Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

La mia vita da tdg

Racconti di vita, esperienze, consigli.

Moderatore: nelly24

La mia vita da tdg

Messaggiodi rosanera » 23/10/2009, 13:05

Spero di non annoiare nessuno comincio a scrivere qualcosina.
Parto da quando ero piccolina un frugolino e i miei ricordi vanno a quando avevo tre anni. Mi ricordo che i miei mi portavano nella sala tutti i martedì giovedì e domenica o mat o pomeriggio. Il resto della domenica mi portavano di casa in casa e mi obbligavano a dare i volantini e la gente li prendeva perchè gli facevo tenerezza.
A quell'età si poteva andare all'asilo ma i miei non mi facevano andare perchè la wts non voleva se no portavano la loro figlia nelle mani di Satana. Preferivano addestrarmi loro con lo studio famigliare.(che noia!)
Comincio le scuole elementari e li inizia il bello...niente compleanni niente natale niente feste e vi dico che brutto per un bambino rifiutare le caramelle i regali perchè i tuoi genitori ti insegnano che geova non vuole. I miei compagni mi invitavano a casa loro a fare i compiti e non mi facevano andare perchè erano persone del mondo erano meglio le figlie dei fratelli.
Per non parlare che all'età di 6 anni mi hanno fatta iscrivere alla scuola di ministero teocratico...io non ero per niente contenta ma i miei (tra l'altro famiglia modello) erano felicissimi!
Insomma non si poteva fare niente per vivere un'infanzia felice! Tra l'altro se facevo casino in sala alla sera quando tornavo a casa mio padre aspettava che mi addormentavo mi veniva a svegliare e me ne dava tantesia con le mani che col bastone! Passavo le notti a piangere.
Secondo voi questo è un padre amorevole e anziano di congregazione?! E mia madre lo ha sempre difeso... che nervoso!!

Ogni volta che ho un' attimo di tempo continuo il racconto...
rosanera
 

Messaggiodi Metalsan » 23/10/2009, 13:19

Allo stupore non c'è mai fine almeno per me, chiaro che non può e non deve entrare in gioco la generalizzazione ma questa è la tua storia ed è un dato di fatto.
Non mi hai annoiato per nulla anzi leggere è sempre un buon modo per capire e soratutto lo scritto ti insegna molto ad "ascoltare".
Se vorrai, saremo qui ad "ascoltare" la tua esperienza.

Saluti, luca. :ciao:
...Of darkned woods and cold void....

There is a god in man,
and in nature.
He, who sits in the dark,
is the bringer of light.
Avatar utente
Metalsan
Nuovo Utente
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 13/10/2009, 13:00
Località: Roma

Messaggiodi kitty » 23/10/2009, 13:30

(..Insomma non si poteva fare niente per vivere un'infanzia felice! Tra l'altro se facevo casino in sala alla sera quando tornavo a casa mio padre aspettava che mi addormentavo mi veniva a svegliare e me ne dava tantesia con le mani che col bastone! Passavo le notti a piangere.
Secondo voi questo è un padre amorevole e anziano di congregazione?! E mia madre lo ha sempre difeso... che nervoso!!..)

Ti assicuro che mi sono sentita male nel leggere queste parole, avendo un bambino la cosa mi colpisce ancora di piu'!
Ma con tuo padre adesso che rapporto hai? Voglio dire, anche a me mio padre mi dava delle noci in testa (soprattutto
quando tornava a casa dal lavoro stanco), e io l'ho odiato profondamente, ma adesso i nostri rapporti sono piu' sereni,
lui ha mollato la sala da parecchio tempo, e ogni tanto gli vengono i sensi di colpa per essere stato un po' troppo manesco..
Avatar utente
kitty
Nuovo Utente
 
Messaggi: 194
Iscritto il: 12/10/2009, 20:09

Messaggiodi Una Simpatizzante » 23/10/2009, 13:33

aspetto con impazienza di leggerti ancora e intanto :fiori: :witdg: :welcome: :sala regno: :ciao:
Un uccellino sogna di volare. Sbatte le ali, ma ha paura di sollevarsi in aria. Un giorno, un uccello gli chiede: "perché non provi? Hai le ali per farlo!" Questi risponde: "ho le ali, è vero, ma ho anche molta paura." "Avere gli strumenti giusti per realizzare un sogno alla nostra portata non basta se non si ha anche il coraggio di realizzarlo."
Avatar utente
Una Simpatizzante
Utente Junior
 
Messaggi: 668
Iscritto il: 19/09/2009, 11:03

Messaggiodi mackenzie » 23/10/2009, 14:32

Una Simpatizzante ha scritto:aspetto con impazienza di leggerti ancora e intanto :fiori: :witdg: :welcome: :sala regno: :ciao:


Mi spiace per la tua triste storia Rosanera... coraggio, l'importante è riuscire a buttarsi tutto alle spalle... per quanto difficile possa essere.
Spero solo che si eviti di associare TDG a disciplina violenta o modi maneschi (soprattutto da parte dei genitori), perchè sarebbe fuoriluogo...

Mac
Avatar utente
mackenzie
Nuovo Utente
 
Messaggi: 262
Iscritto il: 17/07/2009, 9:24

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 23/10/2009, 14:33

Purtroppo i tuoi genitori sapevano ragionare solo a senso unico, prendendo per oro colato i dettami scritti della ccTdG e quelli orali della vostra congregazione.
Per fortuna ci sono genitori Testimoni che sanno allevare diversamente i figli.
Certo, non è facile superare i traumi derivati da un'infanzia negata, e credo che se i tuoi si sono resi conto di quanto hanno fatto, ora il loro rimorso è grande.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi blu63 » 23/10/2009, 14:58

Gabriella Prosperi ha scritto:Purtroppo i tuoi genitori sapevano ragionare solo a senso unico, prendendo per oro colato i dettami scritti della ccTdG e quelli orali della vostra congregazione.
Per fortuna ci sono genitori Testimoni che sanno allevare diversamente i figli.
Certo, non è facile superare i traumi derivati da un'infanzia negata, e credo che se i tuoi si sono resi conto di quanto hanno fatto, ora il loro rimorso è grande.
Gabriella


sinceramente trovo esagerato dire "infanzia negata" anche io sono cresciuta come tdg dall'età di 6 anni ma i valori che i miei genitori mi hanno inculcato sono comunque valori fondamentali quali amicizia amore rispetto e fiducia negli altri...non ci era permesso partecipare a feste religiose ma mai e ripeto mai ci è stato negato di divertirci e di stare in compagnia di altri anche di coloro che la pensavamo diversamente da noi...io ho sempre avuto il mio gruppo di amiche non tdg con cui studiavamo,giocavamo e uscivamo insieme....e parlo di più di 35 anni fa....Io rispettavo loro e loro rispettavano me...ancora oggi continuiamo a essere amiche...è vero che questo è un forum in cui si analizza in chiave critica la dottrina dei tdg ma quando c'è da dire efeftivamente come stanno le cose....bisogna farlo......non esageriamo!!!! Se poi una famiglia esagera nella disciplina o nel rinchiudersi nel proprio guscio ....sono comportamenti personali....
blu63
Nuovo Utente
 
Messaggi: 42
Iscritto il: 16/10/2009, 10:50

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 23/10/2009, 15:03

blu63 ha scritto:
Gabriella Prosperi ha scritto:Purtroppo i tuoi genitori sapevano ragionare solo a senso unico, prendendo per oro colato i dettami scritti della ccTdG e quelli orali della vostra congregazione.
Per fortuna ci sono genitori Testimoni che sanno allevare diversamente i figli.
Certo, non è facile superare i traumi derivati da un'infanzia negata, e credo che se i tuoi si sono resi conto di quanto hanno fatto, ora il loro rimorso è grande.
Gabriella


sinceramente trovo esagerato dire "infanzia negata" anche io sono cresciuta come tdg dall'età di 6 anni ma i valori che i miei genitori mi hanno inculcato sono comunque valori fondamentali quali amicizia amore rispetto e fiducia negli altri...non ci era permesso partecipare a feste religiose ma mai e ripeto mai ci è stato negato di divertirci e di stare in compagnia di altri anche di coloro che la pensavamo diversamente da noi...io ho sempre avuto il mio gruppo di amiche non tdg con cui studiavamo,giocavamo e uscivamo insieme....e parlo di più di 35 anni fa....Io rispettavo loro e loro rispettavano me...ancora oggi continuiamo a essere amiche...è vero che questo è un forum in cui si analizza in chiave critica la dottrina dei tdg ma quando c'è da dire efeftivamente come stanno le cose....bisogna farlo......non esageriamo!!!! Se poi una famiglia esagera nella disciplina o nel rinchiudersi nel proprio guscio ....sono comportamenti personali....

Mi hai frainteso, non ho generalizzato.
E' il comportamento dei genitori di rosanera che le ha negato l'infanzia.
Come puoi leggere, ho anche scritto che, fortunatamente, non tutti i Testimoni adottano quel modo verso i figli.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi blu63 » 23/10/2009, 15:11

Gabriella Prosperi ha scritto:
blu63 ha scritto:
Gabriella Prosperi ha scritto:Purtroppo i tuoi genitori sapevano ragionare solo a senso unico, prendendo per oro colato i dettami scritti della ccTdG e quelli orali della vostra congregazione.
Per fortuna ci sono genitori Testimoni che sanno allevare diversamente i figli.
Certo, non è facile superare i traumi derivati da un'infanzia negata, e credo che se i tuoi si sono resi conto di quanto hanno fatto, ora il loro rimorso è grande.
Gabriella


sinceramente trovo esagerato dire "infanzia negata" anche io sono cresciuta come tdg dall'età di 6 anni ma i valori che i miei genitori mi hanno inculcato sono comunque valori fondamentali quali amicizia amore rispetto e fiducia negli altri...non ci era permesso partecipare a feste religiose ma mai e ripeto mai ci è stato negato di divertirci e di stare in compagnia di altri anche di coloro che la pensavamo diversamente da noi...io ho sempre avuto il mio gruppo di amiche non tdg con cui studiavamo,giocavamo e uscivamo insieme....e parlo di più di 35 anni fa....Io rispettavo loro e loro rispettavano me...ancora oggi continuiamo a essere amiche...è vero che questo è un forum in cui si analizza in chiave critica la dottrina dei tdg ma quando c'è da dire efeftivamente come stanno le cose....bisogna farlo......non esageriamo!!!! Se poi una famiglia esagera nella disciplina o nel rinchiudersi nel proprio guscio ....sono comportamenti personali....

Mi hai frainteso, non ho generalizzato.
E' il comportamento dei genitori di rosanera che le ha negato l'infanzia.
Come puoi leggere, ho anche scritto che, fortunatamente, non tutti i Testimoni adottano quel modo verso i figli.
Gabriella

si hai perfettamente ragione ecco perchè ho voluto puntualizzare perchè spesso si generalizza!!!! ciao Gabriella
blu63
Nuovo Utente
 
Messaggi: 42
Iscritto il: 16/10/2009, 10:50

cici@

Messaggiodi cici@ » 23/10/2009, 15:26

Rosanera
ora ti auguro una vita felice te lo meriti
dopo tante soferenze guarda sempre avanti
con serenita ti abraccio :fiori:
cici@
Avatar utente
cici@
Utente Senior
 
Messaggi: 1102
Iscritto il: 10/10/2009, 19:33

Messaggiodi Eva70@ » 23/10/2009, 15:37

Ciao Rosanera capisco che al peggio non c'e' mai fine..ci mancherebbe io non ti conosco..ma sono stata testimone di Geova quasi vent'anni e ho visto per la maggiorparte genitori amorevoli,severi forse..ma Amorevoli..
Il tuo racconto mi lasci perplessa,voglio pensare che tu ci stia dicendo tutta la verita'...scusa se ti dico questo..trovo un tantino esagerato cio' che leggo...

Anche se ripeto al peggio non c'e' mai fine..tutto questo mi dispiace..ma non penso che sia dipeso dalla religione ma da una cattiva interpretazione dei versetti biblici..

Eva :timido:
"E' meglio una delusione di una falsa certezza!"

Contatto Skype : Candye 11
Avatar utente
Eva70@
Nuovo Utente
 
Messaggi: 370
Iscritto il: 16/07/2009, 19:33
Località: Lugo di Romagna

Messaggiodi al.64 » 23/10/2009, 15:48

blu63 ha scritto:
Gabriella Prosperi ha scritto:Purtroppo i tuoi genitori sapevano ragionare solo a senso unico, prendendo per oro colato i dettami scritti della ccTdG e quelli orali della vostra congregazione.
Per fortuna ci sono genitori Testimoni che sanno allevare diversamente i figli.
Certo, non è facile superare i traumi derivati da un'infanzia negata, e credo che se i tuoi si sono resi conto di quanto hanno fatto, ora il loro rimorso è grande.
Gabriella


sinceramente trovo esagerato dire "infanzia negata" anche io sono cresciuta come tdg dall'età di 6 anni ma i valori che i miei genitori mi hanno inculcato sono comunque valori fondamentali quali amicizia amore rispetto e fiducia negli altri...non ci era permesso partecipare a feste religiose ma mai e ripeto mai ci è stato negato di divertirci e di stare in compagnia di altri anche di coloro che la pensavamo diversamente da noi...io ho sempre avuto il mio gruppo di amiche non tdg con cui studiavamo,giocavamo e uscivamo insieme....e parlo di più di 35 anni fa....Io rispettavo loro e loro rispettavano me...ancora oggi continuiamo a essere amiche...è vero che questo è un forum in cui si analizza in chiave critica la dottrina dei tdg ma quando c'è da dire efeftivamente come stanno le cose....bisogna farlo......non esageriamo!!!! Se poi una famiglia esagera nella disciplina o nel rinchiudersi nel proprio guscio ....sono comportamenti personali....


carissima mia cara amica, non ti arrabbiare.
lo sappiamo tutti che i tdg non si comportano nello stesso modo.
pero',scusami se te lo dico, l'infanzia dei bimbi con genitori tdg non e' molto semplice.
te lo dico da padre, ma fortunatamente da tdg finto.
forse per te non freguentare i tuoi compagni durante le feste di compleanno o a natale puo' non aver recato disturbo,
ma a molti bimbi si.
miofiglioa scuola durante le elementari quando festeggiavano i compleanni lui festeggiava................
la mia coscienza era a posto. non me la sentivo di vietare a un bimbo questa cosa. poi ,forse, non essendo bigotto come la maggior parte dei tdg sono tranquillo.
:ciao: :ilovejesus:
Matteo 22:39
Il secondo, simile a questo, è: "Ama il tuo prossimo come te stesso".
Avatar utente
al.64
Nuovo Utente
 
Messaggi: 163
Iscritto il: 21/09/2009, 9:16

Tuo padre aspettava che ti addormentavi?

Messaggiodi Blauauge1 » 23/10/2009, 15:57

Ciao Rosa, ho letto il tuo post e non ho capito bene: ma tuo padre aspettava che ti addormentavi e poi ti svegliava per picchiarti? forse ho capito male, m non c'è cosa più bella al mondo di vedere i propri figli specialmente quando hanno 6 anni accuciolati nel lettino e dormire placidamente, fanno tenerezza.....come poteva tuo padre svegliare la figlioletta dal sonoo e picchiarla di santa ragione?
Blauauge1
 

Messaggiodi Cicciobello » 23/10/2009, 16:03

chiedo scusa alle ragazze in campo: ma il fatto dei compleanni non è una cosa personale,era vietato completamente.
poi se alcune famiglie reagivano in modo diverso, questo per loro diventava un problema. perchè per la congregazione non sei spirituale.
di conseguenza ti toglievano i privileggi.
perciò non diciamo che i tdg sono santi, ma come tutte le religioni si attengono a chi li comanda.........
perchè è la wts che ordina come fare in questi casi, altrimenti bisogna prendere provedimenti. ks--om--i libri che organizzano i tdg. :saggio: :saggio: :ciao: :ciao: salvatore
Cicciobello
 

Messaggiodi Blauauge1 » 23/10/2009, 16:05

Eva70@ ha scritto:Ciao Rosanera capisco che al peggio non c'e' mai fine..ci mancherebbe io non ti conosco..ma sono stata testimone di Geova quasi vent'anni e ho visto per la maggiorparte genitori amorevoli,severi forse..ma Amorevoli..
Il tuo racconto mi lasci perplessa,voglio pensare che tu ci stia dicendo tutta la verita'...scusa se ti dico questo..trovo un tantino esagerato cio' che leggo...

Anche se ripeto al peggio non c'e' mai fine..tutto questo mi dispiace..ma non penso che sia dipeso dalla religione ma da una cattiva interpretazione dei versetti biblici..

Eva :timido:


Sono d' accordo con quello che dici cara Eva, anche a me sembra un tantino inverosimile. Quale padre farebbe una cosa simile?
E perchè un anziano di congregazione doveva picchiare col bastone la figlia ?
é vero al peggio non c'è mai fine, ci sono e ci sono stati anche padri pedofili tra i TDg e io lo so ..... e sicuramente possono esserci padri che picchiano i figli la maniera dscritta però mi sembra esagerata.
Blauauge1
 

Messaggiodi Aquarivs » 23/10/2009, 16:17

E io trovo esagerato mettere in dubbio l'esposizione di una trauma personale..
Aquarivs
 

Messaggiodi Blauauge1 » 23/10/2009, 17:11

Aquarivs ha scritto:E io trovo esagerato mettere in dubbio l'esposizione di una trauma personale..


Aquarivs, solo perchè una persona descrive un trauma personale, non significa che non possa esagerare.
Io credo che se si hanno dei dubbi su un qualsivoglia racconto,è doveroso esprimerlo.
Quando non comprendo bene una versione dei fatti, perchè secondo me : contro logica, chiedo spiegazioni.
E questo non significa mettere in dubbio ma solo cercare di capire.
Credo invece sia sbagliato, trarre conclusioni se non si hanno elementi sufficenti per comprendere la genuinità di un racconto.
Blauauge1
 

Messaggiodi Aquarivs » 23/10/2009, 17:17

Mi rendo conto. Non è comunque piacevole sentirsi mettere in dubbio, quando si espongono fatti dolorosi. Capisco che tu voglia accertarti della verità, ma io lo farei in altri modi. Con domande, richieste di racconti. Stati d'animo. Così, nel caso mi rendessiconto che l'altra persona non sta affatto esagerando, non sembrerei privo di tatto affermandolo.. no?
Aquarivs
 

Messaggiodi Eva70@ » 23/10/2009, 17:23

Aquarivs ha scritto:E io trovo esagerato mettere in dubbio l'esposizione di una trauma personale..


E ti pareva Acquarivs,quando mai ...faresti di tutto per metterci in cattiva luce....ormai da te mi aspetto di tutto...



Comunque io posso credere a Rosanera ci mancherebbe ,volevo solo dire che non e' la regola,per fortuna..


Eva
"E' meglio una delusione di una falsa certezza!"

Contatto Skype : Candye 11
Avatar utente
Eva70@
Nuovo Utente
 
Messaggi: 370
Iscritto il: 16/07/2009, 19:33
Località: Lugo di Romagna

Messaggiodi brian67 » 23/10/2009, 17:27

rosanera ha scritto:...Insomma non si poteva fare niente per vivere un'infanzia felice! Tra l'altro se facevo casino in sala alla sera quando tornavo a casa mio padre aspettava che mi addormentavo mi veniva a svegliare e me ne dava tantesia con le mani che col bastone! Passavo le notti a piangere.
Secondo voi questo è un padre amorevole e anziano di congregazione?! E mia madre lo ha sempre difeso... che nervoso!!

Ogni volta che ho un' attimo di tempo continuo il racconto...



Io credo che la rosanera non stia per nulla esagerando.

25 /30 anni fa le cose erano molto diverse. All'epoca anche gli insegnanti di scuola facevano (avvolte) uso della “violenza” fisica. I genitori (salvo esagerazioni) tolleravano questo comportamento, quando l'insegnante mollava uno schiaffo al ragazzo maleducato. Ansi gli poteva andare peggio, se l'insegnante chiedeva che l'indomani venisse accompagnato da un genitore. Lì, il giovane rischiava di prendere il resto dal genitore una volta saputo la questione.

Con questa mentalità non era difficile vedere anche per strada, un genitore mollare uno schiaffo, o più, al figliolo. Figuriamoci in assenza di occhi indiscreti dentro casa.

Un tdg nominato aveva una reputazione da difendere (dal vicinato, dai parenti, dall'insegnante e dai fratelli) a qualunque costo. E visto che la wts ripeteva sempre che bisognava disciplinare i figli disubbidienti con la verga se non ascoltavano, alcuni non hanno perso tempo a mettere in pratica questo consiglio biblico.

Per fortuna mio padre non si lascio influenzare da questo virus. Anche se qualche schiaffo non me lo fece mancare nel momento “giusto”. Ma giuro su Dio (quando ero piccolo . . . non pubblicamente) ho visto nella mia congregazione alcuni nominati picchiavano i loro figli con la cinta dei pantaloni. Addirittura uno di loro con il tubo di gomma. Non era insolito vedere i segni (lividi) di questa brutalità. Senza generalizzare.

Oggi queste cose sono perseguibili con la legge.
Ma un tempo (anche se le leggi già esistevano) non sempre veniva presa inconsiderazione.

Brian
Avatar utente
brian67
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 16/07/2009, 12:59

Messaggiodi Eva70@ » 23/10/2009, 17:42

Triste molto triste quello che scrivi Brian..

Eva :triste:
"E' meglio una delusione di una falsa certezza!"

Contatto Skype : Candye 11
Avatar utente
Eva70@
Nuovo Utente
 
Messaggi: 370
Iscritto il: 16/07/2009, 19:33
Località: Lugo di Romagna

Messaggiodi Aquarivs » 23/10/2009, 17:47

E ti pareva Acquarivs,quando mai ...faresti di tutto per metterci in cattiva luce....ormai da te mi aspetto di tutto...

Queste insinuazioni tienitele per te perché non te lo permetto. Tra l'altro scrivi coralmente. E un tuo parere perciò cavoli tuoi.
Non ho messo nessuno in cattiva luce. Ho reputato privo di tatto usare la diffidenza contro chi ha subito quel che ha subito.
Se non sei d'accordo bene. Ma non iniziare una guerra che perderesti e tra l'altro qui, fuori luogo.

Fai bene ad aspettarti di tutto. Non sono il primo scemo del villaggio.


Comunque io posso credere a Rosanera ci mancherebbe ,volevo solo dire che non e' la regola,per fortuna..

Già, per fortuna.
Aquarivs
 

Messaggiodi Achille » 23/10/2009, 17:55

Aquarivs ha scritto:
Queste insinuazioni tienitele per te perché non te lo permetto. Tra l'altro scrivi coralmente. E un tuo parere perciò cavoli tuoi.
Non ho messo nessuno in cattiva luce. Ho reputato privo di tatto usare la diffidenza contro chi ha subito quel che ha subito.
Se non sei d'accordo bene. Ma non iniziare una guerra che perderesti e tra l'altro qui, fuori luogo.

Fai bene ad aspettarti di tutto. Non sono il primo scemo del villaggio.
Stop.
In questo forum «non sono ammessi messaggi dai toni insolenti e provocatori, attacchi personali, insulti e/o liti fra gli utenti».
Simili discussioni proseguitele eventualmente in privato.
Vale per tutti.

Achille/mod
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13173
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Aquarivs » 23/10/2009, 17:56

Ti ringrazio..

E ti pareva Acquarivs,quando mai ...faresti di tutto per metterci in cattiva luce....ormai da te mi aspetto di tutto...

Per correttezza avresti dovuto quotare anche questo.. mi pare..
Aquarivs
 

Messaggiodi Achille » 23/10/2009, 18:12

Aquarivs ha scritto:
Per correttezza avresti dovuto quotare anche questo.. mi pare..
Come è stato più volte fatto notare, le osservazioni sugli interventi dei mod vanno espresse in privato. Sono piuttosto stufo di dover continuamente ripetere questa cosa.

Nel mio intervento quale mod ho citato solo l'ultimo messaggio, precisando che la mia osservazione vale per tutti gli utenti coinvolti nella discussione

Achille/mod
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13173
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi ilnonnosa » 23/10/2009, 18:13

Blauauge1 ha scritto:
Eva70@ ha scritto:Ciao Rosanera capisco che al peggio non c'e' mai fine..ci mancherebbe io non ti conosco..ma sono stata testimone di Geova quasi vent'anni e ho visto per la maggiorparte genitori amorevoli,severi forse..ma Amorevoli..
Il tuo racconto mi lasci perplessa,voglio pensare che tu ci stia dicendo tutta la verita'...scusa se ti dico questo..trovo un tantino esagerato cio' che leggo...

Anche se ripeto al peggio non c'e' mai fine..tutto questo mi dispiace..ma non penso che sia dipeso dalla religione ma da una cattiva interpretazione dei versetti biblici..

Eva :timido:


Sono d' accordo con quello che dici cara Eva, anche a me sembra un tantino inverosimile. Quale padre farebbe una cosa simile?
E perchè un anziano di congregazione doveva picchiare col bastone la figlia ?
é vero al peggio non c'è mai fine, ci sono e ci sono stati anche padri pedofili tra i TDg e io lo so ..... e sicuramente possono esserci padri che picchiano i figli la maniera dscritta però mi sembra esagerata.


Quell’anziano, si è comportato così perché si atteneva alla parola non della Bibbia, ma quella della Torre di Guardia perché “la volontà dello schiavo è la volontà di Geova. La ribellione contro lo schiavo è ribellione contro Dio. … I sorveglianti terrestri rappresentano Geova nel loro incarico”. (La Torre di Guardia, 15711/1956, p. 691). E ancora, “La Società è la rappresentante visibile del Signore sulla terra” (La Torre di Guardia, 1/7/1952 p. 200); “Quando Rutherford emana le sue istruzioni è il Signore che parla e nessuno può e deve porre in dubbio questa verità” (WT 1/12/1933 p. 364) oppure “Geova ci parla tramite la Bibbia e Lo schiavo fedele e discreto” ((La Torre di Guardia, 1/5/2000 p. 15).
Se, poi, per caso non hai ancora capito, lo schiavo fedele te lo fa vedere con una foto in che modo devi picchiare tuo figlio con un bastone (La Torre di Guardia, 1/7/1954, p. 401). Allora, questo “anziano” si comportò in quel modo leggendo l’esempio riportato in questa rivista , a p. 402 che dice: “Per esempio, saltellando durante un’adunanza un fanciullo farebbe male a se stesso e ad altri. Non è un male saltellare, ma il tempo non è indicato. C’è un tempo per giocare, un tempo per saltellare, e un tempo per imparare. Quindi badate al tempo e al luogo, per il bene di tutti”.

Altro esempio accaduto il 13 novembre 2001

Punizione biblica uccide una bambina.

Genitori, testimoni di Geova uccidono la loro bambina di 12 anni, a forza di botte. Hanno dichiarato alla polizia che stavano applicando la punizione biblica di “40 frustate meno uno”, per tre volte.
Il padre ha imbavagliato la sua figlia, dopo averla legata ad un divano, ha quindi colpito ripetutamente sua figlia con una frusta ricavata da diversi fili di cavo elettrico. La bambina è morta per emorragia interna. Entrambi i genitori sono tdG e sono stati accusati di omicidio di primo grado e di punizione eccessiva nei confronti anche di un altro figlio di 8 anni sempre lo scorso sabato notte.
Non ho parole! Se questo non è lavaggio del cervello, che cosa è?
Ciao. Ilnonnosa
Presentazione

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)
Avatar utente
ilnonnosa
Utente Senior
 
Messaggi: 1059
Iscritto il: 26/08/2009, 12:03

Messaggiodi Eva70@ » 23/10/2009, 19:25

:scuse: A questo punto faccio un passo indietro...per mia fortuna non ho conosciuto testimoni di Geova cosi...

Rosanera un abbraccio.. :carezza: speriamo che da ora in poi sia per te un futuro migliore....questi rimangano solo dei brutti ricordi...


Eva :non mollare:
"E' meglio una delusione di una falsa certezza!"

Contatto Skype : Candye 11
Avatar utente
Eva70@
Nuovo Utente
 
Messaggi: 370
Iscritto il: 16/07/2009, 19:33
Località: Lugo di Romagna

Messaggiodi AXL ROSE » 23/10/2009, 21:02

La tua storia oltre che rendermi triste mi ha commosso.

Rosanera, una curiosita : Sei di PALERMO?

AXL ROSE "ROSANERO" di Palermo
Avatar utente
AXL ROSE
Utente Senior
 
Messaggi: 1428
Iscritto il: 16/07/2009, 15:55

Messaggiodi daniela47 » 23/10/2009, 21:20

blu63 ha scritto:
Gabriella Prosperi ha scritto:Purtroppo i tuoi genitori sapevano ragionare solo a senso unico, prendendo per oro colato i dettami scritti della ccTdG e quelli orali della vostra congregazione.
Per fortuna ci sono genitori Testimoni che sanno allevare diversamente i figli.
Certo, non è facile superare i traumi derivati da un'infanzia negata, e credo che se i tuoi si sono resi conto di quanto hanno fatto, ora il loro rimorso è grande.
Gabriella


sinceramente trovo esagerato dire "infanzia negata" anche io sono cresciuta come tdg dall'età di 6 anni ma i valori che i miei genitori mi hanno inculcato sono comunque valori fondamentali quali amicizia amore rispetto e fiducia negli altri...non ci era permesso partecipare a feste religiose ma mai e ripeto mai ci è stato negato di divertirci e di stare in compagnia di altri anche di coloro che la pensavamo diversamente da noi...io ho sempre avuto il mio gruppo di amiche non tdg con cui studiavamo,giocavamo e uscivamo insieme....e parlo di più di 35 anni fa....Io rispettavo loro e loro rispettavano me...ancora oggi continuiamo a essere amiche...è vero che questo è un forum in cui si analizza in chiave critica la dottrina dei tdg ma quando c'è da dire efeftivamente come stanno le cose....bisogna farlo......non esageriamo!!!! Se poi una famiglia esagera nella disciplina o nel rinchiudersi nel proprio guscio ....sono comportamenti personali....


Forse i commenti subito negazionisti della storia di Rosanera, sono stati troppo veloci.
Rosanera non ha avuto neanche il tempo di raccontare la sua storia.

Non dite che i genitori TDG non siano invitati dai maestri di dovere, a mostrare una ben dosata disciplina nei confronti dei figli. ci saranno genitori che usano metodi più normali, ma ci sono anche genitori geovisti che si fanno un vanto di essere molto rigidi e che un CEFFONE al momento giusto è salutare.
Rosanera è stata subito toppata, ma sarà bene ascoltare da lei anche il resto ?
Avatar utente
daniela47
Utente Master
 
Messaggi: 5436
Iscritto il: 16/07/2009, 18:38

Messaggiodi Aquarivs » 23/10/2009, 21:28

Quoto Daniela..
Ho sentito da subito che era un errore darle della fantasiosa o esagerata.. Ne conosco diverse famigle tdg così.. La mia fra queste.. Dove per dirvene una, mia madre mi faceva lo studio personale la sera e se non riuscivo a rispondere ad una domanda mi teneva in piedi e sveglio finchè non la trovavo. Spesso però le risposte richiedevano una capacità cognitiva superiore a quella di un bambino di 8 anni, di conseguenza stavo costretto in piedi anche quando mia madre si addormentava.. Ma non avevo il coraggio di scappare a letto di soppiatto perkè se si svegliava erano legnate..
Ultima modifica di Aquarivs il 23/10/2009, 21:53, modificato 1 volta in totale.
Aquarivs
 

Prossimo

Torna a Esperienze vissute

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici