Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Testimoni di Geova e Dinosauri

Un'analisi delle affermazioni della Watchtower in contrasto con i fatti scientifici accertati

Moderatore: Cogitabonda

Testimoni di Geova e Dinosauri

Messaggiodi VictorVonDoom » 15/10/2020, 9:28

Una chiara dimostrazione della guida divina e della validità del "cibo a suo tempo" dispensato dallo Schiavo Fedele e Discreto.

Molto interessante e divertente, di alcune scempiaggini (tipo che i dinosauri potrebbero vivere su Venere :risata: ) non ne ero minimamente a conoscenza.

Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3012
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Socrate69 » 15/10/2020, 21:15

Parlando di dinosauri, più che risibile la tesi geovista secondo cui gli animali, prima del mitologico "diluvio" (avvenuto -2370 secondo i letteralisti biblici, tipo i TdG) erano vegetariani! (https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/196 ... cibo&p=par)
Qualche anno fà la BBC produsse un interessante serie documentaria intitolata Jurassic Fight Club che, tale un inchiesta poliziesca di scena di crimine, analizzava i ritrovamenti fossili nonché l'ambiente, per poi alla fine riprodurre con un animazione computerizzata quello per ipoteticamente sarebbe potuto accadere; ebbene, altro che dinosauri vegetariani! Certo che vi erano specie erbivore, ma quelle pericolose erano tutte carnivore, e la ferocia con cui predavano per sopravvivere era a miglia lontana dalla vita paradisiaca in cui molti credono che vi fosse in terra fino alla creazione di Adamo!
(non sò se la serie era stata tradotta in italiano, qui la prima puntata, in francese
https://www.dailymotion.com/video/x27knws)
Ogni religione si fonda sulla paura dei molti e sull’astuzia dei pochi - Stendhal

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Utente Master
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Achille » 15/10/2020, 21:35

A proposito di dinosauri vegetariani e creati poche migliaia di anni fa:
https://www.infotdgeova.it/dinosauri.html
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14401
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mauro1971 » 16/10/2020, 6:24

Si aggiunga, per l'estinzione dei Dinosauri, intorno ai 65.000.000 di anni fa, l'ipotesi oramai data praticamente per certa è quella dell'impatto di un grosso asteroide che avrebbe provocato un repentino e perdurante cambiamento climatico oltre alla distruzione causata dall'impatto e dalle immediate conseguenze di questo che vanno dagli incendi delle foreste in mezzo globo agli zsunami, terremoti e quant'altro.
Per i dinosauri che sopravvissero non c'era più cibo.
Non si estinsero però tutti, alcuni Dinosauri aviari sopravvissero e da questi discendono gli uccelli. Abbiamo un record fossile abbastanza preciso di questo processo evolutivo, e si molti Dinosauri avevano le piume.
A riprova ulteriore esperimenti effettuati sugli embrioni di polli in fase di sviluppo si rileva che sono presenti i tratti da Dinosauro negli embrioni in sviluppo e che inibendo la funzione di alcune proteine questi si sviluppano, dalla coda ad un muso senza becco e con dentatura da sauro.
Evidenze precise dell'Evoluzione da Dinosauro a Uccello.

Comunque, tornando al punto che volevo esporre, l'ipotesi che un meteorite fosse stato la causa dell'estinzione di massa dei Dinosauri venne al principio ipotizzata per i rilevamenti di uno strato sedimentario, siamo quindi in ambito geologico, in diversi punti del pianeta molto ricco di Iridio, elemento raro sulla Terra, e tutti databili allo stesso periodo che abbunto era attorno ai 65.000.000 di anni fa, ovvero coincidente con la scomparsa dei Dinosauri.
Siccome l'Iridio è rarissimo e gli asteroidi invece ne sono ricchi venne ipotizzato che vi fosse potuto esser stato un impatto di notevoli dimensioni. Venne poi individuato il cratere nel Golfo del Messico, o per essere più preciso venne scoperto che il Golfo del Messico è il cratere di quell'impatto e furono ritrovati in diversi siti lungo la costa lo stesso sedimento geologico coerenti con ciò che avrebbe lasciato dietro di sè quel tipo di impatto.
Successivamente con l'avanzare della tecnologia si sono potute fare simulazioni dell'impatto e degli effetti derivanti su supercomputer, molto precise.

Questi sono gli effetti di un evento catastrofico a livello globale che ha causato enormi devastazioni e l'estinzione di circa il 75% delle specie allora esistenti, questo ha lasciato tracce evidenti e rilevabili in tutto il pianeta ed oggi noi a 65.000.000 di anni di distanza le possiamo rilevare facilmente tanto sono forti.
Tenedo questo bene a mente pensiamo al Diluvio, che sarebbe avvenuto poche migliaia di anni fa, e se fossero anche decine di migliaia sarebbero comunque un'inezia rispetto a 65.000.000, ma del quale non vi è alcuna traccia coerente con gli effetti che avrebbe dovuto avere. Non solo negli strati geologici ma anche nel record fossile non si registra alcuna improvvisa sparizione delle specie dagli strati, che sarebbe dovuta avvenire dopo la morte di tutti gli animali in quanto questo è l'effetto di un'estinzione di massa ed il Diluvio per come raccontato proprio questo avrebbe dovuto essere.
Anche geneticamente sarebbero rilevabili e dovrebbero essere rilevabili dei "colli di bottiglia" tutti riconducibili allo stesso momento nel passato e dovrebbero essere presenti in tutte le specie viventi, frutto del discendere tutti da una singola coppia di progenitori tra l'altro in un tempo recente per la genetica, ma non vi è alcuna traccia di tutto questo, neppure lontanamente.

Ci ritroviamo quindi con un Diluvio del quale non solo non vi è traccia ma anzi tutti i dati che abbiamo indicano che il pianeta e la vita sono andati avanti negli ultimi milioni di anni esattamente come se questo non fosse mai avvenuto.
Conclusione: non è mai avvenuto, e non è un'ipotesi ma un dato di fatto, non ci sono spazi a opinioni personali, ci sono tutte le evidenze necessarie ed anche oltre.
Per ciò che è avvenuto 65.000.000 di anni fa le prove le abbiamo eccome.

Si può oggigiorno credere ad una qualsiasi confessione religiosa che proponga il Diluvio quale evento storicamente avvenuto e nei termini descritti nella Bibbia?
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10252
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Morpheus » 16/10/2020, 9:20

Un link a quando correttamente detto da Mauro, preso dalla Encyclopedia Britannica, spesso usate dal TdG come referenza.

https://www.britannica.com/animal/dinos ... #ref294524

Che bello usare fonti accreditate quando fanno comodo, e ignorarle quando sostengono tesi in contrasto con le proprie.
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Avatar utente
Morpheus
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1421
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi Romagnolo » 16/10/2020, 11:58

Grazie del link Morpheus, interessante la sintesi riportata dall' enciclopedia.
Il finale però potrebbe dare un appiglio ai tdg o a qualsiasi altro creazionista:


Una domanda importante è se le estinzioni siano state simultanee e istantanee o se non fossero sincrone e si siano estese a lungo. La precisione con cui il tempo geologico può essere misurato lascia molto a desiderare indipendentemente dai mezzi utilizzati (radiometrico, paleomagnetico o la più tradizionale misurazione del contenuto fossile degli strati stratigrafici). Solo raramente un evento "istantaneo" lascia una firma mondiale, o anche regionale, nella documentazione geologica, come accade a livello locale per un'eruzione vulcanica. I tentativi di individuare l'evento limite K – T, anche utilizzando le migliori tecniche di datazione radiometrica, danno come risultato un margine di errore dell'ordine di 50.000 anni. Di conseguenza, il tempo effettivo coinvolto in questa, o in una qualsiasi delle estinzioni precedenti o successive, è rimasto indeterminato.

"Raramente un evento istantaneo lascia una firma mondiale", ecco cosa potrebbe destare l' attenzione dei tdg per spiegarsi la mancanza di prove di un diluvio 4000 anni fa.
Comunque oltre alll' interessante aspetto del collo di bottiglia ricordato da Mauro71 come riprova se vi fu o meno un tale evento, verrebbe da domandarsi come mai Dio non avrebbe lasciato evidentissime tracce di quella distruzione dato che oltretutto dovrebbe fungere da evento ammonitore della futura distruzione dei malvagi e la nascita di un nuovo mondo.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6313
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi deliverance1979 » 16/10/2020, 12:01

Mauro1971 ha scritto:Si aggiunga, per l'estinzione dei Dinosauri, intorno ai 65.000.000 di anni fa, l'ipotesi oramai data praticamente per certa è quella dell'impatto di un grosso asteroide che avrebbe provocato un repentino e perdurante cambiamento climatico oltre alla distruzione causata dall'impatto e dalle immediate conseguenze di questo che vanno dagli incendi delle foreste in mezzo globo agli zsunami, terremoti e quant'altro.
Per i dinosauri che sopravvissero non c'era più cibo.
Non si estinsero però tutti, alcuni Dinosauri aviari sopravvissero e da questi discendono gli uccelli. Abbiamo un record fossile abbastanza preciso di questo processo evolutivo, e si molti Dinosauri avevano le piume.
A riprova ulteriore esperimenti effettuati sugli embrioni di polli in fase di sviluppo si rileva che sono presenti i tratti da Dinosauro negli embrioni in sviluppo e che inibendo la funzione di alcune proteine questi si sviluppano, dalla coda ad un muso senza becco e con dentatura da sauro.
Evidenze precise dell'Evoluzione da Dinosauro a Uccello.

Comunque, tornando al punto che volevo esporre, l'ipotesi che un meteorite fosse stato la causa dell'estinzione di massa dei Dinosauri venne al principio ipotizzata per i rilevamenti di uno strato sedimentario, siamo quindi in ambito geologico, in diversi punti del pianeta molto ricco di Iridio, elemento raro sulla Terra, e tutti databili allo stesso periodo che abbunto era attorno ai 65.000.000 di anni fa, ovvero coincidente con la scomparsa dei Dinosauri.
Siccome l'Iridio è rarissimo e gli asteroidi invece ne sono ricchi venne ipotizzato che vi fosse potuto esser stato un impatto di notevoli dimensioni. Venne poi individuato il cratere nel Golfo del Messico, o per essere più preciso venne scoperto che il Golfo del Messico è il cratere di quell'impatto e furono ritrovati in diversi siti lungo la costa lo stesso sedimento geologico coerenti con ciò che avrebbe lasciato dietro di sè quel tipo di impatto.
Successivamente con l'avanzare della tecnologia si sono potute fare simulazioni dell'impatto e degli effetti derivanti su supercomputer, molto precise.

Questi sono gli effetti di un evento catastrofico a livello globale che ha causato enormi devastazioni e l'estinzione di circa il 75% delle specie allora esistenti, questo ha lasciato tracce evidenti e rilevabili in tutto il pianeta ed oggi noi a 65.000.000 di anni di distanza le possiamo rilevare facilmente tanto sono forti.
Tenedo questo bene a mente pensiamo al Diluvio, che sarebbe avvenuto poche migliaia di anni fa, e se fossero anche decine di migliaia sarebbero comunque un'inezia rispetto a 65.000.000, ma del quale non vi è alcuna traccia coerente con gli effetti che avrebbe dovuto avere. Non solo negli strati geologici ma anche nel record fossile non si registra alcuna improvvisa sparizione delle specie dagli strati, che sarebbe dovuta avvenire dopo la morte di tutti gli animali in quanto questo è l'effetto di un'estinzione di massa ed il Diluvio per come raccontato proprio questo avrebbe dovuto essere.
Anche geneticamente sarebbero rilevabili e dovrebbero essere rilevabili dei "colli di bottiglia" tutti riconducibili allo stesso momento nel passato e dovrebbero essere presenti in tutte le specie viventi, frutto del discendere tutti da una singola coppia di progenitori tra l'altro in un tempo recente per la genetica, ma non vi è alcuna traccia di tutto questo, neppure lontanamente.

Ci ritroviamo quindi con un Diluvio del quale non solo non vi è traccia ma anzi tutti i dati che abbiamo indicano che il pianeta e la vita sono andati avanti negli ultimi milioni di anni esattamente come se questo non fosse mai avvenuto.
Conclusione: non è mai avvenuto, e non è un'ipotesi ma un dato di fatto, non ci sono spazi a opinioni personali, ci sono tutte le evidenze necessarie ed anche oltre.
Per ciò che è avvenuto 65.000.000 di anni fa le prove le abbiamo eccome.

Si può oggigiorno credere ad una qualsiasi confessione religiosa che proponga il Diluvio quale evento storicamente avvenuto e nei termini descritti nella Bibbia?


Si dice che anche delle eruzioni vulcaniche abbiano contribuito a falcidiare le specie dei dinosauri.
Tanto che, già prima dell'impatto con il meteorite, molte specie di dinosauri si erano già estinte.
Ora, a mente mi ricordavo qualche dettaglio sull'estinzione di questi grandi animali, ovvero sul tempo che trascorse tra l'impatto con il meteorite e la loro fine.
Sono andato a vedere qua e là nella rete ed ho trovato qualche interessante dato che riporto a braccio.
Innanzi tutto, l'impatto con il meteorite uccise sicuramente subito tutti gli animali entro il raggio di azione più critico.
Considerando che tale impatto ha sprigionato una potenza distruttiva pari 5 miliardi di volte l'esplosione della bomba atomica di Hiroshima.

Comunque è pur vero che i dinosauri che vivevano a migliaia di km di distanza dal punto di impatto non morirono subito, ma addirittura sopravvissero per migliaia di anni a tale stravolgimento climatico ed ambientale.
Mi sembra, ma non vorrei dire una cavolata, che alcune specie di dinosauri, sopravvissero addirittura fino ad un milione di anni dopo l'impatto del meteorite con il pianeta Terra.
Si ipotizza che le megafaune del pleistocene (che non erano dinosauri), vennero sterminate dagli homo sapiens 12000 anni fa.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6276
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi VictorVonDoom » 16/10/2020, 12:30

Romagnolo ha scritto:"Raramente un evento istantaneo lascia una firma mondiale", ecco cosa potrebbe destare l' attenzione dei tdg per spiegarsi la mancanza di prove di un diluvio 4000 anni fa.


Infatti la citazione completa è "Solo raramente un evento "istantaneo" lascia una firma mondiale, o anche regionale, nella documentazione geologica", ma la geologia non è l'unico campo che si può prendere in considerazione.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3012
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Metallo Pesante » 16/10/2020, 13:38

VictorVonDoom ha scritto:
Romagnolo ha scritto:"Raramente un evento istantaneo lascia una firma mondiale", ecco cosa potrebbe destare l' attenzione dei tdg per spiegarsi la mancanza di prove di un diluvio 4000 anni fa.


Infatti la citazione completa è "Solo raramente un evento "istantaneo" lascia una firma mondiale, o anche regionale, nella documentazione geologica", ma la geologia non è l'unico campo che si può prendere in considerazione.


VictorVonDoom, spero che tu metta il post su JWanalyze, con la trascrizione del video di Lloyd Evans :ironico:
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 200
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi Morpheus » 16/10/2020, 14:56

Tra l'altro, sono i TdG stessi che postulano che il diluvio abbia lasciato una enorme firma mondiale.

Infatti, postulano che prima del diluvio le montagne erano basse e i mari poco profondi. Il tutto per fare in modo che l'acqua che ora si trova sulla terra sia abbastanza da ricoprire i monti piu' alti. Con le altezze e le profondita' attuali l'acqua non basterebbe di gran lunga, invece postulando un mondo "piatto" o quasi prima del diluvio, possono ipotizzare che l'enorme pressione (!) ha spostato la crosta terrestre e da li sono nate le alte montagne che vediamo ora.

E' quindi un cane che si morde la coda:
Se dicono "non ci sono tracce del diluvio perche' raramente un evento del generelascia una firma mondiale", allora avrebbero un bel problema nello spiegare come 9000 metri di Everest sia stato sormontato dalla poca acqua che c'e' sulla terra.
Se invece dicono che "il diluvio ha riscritto la faccia della terra", allora lo dicono contro cio' che e' affermato [anche ]nell'enciclopedia.

Dovrebbero arrendersi...
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Avatar utente
Morpheus
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1421
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi Mauro1971 » 16/10/2020, 15:10

Romagnolo ha scritto:Grazie del link Morpheus, interessante la sintesi riportata dall' enciclopedia.
Il finale però potrebbe dare un appiglio ai tdg o a qualsiasi altro creazionista:


Una domanda importante è se le estinzioni siano state simultanee e istantanee o se non fossero sincrone e si siano estese a lungo. La precisione con cui il tempo geologico può essere misurato lascia molto a desiderare indipendentemente dai mezzi utilizzati (radiometrico, paleomagnetico o la più tradizionale misurazione del contenuto fossile degli strati stratigrafici). Solo raramente un evento "istantaneo" lascia una firma mondiale, o anche regionale, nella documentazione geologica, come accade a livello locale per un'eruzione vulcanica. I tentativi di individuare l'evento limite K – T, anche utilizzando le migliori tecniche di datazione radiometrica, danno come risultato un margine di errore dell'ordine di 50.000 anni. Di conseguenza, il tempo effettivo coinvolto in questa, o in una qualsiasi delle estinzioni precedenti o successive, è rimasto indeterminato.

"Raramente un evento istantaneo lascia una firma mondiale", ecco cosa potrebbe destare l' attenzione dei tdg per spiegarsi la mancanza di prove di un diluvio 4000 anni fa.
Comunque oltre alll' interessante aspetto del collo di bottiglia ricordato da Mauro71 come riprova se vi fu o meno un tale evento, verrebbe da domandarsi come mai Dio non avrebbe lasciato evidentissime tracce di quella distruzione dato che oltretutto dovrebbe fungere da evento ammonitore della futura distruzione dei malvagi e la nascita di un nuovo mondo.


La sparizione delle specie dai record fossili ci sarebbe eccome, ed essendo esser dovuto avvenire meno di 5.000 anni fa avremmo anche ritrovamenti non ossei, o meglio i ritrovamenti li abbiamo, anche di intere cittá e civiltá, é il buco che dovrebbe esserci che manca.

Inoltre sarebbe una estinzione talmente recente da richiedere il C14 ed il margine dierrapre sarebbe di poche decine di anni, non 50.000.

Bisogna sempre tenere a mente che il diluvio sarebbe evento molto recente, al massimo un 10.000 anni fa.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10252
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi VictorVonDoom » 16/10/2020, 15:33

Metallo Pesante ha scritto:VictorVonDoom, spero che tu metta il post su JWanalyze, con la trascrizione del video di Lloyd Evans :ironico:


Azz... mezz'ora di parlato è un lavoraccio! :risata: :risata: :risata:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3012
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Romagnolo » 16/10/2020, 18:28

Inoltre sarebbe una estinzione talmente recente da richiedere il C14 ed il margine dierrapre sarebbe di poche decine di anni, non 50.000

Concordo con te :ok: , ma il tdg di turno ti risponderebbe che prima del diluvio le acque che avvolgevano la terra la schermavano dal vento solare, riducendo drasticamente i livelli di radiocarbonio prodotti nell' atmosfera,....da qui le datazione di decine di migliaia di anni per i reperti umani ad esempio.
Però la cosa è sempre contestabile perché passeremmo da datazioni antichissime pre diluvio a quelle recentissime post diluvio senza trovare vie di mezzo che invece vengono riscontrate.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6313
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Mauro1971 » 16/10/2020, 19:43

E gli risponderei che:

1) Continua a non esserci stato un Diluvio, per cui non c'è stato un "prima".
2) Abbiamo le quantità C14 presenti nell'atmosfera, e per diverse aree del pianeta, sino a circa 50.000 anni fa. Si chiamano scale dendrocronologiche e non vi è traccia di una sottoproduzione del C14.
3) Il C14 viene prodotto dall'impatto di particelle cariche ad alta energia negli strati superiori dell'atmosfera, ben sopra le nuvole.
4) Che non piovesse è una assurdità immane, de facto falso. Abbiamo i segni dell'erosione pluviale in molte zone, e richiedono migliaia se non centinaia di migliaia di anni.
Abbuamo i ghiacci polari che non si formano senza neve, e la neve è pioggia a temperatura circa 0.
Idem i ghiacciai, in giro per il mondo, richiedono neve.
I fiumi ed i segni dell'erosione che hanno lasciato richiedono il ciclo dell'acqua, e richiede pioggia.
La salinità dei mari senza il ciclo che porta alla pioggia sarebbe divenuta velocemente insostenibile per la vita. Senza fiumi che che portino acqua dolce e con una continua evaporazione dell'acqua dei mari...
Le piante hanno le radici. A cosa sarebbe servito far "salire dei vapori dalla terra" quando avrebbero dovuto essere lasciati li?

E questo così, solo a primo acchitto. Se mi mettessi a cercare e ponderare un minimo credo le liste sarebbero un po' più lunghe...
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10252
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44


Torna a Scienza e Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici