Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Paure ancora non sopite.....

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Paure ancora non sopite.....

Messaggiodi Vieri » 30/01/2018, 10:42

Canti neonazisti a Vienna: bufera sul candidato dell’estrema destra
Udo Landbauer, presentato dall’Fpö in Bassa Austria, imbarazza la coalizione di governo per la canzone antisemita recitata dalla sua confraternita. E oggi arriva Orban

http://www.lastampa.it/2018/01/30/ester ... agina.html

«Entra in mezzo a voi l’ebreo Ben Gurion. Date gas, antichi tedeschi, così raggiungiamo il settimo milione». Il verso agghiacciante, dal contenuto antisemita, faceva parte fino a qualche giorno fa dei canti della tradizione di una confraternita austriaca, la Germania zu Wiener Neustadt. Il libricino rosso che contiene la canzone sta facendo impallidire l’Austria e sta mettendo sotto pressione il neonato governo. Tanto che a Vienna è scoppiato il caso dei politici «impresentabili», legati a doppio filo con le «fraternità» filonaziste. Il principale accusato è il candidato dell’Fpö alle elezioni regionali di domenica scorsa in Bassa Austria, il 31enne Udo Landbauer, il politico di punta del partito del vicecancelliere Heinz-Christian Strache, che ora si sta arrampicando sui vetri per difenderne la reputazione e il futuro politico.

Landbauer era vicepresidente della «Burschenschaft» (o B!B!) Germania. Prima del voto si è dimesso dalla confraternita, dopo che il settimanale Falter ha tirato fuori lo scoop che lo riguarda: possibile che il dirigente della B!B! non si fosse mai accorto del canto che incita all’antisemitismo? Perché non ha fatto niente? Il vicecancelliere del governo, Strache, lo scusa agli occhi dell’Austria e del mondo: «Aveva 11 anni quando quel “Lied” è stato composto».

Lo stesso Strache è membro di una confraternita universitaria (così come 19 parlamentari su 51 appena eletti a ottobre), una di quelle tante congreghe che stanno mettendo in imbarazzo il Paese - neppure Haider, che si era attirato le sanzioni dell’Europa per le accuse di antisemitismo, aveva fatto entrare le Fraternità al governo -. Il vicecancellire annuncia una commissione di storici che indaghino sul passato delle B!B!. Ma intanto si profila il primo vero scontro politico nella Repubblica alpina, con una crepa tra i due partiti al governo, l’Övp del cancelliere Sebastian Kurz e l’Fpö.

Dopo che il caso di Landbauer è esploso e dopo le proteste di piazza di venerdì sera, il presidente della Repubblica Van der Bellen, alla vigilia delle elezioni ha chiesto al candidato di dimettersi. La risposta è stata «No». L’Fpö si è stretto attorno al suo uomo di punta, maestro di sci stagionale di professione e astro nascente del partito, giovane come Kurz, tanto da poterne diventare l’alter ego della destra. Strache ha addirittura criticato il presidente Van der Bellen, perché aveva chiesto il passo indietro a Landbauer.

Vi è da dire che lo schieramento di estrema destra non è andato così male in Bassa Austria, dopo lo scandalo: ha quasi raddoppiato i voti della precedente elezione, ottenendo il 15% dei consenti. Ora il destino di Landbauer è in bilico: la nuova presidente del Land austriaco, Johanna Mikl Leitner, ex ministra degli Interni nonché collega di Kurz, ha pubblicamente reso noto che non intende collaborare nel governo della regione con Landbauer. Niente alleanza Övp-Fpö, dunque, in Niederösterreich, così come è a livello nazionale. Vienna, ad appena un mese e qualche giorno dall’insediamento del governo, torna sotto i riflettori internazionali, ed è chiamata a difendersi dall’accusa di aver mandato al potere una coalizione dai tratti estremisti e nazionalisti. Sotto l’occhio del ciclone sarà anche martedì: a Vienna è atteso il primo ministro ungherese, Viktor Orban, che ieri dal treno annunciava su Facebook che lo scopo della sua visita a Vienna è parlare di migranti e protezione congiunta di Austria e Ungheria.

Solo qualche mese fa, Kurz in campagna elettorale si vantava di aver ottenuto un importante risultato con l’amico Orban: la chiusura della rotta balcanica, per mettere ai ripari l’Austria e gli altri Paesi di Visegrad dall’arrivo dei migranti.

Sarò stato sempre un po' sarcastico e critico verso certi atteggiamenti tedeschi ed austriaci ma certo che fra esperimenti "umani" con i gas di scarico ( ben noti ai tempi del nazismo per ammazzare "artigianalmente" gli ebrei...prima di organizzarsi meglio... :ironico: ) delle aziende tedesche e questi canti,......
«Entra in mezzo a voi l’ebreo Ben Gurion. Date gas, antichi tedeschi, così raggiungiamo il settimo milione». Il verso agghiacciante, dal contenuto antisemita, faceva parte fino a qualche giorno fa dei canti della tradizione di una confraternita austriaca

rimane ancora un po' difficile pensare agli Stati Uniti d'Europa....considerando come ancora "alcuni" ma sempre per me troppi, la pensano secondo i "loro bei tempi andati".....e lo strapotere economico della Germania pronta sempre per il 4° Reich...... :ironico:
Che dite in fatto di gas,....sarà meglio respirare ancora un po' di smog della Pianura Padana e aspettare ancora un po'.....?
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5712
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Romagnolo » 31/01/2018, 14:46

No....ci moriamo tutti prima con lo smog della pianura padana. :ironico:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5024
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Si,si.....

Messaggiodi Vieri » 31/01/2018, 15:21

Romagnolo ha scritto:No....ci moriamo tutti prima con lo smog della pianura padana. :ironico:

Si, si, ma almeno è tutta roba nostrana e non d'importazione..... :risata: :risata: :risata:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5712
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55


Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici