Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

La verità sul medio oriente, oltre la propaganda antisemita

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

La verità sul medio oriente, oltre la propaganda antisemita

Messaggiodi Achille » 21/07/2014, 5:54

Immagine

Un sito assolutamente da conoscere:

http://veromedioriente.altervista.org/

Dalla presentazione:

Questo non è un sito pro-Israele, pro-palestinesi, pro-ebrei. È un sito che mostra i fatti come stanno senza la disinformazione le omissioni che sono presenti quasi sempre su questi argomenti. Guardando i fatti senza disinformazione sarà possibile farsi una idea corretta di cosa sta avvenendo.
Il sito è necessario perché la maggior parte delle persone hanno una conoscenza della situazione del medio oriente e di Israele che è completamente falsa e basata su invenzioni della propaganda disinformativa. Questa è una situazione che riguarda tutti e comporta gravi conseguenze sul piano dell'odio e della manipolazione.

Alcune persone hanno il cervello, le capacità razionali di ragionamento, annebbiate dal pregiudizio e dall'odio contro gli ebrei e/o contro Israele: per questa gente, gli odiatori, non c'è alcuna speranza. Provate a far ragionare chi ha abbandonato la via della ragione per quella del pregiudizio e dell'odio, è impossibile. Si tratta di un delirio che pagheremo tutti a caro prezzo.

Nota: Sarebbe stato interessante pubblicare anche articoli su come la gente si dimostri quasi sempre incapace di accettare le informazioni che vanno contro le loro credenze, con una vera e propria sindrome di dissonanza cognitiva di massa, ma questo è un'altro discorso. Ed è un discorso abbastanza triste perché, per quanto si cerchi di rimediare alla disinformazione ed alle falsità sugli ebrei e su Israele, la gente non vuole saperne di accettare come stanno realmente le cose. La stessa cosa avviene negli ambiti dove ci sono delle persone che credono in qualche bufala: a quanto pare, la gente ha la testa così dura da non volerne sapere di cambiare le loro false convinzioni!

Il pregiudizio contro Israele e contro gli ebrei è un dogma, ed "il dogmatico si fa forza della propria e altrui ignoranza".

Aveva ragione Albert Einstein quando diceva: "è più facile spezzare un atomo che un pregiudizio".
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12071
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi deliverance1979 » 21/07/2014, 6:56

Caro Achille, io la questione la faccio molto più terra terra...

La Palestina era sotto il comando britannico, quindi era una colonia dominata da una potenza militare straniera come molte altre....
Non che gli ebrei fossero degli stinchi di santi, poichè contro gli inglesi presenti nello stato di Israele, utilizzavano tutti i trucchetti della guerriglia (che oggi i palestinesi usano con loro) per accelerare il processo della creazione di uno stato.

Comunque, alla fine Israele ha ricevuto questo stato e lo ha difeso vincendo non una, ma ben 4 guerre, 1948, 1956, 1967 e 1973.

Ora che differenza c'è con le altre potenze che si sono create e conquistate uno stato?
Nulla.

L'Italia per essere riunita ha avuto bisogno di appoggi, di intrallazzi politici e di vittorie militari, dal 1800 alla fine della prima guerra mondiale.

C'è anche da dire un'altra cosa, Hamas lancia razzi indiscriminatamente ed a caso, che poi non fa vittime o ne fa poche grazie alla difesa antiaerea israeliana questa è un'altra questione.
Figuratevi se gli israeliani facessero uguale, colpi di artiglieria o bombe sganciate a caso, altro che 400 morti, non dimentichiamoci che Gaza è una delle zone più densamente popolate della terra con circa 4570 abitanti per chilometro quadrato.

Secondariamente, se i palestinesi avessero lo stesso potenziale militare degli israeliani, gli ebrei e lo stato ebraico semplicemente non esisterebbero, verrebbero spianati a misura di livella.

Gli israeliani avranno sicuramente le loro colpe ed avranno fatto i loro errori, ma l'informazione italiana è grottesca su questo, andando (non so perchè) a coccolare sempre la parte palestinese.

Anche se molti storceranno il naso, Israele è una democrazia che con tutti i suoi difetti ha un governo con cui si può parlare, con cui si può trattare e con molti diritti garantiti.
I palestinesi alle ultime elezioni, anzichè preferire un governo "moderato", quello dell'area dove satellita Abu Mazen, ha preferito Hamas.

Ogni scelta porta delle conseguenze.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi mr-shadow » 21/07/2014, 7:33

Sito totalmente inutile, come tutti quelli che - più o meno documentati - si stanno attualmente sbracciando a favore dell'una o dell'altra parte. Non che contenga delle falsità, sia chiaro da subito, ma è che i conflitti mediorientali (tutti lo sappiamo, anche chi fa finta di non saperlo) sono legati alla ricchezza del petrolio. Tutto il resto (pregi o difetti delle due parti), hanno la loro importanza, come la penetrazione islamica in Europa, ma c'entrano poco o nulla con quanto accade. Ad essere vittime di questo conflitto sono tutti quelli che - arabi o israeliani che siano - vorrebbero vivere in pace la propria vita. Il resto sono solo buone occasioni di propaganda di chi ha interesse a difendere l'una o l'altra cultura religiosa e/o politica.
Quanto sopra senza contare che in questo sito il prof. James Young difende gli israeliani dando più volte credito ad una bibbia che smonta parola per parola nell'altro suo sito http://razionalismo.altervista.org, sito dove ora il nome dello studioso (ma guarda che strano ), è cambiato in Abram Hunt (ma per fortuna c'è webarchive.org).
Allegati
webarchiverazionalismo.JPG
webarchiverazionalismo.JPG (78.84 KiB) Osservato 3923 volte
il credente si inalbera per tre motivi: 1) se deve a turbare la pace in cui è immerso, dovendosi chiedere come mai esista ancora qualche folle istigato da Satana a "combattere l'Onnipotente"; 2) quando si sente stupido se il critico dimostra d'aver ragione con argomentazioni serie e sensate; 3) quando è costretto ad ascoltare frasi di negazione, dato che dio è il "Si"
Avatar utente
mr-shadow
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2501
Iscritto il: 10/04/2010, 9:21

Messaggiodi Socrate69 » 21/07/2014, 7:36

Argomento MOLTO delicato...

Achille, non ho trovato sul web, cercando in diverse lingue, altre info sul gestore del sito, ma dandoci una svista, mi sembra un attivo sostenitore della causa d'Israele...

Metto questo link, attinente all'argomento, poi ne riparleremo.

http://www.lintellettualedissidente.it/ ... semitismo/

Saluti
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3584
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi mr-shadow » 21/07/2014, 7:38

Dopo il cambio del nome dell'altro sito mi sto convincendo che questo Young non esista, sia solo uno pseudonimo.
il credente si inalbera per tre motivi: 1) se deve a turbare la pace in cui è immerso, dovendosi chiedere come mai esista ancora qualche folle istigato da Satana a "combattere l'Onnipotente"; 2) quando si sente stupido se il critico dimostra d'aver ragione con argomentazioni serie e sensate; 3) quando è costretto ad ascoltare frasi di negazione, dato che dio è il "Si"
Avatar utente
mr-shadow
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2501
Iscritto il: 10/04/2010, 9:21

Messaggiodi deliverance1979 » 21/07/2014, 8:12

Non dimentichiamoci che chi lancia razzi per primo è guarda caso Hamas, i cui dirigenti non stanno in prima linea, bensì vivono lontano dai campi di battaglia dove lasciano i loro luogotenenti a portare avanti la guerra.
Poi è normale che se Israele per rappresaglia lancia i missili su case e depositi di Hamas, che furbamente li posiziona vicino a delle abitazioni in una delle zone più densamente popolate del pianeta, ci escono morti tra i civili.
Ma la colpa di chi è.....di Israele?

Quindi secondo molti opinionisti Israele, siccome ha l'IRON DOME, potrebbe allegramente convivere con la folkloristica usanza palestinese del lancio dei razzi o dei colpi di mortaio sparati a caso.....

Se volete vedere qualche statistica maccheronica vi posto la scadente wikipedia inglese...
http://en.wikipedia.org/wiki/Palestinian_rocket_attacks_on_Israel

Ora uno stato che ogni anno viene attaccato puntualmente in questa maniera (razzo più, colpo di mortaio meno), cosa dovrebbe fare?
Spallucce? :fronte:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi abuonconsiglio » 21/07/2014, 10:09

Ognuno può esprimere le sue opinioni riguardo alla situazione in medio oriente
Esistono peró degli aspetti tenebrosi da evidenziare.
1) L'avversione verso la filosofia e le scienze
2) L'estrema aggressivitá verso chi non è musulmano o, pur essendolo, appartiene a un gruppo diverso.

É evidente che assistiamo a un salto enorme rispetto ai TdG che non mostrano una violenza tale da indurre a torture fisiche, morte, atti di terrorismo o guerre e che pertanto si presentano nei gruppi fondamentalisti come qualcosa di aberrante.

È altresì vero che la WT usa la tattica dei due pesi e delle due misure...
Con i gruppi cristiani usa parole violente e dure scadendo spesso nella menzogna più spudorata ma con i musulmani si mostra diversa. Non scrive articoli di condanna né li offende o li dileggia. Le pubblicazioni per i musulmani sono sempre più striminzite e vuote. Fino ad alcuni anni fa menzionavano delle sure (e oggettivamente in modo bizarro). Ora non vi dono più citazioni dal Corano, solo qualche passo biblico.
Si tratta di una salutare prudenza che scontra peró violentemente con la tracotante messe di articoli offensivi verso altre religioni colpevoli di aver imparato dopo tanti secoli di odio a confrontarsi ed a essere tolleranti.
Avatar utente
abuonconsiglio
Utente Junior
 
Messaggi: 572
Iscritto il: 24/11/2009, 9:17

Messaggiodi abuonconsiglio » 21/07/2014, 10:31

Per quanto riguarda gli ebrei l'articolo indica chiaramente in modo indiretto il motivo pet cui sono avversati.

Dice che ogni ebreo cresce con il culto della ricostruzione della sua nazione.
Ora un'idea del genere era fino a tempi recenti assolutamente inammissibile per una nazione che persegue i suoi obiettivi.
Il primo di essi è che tutta la popolazione sia coesa verso i valori nazionali e che gli stranieri devono scegliere tra il conformarsi o andare via.
Quindi l'ebreo o lo zingaro venivano avvertiti come elementi socialmente pericolosi e si creavano tutti i presupposti per le varie ondate di razzismo.


I palestinesi protestano per l'occupazione delle loro terre.
Hanno ragione?
Probabilmente sì ma dopo 70 anni sembra che siano mossi piú dall'odio religioso che dalla necessitâ ed è vero chr i gruppi dirigentispendono tutto per le armi e nulla per la popolazione, perchè in fondo in fondo un popolo affamato suscita simpatia...
Avatar utente
abuonconsiglio
Utente Junior
 
Messaggi: 572
Iscritto il: 24/11/2009, 9:17

Messaggiodi Dario Piraino » 21/07/2014, 13:02

Qualche domanda per i benpensanti...
Qual'è la patria dei palestinesi?
Perdere sistematicamente le guerre toglie il diritto di sentirsi padroni di casa?
Un padrone di casa che uccide per la sua terra è un terrorista o un partigiano?
Sapevate che i partigiani venivano chiamati criminali dai nazisti, lo erano?
Qualcuno di voi è a conoscenza della guerra dell'acqua? Se si è capace di riassumerla?
Chi crede che i nostri partigiani degli anni 40 sarebbe scattato alla difesa della patria per molto meno?
Se la guerra l'avesse vinta la Palestina, Hamas passerebbe alla storia come organizzazione terroristica o come milizia partigiana che ha difeso i tetti paterni?
Ai miei tempi la fine era più vicina!!!


http://freeforumzone.leonardo.it/d/4595 ... sione.aspx
Dario Piraino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 16/07/2009, 19:39

Messaggiodi deliverance1979 » 21/07/2014, 13:15

abuonconsiglio ha scritto:perchè in fondo in fondo un popolo affamato suscita simpatia


Forse sarò l'eccezione che conferma la regola. (non è un'attacco a te abuonconsiglio.... :ironico: :ironico: :ironico: )

Penso che la tattica palestinese dello scontro a tutti i costi, nonostante siano stati scaricati militarmente da tutti (Egitto, Giordania, Siria e Libano), ormai sia diventata stucchevole e contro producente.
Siamo realisti, della Palestina non frega niente a nessuno perchè geo politicamente parlando ed economicamente parlando, insignificante....

Ora, io palestinese consapevole di questo, anzichè cercare uno scontro diretto con il mio vicino ebreo, tenterei una strada leggermente più proficua e più intelligente.
Gli ebrei stanno avanti ai palestinesi in tutto..... a partire dal sistema politico :fronte:

Cercare di creare pacificamente uno stato palestinese è la cosa migliore per i civili e soprattutto per i militanti.
Affrontare a muso duro un campione olimpico di pugilato è una pessima scelta, purtroppo Hamas ed organizzazioni simili non hanno capito questo nonostante mesi e mesi passati all'ospedale a curarsi le ferite (metaforicamente parlando).

Basta vedere le manifestazioni che hanno organizzato in Francia, con l'intento di attaccare sinagoghe ed attività ebraiche.... e questa sarebbe la gente che io dovrei capire?
Perchè non fanno altrettanto gli ebrei, distruggendo negozi di musulmani, moschee e via dicendo? :boh: :boh: :boh:

A che scopo i filo palestinesi fanno questo?
Solo per rompere le ghiandole riproduttive e basta.... passando come sempre per attaccabrighe, per gente pericolosa che alla fine si merita quello che riceve....
Nessuno vuole un vicino di casa rissoso e pericoloso, e quando si ha una capacità fisica superiore, la si impiega quando questo esce dal seminato.... :ok:

Forse gli ebrei saranno più furbi?
Può essere, ma lo sanno fare... :ok:

Se dopo 76 anni di sconfitte i palestinesi non hanno capito come si vive a questo mondo, io qualche domanda o dubbio me lo porrei... :boh: :boh: :boh:

Ahhh dimenticavo, i simpatizzanti storici dei palestinesi sono i nazionalsocialisti ed i fascisti.... cosi, tanto per ricordare a qualche simpatizzante rosso della falce e martello come stanno le cose... :help: :help: :help:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi deliverance1979 » 21/07/2014, 13:21

Dario Piraino ha scritto:Qualche domanda per i benpensanti...
Qual'è la patria dei palestinesi?
Perdere sistematicamente le guerre toglie il diritto di sentirsi padroni di casa?
Un padrone di casa che uccide per la sua terra è un terrorista o un partigiano?
Sapevate che i partigiani venivano chiamati criminali dai nazisti, lo erano?
Qualcuno di voi è a conoscenza della guerra dell'acqua? Se si è capace di riassumerla?
Chi crede che i nostri partigiani degli anni 40 sarebbe scattato alla difesa della patria per molto meno?
Se la guerra l'avesse vinta la Palestina, Hamas passerebbe alla storia come organizzazione terroristica o come milizia partigiana che ha difeso i tetti paterni?


Ma il problema di fondo nasce proprio dalla patria effettiva della Palestina.
La Palestina effettivamente non è mai esistita come nazione, ma solo come descrizione di un territorio sotto il dominio ottomano (pardon, impero romano).
Comunque, quando l'impero ottomano si dissolse, l'area divenne protettorato britannico.

Quindi nessuno invase nessuno.

Anzi, di più, nei primi anni di mandato britannico c'erano pesanti sanzioni sul numero di palestinesi ed ebrei che dovevano essere presenti nel territorio.
Mi sembra che per ogni ebreo dovessero esserci 6 arabi.....vado a braccio.

E' solo dal 1948 quando alla fine i britannici si ruppero le ghiandole riproduttive che si formò lo stato d'Israele.
Anche perchè l'olocausto era vicino come tragedia.

Gli ebrei combatterono una guerra inferiori di numero e di equipaggiamenti, ed alla fine vinsero con la forza il diritto di avere quella terra.

Forse visto dalla parte dei palestinesi potrebbe essere ingiusto, ma alla fine gli ebrei colsero un'opportunità.

La palestina non è mai esistita, e dall'impero ottomano, passando per il protettorato britannico, si passò al confronto armato per stabilire di chi dovesse essere.

Gli arabi persero nel 1948, nel 1956, nel 1967 ed infine nel 1973.....

4 a 0.

Qualcosa dovrà pure contare questo, oppure no.... :boh: :boh: :boh:
Ultima modifica di deliverance1979 il 21/07/2014, 13:48, modificato 1 volta in totale.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Dario Piraino » 21/07/2014, 13:29

deliverance1979 ha scritto:
Dario Piraino ha scritto:Qualche domanda per i benpensanti...
Qual'è la patria dei palestinesi?
Perdere sistematicamente le guerre toglie il diritto di sentirsi padroni di casa?
Un padrone di casa che uccide per la sua terra è un terrorista o un partigiano?
Sapevate che i partigiani venivano chiamati criminali dai nazisti, lo erano?
Qualcuno di voi è a conoscenza della guerra dell'acqua? Se si è capace di riassumerla?
Chi crede che i nostri partigiani degli anni 40 sarebbe scattato alla difesa della patria per molto meno?
Se la guerra l'avesse vinta la Palestina, Hamas passerebbe alla storia come organizzazione terroristica o come milizia partigiana che ha difeso i tetti paterni?


Ma il problema di fondo nasce proprio dalla patria effettiva della palestina.
La palestina effettivamente non è mai esistita come nazione, ma solo come descrizione di un territorio sotto il dominio ottomano.
Quando l'impero ottomano si dissolse, l'area divenne protettorato britannico.

Quindi nessuno invase nessuno.

Anzi, di più, nei primi anni di mandato britannico c'erano pesanti sanzioni sul numero di palestinesi ed ebrei che dovevano essere presenti nel territorio.
Mi sembra che per ogni ebreo dovessero esserci 6 arabi.....vado a braccio.

E' solo dal 1948 quando alla fine i britannici si ruppero le ghiandole riproduttive che si formò lo stato d'Israele.
Anche perchè l'olocausto era vicino come tragedia.

Gli ebrei combatterono una guerra inferiori di numero e di equipaggiamenti, ed alla fine vinsero con la forza il diritto di avere quella terra.

Forse visto dalla parte dei palestinesi potrebbe essere ingiusto, ma alla fine gli ebrei colsero un'opportunità.

La palestina non è mai esistita, e dall'impero ottomano, passando per il protettorato britannico, si passò al confronto armato per stabilire di chi dovesse essere.

Gli arabi persero nel 1948, nel 1956, nel 1967 ed infine nel 1973.....

4 a 0.

Qualcosa dovrà pure contare questo, oppure no.... :boh: :boh: :boh:


Conta come le vittorie dei coloni americani sui pellerossa, un genocidio...
Genocidio simile a quello di Israele inasprito dalla guerra dell'acqua, silenziosa ma peggiore delle armi, ne sapete qualcosa?
Il padrone di casa ha il diritto di difendere i tetti paterni, si o no?
Ai miei tempi la fine era più vicina!!!


http://freeforumzone.leonardo.it/d/4595 ... sione.aspx
Dario Piraino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 16/07/2009, 19:39

Messaggiodi deliverance1979 » 21/07/2014, 13:39

Il padrone di casa è un concetto ampio, anche perchè gli ebrei sono stati presenti in Palestina da sempre.

Comunque si, i palestinesi hanno il diritto di mettere le bombe ed attaccare Israele, come Israele ha il diritto di utilizzare la forza che ha a disposizione per spianare i palestinesi....

Torno a ripetere, dal 1973, fossi stato Hamas o la OLP, avrei cercato un'altra strada per ottenere l'indipendenza...

Con la violenza, oltre a prendere una quantità illimitata di legnate, non si risolve nulla (in questo caso, non è l'Afganistan 1979-1989 o il Vietnam 1965-1975), perchè la violenza di Hamas è inefficace ed inconcludente.
Tanto più che i capi di Hamas non stanno neanche in Palestina, chissà perchè.....

Per la serie armiamoci e partite, combatterete e vinceremo....

La frase fatta "la violenza si ferma con la pace" è purtroppo a mio avviso una vaccata, la violenza, proprio come un incontro di lotta, si vince se si è più violenti e resistenti dell'avversario.
La storia insegna questo, poi se ci illudiamo che per la Palestina sia diverso, possiamo anche crederci, ma non è cosi.

Gli ebrei dopo l'olocausto hanno 6 milioni di ragioni per avere una patria, quindi non penso che con una guerra di logoramento (anche se a conti fatti logora di più i palestinesi visti i numeri di danni e morti) li si possa intimidire....hanno pazienza, tanta pazienza...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Dario Piraino » 21/07/2014, 13:54

deliverance1979 ha scritto:Il padrone di casa è un concetto ampio, anche perchè gli ebrei sono stati presenti in Palestina da sempre.

Non mi pare, sono arrivati con un migrante di UR, che mai ha conquistato il suo popolo l'intera palestina, i Philistin (Filistei) sono sempre esistiti li e mai israele nonostante le promesse di Yhwh è riuscito a eliminarli.

Comunque si, i palestinesi hanno il diritto di mettere le bombe ed attaccare Israele, come Israele ha il diritto di utilizzare la forza che ha a disposizione per spianare i palestinesi....

Come anche i Nazisti in territorio italico avevano il diritto di difendersi con le rappresaglie...]


Torno a ripetere, dal 1973, fossi stato Hamas o la OLP, avrei cercato un'altra strada per ottenere l'indipendenza...

Tipo il suicidio?


Con la violenza, oltre a prendere una quantità illimitata di legnate, non si risolve nulla (in questo caso, non è l'Afganistan 1979-1989 o il Vietnam 1965-1975), perchè la violenza di Hamas è inefficace ed inconcludente.

Mai pensato che sia la disperazione a muovere quei razzetti ridicoli? Come le frecce dei pellerossa contro le pallottole delle giubbe blu?
Tanto più che i capi di Hamas non stanno neanche in Palestina, chissà perchè.....



Per la serie armiamoci e partite, combatterete e vinceremo....

La frase fatta "la violenza si ferma con la pace" è purtroppo a mio avviso una vaccata, la violenza, proprio come un incontro di lotta, si vince se si è più violenti e resistenti dell'avversario.

La violenza si ferma quando gli abusi cessano...


La storia insegna questo, poi se ci illudiamo che per la Palestina sia diverso, possiamo anche crederci, ma non è cosi.

La storia è stata fatta di genocidi, di comandanti vincenti e di popoli più deboli coi diritti calpestati e le memorie offese nella storia.



Gli ebrei dopo l'olocausto hanno 6 milioni di ragioni per avere una patria, quindi non penso che con una guerra di logoramento (anche se a conti fatti logora di più i palestinesi visti i numeri di danni e morti) li si possa intimidire....hanno pazienza, tanta pazienza...


La scusa di essere stati trattati male dalla Germania non da il diritto di trattare male altri, deboli coi forti e forti coi deboli, avendo patito il peggio che l'umanità possa offrire da per caso diritti di rivalsa su terreni ove non si possiede un nonno, un padre un bisnonno? NO!
Ai miei tempi la fine era più vicina!!!


http://freeforumzone.leonardo.it/d/4595 ... sione.aspx
Dario Piraino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 16/07/2009, 19:39

Messaggiodi deliverance1979 » 21/07/2014, 14:11

Ma guarda che Israele ha combattuto 4 guerre in netta inferiorità numerica ed ha sempre vinto.
Quindi.
Poi Israele non tratta male nessuno, risponde a degli attacchi.
Se Israele volesse la Palestina araba sarebbe cancellata in un mese.

Nessuno dice mai quanti attacchi di razzi e bombe di mortaio subisce Israele ogni anno senza rispondere.
Poi è normale che quando la misura è colma ogni stato democratico che si rispetti risponde agli attacchi.
Mi sembra normale.

Non scordiamoci che tutto è iniziato con l'uccisione di tre ragazzi ebrei.
Senza contare, come ho postato dal link di wikipedia, come ogni anno i palestinesi lancino verso Israele razzi e colpi di mortaio a caso, e ripeto a caso.... :fronte:

A me sembra che la violenza dei palestinesi sia spesso vista come giusta e motivata, mentre la risposta militare di Israele (e ripeto risposta non attacco preventivo) profondamente sbagliata, in mala fede e motivata solo da prepotenza...
C'è qualcosa che non quadra in tutto questo.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Dario Piraino » 21/07/2014, 14:29

deliverance1979 ha scritto:Ma guarda che Israele ha combattuto 4 guerre in netta inferiorità numerica ed ha sempre vinto.
Quindi.
Poi Israele non tratta male nessuno, risponde a degli attacchi.
Se Israele volesse la Palestina araba sarebbe cancellata in un mese.

Nessuno dice mai quanti attacchi di razzi e bombe di mortaio subisce Israele ogni anno senza rispondere.
Poi è normale che quando la misura è colma ogni stato democratico che si rispetti risponde agli attacchi.
Mi sembra normale.

Non scordiamoci che tutto è iniziato con l'uccisione di tre ragazzi ebrei.
Senza contare, come ho postato dal link di wikipedia, come ogni anno i palestinesi lancino verso Israele razzi e colpi di mortaio a caso, e ripeto a caso.... :fronte:

A me sembra che la violenza dei palestinesi sia spesso vista come giusta e motivata, mentre la risposta militare di Israele (e ripeto risposta non attacco preventivo) profondamente sbagliata, in mala fede e motivata solo da prepotenza...
C'è qualcosa che non quadra in tutto questo.


Queste sono parole di propaganda sionista massonica...
Gli israeliani inferiorità numerica ma con armi migliori e ricordiamoci in casa altrui, Ancora non mi hai detto cosa succede dal 2000 con la guerra dell'acqua, i tre ragazzi ebrei erano coloni e non israeliani entro confine, sai cosa significa me lo puoi illustrare?
Se hai l'impressione che spesso l'opinione pubblica (non i media) sia dalla parte dei palestinesi è perchè qualcosa che gli era sfuggita ora l'ha afferrata... dal 2000 sono cambiate molte cose che ignori (guerra dell'acqua) che nessuno te ne parla se non un report alle 02.00 del mattino in tv... molta gente non se la sente di chiamare terroristi chi difende i tetti paterni... la guerra ha dato una piega alla terminologia usata, a favore dei vincitori (con armi americane e inglesi) progetto dell'ambiente massonico... a me come a molti altri queste cose non piacciono. Quando poi mi spieghi per bene la guerra dell'acqua in Palestina di questo nuovo millennio iniziamo a parlare seriamente.
Ai miei tempi la fine era più vicina!!!


http://freeforumzone.leonardo.it/d/4595 ... sione.aspx
Dario Piraino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 16/07/2009, 19:39

Messaggiodi Cogitabonda » 21/07/2014, 14:40

Dario Piraino ha scritto:Qualche domanda per i benpensanti...
Dario Piraino ha scritto:Queste sono parole di propaganda sionista massonica...
Dario, preferirei che tu esprimessi le tue idee senza appiccicare etichette agli altri.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8374
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Dario Piraino » 21/07/2014, 14:51

Questo documentario di 12 pezzi fu girato qualche anno fa, ben prima degli scontri odierni e sinceramente mi domando che pazienza/paura abbiano avuto i Palestinesi per aspettare tanto a reagire, noi italiani non avremmo aspettato tanto a mobilitare i nostri partigiani anche se morte sarà! Chi ha pazienza verso chi?
Ora siete tutti coinvolti e nessuno di voi può dire io non lo sapevo o in tv mi han detto altre cose! Quando ho letto il titolo con il termine "verità" mi ha mosso una domanda che vi giro... ma chi sostiene di possedere una verità secondo esperienza vissuta cosa vi fa sorgere come sentimento?

Buona visione e ne riparliamo dopo un'attenta analisi!





















Ai miei tempi la fine era più vicina!!!


http://freeforumzone.leonardo.it/d/4595 ... sione.aspx
Dario Piraino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 16/07/2009, 19:39

Messaggiodi Dario Piraino » 21/07/2014, 14:54

Cogitabonda ha scritto:
Dario Piraino ha scritto:Qualche domanda per i benpensanti...
Dario Piraino ha scritto:Queste sono parole di propaganda sionista massonica...
Dario, preferirei che tu esprimessi le tue idee senza appiccicare etichette agli altri.



"oltre la propaganda antisemita"

E questa frase me la sapresti codificare come un'idea propria o un'etichetta? Puoi spiegarmi meglio cosa preferiresti in base alla cronostoria delle frasi presenti in questa discussione... tutte? Grazie.
Ai miei tempi la fine era più vicina!!!


http://freeforumzone.leonardo.it/d/4595 ... sione.aspx
Dario Piraino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 16/07/2009, 19:39

Messaggiodi Cogitabonda » 21/07/2014, 15:14

Dario Piraino ha scritto:
"oltre la propaganda antisemita"

E questa frase me la sapresti codificare come un'idea propria o un'etichetta? Puoi spiegarmi meglio cosa preferiresti in base alla cronostoria delle frasi presenti in questa discussione... tutte? Grazie.
I foristi esprimono le loro opinioni e citano le informazioni e le fonti che conoscono, però finora lo hanno fatto senza appiccicare etichette agli altri partecipanti alla discussione.
La frase che citi era nel titolo del thread, quindi non poteva in nessun modo essere indirizzata a qualche altro forista. Il titolo del thread afferma che esiste una propaganda antisemita, ma non ha accusato nessuno di esserne un portavoce.
Spero che adesso il mio messaggio sia più chiaro.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8374
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Dario Piraino » 21/07/2014, 16:19

Cogitabonda ha scritto:
Dario Piraino ha scritto:
"oltre la propaganda antisemita"

E questa frase me la sapresti codificare come un'idea propria o un'etichetta? Puoi spiegarmi meglio cosa preferiresti in base alla cronostoria delle frasi presenti in questa discussione... tutte? Grazie.
I foristi esprimono le loro opinioni e citano le informazioni e le fonti che conoscono, però finora lo hanno fatto senza appiccicare etichette agli altri partecipanti alla discussione.
La frase che citi era nel titolo del thread, quindi non poteva in nessun modo essere indirizzata a qualche altro forista. Il titolo del thread afferma che esiste una propaganda antisemita, ma non ha accusato nessuno di esserne un portavoce.
Spero che adesso il mio messaggio sia più chiaro.


La comunicazione ad imbuto è conosciutissima a chiunque sappia per cultura dell'espressione impostare una discussione, questo metodo porta ad indirizzare un confronto apparentemente senza mostrare una faziosità e scoraggiare chi la pensa diversamente per essere automaticamente etichettato a priori,io sono capace come molti qui presenti a trovare queste finezze dialettiche e non farmi arretire... con coraggio esporre comunque il mio pensiero e nessun problema a rispondere ad uno slogan con similare metodologia (vedi S. Paolo), puntualizzata la mia posizione ti invito cortesemente a rientrare in tema, un tema appunto, molto delicato e spinoso nel quale una discussione seria possa darci a tutti uno spunto di riflessione e che nessuna parte senta di possedere "LA VERITA'" assoluta, non chi critica l'operato di Israele e nemmeno chi critica la posizione della popolazione palestinese, a tutti possono mancare dei tasselli utili a visualizzare meglio il quadro drammatico che si sta svolgendo.
Ai miei tempi la fine era più vicina!!!


http://freeforumzone.leonardo.it/d/4595 ... sione.aspx
Dario Piraino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 16/07/2009, 19:39

Messaggiodi Achille » 21/07/2014, 16:34

Il titolo del thread è il titolo stesso del sito che ho linkato.
Un sito che ritengo estremamente documentato ed informativo.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12071
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Ray » 21/07/2014, 16:36

La Palestina è stata sempre terra di scontri,e lo sarà fin quando ci saranno dietro interessi sia di predominio territoriale che politico che economico.
Prima c'ero io,ancora prima c'ero io,si ma ancora prima c'ero io,questo non è una soluzione,il volere a tutti costi delegittimare un popolo a scapito dell'altro . La soluzione ? Mah...ci sara mai ? :boh:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10930
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Achille » 21/07/2014, 16:36

Manifestanti:

Immagine

Vorrei vedere se qualcuno si azzardasse a fare manifestazioni del genere in qualche paese islamico, magari usando slogan del genere contro gli stessi islamici.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12071
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 21/07/2014, 16:42

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12071
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Dario Piraino » 21/07/2014, 16:47

Qui vediamo una manifestazione di gioia di questa settimana di israeliani che dopo aver bombardato ed ucciso danzano intorno alle loro postazioni con musiche da sabato sera, allo stesso modo che danzavano i talebani dopo aver abbattuto un'aereo nemico. (materiale trovato in una loro pagina FB ed esibita con vanto!)



https://www.facebook.com/photo.php?v=10152116958866846&set=vb.536026845&type=2&theater
Ai miei tempi la fine era più vicina!!!


http://freeforumzone.leonardo.it/d/4595 ... sione.aspx
Dario Piraino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 16/07/2009, 19:39

Messaggiodi Ray » 21/07/2014, 16:49

Achille Lorenzi ha scritto:Manifestanti:

Immagine

Vorrei vedere se qualcuno si azzardasse a fare manifestazioni del genere in qualche paese islamico, magari usando slogan del genere contro gli stessi islamici.


E' chiaro che se dovessi vivere in Palestina preferirei un paese "moderno" e non uno rimasto al medioevo.
.. auspicherei questo anche per gli stessi palestinesi,ma questo purtroppo non l'hanno capito neanche loro... :addio:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10930
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Achille » 21/07/2014, 16:56

Un'osservazione personale a proposito di una cosa successa due giorni fa.
Ho postato su facebook qualche messaggio sulla questione della guerra fra Israele ed Hamas.
In sintesi osservavo che ritengo che Israele abbia il diritto di difendersi dagli attacchi di un gruppo dichiaratamente terroristico che si propone nel suo statuto di sterminare tutti gli Ebrei.

Un "amico" su facebook mi ha attaccato in privato, offendendomi in maniera veramente velenosa per aver inserito questi messaggi.
Sono rimasto davvero sbigottito da questa reazione aggressiva e maleducata.
Dopo uno scambio di messaggi via via sempre più critici, ho cancellato questo "amico" dai miei contatti.

Mi sembra di avere a che fare con degli estremisti a volte, gente che crede che solo il suo punto di vista sia quello giusto e che diventa intollerante ed intransigente - fino al punto di offendere - quando qualcuno esprime opinioni diverse.
Pradossalmente questo "amico" mi ha detto che lui ha più di 1400 amici su facebook, e che va d'accordo con tutti loro, anche se (sic) "la stragrande maggioranza sono degli ipocriti ed opportunisti".
E questi sarebbero gli amici. Figuriamoci se fossero nemici...
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12071
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 21/07/2014, 17:05

Ray ha scritto:E' chiaro che se dovessi vivere in Palestina preferirei un paese "moderno" e non uno rimasto al medioevo.
.. auspicherei questo anche per gli stessi palestinesi,ma questo purtroppo non l'hanno capito neanche loro...
Con i governanti che si sono scelti - i terroristi di Hamas - nel medio evo ci rimarranno a lungo.

«Da quando ha preso il potere, Hamas ha instaurato nella vita pubblica della striscia di Gaza duri provvedimenti religiosi in linea con la legge islamica. Il massimo giudice di Gaza ha ordinato agli avvocati donna di indossare il velo islamico. Squadre di “poliziotti della virtù” pattugliano le spiagge di Gaza per garantire che donne e uomini siano appropriatamente coperti, ammonendo e persino arrestando le donne che osano bagnarsi non coperte. Un crescente numero di scuole pubbliche impone alle allieve velo e mantello come uniforme, rispedendo a casa le ragazze che osano presentarsi in jeans. Dai concerti musicali ai negozi di parrucchiere, Hamas fa calare il buio su Gaza. Nel marzo 2010, Hamas ha vietato agli uomini di lavorare negli negozi di parrucchiere e negli istituti di bellezza per donne, che sono stati anche bersaglio di esplosioni e altri attentati sin da quando Hamas ha assunto il controllo. Hamas vieta a uomini e donne di ballare pubblicamente insieme, e si sa di militanti di Hamas armati di kalashnikov che hanno fatto irruzione in luoghi di ballo, facendoli chiudere. Vedremo le immagini della povera donna iraniana condotta alla morte, il lancio delle pietre sulla sua testa che reclina, la follia negli occhi degli uomini che la uccidono. I nostri giornalisti in sciopero per la "libertà di stampa" in Italia dedicheranno qualche breve minuto a disagio alla cosa, scuotendo gravemente la testa. E poi torneranno nei loro caffè a Campo dei Fiori. A parlare male di Israele che affama quelli di Gaza e a elogiare Meg Ryan e Dustin Hoffman che hanno appena boicottato il festival del cinema israeliano. Questi tristi ipocriti senza morale».

Immagine

Fonte: http://www.ilfoglio.it/articoli/v/52458 ... pidate.htm
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12071
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 21/07/2014, 17:15

Come vengono educati i bambini nel regime di Hamas:

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12071
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Prossimo

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici