Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Sull'orlo dell'apocalisse ecologica Ma anche no

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Sull'orlo dell'apocalisse ecologica Ma anche no

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 09/11/2014, 12:07

di Fabio Spina
07-11-2014

Immagine

Durante l’ultima estate un nuovo termine è stato coniato: meteo-terrorismo. Vocabolo da utilizzare sui quotidiani quando le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni risultano sbagliate causando scelte errate e talvolta dannose. Quando si tratta di pochi giorni è possibile verificare le previsioni, a lunga scadenza la faccenda è diversa, le persone si dimenticano, non si lamentano, non si accorgono che nel tempo le previsioni cambiano: in tali casi non si dichiarano mai sbagliate, si dice che le previsioni hanno solo necessità di aggiornarsi.

È così che intere generazioni, ad esempio negli anni ’70 del secolo scorso, sono state convinte che il petrolio ormai fosse agli sgoccioli, finito; per i combustibili fossili era ormai necessaria l’austerity perché sarebbero stati sempre più rari e costosi. I modelli matematici prevedevano dopo pochi anni che le risorse naturali sarebbero finite, sarebbero state loro a limitare inevitabilmente lo sviluppo.

Dopo un po’ di decenni abbiamo scoperto che i combustibili fossili sono troppi e recentemente addirittura costano troppo poco, probabilmente saranno sufficienti per soddisfare l’esigenze del prossimo secolo. Ora, per i modelli matematici, il problema non è la loro fine, magari avvenisse secondo qualcuno, a preoccupare sono le emissioni di anidride carbonica prodotte dalla loro presente e futura combustione. No, non si tratta di una sostanza tossica, artificiale, del fumo nero che esce dalle ciminiere. Quello che preoccupa è un composto naturale, incolore e non tossico (se non ad alte concentrazioni). Ora non preoccupano più lo scoprire l’esistenza dei limiti dello sviluppo, la decrescita è divenuta felice; o almeno lo era finché non si è cominciato a decrescere veramente.

Prima con l’austerity non si consumavano risorse, non girava moneta, oggi invece per salvare il pianeta c’è la “green economy”, per salvare l’atmosfera c’è la borsa dei crediti del carbonio, i limiti dello sviluppo dipendono dalla sostenibilità della produzione e dei servizi. Economia, borsa, crescita, etc., sono tutti termini percepiti come negativi che trasformati in “green economy”, “emission trading system”, sviluppo sostenibile, sembrano mettere d’accordo industriali, no-global, finanza, marketing e spesso uomini di Chiesa.

Le più famose previsioni attuali a lunga scadenza sono quelle sul “cambiamento climatico”, come attualmente si preferisce dire rispetto a “riscaldamento globale”, specie da quando la temperatura globale da circa 15 anni non cresce. In questo campo le previsioni arrivano ad un secolo, spesso sono aggiornate ogni 4-5 anni, ma chi le verifica? Nessuno lo fa e nessuno ha coniato il termine di clima-terrorismo?

Eppure di previsioni climatiche se ne fanno tante. Ormai la pubblicazione di ogni un nuovo report dell’Ipcc avviene a rate, affinché ad ogni nuova rata del nuovo report l’annuncio della catastrofe si rinnovi. Abbiate pazienza! Pochi giorni fa è stata presentata la sintesi del nuovo rapporto Ipcc sui cambiamenti climatici, dopo che nell’ultimo anno erano state presentate in pompa magna le varie parti dello studio.

La grande notizia sui quotidiani sembra essere che la concentrazione dell’anidride carbonica non è mai stata così alta da 800mila anni. Ma a noi interessa la temperatura globale, in tale periodo la temperatura cosa ha fatto? Ci sono state glaciazioni e periodi più caldi dell’attuale, costatazione che potrebbe essere sufficiente per far pensare che le due grandezze non sono linearmente collegate come sembra. Il Corriere della Sera afferma che quest’anno c’è una siccità mai vista in Brasile, forse l’autore si dovrebbe rileggere il libro Vite Secche di Ramos Graciliano (da cui il film Vidas Seccas) che descrive la siccità e carestia in Brasile nel 1938, tempo in cui l’emissione di Co2 erano molto meno dell’attuale.

La vera novità sembra che nei comunicati degli esperti ci sia una nota di speranza, una possibilità di salvezza. “L’azione contro il cambiamento climatico può contribuire alla prosperità economica, ad un migliore stato di salute e a città più vivibili”, ha detto il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, dopo la recente pubblicazione a Copenaghen della sintesi nuovo rapporto Ipcc sui cambiamenti climatici. È necessario agire subito per far sì che l’impatto del fenomeno non sia irreversibile, e per farlo gli strumenti ci sono. È sufficiente che, decidendo nel 2015 alla conferenza di Parigi, siano ridotte drasticamente le emissioni su scala globale, dal 40 al 70% tra 2030 e 2050, per arrivare ad annullarle entro il 2100. È possibile aspettare il 2030?

Per chi ha una cattiva memoria le scadenze potrebbero mettere ansia, confrontatele con quelle riportate nei titoli di solo pochi mesi fa, lo stato d’animo cambia. Infatti a settembre 2013, secondo i titoli per l’Ipcc rimanevano: "Dieci anni per salvare il pianeta". L'allarme degli scienziati dell'Onu. Lo stesso titolo già utilizzato da La Repubblica nel 1989, 25 anni fa, infatti sul medesimo quotidiano si poteva sorprendentemente leggere: Dieci anni per salvare la Terra. Insomma per gli stessi esperti dovevamo già essere morti da 15 anni ed invece scopriamo che ce ne rimangono ancora 15 per guarire. Che direste ad un medico che vi da 6 mesi di vita e quando tornate a visita dopo un anno vi dice che avete altri 6 mesi e per salvarvi gli strumenti ci sono? Ci credete o cambiate medico?

Al precedente rapporto dell’Ipcc, circa 7 anni fa, i titoli dei quotidiani erano del seguente tenore:
• nel 2008: Entro l'estate Polo senza ghiaccio;
• nel 2007: Ambiente, due anni per salvare il mondo;
• nel 2007: La Terra è troppo calda Scenari da film horror;
• nel 2007: Le cure per guarire la Terra "Ci sono solo 8 anni di tempo”.

Ma perché ogni sei anni viene scritto dall’Ipcc un nuovo “rapporto di valutazione” che costa soldi e l’impegno di migliaia di persone che s’incontrano in vari posti del mondo emettendo Co2 con gli aerei? Il clima dicono che è valutabile su periodi di almeno 30 anni: quindi per verificare cosa stia accadendo al sistema climatico sarebbe sufficiente aggiornarlo con tempi molto più lunghi.

Purtroppo però questa è un’epoca a cui piace ascoltare i profeti di sventura. Ricordate quando il Principe Carlo d’Inghilterra, a Londra nel 17 maggio 2008 profetizzò l’ennesima apocalisse: “Abbiamo soltanto 18 mesi per fermare il disastro provocato dai cambiamenti climatici?”. Visto che quella volta il mondo si è salvato, a Roma, alla Camera dei Deputati, il 27 aprile del 2009, Carlo cambiò data: “Sui cambiamenti climatici ci rimangono solo 99 mesi prima di raggiungere il punto di non ritorno”. Fu in quella occasione che l'allora presidente della Camera Gianfranco Fini si rivolse al principe del Galles definendolo "un alfiere della cultura ambientale” e il responsabile ambiente del Pd, on. Ermete Realacci, chiese al Governo italiano di raccogliere “l’appello lanciato dal Principe Carlo”. Il bello, o brutto, della storia è che questo tipo di pseudo esperti sono tutti pagati lautamente con le nostre tasse.

L’unica previsione certa è che in futuro ci saranno nuove previsioni di catastrofi imminenti. L’efficienza nell’uso dell’energia, un mix energetico equilibrato, un uso corretto del territorio, l’attenzione alla modificazione del clima urbano ed alla solitudine degli anziani nelle città, la riparazione/costruzione degli acquedotti, la sistemazione degli argini, etc. vanno perseguiti indipendentemente dal fatto che il futuro sarà caldo o freddo o stazionario. Faremmo bene a investire in questi ambiti piuttosto che spendere nella redazione del prossimo rapporto di valutazione che andrà ad affiancarsi ai già tanti convegni e trasmissione televisive sul tema.
Fonte
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-sul ... -10867.htm

Sembra che il "Catastrofismo" non sia un'esclusività solo dei TdG
Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3711
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi deliverance1979 » 09/11/2014, 14:46

Caro Franco, il problema è che nelle previsioni apocalittiche, molti ci guadagnano come profeti o associazioni di profezia.

E' sicuramente innegabile che l'industrializzazione globalizzata influisce sul clima, ma a che livello ed a che punto nessuno lo sà.

Nella mia più totale ignoranza, volevo ricordare che 1000 anni fa vennero trovati tracce di vigne nei paesi scandinavi ed in Inghilterra....

La terra ha avuto periodi di freddo estremo ed aumento di temperatura.

Ora bisognerebbe che qualcuno ci dicesse con precisione quanto l'inquinamento influirebbe su tutto questo.

Inoltre le profezie catastrofiste del passato si sono rivelate infondate, tutte profezie fatte da scienziati e non da ubriaconi visionari o sciroccati di testa con visioni apocalittiche che parlavano a vanvera....

E' anche vero che la scienza e le organizzazioni di statistica sono molto brave a fare calcoli con i conti del passato, ma quando devono calcolare eventi futuri, le vaccate e gli errori si sprecano, e sono tutti laureati di alto profilo che però nelle loro previsioni non ci si giocherebbero l'amputazione del mignolo del piede, figuriamoci la testa....

Pertanto sparare vaccate a volontà senza nessuna conseguenza, alla fine cosa costa?
I fondi si prendono comunque ed il fascino della fine del mondo attira sempre.... :fronte:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4977
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 09/11/2014, 21:50

Riguardo allo stop del riscaldamento globale in atto da 15 anni, lessi il mese scorso un articolo secondo cui tale periodo di ferma non è destinato a durare e tra circa una decina d'anni al massimo il riscaldamento riprenderà a salire. :prega:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4992
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Barfedio » 10/11/2014, 23:04

Non mi pare che sia stato preso in considerazione un punto essenziale dell'aumento della temperatura: la velocità di tale aumento.
E' vero che il pianeta ha avuto periodi caldi alternati a glaciazioni, ma avvennero in tempi lunghissimi, dando modo alla maggior parte delle specie viventi di evolversi per adattarsi al nuovo clima.
Noi non percepiamo "direttamente" la rapidità del cambiamento, perché non è rapportabile alla durata della vita media umana.
Certamente ci sono personaggi esaltatori del catastrofismo, ma sono molto di più - e più pericolosi - quegli esperti e scienziati prezzolati che predicano il contrario. Un esempio è stato il caso del "buco dell'ozono" ... l'avevate dimenticato? Avete una vaga idea a quale livello arrivò la resistenza e la negazione del caso da parte di Stati ed industrie (Dupont in testa)?
Certo non fa impressione un aumento medio di 0,5°C, detto così sembra niente e nemmeno ce ne accorgiamo direttamente, ma è la quantità GLOBALE di calore in più che sta creando problemi. Equivale ad un aumento del 2% su una temperatura di 25°!!!
E gli effetti pratici ormai sono piuttosto evidenti: i ghiacci perenni hanno subito una drastica riduzione, così la Corrente del Golfo, che un tempo mitigava gli inverni delle Isole Britanniche e della Scandinavia, le quali da un po' di tempo sperimentano inverni più freddi a causa della drastica riduzione della potenza della Corrente, dovuta al riscaldamento delle acque del Polo Nord.
Barfedio
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3305
Iscritto il: 27/08/2009, 8:18

Messaggiodi Simone Emili » 19/02/2016, 16:41

Barfedio ha scritto:Non mi pare che sia stato preso in considerazione un punto essenziale dell'aumento della temperatura: la velocità di tale aumento.
E' vero che il pianeta ha avuto periodi caldi alternati a glaciazioni, ma avvennero in tempi lunghissimi, dando modo alla maggior parte delle specie viventi di evolversi per adattarsi al nuovo clima.
Noi non percepiamo "direttamente" la rapidità del cambiamento, perché non è rapportabile alla durata della vita media umana.
Certamente ci sono personaggi esaltatori del catastrofismo, ma sono molto di più - e più pericolosi - quegli esperti e scienziati prezzolati che predicano il contrario. Un esempio è stato il caso del "buco dell'ozono" ... l'avevate dimenticato? Avete una vaga idea a quale livello arrivò la resistenza e la negazione del caso da parte di Stati ed industrie (Dupont in testa)?
Certo non fa impressione un aumento medio di 0,5°C, detto così sembra niente e nemmeno ce ne accorgiamo direttamente, ma è la quantità GLOBALE di calore in più che sta creando problemi. Equivale ad un aumento del 2% su una temperatura di 25°!!!
E gli effetti pratici ormai sono piuttosto evidenti: i ghiacci perenni hanno subito una drastica riduzione, così la Corrente del Golfo, che un tempo mitigava gli inverni delle Isole Britanniche e della Scandinavia, le quali da un po' di tempo sperimentano inverni più freddi a causa della drastica riduzione della potenza della Corrente, dovuta al riscaldamento delle acque del Polo Nord.


Quoto Barfedio. Ma come si fa a dire che non esiste apocalisse ecologica? http://ugobardi.blogspot.it/2016/02/nel ... vanti.html
Oppure questo: http://ugobardi.blogspot.it/2016/02/il- ... ocene.html
Uno dei motivi per cui ho smesso di leggere siti integralisti come La bussola quotidiana è perchè la strepitosa ignoranza che mostrano in materia di scienza me li rende poco affidabili anche quando parlano di scienze bibliche.
Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Messaggiodi Panacca » 19/02/2016, 19:40

mi diverto a rileggere vecchi libri degli anni 60 dove i catastrofisti, anche studiosi di rispetto prevedevano le più grandi sciagure, come la fine delle materie prime verso gli anni 80 in primis il petrolio!
e l'atmosfera sarebbe stata irrespirabile dall'inquinamento

Invece in faccia a tutti i catastrofisti l'umanità bene come oggi non c'è mai stata!!!

e l'inquinamento è molto meno rispetto agli anni 70!!!

Così mi chiedo, chi li paga per spargere sciagura e per quale motivo

poi ovviamente molti cavalcano queste false previsioni tipo la WT$

cmq, bastava fare 4 conti (calcoli è una parola troppo grossa) per capire subito che erano bufale,
specie la fine del petrolio e delle materie prime!
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Romagnolo » 19/02/2016, 21:22

Be...di sicuro nessuno negli anni 60-70 pensava all'uso massiccio che negli USA si sarebbe fatto dei metodi di fratturai ione idraulica delle rocce per recuperarne idrocarburi. :blu:
Comunque la situazione secondo me è piena di dati contrastanti,....in estremo oriente si inquina come non mai ( vogliamo negare i cieli perennemente grigi di Pechino?) qua da noi invece il piombo dalla benzina è vietato oramai da più di 20 anni.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4992
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Barfedio » 19/02/2016, 22:24

Panacca mi ricorda tanto quel tale che, precipitando da un grattacielo ed arrivato all'altezza dei piani più bassi, esclamò. "Fin qui, tutto bene !"
Magari gli farebbe bene (anzi: male, ai suoi polmoni) venire a respirare lo smog della Pianura Padana. Senza scomodarsi per andare fino a Pechino, potrebbe anche andare verso la montagna e, guardandosi indietro, vedrebbe in alto il cielo azzurro e sotto, a livello del suolo, una "strana" nebbiolina grigia: sono i gas di scarico delle industrie del Nord, di obsoleti impianti di riscaldamento e di una decina di milioni di veicoli che giornalmente si muovono nel "catino" padano.
Barfedio
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3305
Iscritto il: 27/08/2009, 8:18

Messaggiodi Quixote » 19/02/2016, 22:32

Barfedio ha scritto:Panacca mi ricorda tanto quel tale che, precipitando da un grattacielo ed arrivato all'altezza dei piani più bassi, esclamò. "Fin qui, tutto bene !"


Detto fra noi, anche a me. Quel tale non so chi fosse, ma era narrato da Vin (uno splendido Steve Mc Queen) a Chris (un ancor piú splendido Yul Brinner), ne I magnifici sette (The magnificent seven, US, 1960). Con ineffabile contorno musicale di Elmer Bernstein.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3998
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Simone Emili » 20/02/2016, 11:58

Panacca ha scritto:mi diverto a rileggere vecchi libri degli anni 60 dove i catastrofisti, anche studiosi di rispetto prevedevano le più grandi sciagure, come la fine delle materie prime verso gli anni 80 in primis il petrolio!
e l'atmosfera sarebbe stata irrespirabile dall'inquinamento

Invece in faccia a tutti i catastrofisti l'umanità bene come oggi non c'è mai stata!!!

e l'inquinamento è molto meno rispetto agli anni 70!!!

Così mi chiedo, chi li paga per spargere sciagura e per quale motivo

poi ovviamente molti cavalcano queste false previsioni tipo la WT$

cmq, bastava fare 4 conti (calcoli è una parola troppo grossa) per capire subito che erano bufale,
specie la fine del petrolio e delle materie prime!


Tu riporti in modo falso e tendenzioso i dati pubblicati dal Club di Roma negli anni 70, che invece si stanno rivelando terribilmente veritieri. Anzi, se una critica può essere fatta, è che erano troppo ottimistici. http://ugobardi.blogspot.it/2014/11/lo- ... aveva.html
Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Messaggiodi Simone Emili » 20/02/2016, 12:04

Quixote ha scritto:
Barfedio ha scritto:Panacca mi ricorda tanto quel tale che, precipitando da un grattacielo ed arrivato all'altezza dei piani più bassi, esclamò. "Fin qui, tutto bene !"


Detto fra noi, anche a me. Quel tale non so chi fosse, ma era narrato da Vin (uno splendido Steve Mc Queen) a Chris (un ancor piú splendido Yul Brinner), ne I magnifici sette (The magnificent seven, US, 1960). Con ineffabile contorno musicale di Elmer Bernstein.


Io mi domando come possa ancora esserci gente che nega il riscaldamento globale e tutti i problemi ecologici legati al sistema economico che abbiamo creato da oltre duecento anni a questa parte. Eppure ci sono, basta andare a vedere il blog di Enzo Pennetta. Roba da matti!
Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Messaggiodi cattivo esempio » 20/02/2016, 15:43

Barfedio ha scritto:Non mi pare che sia stato preso in considerazione un punto essenziale dell'aumento della temperatura: la velocità di tale aumento.
E' vero che il pianeta ha avuto periodi caldi alternati a glaciazioni, ma avvennero in tempi lunghissimi, dando modo alla maggior parte delle specie viventi di evolversi per adattarsi al nuovo clima.
Noi non percepiamo "direttamente" la rapidità del cambiamento, perché non è rapportabile alla durata della vita media umana.
Certamente ci sono personaggi esaltatori del catastrofismo, ma sono molto di più - e più pericolosi - quegli esperti e scienziati prezzolati che predicano il contrario. Un esempio è stato il caso del "buco dell'ozono" ... l'avevate dimenticato? Avete una vaga idea a quale livello arrivò la resistenza e la negazione del caso da parte di Stati ed industrie (Dupont in testa)?
Certo non fa impressione un aumento medio di 0,5°C, detto così sembra niente e nemmeno ce ne accorgiamo direttamente, ma è la quantità GLOBALE di calore in più che sta creando problemi. Equivale ad un aumento del 2% su una temperatura di 25°!!!
E gli effetti pratici ormai sono piuttosto evidenti: i ghiacci perenni hanno subito una drastica riduzione, così la Corrente del Golfo, che un tempo mitigava gli inverni delle Isole Britanniche e della Scandinavia, le quali da un po' di tempo sperimentano inverni più freddi a causa della drastica riduzione della potenza della Corrente, dovuta al riscaldamento delle acque del Polo Nord.


un sacco di imprecisioni, ma la più eclatante è nelle ultime righe, se le acque del polo nord sono più calde, l'unica spiegazione possibile è un potenziamento della corrente non il contrario
cattivo esempio
Utente Junior
 
Messaggi: 556
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi Simone Emili » 20/02/2016, 20:37

cattivo esempio ha scritto:
Barfedio ha scritto:Non mi pare che sia stato preso in considerazione un punto essenziale dell'aumento della temperatura: la velocità di tale aumento.
E' vero che il pianeta ha avuto periodi caldi alternati a glaciazioni, ma avvennero in tempi lunghissimi, dando modo alla maggior parte delle specie viventi di evolversi per adattarsi al nuovo clima.
Noi non percepiamo "direttamente" la rapidità del cambiamento, perché non è rapportabile alla durata della vita media umana.
Certamente ci sono personaggi esaltatori del catastrofismo, ma sono molto di più - e più pericolosi - quegli esperti e scienziati prezzolati che predicano il contrario. Un esempio è stato il caso del "buco dell'ozono" ... l'avevate dimenticato? Avete una vaga idea a quale livello arrivò la resistenza e la negazione del caso da parte di Stati ed industrie (Dupont in testa)?
Certo non fa impressione un aumento medio di 0,5°C, detto così sembra niente e nemmeno ce ne accorgiamo direttamente, ma è la quantità GLOBALE di calore in più che sta creando problemi. Equivale ad un aumento del 2% su una temperatura di 25°!!!
E gli effetti pratici ormai sono piuttosto evidenti: i ghiacci perenni hanno subito una drastica riduzione, così la Corrente del Golfo, che un tempo mitigava gli inverni delle Isole Britanniche e della Scandinavia, le quali da un po' di tempo sperimentano inverni più freddi a causa della drastica riduzione della potenza della Corrente, dovuta al riscaldamento delle acque del Polo Nord.


un sacco di imprecisioni, ma la più eclatante è nelle ultime righe, se le acque del polo nord sono più calde, l'unica spiegazione possibile è un potenziamento della corrente non il contrario


Barfedio ha ragione. "Le potenti correnti dell'Oceano Atlantico alimentano il i flussi del Golfo, condizionano i livelli del mare, riscaldano le città dell'Europa Continentale e del Nord America e trasportano i nutrienti in superficie dalle profondità dell'oceano che aiutano a sostenere gli ecosistemi marini e la pesca. Ma una valanga di acqua fredda proveniente dalla fusione della calotta glaciale della Groenlandia sembra che stia rallentando la circolazione oceanica a livelli mai verificatisi in più di 1.000 anni." http://ugobardi.blogspot.it/2015/04/la- ... a-piu.html
Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Messaggiodi Panacca » 20/02/2016, 21:08

Simone Emili ha scritto:
Panacca ha scritto:mi diverto a rileggere vecchi libri degli anni 60 dove i catastrofisti, anche studiosi di rispetto prevedevano le più grandi sciagure, come la fine delle materie prime verso gli anni 80 in primis il petrolio!
e l'atmosfera sarebbe stata irrespirabile dall'inquinamento

Invece in faccia a tutti i catastrofisti l'umanità bene come oggi non c'è mai stata!!!

e l'inquinamento è molto meno rispetto agli anni 70!!!

Così mi chiedo, chi li paga per spargere sciagura e per quale motivo

poi ovviamente molti cavalcano queste false previsioni tipo la WT$

cmq, bastava fare 4 conti (calcoli è una parola troppo grossa) per capire subito che erano bufale,
specie la fine del petrolio e delle materie prime!


Tu riporti in modo falso e tendenzioso i dati pubblicati dal Club di Roma negli anni 70, che invece si stanno rivelando terribilmente veritieri. Anzi, se una critica può essere fatta, è che erano troppo ottimistici. http://ugobardi.blogspot.it/2014/11/lo- ... aveva.html


Il morto è sulla bara, altro che falso e tendezioso!

nessuna materia prima che doveva esaurirsi negli anni 8O, si è esaurita, petrolio in primis tanto che è crollato di prezzo!!!!

infatti vecchi pozzi esauriti negli anni 70 oggi si sono riempiti e pompano a pieno regime, e così via a rotazione, perchè alimenti da MEGAGIACIMENTI A PROFONDITà ELEVATISSIME

il petrolio non è di origine Biologica!!!!

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLi ... -bio.shtml

Il catastrofismo fa comodo alle Lobby del settore per tenere alto il prezzo! e a certe Religioni per seminare PAURA e fare adepti :sorriso:
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Panacca » 20/02/2016, 21:17

Simone Emili ha scritto:
Quixote ha scritto:
Barfedio ha scritto:Panacca mi ricorda tanto quel tale che, precipitando da un grattacielo ed arrivato all'altezza dei piani più bassi, esclamò. "Fin qui, tutto bene !"


Detto fra noi, anche a me. Quel tale non so chi fosse, ma era narrato da Vin (uno splendido Steve Mc Queen) a Chris (un ancor piú splendido Yul Brinner), ne I magnifici sette (The magnificent seven, US, 1960). Con ineffabile contorno musicale di Elmer Bernstein.


Io mi domando come possa ancora esserci gente che nega il riscaldamento globale e tutti i problemi ecologici legati al sistema economico che abbiamo creato da oltre duecento anni a questa parte. Eppure ci sono, basta andare a vedere il blog di Enzo Pennetta. Roba da matti!


Il riscaldamento globale non è causato dalle normali attività umane che incidono per una percentuale molto più bassa di quelle naturali,
Tanto che oggi nell'era industriale in Atmosfera c'è più Ossigeno dei periodi preindustriali

http://venus.unive.it/miche/cicli_ecosis/0031.htm

Il riscaldamento Globale è causato dal Governo Americano come ARMA, da circa 20 anni per facilitare l'imminente guerra Nato/Russia

avendo la Russia un naturale alleato il clima FREDDO che è sempre stato un grande ostacolo alla sua conquista :saggio:
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi cattivo esempio » 20/02/2016, 21:33

Il riscaldamento Globale è causato dal Governo Americano come ARMA, da circa 20 anni per facilitare l'imminente guerra Nato/Russia


Panacca, anche tu? ma cosa succede è un virus?
cattivo esempio
Utente Junior
 
Messaggi: 556
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi Panacca » 20/02/2016, 21:40

cattivo esempio ha scritto:
Il riscaldamento Globale è causato dal Governo Americano come ARMA, da circa 20 anni per facilitare l'imminente guerra Nato/Russia


Panacca, anche tu? ma cosa succede è un virus?


Che ci vuoi fare, la realtà supera sempre la fantasia! :diablo:
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Simone Emili » 20/02/2016, 23:40

Panacca ha scritto:
Simone Emili ha scritto:
Panacca ha scritto:mi diverto a rileggere vecchi libri degli anni 60 dove i catastrofisti, anche studiosi di rispetto prevedevano le più grandi sciagure, come la fine delle materie prime verso gli anni 80 in primis il petrolio!
e l'atmosfera sarebbe stata irrespirabile dall'inquinamento
Invece in faccia a tutti i catastrofisti l'umanità bene come oggi non c'è mai stata!!!
e l'inquinamento è molto meno rispetto agli anni 70!!!
Così mi chiedo, chi li paga per spargere sciagura e per quale motivo
poi ovviamente molti cavalcano queste false previsioni tipo la WT$
cmq, bastava fare 4 conti (calcoli è una parola troppo grossa) per capire subito che erano bufale,
specie la fine del petrolio e delle materie prime!

Tu riporti in modo falso e tendenzioso i dati pubblicati dal Club di Roma negli anni 70, che invece si stanno rivelando terribilmente veritieri. Anzi, se una critica può essere fatta, è che erano troppo ottimistici. http://ugobardi.blogspot.it/2014/11/lo- ... aveva.html


Il morto è sulla bara, altro che falso e tendezioso!
nessuna materia prima che doveva esaurirsi negli anni 8O, si è esaurita, petrolio in primis tanto che è crollato di prezzo!!!!
infatti vecchi pozzi esauriti negli anni 70 oggi si sono riempiti e pompano a pieno regime, e così via a rotazione, perchè alimenti da MEGAGIACIMENTI A PROFONDITà ELEVATISSIME
il petrolio non è di origine Biologica!!!!
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLi ... -bio.shtml
Il catastrofismo fa comodo alle Lobby del settore per tenere alto il prezzo! e a certe Religioni per seminare PAURA e fare adepti :sorriso:


Non ci posso credere. Dopo quasi dieci anni c'è ancora chi dà credito alla colossale stronzata del petrolio abiotico???? http://aspoitalia.blogspot.it/2007/09/l ... ogico.html
Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Messaggiodi Simone Emili » 20/02/2016, 23:43

Panacca ha scritto:Il riscaldamento Globale è causato dal Governo Americano come ARMA, da circa 20 anni per facilitare l'imminente guerra Nato/Russia
avendo la Russia un naturale alleato il clima FREDDO che è sempre stato un grande ostacolo alla sua conquista :saggio:

Ti prego, dimmi che stai scherzando, dimmi che mi stai prendendo in giro. Non è possibile che tu creda veramente a quello che hai scritto.
Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Messaggiodi Simone Emili » 20/02/2016, 23:50

Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Messaggiodi Panacca » 21/02/2016, 10:07

Simone Emili ha scritto:Aggiungo qualche altra notiziola allegra allegra: http://ugobardi.blogspot.it/2016/02/nie ... 16-la.html
Anche questa non è male: http://www.climalteranti.it/2016/02/16/ ... giscienza/
E questa: http://www.climalteranti.it/2016/01/23/ ... climatico/


https://www.skepticalscience.com/transl ... ?a=66&l=17

I Carotaggi polari dimostrano che in passato ci sono stati livelli di CO2 ben più alti di oggi specie in ere glaciali!

e che la relazione con la temperatura è ben più complessa
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Panacca » 21/02/2016, 10:16

Simone Emili ha scritto:Aggiungo qualche altra notiziola allegra allegra: http://ugobardi.blogspot.it/2016/02/nie ... 16-la.html
Anche questa non è male: http://www.climalteranti.it/2016/02/16/ ... giscienza/
E questa: http://www.climalteranti.it/2016/01/23/ ... climatico/

Classico atteggiamento da TDG, quando non si condivide un argomento è una Stronzata!!! e chi ci crede di conseguenza un,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

Ho riportato un link del Sole24ORe non di qualche sito di Complottistia estremista.

In rete di sono molti documenti di studi a favore del Petrolio Abiotico

a me personalmente la formazione classica del petrolio non convinceva neanche alle elementari

per cui dopo ampia documentazione ritengo la teoria Abiotica molto probabile

Poi non dimentichiamo che i Tedeschi nella 2GM erano maestri nel fare i carburanti di SINTESI idrogenando il carbone seza sorte di batteri e in tempi velocissimi
meccanismi del genere si possono tranquillamente creare a profondita elevate grazie alle pressioni e temperature notevoli

se l'analizzi con calma ti rendi conto che è molto probabile.
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Panacca » 21/02/2016, 10:20

Simone Emili ha scritto:
Panacca ha scritto:Il riscaldamento Globale è causato dal Governo Americano come ARMA, da circa 20 anni per facilitare l'imminente guerra Nato/Russia
avendo la Russia un naturale alleato il clima FREDDO che è sempre stato un grande ostacolo alla sua conquista :saggio:

Ti prego, dimmi che stai scherzando, dimmi che mi stai prendendo in giro. Non è possibile che tu creda veramente a quello che hai scritto.



Ti meraviglia che il Clima e i Terremoti siano un'eccellente Arma Militare!?!?!

se sono passati dal trabiccolo dei Fratelli wright al caccia Bisonico F104 in soli 50 anni

ti lascio immaginare nei restanti oltre 60 anni dove siano arrivati!!!
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi CavalierediCristo » 21/02/2016, 10:23

Ma state calmi e aspettate, geova arriverà e tutti questi problemi spariranno.
State facendo discorsi troppo seri, non mi piacciono, chiaramente è il mio pensiero.
Rispetto tutti gli altri pareri,ma l'armagheddon ristabilira' le giuste cose.
Chi sarà in prima andrà in cielo e resto in seconda classe godrà di un pianeta sano e senza problemi.
Non ha senso pensare al riscaldamento globale quando geova ristabilira le giuste cose.
Bisogna crederci.
Tutto qui.
Buona Domenica
Che geova Dio aiuti tutti, belli e brutti, e ci prepari per il viaggio in prima o in seconda classe.
Avatar utente
CavalierediCristo
Utente Junior
 
Messaggi: 655
Iscritto il: 16/06/2015, 13:22
Località: Roma

Messaggiodi Simone Emili » 21/02/2016, 11:51

Panacca ha scritto:
Simone Emili ha scritto:Aggiungo qualche altra notiziola allegra allegra: http://ugobardi.blogspot.it/2016/02/nie ... 16-la.html
Anche questa non è male: http://www.climalteranti.it/2016/02/16/ ... giscienza/ E questa: http://www.climalteranti.it/2016/01/23/ ... climatico/
https://www.skepticalscience.com/transl ... ?a=66&l=17 I Carotaggi polari dimostrano che in passato ci sono stati livelli di CO2 ben più alti di oggi specie in ere glaciali!e che la relazione con la temperatura è ben più complessa

L'autore di quell'articolo la pensa esattamente come me, e all'opposto di te: "I passati periodi con valori di CO2 alti non contraddicono la nozione che la CO2 provoca riscaldamento globale. Al contrario , questi confermano lo stretto accoppiamento CO2-Clima."
Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Messaggiodi Panacca » 21/02/2016, 12:20

Simone Emili ha scritto:
Panacca ha scritto:
Simone Emili ha scritto:Aggiungo qualche altra notiziola allegra allegra: http://ugobardi.blogspot.it/2016/02/nie ... 16-la.html
Anche questa non è male: http://www.climalteranti.it/2016/02/16/ ... giscienza/ E questa: http://www.climalteranti.it/2016/01/23/ ... climatico/
https://www.skepticalscience.com/transl ... ?a=66&l=17 I Carotaggi polari dimostrano che in passato ci sono stati livelli di CO2 ben più alti di oggi specie in ere glaciali!e che la relazione con la temperatura è ben più complessa

L'autore di quell'articolo la pensa esattamente come me, e all'opposto di te: "I passati periodi con valori di CO2 alti non contraddicono la nozione che la CO2 provoca riscaldamento globale. Al contrario , questi confermano lo stretto accoppiamento CO2-Clima."


Appunto l'ho postato, benchè a favore del riscaldamento evidenzia che ci sono dati contrastanti,

la cosa è più complessa di quanto possa sembrare e come sempre si presta a speculazioni a secondo degli interessi che ci sono dietro pro o contro

http://disinformazione.it/truffa_riscal ... lobale.htm
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Simone Emili » 21/02/2016, 12:20

Panacca ha scritto:
Simone Emili ha scritto:Aggiungo qualche altra notiziola allegra allegra: http://ugobardi.blogspot.it/2016/02/nie ... 16-la.html
Anche questa non è male: http://www.climalteranti.it/2016/02/16/ ... giscienza/
E questa: http://www.climalteranti.it/2016/01/23/ ... climatico/

Classico atteggiamento da TDG, quando non si condivide un argomento è una Stronzata!!! e chi ci crede di conseguenza un,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Ho riportato un link del Sole24ORe non di qualche sito di Complottistia estremista.
In rete di sono molti documenti di studi a favore del Petrolio Abiotico
a me personalmente la formazione classica del petrolio non convinceva neanche alle elementari
per cui dopo ampia documentazione ritengo la teoria Abiotica molto probabile
Poi non dimentichiamo che i Tedeschi nella 2GM erano maestri nel fare i carburanti di SINTESI idrogenando il carbone seza sorte di batteri e in tempi velocissimi
meccanismi del genere si possono tranquillamente creare a profondita elevate grazie alle pressioni e temperature notevoli
se l'analizzi con calma ti rendi conto che è molto probabile.

Vacca è un ingegnere elettronico, non ha alcuna competenza in tema di petrolio, a differenza di Ugo Bardi, docente di chimica all'Università di Firenze, autore dell'articolo che ti ho linkato. Tu che competenze hai in materia, per esserti convinto che la teoria abiotica è molto probabile, contraddicendo le conclusioni del mondo scientifico?
Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Messaggiodi Panacca » 21/02/2016, 12:24

Simone Emili ha scritto:
Quixote ha scritto:
Barfedio ha scritto:Panacca mi ricorda tanto quel tale che, precipitando da un grattacielo ed arrivato all'altezza dei piani più bassi, esclamò. "Fin qui, tutto bene !"


Detto fra noi, anche a me. Quel tale non so chi fosse, ma era narrato da Vin (uno splendido Steve Mc Queen) a Chris (un ancor piú splendido Yul Brinner), ne I magnifici sette (The magnificent seven, US, 1960). Con ineffabile contorno musicale di Elmer Bernstein.


Io mi domando come possa ancora esserci gente che nega il riscaldamento globale e tutti i problemi ecologici legati al sistema economico che abbiamo creato da oltre duecento anni a questa parte. Eppure ci sono, basta andare a vedere il blog di Enzo Pennetta. Roba da matti!


Io non nego il riscaldamento globale, ma le cause!

e visto le cantonate prese dagli esperti negli anni 60-70

ci vado con i pedi di Osmio
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi Simone Emili » 21/02/2016, 12:27

Panacca ha scritto: benchè a favore del riscaldamento evidenzia che ci sono dati contrastanti


Ma dove? Ma quando? "I passati periodi con valori di CO2 alti non contraddicono la nozione che la CO2 provoca riscaldamento globale. AL CONTRARIO, QUESTI CONFERMANO LO STRETTO ACCOPPIAMENTO CO2-CLIMA".
Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Messaggiodi Simone Emili » 21/02/2016, 12:31

Panacca ha scritto: Ti meraviglia che il Clima e i Terremoti siano un'eccellente Arma Militare!?!?! Se sono passati dal trabiccolo dei Fratelli wright al caccia Bisonico F104 in soli 50 anni ti lascio immaginare nei restanti oltre 60 anni dove siano arrivati!!!

Ma le prove, o almeno qualche indizio, di quello che dici dove sono?
Avatar utente
Simone Emili
Nuovo Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/06/2014, 16:53
Località: Fosdinovo (MS)

Prossimo

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici