Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Interpretazione geovista di Luca 9,59 e 61

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Interpretazione geovista di Luca 9,59 e 61

Messaggiodi Necche » 29/06/2021, 7:52

A voi tutti,
vi chiedo l'interpretazione geovista dei versetti di Luca9,59 e 61" lascia che i morti seppelliscano i propri morti" e "nessuno che ha messo mano all'aratro e poi si volge indietro è adatto per il Regno di Dio" ed anche Luca14,26 che sembrano collegati. Leggendo si capisce che Gesù mette al primo posto il Regno di Dio e infatti un altro versetto dice "..e tutto il resto vi sarà dato in più". Ho capito che chi accetta di seguire Gesù deve dimostrare un cambiamento radicale ed immediato della propria vita, cioè il distacco completo da tutto ciò che è materiale. All'inizio dell'evangelizzazione era necessario usare parole forti come "odio" poichè ciò che Gesù insegnava capovolgeva tutto il sistema sociale dell'epoca e occorreva seguaci capaci di abbandonare tutto e tutti per portare avanti la buona notizia di Gesù che andava contro corrente. Gesù con queste sue parole forti non ha voluto insegnare a non aver rispetto dei nostri cari tanto è vero che in altri versetti ci dice di amare i nostri nemici, di rispettare il padre e la madre, di porgere l'altra guancia...,ma tutto cìò dopo aver messo Dio al primo posto. Vi saluto
Necche
Utente Senior
 
Messaggi: 511
Iscritto il: 05/03/2011, 21:20

Messaggiodi VictorVonDoom » 29/06/2021, 8:28

Qui trovi quello che ti serve, così puoi leggere direttamente dalla loro letteratura: https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1200270042
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3535
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Franci94 » 29/06/2021, 23:39

Se posso però offrire uno spunto.. riguardo la tua frase conclusiva, vorrei ricordare che non è possibile mettere Dio al primo posto, senza mettere gli altri al primo posto; e questo per assurdo succede perché ogni essere umano è a immagine di Dio. Se non ami gli altri in cui Dio è presente in quanto immagine scolpita (poiché viene dedotto dalle Scritture che Dio quando creò l'uomo, lo creò avendo davanti suo figlio Gesù) come fai ad amare Dio che nemmeno vedi?
E il punto è proprio questo: un cristiano pensa che gli basti amare Dio e metterlo al primo posto per essere a posto con la coscienza. Un bravo cristiano invece è consapevole del fatto che amare Dio è un gioco da ragazzi mentre amare gli altri è così difficile che non meriterebbe nemmeno di essere chiamato cristiano.
Franci94
Nuovo Utente
 
Messaggi: 186
Iscritto il: 30/12/2017, 9:31

Messaggiodi Necche » 30/06/2021, 16:01

Caro/a Franci94,
OK, è così come hai scritto, sono stata troppo sintetica. Mettere Dio al primo posto non è certo un concetto astratto, avulso dalla realtà in cui viviamo. Dio al primo posto, per me cattolica, significa mettere in pratica ciò che Gesù( per me vero Dio oltre che vero uomo) ci ha insegnato, è seguire Lui in tutto e per tutto. Dio e gli altri sono intimamente connessi , tanto è vero che è scritto" Ama il Signore tuo Dio con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente e ama il prossimo tuo come te stesso" tutto il prossimo, non solo chi ci ama ma anche chi ci odia perchè se amiamo solo chi ci ama, che merito abbiamo? Anche i pagani fanno lo stesso!( parole di Gesù) Questi sono i due comandamenti dell'amore che racchiudono tutti gli altri. Qualcuno ha visto nei due pali che formano la croce questi due comandamenti principali: il palo verticale rappresenta Dio e quello orizzontale l' umanità: Dio e il prossimo strettamente uniti, per cui, come giustamente hai messo in risalto, non posso amare Dio senza amare gli altri. Ti saluto
Necche
Utente Senior
 
Messaggi: 511
Iscritto il: 05/03/2011, 21:20

Messaggiodi Tranqui » 01/07/2021, 13:40

pensi che i TDG non amino il prossimo ? :boh:

Presentazione

Perché potrei vederti per un solo minuto e trovare mille cose che amo di te.

Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 6228
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Necche » 01/07/2021, 15:11

Caro Tranqui,
Sì, come no! I tdg amano il prossimo, ma quale prossimo? Quelli del loro recinto e poi non tanto! Ti sembra che amano il prossimo quando vanno a fare la spia agli anziani, invece di pensare alla "trave" che è nei propri occhi? Ti sembra che amano il prossimo(cominciamo con quello vicino a loro, i cari fratelli!) quando fanno terra bruciata, anche tra i più stretti familiari, per il semplice fatto che qualcuno si è permesso di dire qualcosa non in linea con i capi o perchè ,di nascosto, si è fumata una sigaretta? Ti sembra che amano il prossimo quando a porte chiuse emettono sentenze senza dare al malcapitato la possibilità di essere difeso da qualcuno? Ti sembra che amano il prossimo quando si ha la possibilità di salvare una vita e decidono di uccidere anche i propri figli rifiutando loro una trasfusione di sangue? Potrei continuare all'infinito, ma mi fermo qui e non vengono a dirmi che è Geova che lo vuole, perchè se così fosse è meglio stare alla larga da un dio assetato di sangue e di stupidaggini. Il loro amore è solo quello stampato sui loro volti da grandi sorrisi e da pacche sulle spalle: un amore solo di facciata! Non voglio dire che sono tutti così, ma è così che li vuole il CD per accalappiare più seguaci possibile e aumentare le proprie ricchezze con le contribuzioni. Non parliamo poi di quelli fuori dal recinto e soprattutto i traditori di Geova, quelli che , ringraziando il vero Dio, si sono svegliati ed hanno mandato a quel paese questo credo disumano e crudele! Ti sembra che amino il prossimo quando si rallegrano delle tragedie, delle catastrofi naturali che mietono tante vittime perchè convinti che sono segnali di Armaghedon vicino che completerà l'opera di distruzione " fin nelle radici" di genitori malvagi?( ma che c'entrano i bambini, che male possono aver fatto?) e finalmente potranno godere del paradiso promesso dal CD, certamente non dal vero Dio il cui progetto è di aprirci le porte della sua vita" ...quando Dio sarà tutto in tutti". Quando accadono le catastrofi corrono, come no, a prestare soccorso, ma a chi? Ai loro fratelli di fede, mai verso "quelli del mondo" che verranno distrutti, tutti, senza pietà cominciando fin da adesso da loro, convinti di queste idee malsane. Non è questo che il vero Dio, amore infinito, vuole! Ti saluto
Necche
Utente Senior
 
Messaggi: 511
Iscritto il: 05/03/2011, 21:20

Messaggiodi brisa » 01/07/2021, 16:50

Necche ha scritto:Caro Tranqui,
Sì, come no! I tdg amano il prossimo, ma quale prossimo? Quelli del loro recinto e poi non tanto! Ti sembra che amano il prossimo quando vanno a fare la spia agli anziani, invece di pensare alla "trave" che è nei propri occhi? Ti sembra che amano il prossimo(cominciamo con quello vicino a loro, i cari fratelli!) quando fanno terra bruciata, anche tra i più stretti familiari, per il semplice fatto che qualcuno si è permesso di dire qualcosa non in linea con i capi o perchè ,di nascosto, si è fumata una sigaretta? Ti sembra che amano il prossimo quando a porte chiuse emettono sentenze senza dare al malcapitato la possibilità di essere difeso da qualcuno? Ti sembra che amano il prossimo quando si ha la possibilità di salvare una vita e decidono di uccidere anche i propri figli rifiutando loro una trasfusione di sangue? Potrei continuare all'infinito, ma mi fermo qui e non vengono a dirmi che è Geova che lo vuole, perchè se così fosse è meglio stare alla larga da un dio assetato di sangue e di stupidaggini. Il loro amore è solo quello stampato sui loro volti da grandi sorrisi e da pacche sulle spalle: un amore solo di facciata! Non voglio dire che sono tutti così, ma è così che li vuole il CD per accalappiare più seguaci possibile e aumentare le proprie ricchezze con le contribuzioni. Non parliamo poi di quelli fuori dal recinto e soprattutto i traditori di Geova, quelli che , ringraziando il vero Dio, si sono svegliati ed hanno mandato a quel paese questo credo disumano e crudele! Ti sembra che amino il prossimo quando si rallegrano delle tragedie, delle catastrofi naturali che mietono tante vittime perchè convinti che sono segnali di Armaghedon vicino che completerà l'opera di distruzione " fin nelle radici" di genitori malvagi?( ma che c'entrano i bambini, che male possono aver fatto?) e finalmente potranno godere del paradiso promesso dal CD, certamente non dal vero Dio il cui progetto è di aprirci le porte della sua vita" ...quando Dio sarà tutto in tutti". Quando accadono le catastrofi corrono, come no, a prestare soccorso, ma a chi? Ai loro fratelli di fede, mai verso "quelli del mondo" che verranno distrutti, tutti, senza pietà cominciando fin da adesso da loro, convinti di queste idee malsane. Non è questo che il vero Dio, amore infinito, vuole! Ti saluto
Non sarebbe stato più sincero rispondere "NO, non credo che amino il prossimo"? Non proprio "politicamente corretto", ma sicuramente meno ipocrita. Perchè alla fine mi sembra proprio che il senso della tua risposta sia quello.
Avatar utente
brisa
Utente Senior
 
Messaggi: 859
Iscritto il: 24/01/2011, 10:24

Messaggiodi Quixote » 01/07/2021, 17:30

Mi spiace, brisa, ma se qui vi è un’ipocrita, anzi un tartuffe, quello sei tu, che pretendi elargire giudizi ad personam, obbligandomi al contraccambio. L’argomentazione di Necche è indubbiamente viziata da indignatio, anzi non la condivido, perché mi sta sempre ostico condividere un credente che critichi un altro credente. Ma tacciarla di insincerità, cosciente e consapevole, questo non è affatto il senso che se ne deduce, che qualsiasi lettore medio coglie al volo, nella sua ingenuità e nel suo spirito pasionario. Salvo chi sia nutrito di preconcetti, alla cui schiera mi pare tu appartenga, perché la tua replica non si configura come una risposta articolata, ma in due insulse righe di chat, in cui altro non sai dire al tuo interlocutore che è un ipocrita.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4645
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Tranqui » 01/07/2021, 17:43

Necche ha scritto:Caro Tranqui,

penso cara necche (sono una donna) che hai descritto i TDG che hai conosciuto tu .io ho conosciuto non amorevoli non nei tdg ma anche fuori dai TDG

:timido2:

Presentazione

Perché potrei vederti per un solo minuto e trovare mille cose che amo di te.

Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 6228
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi VictorVonDoom » 02/07/2021, 8:37

Necche ha scritto:Caro Tranqui, ...


Sono in linea di principio d'accordo con quello che scrivi, nel senso che, tracciata una linea e facendo il conto, in pratica quello che descrivi non è amore.

Eppure sono stati indottrinati a credere che quelle azioni SONO una dimostrazione di amore per il prossimo, cioè:

- amano il fratello che "segnalano" agli Anziani per una condotta "errata", perchè convinti che i pastori della congregazione lo possano riportare sulla "retta via", salvandolo così dalla dannazione

- amano il fratello che sottopongono al comitato giudiziario (vedi sopra)

- sono convinti di amare dio immolando la loro vita per la dottrina del sangue, perchè secondo loro dio vuole così e li ricompenserà con la resurrezione se si mantengono fedeli

- sono convinti di amare il familiare che ostracizzano, perchè pensano che questo possa spingerlo a tornare all'ovile e guadagnarsi il "nuovo mondo".

Guarda che tanti familiari TdG soffrono a ostracizzare i loro cari. Mia madre soffre nel farlo, ma d'altronde, chi non lo farebbe? Quale genitore non soffrirebbe nel tagliare via dalla sua vita suo figlio? Eppure pensa di fare il mio bene. Tanto sono profonde le catene dell'indottrinamento che questo culto ha piantato nelle loro menti. Tanto forti e profonde da inquinare persino i "sentimenti naturali". Non pensare che tutto quello che hai scritto sia messo in pratica da persone cattive che godono nel vedere soffrire gli altri e fare loro del male.

Non è una giustificazione, perchè alla fine ognuno deve prendersi la responsabilità delle proprie azioni, sia volontarie che involontarie. Ma non è onesto dire, se non per uno sfogo personale passeggero, che sono cattive persone.

Potrei continuare ma penso che sia chiaro. E' una sorta di amore "malato"? Certo, non lo metto in dubbio. Ma, al netto delle brutte persone che agiscono per fare del male agli altri, come ci sono ovunque, in qualsiasi gruppo religioso e non, la stragrande maggioranza dei TdG agisce davvero in buona fede, pensando di mostrare amore comportandosi in questo modo.

Certo, alla fine il risultato non cambia, fanno del male mettendo in pratica certi comportamenti, purtroppo, però, non in mala fede (e forse è anche peggio).

D'altronde condivido in pieno la seguente affermazione di Steven Weinberg:

"La religione rappresenta un insulto alla dignità umana. Con o senza di essa, ci sarebbero sempre buoni che farebbero il bene e cattivi che farebbero il male. Ma perché i buoni facciano del male, occorre la religione."
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3535
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Necche » 02/07/2021, 18:09

A voi tutti,
non ho descritto i tdg che conosco, ma le regole del loro catechismo che volenti o nolenti devono rispettare pena la disassociazione. Che la cattiveria alberga ovunque(con il grano cresce anche la zizzania) non ci piove! Ma la gravità sta nel renderla una regola da rispettare. E sono proprio queste regole che critico aspramente e rimango stupita ,e sì anche indignata, che ci possono essere persone che le accettano pensando addirittura di far del bene: la fede quella vera, non è mai cieca, va sempre di pari passo con la ragione. Se la fede mi conduce ad uccidere mio figlio, dall'altra parte la ragione mi dice che Dio non può voler questo dal momento che Lui è il datore di vita e non di morte! Tutto il resto passa in secondo piano di fronte alla sacralità della vita! Sarò pure ipocrita, ma non ho fatto altro che spiegare quel no secco che brisa voleva da me. Vorrei ora che mi spiegasse lei, cosa significa quel no o quel sì. Vi saluto
Necche
Utente Senior
 
Messaggi: 511
Iscritto il: 05/03/2011, 21:20

Messaggiodi VictorVonDoom » 02/07/2021, 21:03

Certo che è il datore di vita, anche per i TdG, che infatti credono che se restano fedeli dio gli ridarà la vita con la resurrezione.
Vuoi dirmi che nella tua fede, nella tua religione, non esistono martiri? Persone che piuttosto che rinnegare la fede sono stati disposti a morire?
Quella è fede "ragionata" mentre quella dei TdG è cieca?
Mi sembra un sospettoso doppio standard.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3535
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Necche » 03/07/2021, 8:27

Caro Victor,
i martiri cristiani sono stati uccisi per la loro fede a Cristo ma non hanno ucciso nessuno, tanto meno i propri figli , rispettando il comando di Dio "non uccidere"! Basta solo questo comando divino espresso fin dall'inizio della Genesi( " Dov'è tuo fratello"?)per capire l'orrore del divieto di trasfusione che dietro il paravento della fede i tdg mettono in pratica! Quindi il tuo paragone non regge proprio perchè un conto è uccidere e un conto è essere uccisi! Victor, non c'è se e non c'è ma che tengano di fronte al dono più grande che Dio ci ha dato, la vita, la vita, la vita !Ti saluto
Necche
Utente Senior
 
Messaggi: 511
Iscritto il: 05/03/2011, 21:20

Messaggiodi Necche » 03/07/2021, 9:10

Caro Victor ,
ancora una piccola riflessione sulla tua prima frase: "restano fedeli", ma fedeli in che cosa? Non c'è nella Bibbia il comando di Dio di uccidere, anzi il contrario! La vita è vita sempre, sia adesso che dopo anche se in forma diversa. Ci sarà una risurrezione per tutti, sia buoni che cattivi, saremo tutti giudicati sulle nostre azioni compiute durante questa vita e non su quella vissuta durante i 1000 anni come loro credono. E posso solo dire" Che Dio ce la mandi buona"! Ti saluto
Necche
Utente Senior
 
Messaggi: 511
Iscritto il: 05/03/2011, 21:20

Messaggiodi VictorVonDoom » 03/07/2021, 11:31

Ma guarda, non sarei così ingenuo nel dire che i cristiani non hanno mai ucciso nessuno per motivi di fede.
I libri di storia sono lì, accessibili a tutti.
Purtroppo se si continua a ragionare da fedeli/tifosi è difficile essere obiettivi.
Il fatto è questo: morire o uccidere perche convinti che Dio desidera questo è moralmente sbagliato sempre, sia che lo faccia un TdG, un cattolico, un musulmano o chi vuoi tu.
Purtroppo nessun gruppo religioso, specie le "grandi," religioni, ha la coscienza pulita a questo riguardo, perché quando si pensa che "dio è con noi" inevitabilmente succedono cose terribili.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3535
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici