Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

“Il servo fedele e saggio” di Matteo 24:45

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

“Il servo fedele e saggio” di Matteo 24:45

Messaggiodi Achille » 20/04/2021, 8:46

C.T. Russell era considerato “il servo fedele e saggio”.

“Più di un decennio dopo, però, la moglie del fratello Russell espresse pubblicamente l’idea che lui stesso fosse il servitore fedele e saggio. Il suo punto di vista circa l’identità del ‘servitore fedele’ fu in genere condiviso dagli Studenti Biblici per circa 30 anni.” (I Testimoni di Geova: proclamatori del Regno di Dio 1993 p. 143).

“Pertanto l'adempimento della profezia, o i fatti fisici, e le prove circostanziali sono prove conclusive che il fratello Russell ha ricoperto l'ufficio di quel fedele e saggio servitore.” (The Watchtower 1 marzo 1922 p. 74).

Notare che si parlava di prove conclusive: non c'era quindi alcun dubbio che Russell fosse lo "schiavo fedele e discreto".

Anche nel 1925 continuarono a ribadire questa "verità":

“In verità quella fu l'opera che il Signore fece da e tramite il suo fedele e saggio servitore, il fratello Russell.” (La Torre di Guardia del 1° febbraio 1925 p. 37).

Poi, come spesse volte è successo, hanno cambiato idea. Ora Russell non è più considerato tale "schiavo": la "verità" è cambiata.

Le pagine originali della Torre di Guardia del 1922 e del 1925. (Notate anche come a p. 73 della rivista del 1922 si dice che il tempo della fine è iniziato nel 1799):

Immagine

Immagine

Continua.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15172
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 20/04/2021, 13:21

La Watchtower Society non è "il servitore fedele e saggio".

«Così è per lo “schiavo fedele e discreto”. Non è un singolo uomo, ma è una classe a cui sono affidati i beni e gli interessi del Regno. Non è la Società Torre di Guardia di Bibbie e Trattati con tutte le sue filiali, agenzia legale costituita secondo le leggi di uno stato politico mondano. (“Nuovi cieli e una nuova terra” 1953 p. 260).

La pagina originale:

Immagine

«Chi è dunque questo “schiavo fedele e discreto”? Lo "schiavo" non è un uomo. Né è la Società Torre di Guardia . È il corpo unito degli ultimi riuniti della nazione spirituale di Dio.» (Dal paradiso perduto al paradiso riconquistato 1958 p. 193).

Continua.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15172
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Tranqui » 23/04/2021, 13:22

l intendimento attuale quale sarebbe ? :bb:
PRESENTAZIONE

Non ci sono vecchi senza dolori, giovani senza amori e maggio senza fiori.

Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 5930
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Achille » 23/04/2021, 16:07

Tranqui ha scritto:l intendimento attuale quale sarebbe ?
Ma davvero non lo sai?

Metterò presto online una nuova pagina con gli ultimi "intendimenti" :blu:
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15172
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Tranqui » 23/04/2021, 16:57

Achille ha scritto:
Tranqui ha scritto:l intendimento attuale quale sarebbe ?
Ma davvero non lo sai?

Metterò presto online una nuova pagina con gli ultimi "intendimenti" :blu:

cambiano talmente velocemente che non ci sto dietro :boh:
PRESENTAZIONE

Non ci sono vecchi senza dolori, giovani senza amori e maggio senza fiori.

Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 5930
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Achille » 24/04/2021, 8:36

"Lo Schiavo" esisteva dai tempi degli Apostoli

*** w13 15/7 p. 20 par. 3 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto?” ***
In passato le nostre pubblicazioni affermavano che alla Pentecoste del 33 Gesù aveva costituito lo schiavo fedele sui suoi domestici


*** w06 1/5 p. 25 par. 15 Geova addestra pastori per il suo gregge ***
Pastori come gli apostoli Pietro, Giovanni e Paolo erano tutti membri di quello che Gesù definì “lo schiavo fedele e discreto”.


*** w95 15/5 p. 17 par. 7 Lampi di luce, grandi e piccoli (Prima parte) ***
7 A giudicare dai risultati, non ci possono essere dubbi che lo spirito santo di Geova guidasse gli sforzi del fratello Russell e dei suoi collaboratori. Essi dimostrarono di far parte dello schiavo fedele e discreto.


Notate: "non ci possono essere dubbi". Quindi era certo che "lo schiavo" fosse esistito dalla Pentecoste e che ne facessero parte anche Russell ed i suoi collaboratori.

Ma, come succede spesso, anche questa "verità" è stata modificata.

"Lo schiavo" esiste dal 1919 (insegnamento in vigore dal 2013)

*** w13 15/7 pp. 20-21 par. 3 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto?” ***
Tuttavia, uno studio più approfondito, la meditazione e la preghiera hanno evidenziato la necessità di correggere il nostro intendimento delle parole di Gesù circa lo schiavo fedele e discreto.


Cioè, dopo decenni in cui avevano insegnato come verità certa che lo schiavo esiste dal 33 d.C., arrivano al 2013 per dire che non avevano studiato in maniera abbastanza approfondita la Bibbia e che non avevano meditato e pregato abbastanza per capire il significato di queste parole di Gesù?
E questo su un insegnamento così fondamentale come l'identità di questa presunta classe dello schiavo? Che sarebbe il "canale" di cui Dio si serve per trasmettere la Verità al mondo?

Domanda: che fiducia si può avere nell'attendibilità di qualsiasi altro insegnamento del corpo direttivo, visto che la loro "verità" può cambiare da un giorno all'altro?

Ecco cosa insegnano ora:

*** w13 15/7 p. 21 par. 4 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto?” ***
Il contesto della parabola dello schiavo fedele e discreto indica che essa non iniziò ad adempiersi alla Pentecoste del 33, ma in questo tempo della fine.


Ma prima del 2013 non avevano letto il contesto di queste parole?

*** w13 15/7 p. 23 par. 12 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto?” ***
Nel 1919, un tempo di risveglio spirituale, Gesù scelse fra loro capaci fratelli unti perché fossero lo schiavo fedele e discreto, e li costituì sopra i suoi domestici.


Da chi è composto lo schiavo?

*** w13 15/7 p. 22 parr. 9-10 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto?” ***
9 Lo schiavo fedele è composto da tutti i cristiani unti presenti sulla terra? No
[e qui contraddicono quello che avevano insegnato come certezza per decenni]. È un dato di fatto che non tutti gli unti hanno un ruolo nel dispensare cibo spirituale ai compagni di fede del mondo intero. Alcuni di loro sono servitori di ministero o anziani che insegnano di casa in casa e nella loro congregazione e sostengono lealmente le direttive della sede mondiale, ma non hanno una parte nel dispensare cibo spirituale alla fratellanza internazionale. Inoltre fra gli unti ci sono anche sorelle, che con grande umiltà non oserebbero mai ricoprire il ruolo di insegnanti nella congregazione (1 Cor. 11:3; 14:34).
10 Chi è, allora, lo schiavo fedele e discreto? Sulla falsariga del modello stabilito da Gesù (cioè nutrire molti per mezzo di pochi), lo schiavo è formato da un piccolo gruppo di fratelli unti che sono direttamente impegnati a preparare e dispensare cibo spirituale durante la presenza di Cristo. Nel corso degli ultimi giorni questi fratelli unti hanno prestato servizio insieme presso la sede mondiale. Negli ultimi decenni è stato il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova a formare lo schiavo. Va notato comunque che, sebbene quest’ultimo sia composto da più persone, nella parabola si parla di un unico schiavo. Le decisioni del Corpo Direttivo vengono dunque prese collegialmente.


Russell non faceva parte dello "schiavo".

Nel 1995 avevano scritto che non potevano esserci dubbi che Russell facese parte dello "schiavo"; nel 2013 hanno negato questa "verità":

*** w17 febbraio pp. 25-26 par. 10 Chi guida il popolo di Dio oggi? ***
10 Nel 1919, tre anni dopo la morte del fratello Russell, Gesù nominò “lo schiavo fedele e discreto” perché provvedesse ai domestici “cibo a suo tempo” (Matt. 24:45). Già allora un piccolo gruppo di fratelli unti preparava e dispensava cibo spirituale ai seguaci di Gesù dalla sede mondiale di Brooklyn. L’espressione “corpo direttivo” comparve per la prima volta nelle nostre pubblicazioni negli anni ’40. A quel tempo si pensava che fosse strettamente collegato con la Watch Tower Bible and Tract Society. Nel 1971, però, il Corpo Direttivo, che trova fondamento nelle Scritture, fu separato dalla Watch Tower Society, che rappresenta solo uno strumento legale, e dai suoi direttori. Da allora il Corpo Direttivo incluse fratelli unti che non erano direttori della Watch Tower Society. In anni più recenti, fratelli responsabili delle “altre pecore” hanno iniziato a servire come direttori della Watch Tower Society e di altri enti giuridici usati dal popolo di Dio. In questo modo il Corpo Direttivo può concentrarsi sul provvedere istruzione e guida spirituale (Giov. 10:16; Atti 6:4). L’edizione del 15 luglio 2013 della Torre di Guardia spiegava che “lo schiavo fedele e discreto” è un piccolo gruppo di cristiani unti che compongono il Corpo Direttivo.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15172
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 25/04/2021, 9:39

Modifiche al nome "servo fedele e saggio"

Anni 1879-1950: servitore fedele e saggio (The Watchtower 15 aprile, 1950 p. 119).

«Lo strumento che il Signore usa per distribuire o dispensare la sua verità è chiamato il suo "servo fedele e saggio"». ("Che Dio sia riconosciuto verace" 1946 p. 189).

Anni 1950-2021: schiavo fedele e discreto (La Torre di Guardia del 15 marzo 1951 p. 91, paragrafo 33).

«Lo strumento che il Maestro usa per distribuire o dispensare la sua verità è chiamata il suo "schiavo fedele e discreto"» (“Let God Be True” 1952 p. 199).

Nota: la TNM inglese del 2013 usa ancora l'espressione "discreet". Questo termine nella TNM italiana del 2017 è stato reso con "saggio" (che in inglese però sarebbe wise). I lettori anglosassoni della TNM continuano quindi ad usare l'espressione "schiavo fedele e discreto".
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15172
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

"Schiavo fedele e discreto" ?......

Messaggiodi Vieri » 25/04/2021, 19:09

Matteo 24,45
Qual è dunque il servo fidato e prudente che il padrone ha preposto ai suoi domestici con l'incarico di dar loro il cibo al tempo dovuto?

Ma qualcuno ha letto anche Giovanni 15 ?
9 Come il Padre ha amato me, così anch'io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. 10 Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. 11 Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.
12 Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. 13 Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. 14 Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando. 15 Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre l'ho fatto conoscere a voi. 16 Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. 17 Questo vi comando: amatevi gli uni gli altri.

Ritengo che la parola "schiavo" sia riferita solo alla parabola ma certamente Gesù non ci chiama "schiavi" ma "amici" senza fare distinzioni di sorta .....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 8327
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » 26/04/2021, 9:06

Vieri ha scritto:Ritengo che la parola "schiavo" sia riferita solo alla parabola ma certamente Gesù non ci chiama "schiavi" ma "amici" senza fare distinzioni di sorta .....
Parentisi OT:
Gesù si riferisce ai suoi discepoli come amici, a quelli che lui aveva scelto.
La schiavitù a quei tempi era comune e socialmente approvata.
Nelle sue lettere Paolo non dice nulla contro la schiavitù, anzi esorta gli schiavi cristiani ad essere ubbidienti e sottomessi ai loro padroni.
Chiusa parentesi OT.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15172
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Metallo Pesante » 26/04/2021, 10:44

Achille ha scritto:"Lo Schiavo" esisteva dai tempi degli Apostoli

*** w13 15/7 p. 20 par. 3 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto?” ***
In passato le nostre pubblicazioni affermavano che alla Pentecoste del 33 Gesù aveva costituito lo schiavo fedele sui suoi domestici


*** w06 1/5 p. 25 par. 15 Geova addestra pastori per il suo gregge ***
Pastori come gli apostoli Pietro, Giovanni e Paolo erano tutti membri di quello che Gesù definì “lo schiavo fedele e discreto”.


*** w95 15/5 p. 17 par. 7 Lampi di luce, grandi e piccoli (Prima parte) ***
7 A giudicare dai risultati, non ci possono essere dubbi che lo spirito santo di Geova guidasse gli sforzi del fratello Russell e dei suoi collaboratori. Essi dimostrarono di far parte dello schiavo fedele e discreto.


Notate: "non ci possono essere dubbi". Quindi era certo che "lo schiavo" fosse esistito dalla Pentecoste e che ne facessero parte anche Russell ed i suoi collaboratori.

Ma, come succede spesso, anche questa "verità" è stata modificata.

"Lo schiavo" esiste dal 1919 (insegnamento in vigore dal 2013)

*** w13 15/7 pp. 20-21 par. 3 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto?” ***
Tuttavia, uno studio più approfondito, la meditazione e la preghiera hanno evidenziato la necessità di correggere il nostro intendimento delle parole di Gesù circa lo schiavo fedele e discreto.


Cioè, dopo decenni in cui avevano insegnato come verità certa che lo schiavo esiste dal 33 d.C., arrivano al 2013 per dire che non avevano studiato in maniera abbastanza approfondita la Bibbia e che non avevano meditato e pregato abbastanza per capire il significato di queste parole di Gesù?
E questo su un insegnamento così fondamentale come l'identità di questa presunta classe dello schiavo? Che sarebbe il "canale" di cui Dio si serve per trasmettere la Verità al mondo?

Domanda: che fiducia si può avere nell'attendibilità di qualsiasi altro insegnamento del corpo direttivo, visto che la loro "verità" può cambiare da un giorno all'altro?

Ecco cosa insegnano ora:

*** w13 15/7 p. 21 par. 4 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto?” ***
Il contesto della parabola dello schiavo fedele e discreto indica che essa non iniziò ad adempiersi alla Pentecoste del 33, ma in questo tempo della fine.


Ma prima del 2013 non avevano letto il contesto di queste parole?

*** w13 15/7 p. 23 par. 12 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto?” ***
Nel 1919, un tempo di risveglio spirituale, Gesù scelse fra loro capaci fratelli unti perché fossero lo schiavo fedele e discreto, e li costituì sopra i suoi domestici.


Da chi è composto lo schiavo?

*** w13 15/7 p. 22 parr. 9-10 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto?” ***
9 Lo schiavo fedele è composto da tutti i cristiani unti presenti sulla terra? No
[e qui contraddicono quello che avevano insegnato come certezza per decenni]. È un dato di fatto che non tutti gli unti hanno un ruolo nel dispensare cibo spirituale ai compagni di fede del mondo intero. Alcuni di loro sono servitori di ministero o anziani che insegnano di casa in casa e nella loro congregazione e sostengono lealmente le direttive della sede mondiale, ma non hanno una parte nel dispensare cibo spirituale alla fratellanza internazionale. Inoltre fra gli unti ci sono anche sorelle, che con grande umiltà non oserebbero mai ricoprire il ruolo di insegnanti nella congregazione (1 Cor. 11:3; 14:34).
10 Chi è, allora, lo schiavo fedele e discreto? Sulla falsariga del modello stabilito da Gesù (cioè nutrire molti per mezzo di pochi), lo schiavo è formato da un piccolo gruppo di fratelli unti che sono direttamente impegnati a preparare e dispensare cibo spirituale durante la presenza di Cristo. Nel corso degli ultimi giorni questi fratelli unti hanno prestato servizio insieme presso la sede mondiale. Negli ultimi decenni è stato il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova a formare lo schiavo. Va notato comunque che, sebbene quest’ultimo sia composto da più persone, nella parabola si parla di un unico schiavo. Le decisioni del Corpo Direttivo vengono dunque prese collegialmente.


Russell non faceva parte dello "schiavo".

Nel 1995 avevano scritto che non potevano esserci dubbi che Russell facese parte dello "schiavo"; nel 2013 hanno negato questa "verità":

*** w17 febbraio pp. 25-26 par. 10 Chi guida il popolo di Dio oggi? ***
10 Nel 1919, tre anni dopo la morte del fratello Russell, Gesù nominò “lo schiavo fedele e discreto” perché provvedesse ai domestici “cibo a suo tempo” (Matt. 24:45). Già allora un piccolo gruppo di fratelli unti preparava e dispensava cibo spirituale ai seguaci di Gesù dalla sede mondiale di Brooklyn. L’espressione “corpo direttivo” comparve per la prima volta nelle nostre pubblicazioni negli anni ’40. A quel tempo si pensava che fosse strettamente collegato con la Watch Tower Bible and Tract Society. Nel 1971, però, il Corpo Direttivo, che trova fondamento nelle Scritture, fu separato dalla Watch Tower Society, che rappresenta solo uno strumento legale, e dai suoi direttori. Da allora il Corpo Direttivo incluse fratelli unti che non erano direttori della Watch Tower Society. In anni più recenti, fratelli responsabili delle “altre pecore” hanno iniziato a servire come direttori della Watch Tower Society e di altri enti giuridici usati dal popolo di Dio. In questo modo il Corpo Direttivo può concentrarsi sul provvedere istruzione e guida spirituale (Giov. 10:16; Atti 6:4). L’edizione del 15 luglio 2013 della Torre di Guardia spiegava che “lo schiavo fedele e discreto” è un piccolo gruppo di cristiani unti che compongono il Corpo Direttivo.


Se lo "schiavo fedele e discreto" è stato istituito nel 1919 E.V. e non alla Pentecoste del 33 E.V. come oggi dicono, si sottintende che nel I secolo i cristiani non venivano nutriti spiritualmente "a suo tempo" (o li guidava direttamente Cristo?), mentre oggi sì, cosa di per sé blasfema, se teniamo conto che nel I secolo d.C. viene costruito il canone del Nuovo Testamento, dai Vangeli alle lettere paoline, petrine, giovannee ecc. Cioè, allora significa che conta di più una copia della rivista The Watchtower o di Awake! (da mesi non pubblicata), o del sito jw.org, che il Nuovo Testamento?
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 283
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici