Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Credenti di questo forum, su che cosa basate la vostra fede?

Qui si possono inserire saluti, messaggi e comunicazioni personali fra gli utenti.

Moderatore: nelly24

Messaggiodi Mauro1971 » 27/01/2018, 19:55

Panacca ha scritto:
Panacca ha scritto:Non so se posso postare su cosa si basa la mia FEDE?

Chiedo il permesso ai Moderatori :ciuccio:


Visto che chi tace acconsente posto su cosa si basa la mia Fede!

https://s18.postimg.org/ss5p6zn55/Dio_esiste.jpg


AHAHAHAHAHAHAHAHAH GRANDE PANACCA!!!! Rotolo! ahahahahahahahah
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8824
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi nelly24 » 27/01/2018, 20:01

Prima la mia fede si basava su quanto mi avevano detto gli altri (familiari, parenti, amici, i tdg).
Ultimamente la mia fede é veramente poca.... Ho messo da parte la religione e cerco di guardare il mondo da un'altra prospettiva.
Dicono che ci siamo evoluti dai primati. Io no. I miei antenati dovevano essere delle lucertole. Io col freddo irrigidisco. :risatina: :risatina: :risatina:
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4391
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Messaggiodi Mauro1971 » 27/01/2018, 20:07

nelly24 ha scritto:Prima la mia fede si basava su quanto mi avevano detto gli altri (familiari, parenti, amici, i tdg).
Ultimamente la mia fede é veramente poca.... Ho messo da parte la religione e cerco di guardare il mondo da un'altra prospettiva.
Dicono che ci siamo evoluti dai primati. Io no. I miei antenati dovevano essere delle lucertole. Io col freddo irrigidisco. :risatina: :risatina: :risatina:


Oh, tutti abbiamo i rettili come antenati, primati inclusi. :ok:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8824
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Panacca » 27/01/2018, 20:10

Mauro1971 ha scritto:
nelly24 ha scritto:Prima la mia fede si basava su quanto mi avevano detto gli altri (familiari, parenti, amici, i tdg).
Ultimamente la mia fede é veramente poca.... Ho messo da parte la religione e cerco di guardare il mondo da un'altra prospettiva.
Dicono che ci siamo evoluti dai primati. Io no. I miei antenati dovevano essere delle lucertole. Io col freddo irrigidisco. :risatina: :risatina: :risatina:


Oh, tutti abbiamo i rettili come antenati, primati inclusi. :ok:


Personalmente ho svariati parenti rettili contemporanei! :help:
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1380
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Mauro1971 » 27/01/2018, 20:12

Panacca ha scritto:Personalmente ho svariati parenti rettili contemporanei! :help:


Vedi? :risata:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8824
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

ma qualcuno di questi.....

Messaggiodi Vieri » 28/01/2018, 12:19

Mauro1971 ha scritto:
Panacca ha scritto:Personalmente ho svariati parenti rettili contemporanei! :help:


Vedi? :risata:

ma qualcuno di questi.....ha ancora la coda....ma di paglia.!!! :risata: :risata:
Un'altra possibile origine del detto è riconducibile alla favola di Esopo che narra di come una volpe, persa la coda in una tagliola, la sostituì con una posticcia fatta appunto di paglia. Secondo la favola la coda era così ben fatta che non la si distingueva, quando però il gallo raccontò il segreto di quella coda posticcia, i contadini accesero dei fuochi per fargliela bruciare nell'avvicinarsi per rubare i polli, fu così che la volpe desistette dall'assalto ai pollai. Da qui il detto regionale toscano: «Chi ha la coda di paglia, ha sempre paura che la si bruci!»
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 02/02/2018, 14:22

Mi stavo giusto chiedendo, ma visto che molti credenti non credono che Adamo ed Eva siano stati davvero esistiti, come fate a credere che sia esisistito la loro discendenza? .....Abele, Caino Seth, Noe, Abramo, Giuseppe... e così via?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

vera Icona, vera Icona,.......

Messaggiodi Vieri » 02/02/2018, 16:54

Vera Icona ha scritto:Mi stavo giusto chiedendo, ma visto che molti credenti non credono che Adamo ed Eva siano stati davvero esistiti, come fate a credere che sia esisistito la loro discendenza? .....Abele, Caino Seth, Noe, Abramo, Giuseppe... e così via?

Ma hai mai pensato al fatto che sul catechismo della Chiesa Cattolica si parla di Adamo ed Eva come linguaggio per immagini?
Secondo te, se si parte ammettendo un racconto allegorico e per immagini, si possa poi allora continuare in questa "favola istruttiva" a proporre delle verità storiche successive?......

Certamente i fatti e gli avvenimenti sono poi tra loro staccati e ad esempio la storia del diluvio possa risultare ancora una storia leggendaria ed istruttiva magari ripresa ed ingigantita su base di avvenimenti realmente accaduti ma in misura decisamente molto ma molto più modesta ( leggi alluvioni nella zona fra il Tigri e l'Eufrate sicuramente avvenite ed accertate da numerosi carotaggi ).

Il racconto di Abramo potrebbe avere invece qualche risultanza storica ma anche qui niente di certo mentre rimane immutabile la sua valenza dal punto di vista come insegnamento nell'aver fiducia in Dio....
Non esistono testimonianze indipendenti da Genesi dell'esistenza di Abramo[1]: non è quindi possibile attestare la sua storicità. La cronologia interna alla Bibbia colloca Abramo verso il 2000 a.C.[2] La redazione del testo biblico che parla di lui pare essere opera di un redattore sacerdotale, ai tempi dell'esilio babilonese[3]. Nonostante ciò, "non esiste nulla di specifico nelle storie della Genesi che possa essere collegato direttamente a storia conosciuta che riguardi Canaan e dintorni nella prima parte del secondo millennio p.e.v."[4] Come in genere succede per i testi riguardanti i patriarchi, non si tratta di biografie, né di racconti storici nel senso comune del termine, ma di fissazione per iscritto di tradizioni orali, con ridondanze e contraddizioni.

Morale: "grano salis" in tutto ......"fides et ratio"......
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 02/02/2018, 22:51

Scusa Vieri, potresti farmi una lista dei personaggi dei quali è attestato la storicita'?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vera Icona » 02/02/2018, 23:21

Per Vieri :

11
La fede esemplare degli antenati
1La fede è fondamento delle cose che si sperano e prova di quelle che non si vedono. 2Per mezzo di questa fede gli antichi ricevettero buona testimonianza.
8Per fede Abramo, chiamato da Dio, obbedì partendo per un luogo che doveva ricevere in eredità, e partì senza sapere dove andava.
9Per fede soggiornò nella terra promessa come in una regione straniera, abitando sotto le tende, come anche Isacco e Giacobbe, coeredi della medesima promessa. 10Egli aspettava infatti la città dalle salde fondamenta, il cui architetto e costruttore è Dio stesso.
11Per fede anche Sara, sebbene fuori dell'età, ricevette la possibilità di diventare madre perché ritenne fedele colui che glielo aveva promesso. 12Per questo da un uomo solo, e inoltre gia segnato dalla morte, nacque una discendenza numerosa come le stelle del cielo e come la sabbia innumerevole che si trova lungo la spiaggia del mare.
13Nella fede morirono tutti costoro, pur non avendo conseguito i beni promessi, ma avendoli solo veduti e salutati di lontano, dichiarando di essere stranieri e pellegrini sopra la terra. 14Chi dice così, infatti, dimostra di essere alla ricerca di una patria. 15Se avessero pensato a quella da cui erano usciti, avrebbero avuto possibilità di ritornarvi; 16ora invece essi aspirano a una migliore, cioè a quella celeste. Per questo Dio non disdegna di chiamarsi loro Dio: ha preparato infatti per loro una città.
17Per fede Abramo, messo alla prova, offrì Isacco e proprio lui, che aveva ricevuto le promesse, offrì il suo unico figlio, 18del quale era stato detto: In Isacco avrai una discendenza che porterà il tuo nome. 19Egli pensava infatti che Dio è capace di far risorgere anche dai morti: per questo lo riebbe e fu come un simbolo.


Anche questo solo una balla di sapone?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Cara vera Icona non fraintendiamo......

Messaggiodi Vieri » 03/02/2018, 11:09

Carissima, prima mi chiedi se certi personaggi biblici siano realmente esistiti e qui di seguito bastava fare poi una semplice ricerca su Google per sapere che per circa 50 personaggi biblici sia stata provata la loro storicità anche da altre fonti non bibliche....

Per informarsi meglio:
http://ricerca.repubblica.it/repubblica ... -mose.html
http://www.uccronline.it/2014/03/28/lar ... la-bibbia/
https://it.aleteia.org/2017/08/08/confe ... cheologia/
http://www.uccronline.it/tag/archeologia-biblica/

Per la veridicità sull'esistenza di Mosé:
https://www.focus.it/cultura/storia/chi-era-mose
Un nucleo di verità storica è, però, possibile: diversi scavi archeologici documentano che i rapporti tra Egitto e Palestina sono stati frequenti, e che genti della Palestina possono avere abitato in Egitto in qualunque periodo della storia egiziana.

La stele di Merenptah prova che nel 1208/9 a.C. gli Ebrei erano in Palestina.
ESODO. Gli storici concordano: l'esodo degli ebrei dall'Egitto, almeno nei termini in cui è raccontato nella Bibbia, non c'è stato. Ma non si possono escludere ipotetiche "fughe" di poche centinaia di ebrei dall'Egitto verso l'Asia.
Clicca per vedere l'immagine a dimensioni originali
Tra gli indizi che aiuterebbero a datare l'esodo, e quindi la presenza di ebrei in Canaan, vi è la stele di Merenptah (1208/9 a.C.), il faraone egiziano successore di Ramses II. Sull'iscrizione compare un gruppo denominato Israele tra i popoli che abitano in Siria-Palestina. Ed è la più antica testimonianza che abbiamo.

Per la veridicità dell'esistenza di Davide e Salomone
https://ilfattostorico.com/2010/01/24/s ... salomone2/
Ecco la prova che i Re Davide e Salomone siano realmente esistiti
https://www.centrometeoitaliano.it/attu ... iti-23617/

Re Davide e Salomone sono esistiti: una recente scoperta ne mostra le prove
Ecco la prova che i Re Davide e Salomone siano realmente esistiti –
Clicca per vedere l'immagine a dimensioni originali
Dall’archeologia americana arriva una notizia clamorosa: un team di scienziati americani infatti, tramite la scoperta di sei sigilli di argilla ufficiali, sono in grado di affermare ufficialmente che i re Davide e Salomone non sono figure mitologiche ed anzi proprio grazie a queste scoperte, si può addirittura risalire al periodo, con tanto di data, in cui queste due importanti figure del mondo ebraico e della storia mediorientale sono vissute ed hanno governato.

I sei sigilli di argilla in questione, che avallano questa sensazionale scoperta, sono stati trovati durante uno scavo presso il sito archeologico di Khirbet Summeily, in Israele. Secondo gli archeologi, questi sovrani avrebbero governato nella regione durante il IX e il X secolo aC.

Brevi conclusioni personali sull'argomento:

Bisogna a parer mio mettersi in testa che LA BIBBIA NON E' UN LIBRO DI STORIA ma un libro di insegnamenti sull'esistenza di Dio e del suo attaccamento al popolo di Israele fornendo tutta una serie di insegnamenti validi anche oggi.

Per raggiungere questi scopi, i numerosi autori biblici hanno nei secoli mischiato delle leggende istruttive o "linguaggio per immagini come recita il catechismo della C.C.) come la creazione di Adamo ed Eva ad esempio, per spiegare ad un popolo di pastori ignoranti i misteri della vita: "la creazione e l'esistenza del bene e del male"....come altri fatti.

Fra questi potrebbe esserci anche stato il diluvio universale che su probabili basi storiche di fatti realmente accaduti ma estremamente limitati alle note e provate inondazioni fra il Tigri e l?Eufrate, abbiano volutamente esagerato questi fatti allo scopo di impressionare le persone con lo scopo finale sempre di fornire un INSEGNAMENTO.

In più parti della Bibbia si trovano notevoli esagerazioni come i 600.000 ebrei maschi oltre a mogli, figli armenti ed altri al seguito che lasciarono l'Egitto con Mosè spopolando di fatto se fosse stato vero l'intero Egitto.

Anche in questo caso se gli autori o l'autore dell'Esodo avesse scritto che Mosè lasciò l'Egitto con poche centinaia di persone non sarebbe stato un fatto enorme ed eccezionale ed anche tutto il racconto successivo dei 40 anni nel deserto ( 40 è uno dei tanti numeri biblici che indica: "molto tempo") sarebbe stato sminuito e forse dimenticato.

Oltre a tutta questa enorme serie di personaggi e di avvenimenti succeduti secondo una certa cronologia ma mischiando forse persone e fatti reali come la prima distruzione del tempio di Gerusalemme, fino all'esagerazione di questi avvenimenti o la narrazione di vere e proprie leggende ed "immagini allegoriche" fino alla narrazione di personaggi magari non inventati come Abramo e la sua discendenza ma sicuramente non provati storicamente, rimane estremamente difficile stabilire i confini fra storia, leggenda e esagerazioni storiche.

Ma di TUTTO QUESTO una persona verrebbe notevolmente fuorviata poichè ripeto ancora lo scopo essenziale della Bibbia è di dare UN INSEGNAMENTO.

Quindi cara Vera icona, quando alla fine forse un po' provocatoriamente mi scrivi:
La fede esemplare degli antenati
1La fede è fondamento delle cose che si sperano e prova di quelle che non si vedono. 2Per mezzo di questa fede gli antichi ricevettero buona testimonianza.
8Per fede Abramo, chiamato da Dio, obbedì partendo per un luogo che doveva ricevere in eredità, e partì senza sapere dove andava...............

Anche questo solo una balla di sapone?

Non hai letto bene e capito assolutamente il senso precedente delle mie parole poichè avevo già scritto:
Il racconto di Abramo potrebbe avere invece qualche risultanza storica ma anche qui niente di certo mentre rimane immutabile la sua valenza dal punto di vista come insegnamento nell'aver fiducia in Dio....

ripeto:
quello che a me ed a noi cattolici importa non è il fatto che, Abramo, Isacco, Giacobbe, Esau,.....ecc.ecc. siano esistiti o meno ma il messaggio biblico, in questo caso di FEDE in Dio che si è voluto trasmettere.

Ritengo pertanto, come avevo accennato più volte che con l'idea di andare sempre a trovare il pelo nell'uovo studiando la Bibbia, si perda spesso di vista non solo la gallina, ma il pollaio, la fattoria ed in specialmodo chi sia il PADRONE della fattoria e di come Lui ami tutti i suoi "animali".........

Spero di essere stato chiaro.
Buona giornata....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 03/02/2018, 22:43

ripeto:
quello che a me ed a noi cattolici importa non è il fatto che, Abramo, Isacco, Giacobbe, Esau,.....ecc.ecc. siano esistiti o meno ma il messaggio biblico, in questo caso di FEDE in Dio che si è voluto trasmettere.



Vieri tu parli per te e per alcuni cattolici, ma io ti sfido di andare a Messa ed intervistare tutta l'assemblea, e dimmi tu con sincerità quanti cattolici rimarrebbe davvero scioccato se sapessero che tutti questi personaggio come Abramo, Mose, e Davide davvero non fossero esistiti....
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vera Icona » 03/02/2018, 23:36

http://ricerca.repubblica.it/repubblica ... -mose.html


Secondo questo link da te mandato neanche il re Davide sarebbe esistito, allora pure tutta la genealogia di Gesù si fa a far friggere..... :conf:
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Oh Signore........

Messaggiodi Vieri » 04/02/2018, 0:11

Vieri tu parli per te e per alcuni cattolici, ma io ti sfido di andare a Messa ed intervistare tutta l'assemblea, e dimmi tu con sincerità quanti cattolici rimarrebbe davvero scioccato se sapessero che tutti questi personaggio come Abramo, Mose, e Davide davvero non fossero esistiti..

Ma vera Icona è possibile che non riesca a capire che il mondo è composto da tante teste diverse e tante persone ed anche nel mondo cattolico alla fine cosa cambierebbe se una persona credesse ancora come i bambini del catechismo alla storia di Adamo ed Eva se fosse stata vera o meno ?

E' possibile capire che per gli insegnamenti ed i contenuti della Bibbia l'esistenza o meno di questi personaggi è assolutamente ininfluente?

Potranno al limite interessarmi per diletto e per mio approfondimento storico ma non certo anche se un domani scoprissi che per esempio Mosè non fosse mai esistito veramente e che non avesse fisicamente mai passato all'asciutto il mar rosso....per me cambierebbe qualche cosa ? NO ASSOLUTAMENTE.

Sono i contenuti e gli insegnamenti morali che alla fine rimangono validi e direi anche eterni.

Poi è anche provato come hai potuto notare che circa 50 personaggi biblici sono stati anche rilevati storicamente anche da altre fonti e ti ho dato anche le prove storiche dell'esistenza di Davide e Salomone in specie con il ritrovamento della parola "Davide..." incisa in una pietra datata intorno al 1000 a.c.
ma leggi quanto ti scrivo?
viewtopic.php?f=4&t=24208&start=90#p361341

Concordo infatti sui dubbi su Abramo e Mosè non trovando riscontri storici ( come già anche scitto.....)
ma per Davide, è un personaggio sicuramente esistito magari forse così, diciamo, meno illustre".....

Ripeto ancora una volta che non riesco ancora a capirti poichè non devi basare per conto mio la tua fede specie sulla bibbia (V.T.) piena di leggende, storie diverse vere o esagerate, immagini allegoriche come i tdG come se fossero sempre tutte vere ma devi basarti sugli insegnamenti.
Se lasci alle ortiche l'insegnamento, il succo, l'essenza del messaggio che l'autore biblico desidera darti in quel particolare passo ma vai a fare le pulci se era vero o meno quel personaggio o quell'episodio, per me perdi alla fine solo tempo.
La bibbia non deve essere letta ma meditata specie con l'aiuto di persone qualificate ( certo non tdG)....

Po il Vangelo ovviamente è molto più recente e dettagliato ed io in particolare che sono stato in Terrasanta nel 2012 ho potuto viitare tutti i luoghi dove Gesù era stato fisicamente presente.
Se vuoi vedere poi il mio sito:
http://www.terrasanta2012.it

Buona serata
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 04/02/2018, 0:52

Senti Vieri, ma possibile, che tu non capisca che, se tutta la genealogia di Gesù si va a far friggere, e tante altre cose pure come l'intero esodo della Bibbia, dimmi tu per l'amore del cielo quale credibilità ha tutto il resto , come per esempio le cosiddette profezie di Gesù?
E ancora una volta la questione del peccato originale, del quale nessuno capisce bene di cosa si tratta. ( ti sei inventato pure na bella storia di indigeni).. ma dai....ma non vedi che negando due o tre cose tutto il castello alla fine crolla?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Ma cosa importa.....

Messaggiodi Vieri » 04/02/2018, 1:18

Vera Icona ha scritto:Senti Vieri, ma possibile, che tu non capisca che, se tutta la genealogia di Gesù si va a far friggere, e tante altre cose pure come l'intero esodo della Bibbia, dimmi tu per l'amore del cielo quale credibilità ha tutto il resto , come per esempio le cosiddette profezie di Gesù?
E ancora una volta la questione del peccato originale, del quale nessuno capisce bene di cosa si tratta. ( ti sei inventato pure na bella storia di indigeni).. ma dai....ma non vedi che negando due o tre cose tutto il castello alla fine crolla?

Scusa Vera Icona, io e te proprio non ci capiamo....niet !
Dimmi te cosa me ne può alla fine fregar di meno sulla genealogia di Gesù e che Giuseppe discendesse o meno da Davide quanto se sei cattolica (come dici di essere) Gesù fu concepito dallo Spirito Santo nel seno di Maria ?
Quindi Giuseppe era il padre adottivo e basta...... :ironico:

Ma poi te l'ho spiegato prima che l'esodo potrebbe essere anche avvenuto con a capo Mosè e qualche centinaia di ebrei ma quello che conta veramente alla fine è il messaggio e gli insegnamenti di Dio dati nel libro dell'esodo con la consegna delle tavole della legge probabilmente incise da Mosè e poi portate nell'arca.....

Anche noi nella nostra vita giriamo a lungo nel "deserto"nelle nostre tribolazioni terrene fra alti e bassi di fede come gli ebrei di allora con l'obiettivo della Terra Promessa (il nostro paradiso) ma se certo avremo il cuore di pietra non entreremo mai nel Suo riposo.....
Quante volte pensiamo di trovarci sperduti di fronte a difficoltà che riteniamo insormontabili ( simboleggiato dal Mar Rosso) e poi se invece confidiamo in Dio, Lui ci offre sempre la soluzione ?

Quante volte anche noi ci lamentiamo per quello che ci manca, che creiamo spesso altri idoli come il successo ed il denaro,...quante volte dubitiamo dell'esistenza di Dio se ci sentiamo sperduti nel deserto delle nostre difficoltà quotidiane ma che alla fine se confidiamo in Lui ci offre sempre la speranza e la strada....

Questo alla fine in sintesi dice il libro dell'esodo.

Poi se non vuoi capire le differenze fra messaggio dato per immagini come cita la C.C. sulla storia di Adamo ed Eva e quello che ti dicono i tdG sulla loro reale esistenza......fai come credi....io per me ho le idee chiare....
E ancora una volta la questione del peccato originale, del quale nessuno capisce bene di cosa si tratta. ( ti sei inventato pure una bella storia di indigeni).. ma dai....ma non vedi che negando due o tre cose tutto il castello alla fine crolla?

Per me no assolutamente e come forse ti ho spiegato ho capito esattamente di cosa si tratta:
Spiega invece cosa avrebbe potuto dire un povero redattore della Bibbia ( ancora tramandata oralmente....) di allora a spiegare circa 3.000 anni fa a dei poveri pastori ignoranti l'origine della vita (senza ovviamente avere le conoscenze scientifiche attuali... :ironico: ) e l'esistenza del bene e del male se non raccontava loro una "favola istruttiva"con particolari tali da farsi ricordare.....

Buonanotte.
:addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Ray » 04/02/2018, 9:47

Spiega invece cosa avrebbe potuto dire un povero redattore della Bibbia ( ancora tramandata oralmente....) di allora a spiegare circa 3.000 anni fa a dei poveri pastori ignoranti l'origine della vita (senza ovviamente avere le conoscenze scientifiche attuali... :ironico: ) e l'esistenza del bene e del male se non raccontava loro una "favola istruttiva"con particolari tali da farsi ricordare.....


Forse perché neanche chi ha scritto i rotoli delle scritture ebraiche era consapevole delle cose che scriveva?

Forse perché stava adattando la storia copiando inconsciamente i miti tramandati da altri Popoli?

Una cosa giusta l'hai scritta, erano favole a volte istruttive e a volte fatte per tenere soggiogato un popolo ,forse lo si faceva
per difendere il territorio ,per tenere legati è dare al popolo una cosa su cui credere più un ordine morale e sociale?

Ma su questi miti hanno creato almeno due religioni più grandi al mondo .

Poi vi lamentate se altri vi hanno imitato.
:addio:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10990
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Mauro1971 » 04/02/2018, 11:51

Ma l'idea che sia la mitologia Ebraica dei tempi no eh?
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8824
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Ray carissimo, sei sconcertante....

Messaggiodi Vieri » 04/02/2018, 14:59

Ray ha scritto:
Spiega invece cosa avrebbe potuto dire un povero redattore della Bibbia ( ancora tramandata oralmente....) di allora a spiegare circa 3.000 anni fa a dei poveri pastori ignoranti l'origine della vita (senza ovviamente avere le conoscenze scientifiche attuali... :ironico: ) e l'esistenza del bene e del male se non raccontava loro una "favola istruttiva"con particolari tali da farsi ricordare.....


Forse perché neanche chi ha scritto i rotoli delle scritture ebraiche era consapevole delle cose che scriveva?

Forse perché stava adattando la storia copiando inconsciamente i miti tramandati da altri Popoli?

Una cosa giusta l'hai scritta, erano favole a volte istruttive e a volte fatte per tenere soggiogato un popolo ,forse lo si faceva
per difendere il territorio ,per tenere legati è dare al popolo una cosa su cui credere più un ordine morale e sociale?

Ma su questi miti hanno creato almeno due religioni più grandi al mondo .

Poi vi lamentate se altri vi hanno imitato.
:addio:


Caro Ray, permettimi se non condivido il tuo, (posso dirlo ?) cinismo su tali tue considerazioni che irridono, dall'alto di un certo piedistallo, detto della "verità" ad un libro come la Bibbia considerato da te quasi al pari del "Signore degli anelli".......

Se parti invece dal considerare questi parametri:

. Vuoi (ispirato o meno da Dio a seconda se ci possa credere o meno...) fornire al tuo popolo un messaggio nuovo che è quello di abbandonare idoli o dei precedenti ma di credere ad un Dio unico che è amore, speranza e misericordia.

- Desideri con questo tuo messaggio dare anche una spiegazione adeguata ai tempi ed al livello culturale di allora, a dei temi come l'avvento dell'uomo sulla terra e sapere e dell'esistenza del male nel mondo...

- Periodo storico nel quale ti trovi e della tipica mentalità nonchè degli usi e costumi del tempo.

- Nell'esprimere certi concetti (presenza di Dio ) è indubbio che qualsiasi uomo intelligente parta dalle sue conoscenze ed esperienza maturata e se quindi ad esempio la leggenda del diluvio universale e di Noè è molto probabile che sia stata suggerita da racconti preesistenti di diluvi ed inondazioni frequenti nella zona fra il Tigri e l'Eufrate....

- Considerare il livello culturale delle persone alle quali ti rivolgi decisamente non istruite e popolo prevalentemente di pastori.-

- Non hai la possibilità di scrivere questo tuo messaggio ed anche se poi lo scrivessi quasi nessuno alla fine sarebbe stato in grado di leggerlo. Non per niente la Torah si dice "orale" poichè trasmessa poi ricordando parola per parola.....

- Hai la necessità che questo nuovo messaggio salvifico venga assolutamente ricordato e tramandato nel tempo spingendoti quindi a esprimerti con un linguaggio per immagini, per leggende, o storico di essere necessariamente costretto ( per la stessa natura dell'uomo...) ad esagerare o ampliare certi avvenimenti.
PS. se avessero allora raccontato che Mosè con poche centinaia di ebrei lasciò allora l'Egitto senza passare dal mar Rosso ma passando dalle solite vie carovaniere note da secoli per raggiungere Israele, penso che alla fine nessuno dico nessuno si sarebbe alla fine ricordato di lui.....
In breve è la leggenda e l'esagerazione che fa dire "oooh ! " a delle persone semplici ma ignoranti è quella che poi facilmente si ricorda....

- Oltre a questo era importante sottolineare che "questa nuova Entità" annunciata oltre ad essere buona e misericordiosa amava il suo popolo in tal misura che lo aveva definito "eletto". Del resto avere un nuovo e potente "Padre" (esclusivo) che ti vuole bene e ti protegge dai tuoi nemici, rappresenta certamente uno stimolo a credergli maggiormente.....

Brevi conclusioni
Se metti alla fine tutti insieme questi parametri, noti alla fine che tutti i libri della Bibbia hanno un senso logico e di contenuto morali enormi.

Gesù era ebreo osservante ed anche lui come ebreo e grande conoscitore della Bibbia si è basato ovviamente, nell'enunciazione del Vangelo ( la buona Novella) sui principi stessi della Bibbia e non per niente disse ( Matteo 5):
Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento.


Per terminare, le tue ultime considerazioni:
Ma su questi miti hanno creato almeno due religioni più grandi al mondo .
Poi vi lamentate se altri vi hanno imitato.

Direi che sono sconcertanti poichè i casi sono due e direi ambedue non particolarmente "benevoli":

- O non hai ancora capito che non sono i miti e le storie contenute che hanno fatto grande la Bibbia ma il messaggio che ne deriva in quasi tutte le pagine della presenza di un Dio amorevole e misericordioso. ( ma non penso che tu ancora non lo abbia capito... :ironico: )

. O esiste un pizzico ( perdonami la mia sincerità e prendi pure il flit che mi sono già messo la maschera... :ironico: ) di malignità gratuita ( sapendo poi a sua volta che non è così...)

Caro Ray, perchè certe volte fai finta di essere così cinico e "cattivo".... :risata: e farmi arrabbiare quando so benissimo che con le tue ricerche sul proto- Vangelo di Tommaso mi dai da bere in letture "intelligenti"......

Buona domenica....
:strettamano:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 05/02/2018, 1:20

Vieri


O non hai ancora capito che non sono i miti e le storie contenute che hanno fatto grande la Bibbia ma il messaggio che ne deriva in quasi tutte le pagine della presenza di un Dio amorevole e misericordioso. ( ma non penso che tu ancora non lo abbia capito... :ironico: )




Stai scherzando vero? :risata: :risata:



Genesi, 34:13 – Sichem si unì carnalmente – in un atto prematrimoniale – a Dina, figlia di Giacobbe, destando la collera degli altri suoi figli. L’unione previa circoncisione era considerata da Giacobbe un disonore e, per questo, a Sichem, a suo padre Camor, e ad ogni maschio della città fu richiesta la circoncisione, che avrebbe reso ogni uomo idoneo all’unione con le altre sue figlie. Tre giorni dopo, mentre gli uomini ancora pativano i dolori dell’operazione, “due dei figli di Giacobbe, Simeone e Levi, fratelli di Dina, presero ciascuno la propria spada, assalirono la città che si riteneva sicura, e uccisero tutti i maschi.” – “Passarono a fil di spada anche Camor e suo figlio Sichem, presero Dina dalla casa di Sichem, e uscirono.” – “I figli di Giacobbe si gettarono sugli uccisi e saccheggiarono la città, perché la loro sorella era stata disonorata” – “presero le loro greggi, i loro armenti, i loro asini, quanto era nella città e nei campi.” – “Portarono via come bottino tutte le loro ricchezze, tutti i loro bambini, le loro mogli e tutto quello che si trovava nelle case.“

Genesi, capitoli 6 e 7 – Malcontento della malvagità dell’uomo, Dio sterminò ogni creatura del pianeta risparmiando soltanto la famiglia di Noè. Uomini, donne, bambini ed animali morirono annegati in una impensabile agonia.

Genesi, 19:6 – Una sera, Lot ospitò due angeli nella sua casa a Sodoma. Quella stessa sera la casa di Lot fu assalita da una folla di delinquenti omosessuali in cerca di esperienze carnali con gli angeli. Lot cedette volontariamente le sue figlie vergini alla folla, esortandola: “Vi prego, fratelli miei, non fate questo male!” – “Ecco, ho due figlie che non hanno conosciuto uomo: lasciate che io ve le conduca fuori, e voi farete di loro quel che vi piacerà; ma non fate nulla a questi uomini, perché sono venuti all’ombra del mio tetto.”

Genesi, 19:26 – Dio, impassibile davanti alla proposta di stupro delle figlie vergini di Lot, trasformò sua moglie in una statua di sale per aver commesso il nefando crimine di essersi guardata le spalle.



Genesi, 38: 8-10 – Giuda pregò Onan di dormire con la moglie di suo fratello – ucciso da Dio per la sua malvagità – incoraggiandolo: “Va’ dalla moglie di tuo fratello, prenditela in moglie come cognato e suscita una discendenza a tuo fratello.” Onan ottemperò, “ma ogni volta che si univa alla moglie del fratello, disperdeva per terra, per non dare una posterità al fratello.” Dio ritenne questo un gesto malvagio e lo punì con la morte.

Esodo, 2:12 – Mosè scorse un egiziano che picchiava un ebreo. Si guardò intorno e, non trovandovi testimoni, “uccise l’Egiziano e lo nascose nella sabbia.“

Esodo, 7:2-4 – Dio “indurì” il cuore del faraone e pianificò i suoi “prodigi nel paese d’Egitto.“

Esodo, 7:20-21 – Dio trasformò l’acqua del Nilo in sangue. Tutti i pesci morirono e l’acqua divenne imbevibile.

Esodo, 8: 6-7 – Dio inviò una piaga di rane che “coprirono il paese d’Egitto.“

Esodo, 8:16 – Dio inviò una piaga di zanzare.

Esodo, 8:24 – Dio inviò una piaga di mosche velenose. “La terra fu devastata.“

Esodo, 9:5 – Dio, con l’ennesima epidemia, sterminò tutto il bestiame d’Egitto; “ma del bestiame dei figli d’Israele non morì neppure un capo.“

Esodo, 9:10 – Dio inviò una piaga di “ulceri che si trasformarono in pustole sulle persone e sugli animali.“

Esodo, 9:22-25 – Dio inviò una piaga di grandine che colpì uomini e animali, e che spogliò i campi.

Esodo, 12: 29 – Dio uccise il primogenito di ogni famiglia egiziana la cui casa non fosse stata contrassegnata da sangue d’agnello.

Esodo, 17:13 – Il bastone di Dio, retto dalle mani di Mosè sulla vetta del colle, permise a Giosuè di sterminare Amalec e la sua gente “passandoli a fil di spada“.

Esodo, 21:20-21 – Per la legge di Dio “se uno bastona il suo schiavo o la sua schiava fino a farli morire sotto i colpi, il padrone deve essere punito” – “ma se sopravvivono un giorno o due, non sarà punito, perché sono denaro suo.” – Dio approvava la schiavitù.

Esodo, 32:27 – Alla vista del vitello d’oro, Dio comandò ai figli di Levi: “Ognuno di voi si metta la spada al fianco; percorrete l’accampamento da una porta all’altra di esso, e ciascuno uccida il fratello, ciascuno l’amico, ciascuno il vicino.” – “In quel giorno caddero circa tremila uomini” e Dio ne fu compiaciuto.

Levitico, 26:7-8 – Dio ricompensò l’obbedienza assicurando che ogni nemico sarebbe perito per la spada.

Levitico, 26:22 – Dio ammonì la popolazione che, qualora non lo avessero ascoltato, avrebbe inviato loro le bestie feroci: “che vi rapiranno i figli, stermineranno il vostro bestiame, vi ridurranno a un piccolo numero, e le vostre strade diventeranno deserte.“

Levitico, 26:27-29 – “E se, nonostante tutto questo, non volete darmi ascolto, ma con la vostra condotta mi resisterete” – “anch’io vi resisterò con furore e vi castigherò sette volte di più per i vostri peccati.” – “Mangerete la carne dei vostri figli e delle vostre figlie.“

Numeri, 12:9-14 – Dio si stufò della presenza di Maria e, per questo, la colpì con la lebbra, bandendola dall’accampamento per sette giorni.

Numeri, 15:32-26 – Un uomo raccolse della legna di sabato. Per ordine divino dato a Mosè, “tutta la comunità lo condusse fuori dal campo e lo lapidò, e quello morì.“

Numeri, 16:27-33 – Gli uomini si dimostrarono indocili, perciò Dio fece sì che la terra si aprisse ed inghiottisse uomini, donne e bambini.

Numeri, 16:35 – Il fuoco di Dio “divorò i duecentocinquanta uomini che offrivano l’incenso.“

Numeri, 16:49 – Con una piaga, Dio sterminò quattordicimilasettecento uomini.

Numeri, 21:3 – Il Signore affidò i Cananei ad Israele, che “votò allo sterminio i Cananei e le loro città.“

Numeri, 21:6 – Il Signore “mandò tra il popolo dei serpenti velenosi i quali mordevano la gente, e gran numero d’Israeliti morirono.“

Numeri, 21:35 – Con l’approvazione di Dio gli Israeliti si recarono nella città di Og, ne uccisero il re Basan – senza risparmiare i figli – sterminarono l’esercito senza lasciare superstiti, e assunsero il controllo del territorio.

Numeri, 25:4 – “Il Signore disse a Mosè: Prendi tutti i capi del popolo e falli impiccare davanti al Signore, alla luce del sole, affinché l’ardente ira del Signore sia allontanata da Israele.“

Numeri, 25:8 – Fineas, figlio di Eleazar, figlio del sacerdote Aaronne, si recò in una tenda occupata da un uomo israelita ed una donna madianita e “li trafisse tutti e due, l’uomo d’Israele e la donna, nel basso ventre.“

Numeri, 25:9 – Una pestilenza divina sterminò ventiquattromila persone.

Numeri, 31:9 – Su comando divino gli israeliti sequestrarono le donne ed i bambini madianiti, e “presero tutte le spoglie e tutta la preda.“

Numeri, 31:17-18 – Dio ordinò a Mosè di uccidere ogni maschio madianita tra i bambini, e “ogni donna che ha avuto rapporti sessuali con un uomo” – “ma tutte le fanciulle che non hanno avuto rapporti sessuali con uomini, lasciatele in vita per voi.” – Nota: sarebbe interessante scoprire l’astuzia con cui i soldati riconoscevano le donne vergini.

Numeri, 31:31-40 – Dio spartì il bottino di guerra tra i soldati, i sacerdoti e gli israeliti senza tralasciare il tributo al Signore: “seicentosettantacinquemila pecore, settantaduemila buoi, sessantunmila asini e trentaduemila persone, ossia donne che non avevano avuto rapporti sessuali con uomini.“

Deuteronomio, 2:33-34 – Sotto la guida di Dio, gli israeliti sterminarono completamente gli uomini, le donne ed i bambini di Sicon. – “Non vi lasciammo nessuno in vita.“

Deuteronomio, 3:6 – Sotto la guida di Dio, gli israeliti sterminarono completamente gli uomini, le donne ed i bambini di Og. Saccheggiarono il bestiame ed i possedimenti.

Deuteronomio, 7:2 – Dio parlò ad ogni uomo d’Israele e, riguardo i nemici, proclamò: “Tu li voterai allo sterminio; non farai alleanza con loro e non farai loro grazia.”

Deuteronomio, 20:13-14 – Dio stabilì le regole della guerra ordinando il massacro di tutti gli uomini. Tralasciò le donne, i bambini, il bestiame ed i possedimenti che potevano essere tenuti come preda.

Deuteronomio, 20:16 – “Nelle città di questi popoli che il Signore, il tuo Dio, ti dà come eredità, non conserverai in vita nulla che respiri.”

Deuteronomio, 21:10-13 – Secondo la legge di Dio, se un uomo israelita, durante una guerra, avesse avvistato una donna attraente, avrebbe potuto catturarla e tenerla per moglie. La donna, quindi, avrebbe dovuto radersi il capo, tagliarsi le unghie e togliersi i vestiti che indossava al momento della cattura. Avrebbe dovuto piangere suo padre e sua madre per un mese intero. E qualora il soldato non fosse rimasto soddisfatto, avrebbe potuto lasciarla andare “dove vorrà.“

Deuteronomio, 28:53 – La punizione di Dio per i disobbedienti prevedeva che questi mangiassero “il frutto del proprio seno, le carni dei propri figli e delle proprie figlie.“

Giosuè, 6:21-27 – Sotto la direzione di Dio Giosuè distrusse l’intera città di Gerico con la punta della spada; uomini, donne e bambini inclusi. Tenne l’argento, l’oro, il bronzo ed il ferro per Dio e, infine, diede fuoco alla città.

Giosuè, 7:19-26 – Acan rubò “un mantello di Scinear, duecento sicli d’argento e una sbarra d’oro del peso di cinquanta sicli.” – Giosuè e gli israeliti portarono Acan, il bottino, i suoi figli, le sue figlie, il bestiame, gli asini, le mule e tutti i suoi possedimenti sulla valle di Acor, dove li lapidarono e bruciarono vivi.

Giosuè, 8:22-25 – Dio appoggiò Giosuè nel combattere e sterminare dodicimila uomini e donne nella città di Ai. Nessuno sopravvisse.

Giosuè, 10:10-27 – Dio aiutò Giosuè nel massacro dei Gabaoniti.

Giosuè, 10:28 – Con l’approvazione di Dio, Giosuè passò la città di Machedda ed il suo re “a fil di spada” – “Li votò allo sterminio con tutte le persone che vi si trovavano; non ne lasciò scampare una.“

Giosuè, 10:30 – Dio mise la città di Libna nelle mani di Giosuè. “Giosuè la mise a fil di spada con tutte le persone che vi si trovavano; non ne lasciò scampare una.“

Giosuè, 10:32-33 – Dio diede la sua approvazione affinché Giosuè uccidesse ogni uomo, donna e bambino della città di Lachis. Con la spada.

Giosuè, 10:34-35 – Tutti gli abitanti della città di Eglon furono falciati dalle spade di Giosuè e della sua armata.

Giosuè, 10:36-37 – Dio lasciò che Giosuè uccidesse il re di Ebron ed il suo villaggio con ogni suo abitante. – “Non ne lasciò sfuggire una, esattamente come aveva fatto a Eglon; la votò allo sterminio con tutte le persone che vi si trovavano.“

Giosuè, 10:38-39 – “Poi Giosuè con tutto Israele tornò verso Debir, e l’attaccò.” – Morirono tutti.

Giosuè, 11:6 – Dio ordinò a Giosuè di sconfiggere il nemico presso le acque di Merom. “Tu taglierai i garretti ai loro cavalli e darai fuoco ai loro carri.“

Giosuè, 11:8-15 – L’esercito di Giosuè, sotto il comando di Dio, sterminò il nemico “senza lasciarne scampare nessuno.“

Giosuè, 11:20 – “Infatti il Signore faceva sì che il loro cuore si ostinasse a dar battaglia a Israele, perché Israele li votasse allo sterminio senza che ci fosse pietà per loro, e li distruggesse come il Signore aveva comandato a Mosè.“

Giudici, 1:4 – Il Signore mise nelle mani di Giuda i Cananei e i Ferezei. Diecimila vittime.

Giudici, 1:6 – Adoni-Bezec – dei Cananiti – si diede alla fuga, ma l’esercito di Giuda lo raggiunse e “gli tagliarono i pollici e gli alluci.“

Giudici, 1:8 – Dio approvò l’attacco di Giuda alla città di Gerusalemme. L’esercito di Giuda mise la città a ferro e fuoco.

Giudici, 1:17 – “Poi Giuda partì con Simeone suo fratello, e sconfissero i Cananei che abitavano in Sefat; distrussero interamente la città.“

Giudici, 3:29 – Il signore mise i moabiti nelle mani degli israeliti. “In quel tempo sconfissero circa diecimila Moabiti, tutti robusti e valorosi; non ne scampò neppure uno.“

Giudici, 4:21 – Iael, con un martello, piantò un piuolo nella testa di Sisera, “tanto che esso penetrò in terra.“

Giudici, 7:19-25 – Sotto la guida del Signore la gente di Gedeone sconfisse i madianiti. Uccise e decapitò il loro principe e ne consegnò la testa a Gedeone.

Giudici, 8:15-21 – Gedeone castigò gli uomini di Succot con rovi e spine del deserto. Quindi “abbatté la torre di Penuel e uccise la gente della città.“

Giudici, 9:5 – Abimelec assassinò i suoi fratelli.

Giudici, 9:45 – Abimelec e i suoi seguaci uccisero tutti gli uomini della città. Poi li cosparsero di sale.

Giudici, 9:53-54 – Abimelec riposava tranquillo nella città di Tebes quando “una donna gettò giù un pezzo di macina sulla testa di Abimelec e gli spezzò il cranio.” – “Egli chiamò subito il giovane che gli portava le armi, e gli disse: «Estrai la spada e uccidimi, affinché non si dica: “Lo ha ammazzato una donna!”» Il suo servo allora lo trafisse ed egli morì.“

Giudici, 11:29-39 – Iefte sacrificò sull’altare del Signore la sua amata figliuola per ringraziarlo di avergli concesso la vittoria in battaglia.

Giudici, 15:15 – Sansone uccise mille uomini con “una mascella d’asino ancora fresca.“

Giudici, 16:27-30 – Dio concesse a Sansone la forza per buttare giù le colonne del tempio ed uccidere tremila persone.

Giudici, 18:27 – I daniti giunsero a Lais, “da un popolo che se ne stava tranquillo e senza timori; lo passarono a fil di spada e diedero la città alle fiamme.“

Giudici, 19:22-29 – Un viaggiatore di Betlemme, la sua compagna ed un servo erano ospiti nella dimora di un anziano signore a Ghibea quando “gente perversa” circondò l’abitazione chiedendo di “abusare” dell’ospite maschio. L’anziano padrone di casa offrì agli assalitori la sua figlia vergine e la compagna del suo ospite, implorandoli: “Ecco qua mia figlia che è vergine, e la concubina di quell’uomo; io ve le condurrò fuori e voi abusatene e fatene quel che vi piacerà; ma non commettete contro quell’uomo una simile infamia!” – La signora subì uno stupro e morì. Il viaggiatore caricò il corpo senza vita della donna su un asino, tornò a casa, “si munì di un coltello, prese la sua concubina e la divise, membro per membro, in dodici pezzi, che mandò per tutto il territorio d’Israele.“

Giudici, 20:43-48 – Gli israeliti uccisero venticinquemila uomini. Seicento fuggirono nel deserto. Gli israeliti li raggiunsero e “li passarono a fil di spada, dagli abitanti delle città al bestiame, a tutto quello che si trovava; e diedero alle fiamme tutte le città che trovarono.“

Giudici, 21:10-12 – La comunità uccise ogni uomo e ogni donna non vergine di Iabes in Galaad. Trovarono quattrocento vergini da portare con sé.

1 Samuele, 4:10 – I filistei uccisero trentamila soldati israeliti.

1 Samuele, 5:6-9 – Come punizione per aver rubato l’Arca dell’Alleanza, “il Signore colpì gli uomini della città, piccoli e grandi, e un flagello d’emorroidi scoppiò in mezzo a loro.“

1 Samuele, 6:19 – “Il Signore colpì gli abitanti di Bet-Semes, perché avevano guardato dentro l’arca del Signore; colpì settanta uomini fra i cinquantamila del popolo.“

1 Samuele, 7:7-11 – Il Signore aiutò gli uomini di Samuele ad uccidere i filistei, che li inseguirono “e li batterono fin sotto Bet-Car.“

1 Samuele, 11:11 – Sotto la benedizione di Dio, Saul ed il suo esercito massacrarono gli Ammoniti “finché il giorno si fece caldo.“

1 Samuele, 14:31 – Giònata e i suoi uomini sconfissero i filistei, “si gettarono sulla preda e presero pecore, buoi e vitelli e li macellarono e li mangiarono con il sangue.“

1 Samuele, 15:7-8 – Dio ordina a Saul: “Va’ dunque e colpisci Amalek e vota allo sterminio quanto gli appartiene, non lasciarti prendere da compassione per lui, ma uccidi uomini e donne, bambini e lattanti, buoi e pecore, cammelli e asini.“

1 Samuele, 15:33 – “Samuele trafisse Agag davanti al Signore in Gàlgala.“

1 Samuele, 18:27 – Davide ed i suoi uomini uccisero duecento filistei, prelevando “i loro prepuzi“, che Davide “contò davanti al re per diventare genero del re. Saul gli diede in moglie la figlia Mikal.“

1 Samuele, 30:17 – Davide lasciò in vita solo quattrocento filistei, che riuscirono a fuggire.

2 Samuele, 2:23 – Abner colpì Asaèl “con la punta della lancia al basso ventre, così che la lancia gli uscì di dietro ed egli cadde sul posto.“

2 Samuele, 3:30 – Ioab e Abisai vendicarono la morte di Asaèl uccidendo Abner.

2 Samuele, 4:7-8 – Is-Bàal riposava indisturbato nel suo letto quando Recàb e Baanà entrarono nella stanza. “Lo colpirono, l’uccisero e gli tagliarono la testa; poi, portando via la testa di lui, presero la via dell’Araba, camminando tutta la notte.” – Davide non sopportava che un uomo innocente fosse stato ucciso.

2 Samuele, 4:12 – Davide punì Recàb e Baanà uccidendoli, tagliando loro le mani e i piedi ed appendendoli presso la piscina di Ebron.

2 Samuele, 6:6-7 – Il bue che trasportava l’Arca cadde a terra sfinito, e Uzzà accorse per rimetterlo in piedi. “L’ira del Signore si accese contro Uzzà; Dio lo percosse per la sua colpa ed egli morì sul posto, presso l’arca di Dio.“

2 Samuele, 6:22-23 – Davide subì le beffe di Mikal per essersi “scoperto davanti agli occhi delle serve dei suoi servi, come si scoprirebbe un uomo da nulla.” – Così Dio punì Mikal, figlia di Saul, che “non ebbe figli fino al giorno della sua morte.” – Si noti la contraddizione con 2 Samuele 21:8, dove è narrato che Mikal ebbe cinque figli.

2 Samuele, 8:1-18 – Le imprese di Davide compresero l’uccisione di due terzi dei soldati Moabiti, l’azzoppamento di seimilanovecento cavalli, lo sterminio di di ventiduemila siriani e di diciottomila edomiti. Il verso 6 recita: “Il Signore rendeva vittorioso Davide dovunque egli andava.“

2 Samuele, 10:18 – Davide uccise settecento pariglie di cavalli e quarantamila Aramei.

2 Samuele, 11:14-27 – Davide desiderò ardentemente la moglie di Uria, quindi lo fece uccidere in battaglia perché potesse avere Betsabea tutta per sé.

2 Samuele, 12:1 – “Ma ciò che Davide aveva fatto era male agli occhi del Signore.” – Per punirlo il Signore uccise il suo bambino.

2 Samuele, 13:1-15 – Il figlio di Davide – e di Betsabea – Amnòn si innamorò di sua sorella Tamàr, vergine. Tamàr protestò i corteggiamenti del fratello, ma – verso 14 – “egli non volle ascoltarla: fu più forte di lei e la violentò unendosi a lei.“

2 Samuele, 13:28-29 – Il fratello di Tamàr, Absalom, ordinò ai suoi uomini di rendere ebbro Amnòn per poi ucciderlo e vendicare lo stupro di sua sorella.

2 Samuele, 18:6-7 – L’armata di Davide sterminò ventimila uomini nella foresta di Efraim.

2 Samuele, 18:15 – Ioab “prese in mano tre dardi e li immerse nel cuore di Assalonne, che era ancora vivo nel folto del terebinto.” – “Poi dieci giovani scudieri di Ioab circondarono Assalonne, lo colpirono e lo finirono.“

2 Samuele, 20:10-12 – Ioab conficcò un pugnale nello stomaco di Amasà, rovesciandone l’intestino per terra. Amasà morì nel bel mezzo della strada rotolandosi nel suo stesso sangue.

2 Samuele, 24:15 – Dio mandò una pestilenza sulla città di Israele per punire Davide del suo peccato. Morirono settantamila innocenti.

1 Re, 2:24-25 – Solomone uccise Adonia.

1 Re, 2:29-34 – Solomone uccise Ioab.

1 Re, 13-15-24 – Un profeta mentì ad un uomo, convincendolo a bere acqua e mangiare pane in un posto in cui il Signore aveva precedentemente proibito lui di farlo. L’uomo, rassicurato, mangiò e bevve in quel posto. Dio mandò un leone a punirlo, “il suo cadavere rimase steso sulla strada.“

1 Re, 20:29-30 – Gli israeliti si batterono contro i siriani. L’ammontare di vittime per ogni singolo giorno fu di centomila. Sulle restanti ventisettemila crollò un muro di pietra.

2 Re, 1:10-12 – Elia richiamò un fuoco dal cielo, invocando l’aiuto di Dio, e cinquanta uomini furono consumati dalle fiamme.

2 Re, 2:23-24 – Eliseo camminava per strada quando quarantadue bambini si presero gioco della sua calvizie. “Egli si voltò, li guardò e li maledisse nel nome del Signore. Allora uscirono dalla foresta due orse, che sbranarono quarantadue di quei fanciulli.“

2 Re, 5:27 – Eliseo maledice Ghecazi e i suoi discendenti, per sempre, con la lebbra. “Egli si allontanò da Eliseo, bianco come la neve per la lebbra.“

2 Re, 6:18-19 – Il nemico si incamminò verso Eliseo ed egli, rivolgendosi al Signore, supplicò: “Oh, colpisci questa gente di cecità!. E il Signore li colpì di cecità secondo la parola di Eliseo.” – “Disse loro Eliseo: Non è questa la strada e non è questa la città. Seguitemi e io vi condurrò dall’uomo che cercate. Egli li condusse in Samaria.” – “Quando giunsero in Samaria, Eliseo disse: Signore, apri i loro occhi; essi vedano!. Il Signore aprì i loro occhi ed essi videro. Erano in mezzo a Samaria!“

2 Re, 6:29 – Una donna si lamentò di patire la fame davanti al re di Israele. Era triste perché aveva accettato di cucinare e mangiare suo figlio.

2 Re, 9:24 – Ieu tradì Ioram, poi lo uccise colpendolo con arco e freccia nel mezzo delle spalle. “La freccia gli attraversò il cuore.“

2 Re, 9:27 – Ieu ordinò ai suoi uomini di inseguire ed uccidere Acazia, re di Giuda.

2 Re, 9:30-37 – Ieu fece uccidere Gezebele. “Il suo sangue schizzò sul muro e sui cavalli. Ieu passò sul suo corpo, poi entrò, mangiò e bevve; alla fine ordinò: Andate a vedere quella maledetta e seppellitela, perché era figlia di re.” – “Andati per seppellirla, non trovarono altro che il cranio, i piedi e le palme delle mani.” – “Tornati, riferirono il fatto a Ieu, che disse: Si è avverata così la parola che il Signore aveva detta per mezzo del suo servo Elia il Tisbita: Nel campo di Izreèl i cani divoreranno la carne di Gezabele.” – “E il cadavere di Gezabele nella campagna sarà come letame, perché non si possa dire: Questa è Gezabele.“

2 Re, 10:7 – Ieu ordinò che i settanta figli di Acab venissero decapitati. “Quindi posero le loro teste in panieri e le mandarono da lui.“

2 Re, 10:14 – Ieu ordinò la morte della famiglia di Acab, settantadue persone in totale.

2 Re, 10:17 – Secondo il racconto di Dio Ieu si recò a Samaria e sterminò “tutti i superstiti della casa di Acab fino ad annientarla, secondo la parola che il Signore aveva comunicata a Elia.“

2 Re, 10:19-27 – Ieu intrappolò gli adoratori di Baal nel tempio, poi disse alle guardie: “Entrate, uccideteli. Nessuno scappi.“

2 Re, 11:1 – Atalia distrusse la famiglia reale.

2 Re, 14:5 – Amazia fece giustiziare gli ufficiali che uccisero suo padre.

2 Re, 14:3-5 – Dio si arrabbiò con Amazia, anche se egli aveva fatto ciò che era giusto agli occhi del Signore. Le alte cariche non erano ancora state eliminate, e Dio era geloso dei loro sacrifici sull’altare. Così, Egli punì Azaria con la lebbra.

2 Re, 15:16 – Menachem attaccò la città di Tifsach, distruggendola, e “fece sventrare tutte le donne incinte.“

2 Re, 19:35 – Un angelo del signore sterminò centottantacinquemila uomini nei campi assiri.

2 Cronache, 13:17 – Dio diede il controllo degli israeliti ad Abia e Giuda. Cinquecentomila nemici morirono.

2 Cronache, 21:4 – “Ioram prese in possesso il regno di suo padre e quando si fu rafforzato, uccise di spada tutti i suoi fratelli e, con loro, anche alcuni ufficiali di Israele.“

Isaia, 13:15 – Isaia vide una profezia sulle sorti di Babilonia. “Quanti saranno trovati, saranno trafitti, quanti saranno presi, periranno di spada. I loro piccoli saranno sfracellati davanti ai loro occhi;
saranno saccheggiate le loro case, disonorate le loro mogli.“

Isaia, 13:18 – “Con i loro archi abbatteranno i giovani, non avranno pietà dei piccoli appena nati, i loro occhi non avranno pietà dei bambini.“

Isaia, 14:21-23 – “Preparate il massacro dei suoi figli a causa dell’iniquità del loro padre e non sorgano più a conquistare la terra e a riempire il mondo di rovine. Io insorgerò contro di loro – parola del Signore degli eserciti -, sterminerò il nome di Babilonia e il resto, la prole e la stirpe – oracolo del Signore -. Io la ridurrò a dominio dei ricci, a palude stagnante; la scoperò con la scopa della distruzione – oracolo del Signore degli eserciti -.“

Isaia, 49:26 – La punizione di Dio contro coloro che attaccano Israele: “Farò mangiare le loro stesse carni ai tuoi oppressori, si ubriacheranno del proprio sangue come di mosto.“

Geremia, 16:4 – La parola del Signore a proposito dei bambini nati in questa terra: “Moriranno di malattie strazianti, non saranno rimpianti né sepolti, ma saranno come letame sulla terra. Periranno di spada e di fame; i loro cadaveri saranno pasto degli uccelli dell’aria e delle bestie della terra.“

Esdra, 6:12-13 – Il decreto del re Dario stabilì che, qualora qualcuno avesse cambiato il suo editto, “si tolga una trave dalla sua casa, la si rizzi ed egli vi sia impiccato. Poi la sua casa sia ridotta a letamaio.“

Ezechiele, 20:26 – Israele insorse, e la punizione di Dio fu sobria. “Feci sì che si contaminassero nelle loro offerte facendo passare per il fuoco ogni loro primogenito, per atterrirli, perché riconoscessero che io sono il Signore.“

Ezechiele, 23:34 – Dio predispose che le prostitute bevessero una coppa di sdegno e si lacerassero i seni.

Ezechiele, 23:45-47 – Dio punì l’adulterio: “Si farà venire contro di loro una folla ed esse saranno abbandonate alle malversazioni e al saccheggio. La folla le lapiderà e le farà a pezzi con le spade; ne ucciderà i figli e le figlie e darà alle fiamme le case. Eliminerò così un’infamia dalla terra e tutte le donne impareranno a non commettere infamie simili.“

Osea, 13:16 – In seguito alla ribellione di Israele: “si alzerà dal deserto il soffio del Signore e farà inaridire le sue sorgenti, farà seccare le sue fonti, distruggerà il tesoro di tutti i vasi preziosi.“

https://www.uaar.it/ateismo/controinfor ... ta-bibbia/
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Vera Icona.....

Messaggiodi Vieri » 05/02/2018, 10:44

O non hai ancora capito che non sono i miti e le storie contenute che hanno fatto grande la Bibbia ma il messaggio che ne deriva in quasi tutte le pagine della presenza di un Dio amorevole e misericordioso. ( ma non penso che tu ancora non lo abbia capito... :ironico: )


Stai scherzando vero? :risata: :risata:

Posso essere allora sincero ?
Per me non hai capito niente del vero cattolicesimo e se tu fossi andata a messa qualche volta non avresti mai ascoltato queste letture in chiesa.

E' assolutamente inutile che tu faccia l'elenco delle atrocità della Bibbia quando la Commissione Biblica come avevo già citato più e più volte e non voglio ripetermi per non prendere spazio in internet.
Tra l'altro se tu fossi stata attenta tutti i passi della Bibbia (V.T.) che vengono sempre citati portano sempre qualche riferimento al Vangelo....
Puoi allora ben capire che anche se tali passi "truci" siano sempre presenti nella Bibbia dei cattolici non vengono mai menzionati come "parola di Dio"......

http://www.vatican.va/roman_curia/congr ... ne_it.html
si era espressa:
Come interpretare correttamente la Bibbia

La vita della Chiesa si fonda sulla Parola di Dio. Essa viene tramandata nella Sacra Scrittura, ossia negli scritti dell’Antico e del Nuovo Testamento.
Secondo la fede della Chiesa, tutti questi scritti sono ispirati, hanno Dio per autore, il quale si è servito di uomini da lui scelti per la loro stesura. A causa della loro ispirazione divina, i libri biblici comunicano la verità.

Gli Scritti che non provengono da Dio non possono comunicare la Parola di Dio e scritti che non sono veri non possono fondare e animare la vita e la missione della Chiesa. Tuttavia la verità presente nei testi sacri non sempre è facilmente riconoscibile.

Talvolta vi sono, almeno apparentemente, dei contrasti fra ciò che si legge nei racconti biblici e i risultati delle scienze naturali e storiche. Queste sembrano contraddire ciò che affermano gli scritti biblici e metterne in dubbio la verità.
È ovvio che questa situazione coinvolge anche l’ispirazione biblica: se ciò che viene comunicato nella Bibbia non è vero, come può avere Dio per autore?

A partire da questi interrogativi la Pontificia Commissione Biblica si è sforzata di indagare sul rapporto che esiste tra ispirazione e verità e di verificare in quale modo gli stessi scritti biblici trattano questi concetti.
Si deve anzitutto constatare che raramente gli scritti sacri parlano direttamente di ispirazione (cf. 2Tm 3,16; 2Pt 1,20-21), ma mostrano continuamente il rapporto tra i loro autori umani e Dio ed esprimono in tal modo la loro provenienza da Dio e nell’Antico Testamento questo rapporto che lega l’autore umano a Dio e viceversa viene attestato in forme e caratteristiche diverse.

La Commissione Biblica si è soffermata a esaminare alcune difficoltà che sembrano problematiche dal punto di vista storico o etico-sociale.
Per rispondere a questi interrogativi è necessario leggere e comprendere in maniera adeguata i testi che pongono difficoltà, tenendo conto dei risultati delle scienze moderne e al contempo del loro argomento principale, ossia Dio e il suo piano salvifico. Tale approccio mostra come i dubbi che si sollevano contro la verità e la provenienza da Dio possono essere spiegati e superati.

Il contesto dello studio dell’ispirazione e della verità della Bibbia

Nella proclamazione dei brani biblici si afferma sempre che sono «Parola di Dio» (o «Parola del Signore»). Questa affermazione può essere compresa in un duplice senso: innanzitutto come parola che proviene da Dio, ma anche come parola che parla di Dio.

Questi due significati sono intimamente connessi tra loro. Solo Dio conosce Dio; di conseguenza, solo Dio può parlare di Dio in un modo adeguato e affidabile. Perciò soltanto una parola che proviene da Dio può parlare giustamente di Dio.

Buona giornata.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 05/02/2018, 11:06

Posso essere allora sincero ?
Per me non hai capito niente del vero cattolicesimo e se tu fossi andata a messa qualche volta non avresti mai ascoltato queste letture in chiesa.



Di male in peggio. ... mi sembra sentire i geovi quando parlano del vero cristianesimo...., il vero cattolicesimo, ....chi parla del vero cattolicesimo presumo che esiste anche uno falso. :saggio:

Incredibile. ...
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vera Icona » 05/02/2018, 11:32

Sempre per Vieri:

Ma secondo te io non ho letto già tantè argomentazioni sulla questione tipo questo:


http://www.uccronline.it/2012/07/12/i-p ... -laiciste/


Semplicemente non mi convincono.

Ed il tuo modo altezzeso di trattare il tuo interlocutore ancora meno, modo che non fa parte del vero cattolicesimo :ironico:
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Vera Icona....

Messaggiodi Vieri » 05/02/2018, 11:53

Vera Icona ha scritto:
Posso essere allora sincero ?
Per me non hai capito niente del vero cattolicesimo e se tu fossi andata a messa qualche volta non avresti mai ascoltato queste letture in chiesa.


Di male in peggio. ... mi sembra sentire i geovi quando parlano del vero cristianesimo...., il vero cattolicesimo, ....chi parla del vero cattolicesimo presumo che esiste anche uno falso. :saggio:

Incredibile. ...

Se leggi poi questo senza esserne convinta,...cosa posso farci?
L’anti-cristianesimo (o laicismo) non ha mai avuto la forza sufficiente per porsi in modo positivo, con argomenti ragionevoli, per sopravvivere ha sempre dovuto contrapporsi al Cristianesimo in modo reattivo, quasi sempre proponendo falsità per screditare quel che considera il suo “nemico”. Significativa, a questo proposito, la riflessione di un militante laicista: «ci vogliono slogan che puntino a destabilizzare la fede dei credenti, a farla crollare dalle fondamenta».

Uno di questi “slogan” è quello di estrapolare piccoli brani dell’Antico Testamento nel tentativo di mostrare ai più sprovveduti quanto presente sia l’odio, la violenza e la guerra nella mente del Dio ebreo-cristiano: dopo aver copiato&incollato il solito elenco riciclato, solitamente è stato insegnato a concludere con la frase: «Se dovessi convincere qualcuno a diventare ateo gli direi di leggere la Bibbia» (Odifreddi, “Perché Dio non esiste”, Aliberti 2010, pag. 49). Innanzitutto, bisogna premettere che il cattolicesimo non è una cosiddetta “religione del Libro”, ovvero «cuore della fede non è il Nuovo Testamento [tanto meno l’Antico, Nda], del quale la Chiesa nascente ha potuto fare a meno a lungo, aspettando secoli prima di fissare la “lista” ufficiale dei libri, ma è l’Eucarestia» (V. Messori, “Qualche ragione per credere”, Ares 2008, pag. 78). L’essenziale per un cattolico, cioè, è la Persona stessa del Cristo, prima ancora che le sue parole (“Quid est veritas? Est vir qui adest”).

Incredibile è il fatto che tu affermi di considerarti una "cattolica agnostica"... :boh: (continuando a ripeterti che tale termine non dice niente) ma che senza leggere ed informarti bene, anzi volutamente ignorando certe considerazioni, per me non hai ancora le idee ben chiare su cosa significhi essere cattolici .....

Tengo a precisare che una persona credente cattolica non è che debba essere "un mistico" e ragionare sempre per sola fede ma con "fides et ratio".
Come diceva giustamente Gabbiano una volta, "il percorso di fede" è una strada lunga difficile ed accidentata cosparsa anche di dubbi e perplessità ma sempre illuminata dalla presenza di Cristo.

In conclusione la mia opinione e le mie spiegazioni te le ho anche dettagliatamente fornite e concordo su quello che dici che oltre al vero cristianesimo, esista anche quello falso e di quelli che leggono solo criticamente i passi truci della Bibbia senza mai riuscire ad interpretare correttamente il vero messaggio biblico sia di accettare integralmente il Vangelo come principio della propria vita.......

Buona giornata....

PS: Evita poi per favore false lezioni di moralismo e paragoni geovisti che questa è solo una aperta e sincera discussione e anche se mi esprimo direttamente e senza essere "farisiaco" non ce l'ho assolutamente con te ma con il tuo pensiero religioso del quale non sono ancora riuscito a capirci niente.... :ironico:

:addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 07/02/2018, 14:24

Vieri ha scritto:
Vera Icona ha scritto:
Posso essere allora sincero ?
Per me non hai capito niente del vero cattolicesimo e se tu fossi andata a messa qualche volta non avresti mai ascoltato queste letture in chiesa.


Di male in peggio. ... mi sembra sentire i geovi quando parlano del vero cristianesimo...., il vero cattolicesimo, ....chi parla del vero cattolicesimo presumo che esiste anche uno falso. :saggio:

Incredibile. ...

Se leggi poi questo senza esserne convinta,...cosa posso farci?
L’anti-cristianesimo (o laicismo) non ha mai avuto la forza sufficiente per porsi in modo positivo, con argomenti ragionevoli, per sopravvivere ha sempre dovuto contrapporsi al Cristianesimo in modo reattivo, quasi sempre proponendo falsità per screditare quel che considera il suo “nemico”. Significativa, a questo proposito, la riflessione di un militante laicista: «ci vogliono slogan che puntino a destabilizzare la fede dei credenti, a farla crollare dalle fondamenta».

Uno di questi “slogan” è quello di estrapolare piccoli brani dell’Antico Testamento nel tentativo di mostrare ai più sprovveduti quanto presente sia l’odio, la violenza e la guerra nella mente del Dio ebreo-cristiano: dopo aver copiato&incollato il solito elenco riciclato, solitamente è stato insegnato a concludere con la frase: «Se dovessi convincere qualcuno a diventare ateo gli direi di leggere la Bibbia» (Odifreddi, “Perché Dio non esiste”, Aliberti 2010, pag. 49). Innanzitutto, bisogna premettere che il cattolicesimo non è una cosiddetta “religione del Libro”, ovvero «cuore della fede non è il Nuovo Testamento [tanto meno l’Antico, Nda], del quale la Chiesa nascente ha potuto fare a meno a lungo, aspettando secoli prima di fissare la “lista” ufficiale dei libri, ma è l’Eucarestia» (V. Messori, “Qualche ragione per credere”, Ares 2008, pag. 78). L’essenziale per un cattolico, cioè, è la Persona stessa del Cristo, prima ancora che le sue parole (“Quid est veritas? Est vir qui adest”).

Incredibile è il fatto che tu affermi di considerarti una "cattolica agnostica"... :boh: (continuando a ripeterti che tale termine non dice niente) ma che senza leggere ed informarti bene, anzi volutamente ignorando certe considerazioni, per me non hai ancora le idee ben chiare su cosa significhi essere cattolici .....

Tengo a precisare che una persona credente cattolica non è che debba essere "un mistico" e ragionare sempre per sola fede ma con "fides et ratio".
Come diceva giustamente Gabbiano una volta, "il percorso di fede" è una strada lunga difficile ed accidentata cosparsa anche di dubbi e perplessità ma sempre illuminata dalla presenza di Cristo.

In conclusione la mia opinione e le mie spiegazioni te le ho anche dettagliatamente fornite e concordo su quello che dici che oltre al vero cristianesimo, esista anche quello falso e di quelli che leggono solo criticamente i passi truci della Bibbia senza mai riuscire ad interpretare correttamente il vero messaggio biblico sia di accettare integralmente il Vangelo come principio della propria vita.......

Buona giornata....

PS: Evita poi per favore false lezioni di moralismo e paragoni geovisti che questa è solo una aperta e sincera discussione e anche se mi esprimo direttamente e senza essere "farisiaco" non ce l'ho assolutamente con te ma con il tuo pensiero religioso del quale non sono ancora riuscito a capirci niente.... :ironico:

:addio:



Il punto di vista cattolico sull 'ispirazione non è affatto già concluso, informati, e fattene una ragione, ci sono anche cattolici critici che non si apecorano come te su cose che ti fanno comodi e nello stesso momento ti mostri eretico su dogmi come la resurrezione dei dannati , cattolici come me esprimono sani dubbi su questioni assai illogici, solo così la teologia ha potuto svilupparsi fino ad oggi,...negalo se puoi!
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Carissima....

Messaggiodi Vieri » 07/02/2018, 18:59

Il punto di vista cattolico sull 'ispirazione non è affatto già concluso, informati, e fattene una ragione, ci sono anche cattolici critici che non si apecorano come te su cose che ti fanno comodi e nello stesso momento ti mostri eretico su dogmi come la resurrezione dei dannati , cattolici come me esprimono sani dubbi su questioni assai illogici, solo così la teologia ha potuto svilupparsi fino ad oggi,...negalo se puoi!

io non so se dipende dal tuo carattere o dal sottoscritto che non ti sta particolarmente simpatico ma noto sempre un tono di sfida ed accusatorio spesso motivato anche dal fatto di non leggere adeguatamente quanto scrivo prima.

Sarò quindi conciso:
Primo,.... la tua insistenza nell'accusa di comportarmi da eretico ti è già stata abbondantemente spiegata prima essendomi fermato solo alla prima parte del documento ufficiale della Chiesa e se ho preso per vero il primo capitolo sarebbe assurdo che dovessi negare dopo "da eretico" i capitoli successivi.... :ironico: :ironico:

Come poi ti avevo spiegato anche prima, citando anche Gabbiano, la fede cattolica non è solo "fides" ma fides et ratio" e questo spinge il credente se vuole essere tale ad un costante "combattimento" nel porsi degli interrogativi che ovviamente arrivano ogni giorno ma di poterli poi risolvere nel capire meglio la vera interpretazione della Bibbia V.T. e del Vangelo.

Quindi solo gli stolti e gli invasati non hanno dubbi di fede e se noti molti grandi santi del cristianesimo hanno vissuto sempre nella ricerca di queste sicurezze trovandole poi ovviamente nell'amore del Cristo.

In breve tutti, credenti o meno credenti, possiamo avere sempre questo "combattimento interiore di fede" ma un conto e rimettere sempre tutto in discussione ed un conto è cercare di rafforzare sempre la propria fede tramite la soluzione di tali interrogativi.

Il fatto che se tu vai a prendere a destra ed a manca nefandezze bibliche citare nei siti atei spacciandole come verità di fede, va a finire che continui a ragionare come i tdG che devono sempre prendere per verità assolute poiche date da Dio, ma se tu fossi andata a messa tutte le settimane da 65 anni a questa parte avresti anche scoperto che mai dico mai tali passi incriminanti li avresti ascoltati in chiesa insieme ad una delle lettere degli apostoli ed ad un passo del vangelo......ed una ragione ci dovrà pur essere ...Non sono parola di Dio perchè non parlano di Dio come insegnamento divino ma come asservimento di Dio all'uomo per motivi diciamo "propagandistici".

Quindi se esci dal concetto geovista di ritenere tutta la Bibbia parola di Dio cominci poi a capire che esistono anche molti buoni insegnamenti validi ancora oggi.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5304
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 07/02/2018, 20:25

Vieri ha scritto:
Vera Icona ha scritto:Mi stavo giusto chiedendo, ma visto che molti credenti non credono che Adamo ed Eva siano stati davvero esistiti, come fate a credere che sia esisistito la loro discendenza? .....Abele, Caino Seth, Noe, Abramo, Giuseppe... e così via?

Ma hai mai pensato al fatto che sul catechismo della Chiesa Cattolica si parla di Adamo ed Eva come linguaggio per immagini?
Secondo te, se si parte ammettendo un racconto allegorico e per immagini, si possa poi allora continuare in questa "favola istruttiva" a proporre delle verità storiche successive?......

Certamente i fatti e gli avvenimenti sono poi tra loro staccati e ad esempio la storia del diluvio possa risultare ancora una storia leggendaria ed istruttiva magari ripresa ed ingigantita su base di avvenimenti realmente accaduti ma in misura decisamente molto ma molto più modesta ( leggi alluvioni nella zona fra il Tigri e l'Eufrate sicuramente avvenite ed accertate da numerosi carotaggi ).

Il racconto di Abramo potrebbe avere invece qualche risultanza storica ma anche qui niente di certo mentre rimane immutabile la sua valenza dal punto di vista come insegnamento nell'aver fiducia in Dio....
Non esistono testimonianze indipendenti da Genesi dell'esistenza di Abramo[1]: non è quindi possibile attestare la sua storicità. La cronologia interna alla Bibbia colloca Abramo verso il 2000 a.C.[2] La redazione del testo biblico che parla di lui pare essere opera di un redattore sacerdotale, ai tempi dell'esilio babilonese[3]. Nonostante ciò, "non esiste nulla di specifico nelle storie della Genesi che possa essere collegato direttamente a storia conosciuta che riguardi Canaan e dintorni nella prima parte del secondo millennio p.e.v."[4] Come in genere succede per i testi riguardanti i patriarchi, non si tratta di biografie, né di racconti storici nel senso comune del termine, ma di fissazione per iscritto di tradizioni orali, con ridondanze e contraddizioni.

Morale: "grano salis" in tutto ......"fides et ratio"......
:ciao:



Non hai risposto alla mia domanda.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

vieri

Messaggiodi cattivo esempio » 07/02/2018, 20:45

se esci dal concetto geovista di ritenere tutta la Bibbia parola di Dio


tu sai che se una persona del clero sostenesse pubblicamente questa tua tesi

"che non tutta la bibbia è parola si dio"

verrebbe allontanato quale eretico
cattivo esempio
Utente Junior
 
Messaggi: 423
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi Ray » 07/02/2018, 20:58

cattivo esempio ha scritto:
se esci dal concetto geovista di ritenere tutta la Bibbia parola di Dio


tu sai che se una persona del clero sostenesse pubblicamente questa tua tesi

"che non tutta la bibbia è parola si dio"

verrebbe allontanato quale eretico


Questa onestamente è la visione dei sola scriptura
visione protestante, ero anche io convinto che in ambito cattolico fosse regola pensare che
fosse tutto ispirato, ma le cose Cambiano, In molti interventi Poly,ha detto più volte che la chiesa non fonda
la sua fede sulla Bibbia ma anche sulla tradizione.

In pratica i tdg senza bibbia non potrebbero esistere, mente la Chiesa si.
Se vuoi approfondire la cosa vatti a rileggere i post.
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10990
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Vera Icona » 07/02/2018, 21:21

Ray ha scritto:
cattivo esempio ha scritto:
se esci dal concetto geovista di ritenere tutta la Bibbia parola di Dio


tu sai che se una persona del clero sostenesse pubblicamente questa tua tesi

"che non tutta la bibbia è parola si dio"

verrebbe allontanato quale eretico


Questa onestamente è la visione dei sola scriptura
visione protestante, ero anche io convinto che in ambito cattolico fosse regola pensare che
fosse tutto ispirato, ma le cose Cambiano, In molti interventi Poly,ha detto più volte che la chiesa non fonda
la sua fede sulla Bibbia ma anche sulla tradizione.

In pratica i tdg senza bibbia non potrebbero esistere, mente la Chiesa si.
Se vuoi approfondire la cosa vatti a rileggere i post.


Fin oggi non è cambiato molto, diciamo che la visione cattolica dell'ispirazione ha dovuto adeguarsi alla scienza e la logica in generale, spero che prima o poi l'abbandoni del tutto quel concetto. Sarebbe molto più coerente con quel che insegna.

Pero fino allora credo che abbia ragione ce. Io almeno preti nel web non ne ho trovato.chissà perché :boh:
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

PrecedenteProssimo

Torna a Comunicazioni Personali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici