Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

L'incredibile visita di un sorvegliante viaggiante

Racconti di vita, esperienze, consigli.

Moderatore: nelly24

Messaggiodi Vera Icona » 19/09/2017, 15:09

In un precedente post avevo scritto:


chi aveva scritto?

Molti forse si sono domandati perchè Cristo sia risorto e perchè questa "resurrezione" abbia rappresentato rispetto a tutte le altre religioni un messaggio così direi, dirompente?


Non mi sono mai fatta la domanda, ma se egli non fosse risorto sarebbe stato anche per i suoi discepoli probabilmente solo un buon maestro.


Risorgere, significa: "alzarsi in piedi a vivere nuovamente" che tradotto per il cristiani è un grande messaggi di speranza sia da vivi che da morti.


Da vivi, di avere e trovare sempre, nella fede, la forza ed il coraggio per risollevarsi sempre in ogni avversa circostanza della vita.


Conosco non credenti oppure diversamente credenti che sono piu´forti di certi cristiani credendo solo in se stessi o nel dio dentro loro etc...


Da morti, di risorgere anima e corpo in grande serenità spirituale con il Salvatore....

Tu cosa ne pensi ?
:strettamano:


E certo, se non avessimo questa speranza, che vita sarebbe?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Ciao vera icona...

Messaggiodi Vieri » 19/09/2017, 16:22

Scusami e non ti voglio tampinare ma...
Conosco non credenti oppure diversamente credenti che sono piu´forti di certi cristiani credendo solo in se stessi o nel dio dentro loro etc...

Tu che vivi in Germania dovresti anche sapere che "gente del tuo paese" appena 75 anni fa che credendo solo in loro stessi e nel "dio (miniscolo) dentro di loro" hanno impunemente ammazzato parecchi milioni di persone "pensando di far bene alla propria razza ed al proprio paese".....e bisogna sempre distinguere quale dio esista dentro di loro.....e quello, allora "con i baffetti" non era certo stato l'ideale.... :piange:

Se poi vogliamo fare un discorso meno "polemico" sai benissimo che la superbia di credere sempre in noi stessi e nelle proprie capacità, prima o poi nella vita ti porta a grandi delusioni trovandoti sempre nudo ed indifeso e chi, alla fine perde questa diciamola "fede" non ha altra alternativa che la disperazione....senza futuro.
La sai la storia della farfalla?
La storia della farfalla
Un giorno un contadino, riposandosi sotto un’ombra al termine di una giornata sfiancante, si accorse di un bozzolo di una farfalla. Il bozzolo era completamente chiuso ad eccezione di un piccolo buchino sulla parte anteriore. Incuriosito, il contadino osservò attraverso il piccolo buchino, riuscendo ad intravedere la piccola farfalla che si dimenava con tutte le sue forze.

Il contadino osservò a lungo gli sforzi eroici dell’elegante bestiolina, ma per quanto la farfalla si sforzasse per uscire dal bozzolo, i progressi apparivano minimi. Così, il contadino, impietosito dall’impegno della piccola farfalla, tirò fuori un coltellino da lavoro e delicatamente allargò il buco del bozzolo, finché la farfalla poté uscirne senza alcuno sforzo.

A questo punto accadde qualcosa di strano. La piccola farfalla, aiutata ad uscire dal bozzolo, non aveva sviluppato muscoli abbastanza forti per potersi librare in aria. Nonostante i ripetuti tentativi, la fragile farfalla rimase a terra e riuscì a trascinarsi solo a pochi centimetri dal bozzolo, incapace di fare ciò per cui la natura l’aveva fatta nascere. Il contadino si accorse del grave errore fatto ed imparò una lezione che non dimenticò per il resto della sua vita:

“Attraverso le difficoltà la natura ci rende più forti e degni di realizzare i nostri sogni.”
Se Dio ci permettesse di vivere la nostra esistenza senza incontrare nessun ostacolo, saremmo limitati. Non potremmo essere così forti come siamo. Non potremmo mai volare come quella farfalla.

Non potremmo essere così forti come siamo. Non potremmo mai volare:

• Chiesi la forza... e Dio mi ha dato le difficoltà per farmi forte.
• Chiesi la sapienza... e Dio mi ha dato problemi da risolvere.
• Chiesi la prosperità... e Dio mi ha dato cervello e muscoli per lavorare.
• Chiesi di poter volare... e Dio mi ha dato ostacoli da superare.
• Chiesi l’amore... e Dio mi ha dato persone con problemi da poter aiutare.
• Chiesi favori... e Dio mi ha dato opportunità. Non ho ricevuto niente di quello che chiesi...

Però ho ricevuto tutto quello di cui avevo bisogno. VIVI LA VITA SENZA PAURA,AFFRONTA TUTTI GLI OSTACOLI E DIMOSTRA CHE PUOI SUPERARLI.

Mi scrivi ancora:
Non mi sono mai fatta la domanda, ma se egli non fosse risorto sarebbe stato anche per i suoi discepoli probabilmente solo un buon maestro

Ovviamente faccio un discorso di parte ma ritengo che il messaggio fondamentale del cristianesimo sia stato proprio la resurrezione del Cristo senza la quale sarebbe passato alla storia come uno dei tanti bravi profeti ebraici....
Il messaggio direi dirompente della resurrezione di Cristo è quello di darci sempre la forza di risollevarci e ridarci la speranza, liberandoci dal peccato ed affrontare sempre con coraggio le prove della vita.
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5191
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 19/09/2017, 17:27

Tu che vivi in Germania dovresti anche sapere che "gente del tuo paese" appena 75 anni fa che credendo solo in loro stessi e nel "dio (miniscolo) dentro di loro" hanno impunemente ammazzato parecchi milioni di persone "pensando di far bene alla propria razza ed al proprio paese".....e bisogna sempre distinguere quale dio esista dentro di loro.....e quello, allora "con i baffetti" non era certo stato l'ideale.... :piange:


Sorry, ma trovo davvero disgustevole dei paragoni che fai, incredibile...ma come ti viene in mente di paragonare i nazisti con chi oggi potrebbe avere una visione diversa di Dio come per esempio i panteisti?

Se poi vogliamo fare un discorso meno "polemico" sai benissimo che la superbia di credere sempre in noi stessi e nelle proprie capacità, prima o poi nella vita ti porta a grandi delusioni trovandoti sempre nudo ed indifeso e chi, alla fine perde questa diciamola "fede" non ha altra alternativa che la disperazione....senza futuro.
La sai la storia della farfalla?
La storia della farfalla
Un giorno un contadino, riposandosi sotto un’ombra al termine di una giornata sfiancante, si accorse di un bozzolo di una farfalla. Il bozzolo era completamente chiuso ad eccezione di un piccolo buchino sulla parte anteriore. Incuriosito, il contadino osservò attraverso il piccolo buchino, riuscendo ad intravedere la piccola farfalla che si dimenava con tutte le sue forze.

Il contadino osservò a lungo gli sforzi eroici dell’elegante bestiolina, ma per quanto la farfalla si sforzasse per uscire dal bozzolo, i progressi apparivano minimi. Così, il contadino, impietosito dall’impegno della piccola farfalla, tirò fuori un coltellino da lavoro e delicatamente allargò il buco del bozzolo, finché la farfalla poté uscirne senza alcuno sforzo.

A questo punto accadde qualcosa di strano. La piccola farfalla, aiutata ad uscire dal bozzolo, non aveva sviluppato muscoli abbastanza forti per potersi librare in aria. Nonostante i ripetuti tentativi, la fragile farfalla rimase a terra e riuscì a trascinarsi solo a pochi centimetri dal bozzolo, incapace di fare ciò per cui la natura l’aveva fatta nascere. Il contadino si accorse del grave errore fatto ed imparò una lezione che non dimenticò per il resto della sua vita:

“Attraverso le difficoltà la natura ci rende più forti e degni di realizzare i nostri sogni.”

Se Dio ci permettesse di vivere la nostra esistenza senza incontrare nessun ostacolo, saremmo limitati. Non potremmo essere così forti come siamo. Non potremmo mai volare come quella farfalla.

Non potremmo essere così forti come siamo. Non potremmo mai volare:

Sorry, stai parlando ad una credente ( cristiana) non ho bisogno di essere convertita.
Ma io al contrario tuo cerco anche di mettermi nei panni di chi credente cristiana non e´ o perche´atei o agnostico o diversamente credente, che pure riescono a vivere bene la propria vita, ovvio che io credo che ho il vantaggio di poter trarre la mia forza anche dal mio creatore oltre me stessa. Ma io questo non devo ostentare per sentirmi avantaggiata.

Ovviamente faccio un discorso di parte ma ritengo che il messaggio fondamentale del cristianesimo sia stato proprio la resurrezione del Cristo senza la quale sarebbe passato alla storia come uno dei tanti bravi profeti ebraici....

Esattamente.

Il messaggio direi dirompente della resurrezione di Cristo è quello di darci sempre la forza di risollevarci e ridarci la speranza, liberandoci dal peccato ed affrontare sempre con coraggio le prove della vita.


A noi cristiani si´,. ma per chi neanche crede nella resurrezione ovviamente non ha nesuun valore.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

scusami ma..

Messaggiodi Vieri » 19/09/2017, 18:06

cara vera Icona...prima di scrivere queste cose...avevo le mie ragioni....
Sorry, ma trovo davvero disgustevole dei paragoni che fai, incredibile...ma come ti viene in mente di paragonare i nazisti con chi oggi potrebbe avere una visione diversa di Dio come per esempio i panteisti?

Mio padre è stato prigioniero in Germania ed ha lasciato un diario...ma è fortunatamente tornato..

http://www.pensieri.info/in-germania-in ... padre.html

Ho girato tutta la Germania ed anche in Polonia e "stranamente" ti imbatti sempre in un passato che NON PUOI DIMENTICARE ...
Sei mai stata ad Auscwitz, a Dacahu, a Bergen Belsen.......a Terezin, nel ghetto di Varsavia.....

Certo che bisogna perdonare ma NON dimenticare almeno per rispetto di tante vittime innocenti...e molti di quelli della mia età erano i figli di molti di questi "credenti...

Tu parli di "panteisti" ma non sono gli ex "figli dei fiori" dallo spinello facile....brava gente brava gente quando paga papà.....? :ironico:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5191
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 19/09/2017, 18:17

Vieri ha scritto:cara vera Icona...prima di scrivere queste cose...avevo le mie ragioni....
Sorry, ma trovo davvero disgustevole dei paragoni che fai, incredibile...ma come ti viene in mente di paragonare i nazisti con chi oggi potrebbe avere una visione diversa di Dio come per esempio i panteisti?

Mio padre è stato prigioniero in Germania ed ha lasciato un diario...ma è fortunatamente tornato..

http://www.pensieri.info/in-germania-in ... padre.html

Ho girato tutta la Germania ed anche in Polonia e "stranamente" ti imbatti sempre in un passato che NON PUOI DIMENTICARE ...
Sei mai stata ad Auscwitz, a Dacahu, a Bergen Belsen.......a Terezin, nel ghetto di Varsavia.....

Certo che bisogna perdonare ma NON dimenticare almeno per rispetto di tante vittime innocenti...e molti di quelli della mia età erano i figli di molti di questi "credenti...

Tu parli di "panteisti" ma non sono gli ex "figli dei fiori" dallo spinello facile....brava gente brava gente quando paga papà.....? :ironico:


:s.parole:
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vera Icona » 19/09/2017, 18:55

Questo mi interessa:


Cmq la stessa cosa e´ capitato anche con me la scorsa volta che i tdG sono venuti da me, erano entrambi entrati nei tdG da piccoli con i genitori, e nemmeno loro sapevano il fatto della resurrezione.

Il problema non e´pero´dire hai tdG, guarda anche noi cattolici crediamo nella resurrezione, ma trovare il modo a spiegare loro come.

Tu stesso mi hai proposto il libro di Ratzinger, anziche´darmi una spiegazione in quattro righe con quattro scritture prese qua e la´, come fanno loro.

Loro hanno su tutto delle soluzioni piuttosto facili, tangibili, la teologia cattolica e´molto molto piu´complessa, anche se alla fine piano piano tutto combacia. Almeno cosi e´ per me.
Ma anch´io ho delle difficolta´, se cantiamo "questo mio corpo vedra´il salvatore, mi chiedo, come sara´possibile se del mio corpo dopo un certo tempo dalla morte non resta piu´nulla?
Il corpo risorto cmq sara´un corpo diverso e non questo mio corpo , cosa esattamente mi devo immaginare cantando
questo verso?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Valentino » 19/09/2017, 19:54

Vieri ha scritto:
Valentino ha scritto:Solo una piccola osservazione. Si è detto che la maggioranza dei cattolici, anche praticanti, in genere conoscono poco e male la Bibbia e sono alquanto ignoranti sulle dottrine della chiesa cattolica. Questo è senz'altro vero. Tuttavia credo sia quasi un luogo comune ritenere che questa diffusa ignoranza dei cattolici sulle stesse dottrine del cattolicesimo sia il motivo principale che spinga un cattolico a cambiare religione. Certo può essere....ma può essere vero anche il contrario. Un cattolico può convertirsi ad un'altra religione anche conoscendo la dottrina cattolica alla perfezione. Sennò sembra che il "mondo degli ex-cattolici" sia una costellazione di ignoranti e non è così.

Ogni riferimento a persone e fatti non è puramente casuale...... :ironico:

L'unica mia osservazione è che avere una fede sincera e genuina, secondo la mia opinione, non dipennda da quanto si legge e si studia anche in maniera approfondita ma deve provenire sempre e direttamente dal cuore...

La vera fede per me è un atto di amore (agape) totale ed incondizionato verso Dio e verso il prossimo e per donare questo "atto di amore" non bisogna ma pensare troppo ma agire sempre d'istinto....

In vita mia ho imparato molto di più da tanti "invisibili" o persone semplici ma pure di cuore che da tanti professori e conferenzieri anche se molto eruditi.
Del resto un passo del Vangelo cita: "Non voi avete scelto me ma io che ho scelto voi"....e "stranamente" Gesù, per le sue scelte non è mai andato a trovarli fra i sapienti del tempio.....ma fra i più poveri e peccatori....


Ma tutto questo discorso cosa c'entra con quello che ho scritto diverso tempo fa e che tu hai ripreso?!? Non vedo il nesso. :boh: Che ci azzecca?!?!??!
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1403
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Mi meraviglio che il prof. Valentino non sia arrivato a capire.....

Messaggiodi Vieri » 19/09/2017, 21:41

Ma tutto questo discorso cosa c'entra con quello che ho scritto diverso tempo fa e che tu hai ripreso?!? Non vedo il nesso. :boh: Che ci azzecca?!?!??!

Se rileggi bene la mia era una osservazione al fatto che la vera fede non si impara dai tomi e dai professoroni e conferenzieri ma dagli invisibili, gli ultimi e non nelle sale universitarie o di conferenze....
Gesù fra gli apostoli aveva scelto dei poveri pescatori e non era andato a cercarli fra i saggi del tempio.....

La fede è un dono da accettare e non poter rifiutare....ma da coltivare sempre.


Papa Francesco: la fede non s'impara sui libri, è dono di Dio da chiedere
La fede vince sempre, perché trasforma in vittoria anche la sconfitta, ma non è una cosa "magica", è un rapporto personale con Dio che non s'impara sui libri, è infatti un dono di Dio, un dono da chiedere: è questo, in sintesi, quanto ha detto il Papa nella Messa del mattino a Casa Santa Marta

http://it.radiovaticana.va/news/2016/01 ... ri/1200906

La fede è un dono del Signore, non una conquista dell’uomo
Nella sua prima enciclica, “Lumen fidei”, Papa Francesco ci ricorda che credere in Dio significa soprattutto credere nel Suo amore

https://it.zenit.org/articles/la-fede-e ... dell-uomo/

Anno della Fede: se la fede è un dono o una ricerca. L’intervento di don Ennio

http://www.serraclubitalia.com/2012/11/ ... don-ennio/

Naturalmente è importante " fides et ratio" ma prima dalla "ratio" deve arrivare sempre la "fides"........che ragiona sempre con il cuore e senza mai con testi alla mano.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5191
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 19/09/2017, 22:13

Vieri ha scritto:
Ma tutto questo discorso cosa c'entra con quello che ho scritto diverso tempo fa e che tu hai ripreso?!? Non vedo il nesso. :boh: Che ci azzecca?!?!??!

Se rileggi bene la mia era una osservazione al fatto che la vera fede non si impara dai tomi e dai professoroni e conferenzieri ma dagli invisibili, gli ultimi e non nelle sale universitarie o di conferenze....
Gesù fra gli apostoli aveva scelto dei poveri pescatori e non era andato a cercarli fra i saggi del tempio.....

La fede è un dono da accettare e non poter rifiutare....ma da coltivare sempre.


Papa Francesco: la fede non s'impara sui libri, è dono di Dio da chiedere
La fede vince sempre, perché trasforma in vittoria anche la sconfitta, ma non è una cosa "magica", è un rapporto personale con Dio che non s'impara sui libri, è infatti un dono di Dio, un dono da chiedere: è questo, in sintesi, quanto ha detto il Papa nella Messa del mattino a Casa Santa Marta

http://it.radiovaticana.va/news/2016/01 ... ri/1200906

La fede è un dono del Signore, non una conquista dell’uomo
Nella sua prima enciclica, “Lumen fidei”, Papa Francesco ci ricorda che credere in Dio significa soprattutto credere nel Suo amore

https://it.zenit.org/articles/la-fede-e ... dell-uomo/

Anno della Fede: se la fede è un dono o una ricerca. L’intervento di don Ennio

http://www.serraclubitalia.com/2012/11/ ... don-ennio/

Naturalmente è importante " fides et ratio" ma prima dalla "ratio" deve arrivare sempre la "fides"........che ragiona sempre con il cuore e senza mai con testi alla mano.....


Ma non c'entra un bel nulla con quanto ho scritto! Questo è il punto! Cioè non vedo come queste cose abbiano a che fare con l'osservazione che ho fatto...
La mia osservazione si riferiva a tutt'altro apsetto ovvero al trito e ritrito "luogo comune" secondo il quale chi lascia una fede per un'altra fede o per nessun'altra lo fa perché non conosceva bene la fede d'origine o la fede "ereditata" dal parentado. Esistono dei flussi "trasversali": c'è chi da cattolico diventa protestante, chi da protestante diventa bahai, chi da ortodosso diventa musulmano, chi da musulmano diventa Sikh, etc. etc. Voglio dire la conversione da una fede ad un'altra non può essere imputata ad una presunta "ignoranza" della fede d'origine. Questa era la mia osservazione! Cosa c'entrano le cose che scrivi con le mie constatazioni? Un bel niente......
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1403
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Cogitabonda » 20/09/2017, 0:03

Vieri ha scritto:cara vera Icona...prima di scrivere queste cose...avevo le mie ragioni....
Sorry, ma trovo davvero disgustevole dei paragoni che fai, incredibile...ma come ti viene in mente di paragonare i nazisti con chi oggi potrebbe avere una visione diversa di Dio come per esempio i panteisti?

Mio padre è stato prigioniero in Germania ed ha lasciato un diario...ma è fortunatamente tornato..
Le tue "ragioni" non spiegano proprio niente.
Non vedo nessun motivo logico per paragonare ai nazisti coloro che hanno un credo e un sistema di valori non legati al dogma cristiano della resurrezione. Il fatto che tu conosca bene le atrocità del nazismo dovrebbe, anzi, portarti a evitare certi paragoni.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8379
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi tissan1 » 20/09/2017, 9:02

Vedo ripetere più volte che l'ignoranza scritturale dei Cattolici li mette a rischio di fronte ad un eventuale tentativo di conversione da parte dei tdg.
In effetti non si può negare che in parte è così.
Però secondo me a mietere più vittime è l'ignoranza in generale.
Intendo dire: un cattolico che non ha studiato approfonditamente le Sacre Scritture, ma che ha un livello culturale generale alto (per es. una persona laureata e/o che ama leggere) difficilmente cade nella rete dei tdg, in quanto probabilmente la sua mentalità aperta gli permette di cogliere la "cultura" rudimentale dei tdg.
Difatti, la maggior parte delle persone che si convertono hanno un basso livello culturale in generale.
Non è un caso, infatti, che tra i tdg è difficile trovare persone colte, con mentalità aperta, ecc.
Del resto non credo possibile che una persona emancipata possa accondiscendere ad una "religione" così settarea....
tissan1
Nuovo Utente
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 03/07/2014, 12:13

Messaggiodi Testimone di Cristo » 20/09/2017, 12:01

tissan1 ha scritto:Vedo ripetere più volte che l'ignoranza scritturale dei Cattolici li mette a rischio di fronte ad un eventuale tentativo di conversione da parte dei tdg.
In effetti non si può negare che in parte è così.
Però secondo me a mietere più vittime è l'ignoranza in generale.
Intendo dire: un cattolico che non ha studiato approfonditamente le Sacre Scritture, ma che ha un livello culturale generale alto (per es. una persona laureata e/o che ama leggere) difficilmente cade nella rete dei tdg, in quanto probabilmente la sua mentalità aperta gli permette di cogliere la "cultura" rudimentale dei tdg.
Difatti, la maggior parte delle persone che si convertono hanno un basso livello culturale in generale.
Non è un caso, infatti, che tra i tdg è difficile trovare persone colte, con mentalità aperta, ecc.

Caro Tissan1
Se si facesse una statistica in merito, ne risulterebbe che ,il numero di persone " esiguo che diventa tdg ogni anno, sono primariamente , i figli di tdg stessi, poichè l'informazione dilagante sugli aspetti che non si conoscevano al loro interno :circa i tanti decessi per mancanza di emotrasfusione " tra i quali tanti minori,si veda la Svegliatevi 22.5.1994",
nonchè i tristi retroscena della dissociazione...., che hanno portato a dividere tante famiglie...., ecco che le persone informate , non li ascoltano.
Del resto non credo possibile che una persona emancipata possa accondiscendere ad una "religione" così settarea....

Salvo qualche eccezione, infatti mi bussò un tdg avvocato.."così ho saputo", e dopo il dialogo ,cercando di negare quanto sopra, volle andar via promettendo che sarebbe tornato, cosa che non ha fatto.
Ciao
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 823
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Mauro1971 » 20/09/2017, 12:23

Fatemi capire, chi non crede in "dio" in un certo modo sarebbe potenzialmente un nazista? Chiunque?
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8724
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Cagitabonda....

Messaggiodi Vieri » 20/09/2017, 13:47

Cogitabonda ha scritto:
Vieri ha scritto:cara vera Icona...prima di scrivere queste cose...avevo le mie ragioni....
Sorry, ma trovo davvero disgustevole dei paragoni che fai, incredibile...ma come ti viene in mente di paragonare i nazisti con chi oggi potrebbe avere una visione diversa di Dio come per esempio i panteisti?

Mio padre è stato prigioniero in Germania ed ha lasciato un diario...ma è fortunatamente tornato..
Le tue "ragioni" non spiegano proprio niente.
Non vedo nessun motivo logico per paragonare ai nazisti coloro che hanno un credo e un sistema di valori non legati al dogma cristiano della resurrezione. Il fatto che tu conosca bene le atrocità del nazismo dovrebbe, anzi, portarti a evitare certi paragoni.

Ma dai Cagitabonda ma è possibile che tu interpreti sempre le cose per "fischi per fiaschi?
Ma chi ha mai detto questo? :boh:
......paragonare ai nazisti coloro che hanno un credo e un sistema di valori non legati al dogma cristiano della resurrezione.

E sempre con le tue solite romanzine?

Vera Icona aveva scritto:
Conosco non credenti oppure diversamente credenti che sono piu´forti di certi cristiani credendo solo in se stessi o nel dio dentro loro etc..

A me onestamente la frase:
....credendo solo in se stessi o nel dio dentro loro....

...se mi perdoni questa frase mi è puzzata molto di superbia e questa superbia nel credere solo in sé stessi, specie in Germania aveva portato a suo tempo ad abbandonare certi valori per credere e convincersi dentro di loro nel dio Hitler con le relative nefaste conseguenze.....
Se leggi la storia di Rudolf Franz Ferdinand Höß, che dal voler iniziare una vita sacerdotale divenne alla fine per "credere solo in sé stesso e poi nel dio Hitler" uno dei più famigerati criminali nazisti e comandante di Auschwitz.......

In breve uno potrà rimanere sempre una brava persona ma questo "credere solo in sé stessi o nel dio dentro di loro ( quale dio?) non la porta a rendersi superiori ed a giudicare gli altri differenti "credenti" dall'alto in basso per il semplice fatto di sentirsi superiori nel non aver capito la VERITA' rimanendo "schiavi" di altri credo?
E qui ovviamente parlo indistintamente di tutte le fedi.

Ovviamente il giudizio si può addolcire sul fatto che "aiutati che il ciel t'aiuta" ma appoggiarsi e credere solo in sé stessi e nelle proprie forze (umane), proprio perchè sono umane e quindi imperfette e destinate ad un lento declino fisico non penso che possano portare "alla fine dei giorni" ad una completa serenità.

Spero di essermi fatto capire.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5191
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 20/09/2017, 15:17

Ottimo Vieri, ottimo modo di convertire le persone a Cristo, bastonandole con il bastone nazista avendo loro un´altra visione di Dio di noi cristiani.

:test: :test: :test: :test: :test: :test:
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Mauro1971 » 20/09/2017, 15:25

.

Vieri ha scritto: non aver capito la VERITA' rimanendo "schiavi" di altri credo?
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8724
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi polymetis » 20/09/2017, 16:32

Ma anch´io ho delle difficolta´, se cantiamo "questo mio corpo vedra´il salvatore, mi chiedo, come sara´possibile se del mio corpo dopo un certo tempo dalla morte non resta piu´nulla?


In effetti possiamo presumere che sarà un corpo, ma non fatto con la carne che avevi al tuo ultimo giorno di vita. Ciò non è molto grave se pensi al fatto che in realtà anche quando sei vecchio non hai più nessuna cellula del tuo corpo quando esso aveva 3 anni di vita. Il ricambio cellulare fa sì che tu a 80 anni e a 3 anni abbia un corpo completamente diverso. Eppure è sempre il tuo corpo, ne convieni? Cosa lo rende tale?
Ciò mi ricorda la storiella filosofica di una nave in legno che parte da un porto per fare un giro del mondo, un giro che dura 20 anni. Man mano che gli anni passano, la nave fa molte fermate, e ad ogni scalo viene cambiato un pezzo di legno dell'imbarcazione perché s'è usurato. Dopo vent'anni, sostituzione dopo sostituzione, non è rimasto un solo pezzo di legno della nave originale che è partita, ma tutti sono stati cambiati. Possiamo dire che la nave è ancora quella? Confesso che non ho una risposta. Alcuni dicono che è la stessa perché, anche cambiando pezzo dopo pezzo, è rimasta uguale la struttura della nave, la sua forma, cioè il modo in cui tutte le parti erano combinate insieme per funzionare. Similmente il corpo umano, anche se le sue cellule cambiano continuamente, è sempre lo stesso, perché le nuove cellule vanno a sostituire le vecchie nella funzione, e l'insieme continua a funzionare. Immagino dunque che il tuo corpo da risorta sarebbe in un certo senso il tuo corpo perché avrebbe la stessa struttura.
Ciononostante non ti nascondo che non sarebbe il tuo corpo, ma una sua copia perfetta, o per meglio dire qualcosa che, pur avendo la forma del tuo corpo, viene glorificata da DIo. Ma ciò, come ripeto, non dovrebbe sconvolgerci, perché abbiamo già detto che anche a 14 e a 80 anni grazie al ricambio cellulare abbiamo un corpo diverso. L'identità persona è comunque garantita dall'anima.

Ad maiora
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4368
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Ma i fischi sono fiaschi?

Messaggiodi Vieri » 20/09/2017, 16:34

Vera Icona ha scritto:Ottimo Vieri, ottimo modo di convertire le persone a Cristo, bastonandole con il bastone nazista avendo loro un´altra visione di Dio di noi cristiani.

:test: :test: :test: :test: :test: :test:

Ma cosa c'entra, cosa c'entra ?....... :boh: :boh: :boh:
Primo non sono qui per convertire nessuno e la propaganda religiosa su questo forum è ovviamente proibita anche se magari qualche volta si scantona.....poi cosa c'entra "bastonandole con il bastone nazista ? :boh: :boh: :boh:
Io "bastono quelli la quale visione di dio si chiamava Adolf Hitler ed era l'estremizzazione di un pensiero. Capito mi hai...?

Poi altri possono sicuramente avere un'altra visione di dio ma se questo dio lo interpretano nella fiducia nelle proprie possibilità terrene la vedo dura quando uno si trova vecchio e malato.....e quando spesso tali ideali ti cadono addosso come una malattia, capita che qualcuno si suicidi...

Se invece di essere così telegrafica nelle tue risposte ma chiarissi meglio,......
è certo che uno possa avere un'altra visione di Dio oppure non averla e diversa dai cristiani ed il mondo ne è pieno.
Ad esempio i pensieri di Confucio sono per me assolutamente condivisibili....
Non fare del bene se non sopporti l’ingratitudine.

È meglio accendere una piccola candela che maledire l’oscurità.

La vita è veramente molto semplice; ma noi insistiamo nel renderla complicata.

Chi conosce tutte le risposte… …non si è fatto tutte le domande.

Non vendicarti, perché dopo la vendetta viene il pentimento.

Meglio tacere e sembrare stupidi che togliere ogni dubbio parlando.

Gli errori dell’uomo superiore sono simili alle eclissi di sole e di luna. Tutti se ne accorgono quando sbaglia, e tutti lo ammirano quando si ravvede

Non c’è uomo che non possa bere o mangiare ma, sono in pochi in grado di capire che cosa abbia sapore.

Non importa se ti muovi piano, l’importante è che non ti fermi.

L’uomo che sposta le montagne comincia portando via i sassi più piccoli.

Abbiamo due vite, e la seconda inizia quando ci rendiamo conto che ne abbiamo una sola

Non correggere i nostri errori è come commetterne altri


PS. prego non prendere "lucciole per lanterne"...e fare anche tu la moralista....
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5191
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Valentino. Risposta telegrafica.

Messaggiodi Vieri » 20/09/2017, 16:48

Valentino ha scritto:
Vieri ha scritto:
Ma tutto questo discorso cosa c'entra con quello che ho scritto diverso tempo fa e che tu hai ripreso?!? Non vedo il nesso. :boh: Che ci azzecca?!?!??!

Se rileggi bene la mia era una osservazione al fatto che la vera fede non si impara dai tomi e dai professoroni e conferenzieri ma dagli invisibili, gli ultimi e non nelle sale universitarie o di conferenze....
Gesù fra gli apostoli aveva scelto dei poveri pescatori e non era andato a cercarli fra i saggi del tempio.....

La fede è un dono da accettare e non poter rifiutare....ma da coltivare sempre.


Papa Francesco: la fede non s'impara sui libri, è dono di Dio da chiedere

La fede vince sempre, perché trasforma in vittoria anche la sconfitta, ma non è una cosa "magica", è un rapporto personale con Dio che non s'impara sui libri, è infatti un dono di Dio, un dono da chiedere: è questo, in sintesi, quanto ha detto il Papa nella Messa del mattino a Casa Santa Marta

http://it.radiovaticana.va/news/2016/01 ... ri/1200906

La fede è un dono del Signore, non una conquista dell’uomo
Nella sua prima enciclica, “Lumen fidei”, Papa Francesco ci ricorda che credere in Dio significa soprattutto credere nel Suo amore

https://it.zenit.org/articles/la-fede-e ... dell-uomo/

Anno della Fede: se la fede è un dono o una ricerca. L’intervento di don Ennio

http://www.serraclubitalia.com/2012/11/ ... don-ennio/

Naturalmente è importante " fides et ratio" ma prima dalla "ratio" deve arrivare sempre la "fides"........che ragiona sempre con il cuore e senza mai con testi alla mano.....


Ma non c'entra un bel nulla con quanto ho scritto! Questo è il punto! Cioè non vedo come queste cose abbiano a che fare con l'osservazione che ho fatto...
La mia osservazione si riferiva a tutt'altro apsetto ovvero al trito e ritrito "luogo comune" secondo il quale chi lascia una fede per un'altra fede o per nessun'altra lo fa perché non conosceva bene la fede d'origine o la fede "ereditata" dal parentado. Esistono dei flussi "trasversali": c'è chi da cattolico diventa protestante, chi da protestante diventa bahai, chi da ortodosso diventa musulmano, chi da musulmano diventa Sikh, etc. etc. Voglio dire la conversione da una fede ad un'altra non può essere imputata ad una presunta "ignoranza" della fede d'origine. Questa era la mia osservazione! Cosa c'entrano le cose che scrivi con le mie constatazioni? Un bel niente......

Ma non hai ancora capito che la vera fede come dice papa Francesco e che condivido :

la fede non s'impara sui libri, è dono di Dio da chiedere

Potrai anche studiare, studiare e leggerti tutti i tomi delle religioni, studiare greco latino e l'ebraico ...che vuoi, ma se in partenza non hai il cuore aperto alla ricerca della fede sincera, per me il tutto si risolve in "grande cultura teologica" ma non certo in fede......Capito mi hai ?
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5191
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 20/09/2017, 16:51

Vieri


Ma cosa c'entra, cosa c'entra ?....... :boh: :boh: :boh:
Primo non sono qui per convertire nessuno e la propaganda religiosa su questo forum è ovviamente proibita anche se magari qualche volta si scantona.....poi cosa c'entra "bastonandole con il bastone nazista ? :boh: :boh: :boh:
Io "bastono quelli la quale visione di dio si chiamava Adolf Hitler ed era l'estremizzazione di un pensiero. Capito mi hai...?


Quelli di cui la visione di dio e´Adolf Hitler sono tutti morti, oppure esistono altri in forma neonazista, i quali pero´non mi risultano siano presente in questo forum , e non hanno nulla a che vedere con delle persone che hanno un altro credo, tipo panteisti , new ager ecc, che fanno tutti una vita tranquilla senza aver a che fare minimamente con Hitler e company!
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vera Icona » 20/09/2017, 16:53

polymetis ha scritto:
Ma anch´io ho delle difficolta´, se cantiamo "questo mio corpo vedra´il salvatore, mi chiedo, come sara´possibile se del mio corpo dopo un certo tempo dalla morte non resta piu´nulla?


In effetti possiamo presumere che sarà un corpo, ma non fatto con la carne che avevi al tuo ultimo giorno di vita. Ciò non è molto grave se pensi al fatto che in realtà anche quando sei vecchio non hai più nessuna cellula del tuo corpo quando esso aveva 3 anni di vita. Il ricambio cellulare fa sì che tu a 80 anni e a 3 anni abbia un corpo completamente diverso. Eppure è sempre il tuo corpo, ne convieni? Cosa lo rende tale?
Ciò mi ricorda la storiella filosofica di una nave in legno che parte da un porto per fare un giro del mondo, un giro che dura 20 anni. Man mano che gli anni passano, la nave fa molte fermate, e ad ogni scalo viene cambiato un pezzo di legno dell'imbarcazione perché s'è usurato. Dopo vent'anni, sostituzione dopo sostituzione, non è rimasto un solo pezzo di legno della nave originale che è partita, ma tutti sono stati cambiati. Possiamo dire che la nave è ancora quella? Confesso che non ho una risposta. Alcuni dicono che è la stessa perché, anche cambiando pezzo dopo pezzo, è rimasta uguale la struttura della nave, la sua forma, cioè il modo in cui tutte le parti erano combinate insieme per funzionare. Similmente il corpo umano, anche se le sue cellule cambiano continuamente, è sempre lo stesso, perché le nuove cellule vanno a sostituire le vecchie nella funzione, e l'insieme continua a funzionare. Immagino dunque che il tuo corpo da risorta sarebbe in un certo senso il tuo corpo perché avrebbe la stessa struttura.
Ciononostante non ti nascondo che non sarebbe il tuo corpo, ma una sua copia perfetta, o per meglio dire qualcosa che, pur avendo la forma del tuo corpo, viene glorificata da DIo. Ma ciò, come ripeto, non dovrebbe sconvolgerci, perché abbiamo già detto che anche a 14 e a 80 anni grazie al ricambio cellulare abbiamo un corpo diverso. L'identità persona è comunque garantita dall'anima.

Ad maiora


Esattamente, cosa che non e´garantita nella visione geovista della resurrezione del corpo, quella non sarebbe resurrezione ma solo una clonazione.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

vera Icona

Messaggiodi Vieri » 20/09/2017, 17:00

Vera Icona ha scritto:Vieri


Ma cosa c'entra, cosa c'entra ?....... :boh: :boh: :boh:
Primo non sono qui per convertire nessuno e la propaganda religiosa su questo forum è ovviamente proibita anche se magari qualche volta si scantona.....poi cosa c'entra "bastonandole con il bastone nazista ? :boh: :boh: :boh:
Io "bastono quelli la quale visione di dio si chiamava Adolf Hitler ed era l'estremizzazione di un pensiero. Capito mi hai...?


Quelli di cui la visione di dio e´Adolf Hitler sono tutti morti, oppure esistono altri in forma neonazista, i quali pero´non mi risultano siano presente in questo forum , e non hanno nulla a che vedere con delle persone che hanno un altro credo, tipo panteisti , new ager ecc, che fanno tutti una vita tranquilla senza aver a che fare minimamente con Hitler e company!

avevo detto:
Io "bastono quelli la quale visione di dio si chiamava Adolf Hitler ed era l'estremizzazione di un pensiero. Capito mi hai...?

Chiaro ?
E certo che il mondo sia pieno di brava gente che non sono cristiani, ma ci mancherebbe altro....!
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5191
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 20/09/2017, 17:40

Vieri
E certo che il mondo sia pieno di brava gente che non sono cristiani, ma ci mancherebbe altro....!


Allora perche´hai fatto delle analogie con i nazisti?
Prima di fare dei commenti idioti pensaci la prossima volta.

Qui siamo in un luogo virtuale visto da molti, delle volte fai piu´danno qui che altrove, il tuo personale vantaggio e´solo che sei coperto da anonimato non firmandoti con nome e cognome.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Vera Icona,....

Messaggiodi Vieri » 20/09/2017, 18:34

Vera Icona ha scritto:Vieri
E certo che il mondo sia pieno di brava gente che non sono cristiani, ma ci mancherebbe altro....!


Allora perche´hai fatto delle analogie con i nazisti?
Prima di fare dei commenti idioti pensaci la prossima volta.

Qui siamo in un luogo virtuale visto da molti, delle volte fai piu´danno qui che altrove, il tuo personale vantaggio e´solo che sei coperto da anonimato non firmandoti con nome e cognome.


SBAGLIATO!!

- Primo: visto che avevi parlato di credere in un proprio dio...ho estremizzato il concetto nell'esaminare dove questo "proprio dio" sia potuto arrivare...non era un analogia ma una estremizzazione del concetto e dato che vivi in Germania tale estremizzazione era perfettamente calzante.. Chiaro ?

- Secondo: Il fatto che tu sia arrivata qui da poco, non ti da il diritto di giudicare subito gli altri che non conosci o conosci appena esprimendo giudizi che direi abbastanza inopportuni..(commenti idioti ?... :boh: ) Chiaro ?

- Terzo: non direi di essere coperto da anonimato poichè se tu vedessi meglio il forum non mi appello con un nick name come "vera icona" ma con il mio nome che anche se strano lo possa concepire è il mio NOME.
Se poi avessi ancora imparato meglio a navigare nel forum avresti anche dovuto vedere che mi presento anche con due miei siti web:

http://www.terrasanta.it

http://www.pensieri.info

dai quali se volessi vederli vedresti anche, non solo la mia email privata ma anche chi sono di persona.

Morale : non me ne volere se ti dico che non sia il caso di esprimere giudizi a vanvera sulle persone prima di conoscerle bene....

Se poi questo tipo di "cristianucci" non ti vanno a genio perchè sono con te troppo sinceri non c'è probema e cercherò di evitare di rispondere alle tue mitragliate di domande prima di fare un piccolo sforza di informazione...
Pensaci la prossima volta.... :ironico:

:addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5191
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 20/09/2017, 19:03

SBAGLIATO!!

- Primo: visto che avevi parlato di credere in un proprio dio...ho estremizzato il concetto nell'esaminare dove questo "proprio dio" sia potuto arrivare...non era un analogia ma una estremizzazione del concetto e dato che vivi in Germania tale estremizzazione era perfettamente calzante.. Chiaro ?


No, l´esempio non era calzante, perche´avevi parlato di persone che credevano nel Dio Hitler nel tempo del nazismo e l´hai fatto in paragone con persone che credono in se stessi oppure di dio dentro loro e non di un Dio umano al di fuori di loro. Punto.
E poi il fatto che io vivo in Germania che centra, se vivessi in Italia mi avresti forse parlato dell´ímperatore romano ?

- Secondo: Il fatto che tu sia arrivata qui da poco, non ti da il diritto di giudicare subito gli altri che non conosci o conosci appena esprimendo giudizi che direi abbastanza inopportuni..(commenti idioti ?... :boh: ) Chiaro ?


Si´per me i tuoi commenti sono commenti idioti, la penso ancora, non ho detto che tu sei un´ídiota ma i commenti in questione si´. Qui c´e´liberta´di parola importante che non si fanno attachi alla persona, cosa che tu invece hai fatto paragonando le credenze altrui a credenze naziste.

- Terzo: non direi di essere coperto da anonimato poichè se tu vedessi meglio il forum non mi appello con un nick name come "vera icona" ma con il mio nome che anche se strano lo possa concepire è il mio NOME.


Ho detto anch´ío che mi chiamo Veronika e che vera icona e´solo il suo significato. La Maggioranza delle persone di vecchia data mi conosce di persona, ci siamo visti piu´volte a Roma.

Se poi avessi ancora imparato meglio a navigare nel forum avresti anche dovuto vedere che mi presento anche con due miei siti web:

http://www.terrasanta.it

http://www.pensieri.info

dai quali se volessi vederli vedresti anche, non solo la mia email privata ma anche chi sono di persona.


Io nel forum ho navigato anche prima che tu arrivassi, non ho bisogno di impararlo, nessuno e´obbligato di visitare i siti altrui.
Morale : non me ne volere se ti dico che non sia il caso di esprimere giudizi a vanvera sulle persone prima di conoscerle bene....


Sorry, ma Vieri non mi sembrava un nome, pensavo fosse un Nickname e´ tuo cognome o tuo nome?

Se poi questo tipo di "cristianucci" non ti vanno a genio perchè sono con te troppo sinceri non c'è probema e cercherò di evitare di rispondere alle tue mitragliate di domande prima di fare un piccolo sforza di informazione...
Pensaci la prossima volta.... :ironico:


Tu hai fatto delle analogie offensive, non vuoi ammetterlo ok, pazienza.
Io al contrario tuo mi faccio delle domande e non ho problemi di porrle ( e chi ti ha detto che non mi sono pure informata?), come disse Gesu´ a chi chiede sara´dato!
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Valentino » 20/09/2017, 19:06

Vieri ha scritto:Ma non hai ancora capito che la vera fede come dice papa Francesco e che condivido :

la fede non s'impara sui libri, è dono di Dio da chiedere

Potrai anche studiare, studiare e leggerti tutti i tomi delle religioni, studiare greco latino e l'ebraico ...che vuoi, ma se in partenza non hai il cuore aperto alla ricerca della fede sincera, per me il tutto si risolve in "grande cultura teologica" ma non certo in fede......Capito mi hai ?
:ciao:


E con questo? Per capire ho capito. Sei tu che non capisci che quello che hai scritto non c'entra nulla con il mio commento che riguardava tutt'altra cosa. Qualcuno ha detto che si cambia religione perché non si conosce bene quella di origine. Questo può anche essere ma non è una regola. Io ti parlo di astrofisica e tu commenti parlando di biologia. Non ha alcun senso. Cosa diamine c'entra quello che hai scritto tu con quello che ho scritto io??!??!?!?! :boh: :conf: Sono argomenti diversi che non c'entrano l'uno con l'altro.
Io sostengo semplicemente che è un luogo comune affermare che uno abbandona la religione di origine perché non la conosce. Molti si convertono ad una religione diversa da quella di origine pur conoscendola alla perfezione. Te ne esci con una questione che con la questione che ho sollevato io NON c'entra nulla.
Tra l'altro io sono un uomo di fede, non sono né ateo né agnostico, usando il tuo linguaggio "ho il dono della fede", quindi cosa mi vieni a raccontare?!??! Ed in ogni caso non è che chi ha "il dono della fede" debba crogiolarsi nell'ignoranza.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1403
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Cogitabonda » 20/09/2017, 19:35

Vieri, non puoi scrivere delle enormità e poi lamentarti se qualcuno ti fa notare che si trattava, appunto, di enormità. Come sempre, ti atteggi a incompreso, attribuisci agli altri la colpa di non averti capito, o peggio di verti travisato. MAI una volta che tu scriva "provo a spiegarmi meglio".
Ecco, questa era una ramanzina (nota bene: con la "a") non quella di prima.

Ribadisco che avevi scritto un'enormità senza senso logico. Mentre si parlava di persone che trovano in se stesse valori e principi su cui basare una propria etica ed un comportamento coerente, sei uscito con una frase il cui senso era "attenzione perché così si rischia di diventare nazisti". Non ha senso! Il nazista capace di obbedire fino alla morte, ciecamente, al proprio Führer era proprio il contrario dell'uomo che quando si trova davanti a una scelta interroga se stesso su giusto e ingiusto, sul bene e sul male. Il fatto che Hitler credesse solo in sé non avrebbe prodotto le catastrofi che conosciamo se anche le persone intorno a lui avessero creduto solo in se stesse, invece di credere in lui.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8379
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Vera Icona » 20/09/2017, 19:40

Cogitabonda ha scritto:Vieri, non puoi scrivere delle enormità e poi lamentarti se qualcuno ti fa notare che si trattava, appunto, di enormità. Come sempre, ti atteggi a incompreso, attribuisci agli altri la colpa di non averti capito, o peggio di verti travisato. MAI una volta che tu scriva "provo a spiegarmi meglio".
Ecco, questa era una ramanzina (nota bene: con la "a") non quella di prima.

Ribadisco che avevi scritto un'enormità senza senso logico. Mentre si parlava di persone che trovano in se stesse valori e principi su cui basare una propria etica ed un comportamento coerente, sei uscito con una frase il cui senso era "attenzione perché così si rischia di diventare nazisti". Non ha senso! Il nazista capace di obbedire fino alla morte, ciecamente, al proprio Führer era proprio il contrario dell'uomo che quando si trova davanti a una scelta interroga se stesso su giusto e ingiusto, sul bene e sul male. Il fatto che Hitler credesse solo in sé non avrebbe prodotto le catastrofi che conosciamo se anche le persone intorno a lui avessero creduto solo in se stesse, invece di credere in lui.



Esattamente! :quoto100:
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 577
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Vieri » 20/09/2017, 21:05

Cogitabonda ha scritto:Vieri, non puoi scrivere delle enormità e poi lamentarti se qualcuno ti fa notare che si trattava, appunto, di enormità. Come sempre, ti atteggi a incompreso, attribuisci agli altri la colpa di non averti capito, o peggio di verti travisato. MAI una volta che tu scriva "provo a spiegarmi meglio".
Ecco, questa era una ramanzina (nota bene: con la "a") non quella di prima.
.
Ribadisco che avevi scritto un'enormità senza senso logico. Mentre si parlava di persone che trovano in se stesse valori e principi su cui basare una propria etica ed un comportamento coerente, sei uscito con una frase il cui senso era "attenzione perché così si rischia di diventare nazisti" Non ha senso! Il nazista capace di obbedire fino alla morte, ciecamente, al proprio Führer era proprio il contrario dell'uomo che quando si trova davanti a una scelta interroga se stesso su giusto e ingiusto, sul bene e sul male. Il fatto che Hitler credesse solo in sé non avrebbe prodotto le catastrofi che conosciamo se anche le persone intorno a lui avessero creduto solo in se stesse, invece di credere in lui.

Ma Cagitabonda che spesso mi consideri in questo forum "una pecora nera" o "una mosca bianca" questo è ormai risaputo ma travisare dalle mie parole una frase come hai citato:
il cui senso era "attenzione perché così si rischia di diventare nazisti"

siamo proprio fuori ....ma fuori......a pensare di interpretare la frase :
....credendo solo in se stessi o nel dio dentro loro....

e commentare come "paragone"

Ripeto che non era un paragone ma semplicemente una esagerazione di dove una persona potesse arrivare nel credere solo in sé stesso e nel dio dentro di loro....
Ovviamente un dio che può essere di natura spirituale ma anche un dio umano rappresentato da un leader, un dittatore.

Mi scrivi ancora.
Non ha senso! Il nazista capace di obbedire fino alla morte, ciecamente, al proprio Führer era proprio il contrario dell'uomo che quando si trova davanti a una scelta interroga se stesso su giusto e ingiusto, sul bene e sul male.

Ora non voglio fare il pignolo ma cosa vuol dire allora di "credere anche nel dio dentro di loro"?

E' una frase che può essere vista nel credere in tante cose e questo dio, ripetendo quando già detto, potrebbe essere sia spirituale ma anche materiale come infatuazione verso un capo, un leader, un dittatore che per lui ( forse plagiato) lo considera come dio e dove la propria coscienza verso questo "dio dentro" può rimanere compromessa..
E infatti avevo parlato di Hoss che pur inizialmente avendo principi cattolici alla fine ha lasciato da una parte la propria coscienza per abbracciare un nuovo dio Adolfo....
Se molti allora si fossero interrogati come hai detto tu:
che quando si trova davanti a una scelta interroga se stesso su giusto e ingiusto, sul bene e sul male.
avrebbero fatto allora scelte molto diverse.....
Buona serata
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5191
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Cogitabonda » 20/09/2017, 22:14

Vieri, hai capito tutto al contrario.
La mia frase sulle persone che interrogano se stesse sul bene e sul male era riferita alle persone di cui parlava Vera quando ha scritto "non credenti oppure diversamente credenti che sono più forti di certi cristiani credendo solo in se stessi o nel dio dentro loro". Identificare questi ultimi coi nazisti è una pensata tutta tua.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8379
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

PrecedenteProssimo

Torna a Esperienze vissute

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici