Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

In breve la mia storia nei tdg...

Racconti di vita, esperienze, consigli.

Moderatore: nelly24

In breve la mia storia nei tdg...

Messaggiodi Liberamente » 19/01/2019, 15:38

In breve la mia storia nei tdg...

Anche in risposta ad alcune domande che ho ricevuto nel post di presentazione vorrei raccontarvi in sintesi il mio percorso di vita nella presunta “verità”.
Da piccolo mia madre, colpita dalla perdita prematura di un figlio, abbracciò questa fede e di riflesso l’intera famiglia ne fu coinvolta. Parliamo dei primi anni 80, nel napoletano come d’altronde nel resto d’Italia era un periodo storico, socio-economico alquanto delicato; il terremoto in Irpinia, la nascente camorra cutoliana, l’atavica crisi economica, il terrorismo politico, Il presidente degli USA Reagan che parlava di “pace e sicurezza “, il buco nel ozono: questi eventi erano vissuti come i “segni” evidentissimi di un imminente fine. E quindi boom di adesioni all’organizzazione e l’Armagheddon che divenne la spada di Damocle pronta a colpirci a breve.
La congregazione dell’epoca e anche lo “schiavo”, erano molto diversi da quelli di oggi.
Il clima era di rigido e severo controllo, potevi essere richiamato per cose che a pensarle ora fanno ridere! Ad esempio, Due dita di Gel nei capelli o il mettersi in jeans erano considerati comportamenti mondani... E poi su tutto, la costante aspettativa della fine imminente, e il coro di frasi fatte che si susseguivano ciclicamente dai cari anziani che tutto sapevano, come il “non farai mai il militare... verrà prima armagheddon! Inutile proseguire gli studi... verrà prima armagheddon, inutile comprare casa... armagheddon è alle porte! Inutile fare questo, inutile fare quello... “ E ti ritrovi bambino di 10 anni “costretto” ogni domenica mattina a inforcare la divisa completa, giacca cravatta e borsa e andare in predicazione: e poi la sera l’immancabile Adunanza e così tutte le sante domeniche e se nel caso arrivavi prima di mezzogiorno dal servizio ti sentivi pure dire: “già stai qua, hai fatto solo un ora! “
E tu che dovevi amare Dio e fare la sua volontà ovvero predicare e fare almeno 10 ore al mese perché lui ti ama e io mi chiedevo è mai possibile che un Dio onnipotente abbia bisogno proprio di me, di un bambino che trema ogni volta che bussa a quel campanello e che le persone se ne fregano se sei piccolo tanto ti mandano a quel paese comunque, e pensavo e mi chiedevo ma un padre che ama i propri figli lo fa incondizionatamente, nonostante tutto o solo se fanno i bravi e i ligi soldatini? Visto che Dio è il nostro padre da profano pensavo: Ma chi lavora in una famiglia il padre o i figli? Un ricatto bello e buono, in un infanzia vissuta con l’ansia di essere considerato un “figlio di satana” nel caso avessi mangiato un piccolo dolce a una festa di compleanno a scuola, o non fossi uscito in servizio, Dio poi guardava proprio me a scuola...
In quel periodo era in essere il pensiero che se non eri battezzato le compagnie della congregazione, uniche e sole che la “ghettizzazione” ti concedesse di avere, non ti avrebbero coinvolto nelle uscite di fine settimana e nei momenti di svago, e allora il battesimo diventava il pass partout per essere integrato nella comitiva. Un ennesimo ricatto morale... E il tempo passava, siamo cresciuti ci siamo sposati abbiamo fatto i figli che ora anche loro stanno crescendo e che hanno la stessa età di quando ti dicevano:”verrà prima armagheddon”, e tutto quello che non si sarebbe avverato perché tanto arrivava prima la fine, è anche passato è dimenticato...
Alcuni dicono che noi siamo nell’organizzazione perché amiamo Dio e non per la salvezza ad Armagheddon, quella viene dopo, casomai... eppure in predicazione si va portando un messaggio di salvezza dalla fine, di pura escatologia, alla gente si da la soluzione per vivere il passaggio da Armagheddon e non un messaggio di Amore incondizionato nei confronti Dio! Si attirano le persone con le promesse, i buoni si salvano i cattivi no.
Visto che nessuno di noi ha chiesto di nascere dovremmo essere salvati d’ufficio, senza necessità di opere redentrici perché la vita già da sola è un calvario, anzi dovremmo ricevere pure i danni perché siamo stati messi in una guerra che noi non abbiamo voluto... Ma questo è un altro discorso...
I nuovi intendimenti, le assurde direttive sugli ex e sul sangue, gli anni passati, con le molteplici giustificazioni non mi hanno mai convinto, e mi viene molto più semplice dare una buona educazione ai miei figli che imporgli le cose da fare basate su concetti che si sono rivelate inequivocabilmente interpretazioni di uomini.
Il desiderio quindi di andare alle origini con lo studio della Bibbia è stato un bisogno quasi naturale, dettato dal fatto che per capire realmente le storie bibliche serve bypassare tutto quello che la religione ha elaborato e la teologia ha costruito sopra.
Qualcuno mi ha chiesto se il primo approccio alle informazioni “apostate” sia stato reticente o difficoltoso. Nel mio caso No, per il semplice motivo che lo stesso schiavo mi ha spinto a consultare tali informazioni.
In che modo? Insistendo col stare alla larga da esse. La censura è la chiave della verità! C’è sempre un motivo per nascondere qualcosa, o per vietare qualcosa e non sempre perché c’è un pericolo. Ciò che è scomodo da far sapere, viene censurato: ciò che si vuole nascondere, viene negato. Un giudice ascolta sia l’accusa che la difesa, che giudice sarebbe se si rifacesse solo all’accusa ignorando la difesa perché potrebbe turbare il suo giudizio?
Il fatto che ci abbia messo un bel po di tempo è dovuto da una forma di dissociazione mentale, mi ero fatto questa idea e non ritenevo opportuno approfondirla, recentemente però le cose sono cambiate. Quando gli anziani hanno insistito col dire che avrei dovuto essere regolare nello studio coi miei figli e si sono offerti di venire da me a farglielo è stato lì che mi sono risvegliato: non ho assolutamente voglia di illuderli i miei bambini, ne di ingannarli come sono stato ingannato io. Adesso la verità! E da quel giorno eccomi a studiare come forse non ho mai fatto in tutta la mia vita. Rispolverando il greco di accademico ricordo e cominciando a studiare con grazie a un caro conoscente madrelingua l’ebraico. Ci sarebbe ancora molto altro da aggiungere ma mi riservo di farlo a breve con altri post in merito ad argomenti più specifici.
“Non è necessario avere una religione per avere una morale, perché se non si riesce a distinguere il bene dal male quella che manca è la sensibilità, non la religione. M.Hack”


Presentazione : viewtopic.php?f=7&t=25175
Avatar utente
Liberamente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 18/01/2019, 10:59

Messaggiodi nello80 » 19/01/2019, 16:04

Beh, la tua esperienza è esattamente simile alla mia e a quella di molti altri.
Anche io arrivato ad un certo punto non me la sono sentita di far trascorrere ai miei figli, (ne ho 3), la stessa infanzia che ho trascorso io; ma non perchè i miei genitori mi abbiano mai fatto mancare qualcosa, anzi, forse è stato il contrario, ma sappiamo tutti cosa ha significato essere un bambino tdg, specie negli anni addietro!
Anche io ricordo quando la domenica mattina mi dovevo alzare per andare a predicare e quando vedevo qualche mio compagno di scuola mi nascondevo sotto al cappotto! (d'estate invece ero praticamente fott...... :risata: ).
Oppure non mangiare i dolcetti di compleanni ed onomastici e non fare i lavoretti di natale e pasqua, il tutto perchè Geova mi avrebbe distrutto!
Mi dicevano ricorda Sadrac, Mesac e Abednego! :blu:
E alla fine vivendo il quel mondo chiuso ed avendo per il 99% solo amici TDG venivi condizionato a battezzarti per sentirti accettato!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1825
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Jeff » 19/01/2019, 17:12

" La verità". Grazie :timido2:
Avatar utente
Jeff
Nuovo Utente
 
Messaggi: 208
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi deliverance1979 » 19/01/2019, 17:34

Liberamente ha scritto:Anche in risposta ad alcune domande che ho ricevuto nel post di presentazione vorrei raccontarvi in sintesi il mio percorso di vita nella presunta “verità”.
Da piccolo mia madre, colpita dalla perdita prematura di un figlio, abbracciò questa fede e di riflesso l’intera famiglia ne fu coinvolta. Parliamo dei primi anni 80, nel napoletano come d’altronde nel resto d’Italia era un periodo storico, socio-economico alquanto delicato; il terremoto in Irpinia, la nascente camorra cutoliana, l’atavica crisi economica, il terrorismo politico, Il presidente degli USA Reagan che parlava di “pace e sicurezza “, il buco nel ozono: questi eventi erano vissuti come i “segni” evidentissimi di un imminente fine. E quindi boom di adesioni all’organizzazione e l’Armagheddon che divenne la spada di Damocle pronta a colpirci a breve.
La congregazione dell’epoca e anche lo “schiavo”, erano molto diversi da quelli di oggi.
Il clima era di rigido e severo controllo, potevi essere richiamato per cose che a pensarle ora fanno ridere! Ad esempio, Due dita di Gel nei capelli o il mettersi in jeans erano considerati comportamenti mondani... E poi su tutto, la costante aspettativa della fine imminente, e il coro di frasi fatte che si susseguivano ciclicamente dai cari anziani che tutto sapevano, come il “non farai mai il militare... verrà prima armagheddon! Inutile proseguire gli studi... verrà prima armagheddon, inutile comprare casa... armagheddon è alle porte! Inutile fare questo, inutile fare quello... “ E ti ritrovi bambino di 10 anni “costretto” ogni domenica mattina a inforcare la divisa completa, giacca cravatta e borsa e andare in predicazione: e poi la sera l’immancabile Adunanza e così tutte le sante domeniche e se nel caso arrivavi prima di mezzogiorno dal servizio ti sentivi pure dire: “già stai qua, hai fatto solo un ora! “
E tu che dovevi amare Dio e fare la sua volontà ovvero predicare e fare almeno 10 ore al mese perché lui ti ama e io mi chiedevo è mai possibile che un Dio onnipotente abbia bisogno proprio di me, di un bambino che trema ogni volta che bussa a quel campanello e che le persone se ne fregano se sei piccolo tanto ti mandano a quel paese comunque, e pensavo e mi chiedevo ma un padre che ama i propri figli lo fa incondizionatamente, nonostante tutto o solo se fanno i bravi e i ligi soldatini? Visto che Dio è il nostro padre da profano pensavo: Ma chi lavora in una famiglia il padre o i figli? Un ricatto bello e buono, in un infanzia vissuta con l’ansia di essere considerato un “figlio di satana” nel caso avessi mangiato un piccolo dolce a una festa di compleanno a scuola, o non fossi uscito in servizio, Dio poi guardava proprio me a scuola...
In quel periodo era in essere il pensiero che se non eri battezzato le compagnie della congregazione, uniche e sole che la “ghettizzazione” ti concedesse di avere, non ti avrebbero coinvolto nelle uscite di fine settimana e nei momenti di svago, e allora il battesimo diventava il pass partout per essere integrato nella comitiva. Un ennesimo ricatto morale... E il tempo passava, siamo cresciuti ci siamo sposati abbiamo fatto i figli che ora anche loro stanno crescendo e che hanno la stessa età di quando ti dicevano:”verrà prima armagheddon”, e tutto quello che non si sarebbe avverato perché tanto arrivava prima la fine, è anche passato è dimenticato...
Alcuni dicono che noi siamo nell’organizzazione perché amiamo Dio e non per la salvezza ad Armagheddon, quella viene dopo, casomai... eppure in predicazione si va portando un messaggio di salvezza dalla fine, di pura escatologia, alla gente si da la soluzione per vivere il passaggio da Armagheddon e non un messaggio di Amore incondizionato nei confronti Dio! Si attirano le persone con le promesse, i buoni si salvano i cattivi no.
Visto che nessuno di noi ha chiesto di nascere dovremmo essere salvati d’ufficio, senza necessità di opere redentrici perché la vita già da sola è un calvario, anzi dovremmo ricevere pure i danni perché siamo stati messi in una guerra che noi non abbiamo voluto... Ma questo è un altro discorso...
I nuovi intendimenti, le assurde direttive sugli ex e sul sangue, gli anni passati, con le molteplici giustificazioni non mi hanno mai convinto, e mi viene molto più semplice dare una buona educazione ai miei figli che imporgli le cose da fare basate su concetti che si sono rivelate inequivocabilmente interpretazioni di uomini.
Il desiderio quindi di andare alle origini con lo studio della Bibbia è stato un bisogno quasi naturale, dettato dal fatto che per capire realmente le storie bibliche serve bypassare tutto quello che la religione ha elaborato e la teologia ha costruito sopra.
Qualcuno mi ha chiesto se il primo approccio alle informazioni “apostate” sia stato reticente o difficoltoso. Nel mio caso No, per il semplice motivo che lo stesso schiavo mi ha spinto a consultare tali informazioni.
In che modo? Insistendo col stare alla larga da esse. La censura è la chiave della verità! C’è sempre un motivo per nascondere qualcosa, o per vietare qualcosa e non sempre perché c’è un pericolo. Ciò che è scomodo da far sapere, viene censurato: ciò che si vuole nascondere, viene negato. Un giudice ascolta sia l’accusa che la difesa, che giudice sarebbe se si rifacesse solo all’accusa ignorando la difesa perché potrebbe turbare il suo giudizio?
Il fatto che ci abbia messo un bel po di tempo è dovuto da una forma di dissociazione mentale, mi ero fatto questa idea e non ritenevo opportuno approfondirla, recentemente però le cose sono cambiate. Quando gli anziani hanno insistito col dire che avrei dovuto essere regolare nello studio coi miei figli e si sono offerti di venire da me a farglielo è stato lì che mi sono risvegliato: non ho assolutamente voglia di illuderli i miei bambini, ne di ingannarli come sono stato ingannato io. Adesso la verità! E da quel giorno eccomi a studiare come forse non ho mai fatto in tutta la mia vita. Rispolverando il greco di accademico ricordo e cominciando a studiare con grazie a un caro conoscente madrelingua l’ebraico. Ci sarebbe ancora molto altro da aggiungere ma mi riservo di farlo a breve con altri post in merito ad argomenti più specifici.


Amen fratello.... oops apostata.... :ironico:

La stessa identica cosa vale per me, proprio come ti ha detto nello80...

Il bello, anzi il brutto, nel narrare i ricordi di quel periodo, chi l'ha vissuto in prima persona, tratteggia un modus operandi educativo e coercitivo standard comune all'interno delle famiglie che componevano le congregazioni di TDG italiane dell'epoca, e questo sia che si provenisse da una grande città che da un paese di provincia situato al nord, centro o sud Italia.

La cosa grottesca, è che noi che siamo cresciuti in famiglie di TDG durante gli anni 80 e 90, abbiamo vissuto sulla nostra pelle la VERA separazione da quelli del mondo, il peso di doverci distinguere sempre e comunque, di essere orgogliosi di essere TDG e dirlo ai 4 venti anche se questo comportava scherni, umiliazioni e diversità.
D'altronde Geova si sarebbe vergognato di noi se noi avessimo dimostrato codardìa a scuola, o nel territorio quando dovevamo predicare e suonare il campanello di nostri compagni di classe o passare su vie, parchi o aree urbane dove sapevamo che potevano esserci molti nostri compagni di scuola.

E' si, proprio come hai detto tu, chi faceva i figli all'epoca era considerato poco spirituale, visto che la fine doveva venire a breve, ma che dico a breve, a brevissimo... :fronte:

Poi sono passati gli anni, arriva il 1995 e cambia intendimento... poi altri decenni e siamo arrivati ad oggi, 40 anni dopo e nulla di nuovo dal reame spirituale.... :fronte:

Oggi, i TDG moderni pensano che noi apostati che abbiamo vissuto quel periodo che va dal 1970 al 1990 siamo dei poveri rincoglioniti che ci inventiamo tutto, che la ingrossiamo.
Oggi praticamente loro sono degli spettri, fagocitati in una società multiculturale dove se sei TDG o altro non fa nessuna differenza, per le varie religioni ed etnie presenti a scuola.

Molti vivono una doppia vita, e penso che forse i sensi di colpa e la rigidità educativa con cui siamo stati cresciuti noi, derivava molto dal periodo storico che abbiamo vissuto, ovvero che si pensava come Harmagheddon potesse venire da un momento all'altro.

Oggi si sono persi i punti di riferimento storici e quindi, quelli del corpo direttivo, per mantenere viva tale visione apocalittica del futuro, devono ricorrere agli effetti speciali, ovvero drammi in chiave moderna, disegni, sceneggiati in DVD che dipingono la grande tribolazione ed Harmagheddon in maniera realistica, verosimile, cosi che i TDG abbiano almeno questo spauracchio della fine imminente, ma penso che tutta l'impalcatura stia scricchiolando e di brutto.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5506
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Si vedono sempre meno tdg in giro dalle mie parti.

Messaggiodi Ray » 19/01/2019, 19:21

Hai spezzato le catene, ora goditi la vita.
Vabbè...
nel napoletano... ma qualcuno ci è rimasto nel napoletano oppure siamo tutti finiti su questo forum ?
Non vorrei che ci fosse un richiamo per riempire i vuoti . :ironico:
:risatina: :risatina: :risatina:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11388
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi nelly24 » 19/01/2019, 20:30

Non ho parole. In me hai risvegliato mille ricordi. Difficile capire per chi non ha vissuto tra e con i tdg, disgraziatamente è tutto vero.
Auguri per la tua nuova vita!
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4529
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Messaggiodi anima » 20/01/2019, 14:27

:grazie: ho notato che i giovani nei TDG si battezzano sempre piu tardi e i pochi giovani tdg son molto libertini a quelli di anni fa
Mi presento

“Le belle parole sono come i fiori, le belle azioni come i frutti.”

Immagine
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4886
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Liberamente » 20/01/2019, 15:53

anima ha scritto: :grazie: ho notato che i giovani nei TDG si battezzano sempre piu tardi e i pochi giovani tdg son molto libertini a quelli di anni fa


Maggiore consapevolezza e meno creduloneria nei dogmi umani della congregazione...
Credo che la maggior parte di questi giovani siano figli di coloro che fecero il passo del battesimo più perché spinti a farlo e non per una profonda convinzione, ciò si evince da tutti quelli che a un certo punto si sono dissociati per aver accelerato troppo i tempi.
Tante cose sono cambiate, fortunatamente! Ricordo ancora un noto sorvegliante di circoscrizione (così si chiamava) che dal podio dì un’assemblea tuonó contro il nascente web con l’epiteto di “INFERNET!” e deplorava chiunque si fosse adoperato per l’utilizzo di questo strumento di satana...
Saranno ancora d’accordo quelli di jw.org?
“Non è necessario avere una religione per avere una morale, perché se non si riesce a distinguere il bene dal male quella che manca è la sensibilità, non la religione. M.Hack”


Presentazione : viewtopic.php?f=7&t=25175
Avatar utente
Liberamente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 18/01/2019, 10:59

Messaggiodi ingannato » 20/01/2019, 22:32

Liberamente ha scritto:Qualcuno mi ha chiesto se il primo approccio alle informazioni “apostate” sia stato reticente o difficoltoso. Nel mio caso No, per il semplice motivo che lo stesso schiavo mi ha spinto a consultare tali informazioni.


Una delle frasi più belle. E ben gli sta a quei maestri della censura che da una parte dicono "di accertarsi di ogni cosa" e poi dall'altra "di stare lontano da certe fonti di informazione".
Bellissima la tua esperienza, comune sicuramente a tante, ma molto ben narrata.
ingannato
Nuovo Utente
 
Messaggi: 64
Iscritto il: 29/03/2014, 11:10

Messaggiodi Romagnolo » 21/01/2019, 15:02

Fortuna che la mia infanzia me la sono salvata. Scusate se non mi faccio sentire...ma l' influenza mi ha messo ko.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5571
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Bruno1955 » 21/09/2019, 12:28

Me lo ricordo come fosse ieri,anche se ormai son passati quasi 45 anni.Era il 1975 e mi ero appena fidanzato.Un giorno un paio di anziani mi dissero che dovevano parlarmi.La famiglia della mia morosa era così composta..padre separato che viveva fuori casa la sua vita,madre TdG battezzata morosa 17 anni TdG battezzata ,un ragazzo di 14 anni e un bimbo di 10anni non battezzati ovviamente.Suocera e morosa battezzate nel1972.Il discorso che mi fecero gli anziani in pratica mettevano nelle mie mani la responsabilità di seguire i 2 ragazzini specialmente per la predicazione.Un incubo per un ragazzo di 19 anni.Mi sembrava di essere il loro carnefice,penso mi odiassero,specialmente quello più grandicello .E come dargli torto io alla sua età già correvo dietro alle sottane e lui poveretto era costretto a beccarsi un vaffa un campanello si è uno no.Per il più piccolo era ancor più penoso si vedeva benissimo che soffriva ad uscire in servizio.Ma toglietemi una curiosità ma al giorno d’oggi i TgG costringono ancora i minorenni a predicare?
Bruno1955
Nuovo Utente
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 15/09/2019, 17:34

Messaggiodi Wyclif » 21/09/2019, 14:10

Bruno1955 ha scritto:...Ma toglietemi una curiosità ma al giorno d’oggi i TgG costringono ancora i minorenni a predicare?



La predicazione viene dopo il Battesimo confronta cosa indicano questi articoli Torre di Guardia sul Battesimo


https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/402 ... arsi&p=par
https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/201 ... arsi&p=par
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1775
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi Bruno1955 » 21/09/2019, 23:44

Wyclif ha scritto:
Bruno1955 ha scritto:...Ma toglietemi una curiosità ma al giorno d’oggi i TgG costringono ancora i minorenni a predicare?



La predicazione viene dopo il Battesimo confronta cosa indicano questi articoli Torre di Guardia sul Battesimo


https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/402 ... arsi&p=par
https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/201 ... arsi&p=par


Beh meno male,son contento per tutti i figli dei TdG
Bruno1955
Nuovo Utente
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 15/09/2019, 17:34

Messaggiodi Liberamente » 02/10/2019, 17:56

Bruno1955 ha scritto:
Wyclif ha scritto:
Bruno1955 ha scritto:...Ma toglietemi una curiosità ma al giorno d’oggi i TgG costringono ancora i minorenni a predicare?



La predicazione viene dopo il Battesimo confronta cosa indicano questi articoli Torre di Guardia sul Battesimo


https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/402 ... arsi&p=par
https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/201 ... arsi&p=par


Beh meno male,son contento per tutti i figli dei TdG


Dal quel che vedo io, ci sono ancora molti genitori che se i figli non fanno il loro dovere domenicale ne fanno un dramma...
“Non è necessario avere una religione per avere una morale, perché se non si riesce a distinguere il bene dal male quella che manca è la sensibilità, non la religione. M.Hack”


Presentazione : viewtopic.php?f=7&t=25175
Avatar utente
Liberamente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 18/01/2019, 10:59

Messaggiodi Achille » 02/10/2019, 18:25

Anche a me risulta che i figli dei TdG vanno "in servizio", con i genitori o altri, ancora prima di essere battezzati.
Sicuro Wyclif di quello che hai scritto?
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13084
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi deliverance1979 » 02/10/2019, 18:30

Io andavo a predicare ben prima di battezzarmi, e prima di iscrivermi alla scuola di ministero teocratico.
Certo, avendo avuto all'epoca 6 - 7 anni o poco più, mi limitavo a lasciare qualche volantino ai padroni di casa o fare piccolissime introduzioni che poi completavano i TDG più grandi di me, ma sia io che i miei coetanei andavamo in predicazione.
Lo stesso continuò ad avvenire fino a prima che me ne andassi, ovvero 13 anni fà.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5506
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi nello80 » 02/10/2019, 19:00

Achille ha scritto:Anche a me risulta che i figli dei TdG vanno "in servizio", con i genitori o altri, ancora prima di essere battezzati.
Sicuro Wyclif di quello che hai scritto?



Anche a me risulta che sia ancora così, anche perché si può essere "proclamatori non battezzati", dove quest'ultimi consegnano il rapporto di servizio esattamente come i fratelli e sorelle battezzati.
Per il discorso dei "privilegi" invece vale ancora la regola che bisogna essere battezzati.....!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1825
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Liberamente » 02/10/2019, 23:07

Anche perché se non sei un proclamatore attivo se pur minorenne niente battesimo e poi ricordate che Gesu a 12 anni parlava nel tempio e insegnava... e quindi aggancio alla storiella per esortare i piccoli a essere zelanti predicatori e se non li pieghi già da piccoli all’unico baluardo dell’associazione ovvero il proselitismo va a finire che poi non si fanno più adepti?
“Non è necessario avere una religione per avere una morale, perché se non si riesce a distinguere il bene dal male quella che manca è la sensibilità, non la religione. M.Hack”


Presentazione : viewtopic.php?f=7&t=25175
Avatar utente
Liberamente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 18/01/2019, 10:59

Verso Pasqua di quest'anno....

Messaggiodi Vieri » 02/10/2019, 23:44

Devo confessare di aver fatto una cattiveria....
A Pasqua di quest'anno mi suona una signora con due bambini invitandomi con un volantino a partecipare alla cena del Signore che sarebbe la loto finta commemorazione....

Ringrazio gentilmente per l'invito dicendole che non credevo assolutamente in quel tipo di commemorazione affermandole poi che "da noi" (in chiesa, all'Eucarestia dice: "prendete e mangiatene tutti,....prendete e bevetene tutti per la nuova ed eterna alleanza..."e non viene passato un piatto ed un bicchiere
l'uno all'altro senza fare niente ......

La mia bastardata e devo dire di essermi poi pentito è che salutandola mi sono poi rivolto ai bambini dicendo loro di non credere in questa falsa religione e di pensare con la propri testa.....
Se sono stato troppo cattivo che Dio mi perdoni....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6838
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 03/10/2019, 0:15

Achille ha scritto:Anche a me risulta che i figli dei TdG vanno "in servizio", con i genitori o altri, ancora prima di essere battezzati.
Sicuro Wyclif di quello che hai scritto?



Le riviste postato da wycliff non dicono affatto die i giovani3vanno a predicare solo dopo il battesimo. Min capisco la sua deduzione.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 843
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Wyclif » 03/10/2019, 12:44

Achille ha scritto:Anche a me risulta che i figli dei TdG vanno "in servizio", con i genitori o altri, ancora prima di essere battezzati.
Sicuro Wyclif di quello che hai scritto?


Grazie per la segnalazione :ok:

....è stato un errore volevo scrivere "la predicazione viene prima del Battesimo"

Quindi se battezzano i bambini a tenere età vengono costretti a predicare ancora prima fin da piccoli.
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1775
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi Romagnolo » 03/10/2019, 18:10

Vieri hai fatto benissimo e non hai nessun motivo di sentirti in colpa, del resto quello sarebbe lo scopo ultimo dell' istruzione pubblica...rendere in grado ciascuno di ragionare con la propria testa! :ok:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5571
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Liberamente » 04/10/2019, 14:20

Vieri ha scritto:Devo confessare di aver fatto una cattiveria....
A Pasqua di quest'anno mi suona una signora con due bambini invitandomi con un volantino a partecipare alla cena del Signore che sarebbe la loto finta commemorazione....

Ringrazio gentilmente per l'invito dicendole che non credevo assolutamente in quel tipo di commemorazione affermandole poi che "da noi" (in chiesa, all'Eucarestia dice: "prendete e mangiatene tutti,....prendete e bevetene tutti per la nuova ed eterna alleanza..."e non viene passato un piatto ed un bicchiere
l'uno all'altro senza fare niente ......

La mia bastardata e devo dire di essermi poi pentito è che salutandola mi sono poi rivolto ai bambini dicendo loro di non credere in questa falsa religione e di pensare con la propri testa.....
Se sono stato troppo cattivo che Dio mi perdoni....


Hai fatto bene, L’importante è essere sempre cortesi e educati maggior mente quando vedete i Tdg con dei bambini, come i loro genitori i piccoli sono vittime di un sistema e se vanno in giro in predicazione lo fanno perché obbligati a farlo, che poi si sentano bene con loro stessi è normale perché li scatta la “psicologia del altruismo” l’adrenalina sale perché hanno la convinzione di aver fatto del bene e quindi l ego si esalta, credendo che sia lo spirito divino a farli sentire bene.
“Non è necessario avere una religione per avere una morale, perché se non si riesce a distinguere il bene dal male quella che manca è la sensibilità, non la religione. M.Hack”


Presentazione : viewtopic.php?f=7&t=25175
Avatar utente
Liberamente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 18/01/2019, 10:59


Torna a Esperienze vissute

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici