Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Ciao a tutti

Per dare la possibilità ai nuovi postatori di conoscerci e di farsi conoscere.

Moderatore: Cogitabonda

Messaggiodi Occhiodifalco » 04/06/2015, 10:10

MiNiStRo ha scritto:Comunque io non mi sento apostata ,non parlo contro Dio.
Posso essere "riconosciuto" tale perché ho incominciato a pensare con la mia testa e questo non va bene per la wts .
Coloro che incominciano a pensare"ragionare"sono apostati ,perché con il dono dell'intelligenza comprendiamo aspetti che non quadrato..(Non voglio dire che siano stupidi i tdg .Lungi da me...)

Sono vittime come lo sono stato io e tutti voi "prima "..

Purtroppo la parola apostata significa chi rinnega la propria religione
La vita ha un senso se dai un senso alla tua vita
PRESENTIAMOCI
Avatar utente
Occhiodifalco
Utente Junior
 
Messaggi: 884
Iscritto il: 23/08/2014, 11:42

Messaggiodi Giovanni64 » 04/06/2015, 10:53

Occhiodifalco ha scritto:
MiNiStRo ha scritto:Comunque io non mi sento apostata ,non parlo contro Dio.
Posso essere "riconosciuto" tale perché ho incominciato a pensare con la mia testa e questo non va bene per la wts .
Coloro che incominciano a pensare"ragionare"sono apostati ,perché con il dono dell'intelligenza comprendiamo aspetti che non quadrato..(Non voglio dire che siano stupidi i tdg .Lungi da me...)

Sono vittime come lo sono stato io e tutti voi "prima "..

Purtroppo la parola apostata significa chi rinnega la propria religione

Se dobbiamo prendere per buono questo significato della parola apostata allora la maggior parte dei tdg sono apostati per il solo fatto di essere tdg. Però, per me come per tanti altri, il loro essere apostati è un loro sacrosanto diritto, come loro sacrosanto diritto è cambiare ancora idea.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2896
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi persia » 04/06/2015, 12:18

benvenuto la scelta è rispettabile. :biinfo:
Avatar utente
persia
Utente Senior
 
Messaggi: 1178
Iscritto il: 01/04/2012, 13:29

Messaggiodi araksna » 07/07/2015, 23:57

:biinfo: La faccenda dell'alzata di mano la capisco, secondo statuto le decisioni devono essere votate dai membri effettivi quindi gli anziani, è una norma dettata dalla Legge Italiana non dal CD. Ma mi spieghi che succede se non alzi la mano perché non sei daccordo? Ti "disossano"?
:biinfo:
Presentazione

Keep calm and call the Doctor!
Avatar utente
araksna
Nuovo Utente
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 03/07/2015, 9:43

Messaggiodi CavalierediCristo » 08/07/2015, 4:53

Benvenuto, e buona condivisione del sito.
:biinfo:
Che geova Dio aiuti tutti, belli e brutti, e ci prepari per il viaggio in prima o in seconda classe.
Avatar utente
CavalierediCristo
Utente Junior
 
Messaggi: 655
Iscritto il: 16/06/2015, 13:22
Località: Roma

Messaggiodi Cogitabonda » 08/07/2015, 10:00

araksna ha scritto:La faccenda dell'alzata di mano la capisco, secondo statuto le decisioni devono essere votate dai membri effettivi quindi gli anziani, è una norma dettata dalla Legge Italiana non dal CD. Ma mi spieghi che succede se non alzi la mano perché non sei daccordo? Ti "disossano"?
A voler essere precisi non è la legge a imporlo, ma lo statuto che i TdG italiani si sono dati. La legge vuole che a guidare le associazioni non-profit siano persone elette dai soci stessi, e che i soci possano controllarne l'operato e approvarne oppure no le decisioni. Limitare il diritto di voto ai soli anziani e fare di questo voto una farsa sono stati i TdG, non la legge.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi CavalierediCristo » 08/07/2015, 10:34

Per Cogitabonda,
Si ma votando solo i soci effettivi, e non gli aderenti, è una limitazione della democrazia.
Che geova Dio aiuti tutti, belli e brutti, e ci prepari per il viaggio in prima o in seconda classe.
Avatar utente
CavalierediCristo
Utente Junior
 
Messaggi: 655
Iscritto il: 16/06/2015, 13:22
Località: Roma

Messaggiodi Wyclif » 08/07/2015, 12:11

Proclamatoresemplice ha scritto:Ciao a tutti

Oggi ho la mia libertà e sono contento di questo, decido con la mia testa e in sintesi quello che penso dei Tdg nonostante ci sono persone che credono veramente in quello che fanno (ma sono veramente pochi) e che io rispetto per il resto è un ambiente fatto solo di facciata e pieno di ipocrisia. A gli scribi e farisei gli fanno scuola!!!
Un abbraccio


:quoto100:

BENVENUTO DA Wyclif ( scusa se ti do a distanza di tempo il mio benvenuto)
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1545
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi araksna » 08/07/2015, 12:15

Cogitabonda ha scritto:
araksna ha scritto:La faccenda dell'alzata di mano la capisco, secondo statuto le decisioni devono essere votate dai membri effettivi quindi gli anziani, è una norma dettata dalla Legge Italiana non dal CD. Ma mi spieghi che succede se non alzi la mano perché non sei daccordo? Ti "disossano"?
A voler essere precisi non è la legge a imporlo, ma lo statuto che i TdG italiani si sono dati. La legge vuole che a guidare le associazioni non-profit siano persone elette dai soci stessi, e che i soci possano controllarne l'operato e approvarne oppure no le decisioni. Limitare il diritto di voto ai soli anziani e fare di questo voto una farsa sono stati i TdG, non la legge.


Le leggi ci sono eccome.

Riferimento normativo: art. 5 del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997, n. 460 intitolato "Riordino della disciplina tributaria degli enti non commerciali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale", punto 1: "All'articolo 111 del testo unico delle imposte sui redditi, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, concernente l'attività' svolta dagli enti di tipo associativo, sono apportate le seguenti modificazioni: ... c) disciplina uniforme del rapporto associativo e delle modalità associative volte a garantire l'effettività' del rapporto medesimo, escludendo espressamente la temporaneità della partecipazione alla vita associativa e prevedendo per gli associati o partecipanti maggiori d'età il diritto di voto per l'approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell'associazione".

Ciò significa che i soci maggiori di età in regola con il pagamento della quota associativa debbano tutti necessariamente avere i medesimi diritti e doveri, ivi inclusi il diritto di voto nonché l'elettorato attivo e passivo, e ciò proprio nel rispetto del principio democratico che deve obbligatoriamente caratterizzare gli Enti di tipo associativo. Tale principio risponde all’esigenza di escludere la possibilità per alcuni dei soci di un’Associazione di assumere il controllo dell’Ente al fine di concentrare il potere decisionale nelle proprie mani. In ogni caso, in relazione a tale principio, i verificatori nel corso dell’accesso dovranno comunque accertare caso per caso al fine di determinare l’effettiva volontà del consiglio direttivo, e quindi se l’intento reale sia quello di concentrare il controllo dell’attività nelle mani e nelle menti di un numero limitato di soci. In altre parole, al di là di eventuali rilievi formali riscontrati dagli accertatori occorrerà comunque verificare gli effetti e la portata di ogni singola clausola. Alcuni esempi:
- l’esclusione del diritto di voto per un socio “onorario” potrebbe non essere stata decisa con l’intento di assumere il controllo dell’associazione;
- l’utilizzo del termine “socio onorario” potrebbe non rispondere realmente alla natura del rapporto intercorrente tra il soggetto e l’Ente stesso, nel senso che potrebbe anche trattarsi di una figura nei fatti esterna all’associazione e che per questo non assume lo stato di associato.
In questi ultimi casi quindi, magari “superando” anche, con non poca fatica, le previsioni statutarie, il rispetto e l’osservanza del principio di democraticità potrebbe essere riscontrata verificando la sussistenza di altri requisiti, “salvando” per questa via la natura di Ente di tipo associativo realmente privo di finalità di lucro.

Inoltre, la legge fiscale (TUIR) precisa che il requisito della democraticità della struttura è necessario perchè l'associazione possa beneficiare della defiscalizzazione delle attività svolte verso i soci. In particolare, l'articolo 148 del TUIR (comma 8 lettera c), prevede: "disciplina uniforme del rapporto associativo e delle modalità associative volte a garantire l'effettività del rapporto medesimo, escludendo espressamente la temporaneità della partecipazione alla vita associativa e prevedendo per gli associati o partecipanti maggiori d'eta' il diritto di voto per l'approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell'associazione". Praticamente, solo concedendo gli stessi diritti e doveri a tutti i soci, le somme di denaro corrisposte dai soci per la partecipazione alle attività associative non sono tassate, essendo tali attività considerate come non commerciali. Diversamente, l'Agenzia delle Entrate potrebbe rilevare la commercialità dell'attività svolta, applicando l'ordinaria tassazione.

Si rileva comunque che è possibile distinguere i soci per differenti categorie, con la richiesta di diversi requisiti, oltre a prevedere differenti quote associative, fermo restando l'eguaglianza dei diritti e doveri di base per tutti gli associati.
- See more at: http://www.associazioni.avvocatoferrant ... aYVem.dpuf
Presentazione

Keep calm and call the Doctor!
Avatar utente
araksna
Nuovo Utente
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 03/07/2015, 9:43

Messaggiodi Cogitabonda » 08/07/2015, 18:07

@ CavaliereDiCristo: I testimoni di Geova non hanno una buona opinione della democrazia, me lo hanno detto e ridetto per anni.

@ Araksna: Certo che esistono le leggi, l'ho forse negato? Sono i TdG che l'applicano a modo loro.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Precedente

Torna a Presentiamoci

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici