Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Da quando avete lasciato i Testimoni di Geova siete più felici?

Racconti di vita, esperienze, consigli.

Moderatore: nelly24

Da quando avete lasciato i Testimoni di Geova siete più felici?

Messaggiodi alexandro » 28/08/2014, 23:56

Lasciare l'organizzazione vi ha aiutato ad avere un scopo nella vita?
alexandro
Nuovo Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 23/07/2014, 23:15

Messaggiodi Socrate69 » 29/08/2014, 5:45

La tua è una gran bella domanda.
Per quanto mi riguarda, non sono del tutto fuori dato che sono "inattivo", e da poco.
Non è per niente facile se penso ad alcuni amici che non frequento più, e che era da una vita che conoscevo.
O parenti, con cui i rapporti diventano più freddi.
Non è facile passare da una certa "sicurezza" per quanto riguarda il futuro (paradiso, risurrezione ecc.), a... niente.
Non è facile cercare di rifarsi rifarsi dei pensieri positivi, e rifarsi addirittura una vita (non per tutto, sono felice di avere una bella famiglia), è come una rinascita, dove molte cose sono da imparare.
Non facile pensare che se non mi sarei lasciato condizionare, avrei fatto molte cose in modo diverso, tenendo più conto dei miei desideri per le scelte di vita.
Ma ci ho guadagnato.
Mi sono liberato dai sentimenti di colpa e dalla paura di "non essere approvato da Dio" che per me come per molti creavano un sottostante stress.
Per me è stato importante ritrovare libertà di pensiero, forse la più grande libertà che ci sia.
Ma la felicità, ora mi dico che bisogna risentirla (e non ricercarla) ogni giorno in ogni cosa che fai o che vedi o che senti o che assapori.
E anche nel dare, incondizionatamente.

Caro saluto.
Ogni religione si fonda sulla paura dei molti e sull’astuzia dei pochi - Stendhal

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Utente Master
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Achille » 29/08/2014, 5:48

alexandro ha scritto:Da quando avete lasciato i Testimoni di Geova siete più felici?
Lasciare l'organizzazione vi ha aiutato ad avere un scopo nella vita?
Mi sembra che tu faccia due domande, non una.
Comunque sì, sono MOLTO più felice ora.
Semplicemente ora VIVO, mentre prima esistevo: vedevo la vita passarmi accanto, mentre io aspettavo (il nulla).

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14363
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi antonello sanna » 29/08/2014, 7:06

se sono felice? Quando ero in quell'organizzazione credevo di essere felice, almeno così mi sembrava in quei pochi momenti fugaci... Ora che la felicità fa parte di ogni mia giornata so che quella non lo era affatto!!!! Si, ora conosco la felicità e la gioia, quele vere!!!!
Uno scopo nella vita? Beh, prima lo scopo della vita era seguire regole e dettami di uomini nell'attesa infinita di una vita "fantastica" degna dei racconti di Collodi... Ora non ho più solo UNO scopo nella vita, ne ho tantissimi! La mia vita è piena e gratificante! Sto facendo tante cose che ho sempre sognato di fare... sopratutto mi sto godendo la vera libertà, libero da inutili conflitti, libero di pensare, libero di amare, libero di sperimentare, libero di crescere ed evolvermi! Che vuoi di più, un'altra gabbia??? no, grazie!
Avatar utente
antonello sanna
Nuovo Utente
 
Messaggi: 100
Iscritto il: 24/03/2011, 13:35

Messaggiodi Mario70 » 29/08/2014, 7:38

Vediamo di rispondere con un esempio:
Se un pesce d'acquario venisse portato nel suo luogo di origine naturale, sarebbe più felice o no?
La risposta a questa domanda non è semplice, nell'acquario era protetto ed accudito, il cibo gli veniva erogato giornalmente, c'era chi gli puliva i filtri, chi gli cambiava l'acqua, ora deve fare tutto da solo, ma prima poteva nuotare in 100 o 300 litri, ora ha tutto il mare a disposizione.
Era più felice prima o ora?
Dipende dal pesce, se è capace di adattarsi al nuovo ambiente probabilmente sarà più felice ora anche se i predatori sono in agguato e deve faticare per guadagnarsi il cibo, se invece non riesce ad adattarsi probabilmente non potrà mai essere felice e prima o poi verrà divorato da qualche pesce più grosso, ecco perchè quando si tocca l'argomento contro-predicazione ci vado cauto, non tutti sono capaci di adattarsi ad un ambiente diverso e non è così scontato che si può stare meglio fuori.
Di una cosa però sono sicuro, una volta conosciuto il mondo reale, difficilmente si vuole tornare in un acqario, ed in questo caso il concetto di felicità non conta proprio, e tu alexandro, ora che hai visto il mare, vuoi tornare in acquario?
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6022
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Ray » 29/08/2014, 7:59

Nelle tue domande noto la tua paura ,paura di lasciare questa organizzazione che si definisce canale di Dio.

Questa paura instillata sin dai primi momenti in cui si entra in una sala ,si la paura che il mondo di fuori giace sotto
satana,e se vuoi trovare la felicità devi rimanere in questa realtà fatta di favole.

Questa paura "premeditata" fatta a posta, creata ad arte in modo che molti sentano sulla loro pelle cosa li aspetta
una volta usciti da questo culto, la degenerazione umana ,odio,idolatria ecc...

Infatti molti si pongono questa domanda:Ma dove andremo ?

Ma dove vuoi andare ? NON TI SEI MOSSO .Stai sempre nello stesso sistema solare ,sullo stesso pianeta,nella tua stessa città.

Ma perché c'è differenza fra il mondo geovista e quello di fuori.

Questa differenza di mondi creata dalla wt/CD, fa si che il tdg creda veramente che esistano DUE MONDI.

Che cavolata madornale una delle più grandi manipolazioni mentali.

Ora veniamo alle domande,se non lo hai capito io ero un tdg... :ironico: si sono l'apostata che lorganizzazione sconsiglia di ascoltare,apostata poi ...

Più felici ? Quando ero un tdg non è che fossi infelice,ma come ha scritto Achille sopravvivevo,penso che tu sappia la differenza . Si ,si soppravviveva perchè tutti aspettavamo l'imminente distruzione dei malvagi,che bella aspettativa questa scena di terrore.

Si posso dire che da dentro mi sento più felice, forse sarà l'età ,assaporo di più la vita attimo dopo attimo,la vita va vissuta così come arriva,giorno per giorno,gustata,la vita è come un piatto di pasta a volte non ti piace e a volte ti viene dato il tuo preferito.

Non possiamo chiuderci in un limbo fatto di favole e aspettative.

Lo scopo ? Gli scopi possono essere molteplici, perché uno solo ?

Lo scopo può essere un lavoro,l'amore di una donna,"di un uomo", viaggiare,ma di certo non è più quello di quando si era tdg.

Uno scopo può essere anche informare i nostri ex-fratelli ,io a volte mi diverto su face.Ma a volte è stancante. :triste:

Il tuo quale è ?
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11552
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi deliverance1979 » 29/08/2014, 9:05

La risposta é nettamente si, ora ho ripreso la mia vita in mano, libera da inutili impegni teocratici, da imposizioni e superstizioni che ti castrano la vita, ti fanno fare sacrifici che se non fosse per l'auto convincimento che questa é la veritá, sarebbero totalmente inutili. Tuttavia ho ancora tanta rabbia per aver vissuto una vita decisa dagli altri, da stupide regole ed imposizioni che mi hanno fatto perdere treni ed opportunitá per almeno due decenni di vita, che mi hanno lasciato segni e negativitá che a distanza di quasi 8 anni da che ho abbandonato, ancora mi presentano il conto. I TDG sono stati una parentesi grigio scuro nella mia vita, non dico nera perché sicuramente c'é di peggio... :strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi NOSTROMO » 29/08/2014, 9:08

Non sono Tdg e non lo sono mai stato pero ho dei parenti molto stretti e posso dire di essermi fatto un'idea abbastanza certa.
Le tue domande partono da due presupposti, per me errati:
- Per essere più felici da fuorisciuti bisogna prima capire se prima uno era felice o era semplicemente "costretto"
- Quale era lo scopo della vita per i TDG visto che il tutto finisce per essere un'attesa (vana) di non so cosa!
NOSTROMO
Nuovo Utente
 
Messaggi: 87
Iscritto il: 07/05/2014, 12:30

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 29/08/2014, 12:21

Mario70 ha scritto:Vediamo di rispondere con un esempio:
Se un pesce d'acquario venisse portato nel suo luogo di origine naturale, sarebbe più felice o no?
La risposta a questa domanda non è semplice, nell'acquario era protetto ed accudito, il cibo gli veniva erogato giornalmente, c'era chi gli puliva i filtri, chi gli cambiava l'acqua, ora deve fare tutto da solo, ma prima poteva nuotare in 100 o 300 litri, ora ha tutto il mare a disposizione.
Era più felice prima o ora?
Dipende dal pesce, se è capace di adattarsi al nuovo ambiente probabilmente sarà più felice ora anche se i predatori sono in agguato e deve faticare per guadagnarsi il cibo, se invece non riesce ad adattarsi probabilmente non potrà mai essere felice e prima o poi verrà divorato da qualche pesce più grosso, ecco perchè quando si tocca l'argomento contro-predicazione ci vado cauto, non tutti sono capaci di adattarsi ad un ambiente diverso e non è così scontato che si può stare meglio fuori.
Di una cosa però sono sicuro, una volta conosciuto il mondo reale, difficilmente si vuole tornare in un acqario, ed in questo caso il concetto di felicità non conta proprio, e tu alexandro, ora che hai visto il mare, vuoi tornare in acquario?

Pienamente d'accordo.
E aggiungo, che la liberta' (sia fisica che di mente) costa assai, ma è un bene irrinunciabile. Occorre però elaborare in modo positivo le esperienze pregresse perchè ci servano di monito e ......salvavita :sorriso:
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi alexandro » 29/08/2014, 12:21

Ray ha scritto:Nelle tue domande noto la tua paura ,paura di lasciare questa organizzazione che si definisce canale di Dio.


Lo scopo ? Gli scopi possono essere molteplici, perché uno solo ?

Lo scopo può essere un lavoro,l'amore di una donna,"di un uomo", viaggiare,ma di certo non è più quello di quando si era tdg.

Uno scopo può essere anche informare i nostri ex-fratelli ,io a volte mi diverto su face.Ma a volte è stancante. :triste:


Il tuo quale è ?



Il mio qual' è? ormai non lo so più!, forse non l'ho mai saputo perchè in cuor mio ho sempre sapuuto di me, sono che nell' ultimo paio di anni, questo virus come l'HIV si è "svegliato" e sta producendo tutti gli effetti devastanti del caso
Come già ho ripetuto io credo in ciò che faccio,credo che sia una delle poche religioni che si possono definire coerenti con quello che si dice e si fa.(eccezioni a parte) ad esempio, quando stai a cena con i TdG, vedere parlare di Armaghedon, della grande tribolazione, di quanto sè vero che negli ultimi anni la vita si è complicata e le difficoltà sono peggiorate ancora di più, per non parlare dell' accusa che l'onu ha fatto al vaticano sugli scandai di pedofilia, questo accresce sempre di più la fede in te sulle profezie Bibliche, d'altro canto c'è la parte di me che non ce la fa più a stare dentro i TdG, Vedo TdG della mia età che si fidanzano e sposano, sono felici, conoscono fratelli in tante congregazioni, vengono invitati a matrimoni di altri fratelli, hanno una vita attiva dentro l'organizzazione, e poi vedo la mia situazione, non solo che non ho nessuno accanto per la quale condividere la mia vita, ma non ho nessuna speranza a poterlo avere,non posso condividere gioie e dolori con nessuno, sono circondato solo da persone che ora ci sono , domani probabilmente spariranno, sono circondato da persone che mi guardano con diffidenza perchè sono ancora proclamatore dopo tanti anni...Non riesco ad andare in viaggio con loro perchè non mi sento a mio agio,il mio essere contrasta con il loro modo di pensare della mia REALE situazione, se penso a una vacanza di 10 giorni con i TdG mi prende il panico, starei in continua ansia che uscirebbe l'argomento dell' omosessualità, e non solo perchè sentirei dire dire cose assurde riguardo la condizione omosessuale.., ma il nemmeno potersi difendere perchè sarebbe la tua parola ontro quella di Dio è qualcosa di devastante, io quando vado in vacanza sembro un morto che cammino, non gusto niente, non aprrezzo nulla, neanche il cibo locale.....

Io credo in questa religione , ma non la sento mia, sento che io non centro nulla, poi ci sono sempre quei fratelli che...probabilmente in buona fede..ti guardano sempre con diffidenza perchè la mia infelicità è chiara, e loro continuamente mi dicono "chiedi aiuto a Geova, dove non arrivi tu ce lo mette Lui se Geova richiede 100, ma con le tue forze puoi solo 50, l'altro 50 ce lo mette Geova "..ma ha senso stentare sempre in questo modo giorno per giorno, mese per mese , anno per anno?Perchè la mia presenza in questa organizzazione è sempre stentata, ogni cosa è fatta con fatica, alle adunanze non vedo l'ora di andarmene, quando sento i commenti alcuni mi danno l'idea che siano riferiti indirettamente a me...Voi direte" Allora lascia quest' organizazione, chi te lo fa fare"...ma anche se lascio l'organizzazione sono altrettanto infelice perchè tutta la vita diventa relativa, aleatoria...tutte le cose false come il Natale o errate come l'idolatria diventano cose lecite, che però sai che sono infondate e sbagliate, ma anche se ti astieni dal festeggiare un Natale perchè sai che Gesù non è nato il 25 dicembre, è tutto inutile perchè ormai stai fuori l'organizzazione di Dio...In poche parole, se decidessi di frequentare un uomo , ogni cosa che farei sarebbe tutto inutle perchè anche se ti attieni ad altre cose che dice la Bibbia, il fatto di frequentare una persona dello stesso sesso ti rende rigettabile agli occhi di Dio, e di conseguenza non solo mi pesa il non poter frequentare nessuno, mi pesa anche amare Dio, io sono arrivato ad un punto che non amo più Dio e non so se lui ama me,rigettare la mia identità sessuale e come rigettare me stesso, è sia un Dio sia una persona che mi rigetta per la mia identità sessuale li rendono disprezzabili ai miei occhi , come loro disprezzano la mia omosessualità...io nonn ce la faccio proprio ad amare chi mi dice che l'omosessualità è contro natura... Se qualcuno vi dicesso che l'eterosessualità è contro natura e che è uno stile di vita alternativo che purtroppo tanti adottano in questo mondo degradato....voi come la prensereste?Non vi sentireste toccati anche voi nella vostra dignità anche se vi astenete dal "praticare" l'eterosessualità? Io non riesco a tollerare tutto questo, sono diventato come un palloncino dove butti continuamente aria dentro e che stai per esplodere..man mano che sento dire queste cose ho la sensazione che prima o poi scoppierà qualcosa.
alexandro
Nuovo Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 23/07/2014, 23:15

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 29/08/2014, 13:01

alexandro ha scritto:Il mio qual' è? ormai non lo so più!, forse non l'ho mai saputo perchè in cuor mio ho sempre sapuuto di me, sono che nell' ultimo paio di anni, questo virus come l'HIV si è "svegliato" e sta producendo tutti gli effetti devastanti del caso

Ci sono talmente tante contraddizioni in ciò che senti che, per il tuo bene, dovresti cercare per primo in te stesso cosa ti lega ad una pseudo religione che ti castra.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Giovanni64 » 29/08/2014, 13:06

Caro alexandro non ci siamo proprio. Molti avevano pensato di poterti aiutare a disintossicarti dalle idiozie della Watchtower ma da quello che leggo nel tuo ultimo messaggio mi sa che stai messo molto ma molto male. Scusa la franchezza ma è quello che si vede in maniera molto evidente. Liberati dalle idiozie degli uomini ridicoli più che imperfetti della Watchtower e comincia a servire Dio se proprio ci tieni!
Avatar utente
Giovanni64
Utente Master
 
Messaggi: 3251
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi cercaverità » 29/08/2014, 13:34

Ciao Alexandro, ho perfettamente capito il tuo punto di vista. Sei una persona onesta e sincera :strettamano: sottoposta a una prova tremenda. Ora io ti chiedo se forse è un segnale di Dio in qualche modo. Se tu non avessi avuto questo "problema" saresti felice di essere un TDG e al massimo ti sarebbe dispiaciuto per quelli del mondo che non sanno quello che si perdono. Se invece Dio vuole che tu ti ponga delle domande? Proprio perché vede la tua onestà forse vuole renderti più consapevole di ciò che hai realmente intorno.

Ti auguro di trovare la pace che tanto cerchi e ricorda... :non mollare:
Presentazione

Dt 18:21,22 Se tu pensi: Come riconosceremo la parola che il Signore non ha detta? Quando il profeta parlerà in nome del Signore e la cosa non accadrà e non si realizzerà, quella parola non l'ha detta il Signore; l'ha detta il profeta per presunzione: di lui non devi aver paura.

Mai discutere con un TDG, ti trascina al suo livello e ti frega con l'esperienza : Wilde
Avatar utente
cercaverità
Utente Junior
 
Messaggi: 487
Iscritto il: 09/05/2012, 17:55

Messaggiodi Quixote » 29/08/2014, 13:45

alexandro ha scritto:Il mio qual' è? ormai non lo so più!, forse non l'ho mai saputo perchè in cuor mio ho sempre sapuuto di me, sono che nell' ultimo paio di anni, questo virus come l'HIV si è "svegliato" e sta producendo tutti gli effetti devastanti del caso


Infatti. Io al posto tuo lo ringrazierei quel virus, perché in realtà è un anticorpo, che ti ha fatto capire quanto sei incompatibile con la Watch Tower Society. Ora datti una bella svegliata, e comincia a pensare che quella pseudo-religione è incompatibile non solo con te, ma con una religione autentica. Che non ti dico mica sia la cattolica – e come potrei, io che sono un miscredente? – ma la fede è una cosa molto intima, e se ce l’hai, comincia a pensare a un Dio che ti ama, e che ti vuol bene per quello che sei, e non a un dio/geova (minuscole volute) discriminatorio, che pretende da te sacrifici che ad altri non impone, ma impone tutta una serie di assurdi divieti che non stanno né in terra, né, soprattutto, in Cielo (maiuscola voluta).
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4485
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi deliverance1979 » 29/08/2014, 14:20

Quixote ha scritto:Infatti. Io al posto tuo lo ringrazierei quel virus, perché in realtà è un anticorpo, che ti ha fatto capire quanto sei incompatibile con la Watch Tower Society. Ora datti una bella svegliata, e comincia a pensare che quella pseudo-religione è incompatibile non solo con te, ma con una religione autentica. Che non ti dico mica sia la cattolica – e come potrei, io che sono un miscredente? – ma la fede è una cosa molto intima, e se ce l’hai, comincia a pensare a un Dio che ti ama, e che ti vuol bene per quello che sei, e non a un dio/geova (minuscole volute) discriminatorio, che pretende da te sacrifici che ad altri non impone, ma impone tutta una serie di assurdi divieti che non stanno né in terra, né, soprattutto, in Cielo (maiuscola voluta).


:quoto100:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Muscoril-Matisse » 29/08/2014, 14:45

Carissimi,
SE’, e sottolineo SE’, uno fosse stato felice lo era sulle basi di una menzogna ed un raggiro. Una volta “fuori” PUO’ realizzare la propria felicità basandosi sulla propria vita e sulla realtà.
Matisse
PS: Io sono felice e realizzato, e così spero di voi. :timido2:
La verita' non danneggia mai una giusta causa. M. K. GANDHI
Presentazione
Avatar utente
Muscoril-Matisse
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1084
Iscritto il: 16/06/2009, 19:24

Messaggiodi goodvin60 » 29/08/2014, 15:02

Lasciai la Congregazione a 18 anni. 60 anni fa. Mi sentii subito più vivo e più libero. I successivi anni furono veramente molto felici. Mi feci una famiglia ,intrapresi una professione in edilizia che mia ha dato benessere, i miei figli sono cresciuti bene. Ora alla soglia dei 70 anni mi guardo indietro e confermo: la mia scelta di non intraprendere una " carriera teocratica " fu giusta. Come canta meravigliosamente Sinatra : " ho vissuto la mia vita a modo mio" e non a modo del sistema dei santoni di brooklyn. In quanto alla felicità , cosa vuoi che ti dica? Essa va e viene. Ho avuto anche i miei periodi difficili. Tuttavia complessivamente mi dichiaro soddisfatto. Ciao.
goodvin60
Utente Senior
 
Messaggi: 530
Iscritto il: 10/02/2012, 11:48

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 29/08/2014, 15:03

Alexandro

Perché non leggi " Crisi di Coscienza" e "Alla ricerca della libertà cristiana", di Raymond Franz, penso che ti sarà utile.
Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3843
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Occhiodifalco » 29/08/2014, 15:50

Franco Coladarci ha scritto:Alexandro

Perché non leggi " "Alla ricerca della libertà cristiana", di Raymond Franz, penso che ti sarà utile.
Franco

dove si può trovare gratis? :ironico:
La vita ha un senso se dai un senso alla tua vita
PRESENTIAMOCI
Avatar utente
Occhiodifalco
Utente Senior
 
Messaggi: 888
Iscritto il: 23/08/2014, 11:42

Messaggiodi Ray » 29/08/2014, 15:59

Occhiodifalco ha scritto:
Franco Coladarci ha scritto:Alexandro

Perché non leggi " "Alla ricerca della libertà cristiana", di Raymond Franz, penso che ti sarà utile.
Franco

dove si può trovare gratis? :ironico:


Un'altro ligure ' Non bastavano Mauro e Tiziano e M & M.... ? :cer:

Ecco delle pagine .. 2 link ?

https://www.google.com/webhp?sourceid=c ... +coscienza
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11552
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Occhiodifalco » 29/08/2014, 16:06

Ray ha scritto:
Occhiodifalco ha scritto:
Franco Coladarci ha scritto:Alexandro

Perché non leggi " "Alla ricerca della libertà cristiana", di Raymond Franz, penso che ti sarà utile.
Franco

dove si può trovare gratis? :ironico:


Un'altro ligure ' Non bastavano Mauro e Tiziano e M & M.... ? :cer:

Ecco delle pagine .. 2 link ?

https://www.google.com/webhp?sourceid=c ... +coscienza


in questo link c'e solo crisi di coscienza, gia letto io intendevo " alla ricerca della libertà cristiana
La vita ha un senso se dai un senso alla tua vita
PRESENTIAMOCI
Avatar utente
Occhiodifalco
Utente Senior
 
Messaggi: 888
Iscritto il: 23/08/2014, 11:42

Messaggiodi renato-c » 29/08/2014, 16:11

direi più tranquillo e sereno
Avatar utente
renato-c
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1386
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi mario » 29/08/2014, 20:04

La felicità e` soggettiva; puoi essere TG e non essere affatto felice.
Puoi essere fuori dai TG e non essere felice ugualmente.
Oppure entrambe le cose in maniera opposta. Sicuramente si e` più consapevoli e più sereni e ci si gode il giorno x quel che ti da, e non per quello che che ti illudi che verrà.
È difficile sapere cosa sia la verità, ma a volte è molto facile riconoscere una falsità.
A. Einstein
La falsità è la verità degli altri.
O. Wilde
La religione è vera per la plebe, falsa per il saggio e redditizia per quelli che ne fanno un mestiere.Seneca


Presentazione
Avatar utente
mario
Utente Senior
 
Messaggi: 861
Iscritto il: 11/01/2011, 17:00

Messaggiodi Romagnolo » 29/08/2014, 21:50

mario ha scritto:La felicità e` soggettiva; puoi essere TG e non essere affatto felice.
Puoi essere fuori dai TG e non essere felice ugualmente.
Oppure entrambe le cose in maniera opposta. Sicuramente si e` più consapevoli e più sereni e ci si gode il giorno x quel che ti da, e non per quello che che ti illudi che verrà.

Concordo!
Ricorda Alexandro, la felicità è uno stato mentale, siamo noi che ci rendiamo felici in base a su cosa posiamo la nostra attenzione!
Mi spiego, hai presente il consiglio di Gesù sul mantenere un occhio semplice?
Bene riapplicando il senso alla base del consiglio di Gesù se tu decidi di lasciare e poi ogni santo giorno pensi ..oddio! Questo adempie la tal profezia!,..oddio! Questo non lo dovevo fare, stà scritto in Ezechiele cap...vers...e cos' via ,insomma sarai sempre infelice!
Se starai concentrato invece su ciò che finalmente anelavi fare e sui lati positivi che ciò ha avrai motivo di provare felicità!
Sono stato sintetico ma il succo del discorso è questo e credimi posso capirti perchè pure io provo gli stessi complessi tuoi (non riguardo l'omosessualità però, io sono etero) e prima o poi dovrò decidermi pure io, o dentro o fuori!
Venendo dal Mondo però sono in parte avvantaggiato, se ero felice prima sò già che tutto dipende dal saper ...non dico resettare ma riuscire a riprogrammare i propri schemi mentali e a non lasciarsi influenzare da sensi di colpa..indotti da ciò che abbiamo studiato.
Ma la cosa più importante che dovresti fare ora è capire se lo scopo che ci fà "esistere" come scrive Achille è reale o solo una grande farsa, solo allora puoi programmare dove e come vuoi vivere; qui ognuno ritengo debba decidere per se essendo ciascuno un caso a parte.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6307
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi deliverance1979 » 30/08/2014, 11:41

Alexandro, volevo farti un'osservazione. Nel tuo intervento hai dipindo il bello della comunitá dei TDG, ovvero persone che si invitano, che si sentono felici e via dicendo. Innanzi tutto con il tempo e con il frequentarli scoprirai che le persone che compongono i TDG non sono tutti cosi, scoprirai pettegolezzo, inimicizie tra famiglie di nominati che si trascinano da anni, invidie e via dicendo.
Ma il punto non é solo questo.
Tu pensi che al di fuori dei TDG non ci siano altri gruppi religiosi o laici che siano altrettanto felici, che si aiutano e che hanno sani principi morali?
Ti chiedo questo, perché i TDG sono bravi a vendersi come unici e migliori, ed una volta che ti hanno isolato dagli altri, non avrai metri di paragone con cui giudicarli, perché conoscerai solo la loro realtá, e quando avrai dubbi o domande scomode da porre, inizieranno le giustificazioni, le risposte pre impostate, gli incoraggiamenti ad aspettare e mettere tutto nelle mani di Geova. Pertanto ti ripeto, hai fatto una ricerca tale da poter escludere altri gruppi religiosi e non? :strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6263
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 30/08/2014, 12:28

La notte porta consiglio come si suol dire e que sta mattina mi è sorto questo pensiero, non dicoche sia la soluzione giusta, ma caroAlexandro vorrei chiederti...e se tu uscissi finalmente allo scoperto?
Cioè senza andartene dai TdG ( almeno per il momento) ma chiarendo a tutti la tua situazione, che modifiche pensi potrebbero avvenire nel tuo relazionarti con gli altri fratelli e con Dio?
Cioè mi sembra che buona parte del tuo dramma derivi dal fatto di dover continuamente occultare la tua reale situazione, non dico che tutto si risolverebbe, anzi avresti nuove sfide ...anziani che cercheranno di farti tornare "normale" , sicuramente situazioni di sgomento in ambito familiare e così via,....però almeno non saresti più una pentola a pressione con la valvola bloccata che rischia di esplodere da un momento all'altro.
I miei sono solo dei forse, sta a te valutare se possa essere una mossa appropriata o meno.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6307
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Giovanni64 » 30/08/2014, 12:45

Romagnolo ha scritto:La notte porta consiglio come si suol dire e que sta mattina mi è sorto questo pensiero, non dicoche sia la soluzione giusta, ma caroAlexandro vorrei chiederti...e se tu uscissi finalmente allo scoperto?
Cioè senza andartene dai TdG ( almeno per il momento) ma chiarendo a tutti la tua situazione, che modifiche pensi potrebbero avvenire nel tuo relazionarti con gli altri fratelli e con Dio?
Cioè mi sembra che buona parte del tuo dramma derivi dal fatto di dover continuamente occultare la tua reale situazione, non dico che tutto si risolverebbe, anzi avresti nuove sfide ...anziani che cercheranno di farti tornare "normale" , sicuramente situazioni di sgomento in ambito familiare e così via,....però almeno non saresti più una pentola a pressione con la valvola bloccata che rischia di esplodere da un momento all'altro.
I miei sono solo dei forse, sta a te valutare se possa essere una mossa appropriata o meno.


Scusa se ricordo l'ovvio ma Il rapporto con Dio prescinde dal rapporto che si ha con la Watchtower. So che alcuni hanno un rapporto di tossicodipendenza con la Watchtower ma per liberarsene occorre la collaborazione del diretto interessato. Da questo punto di vista, in tutta franchezza, tu a volte mi dai l'impressione di essere messo peggio di alexandro e di occhiodifalco, tanto per parlare di alcune new entry agostane.
Avatar utente
Giovanni64
Utente Master
 
Messaggi: 3251
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Quixote » 30/08/2014, 12:55

Giovanni64 ha scritto:
Romagnolo ha scritto:


So che alcuni hanno un rapporto di tossicodipendenza con la Watchtower ma per liberarsene occorre la collaborazione del diretto interessato. Da questo punto di vista, in tutta franchezza, tu a volte mi dai l'impressione di essere messo peggio di alexandro e di occhiodifalco, tanto per parlare di alcune new entry agostane.


Non sono d’accordo. Sarà che Romagnolo è mio corregionale, ma l’impressione che ne ho avuto è che abbia fatto parecchia strada in pochissimo tempo. E il “consiglio” che ha dato è assai profondo, anche se non mi sembra realizzabile. Da meditare, in ogni caso, se non altro per capire quanto sia ipocrita il mondo, in generale, e “certi” ambienti, in particolare.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4485
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi alexandro » 30/08/2014, 13:02

Romagnolo ha scritto:La notte porta consiglio come si suol dire e que sta mattina mi è sorto questo pensiero, non dicoche sia la soluzione giusta, ma caroAlexandro vorrei chiederti...e se tu uscissi finalmente allo scoperto?
Cioè senza andartene dai TdG ( almeno per il momento) ma chiarendo a tutti la tua situazione, che modifiche pensi potrebbero avvenire nel tuo relazionarti con gli altri fratelli e con Dio?
Cioè mi sembra che buona parte del tuo dramma derivi dal fatto di dover continuamente occultare la tua reale situazione, non dico che tutto si risolverebbe, anzi avresti nuove sfide ...anziani che cercheranno di farti tornare "normale" , sicuramente situazioni di sgomento in ambito familiare e così via,....però almeno non saresti più una pentola a pressione con la valvola bloccata che rischia di esplodere da un momento all'altro.
I miei sono solo dei forse, sta a te valutare se possa essere una mossa appropriata o meno.



Alcuni anziani già lo sanno..,ad un altra persona della congregazione l'ho detto direttamente , altri ho cercato di farglielo capire, ma non so se hanno capito o fanno finta di non capire ..quindi tutto questo "occultare " da parte mia non c'è..qualche incontro con gli anziani c'è stato, e oltre le solite domande di natura intima , dato che quando parli di omosessualità presuppongono sempre che tu abbia toccato il pacco di qualcuno, non hanno fatto tentativi per farmi diventare eterosessuale, ..ma vi è la solita storia di vedere la cosa dal punto di vista di Geova...non ho fatto molti incontri con loro perchè io non ho voluto...non so se poi avrebbero tentato di volermi far diventare "normale", in poche parole il loro "scopo finale" non ho capito qual è dato che come a loro ho già dettto , non vi è alcuna soluzione a tale situazione, perchè la mia omosessualità rimane, la condanna biblica rimane..voi come loro direte...."Concentrati su altre cose e non sulla tua omosessualità"...Non ci riesco,ho bisogno di poter conoscere qualcuno, almeno la speranza nel poterlo fare, sennò non vivo, il pensiero che sarò da solo a vita mi devasta, non mi fa provare gioia in nulla, ogni cosa che faccio è tutto fine a se stessa.
Ultima modifica di alexandro il 30/08/2014, 13:30, modificato 2 volte in totale.
alexandro
Nuovo Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 23/07/2014, 23:15

Messaggiodi Giovanni64 » 30/08/2014, 13:08

Quixote ha scritto:
Giovanni64 ha scritto:
Romagnolo ha scritto:


So che alcuni hanno un rapporto di tossicodipendenza con la Watchtower ma per liberarsene occorre la collaborazione del diretto interessato. Da questo punto di vista, in tutta franchezza, tu a volte mi dai l'impressione di essere messo peggio di alexandro e di occhiodifalco, tanto per parlare di alcune new entry agostane.


Non sono d’accordo. Sarà che Romagnolo è mio corregionale, ma l’impressione che ne ho avuto è che abbia fatto parecchia strada in pochissimo tempo. E il “consiglio” che ha dato è assai profondo, anche se non mi sembra realizzabile. Da meditare, in ogni caso, se non altro per capire quanto sia ipocrita il mondo, in generale, e “certi” ambienti, in particolare.


Puoi darsi allora che ricordo male, magari confondendo alcuni messaggi di uno con quelli dell'altro. In ogni caso, soprattutto per il bene del diretto interessato, spero che tua impressione sia quella giusta.
Avatar utente
Giovanni64
Utente Master
 
Messaggi: 3251
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Prossimo

Torna a Esperienze vissute

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici