Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Quando la Storia smentisce il diluvio biblico

Un'analisi delle affermazioni della Watchtower in contrasto con i fatti scientifici accertati

Moderatore: Gabriele Traggiai

Quando la Storia smentisce il diluvio biblico

Messaggiodi Socrate69 » 01/09/2016, 18:43

In lingua inglese, ma facile da capire.
Riassunto: Molte civiltà erano vive e vegete nel periodo - sia prima che dopo - che abbraccia quella che i letteralisti ritengono sia la data del diluvio. Vi è solo una continuità nella storia e la cultura di queste civiltà.
bpqkajm27rix_20160901_193744.jpg
bpqkajm27rix_20160901_193744.jpg (82.61 KiB) Osservato 1888 volte
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3207
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Ti piace "diluviare".

Messaggiodi Ray » 01/09/2016, 19:28

Socrate è dillo che ti sei fissato con il diluvio ,chiamiamolo diluvio,uno straripamento di sicuro. :ironico:

La storia dell'Astronomia/logia smentisce drammaticamente il Diluvio
Messaggiodi Socrate69 » 30/10/2015

viewtopic.php?f=14&t=21126&p=321800&hilit=diluvio#p321800
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10484
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Socrate69 » 01/09/2016, 19:43

Ehi là! Ray! Non sono l'unico. Romagnolo mi batte sicuramente :sorriso: .
Sappiamo però tutti che il Diluvio è un argomento che... fà acqua da tutte le parti :risatina: .
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3207
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

le solite ...all'acqua di rose

Messaggiodi Ray » 01/09/2016, 19:53

Socrate69 ha scritto:Ehi là! Ray! Non sono l'unico. Romagnolo mi batte sicuramente :sorriso: .
Sappiamo però tutti che il Diluvio è un argomento che... fà acqua da tutte le parti :risatina: .


Ti :quoto100: di sicuro sono le solite storie annacquate ... :ironico:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10484
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Socrate69 » 01/09/2016, 20:16

Ray ha scritto:
Socrate69 ha scritto:Ehi là! Ray! Non sono l'unico. Romagnolo mi batte sicuramente :sorriso: .
Sappiamo però tutti che il Diluvio è un argomento che... fà acqua da tutte le parti :risatina: .


Ti :quoto100: di sicuro sono le solite storie annacquate ... :ironico:

Su questo non ci piove :ironico:.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3207
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Romagnolo » 01/09/2016, 22:06

Insomma...ma vogliamo sempre tirare acqua al nostro mulino? :risata: :risata:
Bel colpo socrate. :strettamano:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4070
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Ray » 01/09/2016, 23:25

non dimentichiamo_ci che per credere a queste storie stavamo tutti in un mare di m...
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10484
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi JohnC » 02/01/2017, 11:03

JohnC
Nuovo Utente
 
Messaggi: 114
Iscritto il: 21/11/2015, 21:24
Località: roma

Messaggiodi polymetis » 02/01/2017, 15:22

Ma poi ci chiediamo perché i TdG scoraggino l'iscrizione all'università, ed in special modo nelle facoltà umanistiche? Per essere TdG devi dimentircarti l'archeologia (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui tutto il mondo accademico sbaglia), dimenticarti la biologia (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui tutto il mondo accademico sbaglia), dimenticarti la geologia e berti il diluvio (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui il mondo accademico sbaglia), dimenticarti il greco (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui il mondo accademico sbaglia, tranne ovviamente l'1% delle traduzioni che rendono come te, e siccome la Bibbia è stata tradotta migliaia di volte, tali traduzioni sono qualche decina).
Il diluvio poi... credervi implica dimenticare l'etica, la filosofia, e attribuire a Dio una buona quantità di non senso. Si comporta peggio del peggiore dei carnefici, facendo fuori il giusto con l'ingiusto, a meno di non credere alla favoletta che tutti, ma proprio tutti, tranne Noè e consanguinei fossero malvagi (compresi i bambini di 2 giorni che all'epoca erano nati). Inoltre, siccome non esiste un crimine che meriti la morte, Dio sarebbe meno evoluto dei texani che votano Bush. E io ad in Dio americano che sposa la pena di morte non credo.
Inoltre tutta la loro teodicea è una sciocchezza infantile. La loro spiegazione del male nel mondo è che Dio doveva dimostrare di avercelo durissimo, e dunque far vedere a Satana e ai discendenti degli uomini che non potevano governarsi da soli, per poi fare una carneficina alla fine dei tempi, e riprendere il potere.
In ciò dimostra di essere un Dio veramente poco filosofico, che ignora il paradosso del tacchino induttivista di Russel e Popper. Come se la ripetizione di qualcosa potesse dimostrare che quella cosa sarà sempre uguale.

Fin dal primo giorno questo tacchino osservò che, nell'allevamento in cui era stato portato, gli veniva dato il cibo alle 9 del mattino. E da buon induttivista non fu precipitoso nel trarre conclusioni dalle sue osservazioni e ne eseguì altre in una vasta gamma di circostanze: di mercoledì e di giovedì, nei giorni caldi e nei giorni freddi, sia che piovesse sia che splendesse il sole. Così arricchiva ogni giorno il suo elenco di una proposizione osservativa in condizioni più disparate. Finché la sua coscienza induttivista non fu soddisfatta ed elaborò un'inferenza induttiva come questa: "Mi danno il cibo alle 9 del mattino". Questa concezione si rivelò incontestabilmente falsa alla vigilia di Natale, quando, invece di venir nutrito, fu sgozzato.


Sicché, cosa mai dovrebbe dimostrare che per 6000 e più anni l'uomo non si sia mai riuscito a governarsi da solo? Non dimostra certo che non lo saprà mai fare, esattamente come il fatto che non fosse mai stato trovato il modo di curare il vaiolo per 6000 anni non ha significato che fosse impossibile trovare una cura. Oggi infatti il vaiolo si cura. Nessun periodo di tempo di prova implica che nei 2000 anni successivi una soluzione non possa venir trovata.
Il Dio dei Geovi, coi suoi sbalzi d'umore da mestruata, i suoi pentimenti repentini, la sua ignoranza della logica, è inescusabile.

Ad maiora
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4246
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi nello80 » 03/01/2017, 12:43

polymetis ha scritto:Ma poi ci chiediamo perché i TdG scoraggino l'iscrizione all'università, ed in special modo nelle facoltà umanistiche? Per essere TdG devi dimentircarti l'archeologia (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui tutto il mondo accademico sbaglia), dimenticarti la biologia (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui tutto il mondo accademico sbaglia), dimenticarti la geologia e berti il diluvio (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui il mondo accademico sbaglia), dimenticarti il greco (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui il mondo accademico sbaglia, tranne ovviamente l'1% delle traduzioni che rendono come te, e siccome la Bibbia è stata tradotta migliaia di volte, tali traduzioni sono qualche decina).
Il diluvio poi... credervi implica dimenticare l'etica, la filosofia, e attribuire a Dio una buona quantità di non senso. Si comporta peggio del peggiore dei carnefici, facendo fuori il giusto con l'ingiusto, a meno di non credere alla favoletta che tutti, ma proprio tutti, tranne Noè e consanguinei fossero malvagi (compresi i bambini di 2 giorni che all'epoca erano nati). Inoltre, siccome non esiste un crimine che meriti la morte, Dio sarebbe meno evoluto dei texani che votano Bush. E io ad in Dio americano che sposa la pena di morte non credo.
Inoltre tutta la loro teodicea è una sciocchezza infantile. La loro spiegazione del male nel mondo è che Dio doveva dimostrare di avercelo durissimo, e dunque far vedere a Satana e ai discendenti degli uomini che non potevano governarsi da soli, per poi fare una carneficina alla fine dei tempi, e riprendere il potere.
In ciò dimostra di essere un Dio veramente poco filosofico, che ignora il paradosso del tacchino induttivista di Russel e Popper. Come se la ripetizione di qualcosa potesse dimostrare che quella cosa sarà sempre uguale.

Fin dal primo giorno questo tacchino osservò che, nell'allevamento in cui era stato portato, gli veniva dato il cibo alle 9 del mattino. E da buon induttivista non fu precipitoso nel trarre conclusioni dalle sue osservazioni e ne eseguì altre in una vasta gamma di circostanze: di mercoledì e di giovedì, nei giorni caldi e nei giorni freddi, sia che piovesse sia che splendesse il sole. Così arricchiva ogni giorno il suo elenco di una proposizione osservativa in condizioni più disparate. Finché la sua coscienza induttivista non fu soddisfatta ed elaborò un'inferenza induttiva come questa: "Mi danno il cibo alle 9 del mattino". Questa concezione si rivelò incontestabilmente falsa alla vigilia di Natale, quando, invece di venir nutrito, fu sgozzato.


Sicché, cosa mai dovrebbe dimostrare che per 6000 e più anni l'uomo non si sia mai riuscito a governarsi da solo? Non dimostra certo che non lo saprà mai fare, esattamente come il fatto che non fosse mai stato trovato il modo di curare il vaiolo per 6000 anni non ha significato che fosse impossibile trovare una cura. Oggi infatti il vaiolo si cura. Nessun periodo di tempo di prova implica che nei 2000 anni successivi una soluzione non possa venir trovata.
Il Dio dei Geovi, coi suoi sbalzi d'umore da mestruata, i suoi pentimenti repentini, la sua ignoranza della logica, è inescusabile.

Ad maiora



a meno di non credere alla favoletta che tutti, ma proprio tutti, tranne Noè e consanguinei fossero malvagi (compresi i bambini di 2 giorni che all'epoca erano nati). Inoltre, siccome non esiste un crimine che meriti la morte, Dio sarebbe meno evoluto dei texani che votano Bush.


Premesso che ormai sono diventato un agnostico convinto, mi sorge una domanda:

Perchè tantissimi episodi narrati del VT vengono definiti "favole", mentre ciò non avviene con il NT?
Personalmente trovo assurdo che Dio abbia mandato un diluvio distruggendo bambini anche di 2 giorni, oppure che abbia diviso le acque nel mar rosso, etc. etc., tanto quanto la favola che un Dio si è fatto carne, si sia trasferito sulla terra tramite il ventre di una vergine e che abbia guarito zoppi, ciechi, sordi, abbia resuscitato morti, e alla fine abbia resuscitato se stesso!
Ma ovviamente gli episodi del NT non possono essere messi in discussione, perchè senza resurrezione non esiste cristianesimo.......!
Mi verrà sicuramente detto che a differenza dei racconti del VT, per il NT ci sono stati centinaia di testimoni oculari tutti in un breve arco di tempo.........., ma allora quindi potrei tranquillamente credere anche agli ufo, perchè ci sono centinaia di persone, le quali giurano di aver avuto incontri ravvicinati di 1°, 2° e 3° tipo, dove quest'ultime giurano di essere state "rapite" e portate a bordo di astronavi aliene......!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Mario70 » 03/01/2017, 13:04

nello80 ha scritto:
polymetis ha scritto:Ma poi ci chiediamo perché i TdG scoraggino l'iscrizione all'università, ed in special modo nelle facoltà umanistiche? Per essere TdG devi dimentircarti l'archeologia (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui tutto il mondo accademico sbaglia), dimenticarti la biologia (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui tutto il mondo accademico sbaglia), dimenticarti la geologia e berti il diluvio (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui il mondo accademico sbaglia), dimenticarti il greco (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui il mondo accademico sbaglia, tranne ovviamente l'1% delle traduzioni che rendono come te, e siccome la Bibbia è stata tradotta migliaia di volte, tali traduzioni sono qualche decina).
Il diluvio poi... credervi implica dimenticare l'etica, la filosofia, e attribuire a Dio una buona quantità di non senso. Si comporta peggio del peggiore dei carnefici, facendo fuori il giusto con l'ingiusto, a meno di non credere alla favoletta che tutti, ma proprio tutti, tranne Noè e consanguinei fossero malvagi (compresi i bambini di 2 giorni che all'epoca erano nati). Inoltre, siccome non esiste un crimine che meriti la morte, Dio sarebbe meno evoluto dei texani che votano Bush. E io ad in Dio americano che sposa la pena di morte non credo.
Inoltre tutta la loro teodicea è una sciocchezza infantile. La loro spiegazione del male nel mondo è che Dio doveva dimostrare di avercelo durissimo, e dunque far vedere a Satana e ai discendenti degli uomini che non potevano governarsi da soli, per poi fare una carneficina alla fine dei tempi, e riprendere il potere.
In ciò dimostra di essere un Dio veramente poco filosofico, che ignora il paradosso del tacchino induttivista di Russel e Popper. Come se la ripetizione di qualcosa potesse dimostrare che quella cosa sarà sempre uguale.

Fin dal primo giorno questo tacchino osservò che, nell'allevamento in cui era stato portato, gli veniva dato il cibo alle 9 del mattino. E da buon induttivista non fu precipitoso nel trarre conclusioni dalle sue osservazioni e ne eseguì altre in una vasta gamma di circostanze: di mercoledì e di giovedì, nei giorni caldi e nei giorni freddi, sia che piovesse sia che splendesse il sole. Così arricchiva ogni giorno il suo elenco di una proposizione osservativa in condizioni più disparate. Finché la sua coscienza induttivista non fu soddisfatta ed elaborò un'inferenza induttiva come questa: "Mi danno il cibo alle 9 del mattino". Questa concezione si rivelò incontestabilmente falsa alla vigilia di Natale, quando, invece di venir nutrito, fu sgozzato.


Sicché, cosa mai dovrebbe dimostrare che per 6000 e più anni l'uomo non si sia mai riuscito a governarsi da solo? Non dimostra certo che non lo saprà mai fare, esattamente come il fatto che non fosse mai stato trovato il modo di curare il vaiolo per 6000 anni non ha significato che fosse impossibile trovare una cura. Oggi infatti il vaiolo si cura. Nessun periodo di tempo di prova implica che nei 2000 anni successivi una soluzione non possa venir trovata.
Il Dio dei Geovi, coi suoi sbalzi d'umore da mestruata, i suoi pentimenti repentini, la sua ignoranza della logica, è inescusabile.

Ad maiora



a meno di non credere alla favoletta che tutti, ma proprio tutti, tranne Noè e consanguinei fossero malvagi (compresi i bambini di 2 giorni che all'epoca erano nati). Inoltre, siccome non esiste un crimine che meriti la morte, Dio sarebbe meno evoluto dei texani che votano Bush.


Premesso che ormai sono diventato un agnostico convinto, mi sorge una domanda:

Perchè tantissimi episodi narrati del VT vengono definiti "favole", mentre ciò non avviene con il NT?
Personalmente trovo assurdo che Dio abbia mandato un diluvio distruggendo bambini anche di 2 giorni, oppure che abbia diviso le acque nel mar rosso, etc. etc., tanto quanto la favola che un Dio si è fatto carne, si sia trasferito sulla terra tramite il ventre di una vergine e che abbia guarito zoppi, ciechi, sordi, abbia resuscitato morti, e alla fine abbia resuscitato se stesso!
Ma ovviamente gli episodi del NT non possono essere messi in discussione, perchè senza resurrezione non esiste cristianesimo.......!
Mi verrà sicuramente detto che a differenza dei racconti del VT, per il NT ci sono stati centinaia di testimoni oculari tutti in un breve arco di tempo.........., ma allora quindi potrei tranquillamente credere anche agli ufo, perchè ci sono centinaia di persone, le quali giurano di aver avuto incontri ravvicinati di 1°, 2° e 3° tipo, dove quest'ultime giurano di essere state "rapite" e portate a bordo di astronavi aliene......!

Come non darti ragione? :risatina:
Ma tu pensa se avessimo ragione e tutte le storie di dèi ed eventi soprannaturali che nei millenni sono state fatte fossero solamente elucubrazioni mentali umane, quanto tempo e quanto fiato persi inutilmente...
Di una cosa però sono convinto: sicuramente sta meglio chi ha sempre creduto in queste cose, specie nei momenti nei quali si perde una persona cara e lo stare meglio é probabilmente la causa prima che ha permesso il nascere di queste cose: il non saper accettare che alla morte di qualcuno o di noi stessi ci sia il nulla. Aveva ragione Freud?
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5663
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi nello80 » 03/01/2017, 13:18

Mario70 ha scritto:
nello80 ha scritto:
polymetis ha scritto:Ma poi ci chiediamo perché i TdG scoraggino l'iscrizione all'università, ed in special modo nelle facoltà umanistiche? Per essere TdG devi dimentircarti l'archeologia (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui tutto il mondo accademico sbaglia), dimenticarti la biologia (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui tutto il mondo accademico sbaglia), dimenticarti la geologia e berti il diluvio (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui il mondo accademico sbaglia), dimenticarti il greco (o credere a qualche teoria complottistica secondo cui il mondo accademico sbaglia, tranne ovviamente l'1% delle traduzioni che rendono come te, e siccome la Bibbia è stata tradotta migliaia di volte, tali traduzioni sono qualche decina).
Il diluvio poi... credervi implica dimenticare l'etica, la filosofia, e attribuire a Dio una buona quantità di non senso. Si comporta peggio del peggiore dei carnefici, facendo fuori il giusto con l'ingiusto, a meno di non credere alla favoletta che tutti, ma proprio tutti, tranne Noè e consanguinei fossero malvagi (compresi i bambini di 2 giorni che all'epoca erano nati). Inoltre, siccome non esiste un crimine che meriti la morte, Dio sarebbe meno evoluto dei texani che votano Bush. E io ad in Dio americano che sposa la pena di morte non credo.
Inoltre tutta la loro teodicea è una sciocchezza infantile. La loro spiegazione del male nel mondo è che Dio doveva dimostrare di avercelo durissimo, e dunque far vedere a Satana e ai discendenti degli uomini che non potevano governarsi da soli, per poi fare una carneficina alla fine dei tempi, e riprendere il potere.
In ciò dimostra di essere un Dio veramente poco filosofico, che ignora il paradosso del tacchino induttivista di Russel e Popper. Come se la ripetizione di qualcosa potesse dimostrare che quella cosa sarà sempre uguale.

Fin dal primo giorno questo tacchino osservò che, nell'allevamento in cui era stato portato, gli veniva dato il cibo alle 9 del mattino. E da buon induttivista non fu precipitoso nel trarre conclusioni dalle sue osservazioni e ne eseguì altre in una vasta gamma di circostanze: di mercoledì e di giovedì, nei giorni caldi e nei giorni freddi, sia che piovesse sia che splendesse il sole. Così arricchiva ogni giorno il suo elenco di una proposizione osservativa in condizioni più disparate. Finché la sua coscienza induttivista non fu soddisfatta ed elaborò un'inferenza induttiva come questa: "Mi danno il cibo alle 9 del mattino". Questa concezione si rivelò incontestabilmente falsa alla vigilia di Natale, quando, invece di venir nutrito, fu sgozzato.


Sicché, cosa mai dovrebbe dimostrare che per 6000 e più anni l'uomo non si sia mai riuscito a governarsi da solo? Non dimostra certo che non lo saprà mai fare, esattamente come il fatto che non fosse mai stato trovato il modo di curare il vaiolo per 6000 anni non ha significato che fosse impossibile trovare una cura. Oggi infatti il vaiolo si cura. Nessun periodo di tempo di prova implica che nei 2000 anni successivi una soluzione non possa venir trovata.
Il Dio dei Geovi, coi suoi sbalzi d'umore da mestruata, i suoi pentimenti repentini, la sua ignoranza della logica, è inescusabile.

Ad maiora



a meno di non credere alla favoletta che tutti, ma proprio tutti, tranne Noè e consanguinei fossero malvagi (compresi i bambini di 2 giorni che all'epoca erano nati). Inoltre, siccome non esiste un crimine che meriti la morte, Dio sarebbe meno evoluto dei texani che votano Bush.


Premesso che ormai sono diventato un agnostico convinto, mi sorge una domanda:

Perchè tantissimi episodi narrati del VT vengono definiti "favole", mentre ciò non avviene con il NT?
Personalmente trovo assurdo che Dio abbia mandato un diluvio distruggendo bambini anche di 2 giorni, oppure che abbia diviso le acque nel mar rosso, etc. etc., tanto quanto la favola che un Dio si è fatto carne, si sia trasferito sulla terra tramite il ventre di una vergine e che abbia guarito zoppi, ciechi, sordi, abbia resuscitato morti, e alla fine abbia resuscitato se stesso!
Ma ovviamente gli episodi del NT non possono essere messi in discussione, perchè senza resurrezione non esiste cristianesimo.......!
Mi verrà sicuramente detto che a differenza dei racconti del VT, per il NT ci sono stati centinaia di testimoni oculari tutti in un breve arco di tempo.........., ma allora quindi potrei tranquillamente credere anche agli ufo, perchè ci sono centinaia di persone, le quali giurano di aver avuto incontri ravvicinati di 1°, 2° e 3° tipo, dove quest'ultime giurano di essere state "rapite" e portate a bordo di astronavi aliene......!

Come non darti ragione? :risatina:
Ma tu pensa se avessimo ragione e tutte le storie di dèi ed eventi soprannaturali che nei millenni sono state fatte fossero solamente elucubrazioni mentali umane, quanto tempo e quanto fiato persi inutilmente...
Di una cosa però sono convinto: sicuramente sta meglio chi ha sempre creduto in queste cose, specie nei momenti nei quali si perde una persona cara e lo stare meglio é probabilmente la causa prima che ha permesso il nascere di queste cose: il non saper accettare che alla morte di qualcuno o di noi stessi ci sia il nulla. Aveva ragione Freud?


Credo che come sia stato affermato in passato, la religione sia veramente "l'oppio dei popoli"!
Io sinceramente la definisco più una "stampella", la quale può dare (false)speranze in momenti di bisogni o drammatici!
Concordo che vive meglio chi crede che ci sia qualcosa dopo questa vita, specie chi per esempio ha perso qualche persona cara, o viva qualche enorme disagio sociale!
Comunque, (almeno a mio avviso) rimane una falsa speranza, una pia illusione!

P.S. sono convinto che i nostri discendenti fra 1000/2000 anni studiando le credenze religiosi attuali, ci considereranno nello stesso modo in cui oggi noi consideriamo gli antichi egizi o babilonesi......!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Caro Nello.....

Messaggiodi Vieri » 03/01/2017, 13:59

Mi dici che sei diventato agnostico e mi sembra che questa parola voglia dire "credo solo a quello che vedo e che è sicuramente dimostrato". Sbaglio ?

E' inutile riaffermare il fatto che l'uomo da sempre vive in un mondo denso di problemi dalla pura sopravvivenza di un tempo ai noti problemi attuali del lavoro, famiglia, malattie, perdita di persone care ma anche, se permetti di amore e condivisone di momenti felici.
In tutto questo susseguirsi di eventi, che cosa alla fine ti spinge ad andare avanti se non una sola parola: " la speranza" .
Chi ha fede ha anche speranza e questa fa sicuramente vivere meglio poichè intravede, in tutti gli alti e bassi della sua vita sempre una luce in fondo al tunnel, un obiettivo da perseguire.

Penso allora che la differenza consista proprio in questo: fra chi vede questa luce e chi invece vede sempre buio.....continuando a "camminare" sempre alla cieca.....

L'invito pertanto è quello di cercare di non ragionare più come i tdg, di vedere, leggere ed interpretare le scritture solo esaminando e criticando le parole ma osservandone i principi.
A molti, per vivere bene, come al sottoscritto, basta allora ricordarsi delle parole:" amatevi l'un l'altro come io ho amato voi".....
......ed il contrario dell'amore è sempre la paura......
Buon anno.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3606
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi polymetis » 03/01/2017, 14:09

IL Nt ha un grado di probabilità molto diverso dall'AT, anche solo per la semplice ragione che i testi oggi canonici sono stati scritti in un arco di tempo molto vicino ai fatti che raccontano. Paolo è il caso più eclatante.
Se leggiamo 1 Cor vediamo che Paolo si aggancia direttamente alla storia dei testimoni oculari che riferiscono i fatti di appena 20 anni prima:

"Vi rendo noto, fratelli, il vangelo che vi ho annunziato e che voi avete ricevuto, nel quale restate saldi, e dal quale anche ricevete la salvezza, se lo mantenete in quella forma in cui ve l'ho annunziato. Altrimenti, avreste creduto invano! Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto: che cioè Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture, fu sepolto ed è risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture, e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici. In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti"

Non solo questa è la testimonianza che Cristo era realmente esistito, cosa ovvia e che nessuno ha mai messo in dubbio, ma pure del fatto che era risorto. Paolo dice: se non mi credi, caro cittadino di Corinto, quando ti dico che Cristo è risorto, fatti un viaggio a Gerusalemme, perché sappi che Cristo è apparso a ben 500 persone, la maggioranza delle quali ancora vive, a cui puoi chiedere direttamente. Ed è ovvio che una testimonianza di 500 persone vale molto. Queste righe di Paolo ci trasmettono anche l'idea di una predicazione strutturata, di un centro di autorità deputato a controllare l'indiscriminato vociare su Gesù "Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto:". Prima Gesù apparve a Pietro, poi ai dodici, poi a 500. Si trattebbe dunque di una triplica allucinazione?
E' un po' diverso dal caso di 500 persone che possono aver visto un UFO. Qui prima Gesù sarebbe apparso ad uno che lo conosceva bene, cioè Pietro, poi ai 12, poi a 500 persone. Non mi spiego come Pietro e i 12, che Paolo conobbe, abbiano potuto sbagliarsi su un fatto così clamoroso, che ha fatto sì che la propria fede, annientata allorché il loro messia fu crocifisso, potesse risorgere ed avere un impulso tale da conquistare un impero. L'unica spiegazione plausibile al fatto che Pietro, poi i 12, poi i 500, si siano ingannati tutti è che mentissero di proposito. Ma non ho motivi di supporre una cosa simile. Ne mi spiego perché questa gente si sia fatta martirizzare per qualcosa che ritenevano una menzogna. Ecco, diciamo che la fede della Chiesa primitiva è assai più radicata nei fatti che qualcosa accaduto 500 anni prima, il che è il lasso di tempo che di solito intercorre tra un evento narrato nell'Antico testamento e la sua messa per iscritto.
Ma sopratutto: le idee di Gesù sono incredibilmente filosofiche, così plausibili per la mia idea del divino, e al contempo così poco umane, così poco comode. La verità scomoda che gli uomini non avrebbero interesse ad inventare. Quindi diciamo che la mia fede in gesù dipende da un mix di fattori storici e filosofici. Il suo Dio mi pare plausibile.


Ad maiora
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4246
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi Mario70 » 03/01/2017, 18:14

polymetis ha scritto:IL Nt ha un grado di probabilità molto diverso dall'AT, anche solo per la semplice ragione che i testi oggi canonici sono stati scritti in un arco di tempo molto vicino ai fatti che raccontano. Paolo è il caso più eclatante.
Se leggiamo 1 Cor vediamo che Paolo si aggancia direttamente alla storia dei testimoni oculari che riferiscono i fatti di appena 20 anni prima:

"Vi rendo noto, fratelli, il vangelo che vi ho annunziato e che voi avete ricevuto, nel quale restate saldi, e dal quale anche ricevete la salvezza, se lo mantenete in quella forma in cui ve l'ho annunziato. Altrimenti, avreste creduto invano! Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto: che cioè Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture, fu sepolto ed è risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture, e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici. In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti"

Non solo questa è la testimonianza che Cristo era realmente esistito, cosa ovvia e che nessuno ha mai messo in dubbio, ma pure del fatto che era risorto. Paolo dice: se non mi credi, caro cittadino di Corinto, quando ti dico che Cristo è risorto, fatti un viaggio a Gerusalemme, perché sappi che Cristo è apparso a ben 500 persone, la maggioranza delle quali ancora vive, a cui puoi chiedere direttamente. Ed è ovvio che una testimonianza di 500 persone vale molto. Queste righe di Paolo ci trasmettono anche l'idea di una predicazione strutturata, di un centro di autorità deputato a controllare l'indiscriminato vociare su Gesù "Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto:". Prima Gesù apparve a Pietro, poi ai dodici, poi a 500. Si trattebbe dunque di una triplica allucinazione?
E' un po' diverso dal caso di 500 persone che possono aver visto un UFO. Qui prima Gesù sarebbe apparso ad uno che lo conosceva bene, cioè Pietro, poi ai 12, poi a 500 persone. Non mi spiego come Pietro e i 12, che Paolo conobbe, abbiano potuto sbagliarsi su un fatto così clamoroso, che ha fatto sì che la propria fede, annientata allorché il loro messia fu crocifisso, potesse risorgere ed avere un impulso tale da conquistare un impero. L'unica spiegazione plausibile al fatto che Pietro, poi i 12, poi i 500, si siano ingannati tutti è che mentissero di proposito. Ma non ho motivi di supporre una cosa simile. Ne mi spiego perché questa gente si sia fatta martirizzare per qualcosa che ritenevano una menzogna. Ecco, diciamo che la fede della Chiesa primitiva è assai più radicata nei fatti che qualcosa accaduto 500 anni prima, il che è il lasso di tempo che di solito intercorre tra un evento narrato nell'Antico testamento e la sua messa per iscritto.
Ma sopratutto: le idee di Gesù sono incredibilmente filosofiche, così plausibili per la mia idea del divino, e al contempo così poco umane, così poco comode. La verità scomoda che gli uomini non avrebbero interesse ad inventare. Quindi diciamo che la mia fede in gesù dipende da un mix di fattori storici e filosofici. Il suo Dio mi pare plausibile.


Ad maiora

Che Gesù apparve a 500 persone lo scrisse solo lui, i vangeli e gli atti parlano degli apostoli e di pochi discepoli, alla fine poly é solo questione di fede.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5663
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi polymetis » 03/01/2017, 18:25

Non sono abituato a pensare che una persona menta, se non ne ho motivo. San Paolo scrive di questi 500 per placare i dubbi dei Corinzi increduli. Non è plausibile che, vista la mobilità dell'epoca, Paolo inventasse particolari simili. Qualsiasi corinzio in contatto con la comunità gerosolimitana, o che si fosse recato di persona a Gerusalemme, avrebbe potuto infatti sbugiardarlo e verificare se questi 500 esistessero davvero. Egli infatti precisa che la maggior parte di questi 500 erano ancora vivi. I Vangeli semplicemente non parlano della vita della Chiesa primitiva, e non è dato sapere dopo quanto tempo Gesù apparve a questi 500. I Vangeli si fermano prima.
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4246
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi Socrate69 » 03/01/2017, 19:09

Siamo largamente OT ma...
E se il personaggio chiamato Gesù non morì, ma svenì -come certuni hanno ipotizzato - , così mettiamo tutti d'accordo ? :sorriso:
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3207
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi nello80 » 03/01/2017, 20:53

Mario70 ha scritto:
polymetis ha scritto:IL Nt ha un grado di probabilità molto diverso dall'AT, anche solo per la semplice ragione che i testi oggi canonici sono stati scritti in un arco di tempo molto vicino ai fatti che raccontano. Paolo è il caso più eclatante.
Se leggiamo 1 Cor vediamo che Paolo si aggancia direttamente alla storia dei testimoni oculari che riferiscono i fatti di appena 20 anni prima:

"Vi rendo noto, fratelli, il vangelo che vi ho annunziato e che voi avete ricevuto, nel quale restate saldi, e dal quale anche ricevete la salvezza, se lo mantenete in quella forma in cui ve l'ho annunziato. Altrimenti, avreste creduto invano! Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto: che cioè Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture, fu sepolto ed è risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture, e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici. In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti"

Non solo questa è la testimonianza che Cristo era realmente esistito, cosa ovvia e che nessuno ha mai messo in dubbio, ma pure del fatto che era risorto. Paolo dice: se non mi credi, caro cittadino di Corinto, quando ti dico che Cristo è risorto, fatti un viaggio a Gerusalemme, perché sappi che Cristo è apparso a ben 500 persone, la maggioranza delle quali ancora vive, a cui puoi chiedere direttamente. Ed è ovvio che una testimonianza di 500 persone vale molto. Queste righe di Paolo ci trasmettono anche l'idea di una predicazione strutturata, di un centro di autorità deputato a controllare l'indiscriminato vociare su Gesù "Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto:". Prima Gesù apparve a Pietro, poi ai dodici, poi a 500. Si trattebbe dunque di una triplica allucinazione?
E' un po' diverso dal caso di 500 persone che possono aver visto un UFO. Qui prima Gesù sarebbe apparso ad uno che lo conosceva bene, cioè Pietro, poi ai 12, poi a 500 persone. Non mi spiego come Pietro e i 12, che Paolo conobbe, abbiano potuto sbagliarsi su un fatto così clamoroso, che ha fatto sì che la propria fede, annientata allorché il loro messia fu crocifisso, potesse risorgere ed avere un impulso tale da conquistare un impero. L'unica spiegazione plausibile al fatto che Pietro, poi i 12, poi i 500, si siano ingannati tutti è che mentissero di proposito. Ma non ho motivi di supporre una cosa simile. Ne mi spiego perché questa gente si sia fatta martirizzare per qualcosa che ritenevano una menzogna. Ecco, diciamo che la fede della Chiesa primitiva è assai più radicata nei fatti che qualcosa accaduto 500 anni prima, il che è il lasso di tempo che di solito intercorre tra un evento narrato nell'Antico testamento e la sua messa per iscritto.
Ma sopratutto: le idee di Gesù sono incredibilmente filosofiche, così plausibili per la mia idea del divino, e al contempo così poco umane, così poco comode. La verità scomoda che gli uomini non avrebbero interesse ad inventare. Quindi diciamo che la mia fede in gesù dipende da un mix di fattori storici e filosofici. Il suo Dio mi pare plausibile.


Ad maiora

Che Gesù apparve a 500 persone lo scrisse solo lui, i vangeli e gli atti parlano degli apostoli e di pochi discepoli, alla fine poly é solo questione di fede.



Esatto, alla fine è solo una questione di fede, perché di prove oggettive, scientifiche e incontrovertibili non ne esistono........!
Sinceramente trovo più plausibile l'ipotesi ufo che quella di un Dio fattosi uomo e auto-resuscitatosi!
Seguendo poi il ragionamento di Poly, sul quale che i racconti del NT sono più credibili di quelli del VT, per una ragione "temporale", allora dovrebbe essere più credibile l'ipotesi ufo che quello del Gesù divino, con tutto il seguito di miracoli!
Del resto di testimonianze in merito ce ne sono ben più di 500, e in più non stiamo parlando di 2000 anni fa, ma di gente che è ancora in vita.....!

P.S. Penso che sia ovvio che sono scettico su entrambe le cose, ed ho usato il fenomeno ufo solo come esempio....!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Panacca » 03/01/2017, 22:08

Questione di Fede?!?!

(Ebrei 11:1) La fede è la sicura aspettazione di cose sperate, l’evidente dimostrazione di realtà benché non vedute.
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi polymetis » 03/01/2017, 23:24

Cinquecento testimoni di un singolo avvistamento UFO?
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4246
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi nello80 » 03/01/2017, 23:33

polymetis ha scritto:Cinquecento testimoni di un singolo avvistamento UFO?



Anche più di 500.......!
Lima 2007, Phoenix (Arizona) 1997, Belgio 1990, etc.

https://www.youtube.com/watch?v=Tp2H1MsI3KI

https://www.youtube.com/watch?v=2GeGrT07Npk

https://www.youtube.com/watch?v=d-Fc7ERDVMI
Ultima modifica di nello80 il 03/01/2017, 23:36, modificato 1 volta in totale.
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Mario70 » 03/01/2017, 23:35

Panacca ha scritto:Questione di Fede?!?!

(Ebrei 11:1) La fede è la sicura aspettazione di cose sperate, l’evidente dimostrazione di realtà benché non vedute.

È a dirlo fu un anonimo autore di un libro scritto alla fine del I secolo non contenuto nel canone muratoriano... Dimostrazione di cosa? Se sono realtà dimostrate non serve la fede.
Meglio essere ignoranti Panacca, credimi.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5663
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi nello80 » 03/01/2017, 23:38

Mario70 ha scritto:
Panacca ha scritto:Questione di Fede?!?!

(Ebrei 11:1) La fede è la sicura aspettazione di cose sperate, l’evidente dimostrazione di realtà benché non vedute.

È a dirlo fu un anonimo autore di un libro scritto alla fine del I secolo non contenuto nel canone muratoriano... Dimostrazione di cosa? Se sono realtà dimostrate non serve la fede.
Meglio essere ignoranti Panacca, credimi.


Un po' come quando il CD si auto-referenzia dicendo che è lo SFD......!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi nello80 » 04/01/2017, 0:25

Riguardo al caso belga riporto quanto segue:

L'ondata belga trova un picco con gli eventi della notte del tra il 30 e il 31 marzo 1990. Quella notte oggetti non identificati furono tracciati su radar, fotografati, e visti da circa 13.500 persone, 2.600 delle quali hanno prodotto testimonianza scritta descrivendo nel dettaglio ciò a cui avevano assistito[1]. A seguito dell'episodio le forze armate aeree del Belgio realizzarono un rapporto, descrivendo nei dettagli gli eventi di quella notte.

Alle 23:00 circa del 30 marzo, il supervisore del Control Reporting Center (CRC) di Glons ricevette rapporti di tre luci insolite, viste muoversi verso Thorembais-Gembloux, verso il sud-est di Bruxelles. Si riporta che le luci fossero più brillanti delle stelle, cambiando colore, tra il rosso-verde-giallo, e apparivano ai vertici di un triangolo equilatero.

Alle 0:05 si alzarono in volo due caccia F-16 mettendosi in contatto radar con l'oggetto non identificato. Essi testimoniarono un'accelerazione da 280 a 1700 chilometri orari in un solo secondo (non sopportabile da organismi umani). In tre casi diversi venne richiesto l'intervento dei caccia ma «l'Air Force non fu in grado di identificare la natura, l'origine e le intenzioni del fenomeno riportato» (dichiarazione ufficiale del 12 novembre 2007 dell'ex generale De Brower).

I dettagli finali sugli avvistamenti furono dati dai membri della gendarmeria di Wavre, inviata per confermare i rapporti iniziali. Essi descrivono 4 luci, ora trasformatisi in una formazione quadrata, andando a scomparire in 4 direzioni separate verso l'1:30[2].

Wilfried De Brower: ex generale maggiore della Composante Air de l'armée belge, capo delle operazioni al tempo dell'ondata di avvistamenti.


fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Avvistame ... _in_Belgio


Come vedi si parla di migliaia di persone, altro che 500..........!
In più, 2600 di esse fecero una dichiarazione scritta.....!
La cosa più importante è che fra di loro ci furono persone di un certo livello, quali piloti di caccia, ufficiali ed ex ufficiali superiori, etc....!
Insomma non contadini e pescatori analfabeti di 2000 anni fa.....!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Testimone di Cristo » 04/01/2017, 10:43

nello80 ha scritto:
Mario70 ha scritto:
polymetis ha scritto:IL Nt ha un grado di probabilità molto diverso dall'AT, anche solo per la semplice ragione che i testi oggi canonici sono stati scritti in un arco di tempo molto vicino ai fatti che raccontano. Paolo è il caso più eclatante.
Se leggiamo 1 Cor vediamo che Paolo si aggancia direttamente alla storia dei testimoni oculari che riferiscono i fatti di appena 20 anni prima:

"Vi rendo noto, fratelli, il vangelo che vi ho annunziato e che voi avete ricevuto, nel quale restate saldi, e dal quale anche ricevete la salvezza, se lo mantenete in quella forma in cui ve l'ho annunziato. Altrimenti, avreste creduto invano! Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto: che cioè Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture, fu sepolto ed è risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture, e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici. In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti"

Non solo questa è la testimonianza che Cristo era realmente esistito, cosa ovvia e che nessuno ha mai messo in dubbio, ma pure del fatto che era risorto. Paolo dice: se non mi credi, caro cittadino di Corinto, quando ti dico che Cristo è risorto, fatti un viaggio a Gerusalemme, perché sappi che Cristo è apparso a ben 500 persone, la maggioranza delle quali ancora vive, a cui puoi chiedere direttamente. Ed è ovvio che una testimonianza di 500 persone vale molto. Queste righe di Paolo ci trasmettono anche l'idea di una predicazione strutturata, di un centro di autorità deputato a controllare l'indiscriminato vociare su Gesù "Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto:". Prima Gesù apparve a Pietro, poi ai dodici, poi a 500. Si trattebbe dunque di una triplica allucinazione?
E' un po' diverso dal caso di 500 persone che possono aver visto un UFO. Qui prima Gesù sarebbe apparso ad uno che lo conosceva bene, cioè Pietro, poi ai 12, poi a 500 persone. Non mi spiego come Pietro e i 12, che Paolo conobbe, abbiano potuto sbagliarsi su un fatto così clamoroso, che ha fatto sì che la propria fede, annientata allorché il loro messia fu crocifisso, potesse risorgere ed avere un impulso tale da conquistare un impero. L'unica spiegazione plausibile al fatto che Pietro, poi i 12, poi i 500, si siano ingannati tutti è che mentissero di proposito. Ma non ho motivi di supporre una cosa simile. Ne mi spiego perché questa gente si sia fatta martirizzare per qualcosa che ritenevano una menzogna. Ecco, diciamo che la fede della Chiesa primitiva è assai più radicata nei fatti che qualcosa accaduto 500 anni prima, il che è il lasso di tempo che di solito intercorre tra un evento narrato nell'Antico testamento e la sua messa per iscritto.
Ma sopratutto: le idee di Gesù sono incredibilmente filosofiche, così plausibili per la mia idea del divino, e al contempo così poco umane, così poco comode. La verità scomoda che gli uomini non avrebbero interesse ad inventare. Quindi diciamo che la mia fede in gesù dipende da un mix di fattori storici e filosofici. Il suo Dio mi pare plausibile.


Ad maiora

Che Gesù apparve a 500 persone lo scrisse solo lui, i vangeli e gli atti parlano degli apostoli e di pochi discepoli, alla fine poly é solo questione di fede.



Esatto, alla fine è solo una questione di fede, perché di prove oggettive, scientifiche e incontrovertibili non ne esistono........!
Sinceramente trovo più plausibile l'ipotesi ufo che quella di un Dio fattosi uomo e auto-resuscitatosi!
Seguendo poi il ragionamento di Poly, sul quale che i racconti del NT sono più credibili di quelli del VT, per una ragione "temporale", allora dovrebbe essere più credibile l'ipotesi ufo che quello del Gesù divino, con tutto il seguito di miracoli!
Del resto di testimonianze in merito ce ne sono ben più di 500, e in più non stiamo parlando di 2000 anni fa, ma di gente che è ancora in vita.....!


P.S. Penso che sia ovvio che sono scettico su entrambe le cose, ed ho usato il fenomeno ufo solo come esempio....!


Caro Nello
Rispettabilissimo il tuo pensiero e la tua posizione, ma se sono ben più di 500 coloro che possono testimoniare di avvistamenti UFO " qualcosa come un miraggio a mio avviso ", posso dirti che sono Molti di più, " Milioni " coloro " tra i quali anche io "che hanno avuto un incontro Potente " come Paolo-Saulo o simile "col Grande Signore Gesù , Signore della Gloria, Il Quale ha cambiato la vita di tutti coloro che Lo hanno Invocato e che Lo Invocano.
Tanti , ma tanti, che erano malati di cancro, altri che erano sterili e senza figli per anni di matrimoni, ed oggi hanno due figli " li conosco personalmente", altri liberati dalla dipendenza dell'alcool, dalla droga, il tutto in un batter d'occhio, ma soprattutto , avendolo accettato nella loro vita , come Il loro Signore e Salvatore, loro Unica Speranza, oggi hanno e vivono con la Gioia E la Pace nel cuore , le loro vite anche tra le difficoltà.
Quindi una realtà più che attuale.
Cordialità

E non perchè hanno aderito alla fede evangelica, ma perchè hanno Invocato Lui Il Cristo, Grande Signore della Gloria, e a Lui hanno aperto il cuore, a Lui lo hanno piegato, e da Lui sono stati perdonati, lavati dal Suo Sangue Prezioso
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 584
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Socrate69 » 04/01/2017, 11:20

Peccato che Cristo non si presenti come si presentò a Saulo di Tarso a miliardi di altre persone, forse si avrebbe un buon motivo per crederci...

Ma a parte ciò, caro Testimone, io conosco persone che sono guarite senza credere.

E peccato che si continui a morire, senza nessuno che riesca a compiere quello che sarebbe il più grande miracolo: la resurrezione.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3207
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi polymetis » 04/01/2017, 11:36

Mi sembra che ci sia un problema in queste deduzioni. Non conosco questi dati sugli UFO belgi, ma il punto è che non ho nessun interesse a dire che si trattasse di cose false. Se centinaia di persone hanno visto delle luci a triangolo nel cielo, e le hanno fotografate, allora ritengo probabile che ci fossero davvero. Ma quello che hanno visto sono per l'appunto luci nel cielo. Cosa cosa fossero quelli luci, se qualche fenomeno naturale, qualche velivolo sperimentale umano, o un disco volante, nessuno può dirlo, perché la testimonianza si ferma all'avvistamento di alcune luci.
Nel caso di Gesù la faccenda è alquanto diversa. Gesù era un personaggio conosciuto, e dunque egli è stato riconosciuto da quei 500. Non abbiamo solo l'avvistamento, ma anche l'identificazione.

Ad maiora
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4246
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

E se invece......

Messaggiodi Vieri » 04/01/2017, 11:37

Socrate69 ha scritto:Siamo largamente OT ma...
E se il personaggio chiamato Gesù non morì, ma svenì -come certuni hanno ipotizzato - , così mettiamo tutti d'accordo ? :sorriso:

MA ragazzi,....ma allora sarebbe vero che qualcuno disse che era "morto di sonno"?...Per favore..... :ironico:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3606
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Testimone di Cristo » 04/01/2017, 12:10

Socrate69 ha scritto:Peccato che Cristo non si presenti come si presentò a Saulo di Tarso a miliardi di altre persone, forse si avrebbe un buon motivo per crederci...


E' no caro Socrate.
Il Grande Signore, conosce il tuo cuore, il mio come quello di tutti , compreso quello di Paolo, e sapeva che con lo zelo con cui Saulo perseguitava la chiesa, con lo stesso zelo avrebbe portato il Suo Grande Nome , davanti ai Giudei, gentili, Re, grandi della terra.... , e questo fece.
Con franchezza, non cerchiamo scuse per non accostarci a Lui e a Lui piegare il nostro cuore; è Lui che ha fatto il primo passo , e spesso noi cerchiamo scuse..
Chi mi cerca mi trova...
E Milioni Lo hanno trovato...

Poi quando anche a me hanno parlato di Lui, che poteva : perdonarmi, salvarmi, dare pace e gioia al cuore e liberarmi da una montagna che avevo addosso, Lo cercato, Lo Invocato; io ho chiesto il Suo aiuto, e Lui Il Grande Signore non ha esitato, il tutto è accaduto in pochi minuti , e tolto ogni montagna, peso , e ha messo pace nel mio cuore, quando Gli ho chiesto di perdonarmi, poichè Amava anche me , ed anche per me " te, tutti noi" aveva dato la sua vita a morire.
Come vedi basta poco, un cuore sincero, pentito di una vita vissuta come se Lui non esistesse, umiliato davanti alla Sua Maestà, e Lui è pronto a stendere la Sua Mano.


Ma a parte ciò, caro Testimone, io conosco persone che sono guarite senza credere.

Quindi pensi che ciò sia frutto del caso..?
E peccato che si continui a morire, senza nessuno che riesca a compiere quello che sarebbe il più grande miracolo: la resurrezione.

Questa è una Sua Grande Promessa, e come le altre avverate, non cadrà a terra.
I cieli e la terra passeranno ma le mie parole non passeranno; Lui lo ha detto.
Sai caro, una riflessione che ho fatto:
Rispettosamente parlando, per decenni gli amici tdg, hanno affidato le loro vite nelle mani di un pugno di uomini, e quando questi li hanno delusi, essi all'ontanandosi dall'organizzazione , sono diventati, atei, agnostici..., e ciò un Fatto che dimostra che la loro vita non era fondata sul Padre e sul Figlio che ha tutto nelle mani.
Ed ora dico: ci si è fidati di uomini di terra investiti di nulla per tanto tempo, ed ora non si vuole dare un po di fiducia al Grande Signore della Gloria , per ricevere quello che Lui vuole dare alla vita delle persone ?
Cordialità

:strettamano:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 584
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Romagnolo » 04/01/2017, 12:51

Mai pensato che possa esistere qualche entità molto potente che si prefigge di tenere le persone incasellate in qualche forma religiosa?
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4070
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Prossimo

Torna a Scienza e Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici