Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Parteciperesti ad una protesta pubblica contro l'ostracismo?

I sondaggi proposti nel forum
Regole del forum
A tutti gli utenti, leggere attentamente:
Solo i moderatori possono inserire il format dei sondaggi. Se volete inserire un sondaggio scrivete ad un moderatore descrivendo la vostra proposta. La moderazione si occuperà di valutarla e di inserirla in questa sezione.
Non inserite thread in questa sezione senza aver preventivamente contattato i moderatori.

se organizzassimo una protesta davanti alla sede del governo a Roma, parteciperesti?

1) No, non mi interessa
47
18%
2) No ho paura
11
4%
3) Non so
55
21%
4) Si, ma solo coprendomi il viso
17
7%
5) Si certamente!
127
49%
 
Voti totali : 257

Messaggiodi Viandante » 24/08/2010, 17:21

Mario70 ha scritto:Dal dizionario: "mancare, venir meno, errare, ingannarsi, sbagliare il bersaglio"
La parola sembra forte ma nel suo significato etimologico significa aver sbagliato, ingannarsi, non posso che condividere queste definizioni per questo caso e lo ripeto parlo per esperienza personale.
La madre apparentemente pensa di fare del bene ai propri figli mentre invece li traumatizza e gli insegna che certi modi di fare violenti possono essere tollerati, resta infelice lei perchè vive con un uomo che non ama e rende infelici i figli per ovvi motivi, anche perchè molto probabilmente o si sceglieranno un uomo che la tratterà nella stessa maniera o diventerà a sua volta violento, per non parlare dei traumi affettivi ed altro, quindi prima di scandalizzarvi riflettete meglio sul caso in questione.
Mario



Ma che mi vieni a raccontare Mario????

Sappiamo bene l'utilizzo nell'accezione comune di tale parola! Tanto + che ha argomentato bene cosa intendeva dire.


Secondo me sei un fallito caro Mario.

Saluti
Reny
Saluti
Viandante



"L'unica rivoluzione possibile è quella interiore..."
Viandante
Utente Senior
 
Messaggi: 1030
Iscritto il: 23/09/2009, 18:40

Messaggiodi Aquarivs » 24/08/2010, 17:21

Ho conosciuto una donna, mia insegnate di psicologia dell'infanzia, che durante il 66 venne incarcerata perché manifestava per il diritto all'aborto. Era già madre di un figlio handicappato e le tolsero il lavoro di ricercatrice e le macchiarono la fedina penale per molto tempo. Quando cercava un modo per recuperare la carriera il mondo lavorativo fatto di imprenditori maschi le chiudeva la porta in faccia. Dovette arrangiarsi come poteva per crescere suo figlio ma non si è mai pentita di quello che aveva fatto. Ci disse una volta: Che lo cresco a fare un figlio in un mondo come questo? Preferisco mille volte metterci in difficoltà per un domani migliore che vivere i giorni da mutilata. Perché sono donna e prima ancora UMANA. E se mi negate i miei diritti non mi sento nè l'una nè l'altra.

Questa parole mi sono rimaste impresse.
Come le si può dare torto?

Prima di sparare a zero su un ragionamento che vi infastidisce perché non pensate a quanto poco teniamo al rispetto di noi stessi, a quanto questo modo di fare ci sta portando al collasso!
So che parecchi Irlandesi quando incontrano noi italiani ci chiedono come mai siamo tranquilli a stare in una nazione disastrata come la nostra, porprio perché non capiscono perché non agiamo, perché ci facciamo fare leggi ad personam, ci facciamo pestare i piedi sul lavoro, ci facciamo pestare dal marito, ci facciamo insultare perché profughi senza fare nulla.

E la risposta la state dando adesso: "E se succede qualcosa poi?"
Aquarivs
 

Messaggiodi Mario70 » 24/08/2010, 17:24

reny2000 ha scritto:
Mario70 ha scritto:Dal dizionario: "mancare, venir meno, errare, ingannarsi, sbagliare il bersaglio"
La parola sembra forte ma nel suo significato etimologico significa aver sbagliato, ingannarsi, non posso che condividere queste definizioni per questo caso e lo ripeto parlo per esperienza personale.
La madre apparentemente pensa di fare del bene ai propri figli mentre invece li traumatizza e gli insegna che certi modi di fare violenti possono essere tollerati, resta infelice lei perchè vive con un uomo che non ama e rende infelici i figli per ovvi motivi, anche perchè molto probabilmente o si sceglieranno un uomo che la tratterà nella stessa maniera o diventerà a sua volta violento, per non parlare dei traumi affettivi ed altro, quindi prima di scandalizzarvi riflettete meglio sul caso in questione.
Mario



Ma che mi vieni a raccontare Mario????

Sappiamo bene l'utilizzo nell'accezione comune di tale parola! Tanto + che ha argomentato bene cosa intendeva dire.


Secondo me sei un fallito caro Mario.

Saluti
Reny


Non raccoglierò la provocazione e mi dispiace che tu non capisca di cosa si sta parlando perchè se scrivi così deve essere solo per questo motivo, ma forse non è colpa tua, beato te che non ci sei passato.
ciao
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5872
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Aquarivs » 24/08/2010, 17:26

reny2000 ha scritto:
Mario70 ha scritto:Dal dizionario: "mancare, venir meno, errare, ingannarsi, sbagliare il bersaglio"
La parola sembra forte ma nel suo significato etimologico significa aver sbagliato, ingannarsi, non posso che condividere queste definizioni per questo caso e lo ripeto parlo per esperienza personale.
La madre apparentemente pensa di fare del bene ai propri figli mentre invece li traumatizza e gli insegna che certi modi di fare violenti possono essere tollerati, resta infelice lei perchè vive con un uomo che non ama e rende infelici i figli per ovvi motivi, anche perchè molto probabilmente o si sceglieranno un uomo che la tratterà nella stessa maniera o diventerà a sua volta violento, per non parlare dei traumi affettivi ed altro, quindi prima di scandalizzarvi riflettete meglio sul caso in questione.
Mario



Ma che mi vieni a raccontare Mario????

Sappiamo bene l'utilizzo nell'accezione comune di tale parola! Tanto + che ha argomentato bene cosa intendeva dire.


Secondo me sei un fallito caro Mario.

Saluti
Reny


Esattamente. Ho argomentato benissimo: Se lo scopo massimo di un genitore è educare al meglio il proprio figlio, se fa quanto detto prima ha fallito come genitore, perché in prima analisi un genitore deve insegnare il rispetto per se stessi e per il prossimo, chiunque egli sia e a qualunque controproposta.
Mi dici tu un figlio cosa impara da un genitore che pur di mantenere il lavoro mette i piedi in faccia ai diritti degli altri suoi simili? Cosa impara vedendo che la madre resta col padre che la picchia solo per crescerli? Mi spieghi cosa insegna una madre che ama solo SE sei un testimone di geova se no sei un morto che cammina?

RAGAZZI FATEVI RISPETTAREEEE!! Ancora questo concetto vi sfugge..

PEr rientrare in tema, tutta questa parentesi ha un luogo comune, impegnarsi attivamente per smantellare una continua violazione dei nostri diritti quali esseri umani.

Detto questo interverrò solo per ulteriori sviluppi. Mi sono spiegato e non voglio creare difficoltà.
Ultima modifica di Aquarivs il 24/08/2010, 17:33, modificato 2 volte in totale.
Aquarivs
 

Messaggiodi Mauro » 24/08/2010, 17:29

kenilchattiero ha scritto:Luca

Prima di postare ti dovresti presentare, detto questo tu non sei battezzato e quindi i problemi derivanti dall'ostracismo non ti toccano personalmente, per quanto riguarda la scelta consapevole al battesimo, vedo che non sai di cosa stai parlando perchè ci sono bambini di 11 anni che si battezzano e non tutti sono consapevoli di tutto quello che comporta essere tdg, inoltre le situazioni cambiano non puoi sapere cosa diverrai tra 10 20 o 30 anni.
Oltre a tutto questo l'ostracismo è anticostituzionale, quindi va combattuto a prescindere.
ciao


Ah, ok allora mi presento:
Ciao a tutti , mi presento sono Luca nato a Pozzuoli (NA) ma vivo in Belgio.

non sono battezzato ma sono stato nei TDG per 15 anni quindi permettimi di corregerti: "so di cosa sto parlando..."

e' vero che capita a volte il battesimo del ragazzino, ma 11 anni e' raro, in genere iniziano sempre dai 16-17 anni (che comunque sono pochi).


nato a Pozzuoli (NA)


Aspita anch'io, si capisce anche dal mio cognome.
Avatar utente
Mauro
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2538
Iscritto il: 16/07/2009, 12:33
Località: Genova

Messaggiodi Viandante » 24/08/2010, 17:35

Mario70 ha scritto:Non raccoglierò la provocazione e mi dispiace che tu non capisca di cosa si sta parlando perchè se non lo capisci deve essere solo per questo motivo, ma forse non è colpa tua, beato te che non ci sei passato.
ciao


Guarda che non è una provocazione volevo dire esattamente quello che tu hai voluto far dire alla parola "fallita" utilizzata in questo forum.

Praticamente dicendo che sei un fallito voglio dire stai sbagliando ti stai ingannando ad argomentare così.

Vedi caro Mario chi modera deve essere attento anche alla sensibilità di chi legge. Tutti siamo bravi in base alle nostre tendenze a ciò che crediamo sia giusto o sbagliato a filtrare o meno degli argomenti.

Saluti
Reny

P.s. non ho mai minimizzato l'argomento dell'ostracismo ma purtroppo CVD (e questo l'ho comunicato ai moderatori) con le offese di Aquarivus si è perso di vista l'obbiettivo del post/sondaggio
Saluti
Viandante



"L'unica rivoluzione possibile è quella interiore..."
Viandante
Utente Senior
 
Messaggi: 1030
Iscritto il: 23/09/2009, 18:40

Messaggiodi sconvolta » 24/08/2010, 17:36

Mario70 ha scritto:Dal dizionario: "mancare, venir meno, errare, ingannarsi, sbagliare il bersaglio"
La parola sembra forte ma nel suo significato etimologico significa aver sbagliato, ingannarsi, non posso che condividere queste definizioni per questo caso e lo ripeto parlo per esperienza personale.
La madre apparentemente pensa di fare del bene ai propri figli mentre invece li traumatizza e gli insegna che certi modi di fare violenti possono essere tollerati, resta infelice lei perchè vive con un uomo che non ama e rende infelici i figli per ovvi motivi, anche perchè molto probabilmente o si sceglieranno un uomo che la tratterà nella stessa maniera o diventerà a sua volta violento, per non parlare dei traumi affettivi ed altro, quindi prima di scandalizzarvi riflettete meglio sul caso in questione.
Mario

:quoto100: Mario sei riuscito a capire quello che c'è dietro le parole di Aquarius;tu dici per esperienza,ti dico anch'io per esperienza e perchè ,essendo vissuta al sud, questo era pane quotidiano;una piaga del sud "il padre padrone e la madre sottomessa a ogni tipo di violenzA",;infatti non mi scandalizzo più di tanto per il modo di esprimersi di Aquarius, perchè essendo siciliano capisco quello che ha visto e vede ogni giorno, e la rabbia che può avere dentro per le ingiustizie che fatemelo dire, al sud si percepiscono in maniera maggiore sotto tanti aspetti. :ciao:
I principi di Brooklyn non possiedono la verità:questa è la causa reale che li ha costretti, e li costringe anche ora,a ritrattare continuamente ciò che hanno proclamato ieri o decine di anni addietro,come verità biblica e divina. (Gunther Pape)
Presentazione
Avatar utente
sconvolta
Utente Senior
 
Messaggi: 1718
Iscritto il: 07/07/2010, 22:50

Messaggiodi Gocciazzurra » 24/08/2010, 17:36

Aquarivs ha scritto:
Una donna che sopporta le angherie del marito per i figli è una fallita, come donna, come madre, e come essere sociale.Un uomo che accetta i commenti razzisti dei suoi colleghi per non perdere il lavoro e nutrire i propri figli è un fallito come uomo, come padre e come essere sociale.

Siamo dei perbenisti egoisti. Quanto ho sottolineato lo trovo anch'io pesantemente offensivo.

Io trovo offensivo che sia addirittura una donna a dirlo..

Trovi offensivo che una donna TENTI di SPIEGARE i motivi per cui non è riuscita a liberarsi dalla violenza domestica??

è così.. ci mascheriamo dietro alle convenzienze. Cosa impara tuo figlio dalla tua sottomissione alle violenze di tuo marito? Non mi dire che impara meglio che se te lo crescessi da sola! E' assurdo.

Certo che è assurdo! Ma il non riuscire a comprendere come una donna plagiata non sia in grado di trovare altri sbocchi! Se il figlio ha un briciolo di cervello e di cuore capirà e gli servirà di lezione per trattare le donne dovutamente.

Sicuramente ci sono 300motivi per cui una donna può accettare il proprio stasu ma qui stiamo parlando di diritti umani inalienabili. E' inutile che parate scuse. NON ESISTONO MOTIVAZIONI PER FARCI TRATTARE e TRATTARE come le bestie!

Parare scuse?? E' urlare il proprio dolore e la propria impotenza a venirne fuori!
Per l'altro esempio è troppo facile fare l'idealista "sulla carta". Che ne sappiamo se, pur con tutti gli ideali più nobili, nel corso della vita dovessimo vivere situazioni in cui ci ritrovassimo nostro malgrado a dover violentare noi stessi per scendere ad un compromesso ancora più nobile dei nostri ideali?

Se ti conosci bene sai perfettamente cosa faresti. Certo. nuove situazioni ci mettono in condizioni diverse ma un idealista rimane un idealista a prescindere dalle situazioni altrimenti sai quanti sono morti davanti ai loro principi avrebbero girato i tacchi e scappato davanti alla fine???

E tu, io, noi, che ne sappiamo che ci riserva il futuro?

Cmq direi che siamo abbondantemente andati OT per cui rientriamo in tema che è meglio
Immagine

Le estati volano sempre… gli inverni camminano! (Charles Schulz)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5552
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

SI,PERSONALMENTE PARTECIPEREI.....

Messaggiodi Dingus JJ » 24/08/2010, 17:37

....e così ho votato. Sono convinto che ogni tentativo di portare alla luce il mondo sommerso e i retroscena dei testimoni di geova non sia inutile,MAI.
Sono anzi certo,che col tempo e con gli strumenti adeguati,la pubblica denuncia possa essere la cassa di risonanza di un riuscito ma circoscritto cammino d' informazione cominciato mirabilmente da questo forum.
CHIAMIAMO CINICO CHI NON CONDIVIDE LE NOSTRE ILLUSIONI.
IL CINICO E' COLUI CHE CONOSCE IL PREZZO DI TUTTE LE COSE MA IL VALORE DI NESSUNA.
LA VERITA STA SPESSO NEL MEZZO, MA MAI NELLE SALE DEL REGNO!

Le origini del Dingus
Avatar utente
Dingus JJ
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3612
Iscritto il: 07/02/2010, 17:02

Messaggiodi Lucio » 24/08/2010, 17:40

Aquarivs ha scritto:Questo discorso è impertinente. Non è sulla stessa scia dell'argomento. Non tradisci alcun ideale sociale lasciando che viva tuo figlio piuttosto che tu. Anzi è il contrario.
Ma gia che introduci l'argomento, sai quante donne sono state incarcerate mentre manifestavano per la pillola o per l'aborto? Sai quante sono state licenziate perché non esisteva una legge sulla maternità? Sai quante sono state licenziate perché scioperanti? Non hanno tolto la pagnotta ai loro figli? Ma se non lo facevano loro OGGI TU COSA AVRESTI???

Vi cullate sulle fatiche e le rinunce degli altri che vi hanno preceduto. Ecco a cosa mi riferivo parlando di vergogna.


Io non mi cullo su niente. Mi sono fatto il culo quadro finora, ho discusso quando c'era da discutere, ho preso le mie decisioni. Ma non sopporto un pischello di 27 anni che arriva brandendo esperienze che non ha, ideali che ha letto sui libri e tirando in ballo casi che sarà il futuro a dimostrare se è veramente così idealista. Tu di te di quello che vuoi, che sei bravo, che sei genio, psicologo (ossignur... speriamo non abbia pazienti tuoi) eccetera ma lascia stare i giudizi di merito nei confronti di terzi.
Se questo discorso me lo facesse un uomo di 70-80 anni lo ascolterei pendendo dalle sue labbra, se la sua vita avesse dimostrato che si è comportato come i suoi ideali indicavano. Ma per ora per me sei solo "chiacchiere e distintivo" per citare il mitico film Gli Intoccabili.

E non tirare in ballo "l'Italia è un paese di merda", tanto cara ai nostri detrattori. Non stiamo parlando di politica qui per fortuna. Anche io lavoro con l'estero e ho amici che si sono trasferiti per cui è imbarazzante dire che sono italiani. Ma la violenza domestica non è solo made in italy, anzi se proprio vogliamo vantarci nei paesi dell'est e ben radicata purtroppo.

Non giriamoci attorno sul significato delle parole: tutti abbiamo inteso fallito in quel senso, certamente più forte della definizione asettica del dizionario e in certi termini offensivo.
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1744
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi Lucio » 24/08/2010, 17:44

kenilchattiero ha scritto:
Ah, ok allora mi presento:
Ciao a tutti , mi presento sono Luca nato a Pozzuoli (NA) ma vivo in Belgio.

non sono battezzato ma sono stato nei TDG per 15 anni quindi permettimi di corregerti: "so di cosa sto parlando..."

e' vero che capita a volte il battesimo del ragazzino, ma 11 anni e' raro, in genere iniziano sempre dai 16-17 anni (che comunque sono pochi).


Permettimi tu di correggerti: non sai di cosa stai parlando se non teoricamente perchè se non sei stato battezzato non sei soggetto all'ostracismo. Se sei stato proclamatore non battezzato ci sono alcune limitazioni che i familiari devono valutare e sicuramente conoscerai per esperienza espulsi e come vanno trattati ma TU sei tranquillamente ammesso a pranzi, cene, feste, adunanze, discorsi ecc. e godi di saluti, baci abbracci e inviti. Questo non è ostracismo.

Ps: Credo che per la presentazione dovresti spostare il post nella sezione adatta.
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1744
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi Mauro » 24/08/2010, 17:46

Lucio ha scritto:
Aquarivs ha scritto:Questo discorso è impertinente. Non è sulla stessa scia dell'argomento. Non tradisci alcun ideale sociale lasciando che viva tuo figlio piuttosto che tu. Anzi è il contrario.
Ma gia che introduci l'argomento, sai quante donne sono state incarcerate mentre manifestavano per la pillola o per l'aborto? Sai quante sono state licenziate perché non esisteva una legge sulla maternità? Sai quante sono state licenziate perché scioperanti? Non hanno tolto la pagnotta ai loro figli? Ma se non lo facevano loro OGGI TU COSA AVRESTI???

Vi cullate sulle fatiche e le rinunce degli altri che vi hanno preceduto. Ecco a cosa mi riferivo parlando di vergogna.


Io non mi cullo su niente. Mi sono fatto il culo quadro finora, ho discusso quando c'era da discutere, ho preso le mie decisioni. Ma non sopporto un pischello di 27 anni che arriva brandendo esperienze che non ha, ideali che ha letto sui libri e tirando in ballo casi che sarà il futuro a dimostrare se è veramente così idealista. Tu di te di quello che vuoi, che sei bravo, che sei genio, psicologo (ossignur... speriamo non abbia pazienti tuoi) eccetera ma lascia stare i giudizi di merito nei confronti di terzi.
Se questo discorso me lo facesse un uomo di 70-80 anni lo ascolterei pendendo dalle sue labbra, se la sua vita avesse dimostrato che si è comportato come i suoi ideali indicavano. Ma per ora per me sei solo "chiacchiere e distintivo" per citare il mitico film Gli Intoccabili.

E non tirare in ballo "l'Italia è un paese di merda", tanto cara ai nostri detrattori. Non stiamo parlando di politica qui per fortuna. Anche io lavoro con l'estero e ho amici che si sono trasferiti per cui è imbarazzante dire che sono italiani. Ma la violenza domestica non è solo made in italy, anzi se proprio vogliamo vantarci nei paesi dell'est e ben radicata purtroppo.

Non giriamoci attorno sul significato delle parole: tutti abbiamo inteso fallito in quel senso, certamente più forte della definizione asettica del dizionario e in certi termini offensivo.


(ossignur... speriamo non abbia pazienti tuoi)


Qui ti sbagli perchè lo psicologo non è un dottore, quindi è meglio chiamarli clienti, una piccola precisazione.

:strettamano:
Avatar utente
Mauro
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2538
Iscritto il: 16/07/2009, 12:33
Località: Genova

Messaggiodi Aquarivs » 24/08/2010, 17:50

Lucio ha scritto:
Aquarivs ha scritto:Questo discorso è impertinente. Non è sulla stessa scia dell'argomento. Non tradisci alcun ideale sociale lasciando che viva tuo figlio piuttosto che tu. Anzi è il contrario.
Ma gia che introduci l'argomento, sai quante donne sono state incarcerate mentre manifestavano per la pillola o per l'aborto? Sai quante sono state licenziate perché non esisteva una legge sulla maternità? Sai quante sono state licenziate perché scioperanti? Non hanno tolto la pagnotta ai loro figli? Ma se non lo facevano loro OGGI TU COSA AVRESTI???

Vi cullate sulle fatiche e le rinunce degli altri che vi hanno preceduto. Ecco a cosa mi riferivo parlando di vergogna.


Io non mi cullo su niente. Mi sono fatto il culo quadro finora, ho discusso quando c'era da discutere, ho preso le mie decisioni. Ma non sopporto un pischello di 27 anni che arriva brandendo esperienze che non ha, ideali che ha letto sui libri e tirando in ballo casi che sarà il futuro a dimostrare se è veramente così idealista. Tu di te di quello che vuoi, che sei bravo, che sei genio, psicologo (ossignur... speriamo non abbia pazienti tuoi) eccetera ma lascia stare i giudizi di merito nei confronti di terzi.
Se questo discorso me lo facesse un uomo di 70-80 anni lo ascolterei pendendo dalle sue labbra, se la sua vita avesse dimostrato che si è comportato come i suoi ideali indicavano. Ma per ora per me sei solo "chiacchiere e distintivo" per citare il mitico film Gli Intoccabili.

E non tirare in ballo "l'Italia è un paese di merda", tanto cara ai nostri detrattori. Non stiamo parlando di politica qui per fortuna. Anche io lavoro con l'estero e ho amici che si sono trasferiti per cui è imbarazzante dire che sono italiani. Ma la violenza domestica non è solo made in italy, anzi se proprio vogliamo vantarci nei paesi dell'est e ben radicata purtroppo.

Non giriamoci attorno sul significato delle parole: tutti abbiamo inteso fallito in quel senso, certamente più forte della definizione asettica del dizionario e in certi termini offensivo.

:risata: rido per il pischello..

Vedi io non ho riferito alcun commento a nessuno. Io ho parlato in termini generali. Ho sostenuto una teoria che non è solo mia: I diritti umani non vanno calpestati in nessun caso. E nel caso di una madre maltrattata che ivi resta per i figli, ho usato il termine giusto. L'ho anche spiegato con l'esempio di una mia conoscente.
Al contrario vedo che i tuoi e di qualcun'altro, commenti sono diverse volte scesi sul personale, ma non ci fa nulla. E' comprensibile. Parliamo di un tema molto forte.
Però non sentirti molto a posto con la coscienza. Io non ho fatto alcun riferimento a te come persona ma a episodi sociali che si verificano continuamente e dei quali ho un'idea specifica.
Per quanto concerne la mia esperienza, i miei ideali me li sono costruiti da me senza libri. Soprattutto perché altrimenti i molti libri wts che ho dovuto studiare, mi avrebbero reso d'altro parere. Ho imparato da solo, con la mia vita di figlio con una madre single ed un padre drogato, con una vita a metà tra la wts e il mondo, con una vita fatta di scelte, mollare il lavoro perché sfruttato, non messo in regola, ho perso il lavoro una volta appositamente per aver difeso un'altra persona. Ho ricevuto insulti da tdg e non da gente che crede che il lavoro sia tutto, quando a fine giornata i soldi non ti dicono ti voglio bene e ti fanno una carezza. Sai niente della mia vita come io della tua. Difatti me ne tengo ben lontano da commentarla. Gradirei che tu facessi lo stesso.

Piccolo esempio tanto per farti capire chi sono: Negli ultimi giorni del mio ultimo tribolato lavoro in cui io e una mia collega eravamo stati sfruttati e derubati, io sono stato rabbonito per paura che andassi all'ispettorato del lavoro(cosa che ho fatto e per la quale sono stato menato a botte dal mio capo) con dei compensi che non erano miei ma della mia collega che era scappata tempo prima. Io ti confesso che non prendevo lo stipendio (di soli 300euro ma non ho modo di fare altro perché il praticantato nun lo pagano e il tempo ci vuole)da molto tempo ed avevo dispensa vuota ed un chowchow che conta più della mia vita senza crocchette.
Secondo te io come mi sono sentito per tutto il tragitto da lavoro fino a casa? E io secondo te sono riuscito a tenermi i soldi che non erano miei? Io che ogni volta che tornavo a casa con la mia collega era una disperazione per le condizioni in cui versiamo? Voi a volte la realtà nostra del sud nemmeno riuscite ad immaginarla.
Alla fine le sono spuntato a casa e le ho dato quei soldi con le lacrime agli occhi perché sapevo cosa voleva dire togliere 150euro da uno stipendio di 300 per uno che vive da solo come me.
Sì ho fatto qualcosa di sbagliato a me e al mio cane. Ma ho fatto qualcosa che era giusto. Non ci ho riempito la pancia ma se lo avessi usato per farlo, avrei vomitato tutto per il senso di ingiustizia.
Ultima modifica di Aquarivs il 24/08/2010, 17:58, modificato 1 volta in totale.
Aquarivs
 

Messaggiodi Achille » 24/08/2010, 17:55

Se la discussione prosegue su questi toni verrà chiusa.

Invito tutti gli utenti a postare mostrando il debito rispetto verso gli altri partecipanti:

. Comportamento nei confronti degli altri utenti e dei Moderatori :
a) non sono ammessi messaggi dai toni insolenti e provocatori, attacchi personali, insulti e/o liti fra gli utenti. Una regola fondamentale a cui fare riferimento è la seguente: "Qui si discutono le idee e non le persone". Il commento "ad personam" viene tollerato finché non minacci di infiammare la discussione e/o di portarla fuori strada. Un criterio valido per stabilire che cosa sia accuratamente da evitare nei propri messaggi è: “Qualunque cosa possa creare nell’altro un risentimento di tipo personale. Nel dubbio astenersi”. I Moderatori potranno intervenire in qualsiasi momento e rimuovere i messaggi di chiunque contravvenga a questa regola, senza dovere ulteriori spiegazioni a nessuno. I Moderatori chiuderanno tutte quelle discussioni in cui si viola tale regola comportamentale ed in casi estremi potranno ricorrere alla sospensione temporanea o definitiva (“banning”) dei responsabili. Si ricorda inoltre che chi risponde agli interventi provocatori è da ritenere altrettanto responsabile per l'eventuale interruzione della discussione.

Primo ed ultimo avvertimento.
Ancora un messaggio che provochi flame e/o polemiche e applicheremo il suddetto articolo del regolamento.

Achille/admin
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13111
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mario70 » 24/08/2010, 18:07

reny2000 ha scritto:
Mario70 ha scritto:Non raccoglierò la provocazione e mi dispiace che tu non capisca di cosa si sta parlando perchè se non lo capisci deve essere solo per questo motivo, ma forse non è colpa tua, beato te che non ci sei passato.
ciao


Guarda che non è una provocazione volevo dire esattamente quello che tu hai voluto far dire alla parola "fallita" utilizzata in questo forum.

Praticamente dicendo che sei un fallito voglio dire stai sbagliando ti stai ingannando ad argomentare così.

Vedi caro Mario chi modera deve essere attento anche alla sensibilità di chi legge. Tutti siamo bravi in base alle nostre tendenze a ciò che crediamo sia giusto o sbagliato a filtrare o meno degli argomenti.

Saluti
Reny

P.s. non ho mai minimizzato l'argomento dell'ostracismo ma purtroppo CVD (e questo l'ho comunicato ai moderatori) con le offese di Aquarivus si è perso di vista l'obbiettivo del post/sondaggio


E tu credi che io non abbia capito dove volevi arrivare? Certe cose sono troppo importanti per annacquarle con eufemismi, io credo che il male che una madre genera a se stessa e ai suoi figli sopportando violenze fisiche e psicologiche da parte del marito, sia grande e da combattere, e le singole parole come fallita e altre rendono bene l'idea di questa situazione.
Raccolgo anche il discorso del plagio fatto da gocciazzurra, ma come combatto l'ostracismo verso gli ex combatto anche queste altre forme di violenza fisica e psicologica, chissà se una persona che si trovasse in questa situazione non si svegli e cominci a cambiare rotta pensando sul serio al suo bene e a quello dei suoi figli e se il dirle "fallita" può servire a questo scopo ben venga.
Come vedi non c'entra nulla il discorso della sensibilità perchè in questo caso è proprio la paura di offendere la sensibilità di queste madri che crea danni.
Con questo concludo anche io l'argomento in questione.
Ciao
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5872
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Angelo 35 » 24/08/2010, 18:08

ciao a tutti !!!
ho votato un...non sò
penso che manifestare davanti alla sede wt non serva a gran chè...
sarebbe meglio essere ospiti di una trasmissione tv e testimoniare la situazione in tv

:ciao:
Per la nostra guarigione ci ha parlato mediante le sue stesse sofferenze e ha preferito nascondersi nel silenzio per un pò di tempo e lasciarci in mezzo ad un mare di apostasia e di verità parzialmente comprese affinchè dà parte nostra non smettiamo mai di cercare e ricercarlo affinchè siamo sufficentemente pronti quando ritorna.
Avatar utente
Angelo 35
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 26/09/2009, 13:12
Località: Monza

Messaggiodi Mario70 » 24/08/2010, 18:09

Angelo 35 ha scritto:ciao a tutti !!!
ho votato un...non sò
penso che manifestare davanti alla sede wt non serva a gran chè...
sarebbe meglio essere ospiti di una trasmissione tv e testimoniare la situazione in tv

:ciao:

:risatina:
Guarda che la sede è del governo non della WT, anche perchè se la facessimo li, non ci si filerebbe nessuno!
ciao e leggi meglio.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5872
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Gocciazzurra » 24/08/2010, 18:22

Mario70 ha scritto: [...] chissà se una persona che si trovasse in questa situazione non si svegli e cominci a cambiare rotta pensando sul serio al suo bene e a quello dei suoi figli e se il dirle "fallita" può servire a questo scopo ben venga.

Un ultimo appunto e finisco anch'io qui.
Non pensi Mario che se anzichè fallita le si dicesse "come posso aiutarti" si potrebbe raggiungere meglio lo scopo senza farla sentire ulteriormente umiliata?
Immagine

Le estati volano sempre… gli inverni camminano! (Charles Schulz)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5552
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi ..Anna.. » 24/08/2010, 18:27

Aquarivs ha scritto:
Esattamente. Ho argomentato benissimo: Se lo scopo massimo di un genitore è educare al meglio il proprio figlio,


Il primo scopo e il massimo scopo di un genitore è CRESCERE il proprio figlio.

Tu che non sei una donna, non puoi sapere cosa si prova nel dover sopportare umiliazioni, offese e botte.

Tu che non sei una donna non puoi sapere cosa si prova nell'avere il terrore che se provi a sfuggire alla situazione di cui sopra rischi che la persona che hai accanto ti faccia addirittura la pelle. Ed è una cosa che se apri un giornale leggi, se non tutti i giorni, quasi.
Tant'è che ogni volta l'omicida è uno che non ha accettato la separazione.

Tu che non sei una donna non puoi sapere come ci si sente soli in situazioni di questo tipo, perchè sono tutti prodighi di consigli ma nel concreto non ti aiuta NESSUNO.

Tu che, oltre a non essere una donna, non sei neanche un genitore, non puoi sapere a quali e quanti compromessi si è disposti a scendere per amore dei figli.

Quando avrai sperimentato tutto quanto e sarai rimasto fermo nei tuoi propositi, senza accettare neanche un piccolo compromesso, nel lavoro, in amore, in famiglia, a scuola, e finanche al supermercato, allora potrai dire IO BLA BLA BLA. Senza comunque generalizzare sul fatto che tutti dovrebbero fare come te. Perchè tu sei tu e gli altri agiscono ognuno rispettando i propri tempi e i propri modi.

Prima di sparare quelle affermazioni e di usare la parola fallimento come hai fatto dovresti riflettere un po' di più.

E' facile sentenziare sulla pelle degli altri.


impegnarsi attivamente per smantellare una continua violazione dei nostri diritti quali esseri umani.


Utopia.

Niente altro che utopia.
..Anna..
 

Messaggiodi Mario70 » 24/08/2010, 18:40

Gocciazzurra ha scritto:
Mario70 ha scritto: [...] chissà se una persona che si trovasse in questa situazione non si svegli e cominci a cambiare rotta pensando sul serio al suo bene e a quello dei suoi figli e se il dirle "fallita" può servire a questo scopo ben venga.

Un ultimo appunto e finisco anch'io qui.
Non pensi Mario che se anzichè fallita le si dicesse "come posso aiutarti" si potrebbe raggiungere meglio lo scopo senza farla sentire ulteriormente umiliata?


Ti ho risposto in privato.
ciao
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5872
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Aquarivs » 24/08/2010, 18:41

impegnarsi attivamente per smantellare una continua violazione dei nostri diritti quali esseri umani.

Utopia.

Niente altro che utopia.


immagino quindi che tu sarai una di quelle che no manifesterà.. nè in questo nè in altro..
non sono donna ma sono cresciuto con una madre single. quello che ha passato lei l'ho passato io.
tra l'altro non sono d'accordo che chi sia fuori dal principio non possa aderirvi e spalleggiarlo.
Non ci vuole l'arca di scienza per comprendere che violato un diritto e come violarne un altro.
Chi ha subito la persecuzione ebraica ha bisogno del disegnino per capire la persecuzione fatta ai neri? Ai testimoni ai tempi di Hitler?
Una donna malmenata dal marito ha bisogno del disegnino per comprendere come sta una figlia menata dal padre?
Una ragazzina abusata dallo zio ha bisogno del disegnino per comprendere come sta una donna adulta violentata in un vicolo?

Non occorrono esperienze dirette se siamo persone dalla mente aperta. Se siamo disposti a metterci nei panni altrui e a comprendere come i drammi e gli orrori degli altri non siano poi così lontani dai nostri. Il diritto è uguale per tutti. La violazione lo è di conseguenza.

Nonostante ciò qui parliamo di violazione di diritti fondamentali nello specifico l'ostracismo che, come tutti gli esempi che abbiamo sviscerato, NON DEVONO ESSERE GIUSTIFICATI in alcun modo.
Aquarivs
 

Messaggiodi mackenzie » 24/08/2010, 18:42

Lucio ha scritto:Io non mi cullo su niente. Mi sono fatto il culo quadro finora, ho discusso quando c'era da discutere, ho preso le mie decisioni. Ma non sopporto un pischello di 27 anni che arriva brandendo esperienze che non ha, ideali che ha letto sui libri e tirando in ballo casi che sarà il futuro a dimostrare se è veramente così idealista. Tu di te di quello che vuoi, che sei bravo, che sei genio, psicologo (ossignur... speriamo non abbia pazienti tuoi) eccetera ma lascia stare i giudizi di merito nei confronti di terzi.


E certo, e tu che sei adulto, ritieni che ad insegnare il rispetto ad un pischello di 27 anni si faccia così? Mah... :test:

Io parteciperei a volto scoperto... così sarebbe la volta buona che mi sbattono fuori... in realtà ancora non so perchè evito di mandare la lettera di dimissioni... ah sì, è per cercare di poter agganciare qualcuno, qualche amico TDG, e fargli capire la ragione circa questa religione. Ma ho sempre meno voglia di evitare certe stiuazioni così tanto per non subire definitivamente l'ostracismo che cmq già subisco come inattiva e figlia di due apostati.

Comunque scendere in piazza per dei diritti che abbia l'attenzione dei media o meno è sempre una buona idea... magari la prima volta nessuno ci segue, ma la seconda, la terza... insomma chi ha protestato prima di noi a costo di botte, fatica, pregiudizi, ripercussioni varie e per varie ragioni, ha ottenuto dei diritti per noi, donne in primis, mi sembra giusto provare a fare altrettanto... ognuno a modo suo... non pensate che sarebbe ad effetto vedere delle persone a volte coperto per evitare l'ostracismo dei famigliari? In video persone a volto coperto perchè poi la famiglia li ostracizza? Avrebbero un impatto forte... più di quelli a volto scoperto forse...
Trovo anch'io che spesso per paura delle conseguenze non si partecipi a lotte che farebbero star meglio tutti... ma facciamo parte di una società perbenista, per lo più, tocca farsene una ragione... ahimè!

Un ciao al forum e ad Achille... passavo di qui...

Mac
Avatar utente
mackenzie
Nuovo Utente
 
Messaggi: 262
Iscritto il: 17/07/2009, 9:24

Messaggiodi Lucio » 24/08/2010, 18:44

Raccogliendo l'invito di Achille qui termina la mia partecipazione a questo post per evitare altre accese polemiche. Quello che dovevo dire sull'argomento in oggetto l'ho già espresso.
Buona serata a tutti
lu
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1744
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi ..Anna.. » 24/08/2010, 18:48

mackenzie ha scritto: non pensate che sarebbe ad effetto vedere delle persone a volte coperto per evitare l'ostracismo dei famigliari? In video persone a volto coperto perchè poi la famiglia li ostracizza? Avrebbero un impatto forte... più di quelli a volto scoperto forse...


Penso che si passerebbero dei guai. Temo che sia illegale

Che io sappia non si può fare a volto coperto.
..Anna..
 

Messaggiodi ..Anna.. » 24/08/2010, 18:53

Aquarivs ha scritto:
immagino quindi che tu sarai una di quelle che no manifesterà.. nè in questo


La mia risposta è stata non so.

Io non mi muovo mai se non sono sicura di star facendo la cosa giusta. E non prima di aver valutato tutti i pro e i contro.

In questo caso, al momento, vedo più contro che pro.

nè in altro..


Sbagliato. Il sociale è il mio pane quotidiano.
..Anna..
 

Messaggiodi Viandante » 24/08/2010, 18:55

..Anna.. ha scritto:
mackenzie ha scritto: non pensate che sarebbe ad effetto vedere delle persone a volte coperto per evitare l'ostracismo dei famigliari? In video persone a volto coperto perchè poi la famiglia li ostracizza? Avrebbero un impatto forte... più di quelli a volto scoperto forse...


Penso che si passerebbero dei guai. Temo che sia illegale

Che io sappia non si può fare a volto coperto.



Come manifestazione di piazza è illegale a volto coperto. In televisione è diverso è fattibile e non illegale, vedi i tanti servizi di strisci, le iene e così via. Devi solo trovare l'emittente che perori la tua causa.

Saluti
Reny
Saluti
Viandante



"L'unica rivoluzione possibile è quella interiore..."
Viandante
Utente Senior
 
Messaggi: 1030
Iscritto il: 23/09/2009, 18:40

Messaggiodi Mario70 » 24/08/2010, 18:58

reny2000 ha scritto:
..Anna.. ha scritto:
mackenzie ha scritto: non pensate che sarebbe ad effetto vedere delle persone a volte coperto per evitare l'ostracismo dei famigliari? In video persone a volto coperto perchè poi la famiglia li ostracizza? Avrebbero un impatto forte... più di quelli a volto scoperto forse...


Penso che si passerebbero dei guai. Temo che sia illegale

Che io sappia non si può fare a volto coperto.



Come manifestazione di piazza è illegale a volto coperto. In televisione è diverso è fattibile e non illegale, vedi i tanti servizi di strisci, le iene e così via. Devi solo trovare l'emittente che perori la tua causa.

Saluti
Reny

Ma perchè ci dobbiamo coprire il volto?
Come ho scritto sopra potremmo benissimo mettere cappello occhiali da sole e sciarpa, sfido chiunque a riconoscerci e non è illegale.
ciao
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5872
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Aquarivs » 24/08/2010, 19:05

Credo intendesse come messaggio.. sarebbe uno shock per il paese
Aquarivs
 

Messaggiodi ..Anna.. » 24/08/2010, 19:08

Mario70 ha scritto:Ma perchè ci dobbiamo coprire il volto?
Come ho scritto sopra potremmo benissimo mettere cappello occhiali da sole e sciarpa, sfido chiunque a riconoscerci e non è illegale.
ciao


E rimangono visibili solo gli zigomi e il naso?

E si può fare? A me sembra volto coperto comunque. Però se si può fare, chi ha problemi ad essere riconosciuto può andare così. Bisogna informarsi bene prima...
..Anna..
 

Re

Messaggiodi Trottola31 » 24/08/2010, 19:10

la gente si domanderebbe: se questi arrivano addirittura a coprirsi per partecipare a questa protesta, l'ostracismo che subiscono deve essere veramente serio...


Anche qui non posso non essere d’accordo con Mario, ed il coprirsi è moralmente giustificato, ma vi è un problema, che nelle manifestazioni pubbliche e non, è vietato coprirsi il volto, insomma, ciò che servirebbe per la propria protezione risulterebbe poi controproducente , in quanto tale manifestazione e con la conseguenza identificazione personale dalle forze dell’ordine farebbero trovare queste persone molto peggio.
Quindi a mio modestissimo parere per costoro è preclusa ogni manifestazione, possono optare per altre forme che ben conosciamo.
Ciao
Franco


Io non avrei problemi a farmi vedere, anche perchè con quel mondo ho definitivamente chiuso, anche se alcuni provano ancora per strada a salutarmi e ad incoraggiarmi a tornare....io dei loro saluti non me ne faccio assolutamente nulla.....inoltre sono d'accordo con Mario, in fondo se ci si pensa cosa fanno quelli di Anonimous? Protestano coperti contro Scientology.....e quindi non sono tanto d'accordo con Franco.....in fondo è una protesta pacifica, non si sta parlando di integralismo di altre religioni mooolto piu pericolose dei testimoni di geova.....
Avatar utente
Trottola31
Nuovo Utente
 
Messaggi: 224
Iscritto il: 13/09/2009, 13:36

PrecedenteProssimo

Torna a Sondaggi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici