Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Un osservazione sul comportamento dei TdG durante la campagna della commemorazione

Argomenti, temi e discussioni che sono già stati considerati nel forum.

Moderatore: Gocciazzurra

Un osservazione sul comportamento dei TdG durante la campagna della commemorazione

Messaggiodi Morrisfriendly » 22/03/2018, 20:11

DIciamo ( si inizia così una frase!???) qualche giorno fa feci una domanda su chi avesse ricevuto il volantino e avevo detto che fino ad allora nessuno si era fatto sentire

Devo fare una piccola rettifica molto simpatica

uN Po' di giorni fa mi contatta un TdGiove che mi invita alla commemorazione e mi dice alcune frasi che non ripeto per evitare spie..( anche se penso che una spia si sia accorta della mia identità) frasi che mi sanno tanto di pappardella recitata a memoria..infatti la conversazione è stata basata tutta su frasi fatte dove ho parlato solo io..questo TdGiove a mo' di organizzazione occulta non mi dice nessuna delle novità importante anche di salute di certi TdG, ma si limita a farmi parlare come fosse uno bravo psicoterapeuta (anzi stratega)e a dire le solite frasi fatte

Poi chiamo un mio amico TdG e gli dico di aver parlato con sto Tdgiove e mi racconta che anche lui è stato chiamato da questo soggetto e mi rendo conto che questo TdGIOVE Ha detto a questo mio amico le stesse identiche parole che ha detto a me....

Ma io mi sono chiesto...ma questo veramente vuole che le persone vadano in sala invitandole, o recita il solito copione a mo' di modello prestampato tipo F24?

Ma dico io,ma che vita è compiere azioni senza sentimenti, a mo' di robot...comportamenti automatizzati come se non fossero esseri umani? ma ste persone dei sentimenti ce l'hanno e se sì come e con chi esprimono i loro sentimenti....

ma la propria anima non va in sofferenza quando facciamo cose senza alcun coinvolgimento emotivo, fingendo un interesse che non abbiamo?

Sono successe diverse cose in sala, anche serie, e nessuno si è degnato di dirmi miente se non per inviarmi un link via whatapp tratto dal sito che mi invitasse alla commemorzione o chiamarmi per venirmi a casa a portarmi la Bibbia nuova

e io dovrei ritorrnare in mezzo a persone simili che hanno confermato ciò che credevo sul loro conto e cioè che non hanno alcun tipo di sentimento se non fare le solite cose di rito prima della commemorazione.?? Ma anche no!! Se ci tenevano a contattarmi lo avrebbero fatto in un altro periodo dell' anno e non durante la loro festa,,..e poi dicono che i cattolici fanno i regali in modo telecomandato dettato dalle festività....anche i TdG adottato compotamenti telecomandati in vista della commemorazione e non perchè lo sentono davvero nel proprio cuore!!

Vorrei una vostra osservazione sula mia esperienza, se reputate corretta la mia valutazione e se avete vissuto esperienze simili..


A voi...
Avatar utente
Morrisfriendly
Nuovo Utente
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 09/04/2017, 17:53

TdG e dintorni.....

Messaggiodi Vieri » 22/03/2018, 20:58

Questa sera per farvi ridere verso le 18 di sera mi suonano alla porta due giovani con borsa.....
Mentre vado al cancelletto per aprire loro gli chiedo: avete il "libriccino" da darmi.....?

Questi due meravigliati mi dicono? Quale libriccino?...
....ma non siete testimoni di Geova?
No siamo di una società elettrica per verificate con lei quanto paga di luce per le nuove tariffe.....!!

Non ero interessato ma gli ho consigliato vivamente, per avere più successo e non essere subito cacciati,....di non andare mai in due con la borsa.......!! :pred: :risata: :risata: :risata:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5642
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Panacca » 22/03/2018, 22:49

Anche io sono stato contattato ieri da un Anziano che non vedevo da anni per incoraggiarmi ad essere nuovamente attivo!
Evidentemente da buon Soldato ubbidisce solo agli ordini dall'Alto e di me non gliene può fregare di meno!
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1385
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Morrisfriendly » 22/03/2018, 22:56

Panacca ha scritto:Anche io sono stato contattato ieri da un Anziano che non vedevo da anni per incoraggiarmi ad essere nuovamente attivo!
Evidentemente da buon Soldato ubbidisce solo agli ordini dall'Alto e di me non gliene può fregare di meno!



Ma ogni situazione e a sè, può darsi che nel tuo caso vi è reale interesse....il punto è quando quest' interesse si concentra solo nel periodo della commemorazione...e mi dà l'impressione di essere come tante "persone del mond" che fanno i regali in maniera telecomandata a Natale, perchè è natale e a natale se devono fa i regali!
Avatar utente
Morrisfriendly
Nuovo Utente
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 09/04/2017, 17:53

Messaggiodi conteremo » 23/03/2018, 10:26

@Morris se hai avuto l'impressione che l'invito fosse più un copione recitato che interesse personale, non ti sei sbagliato.

Basta andare sul sito jw e nella pubblicazione Guida per l’adunanza Vita e ministero (Marzo 2018)
si trovano tutti gli schemi di presentazioni/conversazioni con i quali verrete contattati per questa campagna di inviti.
Tutto molto spontaneo:

Conversazioni modello

●○○ PRIMO CONTATTO
Campagna per invitare alla Commemorazione (dal 3 al 31 marzo): Desideriamo invitarla a un evento molto importante. Ecco il suo invito. Sabato 31 marzo milioni di persone in tutto il mondo si riuniranno per commemorare la morte di Gesù Cristo. Sull’invito troverà il luogo e l’ora. Inoltre la invitiamo ad assistere a un discorso che si terrà la settimana prima. Il tema del discorso è “Chi è veramente Gesù Cristo?”

Collegamento se la persona è interessata: Perché Gesù morì?

○●○ PRIMA VISITA ULTERIORE
Domanda: Perché Gesù morì?

Passo biblico: Mt 20:28

Collegamento: Cosa è possibile ricevere grazie al riscatto?

○○● SECONDA VISITA ULTERIORE
Domanda: Cosa è possibile ricevere grazie al riscatto?

Passo biblico: Ro 6:23

Collegamento: Come possiamo dimostrare di essere grati del riscatto?
conteremo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 30
Iscritto il: 16/07/2009, 18:29

Messaggiodi Countrydancer » 23/03/2018, 12:30

Io invece ho trovato l'invito dentro la cassetta della posta, come gli ultimi anni. Questa volta però era accompagnato da una lettera scritta e firmata da una testimone. La stessa lettera, scritta a mano e non fotocopiata è stata recapitata ad una mia conoscente che abita nel paese vicino (a circa 5 km di distanza da me).....
Commento: certo che se questa signora ha scritto a mano migliaia di lettere ne ha messo di impegno e buona volontà......per poi segnare ore di predizione
Avatar utente
Countrydancer
Nuovo Utente
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 22/05/2017, 8:31

Messaggiodi renato-c » 23/03/2018, 14:22

Countrydancer ha scritto:Io invece ho trovato l'invito dentro la cassetta della posta, come gli ultimi anni. Questa volta però era accompagnato da una lettera scritta e firmata da una testimone. La stessa lettera, scritta a mano e non fotocopiata è stata recapitata ad una mia conoscente che abita nel paese vicino (a circa 5 km di distanza da me).....
Commento: certo che se questa signora ha scritto a mano migliaia di lettere ne ha messo di impegno e buona volontà......per poi segnare ore di predizione

certo ! lavoro a domicilio :-) ma di casa in casa ? di porta in porta ? ora si è modernizzata la faccenda perché fa comodo l'interpretazione
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1346
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi Morrisfriendly » 23/03/2018, 18:59

@Conteremo..Posso capire la pappardella per i nuovi l quale una persona vale l'altra proprio perchè non la si conosce e quidi si urtilizza per tutti il solito schema...il probem è quando anche con chi si conosce si diventa automi comportandosi da modello prestampato..hai l'impressione come se loro non si rendessero conto o che non avessero mai capito la tua individualità di persona fatta di certi pensieri, e certe caratteristiche

se devono fare sti sermoni prestampati per me farebbero più bella figura a risparmiarseli, pretendere di essere amato non lo si può fare, ma pretendere di non essere preso in giro sì
Avatar utente
Morrisfriendly
Nuovo Utente
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 09/04/2017, 17:53

Messaggiodi renato-c » 23/03/2018, 19:50

Salve
un paio di anni fa ,in occasione dei triangoli viola nella giornata della memoria ,i nostri cari tdG avevano fatto una mostra a Siena in piazza del campo alla torre del Mangia che naturalmente è meta di turisti che salgono alla torre
per vedere la torre e il panorama .ebbene ,sono stati tutti registrati visitatori alla mostra triangoli viola e i giornali locali parlavano del loro successo .ora è passato tempo non ho la prova ,ma è vero potete anche sentire il maestro Fontani
Questo è il loro sistema di farsi pubblicità
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1346
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Commemorazioni e dintorni....

Messaggiodi Vieri » 26/03/2018, 18:18

Il buon Romagnolo ha segnalato il recente filmato su JW.org per invitare le persone alla commemorazione della cena di Cristo:
https://www.jw.org/it/testimoni-di-geov ... ges%C3%B9/
A parte la presentazione "mielosa" tipo "alpitour"....con persone felici e serene in un mondo idilliaco dove tutte le razze si vogliono bene...le persone si passano poi solo il pane azimo su un piatto senza prenderlo.

Quello che da ignorante in materia non sono ancora riuscito a capire è la maniera oltremodo strana di come interpretano il Vangelo che fanno una volta l'anno chiamandola cena del Signore.
Matteo 26,26-29
26 Ora, mentre essi mangiavano, Gesù prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede ai discepoli dicendo: «Prendete e mangiate; questo è il mio corpo». 27 Poi prese il calice e, dopo aver reso grazie, lo diede loro, dicendo: «Bevetene tutti, 28 perché questo è il mio sangue dell'alleanza, versato per molti, in remissione dei peccati. 29 Io vi dico che da ora non berrò più di questo frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo con voi nel regno del Padre mio».

Marco 14,22-25
22 Mentre mangiavano prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: «Prendete, questo è il mio corpo». 23 Poi prese il calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. 24 E disse: «Questo è il mio sangue, il sangue dell'alleanza versato per molti. 25 In verità vi dico che io non berrò più del frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo nel regno di Dio».

Luca 22,15-20
15 e disse: «Ho desiderato ardentemente di mangiare questa Pasqua con voi, prima della mia passione, 16 poiché vi dico: non la mangerò più, finché essa non si compia nel regno di Dio». 17 E preso un calice, rese grazie e disse: «Prendetelo e distribuitelo tra voi, 18 poiché vi dico: da questo momento non berrò più del frutto della vite, finché non venga il regno di Dio».
19 Poi, preso un pane, rese grazie, lo spezzò e lo diede loro dicendo: «Questo è il mio corpo che è dato per voi; fate questo in memoria di me».
20 Allo stesso modo dopo aver cenato, prese il calice dicendo: «Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue, che viene versato per voi».

Le mie domande:

- Primo. Lasciamo perdere il fatto che loro celebrano la cosiddetta "eucarestia" solo una volta l'anno ma il pane azimo non mi pare che subisca una benedizione particolare per far si che possa effettivamente rappresentare il Corpo di Cristo e quindi per me rimane solo un pezzo di focaccia....

- Secondo, perchè non c'è il vino? E' forse perchè rappresenterebbe il sangue di Cristo e che quindi per obbedienza biblica non possono assumerlo? Ma allora le parole del Vangelo vanno a pallino?

- Terzo. Per quale ragione nessuno prende il pane ma se lo passano solo tra loro mentre con quale autorità o "intuizione divina" solo uno che si considera "unto" (con grande manifestazione di umiltà alla stessa stregua della parabola del fariseo e del pubblicano.....)prende il pane ed il vino ?
Luca 18
Il fariseo e il pubblicano
39Disse ancora questa parabola per alcuni che presumevano di esser giusti e disprezzavano gli altri: 10«Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e l'altro pubblicano. 11Il fariseo, stando in piedi, pregava così tra sé: O Dio, ti ringrazio che non sono come gli altri uomini, ladri, ingiusti, adùlteri, e neppure come questo pubblicano. 12Digiuno due volte la settimana e pago le decime di quanto possiedo. 13Il pubblicano invece, fermatosi a distanza, non osava nemmeno alzare gli occhi al cielo, ma si batteva il petto dicendo: O Dio, abbi pietà di me peccatore. 14Io vi dico: questi tornò a casa sua giustificato, a differenza dell'altro, perché chi si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato».

Non desidero essere polemico ma mi domando come ci si possa ritenere appartenenti ad una "congregazione cristiana" quando si disattendono così platealmente le parole del Vangelo.....

Quali sono le spiegazioni dei tdG per affermare chi possa o chi non possa ritenersi "unto" ......
- ....è una decisione autonoma derivante da una illuminazione mistica ?
....è un comitato di "anziani" che segnala al CD il "fariseo" che paga la decima, è sempre presente alle assemblee, predica bene in pubblico, ovviamente con i debiti onori..... :piange:

Sarei interessato da "chi è stato del mestiere" di dare lumi in proposito ad un povero ignorante che (per sua fortuna.. :ironico: ) "forse non capisce bene il Vangelo come loro" :boh: ......
:grazie:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5642
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » 26/03/2018, 19:19

Guarda che il vino c'è. I TdG usano entrambi gli "emblemi".
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12298
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Nel filmato....

Messaggiodi Vieri » 26/03/2018, 19:51

Achille ha scritto:Guarda che il vino c'è. I TdG usano entrambi gli "emblemi".

Avevo detto questo perchè nel filmato ho visto passare solo il piatto con il pane...
.....e perchè poi li chiamano"emblemi"....?
Sicuramente non è come nell'eucarestia cattolica dove:
Secondo la dottrina cattolica, l'eucaristia è l'azione sacrificale durante la quale il sacerdote offre il pane e il vino a Dio, che, per opera dello Spirito Santo, diventano realmente il Corpo e il Sangue di Cristo, lo stesso Corpo e lo stesso Sangue offerti da Gesù stesso sulla croce.

Nel caso dei tdG non essendoci nessuna consacrazione ovviamente il pane ed il vino rimangono tali rappresentando solo dei semplici simboli....
Emblema viene dal greco ἔμβλημα (émblema), composto delle parole ἐν (en) e βάλλω (ballo), che significa "ciò che è messo dentro".
Per i Latini significava mosaico o figura ornata in rilievo, mentre nell'accezione usata nei nostri giorni si tratta di un simbolo, spesso composto da un'immagine e da un motto, ma non necessariamente da entrambi.

Uno stemma gentilizio può essere un emblema, così come il marchio di fabbrica di un'impresa commerciale o il simbolo di uno Stato (ad esempio l'emblema della Repubblica Italiana).

A un livello più astratto un emblema è un'entità in cui è fortemente presente una caratteristica, al punto che tale entità è in grado di definirla e quindi in grado di evocare in chi lo osserva un'idea o un'emozione non necessariamente esplicita. La differenza tra stemma e emblema è principalmente l'assenza di uno scudo nel secondo.

:grazie:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5642
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi renato-c » 27/03/2018, 8:34

Buon giorno :-)
Quello che meraviglia a me è che la festa della Pasqua invece di unire a me sembra che divida.
Chi la fa in una data ,chi un'altra ,chi in un'ora chi altra ora ,dopo il tramonto ecc..
Chi usa degli emblemi chi altri emblemi .. ..
insomma è il caso di dire che la questione è Emblematica :-)
Poi ogni tanto sento dire che una cosa non si deve fare perchè ha "Origine " Origine pagana .
Ecco ...mi garba questa cosa che se origine pagana allora non si deve fare .
Mi garba perché è proprio una chiara evidenza di contraddizione
e perciò dimostrazione che le cose cambiano con il tempo e non si può dire questa ha origine pagana allora non si deve fare
e invece dato che cambia significato allora anche se ha origine pagana si fa ,perché ha altro significato ,
ma poi per altre cose che fa comodo allora rimane l'Origine pagana e non si deve fare .
Il compleanno ha origine pagana e non si deve fare .
I confetti origine pagana e non si può.
l'albero di natale è pagano,
le candeline sono pagane
Buon anno è pagano
ecc......
La Pasqua ? è pagana la Pasqua ? ha origine pagane la pasqua ?
La Pasqua ha origini pagane !
è una festa che celebra la primavera e la fecondazione legata alla nuova vita che si risveglia in primavera.
ne sono i simboli l'Uovo ,la lepre, o il coniglio,
il fatto stesso legato alla data cioè la prima Domenica del plenilunio di primavera in ricordo della giorno di Primavera
come la festa del Natale che ricorda la nascita del Sole ecc...
Certo ....poi le cose cambiano e assumono nuovi significati
e invece di fare la festa del fascio al Primo Maggio ,diventa la festa dei Lavoratori e allora
non capisco il perchè andar a cercare le origini ?
Ora significa altro e basta .
No !
Non basta .
allora si va a cercare l'ora ,il minuto ,dopo il tramonto,prima ,il pane ,il vino,azzimo,non azzimo ,ecc...
Data ? deve venire sempre solito giorno,
no anticamente era cos' e bisogna fare come antichi ....
ma che dici ? si sposta alla domenica .
sbagliato .
sbagliato solo pane
ci vuole anche il vino
ecc...
se si potessero scannare per queste cose si scannerebbero .
Ma questa Festa di Pasqua è una festa di Pace o no ?
Io la considero festa di Pace
A Pasqua faccio festa e mi son comprato una bella bottiglia di Chianti
e mia moglie ha comprato una bella colomba con tutti gli ingredienti di pasticceria
Abbiamo già comprato l'agnello e altra carne
e festeggerò con generi e nipoti
Buona Pasqua a Tutti
la Pace sia con voi e lasciate da parte tutte le dispute sul cerimoniale ,che quello che conta è la pratica dell'Amore .
ciao
Renato
Immagine
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1346
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Mio buon Renato, grazie....

Messaggiodi Vieri » 27/03/2018, 11:56

Grazie per le tue parole sempre pacate e decisamente condivisibili.

Potranno dire di tutto, dei compleanni, del Natale, della festa di San Valentino, ecc.ecc....ma la Pasqua è sicuramente una festa ebraica....e cristiana.
Quelli che si richiamano alle radici cristiane (vere) la festeggiano come la principale solennità del cristianesimo.
La Pasqua rappresenta per molti il simbolo della resurrezione e della speranza.

Essa celebra la risurrezione di Gesù, avvenuta, secondo le confessioni cristiane, nel terzo giorno dalla sua morte in croce, come narrato nei Vangeli.
Da Wikipedia:
La Pasqua cristiana presenta importanti legami ma anche significative differenze con la Pasqua ebraica.
La Pasqua ebraica, chiamata Pesach (pasa', in aramaico), celebra la liberazione degli Ebrei dall'Egitto grazie a Mosè e riunisce due riti: l'immolazione dell'agnello e il pane azzimo.

La parola ebraica pesach significa "passare oltre", "tralasciare", e deriva dal racconto della decima piaga, nella quale il Signore vide il sangue dell'agnello sulle porte delle case di Israele e "passò oltre", colpendo solo i primogeniti maschi degli egiziani, compreso il figlio del faraone (Esodo, 12,21-34). La Pesach indica quindi la liberazione di Israele dalla schiavitù sotto gli egiziani e l'inizio di una nuova libertà con Dio verso la terra promessa. Gli ebrei che vivono entro i confini di Israele celebrano la Pasqua in sette giorni. Durante la festa un ebreo ortodosso deve astenersi dal consumare pane lievitato e sostituirlo con il pane azzimo, come quello che consumò il popolo ebraico durante la fuga dall'Egitto; per questo motivo la Pasqua ebraica è detta anche 'festa degli azzimi'. La tradizione ebraica ortodossa prescrive inoltre che, durante la Pasqua, i pasti siano preparati e serviti usando stoviglie riservate strettamente a questa ricorrenza.

Con il cristianesimo la Pasqua ha acquisito un nuovo significato, indicando il passaggio da morte a vita per Gesù Cristo e il passaggio a vita nuova per i cristiani, liberati dal peccato con il sacrificio sulla croce e chiamati a risorgere con Gesù. La Pasqua cristiana è quindi la chiave interpretativa della nuova alleanza, concentrando in sé il significato del mistero messianico di Gesù e collegandolo alla Pesach dell'Esodo[5].

Perciò, la Pasqua cristiana è detta Pasqua di risurrezione, mentre quella ebraica è Pasqua di liberazione dalla schiavitù d'Egitto. Quest'ultimo significato si ricava leggendo uno dei più importanti pensatori ebraici: Filone d'Alessandria scrive che la Pasqua è il ricordo e il ringraziamento a Dio per il passaggio del Mar Rosso, ma che ha anche il significato allegorico di purificazione dell'anima[6]. La Pasqua ebraica può essere intesa anche come attesa per il Messia, come ad esempio attesta il Targum Exodi, che descrive la notte di Pasqua come il ricordo delle quattro notti iscritte nel libro delle memorie: la creazione, il sacrificio di Isacco, il Passaggio del Mar Rosso e infine la venuta del Messia e la fine del mondo..

Ma naturalmente....non tutti....
da
https://www.jw.org/it/testimoni-di-geov ... la-pasqua/
Perché i Testimoni di Geova non celebrano la Pasqua?
L’usanza della Pasqua così come la celebrano le chiese della cristianità non trova riscontro nella Bibbia.

Gesù comandò di commemorare la sua morte, non la sua risurrezione. Noi osserviamo questa Commemorazione ogni anno nell’anniversario della sua morte secondo il calendario lunare biblico (Luca 22:19, 20).

Crediamo che le usanze legate alla Pasqua, che affondano le radici in antichi riti della fertilità, rendano questa celebrazione inaccettabile a Dio. Egli richiede che gli rendiamo “esclusiva devozione”, e adorarlo in un modo che lui disapprova significherebbe offenderlo (Esodo 20:5; 1 Re 18:21).

due brevi osservazioni:
- La prima è che nella chiesa cattolica ed in molte altre chiese, nella celebrazione dell'eucarestia vengono consacrati il pane ed il vino e con la comunione dei presenti di onorare sempre le parole di Gesù come da Luca 22:19, 20......

- La seconda è che ovviamente il popolo ebraico e molti altri popoli prima di credere in un solo Dio erano politeisti e quindi pagani.
E' pertanto naturale che festività precedenti fossero alla fine convertite dando loro nuovi significati come per gli ebrei il ringraziamento a Dio per il passaggio del mar Rosso.

Del resto anche nel cristianesimo molte delle feste pagane assunsero significati diversi ma è il valore di quest'ultimo significato che rappresenta un valore importante e non le sue origini che forse si perdono nella notte dei tempi.....

Se posso essere sincero, fra le espressioni tristi di fratello "Morris"nell'annunciare prossimi cataclismi, e la volontà di trovare tutti i pretesti per non fare una sola festa che significa per me "ringraziare Dio o la vita stando insieme rallegrandosi" ....mi domando quali segni di vita, di speranza, di amore e di condivisione possa dare una religione così fatta in grado di stravolgere completamente in maniera così triste le parole di Cristo: "Io sono la via, la verità, la VITA",.....

Volete una vita di ..... :cer: .....convertitevi..... :piange:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5642
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Romagnolo » 27/03/2018, 11:57

:ciao: Vieri, e qui mi pare il luogo giusto per darti le delucidazioni che chiedi. :sorriso:
Prima di passare ai presenti il piatto col pane azzimo, e poi il calice col vino rosso, viene in entrambi i caso un Anziano pronuncia una preghiera pubblica.
Non so se questo può bastare ai tuoi occhi per conferirgli una certa sacralità? :blu:
Tieni presente che il video non è esaustivo al 100% a me è venuto da pensare che sia stato fatto appositamente per far sì che chi lo vede sia spinto a fare domande ulteriori al Proclamatore che glielo mostra, così da rafforzare la possibilità che il tutto si tramuti in uno studio biblico regolare.
Poi riguardo a chi ha diritto a prendere tali emblemi ( perché per i tdg non esiste la transustantazione ma sono solo simboli rammemorativi del corpo perfetto di Cristo) li possono consumare ( ovviamente senza mangiarsi tutto il contenuto del piatto o scolarsi l' intero calice...metti il caso ci fosse qualcun altro oltre a lui solo :ironico: ) tutti coloro che in cuor loro ma sopratutto nella loro mente,...si sentono spinti da una forza che attribuiscono allo spirito santo , a consumarli e quindi ritenersi futuri eredi del Regno Celeste.
Io mai sentitomi di desiderare la vita Celeste per cui mai presi gli emblemi.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4930
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Ma ti rendi conto.....

Messaggiodi Vieri » 27/03/2018, 12:13

Ciao Romagno'.......attenzione al satellite cinese che dovrebbe perdere i pezzi proprio dalle tue parti......ed Armageddon con gli occhi a mandorla è in arrivo..... :risata: :risata:
e poi mi dici....
.....metti il caso ci fosse qualcun altro oltre a lui solo :ironico: ) tutti coloro che in cuor loro ma sopratutto nella loro mente,...si sentono spinti da una forza che attribuiscono allo spirito santo , a consumarli e quindi ritenersi futuri eredi del Regno Celeste.
Io mai sentitomi di desiderare la vita Celeste per cui mai presi gli emblemi.

Ma ti rendi conto che fra 100 e più persone che poverini, fanno come il pubblicano che non si sentono degni e lo passano al vicino e questo, alla fine unico fra tutti ( il fariseo che vuol farsi bello davanti a tutti....) si mangia un pezzo di pane e si beve un sorso di vino?.....E non è che dalla sala allora si sente fare....ooooohhh!!!
Ma chi è questo ? E' stato illuminato dallo Spirito Santo o dal C.D. che lo inserirà nella lista dei 144.000 salvati ?.....
ma ci rendiamo conto della falsità e della assurdità di tutta questa messa in scena..?

Io che sono un rompipalle nato, se avessi assistito (pura ipotesi di livello zero...) ad un avvenimento del genere sarei andato poi a congratularmi con lui per sapere alla fine cosa ha fatto e da dove gli è venuta la "voce" e l'autoinvestitura da unto.....facendogli notare poi che non sarebbe stato da tutti noi miseri mortali fare una figura da filisteo ( quello della parabola...) di quel genere magari anche ricordandogliela...
Per me, alla fine se posso essere sincero, e conoscendo un po' il mio "Principale".. :ironico: questo "unto, per la sua falsità e la sua spocchia davanti a tutti i presenti di sentirsi superiore ....( i primi saranno gli ultimi e gli ultimi saranno i primi....) sarà sicuramente "unto" ma anche impanato e buttato in padella da Belzebù..... :risata: :risata:
Tu che ne pensi ?....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5642
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 27/03/2018, 12:52

Non mi sembra che quelli che prendono gli emblemi siano dei "privilegiati" all'interno delle congregazioni dei tdG. Non godono di particolari privilegi. Chiunque può prendere gli emblemi se vuole. Riguardo l'osservanza annuale della cena memoriale i tdG sono semplicemente dei quartodecimani.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Achille » 27/03/2018, 13:38

Valentino ha scritto:Non mi sembra che quelli che prendono gli emblemi siano dei "privilegiati" all'interno delle congregazioni dei tdG. Non godono di particolari privilegi. Chiunque può prendere gli emblemi se vuole. Riguardo l'osservanza annuale della cena memoriale i tdG sono semplicemente dei quartodecimani.
Mi risulta che i Quartodecimani celebrassero frequentemente l'"eucaristia", non solo una volta all'anno...

http://www.infotdgeova.it/dottrine/quarto.php
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12298
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Mistero fitto...

Messaggiodi Vieri » 27/03/2018, 14:52

Scusatemi se insisto ma...
Andando sul sito JW.org leggo:
Chi deve prendere gli emblemi?

Per stabilire chi appropriatamente deve prendere gli emblemi della Commemorazione, dobbiamo capire cos’è il nuovo patto e quali sono le parti contraenti. La Bibbia dichiara: “‘Ecco, vengono i giorni’, è l’espressione di Geova, ‘e io certamente concluderò con la casa d’Israele e con la casa di Giuda un nuovo patto . . . Metterò la mia legge dentro di loro, e la scriverò nel loro cuore. E di sicuro diverrò il loro Dio, ed essi stessi diverranno il mio popolo. . . . Perdonerò il loro errore, e non ricorderò più il loro peccato’”. — Geremia 31:31-34.

Il nuovo patto rende possibile una relazione speciale con Geova Dio. Per mezzo di questo patto un certo gruppo di persone diventano il suo popolo ed egli diventa il loro Dio. La legge di Geova è scritta dentro di loro, nel loro cuore, e anche quelli che sono fuori dell’ovile degli ebrei circoncisi in senso fisico possono stringere una relazione con Dio basata sul nuovo patto. (Romani 2:29) Lo scrittore biblico Luca scrive in merito al proposito di Dio di ‘rivolgere l’attenzione alle nazioni per trarne un popolo per il suo nome’. (Atti 15:14) In base a 1 Pietro 2:10, ‘una volta non erano un popolo, ma ora sono il popolo di Dio’. Le Scritture lo chiamano “Israele di Dio”, cioè Israele spirituale. (Galati 6:16; 2 Corinti 1:21) Il nuovo patto, quindi, è un patto fra Geova Dio e l’Israele spirituale.

L’ultima notte che passò con i discepoli anche Gesù fece un patto con loro, un patto diverso. “Io faccio un patto con voi”, disse loro, “come il Padre mio ha fatto un patto con me, per un regno”. (Luca 22:29) Si tratta del patto del Regno. Gli esseri umani imperfetti che vengono introdotti nel patto del Regno sono 144.000. Dopo essere stati risuscitati alla vita celeste, regneranno con Cristo quali re e sacerdoti. (Rivelazione [Apocalisse] 5:9, 10; 14:1-4) Pertanto coloro che sono nel nuovo patto con Geova Dio sono anche nel patto del Regno con Gesù Cristo. Essi sono i soli a prendere giustamente gli emblemi del Pasto Serale del Signore.

Coloro che hanno diritto di prendere gli emblemi della Commemorazione come sanno di avere questa speciale relazione con Dio e di essere coeredi di Cristo? Paolo spiega: “Lo spirito [santo] stesso rende testimonianza col nostro spirito [la nostra disposizione mentale] che siamo figli di Dio. Se, dunque, siamo figli, siamo anche eredi: eredi in realtà di Dio, ma coeredi di Cristo, purché soffriamo insieme per essere insieme anche glorificati”. — Romani 8:16, 17.

Per mezzo del suo spirito santo, o forza attiva, Dio unge i coeredi di Cristo. Questo dà loro la certezza che sono eredi del Regno. Crea in loro la speranza celeste. Essi considerano tutto ciò che la Bibbia dice della vita celeste come se fosse rivolto a loro. Inoltre sono disposti a sacrificare tutto ciò che è terreno, inclusi tutti gli affetti e la vita sulla terra. I cristiani unti con lo spirito si rendono conto che anche se la vita nel Paradiso terrestre sarebbe meravigliosa, questa non è la loro speranza. (Luca 23:43) Hanno un’immutabile speranza celeste non a motivo di false idee religiose ma grazie all’operato dello spirito di Dio, e quindi prendono giustamente gli emblemi della Commemorazione.

Supponiamo che uno non sia completamente sicuro di essere nel nuovo patto e nel patto del Regno. Che dire se gli manca anche la testimonianza dello spirito di Dio? In tal caso commetterebbe un errore se prendesse gli emblemi della Commemorazione. In effetti a Dio dispiacerebbe se qualcuno si presentasse consapevolmente come uno che è stato chiamato per essere re e sacerdote in cielo quando in realtà non ha ricevuto tale chiamata. — Romani 9:16; Rivelazione 22:5.

Onestamente per uno che dovesse imbattersi in una di queste persone e che in occasione della "cena del Signore" fra tutti i presenti fosse l'unico a prendere gli emblemi chi dovrebbe essere ?

- Un unto del Signore, un "mistico" che ha avuto l'ispirazione divina?
- Una persona che dopo una analisi di coscienza si era consultato con gli anziani i quali lo avevano autorizzato a prenderli?
- Una persona qualsiasi che in quel momento senza molte ispirazioni ma con un po' di suggestione mistica aveva preso il pane ed il vino?

Andando su Google ed al forum dei tdG per dire la verità ho trovato anche da parte loro una grande confusione di idee ed alla fine mi è parso di capire che anche loro su questi "unti" non abbiano ancora le idee ben chiare.

Dato poi che ogni anno esiste nel loro annuario una precisa statistica (in crescita) di circa 15.000 di questi, alla fine, chi definisce chi siano stati o meno i meritevoli di "Paradiso Celeste?......

Ma ci rendiamo conto che da un lato ci sono alcuni (umani) che alla faccia di tutti gli altri comuni mortali e destinati ad un paradiso in "platea" si sentono "meritevoli" (alla faccia sempre dell'umiltà...)...di un paradiso in "galleria"..... :ironico:

A questo punto ritengo che questi considerati "unti" dovrebbero essere segnalati al C.D. della sede centrale....e dato che saranno sicuramente di più ci sarà poi sicuramente una selezione (umana) e direi anche una probabile cernita per non esagerare nelle statistiche.....e tutto questo come UMANI di potere stabilire la destinazione paradisiaca?

Ragazzi, o io sono scemo o per me c'è qualche cosa che non torna di come degli UMANI ""unti" o meno possano arrogarsi loro il giudizio di Dio.......ma :boh: :triste: :piange:

Attendo ancora lumi da chi ne sa più di me.....
:grazie:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5642
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Unti, misteri e dintorni....

Messaggiodi Vieri » 27/03/2018, 17:02

Dal sito:
http://www.webalice.it/achille.aveta/unti.html
leggo:
Questa riflessione ha senso se si considera che all’epoca, nel 2000, era ancora sostenuta la tesi - peraltro affermata nell’Annuario dei testimoni di Geova del 1939 (inglese) – secondo la quale: “Gli unti seguaci di Cristo Gesù ora sulla terra sono pochi e il loro numero non aumenterà mai” (si veda La Torre di Guardia del 1° febbraio 1999). E che dire dell’eventualità di un incremento nel numero degli “unti” registrati dall’Organizzazione geovista? “Nessun’altra aggiunta!” era la posizione ufficiale del geovismo negli anni Settanta del secolo scorso; infatti, «nel 1970, a un conferimento dei diplomi della Scuola di Galaad, Frederick Franz, l’allora vicepresidente della Watch Tower Society, … proseguì chiedendo se era ancora in corso la chiamata per radunare altri membri del rimanente. “No, nessun’altra aggiunta!” - disse – “Quella chiamata è finita nel 1931-35! Non ci sono altre aggiunte. Chi sono allora i pochi nuovi che prendono gli emblemi alla Commemorazione? Se sono del rimanente, sono sostituzioni! Non ci sono aggiunte ai ranghi del rimanente, ma sostituzioni di quelli che possono essere diventati infedeli”» (si veda La Torre di Guardia del 1° febbraio 1999, p. 19).


Immagine

Pare che alla fine tutti quelli che prendono gli emblemi alla fine non siano proprio "unti" e alcuni abbiano poi ripensamenti..... :boh:
E allora non dovevano diminuire ? :boh:
Come hanno fatto allora dal 2007 per crescere ancora a livelli così alti ? :boh:
Una epurazione di massa dei "vecchi" per far posto ai "giovani".....? :boh:
Chi stabilisce le statistiche? Sicuramente i collaboratori del C.D. ma in base a quali segnalazioni, devono fare degli esami ....., sono schedati ? :boh:
:grazie:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5642
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 27/03/2018, 18:06

Ad ogni commemorazione vengono contati i partecipanti totali e vengono contati anche quelli che mangiano gli emblemi. Il numero totale di quelli che mangiano gli emblemi rappresentano il numero totale dei cosiddetti "unti". In ogni caso quelli che mangiano gli emblemi non hanno un trattamento "speciale" in seno alle congregazioni. I tdG semplicemente attestano la loro speranza di essere resuscitati nei cieli o sulla terra.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Si ma chi li conta....

Messaggiodi Vieri » 27/03/2018, 18:36

Valentino ha scritto:Ad ogni commemorazione vengono contati i partecipanti totali e vengono contati anche quelli che mangiano gli emblemi. Il numero totale di quelli che mangiano gli emblemi rappresentano il numero totale dei cosiddetti "unti". In ogni caso quelli che mangiano gli emblemi non hanno un trattamento "speciale" in seno alle congregazioni. I tdG semplicemente attestano la loro speranza di essere resuscitati nei cieli o sulla terra.

Valentino, d'accordo ma chi li conta tutti?
Alla fine come dicevo prima, se devono fare poi delle statistiche con tanto di diagramma (in crescita) come segnalato, alla fine dovrà pur esserci qualcuno che dovrà fare per forza una cernita poichè quasi sicuramente non potranno considerarli tutti ........ed in base, alla fine, a quali criteri?..
Avranno sicuramente delle schede personali e dei "curriculum vitae"......o no per metterli in elenco ?

Poi, perdona la mia insistenza, ma dividere secondo un giudizio UMANO coloro che dovranno far parte dei famosi 144.000 rispetto al grande gregge (degli sfigati ma sicuramente più umili ed onesti....) mi sembra una cosa che per me non sta né in cielo né in terra.... :ironico:
Mi piacerebbe sentire l'opinione di ex perchè per me sul tema, continua una grande confusione di idee......
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5642
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » 27/03/2018, 18:43

Valentino ha scritto:Ad ogni commemorazione vengono contati i partecipanti totali e vengono contati anche quelli che mangiano gli emblemi. Il numero totale di quelli che mangiano gli emblemi rappresentano il numero totale dei cosiddetti "unti". In ogni caso quelli che mangiano gli emblemi non hanno un trattamento "speciale" in seno alle congregazioni. I tdG semplicemente attestano la loro speranza di essere resuscitati nei cieli o sulla terra.
Io non ho mai conosciuto degli "unti". Però ricordo che i "fratelli" ne parlavano con un senso di rispetto e ammirazione. Ricordo che qualcuno diceva di aver conosciuto un "unto" /(o una "unta") e lo diceva come se questo fosse stato una sorta di onore o di privilegio. Ai miei tempi so che molti credevano che gli "unti" avessero una forma di spiritualità speciale, e fossero sicuramente dei privilegiati (da Dio). Poi, dal lato pratico, nelle congregazioni avevano gli stessi "privilegi" e responsabilità dei TdG in genere.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12298
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi renato-c » 27/03/2018, 19:04

Ho conosciuto un vecchietto TdG molto religioso e devoto quando io ero tdG .
nell'invecchiare q,questo vecchietto ,negli ulti anni della sua vita ,alla commemorazione prendeva gli emblemi
ma tutti dicevano che era per via della arteriosclerosi e non credevano in lui e lo disprezzavano e questo mi ha fatto sempre dispiacere
perché era una brava persona e lui si sentiva così e non aveva incarichi in congregazione.
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1346
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

mi sembra di averlo già scritto,comunque...

Messaggiodi Ray » 27/03/2018, 19:08

Achille ha scritto:
Valentino ha scritto:Ad ogni commemorazione vengono contati i partecipanti totali e vengono contati anche quelli che mangiano gli emblemi. Il numero totale di quelli che mangiano gli emblemi rappresentano il numero totale dei cosiddetti "unti". In ogni caso quelli che mangiano gli emblemi non hanno un trattamento "speciale" in seno alle congregazioni. I tdG semplicemente attestano la loro speranza di essere resuscitati nei cieli o sulla terra.
Io non ho mai conosciuto degli "unti". Però ricordo che i "fratelli" ne parlavano con un senso di rispetto e ammirazione. Ricordo che qualcuno diceva di aver conosciuto un "unto" /(o una "unta") e lo diceva come se questo fosse stato una sorta di onore o di privilegio. Ai miei tempi so che molti credevano che gli "unti" avessero una forma di spiritualità speciale, e fossero sicuramente dei privilegiati (da Dio). Poi, dal lato pratico, nelle congregazioni avevano gli stessi "privilegi" e responsabilità dei TdG in genere.


Io conobbi un unto, non lo riconobbi da prima, era senza macchie, si era smacchiato. :ironico:

A parte l'ironia ,quando studiavo mi fu riferito dalla persona presso cui studiavo che un unto doveva farle visita.
Venne il giorno e feci di tutto per essere presente. Vuoi che perda l'occasione per conoscere questa entità?

Mi fu presentato, ma non vidi niente di celestiale niente di anormale , persona normale rispetto a come mi era stata prospettata ed enfatizzata
e allora che avrei dovuto riflettere sulla situazione , i tdg creano una specie di spiritualità superiore per queste persone .


Ma un unto che prendesse gli emblemi mai visto.

Dopo poco mi battezzai... :test: :test: :test:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11067
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Valentino » 27/03/2018, 19:35

Vieri ha scritto:
Valentino ha scritto:Ad ogni commemorazione vengono contati i partecipanti totali e vengono contati anche quelli che mangiano gli emblemi. Il numero totale di quelli che mangiano gli emblemi rappresentano il numero totale dei cosiddetti "unti". In ogni caso quelli che mangiano gli emblemi non hanno un trattamento "speciale" in seno alle congregazioni. I tdG semplicemente attestano la loro speranza di essere resuscitati nei cieli o sulla terra.

Valentino, d'accordo ma chi li conta tutti?
Alla fine come dicevo prima, se devono fare poi delle statistiche con tanto di diagramma (in crescita) come segnalato, alla fine dovrà pur esserci qualcuno che dovrà fare per forza una cernita poichè quasi sicuramente non potranno considerarli tutti ........ed in base, alla fine, a quali criteri?..
Avranno sicuramente delle schede personali e dei "curriculum vitae"......o no per metterli in elenco ?

Poi, perdona la mia insistenza, ma dividere secondo un giudizio UMANO coloro che dovranno far parte dei famosi 144.000 rispetto al grande gregge (degli sfigati ma sicuramente più umili ed onesti....) mi sembra una cosa che per me non sta né in cielo né in terra.... :ironico:
Mi piacerebbe sentire l'opinione di ex perchè per me sul tema, continua una grande confusione di idee......


Non capisco quale sia la confusione. L'unico criterio con cui contano gli unti è appunto il fatto che mangiano gli emblemi. Si contano semplicemente quelli che mangiano gli emblemi. Non si fa nessun tipo di "riscontro" per stabilire se sono "veri unti" o "falsi unti". Si contano semplicemente tutti quelli che mangiano gli emblemi. Di questo si tratta. Ogni congregazione conta quelli che mangiano gli emblemi e comunicano il numero alla sede centrale che fa la somma totale di quelli che mangiano gli emblemi. Non mi sembra nulla di particolarmente "trascendentale". Ciascun tdG esprime la sua speranza di resurrezione in questo modo. Chi non mangia gli emblemi si aspetta di essere resuscitato sulla terra, chi mangia gli emblemi si aspetta di essere resuscitato in cielo. Sono i singoli a "decidere". Non ci sono particolari "criteri" se non quello che intimamente credono i singoli tdG su come si "aspettano" di essere resuscitati.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Valentino, io parlo sempre a vanvera......

Messaggiodi Vieri » 27/03/2018, 19:55

Valentino, scusami ma è possibile che fra me e te non ci si riesca mai a capirci anche se si parla di "altro"?

Scusami una cosa e facciamo allora un esempio reale:

A questa commemorazione della cena del Signore, in tutto il mondo ci saranno per esempio 40.000 persone che fra 7,5 milioni di tdG si sentiranno in auge divina e prenderanno gli emblemi.

Arriveranno allora al C.D. 40.000 nuovi pretendenti unti e tu pensi allora che da 18.000 attualmente esistenti li possano prendere tutti tutti balzando di brutto a 58.000 !!! :boh:

Io direi di no e che quindi una selezione sicuramente ci dovrà essere anche per vedere se nel frattempo, di quelli di prima, alcuni si fossero "umilmente pentiti"....e voler ritornare fra il popolo comune delle pecorelle sulla terra.....

In breve un controllo centrale ci dovrà pur essere o no per decidere chi dovrebbero essere secondo loro quelli più o meno meritevoli di "unzione"? :boh:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5642
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 27/03/2018, 21:26

Vieri ha scritto:Valentino, scusami ma è possibile che fra me e te non ci si riesca mai a capirci anche se si parla di "altro"?

Scusami una cosa e facciamo allora un esempio reale:

A questa commemorazione della cena del Signore, in tutto il mondo ci saranno per esempio 40.000 persone che fra 7,5 milioni di tdG si sentiranno in auge divina e prenderanno gli emblemi.

Arriveranno allora al C.D. 40.000 nuovi pretendenti unti e tu pensi allora che da 18.000 attualmente esistenti li possano prendere tutti tutti balzando di brutto a 58.000 !!! :boh:

Io direi di no e che quindi una selezione sicuramente ci dovrà essere anche per vedere se nel frattempo, di quelli di prima, alcuni si fossero "umilmente pentiti"....e voler ritornare fra il popolo comune delle pecorelle sulla terra.....

In breve un controllo centrale ci dovrà pur essere o no per decidere chi dovrebbero essere secondo loro quelli più o meno meritevoli di "unzione"? :boh:


A quale tipo di controllo ti riferisci? Non mi risulta ci sia alcun controllo in proposito: si limitano a contare tutti quelli che mangiano gli emblemi. In un ipotetico scenario in cui questi unti dovessero aumentare a dismisura non credo possa cambiare granché. Del resto se hanno accettato che il numero degli unti dagli anni 70 ad oggi è raddoppiato non vedo perché non possano accettare che il loro numero aumenti ancora. Agli effetti pratici, la presenza di queste persone che mangiano gli emblemi non sortisce particolari "effetti" nella vita delle congregazioni. Non è che i tdG non dormono la notte se gli "unti" aumentano.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Dubito fortemente che....

Messaggiodi Vieri » 27/03/2018, 22:08

Ma quale tipo di controllo ti riferisci? Non mi risulta ci sia alcun controllo in proposito: si limitano a contare tutti quelli che mangiano gli emblemi. In un ipotetico scenario in cui questi unti dovessero aumentare a dismisura non credo possa cambiare granché. Del resto se hanno accettato che il numero degli unti dagli anni 70 ad oggi è raddoppiato non vedo perché non possano accettare che il loro numero aumenti ancora. Agli effetti pratici, la presenza di queste persone che mangiano gli emblemi non sortisce particolari "effetti" nella vita delle congregazioni. Non è che i tdG non dormono la notte se gli "unti" aumentano.

Dubito fortemente che in una organizzazione così strutturata e soprattutto CONTROLLATA non possa esserci nessun controllo sul numero degli unti che dovrebbero poi far parte dei famosi 144.000.....
Ma scusa Valentino, a parte il fatto che non sei mai stato un tdG come me e quindi non puoi affermare con sicurezza quello che dici,.....ma quando a suo tempo avevano detto che il numero degli unti non dovevano aumentare SICURAMENTE un CONTROLLO CENTRALE ci sarà perchè un conto è prevedere una crescita di una certa consistenza ma sempre del 12,5 % sul totale che già non è poco ma non potranno continuare certamente all'infinito per non sputtanarsi....e scusa il termine....

Da considerare poi che il numero finale è fisso e che dovrebbe comprendere però non solo quelli attualmente vivi ma anche tutti quelli morti nei secoli precedenti anche se vanno a dire che non era detto che se uno era stato martirizzato per non rinnegare la propria fede come ai primi tempi del cristianesimo fosse sempre stato "convinto".... :boh:

Io direi a questo punto che ho capito la tua idea anche se non la condivido, ma preferirei sentire l'opinione di una persona che sia stato veramente un tdG in tutti questi anni, ritenendolo una fonte molto più attendibile della tua.
:addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5642
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 27/03/2018, 22:37

Vieri ha scritto:Dubito fortemente che in una organizzazione così strutturata e soprattutto CONTROLLATA non possa esserci nessun controllo sul numero degli unti che dovrebbero poi far parte dei famosi 144.000.....


Ma non spieghi in che modo questo "controllo" verrebbe esercitato in relazione al numero degli unti. Ovvero non spieghi in che modo li farebbero diminuire!

Vieri ha scritto:Ma scusa Valentino, a parte il fatto che non sei mai stato un tdG come me e quindi non puoi affermare con sicurezza quello che dici


Mi baso essenzialmente sui dati. Il numero degli unti contrariamente alle loro stesse previsioni è aumentato invece di diminuire. Sicché se ci fosse stato una sorta di controllo sul numero degli unti, non avrebbero "permesso" che aumentassero. Ciò significa che non c'è alcun "controllo" in tal senso. Gli unti sono aumentati e a farcelo sapere sono stati proprio loro.

Vieri ha scritto:ma quando a suo tempo avevano detto che il numero degli unti non dovevano aumentare SICURAMENTE un CONTROLLO CENTRALE ci sarà perchè un conto è prevedere una crescita di una certa consistenza ma sempre del 12,5 % sul totale che già non è poco ma non potranno continuare certamente all'infinito per non sputtanarsi....e scusa il termine....


Ma è proprio quello che è successo. Anche se avevano "previsto" la diminuzione degli unti, sono proprio loro che contandoli ci hanno fatto sapere che sono aumentati. L'unica cosa che hanno fatto in relazione a questo aumento è stato dire che seppure il numero di quelli che mangiano gli emblemi è aumentato non è detto che tutti quelli che mangiano gli emblemi siano "davvero" degli unti. Un modo abbastanza approssimativo per "pararsi", ma a questo si sono limitati: hanno messo in dubbio l' "autenticità" della loro unzione. Ma non hanno nascosto il numero di quelli che mangiano gli emblemi.

Vieri ha scritto:Da considerare poi che il numero finale è fisso e che dovrebbe comprendere però non solo quelli attualmente vivi ma anche tutti quelli morti nei secoli precedenti anche se vanno a dire che non era detto che se uno era stato martirizzato per non rinnegare la propria fede come ai primi tempi del cristianesimo fosse sempre stato "convinto"


Che ad un certo punto possano essere costretti a "rivedere" la dottrina è anche possibile. Se davvero gli unti, ovvero coloro che mangiano gli emblemi, dovessero aumentare a dismisura potrebbero dire che la "cifra" dei 144.000 è simbolica e non letterale. Del resto quando la dottrina della "generazione" si è mostrata cronologicamente insostenibile l'hanno rivista e cambiata.

Vieri ha scritto:Io direi a questo punto che ho capito la tua idea anche se non la condivido,


Scusa ma quale sarebbe la "mia idea"? L'aumento degli unti ha già contraddetto certe loro previsioni ma, come dire, i tdG ci sono abituati! :risata: Se gli unti dovessero aumentare ulteriormente per loro sarà sufficiente rivedere la dottrina. Lo hanno fatto un mucchi di volte. Del resto davvero non riesco ad immaginare quali misure potrebbero mettere in atto per impedire alle persone di mangiare gli emblemi facendosi contare come "unti"!

Vieri ha scritto:ma preferirei sentire l'opinione di una persona che sia stato veramente un tdG in tutti questi anni, ritenendolo una fonte molto più attendibile della tua.


In che modo sarei "inattendibile" scusa? Basta sfogliare i loro vecchi annuari per accorgersi che negli anni gli unti sono aumentati invece di diminuire contrariamente alle loro stesse previsioni. La "vita" degli unti nelle congregazioni dei tdG non è diversa da quella degli altri tdG non unti, ancor più oggi in cui lo SFED invece di coincidere con tutti gli unti, coincide solo con il CD. I tdG ti hanno già confermato che gli unti nelle congregazioni non godono di particolari "privilegi".
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Prossimo

Torna a Le cose già dette...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici