Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

SECONDA PARTE

Racconti di vita, esperienze, consigli.

Moderatore: nelly24

SECONDA PARTE

Messaggiodi Vittorio Emanuele » 20/10/2009, 10:41

Nel 1987 conobbi i tdg nel modo consueto: bussarono alla mia porta.
Sono sempre stato curioso di apprendere, così accettai di leggere con loro la Bibbia, o meglio, la TNM.
Nel 1988 mi battezzai a Milano ma, devo confessare, senza eccessivo entusiasmo.
Col tempo mi accorsi che nella TNM ogni tanto figuravano i numeri dei versetti ma non le parole, e mi chiedevo il perché. Confrontandola con la Bibbia classica, constatai che alcuni versetti erano stati completamente ignorati, nonostante la Bibbia stessa dica che non bisogna nè aggiungere nè togliere nulla.
Anni prima, durante il periodo della mia cecità, ero stato Presidente dell'Unione Italiana Ciechi di Parma. Pertanto, conoscendo l'ambiente, le mie ore di servizio le dedicavo sopratutto a visitare i miei ex-fratelli di sventura ed i loro familiari.
La persona con la quale uscivo spesso in servizio era una signora che, seppi da altri, criticava un mio importante peccato di gioventù nonostante lei avesse commesso lo stesso identico peccato e forse anche peggio. La solita storia della paglizza e della trave.
Mia moglie non é mai stata tdg ma frequentava con me le adunanze, ed é cieca dalla nascita. In occasione di un suo ricovero in ospedale, chiesi ad un Anziano se qualcuno potesse aiutarmi ad accudirla, ma la risposta fù che non essendo lei una sorella, non potevano farlo.
Successivamente fui ricoverato io. Mentre ero nella Sala del Regno caddi sulle scale bagnate, fratturandomi seriamente una spalla.
Durante il ricovero ricevetti solamente la visita di un membro del Comitato di Assistenza che mi porse una busta. Convinto che contenesse un rimborso per i danni materiali subiti (occhiali ed orologio rotti, giacca tagliata al pronto soccorso ecc.) la presi ma, con mia grande sorpresa e delusione conteneva la richiesta di un contributo.!
La goccia che fece traboccare il vaso: vendetti la casa al figlio di un SM, entrambi tdg, ad un prezzo notevolmente inferiore a quello di mercato, trattandosi di fratelli.
Davanti al notaio stipulammo l'accordo che avrebbero potuto prendere possesso della casa solo dopo che l'avessi liberata dai mobili. Il SM si fece consegnare da me le chiavi con una scusa e non me le restituì. Per poterle riavere fui costretto a rivolgermi al notaio. Ovviamente avevo anche informato gli Anziani investendoli della questione, ma non fecero nulla.
A questo punto mi decisi a mandare la mia lettera di dissociazione alla mia congregazione ed alla Betel a Roma.
Nonostanter ciò continuarono a venire a casa mia quasi tutti i giorni per convincermi a rientrare, ma non avevo assolutamente voglia di rientrare in una organizzazione dove i principi cristiani vengono ignorati spesso e volentieri.

Saluto tutti voi cordialmente.
Vittorio Emanuele
Nuovo Utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 01/10/2009, 17:54

commento

Messaggiodi gianlucaparatore » 20/10/2009, 10:52

un'altra esperienza orrenda che conferma quanto i tdg sono in grado di fare per arrogarsi il diritto di dire di essere nel giusto.
il dramma è che il sm passerà come un angelo mandato da geova che gli ha spianato la strada,mentre emanuele passerà per cattivo apostato, e queste sono le cose che mi fanno incazzare,scusate il termine ma qui ci vuole.
Al sm che magari legge questa storia vorrei chiedere: MA NON TI SENTI UN VERME?
gianlucaparatore
Nuovo Utente
 
Messaggi: 134
Iscritto il: 06/10/2009, 9:55

Ma che 'schifezze'

Messaggiodi deep-blue-sea » 20/10/2009, 11:01

per dirla schiettamente!
Purtroppo i TG si permettono di comportarsi sfacciatamente, come qualsiasi persona normale nel mondo non oserebbe mai comportarsi.

Eh si, mi dispiace Vittorio Emanuele, più si legge di tante esperienze, più si nota che ognuno ha il suo bagaglio di stranezze e cattiverie da parte dei cosidetti fratelli.

Si sopporta, si sopporta, si scusa, fincé non se può più! Son contenta che anche tu hai capito e ne sei uscito!
Presentazione
"Il vero dialogo consiste nell'accettare l'idea che l'altro sia portatore di una verità che mi manca..."
Mgr Claverie
it's better to have questions you cannot answer than it is to have answers you cannot question.
Meglio avere domande alle quali non puoi rispondere, che avere risposte che non puoi mettere in questione
Avatar utente
deep-blue-sea
Utente Master
 
Messaggi: 3353
Iscritto il: 16/07/2009, 17:38

Messaggiodi Brambilla Bruna » 20/10/2009, 12:28

Vittorio Emanuele ha scritto:Nel 1987 conobbi i tdg nel modo consueto: bussarono alla mia porta.
Sono sempre stato curioso di apprendere, così accettai di leggere con loro la Bibbia, o meglio, la TNM.
Nel 1988 mi battezzai a Milano ma, devo confessare, senza eccessivo entusiasmo.
Col tempo mi accorsi che nella TNM ogni tanto figuravano i numeri dei versetti ma non le parole, e mi chiedevo il perché. Confrontandola con la Bibbia classica, constatai che alcuni versetti erano stati completamente ignorati, nonostante la Bibbia stessa dica che non bisogna nè aggiungere nè togliere nulla.
Anni prima, durante il periodo della mia cecità, ero stato Presidente dell'Unione Italiana Ciechi di Parma. Pertanto, conoscendo l'ambiente, le mie ore di servizio le dedicavo sopratutto a visitare i miei ex-fratelli di sventura ed i loro familiari.
La persona con la quale uscivo spesso in servizio era una signora che, seppi da altri, criticava un mio importante peccato di gioventù nonostante lei avesse commesso lo stesso identico peccato e forse anche peggio. La solita storia della paglizza e della trave.
Mia moglie non é mai stata tdg ma frequentava con me le adunanze, ed é cieca dalla nascita. In occasione di un suo ricovero in ospedale, chiesi ad un Anziano se qualcuno potesse aiutarmi ad accudirla, ma la risposta fù che non essendo lei una sorella, non potevano farlo.
Successivamente fui ricoverato io. Mentre ero nella Sala del Regno caddi sulle scale bagnate, fratturandomi seriamente una spalla.
Durante il ricovero ricevetti solamente la visita di un membro del Comitato di Assistenza che mi porse una busta. Convinto che contenesse un rimborso per i danni materiali subiti (occhiali ed orologio rotti, giacca tagliata al pronto soccorso ecc.) la presi ma, con mia grande sorpresa e delusione conteneva la richiesta di un contributo.!
La goccia che fece traboccare il vaso: vendetti la casa al figlio di un SM, entrambi tdg, ad un prezzo notevolmente inferiore a quello di mercato, trattandosi di fratelli.
Davanti al notaio stipulammo l'accordo che avrebbero potuto prendere possesso della casa solo dopo che l'avessi liberata dai mobili. Il SM si fece consegnare da me le chiavi con una scusa e non me le restituì. Per poterle riavere fui costretto a rivolgermi al notaio. Ovviamente avevo anche informato gli Anziani investendoli della questione, ma non fecero nulla.
A questo punto mi decisi a mandare la mia lettera di dissociazione alla mia congregazione ed alla Betel a Roma.
Nonostanter ciò continuarono a venire a casa mia quasi tutti i giorni per convincermi a rientrare, ma non avevo assolutamente voglia di rientrare in una organizzazione dove i principi cristiani vengono ignorati spesso e volentieri.

Saluto tutti voi cordialmente.



caro VITTORIO non te la prendere .... anche se non sei di Parma come nascita ...ma sai quanto noi Parmigiani siamo tosti e determinati e poco aperti a scherzi ....ma grandi di cuore .....la prossima volta che hai bisogno chiamami ....prendo la corriera e vengo da te...non hai bisogno di persone che amore cristiano con LA C maiuscola non conoscono e non sanno il significato....ciao posso chiamarti VITTORIO mi ricordi un amico della M.L. DI Achille :fiori e bacio: :bacio: BRUNA
Avatar utente
Brambilla Bruna
Utente Platinium
 
Messaggi: 12711
Iscritto il: 16/07/2009, 15:24

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 20/10/2009, 12:38

Bhe, accidenti, hai incontrato proprio i rappresentanti della ... :cer: nella tua esperienza!
La faccia tosta poi, di chiedere un contributo in busta, perchè tanto vigliacchi da non parlare, visto che avresti anche potuto denunciare la causa del tuo incidente.
Sono allibita.
Di scelleratezze ne ho sentite e lette, ma questa mi sembra il colmo.
Senza contare poi la scusa per non aiutarti durante il ricovero di tua moglie
Che vuol dire "non è una sorella"?, aiutando lei avrebbero aiutato un fratello, senza contare l'amore cristiano che,...vabbè. è un altro discorso.
In quanto poi alla disonestà della compra/vendita, bhe, forse, a parte le spese e il disagio che ti ha comportato, almeno in quello, si sono conformati al comportamento di "alcuni del mondo"
Gabriella.
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Velleda » 20/10/2009, 13:36

Un comportamento davvero squallido. Come si può andare in giro a predicare l'amore cristiano e poi non dare aiuto per la moglie di un fratello?

Se si è veri Cristiani e si vuole veramente seguire l'esempio lasciatoci da Gesù, (quando è nella nostra possibilità di farlo), dobbiamo aiutare il nostro prossimo.

Gesù ha racchiuso i 10 comandamenti in due, e sono basati sull'amore, per Dio in primis e poi per il nostro prossimo.

Dio è amore, chi non ama, non ha conosciuto Dio.

Si può forse dire che quei tdg amano il loro prossimo?

Hai fatto benissimo dissociarti, bravo!

Un caro saluto da Velleda
Velleda
Nuovo Utente
 
Messaggi: 144
Iscritto il: 25/08/2009, 15:57

Messaggiodi Ely » 20/10/2009, 14:34

Mi dispiace veramente tanto per tutte queste esperienze negative che ti è toccato vivere.
Lo so che è difficile dimenticare, ma ora che sei fuori dalla loro organizzazione, vivi la tua vita serenamente, conoscenze non te ne mancano, e vedrai che raccoglierai più amore sincero dai tuoi vecchi amici che tra i tdg, che han dimostrato che non fanno nulla per niente, anzi! CD docet!

Menomale che, nonostante le "dritte" del CD, non tutti vi si attengono!

Ciao, Ely :carezza:
Ora vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo ..., di non lasciarvi così facilmente confondere e turbare, ... quasi che il giorno del Signore sia imminente. (II Tess. 2,1-2)

Mia presentazione: http://freeforumzone.leonardo.it/discus ... 370991&p=1
Avatar utente
Ely
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1933
Iscritto il: 10/06/2009, 20:14

Messaggiodi giggio1951 » 20/10/2009, 16:31

Durante il ricovero ricevetti solamente la visita di un membro del Comitato di Assistenza che mi porse una busta.

Sicuramente sei stato "incoraggiato" a non parlarne con nessuno di quella busta.
Ti veniva "suggerita" anche l'indicazione a quanto doveva ammontare la "contribuzione"
Strano che non ti hanno anche "suggerito" dei farmaci "speciali" che lo "schiavo" consigliava.
Goccette, rimedio, metodiche, midollo rinforsato o altro.
giggio1951
Utente Junior
 
Messaggi: 247
Iscritto il: 22/07/2009, 17:21

cici@

Messaggiodi cici@ » 20/10/2009, 17:11

Leggendo questa eperienza che ti tocca veramente
si vede quanto amore anno i tdg per me lamore
non lo conosce lo predicano solo sul podio per far
vedere che nelle congregazione ce amore ma
lamore non ce mai stato e tutta ipocresia , come non
aiutare una famigia nel bisogno ci sono persone del vicinato
che si ce qualcosa ti chedono si possono aiutarti e tdg che dvrebbero farlo si
rifiuta perche non e stestimone tdg ma ,allora lesempio del samaritano a che serve
che lo citano nelle congregazione lo dicono solo per fare bella figura ma
in pratica non lo sa mettere che pazzia :test:
:strettamano: cici@
Avatar utente
cici@
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1102
Iscritto il: 10/10/2009, 19:33

Messaggiodi daniela47 » 20/10/2009, 17:41

giggio1951 ha scritto:Durante il ricovero ricevetti solamente la visita di un membro del Comitato di Assistenza che mi porse una busta.

Sicuramente sei stato "incoraggiato" a non parlarne con nessuno di quella busta.
Ti veniva "suggerita" anche l'indicazione a quanto doveva ammontare la "contribuzione"
Strano che non ti hanno anche "suggerito" dei farmaci "speciali" che lo "schiavo" consigliava.
Goccette, rimedio, metodiche, midollo rinforsato o altro.



Già le famose goccioline "miracolose" che quasi ..quasi sostituiscano le trasfuzioni... vero.... somministrate ogni 15 minuti, a quello che mi ricordo.

MA QUANTO COSTANO...... per essere solo acqua
Avatar utente
daniela47
Utente Gold
 
Messaggi: 5436
Iscritto il: 16/07/2009, 18:38

Messaggiodi kitty » 20/10/2009, 19:27

mi sembra di ricordare che quelle "goccine miracolose" sono state ritirate perchè si era scoperto che i soldi andavano
ad un fratello di Roma che si era arricchito alle spalle di tutti i poveracci in ospedale...
io invece sono stata vittima(insieme a diversi altri fratelli) di un "fratello" a Bologna, anziano e dentista, se volete faccio anche nomi perchè
all'epoca ando' a finire sul giornale per frode...si era spacciato per dentista spillando per due dico due carie a me e mio padre
la bellezza di un milione e mezzo di lire, parliamo del 1987 circa,( mio padre non chiese scioccamente il preventivo), ma si
scopri' che lui non aveva neanche la laurea per esercitare...
:gossip:
Avatar utente
kitty
Nuovo Utente
 
Messaggi: 194
Iscritto il: 12/10/2009, 20:09

Messaggiodi giggio1951 » 20/10/2009, 20:58



Daccordooooo!!!!!
giggio1951
Utente Junior
 
Messaggi: 247
Iscritto il: 22/07/2009, 17:21

Messaggiodi giggio1951 » 20/10/2009, 21:14

mi sembra di ricordare che quelle "goccine miracolose" sono state ritirate perchè si era scoperto che i soldi andavano
ad un fratello di Roma che si era arricchito alle spalle di tutti i poveracci in ospedale...

Diciamo che il "fratello" autore di tale scoperta, non era di Roma ma di Perugia.
Esercitava senza essersi mai laureato in medicina in uno studio medico di Firenze.
Tramite un capace "imbonitore" e con l'assenso" della congregazione centrale "suggeriva" ai vari comitati sanitari di utilizzare tali "goccette".
In tutti i deposti dei comitato sanitarii, presso la Betel e nei depositi delle sale delle assemblee si tenevano scorte di questi "rimedi".
Lo stesso non era di Roma ma di Milano e solo negli ultimi anni collaborò con il comitato sanitario di Roma.
Con lui ebbi divergenze.
Quanto affermo è dimostrabile con un lungo scambio epistolare con l'ufficio.
Documentazione che tengo con me in caso di eventuale contestazione.
giggio1951
Utente Junior
 
Messaggi: 247
Iscritto il: 22/07/2009, 17:21

Riportando quanto affermato da Giggio

Messaggiodi deep-blue-sea » 24/10/2009, 22:31

"In tutti i deposti dei comitato sanitarii, presso la Betel e nei depositi delle sale delle assemblee si tenevano scorte di questi "rimedi".

Tutto questo conferma la grandissima IPOCRISIA di questa organizzazione, che nelle riviste quando si tratta un argomento legato alla medicina, si permettono di aggiungere in calce: Questa rivista non raccomanda nè sostiene alcun trattamento medico....e bla, bla, bla, e poi sotto sotto li consigliavano e raccomandavano ai fratelli, facendone un guadagno illecito e tenendone anche scorte nella Betel.....

IPOCRISIA senza fine!
Presentazione
"Il vero dialogo consiste nell'accettare l'idea che l'altro sia portatore di una verità che mi manca..."
Mgr Claverie
it's better to have questions you cannot answer than it is to have answers you cannot question.
Meglio avere domande alle quali non puoi rispondere, che avere risposte che non puoi mettere in questione
Avatar utente
deep-blue-sea
Utente Master
 
Messaggi: 3353
Iscritto il: 16/07/2009, 17:38

Messaggiodi Gabriele Traggiai » 24/10/2009, 22:49

giggio1951 ha scritto:mi sembra di ricordare che quelle "goccine miracolose" sono state ritirate perchè si era scoperto che i soldi andavano
ad un fratello di Roma che si era arricchito alle spalle di tutti i poveracci in ospedale...

Diciamo che il "fratello" autore di tale scoperta, non era di Roma ma di Perugia.
Esercitava senza essersi mai laureato in medicina in uno studio medico di Firenze.
Tramite un capace "imbonitore" e con l'assenso" della congregazione centrale "suggeriva" ai vari comitati sanitari di utilizzare tali "goccette".
In tutti i deposti dei comitato sanitarii, presso la Betel e nei depositi delle sale delle assemblee si tenevano scorte di questi "rimedi".
Lo stesso non era di Roma ma di Milano e solo negli ultimi anni collaborò con il comitato sanitario di Roma.
Con lui ebbi divergenze.
Quanto affermo è dimostrabile con un lungo scambio epistolare con l'ufficio.
Documentazione che tengo con me in caso di eventuale contestazione.

Quì ci sarebbero prove a sufficienza per un'azione legale.........

Ciao
Gabry
Avatar utente
Gabriele Traggiai
Utente Master
 
Messaggi: 2862
Iscritto il: 11/06/2009, 20:18
Località: San Colombano al Lambro - Mi

Messaggiodi Barfedio » 24/10/2009, 23:21

Se ci fossero in giro altri "unguenti miracolosi" si potrebbe segnalare la cosa a "Striscia" ... pensa che bella pubblicità per la WT$!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Barfedio
Utente Master
 
Messaggi: 3305
Iscritto il: 27/08/2009, 8:18

Messaggiodi ilnonnosa » 25/10/2009, 12:05

giggio1951 ha scritto:Durante il ricovero ricevetti solamente la visita di un membro del Comitato di Assistenza che mi porse una busta.

Sicuramente sei stato "incoraggiato" a non parlarne con nessuno di quella busta.
Ti veniva "suggerita" anche l'indicazione a quanto doveva ammontare la "contribuzione"
Strano che non ti hanno anche "suggerito" dei farmaci "speciali" che lo "schiavo" consigliava.
Goccette, rimedio, metodiche, midollo rinforsato o altro.


Guarda che la questione della busta per l’offerta, pardon contribuzione (“è meglio dire contribuzione e non un’offerta, in modo che sia chiaro che non facciamo una questua”. (Ministero del Regno, 8/1960, p. 4), per i comitati sanitari i tdG la conoscono e molto bene. Non si deve parlare con nessuno di questa busta con le persone del mondo cioè i non tdG.

“Promemoria per gli anziani … Ricordate a colui che intende ricoverarsi che i comitati sanitari affrontano molte spese e che è un privilegio contribuire in modo concreto, per sopperire ad esse”.
(Circolare del 24/12/84 e 30/1/90)

“… Tenete presente che in questi casi, la spesa delle telefonate ricade, com’è ovvio, sul paziente, come tutte le eventuali spese relative alla sua malattia e alle cure mediche. – Rom 13:8”.
(Ministero del Regno, 9/1988, p. 4)

E poi hanno il coraggio di dire che non chiedono contribuzioni!!!

Ciao. Ilnonnosa.
Presentazione

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)
Avatar utente
ilnonnosa
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1065
Iscritto il: 26/08/2009, 12:03

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 25/10/2009, 12:36

ilnonnosa ha scritto:“Promemoria per gli anziani … Ricordate a colui che intende ricoverarsi che i comitati sanitari affrontano molte spese e che è un privilegio contribuire in modo concreto, per sopperire ad esse”.
(Circolare del 24/12/84 e 30/1/90)

“… Tenete presente che in questi casi, la spesa delle telefonate ricade, com’è ovvio, sul paziente, come tutte le eventuali spese relative alla sua malattia e alle cure mediche. – Rom 13:8”.
(Ministero del Regno, 9/1988, p. 4)

E poi hanno il coraggio di dire che non chiedono contribuzioni!!!

Ciao. Ilnonnosa.

Direi che queste direttive sono .....non riesco a trovare il termine, mi verrebbe da dire schifose, moralmente.
Vorre chiedere ai Testimoni che hanno avuto la sventura di avere in casa un malato terminale, se le associazioni che gratuitamente operano a domicilio, vi avessero porto la stessa busta, che avreste pensato?
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Cicciobello » 25/10/2009, 16:11

Gabriella Prosperi ha scritto:
ilnonnosa ha scritto:“Promemoria per gli anziani … Ricordate a colui che intende ricoverarsi che i comitati sanitari affrontano molte spese e che è un privilegio contribuire in modo concreto, per sopperire ad esse”.
(Circolare del 24/12/84 e 30/1/90)

“… Tenete presente che in questi casi, la spesa delle telefonate ricade, com’è ovvio, sul paziente, come tutte le eventuali spese relative alla sua malattia e alle cure mediche. – Rom 13:8”.
(Ministero del Regno, 9/1988, p. 4)

E poi hanno il coraggio di dire che non chiedono contribuzioni!!!

Ciao. Ilnonnosa.

Direi che queste direttive sono .....non riesco a trovare il termine, mi verrebbe da dire schifose, moralmente.
Vorre chiedere ai Testimoni che hanno avuto la sventura di avere in casa un malato terminale, se le associazioni che gratuitamente operano a domicilio, vi avessero porto la stessa busta, che avreste pensato?
Gabriella


ti aiuto io gabriella: queste direttive fanno venire il volta stomaco, e fanno veramente ribrezzo.
perchè. perchè non sono da DIO ma da uomini egoisti, e peggio è il fatto che altri si prestano a fare le stesse cose che la wts comanda.
vittorio sei stato bravo, io li avrei mandati prima al quel paese. ciao salvatore :ciao: :ciao:
Cicciobello
 

Messaggiodi Vittorio Emanuele » 29/10/2009, 19:08

Ringrazio tutti voi per la comprensione e la simpatia dimostratami.
Data il tempo trascorso, non ricordo se mi chiesero di non parlarne e se c'era specificato dell'importo richiesto.
Ricordo solo che, appena terminata la visita, indignato stracciai la busta.
Vittorio Emanuele
Nuovo Utente
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 01/10/2009, 17:54

Messaggiodi Giovanni da Fasano » 29/10/2009, 19:18

giggio1951 ha scritto:mi sembra di ricordare che quelle "goccine miracolose" sono state ritirate perchè si era scoperto che i soldi andavano
ad un fratello di Roma che si era arricchito alle spalle di tutti i poveracci in ospedale...

Diciamo che il "fratello" autore di tale scoperta, non era di Roma ma di Perugia.
Esercitava senza essersi mai laureato in medicina in uno studio medico di Firenze.
Tramite un capace "imbonitore" e con l'assenso" della congregazione centrale "suggeriva" ai vari comitati sanitari di utilizzare tali "goccette".
In tutti i deposti dei comitato sanitarii, presso la Betel e nei depositi delle sale delle assemblee si tenevano scorte di questi "rimedi".
Lo stesso non era di Roma ma di Milano e solo negli ultimi anni collaborò con il comitato sanitario di Roma.
Con lui ebbi divergenze.
Quanto affermo è dimostrabile con un lungo scambio epistolare con l'ufficio.
Documentazione che tengo con me in caso di eventuale contestazione.

scusa giggio sii piu chiaro sulle goccine miracolose ,nn si sa mai se incontro qualche tdg che sbeffeggia le storie di quelli del mondo
Avatar utente
Giovanni da Fasano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 21/09/2009, 14:53
Località: Fasano (BR)

Messaggiodi bigotta » 29/10/2009, 19:24

Vittorio Emanuele ha scritto:Ringrazio tutti voi per la comprensione e la simpatia dimostratami.
Data il tempo trascorso, non ricordo se mi chiesero di non parlarne e se c'era specificato dell'importo richiesto.
Ricordo solo che, appena terminata la visita, indignato stracciai la busta.



Caro Vittorio ad una sorella della mia congregazione in ospedale ,dopo aver subito un intervento di asportazione della tiroide ,fu chiesto attraverso la busta una contribuzione di trecento euro per sostenere il comitato sanitario.

La sorella si indignò tantissimo perchè si chiedeva cosa avesse fatto se non fosse stata nella condizione di poter pagare quella cifra.

Ciò nonostante riconsegnò la busta con la quota richiesta.Roba da matti. :test: :test: :test:
La legge, ai nemici si applica , agli amici si interpreta.
Avatar utente
bigotta
Utente Junior
 
Messaggi: 319
Iscritto il: 17/07/2009, 7:57

Messaggiodi Giovanni da Fasano » 29/10/2009, 20:00

bigotta ha scritto:
Vittorio Emanuele ha scritto:Ringrazio tutti voi per la comprensione e la simpatia dimostratami.
Data il tempo trascorso, non ricordo se mi chiesero di non parlarne e se c'era specificato dell'importo richiesto.
Ricordo solo che, appena terminata la visita, indignato stracciai la busta.



Caro Vittorio ad una sorella della mia congregazione in ospedale ,dopo aver subito un intervento di asportazione della tiroide ,fu chiesto attraverso la busta una contribuzione di trecento euro per sostenere il comitato sanitario.

La sorella si indignò tantissimo perchè si chiedeva cosa avesse fatto se non fosse stata nella condizione di poter pagare quella cifra.

Ciò nonostante riconsegnò la busta con la quota richiesta.Roba da matti. :test: :test: :test:

sicuramente nn hanno mai sentito parlare di giuseppe moscati il medico dei poveri :senzaparole:
Avatar utente
Giovanni da Fasano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 21/09/2009, 14:53
Località: Fasano (BR)


Torna a Esperienze vissute

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici