Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Ciao, sono nuovo mi presento, sono un proclamatore non battezzato

Per dare la possibilità ai nuovi postatori di conoscerci e di farsi conoscere.

Moderatore: Cogitabonda

Messaggiodi nello80 » 26/07/2014, 8:35

Achille Lorenzi ha scritto:
alexandro ha scritto:Ti dico che se non fossi stato omosessuale, mi sarei battezzato da almeno 3 anni...sì io onestamente credo che sia l'unica religione coerente tra quello che dice e quello che fa, nonostante le imperfezioni...ma vivere in questa situazione è molto penoso, specialmente per il fatto che gli altri relegano l 'omosessualità a semplici atti omosessuali, come se u omosessuale lo fossi solo se commetti atti, quando purtroppo ancora non si è capito che uno è omosessuale a PRESCINDERE dalla propria condotta sessuale...uno è eterosessuale anche se rimane casto e illibato tutta la vita, solo che per gli eterosessuali lo si dà per scontato, per gli omosessuali no, dato che viene considerato uno "stile di vita"
E quindi il fatto che i TdG in genere abbiano questa concezione profondamente sbagliata della condizione omosessuale non dovrebbe farti riflettere anche in merito al fatto che loro pretendono di avere la verità assoluta, di essere gli unici portavoce della volontà divina?

Gesù come ti avrebbe trattato?
Come una persona che ha scelto di essere quello che sei?
Ti avrebbe messo insieme ai ladri, agli assassini ai corrotti, cioè a persone che sono diventate quello che sono in seguito ai loro comportamenti?
O ti avrebbe chiesto di diventare eterosessuale, come si legge in qualche pubblicazione della WTS?

Achille


Non penso che i tdg siano l'unica religione a pensarla più o meno così!
Vedi per esempio cosa dice la il catechismo della CC:

CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA
PARTE TERZA
LA VITA IN CRISTO

Castità e omosessualità 2357 L'omosessualità designa le relazioni tra uomini o donne che provano un'attrattiva sessuale, esclusiva o predominante, verso persone del medesimo sesso. Si manifesta in forme molto varie lungo i secoli e nelle differenti culture. La sua genesi psichica rimane in gran parte inspiegabile. Appoggiandosi sulla Sacra Scrittura, che presenta le relazioni omosessuali come gravi depravazioni, 238 la Tradizione ha sempre dichiarato che « gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati ». 239 Sono contrari alla legge naturale. Precludono all'atto sessuale il dono della vita. Non sono il frutto di una vera complementarità affettiva e sessuale. In nessun caso possono essere approvati.2358 Un numero non trascurabile di uomini e di donne presenta tendenze omosessuali profondamente radicate. Questa inclinazione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Tali persone sono chiamate a realizzare la volontà di Dio nella loro vita, e, se sono cristiane, a unire al sacrificio della croce del Signore le difficoltà che possono incontrare in conseguenza della loro condizione.2359 Le persone omosessuali sono chiamate alla castità. Attraverso le virtù della padronanza di sé, educatrici della libertà interiore, mediante il sostegno, talvolta, di un'amicizia disinteressata, con la preghiera e la grazia sacramentale, possono e devono, gradatamente e risolutamente, avvicinarsi alla perfezione cristiana.


Il link: http://www.vatican.va/archive/catechism ... 2a6_it.htm




Achille Lorenzi ha scritto:
I TdG come massa sono omofobi......



omofobìa s. f. [comp. di omo(sessuale) e -fobia]. – Avversione ossessiva per gli omosessuali e l’omosessualità.
http://www.treccani.it/vocabolario/omofobia/


L'omofobia è la paura e l'avversione irrazionale nei confronti dell'omosessualità e di persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali (LGBT), basata sul pregiudizio.....
http://it.wikipedia.org/wiki/Omofobia


In tanti anni da tdg non a me non risulta assolutamente che gli stessi abbiano una Avversione ossessiva per gli omosessuali e l’omosessualità!
Avversione significa una disposizione di animo ostile o forte antipatia, a te risulta?
A me no!
Ultima modifica di nello80 il 26/07/2014, 8:51, modificato 1 volta in totale.
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1858
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

X ALEANDRO

Messaggiodi nello80 » 26/07/2014, 8:49

alexandro ha scritto:
Gabriele Traggiai ha scritto:Ciao e Benvenuto.

Sono sicuro che perdonerai la mia franchezza ma non ho ben capito una cosa.
Come fai ad essere un proclamatore non-battezzato e ad essere omosessuale?
La tua omosessualità non è dunque dichiarata ai testimoni di Geova. Questo perché per essere proclamatore non battezzato devi avere gli stessi requisiti che sono richiesti a qualsiasi altro testimone di Geova battezzato.
Inoltre, i testimoni di Geova non tollerano l'omosessualità, quindi mi chiedo che motivo hai di frequentarli e sopratutto di nascondere loro la tua sessualità per essere approvato dalla loro organizzazione, sapendo poi che non ha senso nemmeno per i testimoni di Geova apparire ciò che non si è!

A presto
Gab



L'errore di fondo che hai fatto come molti TdG e considerare un omosessuale in base agli ATTI omosessuali...tu sei eterosessuale a prescindere se sei sposato o me no con una donna giusto? io sono omosessuale a prescindere se sto con un uomo oppure no...mi sembra tanto logica la cosa, perchè bisogna andare sempre oltre ciò che è scritto? e poi omnestamente io preferisco essere malvisto per COME SONO REALMENTE e non benvisto per ciò che NON SONO! a me di come mi vedono gli altri nunmepòfregàdimeno!

Cmq...per chi non afferra subito, ribadico ESPLICITAMENTE sono omosessuale "NON praticante"! dato che credo in ciò che faccio.



*** w83 15/11 p. 26 Manteniamo il punto di vista di Dio sul sesso ***
Cos’è l’omosessualità?
Per chiarire il punto, ecco come alcuni dizionari definiscono l’omosessualità:
Dizionario Enciclopedico Italiano di G. Treccani: “L’inclinazione erotica verso soggetti del proprio sesso; . . . non comprendendo obbligatoriamente il congiungimento carnale, perché può dar luogo a tutte le varianti amorose eterosessuali, comprese quelle dell’amor platonico”.
Webster’s Third New International Dictionary of the English Language: “Attività erotica con un individuo del proprio sesso”.
The Random House Dictionary of the English Language: “Desiderio o comportamento sessuale rivolto a una persona o a persone del proprio sesso”.
È interessante che, stando alle definizioni dei dizionari, l’omosessualità include il DESIDERIO sessuale per individui del proprio sesso. Tuttavia la Bibbia distingue fra la pratica di ciò che è male e i desideri o le inclinazioni peccaminose. Questi desideri possono essere presenti nonostante gli energici sforzi per sradicarli dalla mente e dal corpo. Possono esserci fratelli o sorelle cristiani che, a causa dell’ambiente in cui sono vissuti e forse di altri fattori, provano occasionalmente il desiderio di avere rapporti sessuali con individui del loro stesso sesso. Ma combattono questo desiderio innaturale di ispirazione demonica, e non cedono. Perciò non sono persone che praticano l’omosessualità. Tengono sotto controllo i loro pensieri, sapendo che se si lascia divenire fertile un desiderio errato, esso si tradurrà inevitabilmente in azioni errate. — Giacomo 1:14, 15; Colossesi 3:5-10.
Ciò che Dio condanna nella Bibbia, e che costituisce un peccato meritevole di disassociazione, è l’“attività erotica” o “comportamento sessuale” con una persona del proprio sesso. Questa attività o comportamento non deve necessariamente consistere nella sodomia perché si possa parlare di omosessualità. Qualsiasi attività che implichi i genitali di almeno una di queste persone, come baci, carezze, strofinare le proprie parti sessuali contro l’altra persona, o altri simili comportamenti volti a procurarsi piacere sessuale con un altro individuo dello stesso sesso costituisce omosessualità. E anche se la maggior parte delle persone pensa che gli omosessuali siano solo maschi, il termine si applica anche alle donne che compiono pratiche simili, sebbene in genere siano chiamate lesbiche.




spero di esserti stato d'aiuto. ciao.
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1858
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Tranqui » 26/07/2014, 9:35

:biinfo:
PRESENTAZIONE


La gente di solito usa le statistiche come un ubriaco i lampioni: più per sostegno che per illuminazione.

Mark Twain


Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 5657
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Neca » 26/07/2014, 10:03

alexandro ha scritto:
Neca ha scritto:Notate come il Dizionario di Psicologia de La Biblioteca Di Per Me a pag.158-9 definisce e spiega cos'è l'omosessualità! Spiega pure come essa può insorgere e perchè!

Per Alexandro Hai notato la definizione di Omofilia? Sei sicuro di non essere in realtà omofilico anzichè omosessuale?



Non credi che vivendo in prima persona ciò che sono, sappia decisamente meglio di questi pseudo-psicologi ciò che io sono?...che 'entra l'omofilia? se le donne non ti attirano a livello emotivo/sentimentale/ sessuale c'è poco da girarci sulle parole , omofilo, omosofo, omotropo e simili......tu sei per coso eterofofilo/a?

Intendevo soltanto aiutarti a capire cosa sei! In poche parole devi confrontare quello che senti dentro con quello che è la definizione di omofilo, ossia l'omofilo è colui o colei che ha una preferenza accentuata per individui dello stesso sesso, che non si trasforma necessariamente in un atto sessuale come nell'omosessualità,tutto lì! Non intendevo giudicarti, non posso farlo perchè non ci conosciamo personalmente
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Utente Master
 
Messaggi: 3329
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi Cogitabonda » 26/07/2014, 12:24

nello80 ha scritto:In tanti anni da tdg non a me non risulta assolutamente che gli stessi abbiano una Avversione ossessiva per gli omosessuali e l’omosessualità!
Avversione significa una disposizione di animo ostile o forte antipatia, a te risulta?
A me no!
Allora forse ti sei perso il discorso speciale di Anthony Morris III a Roma. O per lo meno la parte in cui parlava dei calzoni attillati. Il filmato intero, con traduzione, è qui: https://www.youtube.com/watch?v=td22FGFywv8 La parte di cui parlo inizia al minuto 38, più o meno. Senti con che tono parla di omosessuali.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8481
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi nello80 » 26/07/2014, 14:34

Cogitabonda ha scritto:
nello80 ha scritto:In tanti anni da tdg non a me non risulta assolutamente che gli stessi abbiano una Avversione ossessiva per gli omosessuali e l’omosessualità!
Avversione significa una disposizione di animo ostile o forte antipatia, a te risulta?
A me no!
Allora forse ti sei perso il discorso speciale di Anthony Morris III a Roma. O per lo meno la parte in cui parlava dei calzoni attillati. Il filmato intero, con traduzione, è qui: https://www.youtube.com/watch?v=td22FGFywv8 La parte di cui parlo inizia al minuto 38, più o meno. Senti con che tono parla di omosessuali.




Sai cosa significa "omofodo"?

A dir la verita anche io provo disgusto per la pratica omosessuale, allo stesso modo di come sono disgustato da chi pratica volontariamente l'adulterio o da chi pratica una condotta dissoluta!
Ma si prova disgusto per il peccato e non per il peccatore.


Il termine omofobia (che deriva dal greco όμός = stesso e φόβος = timore, paura) significa letteralmente “paura nei confronti di persone dello stesso sesso” e più precisamente si usa per indicare l’intolleranza e i sentimenti negativi che le persone hanno nei confronti degli uomini e delle donne omosessuali. Essa può manifestarsi in modi molto diversi tra loro, dalla battuta su un una persona gay che passa per la strada, alle offese verbali, fino a vere e proprie minacce o aggressioni fisiche. In seguito all’omofobia, ad esempio, alcuni eterosessuali, raccontano di sentirsi a disagio in presenza delle persone gay o lesbiche, altri si mettono a ridere quando le incontrano per strada. Altri ancora dicono di essere disgustati dai loro comportamenti, arrabbiati o indignati. Anche la parola “frocio” può essere considerata come espressione di omofobia, perché di solito viene usata con una connotazione negativa.
http://www.ipsico.it/sintomi-cura/omofobia/


Il punto è proprio questo:
I'omofobo ha avversione verso la PERSONA (gay o lesbica) in quanto tale.
Il tdg e il religioso in genere, ha avversione verso la PRATICA (dallo stesso considerata peccaminosa) che compie tale persona.
A me hanno sempre insegnato ad odiare il peccato e mai il peccatore!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1858
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Achille » 26/07/2014, 15:28

nello80 ha scritto:
Non penso che i tdg siano l'unica religione a pensarla più o meno così!
Vedi per esempio cosa dice la il catechismo della CC:
Il fatto che il catechismo cattolico esprima pensieri simili a quelli della WTS non cambia la realtà delle cose. Quasi tutte le religioni hanno opinioni del genere verso gli omosessuali.
In altre religioni ancora vengono addirittura impiccati. Nel cattolicesimo pare si manifesti qualche apertura e comunque non si viene scomunicati se si esprimono punti di vista diversi.
In tanti anni da tdg non a me non risulta assolutamente che gli stessi abbiano una Avversione ossessiva per gli omosessuali e l’omosessualità!
Avversione significa una disposizione di animo ostile o forte antipatia, a te risulta?
A me no!
Io ricordo che tutti i TdG che ho conosciuto esprimevano disprezzo verso gli omosessuali.
Non ho mai sentito parlare di rispetto per le persone omosessuali e di avversione per le loro pratiche.
I TdG non hanno ancora capito che essere omosessuali è una condizione che coinvolge l'intera persona, in tutti gli aspetti della sua esistenza.
Dire ad un gay: "Accettiamo te ma non la tua sessualità" equivale a dire ad una persona di colore: "Noi accettiamo te ma non accettiamo il colore della tua pelle".

Io vorrei chiederti quanti omosessuali hai conosciuto fra i TdG.
Non sto parlando di persone che praticano l'omosessualità, ma di persone omosessuali che vivono una vita casta.
Ne hai conosciuti?
Io no, in tutti gli anni che sono stato in questa organizzazione.
Come mai? Forse perché non esistono omosessuali fra i TdG?
La risposta a queste domande può far capire se fra i TdG esista o meno l'omofobia.

Mentre la società occidentale si è evoluta sotto questo aspetto fra i TdG, come fra i fondamentalisti di ogni genere, "la Bibbia" rimane sempre la fonte a cui fare riferimento.
Un po' come quando si citava la Bibbia per giustificare la schiavitù.
Allucinanti affermazioni come queste:
Senza dubbio è un insieme di fattori che spinge la persona ad abbandonare le normali relazioni eterosessuali per quelle omosessuali. In ultima analisi però, c'è un altro fatto da ricordare: Gli omosessuali hanno scelto il loro modo di vivere. ...Gli omosessuali dunque sono tali perché lo vogliono. (g76 8/12 pp. 10-12)
Per quanto riguarda una testimonianza:
«... Comunque fra i TdG non esiste nessuna comprensione o consapevolezza di cosa sia realmente la condizione omosessuale. Mi ricordo un discorso fatto a Gaeta da un TdG venuto da fuori. Eravamo in 250 circa nella sala mensa e questo oratore parlò di una rivista "Svegliatevi!" (quella riportata qui sopra, dell'8/12/1976) che era stata criticata da alcuni omosessuali che l'avevano letta per via dei suoi contenuti fortemente omofobi: "Hanno detto che noi vogliamo ammazzare gli omosessuali. Ma questo non è vero. Non noi li vogliamo ammazzare: sarà Geova che li ammazzerà tutti". A queste parole tutti i TdG presenti scoppiarono in una fragorosa risata. Io stavo male nel sentire parole come queste, pensavo che loro non capivano, che erano ignoranti, ma che dovevo perdonarli per questa loro ignoranza e mancanza di umanità: "Non sanno quello che fanno, o che dicono…". Osservazioni come queste le ho sentite comunque molte altre volte: ricordo una "sorella" che parlando degli omosessuali disse: "Geova dovrebbe ucciderli sul fatto, mentre compiono i loro atti schifosi". L'omofobia fra i TdG è cosa piuttosto comune; mentre nella società in generale la mentalità sta in qualche modo cambiando, fra i TdG la condanna dell'omosessualità rimane totale» ( http://www.infotdgeova.it/esperienze/jaques.php ).
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14352
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 26/07/2014, 16:39

Per Nello80
Questa è la posizione della Chiesa Cattolica

2358 Un numero non trascurabile di uomini e di donne presenta tendenze omosessuali profondamente radicate. Questa inclinazione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Tali persone sono chiamate a realizzare la volontà di Dio nella loro vita, e, se sono cristiane, a unire al sacrificio della croce del Signore le difficoltà che possono incontrare in conseguenza della loro condizione.


Mi pare che la differenza con i TdG (e non solo) ci sia.
Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3843
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Cogitabonda » 26/07/2014, 17:22

nello80 ha scritto:Sai cosa significa "omofobo"?
Io sì, e quando sento Anthony Morris III definire disgustosi coloro che indossano pantaloni attillati, perché in quel modo piacciono solo ai gay, mi sento autorizzata a dire che quel membro del Corpo Direttivo della WTS è omofobo.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8481
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Neca » 26/07/2014, 17:54

I tdg hanno tutto l'interesse a convertire la persona! Anche se sanno che è gay, loro puntano a inculcargli la verità, una volta conquistata la persona cercheranno di fargli capire l'esigenza di abbandonare l'omosessualità, coltivando pensieri opposti ai pensieri di un omosessuale, se necessario lo manderanno perfino da uno psicologo, pur di fargli passare l'omosessualità! Lo seguiranno passo passo fino a fargli capire che deve combatterla e se possibile vincerla! Gli omosessuali devono trattenersi e combatterla fino nei più reconditi recessi della propria mente, nel caso di chi non segue le loro direttive nel combattere quelle che loro definiscono "tendenze" la permanenza tra i tdg sarà un inferno! Quindi la scelta è ;1°) Combattere queste tendenze facendo violenza a me stesso
2°) Infischiarsene dei loro diktat e vivere una vita da inferno, o nella peggiore delle ipotesi essere disassociati
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Utente Master
 
Messaggi: 3329
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi nelly24 » 26/07/2014, 18:08

Siamo giá un po' OT, questa dovrebbe essere una presentazione, ma l' argomento é assai interessante.
Neca ha scritto:I tdg hanno tutto l'interesse a convertire la persona! Anche se sanno che è gay, loro puntano a inculcargli la verità, una volta conquistata la persona cercheranno di fargli capire l'esigenza di abbandonare l'omosessualità, coltivando pensieri opposti ai pensieri di un omosessuale, se necessario lo manderanno perfino da uno psicologo, pur di fargli passare l'omosessualità! Lo seguiranno passo passo fino a fargli capire che deve combatterla e se possibile vincerla! Gli omosessuali devono trattenersi e combatterla fino nei più reconditi recessi della propria mente, nel caso di chi non segue le loro direttive nel combattere quelle che loro definiscono "tendenze" la permanenza tra i tdg sarà un inferno! Quindi la scelta è ;1°) Combattere queste tendenze facendo violenza a me stesso
2°) Infischiarsene dei loro diktat e vivere una vita da inferno, o nella peggiore delle ipotesi essere disassociati
:quoto100:
Diciamo che a me era successa una cosa simile. Divorziata - non potevo e non dovevo risposarmi, allora la raccomandazione era un equazione 100 x (studiare-pregare). In tal modo avrei superato i miei desideri carnali. Il risultato era allucinante: depressione, disturbi ormonali e la cosa peggiore era che cercavo una soluzione qualsiasi per piacere a Geova, sono arrivata persino desiderare di farmi operare il cervello per togliermi i sentimenti, tipo "castrazione chimica", quella che si usa per i peggiori criminali sessuali. Infatti, ero convinta di dover smettere di essere donna, di controllare i miei pensieri e desideri e solo con un intervento radicale avrei potuto raggiungere questo obiettivo e piacere a Geova.
Se questa non é pazzia! :piange: Che cavolata madornale.
Mi sono rovinata parecchi anni, ma per mia fortuna ne sono uscita.
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4571
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Messaggiodi nello80 » 26/07/2014, 18:10

Franco Coladarci ha scritto:Per Nello80
Questa è la posizione della Chiesa Cattolica

2358 Un numero non trascurabile di uomini e di donne presenta tendenze omosessuali profondamente radicate. Questa inclinazione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Tali persone sono chiamate a realizzare la volontà di Dio nella loro vita, e, se sono cristiane, a unire al sacrificio della croce del Signore le difficoltà che possono incontrare in conseguenza della loro condizione.


Mi pare che la differenza con i TdG (e non solo) ci sia.
Franco



Ma se una persona dichiaratasi omosessuale, la quale dichiarasse anche si avere una relazione stabile, nel caso vorrebbe prendere i sacramenti nella CC,e convertirsi ad essa, come si comporterebbe quest'ultima?
Ovviamente la risposta la conosciamo tutti!
Ma allora di cosa stiamo parlando?
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1858
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Ray » 26/07/2014, 18:17

Achille :
Io ricordo che tutti i TdG che ho conosciuto esprimevano disprezzo verso gli omosessuali.
Non ho mai sentito parlare di rispetto per le persone omosessuali e di avversione per le loro pratiche.
I TdG non hanno ancora capito che essere omosessuali è una condizione che coinvolge l'intera persona, in tutti gli aspetti della sua esistenza.
Dire ad un gay: "Accettiamo te ma non la tua sessualità" equivale a dire ad una persona di colore: "Noi accettiamo te ma non accettiamo il colore della tua pelle".


:quoto100:
E nello lo sa bene che non è solo l'atto che i tdg disprezzano,conosco una personcina ....tdg che quando si parlava di omosessuali (in napoletano e molto più colorito,ma è meglio non dirlo ) bene questa personcina SPUTAVA a terra dicendo che schifo !! Azz e non mi fate parlare anzi scrivere,nello non diciamo eresie,lo sai cosa REALMENTE pensano i tdg degli omosessuali,senza ricamarci sopra altro...
:spieg:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11552
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi alexandro » 26/07/2014, 19:20

Achille Lorenzi ha scritto:nello80 ha scritto:
Non penso che i tdg siano l'unica religione a pensarla più o meno così!
Vedi per esempio cosa dice la il catechismo della CC:
Il fatto che il catechismo cattolico esprima pensieri simili a quelli della WTS non cambia la realtà delle cose. Quasi tutte le religioni hanno opinioni del genere verso gli omosessuali.
In altre religioni ancora vengono addirittura impiccati. Nel cattolicesimo pare si manifesti qualche apertura e comunque non si viene scomunicati se si esprimono punti di vista diversi.
In tanti anni da tdg non a me non risulta assolutamente che gli stessi abbiano una Avversione ossessiva per gli omosessuali e l’omosessualità!
Avversione significa una disposizione di animo ostile o forte antipatia, a te risulta?
A me no!
Io ricordo che tutti i TdG che ho conosciuto esprimevano disprezzo verso gli omosessuali.
Non ho mai sentito parlare di rispetto per le persone omosessuali e di avversione per le loro pratiche.
I TdG non hanno ancora capito che essere omosessuali è una condizione che coinvolge l'intera persona, in tutti gli aspetti della sua esistenza.
Dire ad un gay: "Accettiamo te ma non la tua sessualità" equivale a dire ad una persona di colore: "Noi accettiamo te ma non accettiamo il colore della tua pelle".

Io vorrei chiederti quanti omosessuali hai conosciuto fra i TdG.
Non sto parlando di persone che praticano l'omosessualità, ma di persone omosessuali che vivono una vita casta.
Ne hai conosciuti?
Io no, in tutti gli anni che sono stato in questa organizzazione.
Come mai? Forse perché non esistono omosessuali fra i TdG?
La risposta a queste domande può far capire se fra i TdG esista o meno l'omofobia.

Mentre la società occidentale si è evoluta sotto questo aspetto fra i TdG, come fra i fondamentalisti di ogni genere, "la Bibbia" rimane sempre la fonte a cui fare riferimento.
Un po' come quando si citava la Bibbia per giustificare la schiavitù.
Allucinanti affermazioni come queste:
Senza dubbio è un insieme di fattori che spinge la persona ad abbandonare le normali relazioni eterosessuali per quelle omosessuali. In ultima analisi però, c'è un altro fatto da ricordare: Gli omosessuali hanno scelto il loro modo di vivere. ...Gli omosessuali dunque sono tali perché lo vogliono. (g76 8/12 pp. 10-12)
Per quanto riguarda una testimonianza:
«... Comunque fra i TdG non esiste nessuna comprensione o consapevolezza di cosa sia realmente la condizione omosessuale. Mi ricordo un discorso fatto a Gaeta da un TdG venuto da fuori. Eravamo in 250 circa nella sala mensa e questo oratore parlò di una rivista "Svegliatevi!" (quella riportata qui sopra, dell'8/12/1976) che era stata criticata da alcuni omosessuali che l'avevano letta per via dei suoi contenuti fortemente omofobi: "Hanno detto che noi vogliamo ammazzare gli omosessuali. Ma questo non è vero. Non noi li vogliamo ammazzare: sarà Geova che li ammazzerà tutti". A queste parole tutti i TdG presenti scoppiarono in una fragorosa risata. Io stavo male nel sentire parole come queste, pensavo che loro non capivano, che erano ignoranti, ma che dovevo perdonarli per questa loro ignoranza e mancanza di umanità: "Non sanno quello che fanno, o che dicono…". Osservazioni come queste le ho sentite comunque molte altre volte: ricordo una "sorella" che parlando degli omosessuali disse: "Geova dovrebbe ucciderli sul fatto, mentre compiono i loro atti schifosi". L'omofobia fra i TdG è cosa piuttosto comune; mentre nella società in generale la mentalità sta in qualche modo cambiando, fra i TdG la condanna dell'omosessualità rimane totale» ( http://www.infotdgeova.it/esperienze/jaques.php ).


Achille credo che tu sia l'unico ad aver afferrato il punto sull' omosessualità a differenza di qualcun altro che ancora non riesce a scindere che l'omosessualità, non è una conseguenza degli ATTI omosessuali , ma PRESCINDE da qualsiasi tipo di atto sessuale ...guarda io non voglio far la vittima dicendo di aver sentito TdG che vogliono a morte gli omosessuali ( anche se qualcuno forse lo pensa), ma la cosa che mi far star male e che quando cerchi di far capire CHI SEI, LA VERITà su di te, loro fanno di tutto per non capire ... la loro mente sembra che cerca in tutti i modi di rifiutar l'idea dell' esistenza di un TdG omosessuale A PRESCINDERE dagli ATTI...Cercano in tutti i modi per non ammettere a loro stessi l'esistenza di un omosessuale tra di loro..è questa la cosa che mi fa più male, è la negazione a tutti i costi della tua IDENTITà...ti sembra di stare con gente che non ama ciò che sei, ma vuole vedere quello che DOVRESTI essere per loro..come faccio a considerare i TdG la mia famiglia, se ad un loro componente gli viene negata a tutti i costi la sua identità..?Cioè mi sembra di vivere nell' organizzazione non la mia vita, ma quella di un altro....Salmo 26:4 dice "NON MI SONO SEDUTO CON UOMINI DI FALSITà, E NON ENTRO CON QUELLI CHE NASCONDONO CIò CHE SONO" Se nascondessi a tutti i costi ciò che io sono e lo nascondessi proprio come vogliono alcuni.., non sarei alla fine uguale ad un uomo che, come dice Salmo 26:4 nasconde ciò che REALMENTE è? Si parla tanto di dover dire SEMPRE la verità, ma Dov è la VERITà in tutta questa situazione, se devo apparire l'eterosessuale che non sono?
alexandro
Nuovo Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 23/07/2014, 23:15

Messaggiodi Ray » 26/07/2014, 19:31

alexandro
Achille credo che tu sia l'unico ad aver afferrato il punto sull' omosessualità a differenza di qualcun altro che ancora non riesce a scindere che l'omosessualità, non è una conseguenza degli ATTI omosessuali , ma PRESCINDE da qualsiasi tipo di atto sessuale ...guarda io non voglio far la vittima dicendo di aver sentito TdG che vogliono a morte gli omosessuali ( anche se qualcuno forse lo pensa), ma la cosa che mi far star male e che quando cerchi di far capire CHI SEI, LA VERITà su di te, loro fanno di tutto per non capire ... la loro mente sembra che cerca in tutti i modi di rifiutar l'idea dell' esistenza di un TdG omosessuale A PRESCINDERE dagli ATTI...Cercano in tutti i modi per non ammettere a loro stessi l'esistenza di un omosessuale tra di loro..è questa la cosa che mi fa più male, è la negazione a tutti i costi della tua IDENTITà...ti sembra di stare con gente che non ama ciò che sei, ma vuole vedere quello che DOVRESTI essere per loro..come faccio a considerare i TdG la mia famiglia, se ad un loro componente gli viene negata a tutti i costi la sua identità..?Cioè mi sembra di vivere nell' organizzazione non la mia vita, ma quella di un altro....Salmo 26:4 dice "NON MI SONO SEDUTO CON UOMINI DI FALSITà, E NON ENTRO CON QUELLI CHE NASCONDONO CIò CHE SONO" Se nascondessi a tutti i costi ciò che io sono e lo nascondessi proprio come vogliono alcuni.., non sarei alla fine uguale ad un uomo che, come dice Salmo 26:4 nasconde ciò che REALMENTE è? Dov è la VERITà in tutta questa situazione, se devo apparire l'eterosessuale che non sono?


Ma perché pensi questo ?
Che tu sia omosessuale a prescindere se sei attivo sessualmente o no, questo non pregiudica il tuo stato di esserlo.
:spieg:
Ma pensi che i tdg difettano solo su questo aspetto ?
Se questo non ti ha fatto riflettere su chi sono realmente allora devi ancora rivedere la tua posizione e leggere qualcosa su loro .
Sull'ostracismo domanda che ti ha posto Mario 70 invece non hai risposto,quale è la tua posizione ,pensi
che sia giusta questa pratica dei tdg attuano contro gli ex tdg ??
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11552
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Achille » 26/07/2014, 19:50

alexandro ha scritto:Achille credo che tu sia l'unico ad aver afferrato il punto sull' omosessualità a differenza di qualcun altro che ancora non riesce a scindere che l'omosessualità, non è una conseguenza degli ATTI omosessuali , ma PRESCINDE da qualsiasi tipo di atto sessuale ...guarda io non voglio far la vittima dicendo di aver sentito TdG che vogliono a morte gli omosessuali ( anche se qualcuno forse lo pensa), ma la cosa che mi far star male e che quando cerchi di far capire CHI SEI, LA VERITà su di te, loro fanno di tutto per non capire ... la loro mente sembra che cerca in tutti i modi di rifiutar l'idea dell' esistenza di un TdG omosessuale A PRESCINDERE dagli ATTI...Cercano in tutti i modi per non ammettere a loro stessi l'esistenza di un omosessuale tra di loro..è questa la cosa che mi fa più male, è la negazione a tutti i costi della tua IDENTITà...ti sembra di stare con gente che non ama ciò che sei, ma vuole vedere quello che DOVRESTI essere per loro..come faccio a considerare i TdG la mia famiglia, se ad un loro componente gli viene negata a tutti i costi la sua identità..?Cioè mi sembra di vivere nell' organizzazione non la mia vita, ma quella di un altro....Salmo 26:4 dice "NON MI SONO SEDUTO CON UOMINI DI FALSITà, E NON ENTRO CON QUELLI CHE NASCONDONO CIò CHE SONO" Se nascondessi a tutti i costi ciò che io sono e lo nascondessi proprio come vogliono alcuni.., non sarei alla fine uguale ad un uomo che, come dice Salmo 26:4 nasconde ciò che REALMENTE è? Si parla tanto di dover dire SEMPRE la verità, ma Dov è la VERITà in tutta questa situazione, se devo apparire l'eterosessuale che non sono?
Loro ti rifiutano perché pensano che il loro modo di intendere la Bibbia sia "la verità".
Siccome è stato insegnato loro, per anni, che gli omosessuali sono tali perché vogliono esserlo, e quindi se vogliono possono cambiare (= diventare "normali"), la tua condizione per loro rimane il frutto di una tua scelta: dipende da te diventare "normale" o rimanere omosessuale. Non ti accetteranno mai. Ti accetteranno (con delle riserve) solo quando dirai loro di essere cambiato, di non provare più "sentimenti omosessuali", o di riuscire a controllare tali "sentimenti".
Se poi ti sposerai allora li farai tutti felici, e magari ti citeranno come esempio in qualche rivista, di persona che è stata cambiata dalla verità.
Fino a che esiste questo loro "intendimento" della condizione omosessuale i TdG continueranno a rifiutare la tua identità.
Ti chiederanno sempre e solo di cambiare e ti renderanno un infelice.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14352
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi mr-shadow » 26/07/2014, 20:17

Da omosessuale che ha vissuto con altri omosessuali fin da quando avevo 13 anni posso dirti di averne visti a centinaia di repressi, sia per condizionamenti esterni che per autoconvinzione. E posso dirti che stavano e vivevano male. La repressione di ciò che si è porta conseguenze psicologiche disastrose, da cui è difficile se non impossibile uscire. Ho visto uomini maturi venire a passare le serate nei nostri luoghi di ritrovo, e senza che nessuno glielo chiedesse ce li facevano a peperini tutte le sere sul fatto che non erano gay, che venivano per passare il tempo con persone piacevoli, ma in realtà stavano li a guardare quello che avrebbero voluto fare e il condizionamento non permetteva. Da omosessuale che ha vissuto solo l'inevitabile fase del rifiuto (la passiamo un po' tutti), credo tu debba dare retta a quello che sei, non a quello che gli altri vogliono che tu sia, e devi essere disposto a pagare il prezzo della tua scelta.
mr-shadow
 

Messaggiodi Gabriele Traggiai » 28/07/2014, 13:13

alexandro ha scritto:
Gabriele Traggiai ha scritto:Ciao e Benvenuto.

Sono sicuro che perdonerai la mia franchezza ma non ho ben capito una cosa.
Come fai ad essere un proclamatore non-battezzato e ad essere omosessuale?
La tua omosessualità non è dunque dichiarata ai testimoni di Geova. Questo perché per essere proclamatore non battezzato devi avere gli stessi requisiti che sono richiesti a qualsiasi altro testimone di Geova battezzato.
Inoltre, i testimoni di Geova non tollerano l'omosessualità, quindi mi chiedo che motivo hai di frequentarli e sopratutto di nascondere loro la tua sessualità per essere approvato dalla loro organizzazione, sapendo poi che non ha senso nemmeno per i testimoni di Geova apparire ciò che non si è!

A presto
Gab



L'errore di fondo che hai fatto come molti TdG e considerare un omosessuale in base agli ATTI omosessuali...tu sei eterosessuale a prescindere se sei sposato o me no con una donna giusto? io sono omosessuale a prescindere se sto con un uomo oppure no...mi sembra tanto logica la cosa, perchè bisogna andare sempre oltre ciò che è scritto? e poi omnestamente io preferisco essere malvisto per COME SONO REALMENTE e non benvisto per ciò che NON SONO! a me di come mi vedono gli altri nunmepòfregàdimeno!

Cmq...per chi non afferra subito, ribadico ESPLICITAMENTE sono omosessuale "NON praticante"! dato che credo in ciò che faccio.


Guarda che è proprio questo che volevo capire.
Inoltre ho specificato anche dopo che il tuo essere omosessuale "non praticante" ti mette ugualmente in una cattiva posizione davanti alla congregazione.
Ciò che non ho capito dunque è:

La tua condizione è dichiarata? Gli anziani lo sanno?
Ne hai mai parlato apertamente con loro?
Se sei un proclamatore non battezzato significa che ti approcci da poco ai testimoni di Geova oppure che ci sei cresciuto, quindi, tolleri la loro posizione in tal merito?
Sei consapevole che tale posizione è in contrasto con il tuo "essere"?

Ciao
Gab
Avatar utente
Gabriele Traggiai
Utente Master
 
Messaggi: 2862
Iscritto il: 11/06/2009, 20:18
Località: San Colombano al Lambro - Mi

Messaggiodi deliverance1979 » 28/07/2014, 17:13

mr-shadow ha scritto:Da omosessuale che ha vissuto con altri omosessuali fin da quando avevo 13 anni posso dirti di averne visti a centinaia di repressi, sia per condizionamenti esterni che per autoconvinzione. E posso dirti che stavano e vivevano male. La repressione di ciò che si è porta conseguenze psicologiche disastrose, da cui è difficile se non impossibile uscire.


Ed aggiungerei non solo omosessuali, quanti repressi ci sono tra gli etero, con sensi di colpa, pulsioni represse e via dicendo.
Ma ti dirò di più, quanti ce ne sono tra sposati, che non hanno avuto altre esperienze che il proprio partner ed una volta sposati hanno dovuto convivere con problemi coniugali sessuali, psicologici e via dicendo.

Il mondo dei TDG è pieno di queste vicende e tragedie, anche se loro si auto convincono di essere felici.... :fronte: :fronte: :fronte:

La repressione proprio come diceva Mr- Shadow inizia dai 12 anni in sù e questo vale per la sfera sessuale, educativa, sportiva, culturale, sociale e via dicendo.

Cerca di salvarti finché sei in tempo, ragionando su questioni di vita pratica che oggi ti sembrano scontate e normali, ma un domani quando avrai il cappio al collo del battesimo e dell'ostracismo, saranno la tua rovina.... :ok: :strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6257
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi alexandro » 28/07/2014, 22:21

Gabriele Traggiai ha scritto:
alexandro ha scritto:
Gabriele Traggiai ha scritto:Ciao e Benvenuto.

Sono sicuro che perdonerai la mia franchezza ma non ho ben capito una cosa.
Come fai ad essere un proclamatore non-battezzato e ad essere omosessuale?
La tua omosessualità non è dunque dichiarata ai testimoni di Geova. Questo perché per essere proclamatore non battezzato devi avere gli stessi requisiti che sono richiesti a qualsiasi altro testimone di Geova battezzato.
Inoltre, i testimoni di Geova non tollerano l'omosessualità, quindi mi chiedo che motivo hai di frequentarli e sopratutto di nascondere loro la tua sessualità per essere approvato dalla loro organizzazione, sapendo poi che non ha senso nemmeno per i testimoni di Geova apparire ciò che non si è!

A presto
Gab



L'errore di fondo che hai fatto come molti TdG e considerare un omosessuale in base agli ATTI omosessuali...tu sei eterosessuale a prescindere se sei sposato o me no con una donna giusto? io sono omosessuale a prescindere se sto con un uomo oppure no...mi sembra tanto logica la cosa, perchè bisogna andare sempre oltre ciò che è scritto? e poi omnestamente io preferisco essere malvisto per COME SONO REALMENTE e non benvisto per ciò che NON SONO! a me di come mi vedono gli altri nunmepòfregàdimeno!

Cmq...per chi non afferra subito, ribadico ESPLICITAMENTE sono omosessuale "NON praticante"! dato che credo in ciò che faccio.


Guarda che è proprio questo che volevo capire.
Inoltre ho specificato anche dopo che il tuo essere omosessuale "non praticante" ti mette ugualmente in una cattiva posizione davanti alla congregazione.
Ciò che non ho capito dunque è:

La tua condizione è dichiarata? Gli anziani lo sanno?
Ne hai mai parlato apertamente con loro?
Se sei un proclamatore non battezzato significa che ti approcci da poco ai testimoni di Geova oppure che ci sei cresciuto, quindi, tolleri la loro posizione in tal merito?
Sei consapevole che tale posizione è in contrasto con il tuo "essere"?

Ciao
Gab


In quanto proclamatore non battezzato e non fuoriuscito, non posso ovviamente risponderti, qui in pubblico, a domande abbastanza specifiche e personali, cmq non mi approccio da poco, sono già diversi anni.. e non sono "nato" in una famiglia di TdG, sono stato contattato mediante la predicazione...io non ho intenzione di uscire perchè credo in ciò che faccio, solo che reputo ingiusto quello che devo subire.,
alexandro
Nuovo Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 23/07/2014, 23:15

Messaggiodi Achille » 29/07/2014, 5:27

alexandro ha scritto:In quanto proclamatore non battezzato e non fuoriuscito, non posso ovviamente risponderti, qui in pubblico, a domande abbastanza specifiche e personali
Scusa eh, ma sei tu che hai parlato di questa tua condizione nel forum. E' ovvio che ti vengano fatte domande in merito. Comunque nessuno sa chi sei e quindi puoi anche rispondere alle altre domande di Traggiai, che interessano anche a me:

La tua condizione è dichiarata? Gli anziani lo sanno?
Ne hai mai parlato apertamente con loro?


Avevo chiesto ad un utente in questa discussione se lui avesse mai conosciuto omosessuali che vivono una vita casta fra i TdG ma non ho avuto risposta.
Io non ne ho mai conosciuti e non ne ho mai nemmeno sentito parlare (a parte qualche esperienza "edificante" letta sulle riviste, dove si pubblicizzavano straordinari cambiamenti e trasformazioni radicali).

Tu hai parlato con gli anziani di chi sei realmente?
Nella tua congregazione i "fratelli" sanno che sei omosessuale?

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14352
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mario70 » 29/07/2014, 6:03

Anche a me piacerebbe avere le risposte alle due domande che ho fatto, ovvero dal momento che asserisce di credere che quella sia la verità, cosa pensa di tutto il materiale presente nel sito infotdgeova e dell'ostracismo verso chiunque decide di uscire da questo culto?
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6021
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi deliverance1979 » 29/07/2014, 7:19

alexandro ha scritto:solo che reputo ingiusto quello che devo subire


Ma quello che stai subendo è parte dell'ideologia e visione di vita dei TDG tramite la WTS.
Loro non cambieranno mai, sono cosi e la pensano cosi.

Sono un movimento integralista ed oscurantista.

O si capisce questo o si andranno incontro a delusioni, profonde delusioni.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6257
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Leo » 29/07/2014, 8:13

mr-shadow ha scritto:Da omosessuale che ha vissuto con altri omosessuali fin da quando avevo 13 anni posso dirti di averne visti a centinaia di repressi, sia per condizionamenti esterni che per autoconvinzione. E posso dirti che stavano e vivevano male. La repressione di ciò che si è porta conseguenze psicologiche disastrose, da cui è difficile se non impossibile uscire. Ho visto uomini maturi venire a passare le serate nei nostri luoghi di ritrovo, e senza che nessuno glielo chiedesse ce li facevano a peperini tutte le sere sul fatto che non erano gay, che venivano per passare il tempo con persone piacevoli, ma in realtà stavano li a guardare quello che avrebbero voluto fare e il condizionamento non permetteva. Da omosessuale che ha vissuto solo l'inevitabile fase del rifiuto (la passiamo un po' tutti), credo tu debba dare retta a quello che sei, non a quello che gli altri vogliono che tu sia, e devi essere disposto a pagare il prezzo della tua scelta.



…e per concludere rubando una battuta a Heath Ledger tratta dal film "I segreti di Brokeback Mountain" : E PER NOI NON CI SONO REDINI.
Leo
Utente Senior
 
Messaggi: 522
Iscritto il: 25/01/2013, 19:34

Messaggiodi Tranqui » 29/07/2014, 9:24

:biinfo: disapprovo l'omosessualita' ma non maltratto i gay
PRESENTAZIONE


La gente di solito usa le statistiche come un ubriaco i lampioni: più per sostegno che per illuminazione.

Mark Twain


Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 5657
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Achille » 29/07/2014, 11:39

LIALA ha scritto:disapprovo l'omosessualita' ma non maltratto i gay
Quanti omosessuali "non praticanti" (cioè che vivono in castità) hai conosciuto fra i TdG?
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14352
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Re

Messaggiodi Trottola31 » 29/07/2014, 13:07

Innanzi tutto :biinfo:
Da quello che ho capito, caro Alexandro, mi dai l'impressione di sperare che, data la tua forte convinzione che la wts sia la verità, e visto che sono molti anni che pratichi, che i "fratelli" conoscendoti a fondo, possano passare sopra al fatto che tu sia gay....della serie: è convinto, mette in pratica, è una brava persona, quindi che sia gay è solo un particolare.....lungi da me dal giudicarti, ma purtroppo se questo è il tuo pensiero, mi dispiace ma i tdg non la vedranno mai in questo modo....per loro sei gay per scelta e come tale secondo loro devi "guarire" con la Bibbia, e se non lo fai vuol dire che non sei spirituale......e quindi passabile di comitato giudiziario, dato che non è solo il fatto di praticare l'omosessualità, ma anche solo esserlo per loro è un peccato....
Tu stesso ti lamenti del fatto che devi subire tutto, essere malvisto, non frequentabile, ma nello stesso tempo dici che come ti vedono gli altri non ti importa...e questo si collega a quello che ho detto prima...forse speri che conoscendoti, loro ti possano accettare....e questo non lo faranno, e sai perché? Per il semplice fatto che oltre ad essere contro l'omosessualità, essi hanno anche paura degli omosessuali, e sono quindi omofobi, per loro l'omofobia è come la claustrofobia, l'agora fobia, l'aracnofobia.....e la paura è il più forte deterrente, perché secondo loro visto che è una tua scelta, tu puoi influenzare gli altri......quando in realtà omosessuali ci si nasce, ed è impossibile influenzare gli altri, perché se a un uomo piacciono le donne, non ci sarà verso di fargli cambiare idea....idem se a un uomo piace un uomo, e cosi per le donne.....a questo punto l'unica cosa che mi sento di consigliarti è quella di riflettere molto bene prima di compiere il passo del battesimo, perché ammesso e non concesso che tu non abbia relazioni sessuali dopo battezzato,per loro sarai sempre una minaccia, perché anche se non pratichi, secondo loro puoi indurre gli altri ad avere questo tipo di relazioni a prescindere dai gusti naturali....potresti cavartela sposando una donna, ma cosi renderesti infelice te stesso e anche l'altra persona..
Scusami se sono stata troppo diretta e dura, ma questo è uno degli aspetti dei tdg e delle religioni in generale che io non riesco proprio a tollerare....
Avatar utente
Trottola31
Utente Junior
 
Messaggi: 225
Iscritto il: 13/09/2009, 13:36

Messaggiodi Achille » 30/07/2014, 6:04

Domande che rimarranno senza risposta?
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14352
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Paxuxu » 30/07/2014, 10:05

Mi sa che questo Troll me lo sono lasciato sfuggire.


:troll: :troll: :troll:


Paxuxu
Avatar utente
Paxuxu
Utente Master
 
Messaggi: 4006
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Messaggiodi play » 30/07/2014, 12:33

Ciao, benvenuto in info tdGeova.
Ho letto i vari commenti, e da quel che so mi sembra proprio che l' unica possibilita' di "sopravvivenza" all' interno di questa organizzazione sia quella di adattarsi al gruppo di cui sei entrato a far parte imitando, copiando coloro che ti stanno intorno, sacrificando pero' le peculiarita' della tua vera identita', forse perché cio che ti interessa davvero è custodire la tua reputazione agli occhi dei confratelli. E' un po' strano comunque il fatto che tu esponga qui i tuoi conflitti interiori e il fastidio che provi per il non riconoscimento da parte loro della tua omosessualita'. In futuro in quel contesto dovrai reprimire il tuo orientamento sessuale, e anche se troverai qualche tdG anomalo con il quale hai un rapporto di amicizia, le cose prenderanno inevitabilmente questa piega. Dovrai cioè conformarti a cio' che insegna il CD riguardo l' omosessualita'. Comunque non credo che tu sia un troll, cionondimeno penso che tu stia vivendo un conflitto interiore notevole.
Auguri
play
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1538
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

PrecedenteProssimo

Torna a Presentiamoci

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici