Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Amicizia disinteressata o no?

Racconti di vita, esperienze, consigli.

Moderatore: nelly24

Amicizia disinteressata o no?

Messaggiodi naity » 31/01/2018, 13:34

Ciao a tutti,
Ho conosciuto una ragazza TDG per motivi di lavoro (nel senso che lei ha fatto da babysitter a mia figlia per un brevissimo periodo).
Lei sa benissimo che io sono Cattolica, l'ho chiarito subito, ma adesso continua a messaggiarmi come se volesse diventare mia amica, ma di tanto in tanto mi "rifila" articoli geovisti.
Può esistere un'amicizia sincera con lei? E soprattutto: lei la vuole un'amicizia disinteressata con me (ossia che vada al di fuori dei fini di conversione)?
E' cordiale , gentile e simpatica nei miei confronti e mi dispiace pensare che lei si comporti così con me solo perchè vuole convertirmi....
naity
Nuovo Utente
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 05/10/2017, 12:16

Messaggiodi renato-c » 31/01/2018, 13:47

naity ha scritto:Ciao a tutti,
Ho conosciuto una ragazza TDG per motivi di lavoro (nel senso che lei ha fatto da babysitter a mia figlia per un brevissimo periodo).
Lei sa benissimo che io sono Cattolica, l'ho chiarito subito, ma adesso continua a messaggiarmi come se volesse diventare mia amica, ma di tanto in tanto mi "rifila" articoli geovisti.
Può esistere un'amicizia sincera con lei? E soprattutto: lei la vuole un'amicizia disinteressata con me (ossia che vada al di fuori dei fini di conversione)?
E' cordiale , gentile e simpatica nei miei confronti e mi dispiace pensare che lei si comporti così con me solo perchè vuole convertirmi....

salve :-)
L'empatia è mettersi nei panni delle persone con cui abbiamo a che fare . essendo io stato tdG tanto tempo , un mio pensiero ,disinteressato ....
per me è una persona tranquilla e secondo lei ti vuole bene e cerca perciò di aiutarti a salvarti da Harmaghedon che è imminente .
Digli che gli vuoi bene ... questo è importante :-) ma che non desideri parlare e ricevere articoli religiosi
Poi si vedrà il resto da se
un caro salut
Renato
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1346
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi Lizzy75 » 31/01/2018, 14:31

Concordo con Renato-c, non temere di rifiutare gentilmente le riviste, se lei ti è veramente amica e tiene a te, non ci sará alcuna ripercussione nei vostri rapporti, in caso contrario sarebbe solo un'amicizia interessata. Io ho avuto per molti anni un'amica tdg, abbiamo anche lavorato insieme, è stata mia testimone di nozze e abbiamo fatto gli studi biblici, peró dopo aver visto che avevo cambiato idea, era sparita.. A quanto so da esperienze lette su diversi forum non hanno amicizie vere al di fuori dei tdg, dicono che i tdg abbiano il tasto on- off, se non sei simpatizzante della loro religione non puoi essere loro amica. E questo l' ho visto anch'io...
Lizzy75
 

Messaggiodi Romagnolo » 31/01/2018, 14:57

Per le amicizie sincere ci vuole tempo affinché diventino tali,...dici che ha lavorato per te per breve tempo...secondo me fa la carina come da copione e spera di portarti tra i Testimoni di Geova.
Ciò non esclude un certo grado di sincerità da parte sua.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5031
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Gocciazzurra » 31/01/2018, 15:14

naity ha scritto:Ciao a tutti,
Ho conosciuto una ragazza TDG per motivi di lavoro (nel senso che lei ha fatto da babysitter a mia figlia per un brevissimo periodo).
Lei sa benissimo che io sono Cattolica, l'ho chiarito subito, ma adesso continua a messaggiarmi come se volesse diventare mia amica, ma di tanto in tanto mi "rifila" articoli geovisti.
Può esistere un'amicizia sincera con lei? E soprattutto: lei la vuole un'amicizia disinteressata con me (ossia che vada al di fuori dei fini di conversione)?
E' cordiale , gentile e simpatica nei miei confronti e mi dispiace pensare che lei si comporti così con me solo perchè vuole convertirmi....

Perchè con estrema gentilezza non le chiedi direttamente se lei desidera esserti amica escludendo totalmente il parlare del suo credo?
Se rispondesse affermativamente solo i fatti parleranno, perchè in effetti ha sempre funzionato come ha scritto Lizzy75.
Immagine

Mi sa che Natale fa concorrenza a Carnevale per le maschere indossate da molti...
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5391
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Ciao....

Messaggiodi Vieri » 31/01/2018, 15:19

naity ha scritto:Ciao a tutti,
Ho conosciuto una ragazza TDG per motivi di lavoro (nel senso che lei ha fatto da babysitter a mia figlia per un brevissimo periodo).
Lei sa benissimo che io sono Cattolica, l'ho chiarito subito, ma adesso continua a messaggiarmi come se volesse diventare mia amica, ma di tanto in tanto mi "rifila" articoli geovisti.
Può esistere un'amicizia sincera con lei? E soprattutto: lei la vuole un'amicizia disinteressata con me (ossia che vada al di fuori dei fini di conversione)?
E' cordiale , gentile e simpatica nei miei confronti e mi dispiace pensare che lei si comporti così con me solo perchè vuole convertirmi....

Io ho trovato in questo forum un vero amico anche se non la pensa esattamente come me in termini religiosi.
Parliamo anche di religione e di valori morali ma se voglio veramente essergli amico non cerco certo di "convertirlo".
La VERA amicizia è rispetto reciproco....... :sorriso:
Se invece si desiderano "propinare" i soliti libriccini......non la vedo tanto sincera....ma molto interessata.....
Buona serata
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5712
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi nelly24 » 31/01/2018, 15:47

Le amicizie sincere, disinteressate tra i tdg sono piú uniche che rare. Loro credono di essere amici di qualcuno, ma quando la WT$ dice STOP - loro "spengono" quell'amicizia - che sia tra tdg o tdg verso persone del mondo. Mi spiace, ma le tantissime esperienze che ho letto, come le esperienze che ho vissuto in prima persona sono finite: o perché qualcuno ha lasciato l'Organizzazione WT$, oppure insisteva nel non essere interessato nel credo dei tdg.
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4418
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Messaggiodi Testimone di Cristo » 31/01/2018, 16:59

Posso sbagliarmi
Ciao ragazzi
Io non credo alla ricerca di una vera amicizia da parte della tdg , e mi spiego
Dico ciò, perchè sappiamo bene che l'organizzazione...,spinge i suoi militanti a rompere ogni rapporto ,anche con parenti non della fede "ad isolarli dal mondo...."; quindi quanto più ,a non legarsi con una persona estranea.
Infatti ,molte testimonianze di ex tdg, riferiscono ,che non avendo nel "mondo" amicizie, una volta fuori dall'org. si sono trovati soli, isolati ed è stato difficile ricrearsi nuove amicizie.
Quindi credo che la ragazza abbia il secondo fine..; poi come scritto posso sbagliarmi....
Inoltre sono d'accordo con la prassi da adottare , consigliata da Gocciazzurra..
:ciao:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 907
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Ciao

Messaggiodi Franci94 » 31/01/2018, 20:48

Ciao cara,
Guarda, mi trovo nella tua stessa situazione, o quasi. Ho fatto molto amicizia con la ragazza con la quale facevo lo studio. Prima di sposarmi, ho detto stop.
Se prima ci vedevamo spesso anche solo per una tisana, ora è da quasi 2 settimane che vorrei vederla.. ma boh, non capisco se è veramente impegnata come dice, o se non essendo più una "interessata", mi verrà a trovare solo per portarmi le riviste ( io sono cristiana cattolica, mi sento vicina allo gnosticismo sethiano e studio Bibbia ebraica e testi apocrifi compresi.. quindi per me la lettura è solo un modo per aprire ancora di più i miei pensieri)
Onestamente mi fa male non vederla più così spesso, perché con lei stavo davvero molto bene (la mia migliore amica è morta 4 anni fa.. e da allora per me i rapporti con gli amici sono diventati "sacri").
Mio marito mi ha detto:" vedi che non cambierà niente, solo vi vedrete meno spesso". Forse ha ragione Lui? Forse è solo davvero impegnata?
Come ti hanno consigliato altri, metti fin da subito i puntini sulle i. Parlale chiaramente e in modo gentile, magari facendole capire che tu ci tieni alle amicizie sincere! Puoi accettare i libri e le riviste, non succede nulla.
In bocca al lupo
Franci94
Nuovo Utente
 
Messaggi: 86
Iscritto il: 30/12/2017, 9:31

Messaggiodi pasqualebucca » 01/02/2018, 7:45

Conoscendo bene il loro modus operandi non credo ci.possa essere una amicizia disinteressata.
Il tutto è finalizzato a farti entrare nei tdg e per lei sarebbe un merito averti portata dentro.

Purtroppo non vedo altre possibilità.
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Countrydancer » 01/02/2018, 22:51

Concordo con quanti mi hanno preceduto. Non credo ad un'amicizia senza scopo. Certo probabilmente si trova bene e vorrebbe esserti amica ma la sua mente non credo sia addestrata a concepire un amicizia senza cercare cmq di indottrinarti....però potresti tu invece cercare di coltivare l'amicizia io instillandole i dubbi sulla sua fede?!?! ;-)
Avatar utente
Countrydancer
Nuovo Utente
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 22/05/2017, 8:31

Messaggiodi Quixote » 01/02/2018, 23:07

Non lo trovo corretto, Countrydancer. L’amicizia va offerta incondizionatamente: se tu ne approfittassi per «instillare dubbi sulla sua fede», ti comporteresti esattamente alla stesso loro modo. Ovviamente non dico di non farlo, l’amicizia vera si rivela anche nel dire all’amico le cose che gli spiacciono. Ma messa cosí, sic et simpliciter, sarebbe comunque interessata, e quindi non “vera”.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4004
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Alleluia, alleluia....

Messaggiodi Vieri » 01/02/2018, 23:30

Quixote ha scritto:Non lo trovo corretto, Countrydancer. L’amicizia va offerta incondizionatamente: se tu ne approfittassi per «instillare dubbi sulla sua fede», ti comporteresti esattamente alla stesso loro modo. Ovviamente non dico di non farlo, l’amicizia vera si rivela anche nel dire all’amico le cose che gli spiacciono. Ma messa cosí, sic et simpliciter, sarebbe comunque interessata, e quindi non “vera”.

:ok: Grazie Quixote, vedi che almeno per una volta sulla parola "agape"
amore disinteressato, fraterno, smisurato oltre ad avere anche il coraggio i criticarti quando ritengono che tu possa risultare in errore, siamo completamente ed assolutamente d'accordo.
Solo chi non è amico rimane in silenzio o "adula".....
:strettamano:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5712
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Quixote » 02/02/2018, 0:10

Io sono d’accordo con te con molto piú di quel che non pensi. Solo che vedo le cose da un’altra ottica, il che non significa che sia migliore prospettiva della tua, solo che è diversa. Hai mai visto Bladerunner? e la costellazione di Orione? o l’ammasso delle Pleiadi, caro ai TdG, Pegaso o Arturo? forse no, e forse è questo che ci separa e ci distingue. La maggior parte, qui, conoscono il testo biblico meglio di me. Ma non conoscono lo spettacolo del cielo stellato sopra di me e della legge morale che è in me (E. Kant). Non aggiunge nulla alla nostra fragile umanità, solo la diversità irredimibile e la sua sofferenza, filtrata attraverso il divino piacere orrifico di Lucrezio. Che non ti auguro, e non auguro a nessuno. Nessuno poi capirebbe che in questo, il pessimismo, non ha parte, la visione del cosmo è estatica, non è pratica, né solo sentimentale. Rassegnati. Non mi capirai mai. La chiave per decodificarmi, l’ho data a chi è venuto prima di te (sto citando all’ingrosso Ugo Foscolo, mica vivo di solo Leopardi). Ed è tardi, per concederla ad altri.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4004
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Grazie per la condivisione....

Messaggiodi Vieri » 02/02/2018, 1:00

Quixote ha scritto:Io sono d’accordo con te con molto piú di quel che non pensi. Solo che vedo le cose da un’altra ottica, il che non significa che sia migliore prospettiva della tua, solo che è diversa. Hai mai visto Bladerunner? e la costellazione di Orione? o l’ammasso delle Pleiadi, caro ai TdG, Pegaso o Arturo? forse no, e forse è questo che ci separa e ci distingue. La maggior parte, qui, conoscono il testo biblico meglio di me. Ma non conoscono lo spettacolo del cielo stellato sopra di me e della legge morale che è in me (E. Kant). Non aggiunge nulla alla nostra fragile umanità, solo la diversità irredimibile e la sua sofferenza, filtrata attraverso il divino piacere orrifico di Lucrezio. Che non ti auguro, e non auguro a nessuno. Nessuno poi capirebbe che in questo, il pessimismo, non ha parte, la visione del cosmo è estatica, non è pratica, né solo sentimentale. Rassegnati. Non mi capirai mai. La chiave per decodificarmi, l’ho data a chi è venuto prima di te (sto citando all’ingrosso Ugo Foscolo, mica vivo di solo Leopardi). Ed è tardi, per concederla ad altri.

Per essere sincero, non mi hanno mai affascinato i poeti ma il film Bladerunner l'ho visto anche due volte anche se non c'entra niente.. :ironico: poichè amo le cose pratiche e dopo aver trangugiato macchine, robot ed informatica per una vita intera mi sto dedicando da un po' più all'anima del sottoscritto ed a conoscere meglio le persone che poi è uno "sport" che stranamente ho sempre preferito.

Del resto la psicologia e conoscere gli altri serve anche a vendere quello che desiderano...... :ironico:
Ora invece non faccio più del matketing, ed anche se sono spesso criticato, mi piace di più esprimere ciò che penso senza manie di protagonismo.

Forse sarà anche un mezzo per non sentirsi soli anche se circondati da affetti.
Non pensare che questo desiderio parta da un velato pessimismo interiore ma direi l'opposto per esprimere ancora una vitalità ed una speranza nella vita e nelle persone anche al di fuori della propria cerchia di conoscenze..

Concordo sulla visione del cielo stellato che specie in Grecia la sera quando facevo fare l'ultima passeggiatina al cane, , mi aveva sempre affascinato con il viso in su come un bambino a mirare la via lattea e le varie costellazioni riconoscendo poi solo da buon ignorante, l'orsa maggiore..... :sorriso:

Ma del resto cosa poteva servire a conoscere tutti poemi sul cielo e tutti i nomi delle costellazioni se poi non si riesce a comprenderne la sua immensità lasciandoti poi dentro quel senso di smarrimento interiore anche per un credente?

Probabilmente, caro Quixote, pur nella nostra notevole diversità di carattere e di cultura abbiamo ambedue, anche partendo da strade diverse, gli stessi obiettivi: "ricercare veramente chi siamo"e per me, anche nelle mie "sicurezze" non è ancora un mestiere facile.....

Grazie e buona serata.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5712
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Countrydancer » 02/02/2018, 9:06

Quixote ha scritto:Non lo trovo corretto, Countrydancer. L’amicizia va offerta incondizionatamente: se tu ne approfittassi per «instillare dubbi sulla sua fede», ti comporteresti esattamente alla stesso loro modo. Ovviamente non dico di non farlo, l’amicizia vera si rivela anche nel dire all’amico le cose che gli spiacciono. Ma messa cosí, sic et simpliciter, sarebbe comunque interessata, e quindi non “vera”.


Condivido. L'amicizia non deve essere condizionata. Quindi non si deve "creare forzatamente" l'amicizia con questo scopo. Ma se l'altra persona lo fa, e a Naity fa piacere diventare amica e l'amicizia nasce spontaneamente non vedo perchè Naity non deve cercare di "combattere" contro il controllo mentale. Il mio discorso riguarda comunque il bene delle persone. Se si considerano i tdg persone coinvolte in una setta credo sia giusto fare qualcosa per cercare di liberarle dalle catene.
Avatar utente
Countrydancer
Nuovo Utente
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 22/05/2017, 8:31

Messaggiodi Cogitabonda » 02/02/2018, 12:58

Trovo che il confine tra un'amicizia "vera" e un'amicizia "interessata" non sia tanto facile da stabilire.
Sappiamo per certo che ogni testimone di Geova ha una missione da compiere, cioè predicare la Buona Novella (ahimè, nella versione targata WTS). Dunque un TdG approccia le persone del mondo con lo scopo preciso di diffondere la parola di Geova, così come un agente di commercio approccia i potenziali clienti. Ciò non toglie che nello svolgere la sua missione il TdG possa incontrare qualcuno che suscita la sua simpatia, e questo dovrebbe renderlo ancora più desideroso di far diventare fratello di fede l'individuo in questione. Dall'altra parte abbiamo uno che conosce bene i TdG e incontrandone uno vorrebbe aprirgli gli occhi, fargli conquistare la libertà dai condizionamenti che lo ingabbiano, e tanto più forte dovrebbe essere questo desiderio quanto più forte è la simpatia personale verso quel TdG. Quanto può essere vera l'amicizia fra questi due? Mi pare che la discriminante sia nella risposta a questa domanda: "Trascorrerei volentieri del tempo a dialogare con questa persona se non avessi bisogno (o desiderio) di convertirla (o liberarla)?"
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame


Immagine
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8413
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Ray » 02/02/2018, 16:40

Cogitabonda ha scritto:Trovo che il confine tra un'amicizia "vera" e un'amicizia "interessata" non sia tanto facile da stabilire.
Sappiamo per certo che ogni testimone di Geova ha una missione da compiere, cioè predicare la Buona Novella (ahimè, nella versione targata WTS). Dunque un TdG approccia le persone del mondo con lo scopo preciso di diffondere la parola di Geova, così come un agente di commercio approccia i potenziali clienti. Ciò non toglie che nello svolgere la sua missione il TdG possa incontrare qualcuno che suscita la sua simpatia, e questo dovrebbe renderlo ancora più desideroso di far diventare fratello di fede l'individuo in questione. Dall'altra parte abbiamo uno che conosce bene i TdG e incontrandone uno vorrebbe aprirgli gli occhi, fargli conquistare la libertà dai condizionamenti che lo ingabbiano, e tanto più forte dovrebbe essere questo desiderio quanto più forte è la simpatia personale verso quel TdG. Quanto può essere vera l'amicizia fra questi due? Mi pare che la discriminante sia nella risposta a questa domanda: "Trascorrerei volentieri del tempo a dialogare con questa persona se non avessi bisogno (o desiderio) di convertirla (o liberarla)?"


Trovo ragionevoli le posizioni sia di Quixote e Contry,
Poi Cogi ha fatto una domanda che inquadra la situazione sia dal punto di vista di chi vorrebbe convertire l'amico/a
e chi invece vorrebbe far aprire gli occhi ,senza mezze verità diciamo la verità, se un'ex incontra una nuova amicizia
e scopre che è un tdg e per giunta disposto ad ascoltarlo non ci pensa due volte a fargli conoscere la verità dei fatti, ma è lo stesso
per un tdg,sappiamo la politica della wt,gli viene propinato ogni momento di fare predicazione, e figuriamoci se si fa scappare l'occasione CON una nuova amicizia
nelle dimostrazioni dal podio si fanno gli esempi anche quando si incontra uno sconosciuto su un tram.
:ciao:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11095
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Malefica » 03/02/2018, 12:32

Ciao naity,
Voglio dirti anch’io la mia...
È molto probabile che lei voglia esserti amica per portarti dentro la congregazione, è quello che ci hanno insegnato a fare, se è così mollerà se te le parli francamente, perché capirà che sta perdendo il suo tempo con te.
D’altra parte è anche probabile che ci sia stato effettivamente un feeling fra voi due e lei voglia iniziare un amicizia disinteressata. Io mentre ero sempre dentro la congregazione ho stretto amicizia con una mia collega di lavoro ebrea, avevamo tante cose in comune e c’era un rispetto reciproco. Poi io mi sono allontanata dai TdG, lei mi è stata molto vicino senza giudicarmi o dirmi cosa dovevo fare. Siamo ancora oggi molto amiche.
Presentazione

"Volevo urlare quello che sentivo, ma sono rimasta in silenzio per paura di non essere capita" cit -Charles Bukowski
Avatar utente
Malefica
Nuovo Utente
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 06/01/2017, 0:37

Messaggiodi naity » 05/02/2018, 13:16

Carissimi,
Grazie a tutti per la risposta.
Devo dire che non pensavo che avreste scritto così in tanti e tutti concordi con la stessa cosa: giocare a carte scoperte, ossia dire serenamente che la Torre di Guardia non mi interessa.
Tuttavia non so se riuscirò a dirglielo, mi sembra quasi di essere scortese. Vedremo!

In ogni caso mi fa molta tristezza l'idea che possa essere un'amicizia "interessata" e non solo per me. Penso che soprattutto loro si perdano qualcosa: perdono la possibilità di aprire il cuore e amare incondizionatamente.
Peccato, anche i sentimenti sono in trappola.........
naity
Nuovo Utente
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 05/10/2017, 12:16


Torna a Esperienze vissute

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici