Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Un’importanza di cui il CD si tiene muto

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Un’importanza di cui il CD si tiene muto

Messaggiodi Gianni27 » 23/05/2011, 18:50

Generalmente parlando della creazione di Dio, diciamo: “Dio creò mediante la Parola della sua bocca”; mentre i tdg dicono: “Dio creò tutte le cose mediante il suo Figlio da Lui creato.
Infatti, insegnano che il Figlio è l’unico che Geova Dio creò, avanti tutta la creazione, e poi gli affidò il compito di creare tutte le altre cose, e non vi è nessuna cosa che non sia stata creata dal Figlio.
Ma se leggiamo Genesi 2:7, comprendiamo con chiarezza che il Geova, o meglio: il JHWH della creazione e del popolo d’Israele, è Dio la Parola creatrice e non il Padre.
Il CD dei tdg è costretto a rimanere muto sul sopraccitato verso per evitare che molti suoi adepti venissero a credere la Scrittura per com’è scritta. Infatti, se l’anima che pecca morrà (Ez.18:4) è preso alla lettera, perché poi non si deve prendere alla lettera Gen.2:7?
Il verso dice: “E Geova Dio formava l’uomo dalla polvere del suolo e gli soffiava nelle narici l’alito della vita, e l’uomo divenne un’anima vivente”. (Gen.2:7) TNM
Più chiaro di così? Non c’è!
Fu Geova Dio (il Figlio), ossia, fu Geova (la Parola che ha creato tutto) a prendere la polvere del suolo facendo l’uomo. Fu Geova (il Figlio) a fabbricare Adamo. Fu Geova (per com’è qui scritto) a soffiare l’alito vitale in Adamo.
Per mezzo del profeta Isaia (35:4) Dio annunzia al suo vecchio popolo dicendo: “…. Non temete. Ecco il vostro proprio Dio verrà con la vendetta stessa. Dio, si, con una ricompensa. Egli stesso verrà e vi salverà”. TNM
Il verso è chiaro. L’Iddio d’Israele era Geova la Parola, che venne ai suoi nella sua casa, ma i suoi non l’hanno ricevuto. (Giov.1:11)
Fu Geova il Figlio che non fu ricevuto benché nella sua casa.
Parlando del Padre, Gesù disse ai Giudei: “…Voi non avete in nessun modo udito la sua voce né visto la sua figura” (Giov.5:37) TNM
In conclusione, la Parola era il Geova d’Israele che venne qui al mondo.
E Nessuno conosce chi è il Figlio se non il Padre… (Lu.10:22; Matt.11:27)
Gianni27
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

A Gianni27

Messaggiodi Xena67 » 21/06/2011, 7:25

Il vero problema è che i Tdg, cioè i proclamatori non conoscono Cristo, nè la sua Essenza Divina, perchè viene dal Padre.
Il credo Geoviano ha svilito e sminuito la figura del Cristo, per ovvie ragioni, ha adattato le scritture sopratutto i versetti che al Cd interessavano (guarda caso)
per confutare la Natura Trina di Dio e mettere Cristo in una posizione inferiore a Dio.
Quello che il Cd non dice riguardo a Cristo che Essendo della stessa Essenza Divina del Padre è superiore a tutte le altre creature sia spirituali che terrene, è L'Unigenito Figlio ed erede di tale posizione Divina, e parte in Dio Padre, Dio Il Figlio e Dio Lo Spirito Santo.
Se il Cd non avesse sostenuto le sue tesi dottrinali ed esegetiche avrebbe potuto mettere nella posizione di "appartenere all'Unto"? La risposta viene da se. No! Questo oltre ad essere falso, è anche bestemmia, mettersi alla stessa posizione Divina di Cristo.....e al posto di Cristo. Quante volte ho letto nelle TG, dove il CD con le varie profezie spiegava che Cristo li ha scelti a quel dato compito. Cristo può sceglierti come un veggente, con un particolare dono (chiamata) ma non ti metterà mai al suo posto, per di più in terra? Quando Gesù promise il Regno ai suoi Apostoli, disse loro che, sarebbero stati "partecipi" o "facenti parte" e non avrebbero mai avuto l'autorità che è stata data a Cristo ne sarà data a nessun altro tale autorità come la avuta Lui da Dio. Mi ha aiutata a far luce sulla natura di Cristo gli Scritti del "Pastore Protestante C.H. Spurgeon" sul sito http://www.evangelici.net" target="_blank sotto la voce "grandi predicatori" e il sottotitolo o tema: la posizione di Cristo.
Spero di essermi spiegata al meglio, quando scrivo di getto faccio parecchi errori grammaticali che noto solo in un secondo momento.....appena ho un attimo di tempo spero di riuscire ad inserire una mia ricerca fatta sull'argomento. Estratta da un Dizionario di Teologia...si nota in modo chiaro l'errore di interpretazione dei TDG del CD.
Ciao Xena :ciao:
Avatar utente
Xena67
Utente Junior
 
Messaggi: 478
Iscritto il: 25/05/2011, 17:40

Messaggiodi Aquarivs » 21/06/2011, 13:09

In verità la dottrina geovista insegna che gesù è comunque un dio. Benché non sia geova è comunque considerato un dio potente (geova è onnipotente in quando non ha nessuno al di sopra). Quindi di fatto dio creò la terra resta comunque un passo valido per loro.
Aquarivs
 

Messaggiodi lovelove84 » 21/06/2011, 13:57

Aquarivs ha scritto:In verità la dottrina geovista insegna che gesù è comunque un dio. Benché non sia geova è comunque considerato un dio potente (geova è onnipotente in quando non ha nessuno al di sopra). Quindi di fatto dio creò la terra resta comunque un passo valido per loro.


ma loro dicono geova dio.. quindi se il padre ha creato solo il figlio come puo genesi riportare che ha creato anche adamo?
SI DEVE INSEGNARE A PENSARE, E NO A COSA PENSARE..
Margaret Mead


Lovelove84
Avatar utente
lovelove84
Utente Senior
 
Messaggi: 1660
Iscritto il: 27/07/2009, 14:18

Messaggiodi Aquarivs » 21/06/2011, 14:04

I testimoni sostengono che geova dio abbia creato tutte le cose, personalmente creò Gesù e tramite quest'ultimo creò il resto delle cose.
Aquarivs
 

MA!!!!

Messaggiodi anto » 21/06/2011, 14:05

MA!!!! CHE ARGOMENTO PROFONDO, MI PERDO IN QUESTE RIFLESSIONI!!! BACI A TUTTI
un giorno aprirai gli occhi, la tua mente si risvegliera' e capirai che sei stato chiuso dentro una setta..allora tornerai a essere solo MIO FRATELLO
Presentazione
Avatar utente
anto
Utente Senior
 
Messaggi: 1801
Iscritto il: 22/09/2009, 8:12

Messaggiodi Luciano » 21/06/2011, 14:36

Aquarivs ha scritto:I testimoni sostengono che geova dio abbia creato tutte le cose, personalmente creò Gesù e tramite quest'ultimo creò il resto delle cose.

E Geova Dio formava l’uomo dalla polvere del suolo e gli soffiava nelle narici l’alito della vita, e l’uomo divenne un’anima vivente”.
Queste sono chiare azioni personali, non delegate a terzi!
ciao
Avatar utente
Luciano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3396
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Messaggiodi nike » 21/06/2011, 15:58

Aquarivs ha scritto:I testimoni sostengono che geova dio abbia creato tutte le cose, personalmente creò Gesù e tramite quest'ultimo creò il resto delle cose.

esattamente...

"11 Per Geova, Gesù è il Figlio più caro, e a ragione. È definito “il primogenito di tutta la creazione”, perché è stato la prima creazione di Dio.# (Colossesi 1:15) Ma qualcos’altro lo rende speciale: è l’“unigenito Figlio”. (Giovanni 3:16) Questo significa che Gesù è l’unico a essere stato creato direttamente da Dio. È anche l’unico di cui Dio si sia servito per creare tutte le altre cose. (Colossesi 1:16) Inoltre Gesù è definito “la Parola”. (Giovanni 1:14) Questo ci fa capire che parlava per conto di Dio, trasmettendo agli altri figli, spirituali e umani, i messaggi e le istruzioni del Padre."

fonte
Cosa insegna realmente la Bibbia?
Cap IV
(WTS)
"Ciao a tutti, belli e brutti" Nike

presentation presentation old forum
Avatar utente
nike
Utente Junior
 
Messaggi: 695
Iscritto il: 04/03/2011, 14:01

Messaggiodi Aquarivs » 21/06/2011, 16:38

Vedi che non dormivo in sala, al contrario di quello che insinua Luciano? :risatina:
Aquarivs
 

Messaggiodi Mario70 » 21/06/2011, 18:16

Luciano ha scritto:
Aquarivs ha scritto:I testimoni sostengono che geova dio abbia creato tutte le cose, personalmente creò Gesù e tramite quest'ultimo creò il resto delle cose.

E Geova Dio formava l’uomo dalla polvere del suolo e gli soffiava nelle narici l’alito della vita, e l’uomo divenne un’anima vivente”.
Queste sono chiare azioni personali, non delegate a terzi!
ciao

Lo sai che su questi passi non ci avevo mai riflettuto?
Li metterò nel contesto di ebrei 1:10.
ciao
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5968
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi lovelove84 » 21/06/2011, 19:54

Luciano ha scritto:
Aquarivs ha scritto:I testimoni sostengono che geova dio abbia creato tutte le cose, personalmente creò Gesù e tramite quest'ultimo creò il resto delle cose.

E Geova Dio formava l’uomo dalla polvere del suolo e gli soffiava nelle narici l’alito della vita, e l’uomo divenne un’anima vivente”.
Queste sono chiare azioni personali, non delegate a terzi!
ciao

appunto in super contrato con quello che dice cosa insegna realmente la bibbia mostrato di nike....
SI DEVE INSEGNARE A PENSARE, E NO A COSA PENSARE..
Margaret Mead


Lovelove84
Avatar utente
lovelove84
Utente Senior
 
Messaggi: 1660
Iscritto il: 27/07/2009, 14:18

Bravo Gianni27!

Messaggiodi francoleg » 21/06/2011, 20:51

E' da un mese circa che aspettavo commenti a questo post, mi chiedevo se era possibile che nessuno si rendeva conto dell'importanza che aveva scritto Gianni in queste righe. Ero tentato ogni sera di scrivere un mio commento, ora finalmente posso dirlo: Gianni sei grande! In queste righe hai mostrato come è semplice dimostrare che Gesù è Dio! Traduzioni a confronto, versetti, commenti, di tutto e di più... ed ecco Gianni, poche righe ed il CD è ammutolito!
Bravo Maestro!
"A quale generazione si riferiva Gesù? Alla generazione di persone in vita nel 1914. I rimanenti di quella generazione saranno ancora in vita quando verrà la fine di questo sistema malvagio." (Potete vivere per sempre su una terra paradisiaca, 1982, p. 154)
Presentazione:
viewtopic.php?f=7&t=7209&p=101753#p101753
Avatar utente
francoleg
Nuovo Utente
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 03/04/2011, 19:01
Località: Napoli

Messaggiodi lovelove84 » 21/06/2011, 21:20

francoleg ha scritto:E' da un mese circa che aspettavo commenti a questo post, mi chiedevo se era possibile che nessuno si rendeva conto dell'importanza che aveva scritto Gianni in queste righe. Ero tentato ogni sera di scrivere un mio commento, ora finalmente posso dirlo: Gianni sei grande! In queste righe hai mostrato come è semplice dimostrare che Gesù è Dio! Traduzioni a confronto, versetti, commenti, di tutto e di più... ed ecco Gianni, poche righe ed il CD è ammutolito!
Bravo Maestro!



hai ragione, io me ne sono accorta solo adesso... in fondo anche parecchi post che scrivo io non hanno risposta.. ma sarà che vanno nella seconda pagina e nn si guarda mai!
SI DEVE INSEGNARE A PENSARE, E NO A COSA PENSARE..
Margaret Mead


Lovelove84
Avatar utente
lovelove84
Utente Senior
 
Messaggi: 1660
Iscritto il: 27/07/2009, 14:18

Messaggiodi francoleg » 21/06/2011, 21:42

lovelove84 ha scritto:
francoleg ha scritto:E' da un mese circa che aspettavo commenti a questo post, mi chiedevo se era possibile che nessuno si rendeva conto dell'importanza che aveva scritto Gianni in queste righe. Ero tentato ogni sera di scrivere un mio commento, ora finalmente posso dirlo: Gianni sei grande! In queste righe hai mostrato come è semplice dimostrare che Gesù è Dio! Traduzioni a confronto, versetti, commenti, di tutto e di più... ed ecco Gianni, poche righe ed il CD è ammutolito!
Bravo Maestro!



hai ragione, io me ne sono accorta solo adesso... in fondo anche parecchi post che scrivo io non hanno risposta.. ma sarà che vanno nella seconda pagina e nn si guarda mai!


mi dispiace, ma tu :non mollare:

Comunque, ritornando a quelo che ha scritto Gianni, personalmente non ho mai letto una riflessione del genere sulla Divinità di Gesù Cristo, sono senza parole come il CD...
"A quale generazione si riferiva Gesù? Alla generazione di persone in vita nel 1914. I rimanenti di quella generazione saranno ancora in vita quando verrà la fine di questo sistema malvagio." (Potete vivere per sempre su una terra paradisiaca, 1982, p. 154)
Presentazione:
viewtopic.php?f=7&t=7209&p=101753#p101753
Avatar utente
francoleg
Nuovo Utente
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 03/04/2011, 19:01
Località: Napoli

Messaggiodi Gianni27 » 23/06/2011, 17:04

francoleg ha scritto:E' da un mese circa che aspettavo commenti a questo post, mi chiedevo se era possibile che nessuno si rendeva conto dell'importanza che aveva scritto Gianni in queste righe. Ero tentato ogni sera di scrivere un mio commento, ora finalmente posso dirlo: Gianni sei grande! In queste righe hai mostrato come è semplice dimostrare che Gesù è Dio! Traduzioni a confronto, versetti, commenti, di tutto e di più... ed ecco Gianni, poche righe ed il CD è ammutolito!
Bravo Maestro!



Sì, caro Franco, sapevo che avevo scritto qualcosa di scritturale ammaestramento, che farà luce ai tdg, se solo essi usano il loro cervello, e fare qualche domanda agli anziani. O anche alla WT, i quali saranno costretti ad arrampicarsi agli specchi, chissà poter dare una scritturale risposta, ma concluderanno con una disassociazione…. Ma che farà aprire gli occhi a molti. E spero che i foristi ne possono fare uso, affinché le bugie vengano chiarite ed ammaestrate.
Io solo voglio specificare con le Scritture che il Geova della WT non è colui che loro dicono, cioè, non è il Padre, ma colui che si distingue per prima come: “La Parola”, cui ha creato interamente tutte le cose, e poi con la venuta al mondo in Gesù detto: “Il Figlio dell’uomo” si distingue con “Il Cristo di Dio”. Altrimenti La Parola non ha creato tutte le cose e la Scritture in Gv.1:3 non dice la verità poiché dice: … e senza di Lei (La Parola) neppure una delle cose fatte è stata fatta.
Per i protestanti ed Evangelici non fa molta differenza in quanto che La Parola essendo parte dello stesso Dio sarebbe automaticamente parte dello Stesso Geova. Invece la Parole è proprio Lei Il JHWH del vecchio Testamento. E spero che anche loro siano un po più ortodossi in ciò.
A parte di quello che ho scritto nel mio iniziale messaggio, aggiungo qui che quando Gesù (La Parola fatta carne) dice ai Giudei:”Abramo vostro padre giubilò grandemente nel giorno che mi vide…. (Gv.8:56) parla La Parola per la bocca di Gesù, poiché vediamo che si esclude dalla figliolanza di Abramo, quando dice: Abramo vostro padre…. ) mentre il Cristo secondo la carne è discendente di Abramo. Abramo a sua volta giubilò di grande allegrezza quando vide Dio, perché La Parola gli promise il figlio Isacco mediante Sara. (Vedi Gen.17:1).
Se leggiamo Esodo 17:5 dalla TNM, dice: “Quindi Geova disse a Mosè …. Cosa disse Geova a Mosè? Ecco Io sto là davanti a te sulla roccia in Horeb. Tu devi colpire la roccia e ne deve uscire lacqua…. Es.17:6. Più chiaro di così?? Geova era la Roccia spirituale che seguiva il popolo e dette l’acqua da bere, mentre Mosè colpì la roccia naturale, sulla quale posava Geova Dio, e il popolo bevve. Su questo Brano, l’apostolo Paolo, guidato dallo Spirito di Cristo ci dice in 1Cor.10:4 “e tutti bevvero la stessa bevanda spirituale. Poiché bevevano al masso di roccia spirituale che li seguiva, e quel masso di roccia significava il Cristo, dice la TNM, ma il greco dice : “ERA IL CRISTO.
Non è meraviglia che Gesù disse ai Giudei: “È IL Padre mio che mi glorifica, Colui che voi dite sia il vostro Dio; eppure non lo avete conosciuto (Gv.8:54,55 TNM. Chi ha visto Me, ha visto il Padre….
Dopo inserito il mio originale messaggio ho visto per molti giorni che nessuno rispondeva… Ora vedo che vi sono 13 risposte e ringrazio ognuno di loro.
Un grazie a Francoleg che mi ha incitato a rispondere…., al caro Mario che ne prende spunto; a Xena, a Luciano e tutti….
Gianni27 :strettamano:
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

"era" o "significava" il Cristo?

Messaggiodi francoleg » 02/07/2011, 19:45

Gianni27 ha scritto:
Se leggiamo Esodo 17:5 dalla TNM, dice: “Quindi Geova disse a Mosè …. Cosa disse Geova a Mosè? Ecco Io sto là davanti a te sulla roccia in Horeb. Tu devi colpire la roccia e ne deve uscire lacqua…. Es.17:6. Più chiaro di così?? Geova era la Roccia spirituale che seguiva il popolo e dette l’acqua da bere, mentre Mosè colpì la roccia naturale, sulla quale posava Geova Dio, e il popolo bevve. Su questo Brano, l’apostolo Paolo, guidato dallo Spirito di Cristo ci dice in 1Cor.10:4 “e tutti bevvero la stessa bevanda spirituale. Poiché bevevano al masso di roccia spirituale che li seguiva, e quel masso di roccia significava il Cristo, dice la TNM, ma il greco dice : “ERA IL CRISTO".


Anche la WT riconosce che la traduzione letterale è: “era il Cristo”. Infatti la TNM con riferimenti, nella nota a 1 Corinti 10:4, segnala che può essere tradotto anche “era il Cristo”. Ma poi rimanda ad un’altra nota, quella di Matteo 26:26 dove, in riferimento allo stesso verbo greco enstin, (“è”) puntualizza che è la vera traduzione letterale ma nel “nel senso di significare, valere, rappresentare. Vedi nt. a 12:7”. Quindi rimanda a Matteo 12:7 dove dovremmo trovare un sostegno a questa loro traduzione, ma con gran sorpresa anche in quest’ultima nota viene segnalato che la traduzione letterale è il verbo essere. Praticamente ti fanno partire da un punto e ti ritrovi allo stesso punto di partenza senza farti capire perché "traducono" in quel modo errato.

Rivediamo, numerandoli, i passi citati con le relative note:

1) 1 Corinti 10:4:” e tutti bevvero la stessa bevanda spirituale. Poiché bevevano al masso di roccia spirituale che li seguiva, e quel masso di roccia significava il Cristo” (TNM)

Nota della TNM: “O, “era”. Vedi nt. a Mt 26:26.” (quindi ci manda al punto 2)

2) Matteo 26:26: “(…)Gesù prese un pane e, dopo aver detto una benedizione, lo spezzò e, dandolo ai suoi discepoli, disse: “ Prendete, mangiate. Questo significa il mio corpo.” (TNM)

Nota della TNM: “Lett. “è”. Gr. Estin, nel senso di significare, valere, rappresentare. Vedi nt. a 12:7; nt. a 1 Co 10:4, “significava”. (quindi ci manda al punto 3 oppure ci fa ritornare al punto 1)

3) Matteo 12:7: “Comunque, se aveste compreso che significa questo: Voglio misericordia, e non sacrificio, non avreste condannato i senza colpa.” (TNM)

Nota della TNM: “Lett. “che cos’è”. Gr. Tì estin. Vedi nt. a 26:26. (rimandando al punto 2)

In conclusione, la WT accetta, senza ammetterlo, che la giusta traduzione di 1 Corinti 10:4 è questa:

1 Corinti 10:4:”tutti bevvero la stessa bevanda spirituale: bevevano infatti da una roccia spirituale che li accompagnava, e quella roccia era il Cristo.” (CEI)
"A quale generazione si riferiva Gesù? Alla generazione di persone in vita nel 1914. I rimanenti di quella generazione saranno ancora in vita quando verrà la fine di questo sistema malvagio." (Potete vivere per sempre su una terra paradisiaca, 1982, p. 154)
Presentazione:
viewtopic.php?f=7&t=7209&p=101753#p101753
Avatar utente
francoleg
Nuovo Utente
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 03/04/2011, 19:01
Località: Napoli

Messaggiodi MatrixRevolution » 03/07/2011, 17:10

Gianni27 ha scritto:Generalmente parlando della creazione di Dio, diciamo: “Dio creò mediante la Parola della sua bocca”; mentre i tdg dicono: “Dio creò tutte le cose mediante il suo Figlio da Lui creato.
Infatti, insegnano che il Figlio è l’unico che Geova Dio creò, avanti tutta la creazione, e poi gli affidò il compito di creare tutte le altre cose, e non vi è nessuna cosa che non sia stata creata dal Figlio.
Ma se leggiamo Genesi 2:7, comprendiamo con chiarezza che il Geova, o meglio: il JHWH della creazione e del popolo d’Israele, è Dio la Parola creatrice e non il Padre.

Infatti il termine utilizzato per "Dio" è El-oh-him che può venire tradotto "Coloro che vennero dal cielo" (è infatti al plurale). La radice del termine è El-hoa che significa "Colui che è" oppure "Colui che esiste in sè".
Tenete presente che il termine ha dato vita anche alla parola Al-lah dei musulmani (si traduce "Il Dio").
Se si cominciasse a disquisire sull'evoluzione storica Elohim - Yavhè - Kirios diventa complicato per un Tdg sostenere in modo coerente la dottrina Padre - Figlio non coeguali del geovismo che altro non è che la dottrina Ariana (perchè proposta da Ario).

Uno storico esperto di Neologismo non avrebbe problemi a spiegare il tutto: I termini cambiano, si evolvono e si trasformano con il mutare della cultura e delle condizioni del popolo che li usa e li crea e poi li ri-crea.
Iscriviti al gruppo: Testimoni di Geova su Facebook
Avatar utente
MatrixRevolution
Responsabile Tecnico del Forum
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 14/06/2009, 18:42
Località: Roma

Il Figlio Creatore

Messaggiodi francoleg » 03/07/2011, 19:07

La WT insegna che:

<<Prima di venire sulla terra Gesù era chiamato la Parola di Dio. Questo titolo indica che prestava servizio in cielo come portavoce di Dio. (…). La Bibbia spiega che questo Figlio “primogenito” partecipò con Geova alla creazione di tutte le altre cose. (Colossesi 1:15,16) Perciò quando Dio disse: “Facciamo l’uomo a nostra immagine”, stava parlando a questo Figlio. Si, proprio colui che in seguito venne sulla terra e nacque da una donna aveva partecipato alla creazione di tutte le cose!>>
(Potete vivere per sempre su una terra paradisiaca, p. 58-59. Sottolineatura e grasseto miei)

Quindi, stando all’affermazione della WT, Geova non avrebbe creato tutto ciò che esiste da solo ma lo avrebbe fatto insieme al suo Figlio Gesù.
Però, in Isaia 44:24, leggiamo che Geova fece tutto da solo:

“Io, Geova, faccio ogni cosa, spiegando da me stesso i cieli, stendendo la terra. Chi era con me?” (TNM)

Quindi Gesù non partecipò alla creazione del cielo e della terra con Geova?
Eppure le Scritture parlano chiaro, riguardo a Gesù Giovanni 1:3 dice:

“Tutte le cose sono venute all’esistenza per mezzo di lui, e senza di lui neppure una cosa è venuta all’esistenza.” (TNM)

Dobbiamo pensare forse che le Scritture si contraddicono o è più semplice credere che il Figlio (cioè La Parola) e Geova sono lo stesso Dio?
Sicuramente sono lo stesso Dio!
La prova schiacciante la otteniamo dalla lettura del Salmo 102:25-27, dove si dice di Geova:

“Molto tempo fa ponesti le fondamenta della stessa terra, e i cieli sono l’opera delle tue mani. Essi stessi periranno, ma tu stesso continuerai a stare; e proprio come una veste tutti si consumeranno. Proprio come un abito tu li sostituirai, e finiranno il loro turno. Ma tu sei lo stesso, e i tuoi propri anni non si completeranno.” (TNM)

Lo stesso Salmo viene citato in Ebrei 1:10-12 dove però è riferito al Figlio:

“Tu in principio, Signore, ponesti le fondamenta della terra e i cieli sono [le] opere delle tue mani. Essi periranno, ma tu rimarrai continuamente; e tutti invecchieranno come un abito; e tu li avvolgerai come un mantello, come un abito, e saranno mutati, ma tu sei lo stesso e i tuoi anni non finiranno mai”.(TNM)

Anche la WT riconosce che quest’ultimo passo è riferito al Figlio, infatti nel libro “Tutta la Scrittura è ispirata da Dio e utile, p. 348”, viene riportato nella tabella “Alcune citazioni e applicazioni delle Scritture Ebraiche da parte di scrittori delle Scritture Greche”:

<<Passo citato: Salmo 102:25-27 - Applicazione: Ebrei 1:10-12>>

In ultimo, facendo così la WT va incontro ad una incredibile contraddizione! Infatti stando al criterio che la Società applica per il ripristino del nome Geova nel Nuovo Testamento:

<<Per sapere dove il nome divino fu sostituito con le parole Kyrios e Theòs, abbiamo determinato dove gli scrittori cristiani ispirati citarono versetti, passi ed espressioni delle Scritture Ebraiche e quindi abbiamo consultato il testo ebraico per appurare se vi compare il nome divino.>>
(TNM, Appendice 1D, p. 1567)

Anche in questo caso avrebbe dovuto applicare lo stesso criterio per Ebrei 1:10-12, cioè inserire il nome Geova riferendolo al Figlio, infatti il nome Geova è presente sette volte nel Salmo 102 e tutta la preghiera è rivolta a Lui!
"A quale generazione si riferiva Gesù? Alla generazione di persone in vita nel 1914. I rimanenti di quella generazione saranno ancora in vita quando verrà la fine di questo sistema malvagio." (Potete vivere per sempre su una terra paradisiaca, 1982, p. 154)
Presentazione:
viewtopic.php?f=7&t=7209&p=101753#p101753
Avatar utente
francoleg
Nuovo Utente
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 03/04/2011, 19:01
Località: Napoli

JHWH e venuto in casa sua in Gesu'

Messaggiodi Gianni27 » 04/07/2011, 1:51

Egli è venuto in casa sua, e i suoi non l’hanno ricevuto.
Usando la TNM dice: “È venuto nella propria casa, ma i suoi non l’hanno ricevuto” (Gv:1:11).
Per “casa”, non si deve intendere le quattro mura di pietre, ma ad una famiglia umana che appartiene a colui che l’ha prodotta, cosicché nel dire: “Giuseppe era della casa di Davide”, s’intende dire che Giuseppe era un discendente della famiglia di Davide (vedi Luca 2:4)
Quando Giosuè dice: “Ma quanto a me e alla mia casa, serviremo Geova. Gios”.24:15 TNM; Giosuè sta a dire: “Io e la mia famiglia serviremo l’Eterno”.
Così anche JHWH il Logos / la Parola, si fondò una casa (un suo popolo in Abramo) di cui il primogenito fu Israele (Giacobbe, Es.4:22).
Egli (Geova/ Yahwè dice al suo popolo per mezzo di Mosè: “E certamente vi prenderò per me come popolo, e in realtà mostrerò d’essere Dio per voi, e certamente conoscerete che io sono Geova vostro Dio che vi fa uscire di sotto i pesi d’Egitto. E certamente vi introdurrò nel paese….” (Es.6:7,8 TNM) Vi introdurrò? Altre versioni rendono : “vi condurrò!”.
Ed ecco che il condottiere del popolo d’Israele lo vediamo alle acque di Refidim in Horeb, che davvero conduce il suo popolo, quando dice a Mosè di colpire la roccia sulla quale posava Lui, il Logos/ la Parola, (Es.17:6) e secondo come leggiamo nel verso 5, della TNM è Geova che promette a Mosè di posare sulla roccia che Mosè colpirà, e così avvenne .
È Paolo poi che ci dichiara che la Roccia spirituale che seguiva/conduceva il popolo era Cristo, ossia era la Parola che venne a noi in Cristo Gesù, come la natura spirituale di Gesù.
Sarà un duro colpo per quelli che credono che JHWH è Dio Padre, invece è Il Logos, la PAROLA, detto anche “Il Verbo”, ed è l’Onnipotente Dio, altrimenti la Parola non avrebbe potuto creare il resto di nulla. --- Vero?---
Ricordiamoci che Gesù disse ai Giudei che di Colui che si distingue come “il PADRE” nella pluralità di Dio, Loro non avevano giammai udito la sua voce, né visto la sua sembianza.
Gianni27
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

Creare di propria mano

Messaggiodi francoleg » 14/07/2011, 20:54

La Wts insegna che Geova ha creato tutte le cose mediante suo Figlio Gesù.
Gesù sarebbe stato creato direttamente da Geova prima di tutte le “altre” cose.
Quindi Geova non ha creato Lui direttamente tutte le “altre” cose, ma ha avuto un intermediario: suo Figlio Gesù.
Ma guardate un po’ cosa dice Isaia 66:1-2 di Geova:

“Geova ha detto questo: “I cieli sono il mio trono, e la terra è lo sgabello dei miei piedi. Dov’è, dunque, la casa che voi mi potete edificare, e dov’è, dunque, il luogo che sia luogo di riposo per me?”. “Ora la mai propria mano ha fatto tutte queste cose, così che tutte queste son venute all’esistenza, è l’espressione di Geova”.” (TNM)

Geova ha fatto tutto con le sue proprie mani?

Dobbiamo concludere che Geova ha creato tutto mediante nessuno?

Ma Colossesi 1:16-17 dice di Gesù:

“perché per mezzo di lui tutte le [altre] cose furono create nei cieli e sulla terra, le cose visibili e le cose invisibili, siano essi troni o signorie o governi o autorità. Tutte le [altre] cose sono state create per mezzo di lui e per lui. Ed egli è prima di tutte le [altre] cose e per mezzo di lui tutte le [altre] cose furono fatte esistere.” (TNM)

La mano di chi, dunque, ha fatto tutte le cose?

:boh:
"A quale generazione si riferiva Gesù? Alla generazione di persone in vita nel 1914. I rimanenti di quella generazione saranno ancora in vita quando verrà la fine di questo sistema malvagio." (Potete vivere per sempre su una terra paradisiaca, 1982, p. 154)
Presentazione:
viewtopic.php?f=7&t=7209&p=101753#p101753
Avatar utente
francoleg
Nuovo Utente
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 03/04/2011, 19:01
Località: Napoli

Gli apostoli tutti testimoni di Cristo

Messaggiodi Gianni27 » 15/07/2011, 1:22

Nel giorno che Gesù salì al cielo, volle dare l’ultimo comandamento ai suoi discepoli; perciò mentre era ancora sul monte degli ulivi, parlò loro e disse: “Ma riceverete potenza quando lo spirito santo sarà arrivato su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino alla più distante parte della terra”. Atti 1:8) TNM
Il succitato verso corrisponde preciso a Isa.43:10, quale i tdg hanno tradotto: “Voi siete i miei testimoni”; infatti il greco in Atti 1:8 dice: “Voi sarete testimoni di me”; e in italiano va bene tradurlo: “Voi siete i miei testimoni”.
Il CD dei tdg tace ancora oggi e non mai dice d’essere testimoni di Cristo, mentre mette enfasi sulla fine del verso dicendo: “i tdg son comandati di portare la verità in fino alla più distante parte della terra.
Alcuni mesi fa son venuti alla casa mia due anziani tdg da me conosciuti, poiché un altro loro anziano mi porta le riviste ed è capitato che una volta uno ed una volta l’altro (per essere in due) a portarmi le riviste, sono venuti insieme a colui che mi porta le riviste, con cui abbiamo stabilito d’incontrarci a tavolino, ma sono sei anni ed ancora non riesce a farlo verificare. L’ho chiamato per andare io a casa sua e non vuole….
Tornando ai due venuti da me, mi portavano l’invito per il loro pasto serale, io mi trovavo fuori la porta, e uno di loro mi disse: “Noi portiamo questo per tutto il mondo, in fino alle parti più lontano della terra per come Gesù disse”.
Sì, davvero, Gesù disse questo ai suoi apostoli, e per la precisione Gesù gli disse: “Voi riceverete potenza dall’alto quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e poi sarete miei testimoni…. In fino all’estremità della terra”.
Sei tu un testimone di Cristo, per come lui ha detto? Lui rispose dicendo: io sono un tdg!
Io) Ma non ha detto Cristo d’essere suoi testimoni, per portare il messaggio fino all’estremità della terra? (AT.1:8). Sei tu dunque un testimone di Cristo?
Lui) Noi come tdg arriviamo ovunque con la verità; quello che altre religioni non fanno.
Io) Sì, ma lo dovresti fare come testimone di Cristo, perché così Lui ha detto in (Atti 1:8)
A questo punto era confuso e si guardavano fissi in faccia con l’altro e voltando le spalle se ne andavano, mentre io li incoraggiavo a rimanere od a tornare… e così fini e non li ho più visti.
Sì cari lettori, il Padre ha dato a Gesù tutta la potestà, in cielo ed in terra con l’autorità di fare quello che vuole; è Lui che da la vita a tutti i credenti (Gv.17:2) . Il Padre ha messo tutto nelle mani ed anche sotto i piedi del Figlio Gesù, e per fino giudicherà il mondo con quell’uomo che Lui ha risuscitato dai morti (At.17:31)
Il cristiano che ha ottenuto la grazia di appartenere a Cristo, è TESTIMONE DI CRISTO.
E come mai il CD dei tdg tace su questa chiara verità? Non dice Cristo : “Venite a Me?”
Gianni27
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

"per mezzo di lui"...

Messaggiodi francoleg » 20/07/2011, 21:21

In Giovanni 1:3 si dice di Gesù:

“Tutte le cose son venute all’esistenza per mezzo di lui, e senza di lui neppure una cosa è venuta all’esistenza” (TNM)

Come già visto, la WTS insegna che l’espressione “per mezzo di lui” significa che Gesù è stato lo strumento di cui Dio si è servito per creare tutte le cose. Ma la WTS sa benissimo (o si autoconvince di non sapere) che non è questo il vero senso che intendeva indicarci lo scrittore biblico. Le traduzioni “per mezzo di lui” o “mediante lui” denotano semplicemente che Gesù (La Parola) ha creato tutto.
Infatti la TNM è costretta a tradurre allo stesso modo altri passi del Nuovo Testamento quando si riferiscono a Geova:

Romani 11:34-36: “Poiché chi ha conosciuto la mente di Geova o chi è divenuto suo consigliere? O: Chi gli ha dato per primo, così che gli debba essere reso? Poiché da lui e mediante lui e per lui sono tutte le cose. A lui sia la gloria per sempre. Amen.” (TNM)

La stessa TNM ci rimanda al passo parallelo di:

Ebrei 2:10: “Poiché conveniva che colui per il quale sono tutte le cose e per mezzo del quale sono tutte le cose” (TNM)

Dobbiamo forse concludere che Geova stesso è stato anch’Egli uno strumento? :boh:
"A quale generazione si riferiva Gesù? Alla generazione di persone in vita nel 1914. I rimanenti di quella generazione saranno ancora in vita quando verrà la fine di questo sistema malvagio." (Potete vivere per sempre su una terra paradisiaca, 1982, p. 154)
Presentazione:
viewtopic.php?f=7&t=7209&p=101753#p101753
Avatar utente
francoleg
Nuovo Utente
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 03/04/2011, 19:01
Località: Napoli

Messaggiodi Gianni27 » 23/07/2011, 17:51

Francoleg, nel suo penultimo messaggio a questo topic dice:
Ma guardate un po’ cosa dice Isaia 66:1-2 di Geova:
“Geova ha detto questo: “I cieli sono il mio trono, e la terra è lo sgabello dei miei piedi. Dov’è, dunque, la casa che voi mi potete edificare, e dov’è, dunque, il luogo che sia luogo di riposo per me?”. “Ora la mai propria mano ha fatto tutte queste cose, così che tutte queste son venute all’esistenza, è l’espressione di Geova”.” (TNM)

Geova ha fatto tutto con le sue proprie mani?

Dobbiamo concludere che Geova ha creato tutto mediante nessuno?
-----------------------------------------
Troviamo cose simili anche in Ebr.1:10, dove la TNM dice: “E Tu in principio, Signore, ponesti le fondamenta della terra e i cieli sono [le] opere delle tue mani”.
Questo verso è riportato dal Salmo 102, e questo Salmo è una preghiera dell’afflitto salmista, cui nel primo verso della TNM dice: “O Geova, odi la mia preghiera…”. Poi nel verso 24 ancora esclama dicendo: “O Dio mio” (e credo che il CD ammette che il salmista si riferisce a Geova). Molto tempo fa ponesti le fondamenta della stessa terra, e i cieli sono l’opera delle tue mani.
Il salmista qui dice che il vero Dio Geova ha posto le fondamenta della terra, ed anche i cieli sono opere delle sue mani.
Questo ci dice con chiarezza che il creatore del cielo e della terra, non è il Padre (pur essendo numero 1 nella Trinità) ma è Geova la PAROLA che poi s’incarnò in Gesù.
Or leggendo Ebrei 1:10, troviamo che il CD si sta zitto e non rivela la verità riportata dal Salmo 102:24-25, poiché avrebbe dovuto tradurre: “O Dio Geova, tu nel principio, ponesti le fondamenta della terra ecc… invece hanno tradotto: “tu nel principio, Signore, ponesti le fondamenta della terra e i cieli sono opere delle tue mani”. E ciò non è in armonia al Salmo 102.
Come mai hanno reso “Signore” al posto di Geova Dio, come sta scritto nel Salmo 102?
Il salmista a chi si riferisce quando nel primo verso del Salmo 102 dice: “O Geova, odi la mia preghiera, e poi nel verso 24: “O mio Dio?”. - Non è forse Lo stesso che in Ebr.1:10??
Gianni27
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

Messaggiodi francoleg » 23/07/2011, 18:08

Infatti Gianni, come ho già scritto più sopra anche la WT riconosce che quest’ultimo passo è riferito al Figlio, infatti nel libro “Tutta la Scrittura è ispirata da Dio e utile, p. 348”, viene riportato nella tabella “Alcune citazioni e applicazioni delle Scritture Ebraiche da parte di scrittori delle Scritture Greche”:

<<Passo citato: Salmo 102:25-27 - Applicazione: Ebrei 1:10-12>>

Se il criterio che la Società applica per il ripristino del nome Geova nel Nuovo Testamento è questo:

<<Per sapere dove il nome divino fu sostituito con le parole Kyrios e Theòs, abbiamo determinato dove gli scrittori cristiani ispirati citarono versetti, passi ed espressioni delle Scritture Ebraiche e quindi abbiamo consultato il testo ebraico per appurare se vi compare il nome divino.>>
(TNM, Appendice 1D, p. 1567)

Anche in questo caso avrebbe dovuto applicare lo stesso criterio per Ebrei 1:10-12, cioè inserire il nome Geova riferendolo al Figlio, infatti il nome Geova è presente sette volte nel Salmo 102 e tutta la preghiera è rivolta a Lui!
"A quale generazione si riferiva Gesù? Alla generazione di persone in vita nel 1914. I rimanenti di quella generazione saranno ancora in vita quando verrà la fine di questo sistema malvagio." (Potete vivere per sempre su una terra paradisiaca, 1982, p. 154)
Presentazione:
viewtopic.php?f=7&t=7209&p=101753#p101753
Avatar utente
francoleg
Nuovo Utente
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 03/04/2011, 19:01
Località: Napoli

Il fabbricatore d’ogni cosa è Dio/Il Logos Eb.3;4

Messaggiodi Gianni27 » 28/07/2011, 17:54

Certo che il LOGOS, detto anche “La Parola” è Dio da eternità in eternità, ma noi non lo avremmo capito secondo il vecchio testamento, se non che ce lo avesse spiegato l’apostolo Giovanni che ebbe il privilegio d’essere stato da Dio chiamato al cielo ancor prima di morire nella carne. Dopo ciò, Dio rivela anche agli altri apostoli alcune cose nascoste… secondo che vi è Dio in cielo che rivela i segreti (Dan.2:28)
Il thread di cui parliamo è, che il “JHWH” del vecchio patto non è altro che il Logos del Nuovo Patto, e quando compare qualche confusione fra il vecchio ed il nuovo, il cristiano accetta la spiegazione del nuovo Patto.
Leggiamo dalla TNM, Es.31:17b che dice: “…. Perché in sei giorni Geova fece i cieli e la terra e il settimo giorno si riposò. E così dice anche Genesi 2:2,3, che Dio si riposava nel settimo giorno da tutta l’opera che aveva fatto.
Ma Dio il PADRE, non aveva creato nulla nei sei giorni di lavoro e non aveva bisogno di riposarsi; chi aveva lavorato per la creazione di tutte le cose, fu il LOGOS /la PAROLA/il Verbo.
Dunque chi fu secondo la rivelazione di Dio che aveva lavorato per sei giorni e si riposò nel settimo?? Non il Padre, (prima persona della Trinità, ma la Parola del Padre, che a sua volta si incarnò in Gesù, ed ecco che Gesù nell’unione con la Parola/Geova, anche Lui è Dio nel suo Spirito. Ciò perché sappiamo che Gesù nella sua carne umana, era l’Agnello di Dio che muore per la nostra salvezza.
Ora leggiamo dalla TNM, Gen.2:21,22 dove si legge: “Perciò Geova Dio fece cadere sull’uomo un profondo sonno, e mentre dormiva prese una delle sue costole e chiuse quindi la carne sul posto d’essa. E Geova Dio edificava dalla costola che aveva preso dall’uomo una donna e la conduceva all’uomo”.
La stessa cosa che ne abbiamo parlato di Adamo. Fu Geova la Parola che operava a creare la donna essendo che Egli è il Creatore di tutte le cose, e non il Padre/Colui che occupa il primo posto nella Trinità.
Del Padre, leggiamo nella TNM, Gv.5:37, “Inoltre, il Padre che mi ha mandato, Egli stesso ha reso testimonianza di me. Voi non avete in nessun tempo udito la sua voce né visto la sua figura”.
Voi lettori cosa ne dite??
Gianni27
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

Messaggiodi Luciano » 28/07/2011, 19:55

Io dico:
Amen fratello Gianni
Avatar utente
Luciano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3396
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Mosè dice che Israele ha visto ed udito Geova Dio

Messaggiodi Gianni27 » 30/07/2011, 0:00

Sì, proprio così; lo leggiamo dalla TNM cosicché i tdg non hanno da biasimare nessuno.
In Deut.4:12 della TNM leggiamo quello che Mosè dice al popolo d’Israele: “E Geova vi parlava di mezzo al fuoco. Voi udivate il suono delle parole, ma non vedevate nessuna forma, nient’altro che una voce. (13) Ed egli vi dichiarava il suo patto…”
Poi al verso 35-36 si legge: “A te, a te è stato mostrato, perché tu conosca che Geova è il [vero] Dio; non c’è nessun altro all’infuori di lui.
(36) Dai cieli ti ha fatto udire la sua voce per correggerti; e sulla terra ti ha fatto vedere il suo gran fuoco, e hai udito le sue parole di mezzo al fuoco”. –
A questo punto diciamo insieme a Mosè che il popolo d’Israele ha udito e visto Geova Dio.
Sì, udirono la voce di Geova Dio, ma non la voce del Padre eterno, poiché il popolo d’Israele udì la voce del LOGOS, cioè, udì la voce della Parola/il Verbo.
Questo ce lo chiarifica nettamente Gesù in Giovanni 5:37, TNM dove dice: “Inoltre il Padre che mi ha mandato, egli stesso ha reso testimonianza di me. Voi non avete in nessun tempo udito la sua voce né visto la sua figura”.
In conclusione non era il Padre che badava al popolo d’Israele per tutto il Vecchio Testamento, ma era il LOGOS, la Parola, e la Parola era Geova.
Gianni27
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

Lo spirito torna a Geova o a Gesù?

Messaggiodi francoleg » 05/08/2011, 15:30

In Ecclesiaste 12:7 leggiamo che quando una persona muore:

<<la polvere torna alla terra proprio come era e lo spirito stesso torna al vero Dio che l’ha dato>>. (TNM)

Anche Gesù, un attimo prima di morire sulla croce, disse:

<<Padre, nelle tue mani affido il mio spirito.>> (Luca 23:46) (TNM)

Per la WTS questo significa che:

<<(…) qualsiasi prospettiva di tornare in vita è nelle mani di Dio. Usiamo un’espressione simile quando diciamo che, se un acquirente non effettua i pagamenti richiesti, la proprietà venduta “torna” al proprietario.>>
(Ragioniamo facendo uso delle Scritture, p. 32)

Ora chiediamo, se lo spirito torna al “proprietario” che è Geova, perché il martire Stefano in punto di morte disse:

<<Signore Gesù, ricevi il mio spirito>>?(Atti 7:59) (TNM)

È nelle mani di Geova o di Gesù la nostra prospettiva di tornare in vita? Chi è il proprietario? :boh:

Sempre nel Vangelo di Luca, prima che Gesù affidasse il suo spirito al Padre, Egli aveva anche detto:

“Padre, perdona loro, poiché non sanno quello che fanno” (Luca 23:34). (TNM).

Fu proprio prendendo come esempio le parole di Gesù, che Stefano pregando disse:

<<“Signore Gesù, accogli il mio spirito”. Poi piegò le ginocchia e gridò forte: “Signore, non imputar loro questo peccato”. Detto questo morì>>. (Atti 7:59-60. Traduzione CEI)

Ma la TNM traduce così:

Atti 7:59-60: << “Signore Gesù, ricevi il mio spirito”. Quindi, piegando le ginocchia, gridò a gran voce: “Geova, non imputare loro questo peccato”. E dopo aver detto questo si addormentò [nella morte]>>. (TNM)

La WTS traduce così sempre per il principio (errato) del ripristino del nome Geova nel Nuovo Testamento (http://www.infotdgeova.it/bibbia/vengo.php )

Gesù pregò il Padre sia per perdonare loro e sia per accogliere il suo spirito, invece il martire Stefano, che stava imitando Gesù, avrebbe indirizzato su “due vie” la sua preghiera?
Purtroppo, per la WTS, c’è il nome di Gesù al versetto 59, altrimenti lo avrebbe tradotto sicuramente così: “Geova, ricevi il mio spirito”!!!
"A quale generazione si riferiva Gesù? Alla generazione di persone in vita nel 1914. I rimanenti di quella generazione saranno ancora in vita quando verrà la fine di questo sistema malvagio." (Potete vivere per sempre su una terra paradisiaca, 1982, p. 154)
Presentazione:
viewtopic.php?f=7&t=7209&p=101753#p101753
Avatar utente
francoleg
Nuovo Utente
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 03/04/2011, 19:01
Località: Napoli

Isaia vedeva Geova...

Messaggiodi Gianni27 » 06/08/2011, 22:13

Un’altra prova che Geova Dio fu visto ed udito dal profeta Isaia, la troviamo In Isaia 6:1,8 dove nella traduzione NM dei tdg si legge (1) “Nell’anno che morì il re Uzzia, io, comunque, vedevo Geova, seduto su un trono alto ed elevato …”
Poi al verso 8 si legge: “E udivo la voce di Geova dire: “Chi manderò, e chi andrà per noi?” E dicevo: Eccomi! Manda me…”.
Non c’è da argomentare! È chiaro che il profeta Isaia ha visto la Figura di Geova Dio, ed ha pure sentito la sua voce.
Il fatto sta che Gesù non ha mai detto ad Israele: “Voi non avete in nessun tempo udito la voce di Dio, né visto la sua figura (Gv,5:37). No! Egli Gesù parlava del Padre, e dice agli Ebrei in questo stesso verso: “Il Padre che mi ha mandato, egli stesso testimonia di me. Voi non avete in nessun tempo udito la sua voce, né visto la sua figura…
Questo ci rende sempre più chiaro che il Geova di tutta la Bibbia non è il Padre celeste come dice l’intera Torre di Guardia e CD, ma è la Parola, il Logos che venne a noi in Gesù.
È inutile perdere più fiato sul mancante articolo “il” in Giovanni 1:1, poiché la Parola si distingue dal Padre nella Trinità che il CD non arriva a dire la verità.
Gianni27
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

La figura di Gesù banalizzata

Messaggiodi Titano1956 » 23/08/2011, 12:58

Il problema è che i TdG hanno talmente sminuito e banalizzato la figura di Gesù che più che simile a Dio sembra simile all'uomo, tanto che viene rappresentato su una bilancia a due piatti unitamente ad Adamo e ad esso equiparato. L'uomo tratto dalla polvere simile all'uomo sceso dal cielo e fatto di spirito. L'uomo che riceve la vita simile a colui che dona la vita.
Questo è l'intendimento profondo proveniente da una ermeneutica sopraffina del CD dei TdG. Che vuoi fare?
Saluti, Titano. :amaca:
Avatar utente
Titano1956
Nuovo Utente
 
Messaggi: 365
Iscritto il: 10/05/2011, 12:59

Prossimo

Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici