Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Analisi critica sull'Arca di Noè e sul Diluvio

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Altra domandina facile facile....ovviamente per gli irriducibili.....

Messaggiodi Vieri » 26/05/2018, 13:24

Molti di voi sanno ovviamente che cosa sia la "Pangea"...e la deriva dei continenti....
Pangea.
https://it.wikipedia.org/wiki/Pangea

In paleogeografia, la Pangea[1] (AFI: /panˈʤɛa/[2]; dal greco antico πᾶν, forma neutra di πᾶς, "tutto", e, Γαῖα "terra", cioè "tutta la terra") è il supercontinente che si ritiene includesse tutte le terre emerse della Terra durante il Paleozoico e il primo Mesozoico.

La Pangea si sarebbe formata circa 290 milioni di anni fa, a causa del processo della tettonica delle placche, da due supercontinenti: la Laurasia (supercontinente del nord) e la Gondwana (supercontinente del sud). Dalla frammentazione della Pangea derivano gli attuali continenti, con relative geometrie.


Deriva dei continenti
https://it.wikipedia.org/wiki/Deriva_dei_continenti

Wegener sostenne che nel Paleozoico, e buona parte del Triassico, le terre emerse formassero un unico supercontinente, che battezzò Pangea, contrapposto a un unico superoceano, la Pantalassa. La frammentazione di Pangea era iniziata circa 200 milioni di anni fa. La prima spaccatura aveva contrapposto Laurasia (Europa, Asia e Nord America) e Gondwana (Sud America, Africa e Oceania). Ulteriori frammentazioni portarono alla suddivisione dei due supercontinenti, che gradualmente proseguì fino alla conformazione attuale. Wegener fece notare che in Africa e in America meridionale erano stati rinvenuti fossili di animali e di piante delle stesse specie, vissuti nella stessa epoca, che non avrebbero in alcun modo potuto attraversare l'Oceano, per esempio un rettile appartenente al genere Mesosaurus e una felce appartenente al genere Glossopteris. Questo fatto diventa facilmente spiegabile ipotizzando che fossero stati uniti tra loro. Egli studiò inoltre le tracce lasciate dagli antichi ghiacciai sulle rocce e dimostrò che India, Australia, Africa meridionale e America meridionale erano state coperte contemporaneamente dai ghiacci, presumibilmente prima della loro separazione.

Attingendo alle più recenti scoperte della geologia, Wegener spiegava questi fenomeni di "deriva" dei continenti descrivendo le terre emerse come enormi "zolle" di Sial[3] che galleggiavano su una superficie anch'essa solida ma molto più malleabile, il Sima[4], situato fra la discontinuità di Mohorovicic (40 km di profondità) e la discontinuità di Gutenberg (2900 km). Ciò che mancava all' attenta osservazione di Wegener era una spiegazione di come tutto ciò fosse avvenuto e di quale fosse il "motore" in grado di spostare i continenti.
Immagine

Se il mondo fu alla fine "ripopolato" da queste coppie di animali partendo dall'Ararat per andare poi in tutti i continenti, questi alla fine si presume che fossero uniti nella Pangea poichè per una gazzella o un lama traversare l'oceano a nuoto,...la vedo dura.....
Scusatemi poi ma i pinguini e gli orsi bianchi che abitavano ai poli, ...ammazzate oh ! che bel giro che dovettero farsi....... :conf:
Però alla fine i conti degli anni della Pangea non tornato di qualche "sciocchezzuola"di "diciamo"....200 milioni di anni rispetto ai 4.200 di Noé.....

Ma a questo "povero" Geova, mi spiegate cari tdG, va bene che era Dio ma dopo la creazione deve aver faticato non poco a "separare" tutti i continenti saltando un paio di centinaia di milioni di anni.... oltre a trovare posto a tutta quell'acqua che "inopportunamente" aveva (esagerando...) fatto piovere e che da qualche parte avrebbe dovuto mettere senza fare "fumate di vapore"....e rifar piovere nuovamente.....

Certo, una bella "pestilenza", ( come del resto come quelle venute dopo....) se voleva far fuori un po' di gente sarebbe stata sicuramente più semplice senza creargli dopo tutti questi problemi..... :risata: :risata: :risata: :risata:

Certo che mi diverto,.....sempre per non piangere..... :test:
Buona domenica.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5709
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 26/05/2018, 13:58

Vieri ha scritto:Molti di voi sanno ovviamente che cosa sia la "Pangea"...e la deriva dei continenti....
Pangea.
https://it.wikipedia.org/wiki/Pangea

In paleogeografia, la Pangea[1] (AFI: /panˈʤɛa/[2]; dal greco antico πᾶν, forma neutra di πᾶς, "tutto", e, Γαῖα "terra", cioè "tutta la terra") è il supercontinente che si ritiene includesse tutte le terre emerse della Terra durante il Paleozoico e il primo Mesozoico.

La Pangea si sarebbe formata circa 290 milioni di anni fa, a causa del processo della tettonica delle placche, da due supercontinenti: la Laurasia (supercontinente del nord) e la Gondwana (supercontinente del sud). Dalla frammentazione della Pangea derivano gli attuali continenti, con relative geometrie.


Deriva dei continenti
https://it.wikipedia.org/wiki/Deriva_dei_continenti

Wegener sostenne che nel Paleozoico, e buona parte del Triassico, le terre emerse formassero un unico supercontinente, che battezzò Pangea, contrapposto a un unico superoceano, la Pantalassa. La frammentazione di Pangea era iniziata circa 200 milioni di anni fa. La prima spaccatura aveva contrapposto Laurasia (Europa, Asia e Nord America) e Gondwana (Sud America, Africa e Oceania). Ulteriori frammentazioni portarono alla suddivisione dei due supercontinenti, che gradualmente proseguì fino alla conformazione attuale. Wegener fece notare che in Africa e in America meridionale erano stati rinvenuti fossili di animali e di piante delle stesse specie, vissuti nella stessa epoca, che non avrebbero in alcun modo potuto attraversare l'Oceano, per esempio un rettile appartenente al genere Mesosaurus e una felce appartenente al genere Glossopteris. Questo fatto diventa facilmente spiegabile ipotizzando che fossero stati uniti tra loro. Egli studiò inoltre le tracce lasciate dagli antichi ghiacciai sulle rocce e dimostrò che India, Australia, Africa meridionale e America meridionale erano state coperte contemporaneamente dai ghiacci, presumibilmente prima della loro separazione.

Attingendo alle più recenti scoperte della geologia, Wegener spiegava questi fenomeni di "deriva" dei continenti descrivendo le terre emerse come enormi "zolle" di Sial[3] che galleggiavano su una superficie anch'essa solida ma molto più malleabile, il Sima[4], situato fra la discontinuità di Mohorovicic (40 km di profondità) e la discontinuità di Gutenberg (2900 km). Ciò che mancava all' attenta osservazione di Wegener era una spiegazione di come tutto ciò fosse avvenuto e di quale fosse il "motore" in grado di spostare i continenti.
Immagine

Se il mondo fu alla fine "ripopolato" da queste coppie di animali partendo dall'Ararat per andare poi in tutti i continenti, questi alla fine si presume che fossero uniti nella Pangea poichè per una gazzella o un lama traversare l'oceano a nuoto,...la vedo dura.....
Scusatemi poi ma i pinguini e gli orsi bianchi che abitavano ai poli, ...ammazzate oh ! che bel giro che dovettero farsi....... :conf:
Però alla fine i conti degli anni della Pangea non tornato di qualche "sciocchezzuola"di "diciamo"....200 milioni di anni rispetto ai 4.200 di Noé.....

Ma a questo "povero" Geova, mi spiegate cari tdG, va bene che era Dio ma dopo la creazione deve aver faticato non poco a "separare" tutti i continenti saltando un paio di centinaia di milioni di anni.... oltre a trovare posto a tutta quell'acqua che "inopportunamente" aveva (esagerando...) fatto piovere e che da qualche parte avrebbe dovuto mettere senza fare "fumate di vapore"....e rifar piovere nuovamente.....

Certo, una bella "pestilenza", ( come del resto come quelle venute dopo....) se voleva far fuori un po' di gente sarebbe stata sicuramente più semplice senza creargli dopo tutti questi problemi..... :risata: :risata: :risata: :risata:

Certo che mi diverto,.....sempre per non piangere..... :test:
Buona domenica.....


Dopo eravamo noi quelli strani..... :ironico: :ironico: :ironico:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4985
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 27/05/2018, 13:30

Aggiungerei un' altro particolare relativo al problema di aria viziata all' interno dell' arca, l' accumulo di gas tossici come Metano e CO2.
Abbiamo in pratica un enorme cassone a tenuta stagna,..con molto probailmente una sola apertura di dimensione sconosciuta (Genesi 6:8 [é interessante che si parli della finestra al singolare e non di una delle finstre che potevano esservi]).
Ora questo è una ipotesi totalmente teorica non essendovi dati nel racconto di Genesi che ci possano far capire le possibilità effettive di aereazione interna,...ma dall' immagine classica che ci presenta la WT si trattava di un enorme cassone interamente sigillato di bitume sia dentro che fuori.
In simili condizioni quanto tempo sarà occorso affinchè l' aria li dentro divenisse satura di gas come la CO2 prodotta dalla respirazione di tutti gli essri viventi e dal gas metano emesso dai ruminanti, Bovini in primis?
Vi riporto i dati dei problemi dovuti a inalazione di gas metano secondo il sito di Prefettura.it
SCHEDA DATI DI SICUREZZA
4.2 Principali sintomi ed effetti sia acuti che ritardati
Effetti da contatto oculare: arrossamento, dolore.
Effetti da inalazione: in generale emicrania, malessere e difficoltà di respirazione.
Nel dettaglio elenco dei principali sintomi dovuti ad inalazione di metano ad elevate concentrazioni:
a)
l'esposizione a elevati livelli di gas metano
impoverisce il livello di ossigeno nel corpo,
causando difficoltà di respirazione e soffocamento;
b)
a causa della diminuzione di ossigeno l’esposizione a gas metano dà luogo a problemi
cognitivi. La persona è disattenta, soggetta a
perdita di memoria e anche scarsa capacità di giudizio.
Questi sintomi si aggravano, quando l'esposizione a questo gas è maggiore;
c)
quando il livello di ossigeno si riduce, il corpo cerca di compensare tale deficit utilizzando
l'ossigeno contenuto nei fluidi corporei.
Questo porta essenzialmente alla disidratazione;

d)
anche nausea e vomito sono sintomi di avvelenamento da gas metano. Ci sono possibilità
che una persona possa crollare a terra causa dell’esposizione a gas metano;
e)
un altro sintomo di esposizione a gas metano sono le palpitazioni cardiache.
Esse provocano una sensazione di disagio, il cuore pulsa rapidamente, in modo anomalo e fuori sequenza;
f)
l'esposizione al gas metano provoca anche vertigini e visione offuscata. Questo sintomo si
riduce, quando la persona si allontana dalla zona caratterizzata da elevata concentrazione di gas;
g)
l’esposizione a gas metano può essere causa di riduzione della coordinazione motoria;
h)
in casi rari l’esposizione a gas metano ha prodotto sintomi di tipo influenzale, disagio
mentale e letargia.
http://www.prefettura.it/FILES/Allegati ... Metano.pdf

Devo dire che sono stati bravi a non morire intossicati,...specie tutti gli animali posti nel ponte inferiore,...il più difficile da areare.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5023
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Romagnolo.....

Messaggiodi Vieri » 27/05/2018, 13:45

Romagnolo, non studi bene la Bibbia poichè se vai a Genesi 7.34 viene chiramente indicato con un cartello VIETATO FUMARE o accendere fuochi..... :ironico:
Presumo pertanto che Noè e famiglia mangiassero fuori....
PS. spero che vi stiate divertendo come me ... :risata: poichè se anche gli elefanti si mettevano a fare "rumori molesti".....non respirava più nessuno..... :risata: :risata:

Dai, che alla fine una bella dose di "valium geovista" per tutti e si risolveva il problema.....
Buona giornata.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5709
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi JohnC » 08/06/2018, 20:47

cercate "il diluvio e le carote di ghiaccio"... su Google
JohnC
Nuovo Utente
 
Messaggi: 148
Iscritto il: 21/11/2015, 21:24
Località: roma

Critiche logiche, anzi logicissime ...

Messaggiodi domingo7 » 11/06/2018, 18:22

Le critiche sono tutte logiche e sensate ma escludono a priori la potenza di Dio .....

Le stesse critiche si potrebbero fare alle due moltiplicazioni dei pani e dei pesci
che cattolici, ortodossi e protestanti si sciroppano da due millenni senza fare una piega

come è possibile che pochi pani e pochi pesci possano sfamare migliaia di persone ...?????

Anche qui si possono passare notti insonni a trovare la spiegazione logica:
un fenomeno allucinatorio di massa? un uso massiccio di droghe allucinogene?

Dividendo due grossi pani da 1 hg ciascuno tra 5.000 persone, ognuna ne avrebbe mangiato circa 100/5000 grammi .... cioè 0,02 grammi .... una quantità tanto piccola da non riuscire ad ingannare neppure il tossicomico più strafatto di mescalina, peiota ed Lsd .... :ciao:
Presentazione

Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie [Efesini 5,3-4]
Avatar utente
domingo7
Utente Senior
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: 21/07/2009, 18:06
Località: Chiavari (Ge)

Messaggiodi VictorVonDoom » 11/06/2018, 18:27

domingo7 ha scritto:Le critiche sono tutte logiche e sensate ma escludono a priori la potenza di Dio .....

Le stesse critiche si potrebbero fare alle due moltiplicazioni dei pani e dei pesci
che cattolici, ortodossi e protestanti si sciroppano da due millenni senza fare una piega

come è possibile che pochi pani e pochi pesci possano sfamare migliaia di persone ...?????

Anche qui si possono passare notti insonni a trovare la spiegazione logica:
un fenomeno allucinatorio di massa? un uso massiccio di droghe allucinogene?

Dividendo due grossi pani da 1 hg ciascuno tra 5.000 persone, ognuna ne avrebbe mangiato circa 100/5000 grammi .... cioè 0,02 grammi .... una quantità tanto piccola da non riuscire ad ingannare neppure il tossicomico più strafatto di mescalina, peiota ed Lsd .... :ciao:


Certo, se la magia è l'unica spiegazione possibile... allora ok!
Ci sarebbe da chiedere allora perchè la potenza di dio non ha fatto semplicemente sparire tutti i malvagi o creato magicamente l'arca.. ma vabbè! Troppe spiegazioni poi...
Ultima modifica di VictorVonDoom il 11/06/2018, 18:30, modificato 1 volta in totale.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1587
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi VictorVonDoom » 11/06/2018, 18:28

Sorry messaggio doppio!
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1587
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Magia

Messaggiodi domingo7 » 11/06/2018, 18:34

Certo, se la magia è l'unica spiegazione possibile... allora ok!


Magari non magia ma segno, portento, miracolo, opera grandiosa ....

I discepoli ci mettono i pani e pesci e il buon Dio sfama le moltidudini
Noè ci mette l'arca magari piccola, racchia, gobba e stortignaccola e il buon Dio ci fa stare tutto ....

Incredibile non è solo l'arca ma la fede dei cristiani:
i miracoli del nuovo testamento sono difesi da milioni di pesone
mentre quelli del vecchio testamento sono considerati miti, frottole e leggende ....

Valli a capire questi cristiani ... :boh: :conf:

Ci sarebbe da chiedere allora perchè la potenza di dio non ha fatto semplicemente sparire tutti i malvagi o creato magicamente l'arca.. ma vabbè! Troppe spiegazioni poi...


Beh qui i buoni cristiani una spiegazione te la offono: Dio opera sulla terra soprattutto con la collaborazione (anche molto piccola) dell'uomo .... l'incarnazione ne sembra essere una prova ..
Presentazione

Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie [Efesini 5,3-4]
Avatar utente
domingo7
Utente Senior
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: 21/07/2009, 18:06
Località: Chiavari (Ge)

Messaggiodi Mario70 » 11/06/2018, 20:37

domingo7 ha scritto:
Certo, se la magia è l'unica spiegazione possibile... allora ok!


Magari non magia ma segno, portento, miracolo, opera grandiosa ....

I discepoli ci mettono i pani e pesci e il buon Dio sfama le moltidudini
Noè ci mette l'arca magari piccola, racchia, gobba e stortignaccola e il buon Dio ci fa stare tutto ....

Incredibile non è solo l'arca ma la fede dei cristiani:
i miracoli del nuovo testamento sono difesi da milioni di pesone
mentre quelli del vecchio testamento sono considerati miti, frottole e leggende ....

Valli a capire questi cristiani ... :boh: :conf:

Ci sarebbe da chiedere allora perchè la potenza di dio non ha fatto semplicemente sparire tutti i malvagi o creato magicamente l'arca.. ma vabbè! Troppe spiegazioni poi...


Beh qui i buoni cristiani una spiegazione te la offono: Dio opera sulla terra soprattutto con la collaborazione (anche molto piccola) dell'uomo .... l'incarnazione ne sembra essere una prova ..

Ciao carissimo come va?
Nel NT la moltiplicazione dei pani e dei pesci e le resurrezioni sono descritte miracolosamente e il miracolo si accetta per fede se si è credenti, o si mette in dubbio o si nega se si è agnostici o atei; il racconto del diluvio invece è molto dettagliato nei particolari dell'arca e di cosa accadde, ma non menziona assolutamente alcun miracolo, non dice che apparvero animali sconosciuti (vedi canguri o tartarughe giganti ecc...) cosa che se fosse stato vero sarebbero apparsi, non dice come migliaia di specie sono riuscite ad entrare in quei metri quadri, e tutto quello che è stato detto sopra.
Una persona normale davanti non a uno o due, ma a decine di miracoli necessari per far avverare un evento del genere, non avrebbe scritto nulla?
Dai Domingo siamo seri.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5779
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi VictorVonDoom » 11/06/2018, 23:30

domingo7 ha scritto:i miracoli del nuovo testamento sono difesi da milioni di pesone
mentre quelli del vecchio testamento sono considerati miti, frottole e leggende ....


Diciamo che, in linea generale, mi trovi d'accordo! :ironico:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1587
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi deliverance1979 » 12/06/2018, 8:11

Mario70 ha scritto:Ciao carissimo come va?
Nel NT la moltiplicazione dei pani e dei pesci e le resurrezioni sono descritte miracolosamente e il miracolo si accetta per fede se si è credenti, o si mette in dubbio o si nega se si è agnostici o atei; il racconto del diluvio invece è molto dettagliato nei particolari dell'arca e di cosa accadde, ma non menziona assolutamente alcun miracolo, non dice che apparvero animali sconosciuti (vedi canguri o tartarughe giganti ecc...) cosa che se fosse stato vero sarebbero apparsi, non dice come migliaia di specie sono riuscite ad entrare in quei metri quadri, e tutto quello che è stato detto sopra.
Una persona normale davanti non a uno o due, ma a decine di miracoli necessari per far avverare un evento del genere, non avrebbe scritto nulla?
Dai Domingo siamo seri.


esatto, questo è il punto.

Ma forse il problema è anche un altro.
Se è vero che la bibbia è stata scritta da un Dio di profezie e di visioni future, doveva sapere che in un futuro non molto lontano per i suoi canoni, il mondo sarebbe cambiato.

Diciamo che la tecnologia, a grandi linee, per migliaia di anni è stata la stessa, immota, più o meno simile.
E' dal 1500 in poi che con il pensiero scientifico si sarebbero fatti balzi in avanti enormi in tutti i campi, e quello che per millenni era stato relegato alla sorte, al misticismo ed alla religione, ora lo si spiegava.

Quindi, se proprio si voleva stupire con effetti speciali, lo poteva fare in una maniera tale che lo scrittore che compilò la storia del diluvio Mosè, scriveva cose che a lui potevano sembrare incomprensibili, ma ad un lettore di qualche millennio dopo no.
E questa sarebbe stata una prova della grandezza, ma ancora di più, della presenza divina.

Il credere per fede fa comodo, e suvvia, non prendiamoci in giro, pensate che gli antichi non avessero imbroglioni che facevano leva sulla credulità umana?
Se si c'era da domandarsi: Con gli strumenti dell'epoca come si poteva dimostrare quando un evento miracoloso poteva essere frutto di una truffa o reale?
Pensate che gli antichi non avessero di questi dubbi?

Poi certo, se uno metteva a tacere il tutto con la forza bruta della coercizione o del "credi o crepi", allora ok, ma di sicuro molte di queste falle anche in passato non vennero mai colmate.

Non a caso gli israeliti appena fuori il Mar Rosso (aperto miracolosamente) fecero un mare di cazzatelle.
Al che mi sovviene il dubbio del: O erano un popolo di ritardati, che dopo le 10 piaghe e dopo il mare che si apre non avevano capito nulla, ma appunto perchè ritardati mentali, oppure sti miracoli non erano cosi miracolosi... :boh:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4985
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Caro Mario

Messaggiodi domingo7 » 12/06/2018, 9:14

Ciao carissimo come va?
Nel NT la moltiplicazione dei pani e dei pesci e le resurrezioni sono descritte miracolosamente e il miracolo si accetta per fede se si è credenti, o si mette in dubbio o si nega se si è agnostici o atei; il racconto del diluvio invece è molto dettagliato nei particolari dell'arca e di cosa accadde, ma non menziona assolutamente alcun miracolo, non dice che apparvero animali sconosciuti (vedi canguri o tartarughe giganti ecc...) cosa che se fosse stato vero sarebbero apparsi, non dice come migliaia di specie sono riuscite ad entrare in quei metri quadri, e tutto quello che è stato detto sopra.
Una persona normale davanti non a uno o due, ma a decine di miracoli necessari per far avverare un evento del genere, non avrebbe scritto nulla?
Dai Domingo siamo seri.


Andiamo bene e siamo sempre seri ... anche perchè l'età avanza e tra un mese sono 60 primavere ...

A me pare che tutti i racconti del Vecchio e del Nuovo Testamento siano grandiosi, fantastici e fenomenali perché ....c'è dietro la mano di Dio ..... non è solo il diluvio ad essere eccezionale, ma la distruzione di Sodoma e Gomorra, il roveto ardente, le piaghe d'Egitto, la via nel Mare Rosso, la caduta delle mura di Gerico, la sconfitta di popoli potentissimi nella terra promessa .... e non continuo perché sono cose che tu conosci meglio di me.

Di razionale, misurabile e spiegabile ad una persona che non ha la fede rimane davvero ben poco.

Quanto al diluvio, se l'universo o l'ecumene della Bibbia fosse stato solo la mezzaluna fertile (come molti oggi pensano), gli animali da trasportare sarebbero davvero molto meno di quelli esistenti in tutti i continenti del mondo. Ma come facevano comunque a starci tutti, mi dirai tu, perché sarebbero stati comunque moltissimi ed il posto era comunque quello che era ...

Per chi ha fede non c'è nulla di strano ed incredibile .....

Ma anche per chi non ha fede se le gazzelle, i leoni, i rinoceronti ed i canguri sopravvissero in Africa nera ed in Australia dove non piovve,
era davvero il caso che Noè se li caricasse nell'arca?

La dilatazione dell'arca comunque non mi sembra più assurda ed illogica della moltiplicazione dell'olio della vedova ai tempi di Eliseo (2 Re 4,1-7)
Presentazione

Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie [Efesini 5,3-4]
Avatar utente
domingo7
Utente Senior
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: 21/07/2009, 18:06
Località: Chiavari (Ge)

Messaggiodi Mario70 » 12/06/2018, 14:13

domingo7 ha scritto:
Ciao carissimo come va?
Nel NT la moltiplicazione dei pani e dei pesci e le resurrezioni sono descritte miracolosamente e il miracolo si accetta per fede se si è credenti, o si mette in dubbio o si nega se si è agnostici o atei; il racconto del diluvio invece è molto dettagliato nei particolari dell'arca e di cosa accadde, ma non menziona assolutamente alcun miracolo, non dice che apparvero animali sconosciuti (vedi canguri o tartarughe giganti ecc...) cosa che se fosse stato vero sarebbero apparsi, non dice come migliaia di specie sono riuscite ad entrare in quei metri quadri, e tutto quello che è stato detto sopra.
Una persona normale davanti non a uno o due, ma a decine di miracoli necessari per far avverare un evento del genere, non avrebbe scritto nulla?
Dai Domingo siamo seri.


Andiamo bene e siamo sempre seri ... anche perchè l'età avanza e tra un mese sono 60 primavere ...

A me pare che tutti i racconti del Vecchio e del Nuovo Testamento siano grandiosi, fantastici e fenomenali perché ....c'è dietro la mano di Dio ..... non è solo il diluvio ad essere eccezionale, ma la distruzione di Sodoma e Gomorra, il roveto ardente, le piaghe d'Egitto, la via nel Mare Rosso, la caduta delle mura di Gerico, la sconfitta di popoli potentissimi nella terra promessa .... e non continuo perché sono cose che tu conosci meglio di me.

Di razionale, misurabile e spiegabile ad una persona che non ha la fede rimane davvero ben poco.

Quanto al diluvio, se l'universo o l'ecumene della Bibbia fosse stato solo la mezzaluna fertile (come molti oggi pensano), gli animali da trasportare sarebbero davvero molto meno di quelli esistenti in tutti i continenti del mondo. Ma come facevano comunque a starci tutti, mi dirai tu, perché sarebbero stati comunque moltissimi ed il posto era comunque quello che era ...

Per chi ha fede non c'è nulla di strano ed incredibile .....

Ma anche per chi non ha fede se le gazzelle, i leoni, i rinoceronti ed i canguri sopravvissero in Africa nera ed in Australia dove non piovve,
era davvero il caso che Noè se li caricasse nell'arca?

La dilatazione dell'arca comunque non mi sembra più assurda ed illogica della moltiplicazione dell'olio della vedova ai tempi di Eliseo (2 Re 4,1-7)

Se lo fai diventare da universale ad episodio locale, non esiste più alcun problema caro.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5779
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi VictorVonDoom » 12/06/2018, 18:26

Mario70 ha scritto:Se lo fai diventare da universale ad episodio locale, non esiste più alcun problema caro.


Esattamente, come anche se fai diventare i miracoli del NT semplici esagerazioni o scaltri giochi di prestigio, non esiste più alcun problema.
Magari Gesù con pochi pani e pesci non sfamò davvero migliaia di persone, ma moooolte molte meno e aveva pani e pesci nascosti nella tunica... sim sala bim... :occhiol:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1587
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Victor, Victor....

Messaggiodi Vieri » 12/06/2018, 18:38

VictorVonDoom ha scritto:
Mario70 ha scritto:Se lo fai diventare da universale ad episodio locale, non esiste più alcun problema caro.


Esattamente, come anche se fai diventare i miracoli del NT semplici esagerazioni o scaltri giochi di prestigio, non esiste più alcun problema.
Magari Gesù con pochi pani e pesci non sfamò davvero migliaia di persone, ma moooolte molte meno e aveva pani e pesci nascosti nella tunica... sim sala bim... :occhiol:

Carissimo, che tu sia un "miscredente" questo lo abbiamo capito ma non ti viene il dubbio piccolo piccolo che se fosse stato veramente un prestigiatore da "sim sala bin" dopo 2.000 anni la gente alla fine non si ricorderebbe più di lui ? :ironico:
Trovare ancora oggi 2,1 miliardi di persone così "credulone"......io la vedo dura.....poi ovviamente ognuno è libero di pensarla come crede ma un conto se permetti sono le evidenti esagerazioni bibliche ed un conto è la narrazione sul Vangelo della vita di Gesù e delle sue opere.....
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5709
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 12/06/2018, 18:53

Vieri ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:
Mario70 ha scritto:Se lo fai diventare da universale ad episodio locale, non esiste più alcun problema caro.


Esattamente, come anche se fai diventare i miracoli del NT semplici esagerazioni o scaltri giochi di prestigio, non esiste più alcun problema.
Magari Gesù con pochi pani e pesci non sfamò davvero migliaia di persone, ma moooolte molte meno e aveva pani e pesci nascosti nella tunica... sim sala bim... :occhiol:

Carissimo, che tu sia un "miscredente" questo lo abbiamo capito ma non ti viene il dubbio piccolo piccolo che se fosse stato veramente un prestigiatore da "sim sala bin" dopo 2.000 anni la gente alla fine non si ricorderebbe più di lui ? :ironico:
Trovare ancora oggi 2,1 miliardi di persone così "credulone"......io la vedo dura.....poi ovviamente ognuno è libero di pensarla come crede ma un conto se permetti sono le evidenti esagerazioni bibliche ed un conto è la narrazione sul Vangelo della vita di Gesù e delle sue opere.....
:ciao:


Scusa tu eri presente? Ma di che stiamo parlando? Se fosse così semplice come la metti tu, se ci fossero prove, il fatto che lo credano in 2,1 miliardi non conta niente (anche i TdG obiettano "allora che siamo, 6/7 milioni di creduloni?"), a nulla servirebbe la fede.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1587
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Achille » 12/06/2018, 19:04

Vieri ha scritto:Carissimo, che tu sia un "miscredente" questo lo abbiamo capito ma non ti viene il dubbio piccolo piccolo che se fosse stato veramente un prestigiatore da "sim sala bin" dopo 2.000 anni la gente alla fine non si ricorderebbe più di lui ? :ironico:
Trovare ancora oggi 2,1 miliardi di persone così "credulone"......io la vedo dura....
Al giorno d'oggi ci sono anche 1,6 miliardi di persone che credono che Maometto fosse Il profeta di Allah e che sia salito al cielo con il cavallo...
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12412
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Scusa Mario

Messaggiodi domingo7 » 12/06/2018, 21:10

Se lo fai diventare da universale ad episodio locale, non esiste più alcun problema caro.


In effetti ho dimenticato che per i tdG il diluvio è stato davvero "universale" in senso letterale

Per il cattolico medio non è questione di Concilio Ecumenico o di modernismo:
l'ipotesi che l'"ecumene" fosse la mezzaluna fertile penso infatti che sia piuttosto vecchia
magari non a livello di ipotesi teologica ma a livello di sapere comune, quotidiano e spicciolo
Presentazione

Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie [Efesini 5,3-4]
Avatar utente
domingo7
Utente Senior
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: 21/07/2009, 18:06
Località: Chiavari (Ge)

Messaggiodi deliverance1979 » 13/06/2018, 8:29

E' no, troppo comodo trasformare il Diluvio universale a locale.

Non dimentichiamoci che la bibbia dice che dio avrebbe distrutto ogni essere vivente sulla terra, e che poi, al termine del Diluvio, diede lo stesso comando che secoli prima disse ad Adamo ed Eva, ovvero "siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra".

Quindi, a quella distruzione acquatica dovettero sopravvivere Noè, la sua famiglia e gli animali nell'Arca.

Se iniziamo a dire di quanti km quadrati era il Diluvio, allora possiamo fantasticare sul fatto che forse in Europa, o in Cina o in Africa si siano salvate altre persone distanti migliaia di Km dalla zona della tremenda inondazione.

Ma, dalla narrazione che si fa in genesi, sembra che l'umanità moderna provenga proprio dai tre figli di Noè, cosi come, secondo la tradizione geovista, e di altre fedi simili, (che prendono la bibbia in maniera letterale), anche gli animali provengono da quelle famose coppie scelte da Dio come primogenitori di tutti gli animali moderni. :boh: :conf:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4985
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Deliverance

Messaggiodi domingo7 » 13/06/2018, 11:06

E' no, troppo comodo trasformare il Diluvio universale a locale


Sicuramente hai ragione: è comodo, comodissimo ...

Anche noi cattolici ci siamo spesso sciroppati l'ipotesi geovitica, almeno fino all'inizio del XX secolo

E' stata la Bibbia del Ricciotti che per prima ha dato dignità all'ipotesi popolare ed alternativa, introducendo nelle note l'ipotesi verosimile di un diluvio locale o magari esteso, ma comunque sempre limitato e parziale

Facendo un po' il pedante, comunque, a rigor di termini:

in greco "ecumene" (οἰκουμένη) era il mondo conosciuto ed abitato, derivando dal verbo οἰκέω, "abitare" ed indicava la porzione di Terra conosciuta e abitata dall'uomo civile (escluse le terre sconosciute dei mauretani, dei numidi, dei caramanti, dei cimmeri, degli sciti, dei sarmati, dei massaggeti e degli iperborei)

In ebraico poi il termine "erets" tradotto con "terra" poteva indicare sia l'intero universo che una zona geografica particolare (come ti può confermare un qualunque dizionarietto on line come, ad esempio, blue letter bible)
Presentazione

Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie [Efesini 5,3-4]
Avatar utente
domingo7
Utente Senior
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: 21/07/2009, 18:06
Località: Chiavari (Ge)

Achille avrbbe anche ragione se...

Messaggiodi Vieri » 13/06/2018, 18:11

Victor scrive: scusa tu eri presente? Ma di che stiamo parlando? Se fosse così semplice come la metti tu, se ci fossero prove, il fatto che lo credano in 2,1 miliardi non conta niente (anche i TdG obiettano "allora che siamo, 6/7 milioni di creduloni?"), a nulla servirebbe la fede.

Il fatto è che rispondendo contemporaneamente anche ad Achille i cristiani credono non perchè "pensano che....."
ma per le parole del Vangelo
Giovanni 20,27-29
...27 Poi disse a Tommaso: «Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo ma credente!». 28 Rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». 29 Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, hai creduto: beati quelli che pur non avendo visto crederanno!».


Quindi il vero cristiano, per credere, non ha bisogno di prove e di miracoli o di leggere "storie estrapolate da sogni"....

Buon giornata
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5709
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 13/06/2018, 21:10

Vieri ha scritto:
Victor scrive: scusa tu eri presente? Ma di che stiamo parlando? Se fosse così semplice come la metti tu, se ci fossero prove, il fatto che lo credano in 2,1 miliardi non conta niente (anche i TdG obiettano "allora che siamo, 6/7 milioni di creduloni?"), a nulla servirebbe la fede.

Il fatto è che rispondendo contemporaneamente anche ad Achille i cristiani credono non perchè "pensano che....."
ma per le parole del Vangelo
Giovanni 20,27-29
...27 Poi disse a Tommaso: «Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo ma credente!». 28 Rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». 29 Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, hai creduto: beati quelli che pur non avendo visto crederanno!».


Quindi il vero cristiano, per credere, non ha bisogno di prove e di miracoli o di leggere "storie estrapolate da sogni"....

Buon giornata


Qual è, quindi, la differenza tra te e chi crede in Maometto asceso al cielo o il TdG che crede al diluvio universale? Se non servono le prove...
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1587
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Precedente

Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: nello80 e 14 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici