è proprio perché questo tema mi sta veramente a cuore, mi tocca dentro.
La mia amica ormai ha smesso di telefonarmi. Le dicevo che la cosa non poteva andare avanti così e che se non avrebbe fatto nulla, avrei agito io. Sarò stato anche stronzo ma non ce la facevo più a sentirla in lacrime. Ogni volta diceva che doveva lasciarlo ma che lo amava troppo.
Inizialmente si sfogò solo con me. Potete immaginare il peso che gravava sulle mie spalle. In seguito, per fortuna, ne parlò alla sua famiglia. Ci furono forti litigate tra loro e il marito, e anche minacce.
Ora c'è un bambino. E tanto silenzio.
Ho provato a chiamarla più di una volta (lei non abita più nella mia città) ma ogni volta dice che va tutto bene. Non ne sono poi così sicuro. Mi sembra che si sia chiusa.
Come fai ad aiutare una persona che ti chiede aiuto e subito dopo dice che il tuo aiuto non lo vuole? Ecco, ho fatto un'altra frase da aforisma...

MessaggioInviato: 14/06/2013, 16:26
di Gabriella Prosperi
ryuzaki77 ha scritto:Come fai ad aiutare una persona che ti chiede aiuto e subito dopo dice che il tuo aiuto non lo vuole? Ecco, ho fatto un'altra frase da aforisma...

Per questo dico che ci vuole un terapeuta, noi possiamo dare una spalla per piangere, un aiuto momentaneo (che non è poco) ma non possiamo fare altro.
Gabriella

MessaggioInviato: 14/06/2013, 18:16
di Sabinne
Bellissimo video..complimenti..a causa di questa violenza,sulle donne,da 11 anni prendo ancora antidepressivi.. :piange: