Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Vi narro la mia esperienza con i Testimoni...

Racconti di vita, esperienze, consigli.

Moderatore: nelly24

Vi narro la mia esperienza con i Testimoni...

Messaggiodi Studente Biblico » 26/05/2018, 15:29

Vorrei narrarvi la mia esperienza con i Testimoni di Geova.

Conobbi la “Verità” nell’aprile del 2004. In quell’occasione mi fu consegnato il libro “La conoscenza che conduce alla vita eterna” (l’anno seguente fu sostituito dal libro “Cosa insegna realmente la Bibbia”).
Divorai quel libretto in pochi giorni e ovviamente mi convinsi che avevo appena trovato la “vera religione”, dopodiché mi fu proposto di iniziare uno studio biblico con un Testimone di Geova, quindi accettai di studiare la Bibbia con loro e cominciai a frequentare tutte le adunanze pubbliche oltre a partecipare ai vari raduni annuali. Nei primi tempi fui accolto molto calorosamente… dopo alcune settimane organizzarono addirittura una festa in mio onore con tavole imbandite di ogni specie di leccornia. C’era perfino il karaoke! Tutto questo per darmi un caloroso benvenuto! Non credevo ai miei occhi! Fui davvero “elettrizzato” da tutto l’amore ed il calore che manifestarono quella sera che addirittura pensai di non aver mai visto qualcosa di lontanamente simile tra le “persone del mondo”! Ma mi sbagliavo… non sapevo che in realtà era solo una mera illusione… un’illusione nata non dal cuore e dalla coscienza del singolo individuo, ma nata da regole ed istruzioni stabilite ed emanate da un Corpo Dirigente. Semplici regole comportamentali studiate deliberatamente per la buona riuscita di un’azienda. Nel 2005, in base alle direttive emanate (a mia insaputa) dagli anziani della mia congregazione, mi fu interrotto improvvisamente lo studio biblico. Non mi diedero spiegazioni dettagliate in merito, soltanto parole farfugliate e prive di un senso logico. Successivamente compresi autonomamente che secondo i requisiti richiesti, avrei dovuto escludere totalmente dalla mia vita alcune persone “del mondo” che ancora frequentavo. Non erano semplici amicizie, ma erano persone a cui ero molto legato!

Nel 2006 mi fidanzai con una ragazza “del mondo”, dopodiché verso la fine dello stesso anno mi trasferii nella zona dove risiedeva la mia fidanzata. Iniziai un nuovo studio biblico con un Testimone del posto. Dopo alcuni mesi, con mia sorpresa, l’insegnante che conduceva lo studio, mi informò che non era più possibile procedere poiché uno degli anziani della mia precedente congregazione aveva stabilito che i requisiti necessari a proseguire erano insufficienti. Non mi fu data alcuna spiegazione in merito. Più tardi compresi che in realtà non avrei dovuto “convivere” con la mia fidanzata, poiché erano a conoscenza del fatto che dimoravo nella sua stessa abitazione (In realtà ci vivevano anche la madre, i nipoti, il fratello e la cognata).

Nel 2008 ritornai da mia madre e nel dicembre del 2010 chiesi ad un proclamatore se era possibile iniziare un nuovo studio biblico. Mi fu concesso, ed il tutto durò circa due mesi, dopodiché a causa di problemi personali decisi io stesso di concludere lo studio.

Nel settembre del 2014 chiesi ad un anziano di congregazione di poter cominciare l’ennesimo studio biblico e mi invitò ad attendere alcuni giorni poiché era necessario considerare la cosa in preghiera a Geova. Quindi avrei dovuto attendere la riposta affermativa di Geova! Dopo alcuni giorni il suddetto anziano si presentò a casa mia dicendomi: “Geova ha deciso che ti è concesso iniziare un nuovo studio biblico” (ma va?), infatti iniziai lo studio quel giorno stesso. Dopo alcune settimane, notai che l’anziano durante le sessioni di studio, si prendeva del tempo per farmi alcune domande fin troppo private allo scopo di “farmi esprimere”, (in realtà, fingendo un sincero interesse, l’intento dell’insegnante è quello di analizzare in profondità ogni individuo, e in base al “report” consegnato poi verbalmente al coordinatore del Corpo degli Anziani, si stabiliscono regole o direttive, basate su un’ attenta valutazione, riguardo alle procedure o alle correzioni da applicare allo studente o al proclamatore non battezzato). Inconsapevolmente raccontai loro alcuni aspetti della mia personalità, i miei difetti e i miei pensieri riguardo a problemi di natura intima e personale. Lo studio andò avanti ancora per un po’, dopodiché cominciai a notare alcuni comportamenti “anomali” da parte della congregazione. Il calore e l’amore iniziale sembravano scomparsi quasi del tutto, mi salutavano tutti frettolosamente e dopodiché ognuno andava per la sua strada. Se tentavo di socializzare con un qualunque proclamatore, puntualmente mi facevano notare che avevano delle cose “urgenti” da sbrigare e in alcuni casi mi ignoravano totalmente (in realtà erano stati ammoniti in segreto dagli anziani, riguardo ai miei comportamenti e i miei pensieri definiti dannosi e contrari alle regole del Corpo Direttivo, benché non sia mai stato associato all’organizzazione). Feci notare ciò all’anziano che conduceva il mio studio, ma mi rispose semplicemente: “è normale! questo accade perché era stato profetizzato da Cristo! Cioè che l’amore della maggioranza si sarebbe raffreddato!”. Dopo alcuni giorni l’anziano cominciò a “suggerirmi” di andare da uno psichiatra poiché loro non erano in grado di svolgere la professione di medici (???). Effettivamente era un periodo in cui avevo bisogno di un particolare appoggio morale, ma ciò mi fu negato... anzi, più chiedevo sostegno morale, piò notavo che si allontanavano. Decisi infine di concludere lo studio e non frequentare più le adunanze. Come se non bastasse il mese successivo mi lasciò anche la mia fidanzata!

Nel 2016 conobbi un’altra ragazza “del mondo” e mi fidanzai. Successivamente lei mi confessò che le interessava molto leggere i Vangeli ma per sua disgrazia non riusciva a comprendere buona parte dei versetti citati. Le consigliai uno studio biblico con i Testimoni di Geova, cosa che lei accettò molto volentieri. Dopo alcune settimane la mia fidanzata cominciò effettivamente uno studio biblico nella zona dove risiedeva. Dopo alcuni mesi mi convinse a frequentare le adunanze e iniziare nuovamente uno studio biblico. Nel giugno del 2017 iniziai a frequentare le adunanze della mia congregazione, ma mi fecero attendere alcuni mesi prima di iniziare un nuovo studio biblico a causa dei miei “comportamenti errati” del passato e anche perché fumavo. Inoltre attesero anche che mi sposassi, cosa che feci alcuni mesi dopo, nell’agosto del 2017. Dopo il matrimonio e dopo aver smesso di fumare iniziammo un nuovo studio biblico, stavolta io e mia moglie cominciammo entrambi dall’inizio. Gli insegnanti stavolta non furono scelti da noi, ma bensì dagli anziani (!!!).

Attualmente (cioè pochi giorni fa) sia a me che a mia moglie ci è stato negato di proseguire gli studi poiché ho fatto loro presente che desideriamo attenerci ai principi contenuti nelle Sacre Scritture e non alle regole aziendali emanate dal Corpo Direttivo.

Sono in disaccordo su molti aspetti dottrinali, come ad esempio il trattamento ingiusto riservato a coloro che per qualche motivo sono stati espulsi dalla congregazione (disassociati). Secondo le regole imposte dalla Società i contatti e i rapporti affettivi con i loro familiari e con tutti gli altri componenti della congregazione possono cessare definitivamente o temporaneamente da un giorno all’altro. Eppure queste persone, pur avendo commesso dei peccati, certamente non avranno fatto del male a nessuno in congregazione! Tantomeno ai loro familiari! Quindi mi chiedo: perché insegnare durante le adunanze come "mostrare empatia nei riguardi del prossimo” per poi non provare nemmeno per un istante a mettersi nei panni di un disassociato? Tutto questo mi ricorda la parabola narrata da Gesù in Luca 18:10-14 e me li immagino lì a pregare Geova dicendo: ‘O Dio, ti ringrazio che non sono come le persone del mondo, che sono ladri, ingiusti e adulteri, e neanche come questo disassociato (o apostata). Io partecipo alle adunanze diverse volte a settimana, e do la mia contribuzione per l'opera del Regno’. Ma non comprendono che questo rende vano il sacrificio di Cristo, poiché si è sacrificato per i peccatori? In realtà i Comitati Giudiziari si possono applicare tranquillamente alla Legge Mosaica e non al Cristianesimo. Gesù venne per adempiere la Legge, non per applicarla! Il giudizio spetta a Cristo, giusto? (Giovanni 8: 15 – 18). Mi chiedo... perché gli anziani, i sorveglianti ed i beteliti sono i soli autorizzati a possedere documenti strettamente confidenziali? (circolari Betel, moduli, ecc..), perché questi stessi documenti per non parlare delle vecchie pubblicazioni cartacee prima o poi saranno distrutti per ordine del Corpo Direttivo? Gesù in realtà affermò: “Non c’è infatti niente di nascosto che non sarà rivelato, e non c’è nulla di accuratamente occultato che non verrà allo scoperto.” (Marco 4:22) Infatti, essendo tutto ciò già venuto allo scoperto, ci rendiamo conto che la faccenda non sia né sostenuta e né approvata da Geova! Per non parlare della regola obbligatoria dei due testimoni applicata erroneamente (o per convenienza?) a quei casi di abuso su minori… mi sembra più che ovvio che questa regola non può essere applicata a situazioni di questo tipo… ma sai com’è… se viene applicata, contribuisce alla buona riuscita di questa azienda! E alla buona riuscita dei pedofili ovviamente… Non sia mai che gli organi di stampa e le autorità siano al corrente di certe questioni confidenziali… ne conseguirebbe una cattiva pubblicità per la
Watchtower!

Oltre a ciò mi sono chiesto: Se Geova è l’istitutore del matrimonio e della famiglia, perché, in caso di trasgressione, desidera “amorevolmente” dividere le famiglie? Perché Geova ci incoraggia a stringere amicizie durature con i nostri compagni di fede per poi toglierci, in caso di trasgressione, tutte le nostre amicizie, anche decennali, da un giorno all’altro? Perché le donne non possono insegnare dal podio, ma possono condurre studi biblici a domicilio? Perché in ogni congregazione non esiste la libertà di pensiero e/o di parola? Inoltre, se è stato stabilito recentemente di vendere le proprietà che sono ubicate a Roma, perché i Testimoni sono incoraggiati, nonostante tutto, a contribuire economicamente alle spese di ristrutturazione della nuova Betel a Bologna? (vedi circolare del 2 gennaio 2018). Non sono sufficienti i soldi ricavati dalla vendita delle proprietà di Roma? Perché la società Watchtower si è dedicata negli ultimi tempi alla vendita di immobili? (edificati o ristrutturati utilizzando le contribuzioni volontarie dei fedeli, usufruendo oltretutto di manodopera gratis). La Watchtower è un’agenzia immobiliare? Perché sembra che con il tempo la Watchtower stia riducendo un po’ alla volta la produzione e la distribuzione del cartaceo? Forse perché con i continui cambiamenti e le continue modifiche stabilite dal Corpo Direttivo, non conviene più stampare milioni di copie per ogni aggiornamento, intendimento o modifica da aggiungere! Conviene più farlo in formato elettronico, giusto? Perché si è esposti alla disassociazione anche se NON indossi una cravatta? Geova davvero non può approvare coloro che NON indossano una cravatta?

Forse mi sono dilungato un po’ troppo, ma ci tenevo tanto a pubblicare e condividere con voi la mia esperienza con i Testimoni di Geova!
Avatar utente
Studente Biblico
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 25/05/2018, 20:28
Località: Provincia di Caserta

Messaggiodi Ray » 26/05/2018, 16:28

Diciamo che sei stato fortunato a non esserti battezzato, ma comunque per i tdg eri "quasi" uno di loro
Dovevi sottostare comunque alle loro regole, regole di uomini.
Non hai abbassato il capo e inoltre hai fatto troppe domande ,domande che loro stessi non possono rispondere in modo semplice
cioè senza storpiare a loro piacimento le scritture.
Perché sanno bene che sono una componente che fa parte del loro settarismo che serve e deve tenere legati
gli adepti e serve a respingere o tenere fuori quelli che appunto non vogliono sottostare a tali regole.

Comunque tutte le tue domande come scrivevo sopra, un' anziano addestrato te le abbina a delle scritture storpiandole e facendole
coincidere. Il problema è che le loro risposte non hanno nessun approccio e connessione esegetica ,perché prive di una storicità.
Sono prese ,sezionate e usate fuori dal contesto e usate solo per quel che vogliono dimostrare in quel dato o momento.
Sono soprattutto prive di una componente essenziale ,l'amore verso gli altri, prerogativa di Gesù .

Facendo un 'esempio, tu citi
[ Se Geova è l’istitutore del matrimonio e della famiglia, perché, in caso di trasgressione, desidera “amorevolmente” dividere le famiglie?

Quindi scrivi della divisione che si crea in una famiglia nel caso specifico di un familiare che trasgredisce alle regole imposte dalla wt-jworg?
Potrebbero citare... Matteo 10,perché si riconoscono come canale fra loro è D-o.

34 «Non pensate che io sia venuto a mettere pace sulla terra; non sono venuto a mettervi la pace, ma la spada. 35 Perché io sono venuto a mettere disaccordo tra figlio e padre, tra figlia e madre, tra nuora e suocera, 36 e i nemici dell'uomo saranno quelli di casa sua. 37 Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; e chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me. 38 E chi non prende la sua croce e non viene dietro a me, non è degno di me.


Questo però è in contraddizione con... Gesù ,colui che di due ha fatto una cosa sola (Efesini 2,14)
Anche il porgere l'altra guancia la si potrebbe inserire come contraddizione, il problema è che
Si deve leggere in chiave di metafore, cioè metaforicamente, Gesù spesso usava questo metodo per far incidere nelle
menti di chi lo ascoltava il suo messaggio. (Sempre se il tutto sia stato proferito, detto ,trascritto e ricopiato fedelmente ).

In pratica quello che volevo suggeriti e di non essere legato troppo alla Bibbia in senso
letterale, leggila come un libro che vuole darti un messaggio di Pace e amore e non vederci più altro.
:ciao:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11095
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Un saluto particolare....

Messaggiodi Vieri » 26/05/2018, 18:00

Ciao “studente biblico”,
dato che in questo forum tutti mi conoscono per essere “ un cattolico convinto propenso al sermone”, parto subito col dirti di non volere in questo contesto fare le solite predicozze ma offrirti tutta la mia solidarietà e comprensione per tutti questi tuoi dubbi che ti sono e ti stanno venendo circa l'organizzazione dei testimoni di Geova ...( perchè poi la brutta parola “organizzazione” ?)
https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1102002074
Capitolo quattordici
In che modo Geova dirige la sua organizzazione?

Ma Geova o meglio Dio, è il presidente con un consiglio di amministrazione (il C.D.) di una società per azioni ( detenute sempre dal C.D.) ?

Perdonami ma il mio concetto di Dio è “leggermente” diverso..... ed il mio “capo” non dirige una azienda ma una “chiesa” e come sai, la parola “chiesa” significa comunità di fedeli.

Leggendo la tua bella e sincera esposizione mi volevo soffermare sulle tue parole:
“....Nel 2006 mi fidanzai con una ragazza “del mondo” .

Queste parole indicano per me già una divisione fra i “buoni” o gli eletti da Geova che non fumano, frequentano le adunanze, danno i contributi regolari alla “organizzazione”, conducono una vita (solo esternamente) irreprensibile....rispetto a tutti gli altri “disgraziati” che magari pur “brave persone” e dei quali anche una parte di loro, fedeli alle parole del Vangelo,...... saranno distrutti.... :piange:

E già qui,senza fare tante ( e direi anche noiose) letture bibliche, andimo all'essenziale riprendendo le parole di Gesù: ....
Giovanni 15.
12Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. 13Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.14Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando. 15Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre l'ho fatto conoscere a voi.

Per quale ragione dovresti allora respingere chi ti ama veramente ?

Condivido poi le tue parole:
Quindi mi chiedo: perché insegnare durante le adunanze come "mostrare empatia nei riguardi del prossimo” per poi non provare nemmeno per un istante a mettersi nei panni di un disassociato?
Tutto questo mi ricorda la parabola narrata da Gesù in Luca 18:10-14 e me li immagino lì a pregare Geova dicendo: ‘O Dio, ti ringrazio che non sono come le persone del mondo, che sono ladri, ingiusti e adulteri, e neanche come questo disassociato (o apostata). Io partecipo alle adunanze diverse volte a settimana, e do la mia contribuzione per l'opera del Regno’. Ma non comprendono che questo rende vano il sacrificio di Cristo, poiché si è sacrificato per i peccatori? In realtà i Comitati Giudiziari si possono applicare tranquillamente alla Legge Mosaica e non al Cristianesimo.

Dove alla fine noto tanta superbia......

Vuoi sapere alla fine chi sono io ?
Un cattolico convinto e che si fa, (se non bastasse), anche una sacca di sangue al mese per sopravvivere....(alla fine del mese vado per l'ottava...)
peggio di così non potevo essere per loro ! Un "vade retro Satana" :ironico: :risata: :risata: :risata:

Avevo avuto recentemente , ma dopo tanto tempo.....una “visita di cortesia” dal solito anziano e quando gli avevo confessato il mio “peccato” sai cosa mi disse?
- Ah! ......Io mi sarei lasciato morire e del resto lei quanto vuol campare ancora...un anno due anni.....( Nobel in psicologia.... :ironico: )
....Notando praticamente poi la grande differenza da un comportamento inizialmente “gentile” a decisamente "sprezzante", ripeto "sprezzante".....
Li salutai dicendo loro: PENTITEVI.....

In conclusione, condivido il pensiero di Ray
In pratica quello che volevo suggeriti e di non essere legato troppo alla Bibbia in senso
letterale, leggila come un libro che vuole darti un messaggio di Pace e amore e non vederci più altro.

con un piccolo consiglio finale:
LASCIALI PERDERE, AMA E VIVI FELICE......
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5712
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 26/05/2018, 18:44

Mah, diciamo che congregazione che vai, corpo degli anziani che trovi.

Nella mia esperienza ventennale da TDG, posso dirti che in base alle congregazioni puoi avere una reazione diversa su questo o quel problema o sulla gestione di una determinata situazione.

Certamente la base teologia ed operativa è grossomodo uguale in ogni angolo del pianeta, visto che la WTS da bravi americani, standardizzano tutto.

Tuttavia, ti faccio alcuni esempi per capire meglio il punto.
Ci sono congregazioni dell'interno (zone lontane dal mare o comunque lontane da mete turistiche), che risultano essere più chiuse e severe in materia di abbigliamento, frequentazioni tra giovani di sesso opposto che vogliono conoscersi meglio e via dicendo.

Lo stesso dicasi per altri aspetti circa le persone del mondo che studiano.

Nella mia congregazione ed in quelle vicine, ci sono persone del mondo che da una vita letterale studiano con i TDG ma il loro progresso è stato lento, lento, lento, lento, lento....
Ho conosciuto persone che si sono iscritte alla scuola di ministero teocratico dopo oltre 30 anni di studio.
Alcuni di questi, avevano fratelli e sorelle carnali o genitori o zii che facevano parte del primo gruppo di studio che si formò nelle mie zone, e parliamo degli anni 60 del secolo scorso, mica di ieri.

La direttiva dello Schiavo è stata sempre quella di abbandonare gli studi biblici poco produttivi, o per lo meno di limitarsi a far loro visita di tanto in tanto interrompendo però lo studio regolare.
Molto spesso questa razionalizzazione del tempo e delle risorse dei TDG veniva fatta nei confronti di quelle persone che non andavano avanti prendendo posizione, o che avevano una condotta che non era esemplare e che non dimostravano di voler cambiare, che ne sò, convivenza fuori dal matrimonio, promiscuità sessuale, omosessualità, problemi di fumo, di alcolismo, di droga, forte attaccamento a pratiche ed usanze della falsa religione come ad esempio venerazione di immagini o foto di santi, partecipazione a feste cattolico-pagane e via dicendo...
Per i casi di spiritismo c'era un modus operandi diverso...

Tuttavia, posso assicurarti che se non si continuava lo studio biblico, queste persone continuavano ad essere visitate, ed a periodi alterni lo studio biblico riprendeva, durava quel tot di mesi e poi smetteva, poi si riprendeva qualche anno dopo per poi smetterlo.
Si faceva sera e si faceva mattina e sta gente ha letto e studiato più libri di me che nella verità ci sono quasi nato.

Comunque, spesso l'imput di smettere lo studio viene o dal sorvegliante o anziano del servizio, o dal sorvegliante viaggiante che nel visitare la congregazione, dopo aver partecipato allo studio biblico con la persona interessata ed aver saputo per quanto tempo questa sta studiando senza fare progresso, o conoscendo cosa impedisce di schierarsi dalla parte di Geova, si decide se smettere o meno lo studio biblico.

Infine e non per tediarvi troppo con le mie disamine di una vita passata, molti, hanno degli studenti che non fanno progesso da decenni, ma per due motivi, amicizia per via della lunga conoscenza, e per il fatto che questo unico loro studio permette di segnare ore di predicazione senza doversi avventurare ad evangelizzare nel territorio ostile e con persone che non si conoscono.
Anche a molti TDG piace vincere facile.... :strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4988
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Morrisfriendly » 26/05/2018, 21:12

Ho letto con molta attenzione la tua esperienza, mi è piaciuta perchè l'ho vista una storia che si è conclusa con un Matrimonio e mi ha colpito molto che tua moglie immediatamente si interessa dei TdG sotto il tuo consiglio...non è facile trovare una compagna che si interessa subito a ciò che la vuoi indirizzare, forse l'ha fatto anche per compiacere te del consiglio che le hai dato
anche io ho un esperienza decennale nei TdG, solo che è stata continua e non ad intermittenza come la tua...

Io penso che spesso facciamo un errore, e cioè crediamo che siano al centro dei pensieri degli altri...io non credo che un sorvegliante si mette a perdere tempo nel tenere le persone in guardia da te, specialmente per il fatto che non sei un TdG battezzato....poi di ciò che facevi e ciò che dicevi lo sai solo tu, ma sappi che se i rapporti si raffreddano è perchè probabilmente non sei mai entrato in empatia con loro..quindi oltre alle solite formalità le persone non sanno cosa dirti e condividere

Mi ha colpito molto anche quando hai detto che gli anziani decisero l'argomento da trattare quando tu e tua moglie avevate ripreso lo studio biblico, è davvero atipico non lasciar scegliere lo studente, anche perchè sono proprio le direttive dell' organizzazione a consigliarlo!

Poi congregazione che vai usanze che trovi, anche il fatto che hanno interrotto lo studio perchè tu e tua moglie la pensate in maniera autonoma è relativo, probabilmente sei stato molto netto nelle tue posizioni, probabilmente in un altra congregazione o con un altro anziano avresti continuato lo studio e non ci sarebbe stato alcun problema

Cmq non vedo nulla di male in un organizzazione che vuole abbattere i costi,è ovvio che se la wts sceglie di pubblicare meno riviste è perchè non vi è una convenienza nel farlo, poi ognuno gli attribuisce dei motivi, giusti o sbagliati che siano


Non entro nel merito degli argomenti dottrinali come disassociazione e altro perchè in primis non ritengo di avere le competenze e secondo ognuno interpreta la Bibbia secondo il proprio modo di vedere la vita e secondo le proprie credenze inculcate dai genitori e dalla società...spesso quello che definiamo realtà è solo una proiezione della nostra mentre e delle nostre credenze che che spesso abbiamo appreso come verità assolute perchè ci è stato detto così , noi facciamo e crediamo a tante cose senza mai esserci chiesti il perchè facciamo quelle cose, da dove deriva quel comportamento o modo di pensare.

Cmq io reputo che vivere nel TdG non sia negativo o giusto in assoluto, anzi chi ci sta bene sono contento, anzi ti dirò chi ci sta bene spesso lo incoraggio a starci perchè la verità assoluta nessuna la sa, ognuno ha la PROPRIA verità e se quella verità gli dà un motivo per andare avanti e gli dà serenità , ben venga!

Io personalmente non ci stavo bene, in quanto omosessuale vedevo lesa la mia dignità di individuo anche se in realtà nessuno ti caccia e nessuno ti boicotta se la congregazione lo sa, si fa finta di niente come se il "problema" non esistesse, ma per me il problema esiste eccome, perchè è intollerabile dare più libertà ad alcuni individui e meno ad altri solo perchè alcuni hanno la "fortuna" di essere definiti "i normali" e quindi persone di serie A, in un organizzazione dove si ripete sempre di servire un dio di GIUSTIZIA, questa situazione a mio avviso è contraddittoria con l'essenza della giustizia stessa.

Grazie per aver condiviso la tua esperienza!
Avatar utente
Morrisfriendly
Nuovo Utente
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 09/04/2017, 17:53

Messaggiodi Romagnolo » 26/05/2018, 22:11

Devo dire che hai avuto una vita alquanto intensa con tutti questi studi iniziati e riiniziati; mi sovviene una domanda...ma non ti sei mai stancato di ricominciare sempre daccapo? ( a meno che tu non abbia tutte le volte iniziato con una pubblicazione diversa dalla precedente :blu: )
Disassociazione perché non si porta la cravatta? MA è una iperbole per esasperare il concetto....o realmente succedeva così dove frequentavi?
Nella mia c' è qualche anziano che in servizio a volte non la porta.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5035
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Studente Biblico » 26/05/2018, 22:24

Romagnolo ha scritto:...ma non ti sei mai stancato di ricominciare sempre daccapo? ( a meno che tu non abbia tutte le volte iniziato con una pubblicazione diversa dalla precedente :blu: )


Il primo studio lo cominciai con il libro "Conoscenza", poi dal secondo studio in poi ho sempre studiato con il libro "Cosa insegna", e stabilivano sempre di farmelo ricominciare daccapo, anche se avevo chiesto loro se era possibile cominciare da dove mi ero fermato o perlomeno fare un veloce ripasso.

Romagnolo ha scritto:Disassociazione perché non si porta la cravatta? MA è una iperbole per esasperare il concetto....o realmente succedeva così dove frequentavi?


No, non credo... personalmente non ho mai assistito ad una disassociazione del genere, ma ti posso garantire che la Società ha delle regole molto severe e precise riguardo all'abbigliamento e l'aspetto esteriore (ad esempio è vietato indossare abiti attillati o portare la barba), quindi non saprei se un fratello potrebbe rischiare la disassociazione o l'ammonizione o la perdita di privilegi se sceglie deliberatamente di non indossare più la cravatta o di farsi crescere la barba, ma spesso me lo chiedo...
“Non c’è infatti niente di nascosto che non sarà rivelato, e non c’è nulla di accuratamente occultato che non verrà allo scoperto.” (Marco 4:22)

La mia Presentazione - Link al mio sito "La Torre ti Guarda!" - Opuscolo Un aiuto per chi rischia di cadere nella trappola del geovismo (PDF)
Avatar utente
Studente Biblico
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 25/05/2018, 20:28
Località: Provincia di Caserta

Messaggiodi Giovanni64 » 27/05/2018, 8:49

Morrisfriendly ha scritto:
Non entro nel merito degli argomenti dottrinali come disassociazione e altro perchè in primis non ritengo di avere le competenze e secondo ognuno interpreta la Bibbia secondo il proprio modo di vedere la vita e secondo le proprie credenze inculcate dai genitori e dalla società...spesso quello che definiamo realtà è solo una proiezione della nostra mentre e delle nostre credenze che che spesso abbiamo appreso come verità assolute perchè ci è stato detto così , noi facciamo e crediamo a tante cose senza mai esserci chiesti il perchè facciamo quelle cose, da dove deriva quel comportamento o modo di pensare.


Una credenza tradizionale inculcata, fra le più perniciose, induce a pensare che esista un totem oggettivo chiamato Bibbia, svincolato dalle creazioni e dagli sviluppi storici e tradizionali, e che poi ognuno debba analizzare questo totem cercando di non essere condizionato dalla storia e dalla tradizione. Il risultato più classico di una impostazione di questo genere è che colui che pensa di ragionare solo con la propria testa finisce spesso solo per sragionare, per giunta nemmeno con la propria testa ma con quella di qualche guru o qualche leader più o meno affermato.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2905
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi pasqualebucca » 01/06/2018, 15:08

Ma scusami con quale rito ti sei sposato??
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Studente Biblico » 01/06/2018, 15:57

pasqualebucca ha scritto:Ma scusami con quale rito ti sei sposato??


Non essendo Testimone, mi sono sposato al Comune e basta.
“Non c’è infatti niente di nascosto che non sarà rivelato, e non c’è nulla di accuratamente occultato che non verrà allo scoperto.” (Marco 4:22)

La mia Presentazione - Link al mio sito "La Torre ti Guarda!" - Opuscolo Un aiuto per chi rischia di cadere nella trappola del geovismo (PDF)
Avatar utente
Studente Biblico
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 25/05/2018, 20:28
Località: Provincia di Caserta

Messaggiodi Ray » 01/06/2018, 16:03

pasqualebucca ha scritto:Ma scusami con quale rito ti sei sposato??


1Corinzi 13

11 Quand'ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Ma, divenuto uomo, ciò che era da bambino l'ho abbandonato...
:addio:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11095
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

poi...

Messaggiodi JohnC » 10/11/2018, 20:40

poi fai delle ricerche per conto tuo MOLTO approfondite e scopri che molte storie della bibbia, tra cui i vangeli, sono leggende!
JohnC
Nuovo Utente
 
Messaggi: 148
Iscritto il: 21/11/2015, 21:24
Località: roma

Messaggiodi anima » 11/11/2018, 14:27

cosa rappresenta il tuo avatar ? :boh:
Mi presento


Neve di Umberto Saba

Neve che turbini in alto e avvolgi
le cose di un tacito manto.
Neve che cadi dall'alto e noi copri
coprici ancora,all'infinito: imbianca
la città con le case,con le chiese,
il porto con le navi,
le distese dei prati.....


Immagine
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4316
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32


Torna a Esperienze vissute

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici