Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

SHAMPOO... ALLA PLACENTA?

Un'analisi delle affermazioni della Watchtower in contrasto con i fatti scientifici accertati

Moderatore: Cogitabonda

SHAMPOO... ALLA PLACENTA?

Messaggiodi Metallo Pesante » 29/01/2021, 17:13

Lo sapevate che il bravo testimone di Geova non deve usare shampoo alla placenta? Beh, a parte che non sapevo manco che esistesse... ma alla Betel, se c'è da cavillare, trovano tutto... Qui sotto una lettera della Betel di Roma. Purtroppo non è riportata la data, ma è interessante... Mi chiedo, dato che la placenta contiene sangue materno, perché non pontificano pure sull'allattamento al seno... il latte materno è un tessuto vivente molto simile al sangue perché contiene globuli bianchi vivi; ci sono quasi tanti leucociti nel colostro quanto nel sangue. Si suddividono in macrofagi e linfociti. I macrofagi “fagocitano” i batteri e producono fattori biologici di difesa.Insomma, non è come trasfondere un neonato?

Non solo: anche se formalmente non sono così fiscali, il bravo testimone di Geova, secondo il Corpo Direttivo, non dovrebbe mangiare neppure la mortadella, i dolci con frazioni di sangue, le salsicce (come riportato nell'opuscolo Sangue medicina e legge di Dio, edito nel 1969, p.12), ecc. ma come fanno a togliere tutto il sangue dalla carne che mangiano? Assurdi i ragionamenti del Corpo Direttivo.

Ma San Paolo al mercato di Corinto, mercato pagano, invitava i cristiani a mangiarsi delle belle salsicce con il sangue:

"Tutto ciò che è in vendita sul mercato, mangiatelo pure senza indagare per motivo di coscienza, perché del Signore è la terra e tutto ciò che essa contiene. Se qualcuno non credente vi invita e volete andare, mangiate tutto quello che vi viene posto davanti, senza fare questioni per motivo di coscienza" (1Cor 10:25-27).


La libertà cristiana: quella cosa che i Testimoni di Geova dicono che c'è ma non conoscono!
Allegati
placenta.jpg
placenta.jpg (51.48 KiB) Osservato 562 volte
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 390
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi Tranqui » 29/01/2021, 18:06

ma non si tratta di placenta vegetale ? :boh:

Presentazione


Chi ama, crede nell’impossibile.
Elizabeth Barrett Browning


Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 6217
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Achille » 29/01/2021, 18:09

Lettere della Betel sul tema:

USARE PRODOTTI A BASE DI PLACENTA:

La placenta trova oggi largo impiego soprattutto in preparati medicinale e prodotti di cosmesi. Contiene certi ormoni e frazioni di sangue. Ovviamente non raccomandiamo nessun impiego di componenti del sangue. (Atti 15:28, 29) Nel caso in questione trattandosi di frazioni riteniamo sia una decisione personale. Nel prendere questa decisione l'interessato vorrà soppesare vari fattori e farsi guidare dal desiderio di piacere a Geova. Normalmente i farmaci a base di placenta non vengono impiegati per curare malattie gravi in cui sia in gioco la vita. Spesso si tratta più che di medicinali, di prodotti cosmetici. Comunque come abbiamo detto sarà la persona in questione a dover prendere la decisione dopo aver soppesato i vari fattori. - Gal 6:5; Ro 14:12, 23; 1Tm 1:5,19. (FPA 14.1.82)

Il fatto che seguire una cura a base di iniezioni di placenta umana suscita dei dubbi, mostra che sai che la placenta contiene una certa quantità di sangue umano. La Congregazione Centrale non può approvare nessuno dei moderni usi medici di prodotti a base di sangue. Siccome in questi giorni il sangue sta apparendo dappertutto in prodotti vari, la persona che decidesse di fare uso di tali iniezioni potrebbe trarre conforto dal fatto che accettando tali iniezioni non sta in effetti mangiando sangue direttamente per nutrire il suo corpo, cosa espressamente proibita dalla Parola di Dio. Esso non è usato, in questo caso, come cibo o per sostituire del sangue perduto. In tal caso il cristiano deve prendere la propria decisione basata sulla sua coscienza. Perciò che tu accetti di fare queste iniezioni o non è una questione che devi decidere tu. (SCB:DC 4.7.90)

Ci chiedi come dovrebbe regolarsi il cristiano riguardo ai cosmetici che contengono placenta, animale o umana. Ovviamente non raccomandiamo nessun impiego del sangue o di prodotti che lo contengano. Se nella placenta animale o umana la presenza di piccole quantità di sangue è puramente incidentale, riteniamo che sia una decisione personale fare uso di prodotti che la contengano. Nel prendere la decisione, l’interessato vorrà soppesare vari fattori e farsi guidare dal desiderio di paciere a Dio. Di solito i farmaci a base di placenta non vengono impiegati per curare malattia gravi in cui sia in gioco la vita. A maggior ragione questo può dirsi dei cosmetici. Poiché spesso nei cosmetici si usa placenta umana, è il caso di valutare bene se farne uso o no, anche se la Bibbia non tratta l’argomento dell’impiego di tessuti umani. La decisione che la persona prenderà non dovrebbe in alcun modo lasciarla con la coscienza turbata. Dovrà essere tale da lasciare che l’interessato con la coscienza a posta davanti a Dio. - Ro 14:23; 1Tm 1:5, 19 (DC 26.7.91)

Prima di somministrare qualsiasi medicinale al proprio corpo è bene che il cristiano segua in ogni caso i princìpi biblici. I medicinali estratti dalla placenta contengono sangue. Essendo placenta umana, subentra il principio del cannibalismo. Comunque in questi casi il cristiano dovrà decidere seguendo la propria coscienza. La violazione dei suddetti princìpi biblici non suscita problemi giudiziari. (BA:SSD 17.5.79)
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15405
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Sandro » 29/01/2021, 19:27

In effetti come ha postato Metallo Pesante, l'apostolo Paolo ha codificato una norma che è universalmente riconosciuta nel cristianesimo ed è contenuta in I Cor. 10:25-27
La Watchtower invece dà regole codificate dal Corpo Direttivo, il quale come si sa non ne azzecca una. Mi meraviglia quella donna che da retta anche a tutte quelle baggianate sugli shampoo.
Sandro
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1256
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi Antonyos » 29/01/2021, 19:40

No vabbè... Ricordo di amici tdg che andarono a Budapest e c'era una cosa del genere una salsiccia con sangue o di sangue non ricordo bene, ma ricordo l'episodio che dissero che non la mangiarono per il sangue. Cavillositá ai massimi livelli qui con lo shampoo.. Ma le frazioni di sangue dove sta scritto che invece si possono prendere? Alla fine sempre sangue è o no?
I moderni farisei sono loro.
Antonyos
Nuovo Utente
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 15/05/2019, 12:57

Messaggiodi Sandro » 29/01/2021, 19:53

Antonyos ha scritto:No vabbè... Ricordo di amici tdg che andarono a Budapest e c'era una cosa del genere una salsiccia con sangue o di sangue non ricordo bene, ma ricordo l'episodio che dissero che non la mangiarono per il sangue. Cavillositá ai massimi livelli qui con lo shampoo.. Ma le frazioni di sangue dove sta scritto che invece si possono prendere? Alla fine sempre sangue è o no?
I moderni farisei sono loro.

Se fossi sicuro che una salciccia contenesse alte percentuali di sangue obbietterei. Ma lo shampoo oltre che per lavare la testa, c'è qualcun altro che lo mangia oltre a quella T.d.G. che chiedeva informazioni alla Bethel?
Sandro
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1256
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 29/01/2021, 20:37

E perché obietteresti? A parte il gusto personale, chiaramente.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3534
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

E L'ALBUMINA?

Messaggiodi Sandro » 29/01/2021, 22:50

Probabilmente la Società Watchtower non sa che l'albumina è una proteina del sangue ed è contenuta nel latte ed in altissima percentuale nell'uovo, altrimenti con che faccia avrebbe vietato anche quelli?
@victor. Il sangue negli alimenti lo evito perché non mi va. Ma penso che se mi fossi trovato tra i superstiti dell'incidente aereo del 1972 sulle Ande in cui mangiarono i cadaveri , l'avrei fatto anch'io. Come avrei anche mangiato quelle salcicce ungheresi.
Sandro
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1256
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi deliverance1979 » 29/01/2021, 23:11

Come al solito, siamo alla superstizione e credulità più totale.

La cosa sconvolgente che sta dietro questa religione, è appunto il fatto di credere in maniera letterale a tutto quello che è scritto nella bibbia, applicandolo ossessivamente alla vita quotidiana.
Ma questa ossessione del TDG di vivere in funzione di comandi, regole e regolette bibliche, la si deve appunto al suo auto convincimento di credere che egli sta vivendo in un periodo speciale dell'umanità, ovvero "gli ultimi giorni", che iniziano appunto nel 1914.

Difatti, tutta questa smania di prendere alla lettera la scrittura biblica, nel corso delle epoche è stata tipica di movimenti riformatori cristiani, i quali, proprio come i TDG, pensavano che loro potevano essere il principio di un "nuovo inizio" di purificazione spirituale.
Poi, dopo decenni o secoli, molti di questi movimenti si sono estinti, o secolarizzati.

Quindi, il fatto della questione del sangue, è per i TDG un'ossessione.
Interpretano alla lettera un passo biblico di 3000 anni fa, che non ha alcuna valenza medico/scientifica, e lo applicano a tutte le situazioni in cui si ha a che fare con il sangue, e quindi, dall'alimentazione alla medicina, passando per la cosmetica.
Ma il bello dei TDG è che tutta questa loro ossessione di prendere la bibbia alla lettera (da oltre 150 anni ormai), non solo non da loro nessun vantaggio pratico rispetto a quelli del "mondo", o diversamente credenti, ma in molti casi, fornisce loro numerosi svantaggi.

Poi, il Corpo Direttivo cerca di motivare i TDG dicendo loro che "presto verrà Harmagheddon ed il Regno di Geova", e che per essere salvati, ci si deve attenere a tali interpretazioni bibliche "capite cosi solo dal Corpo Direttivo...." :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

Mah, contenti loro....
Ma comunque, Harmagheddon ancora non si vede...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6656
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Metallo Pesante » 30/01/2021, 22:52

Achille ha scritto:Lettere della Betel sul tema:

USARE PRODOTTI A BASE DI PLACENTA:

La placenta trova oggi largo impiego soprattutto in preparati medicinale e prodotti di cosmesi. Contiene certi ormoni e frazioni di sangue. Ovviamente non raccomandiamo nessun impiego di componenti del sangue. (Atti 15:28, 29) Nel caso in questione trattandosi di frazioni riteniamo sia una decisione personale. Nel prendere questa decisione l'interessato vorrà soppesare vari fattori e farsi guidare dal desiderio di piacere a Geova. Normalmente i farmaci a base di placenta non vengono impiegati per curare malattie gravi in cui sia in gioco la vita. Spesso si tratta più che di medicinali, di prodotti cosmetici. Comunque come abbiamo detto sarà la persona in questione a dover prendere la decisione dopo aver soppesato i vari fattori. - Gal 6:5; Ro 14:12, 23; 1Tm 1:5,19. (FPA 14.1.82)

Il fatto che seguire una cura a base di iniezioni di placenta umana suscita dei dubbi, mostra che sai che la placenta contiene una certa quantità di sangue umano. La Congregazione Centrale non può approvare nessuno dei moderni usi medici di prodotti a base di sangue. Siccome in questi giorni il sangue sta apparendo dappertutto in prodotti vari, la persona che decidesse di fare uso di tali iniezioni potrebbe trarre conforto dal fatto che accettando tali iniezioni non sta in effetti mangiando sangue direttamente per nutrire il suo corpo, cosa espressamente proibita dalla Parola di Dio. Esso non è usato, in questo caso, come cibo o per sostituire del sangue perduto. In tal caso il cristiano deve prendere la propria decisione basata sulla sua coscienza. Perciò che tu accetti di fare queste iniezioni o non è una questione che devi decidere tu. (SCB:DC 4.7.90)

Ci chiedi come dovrebbe regolarsi il cristiano riguardo ai cosmetici che contengono placenta, animale o umana. Ovviamente non raccomandiamo nessun impiego del sangue o di prodotti che lo contengano. Se nella placenta animale o umana la presenza di piccole quantità di sangue è puramente incidentale, riteniamo che sia una decisione personale fare uso di prodotti che la contengano. Nel prendere la decisione, l’interessato vorrà soppesare vari fattori e farsi guidare dal desiderio di paciere a Dio. Di solito i farmaci a base di placenta non vengono impiegati per curare malattia gravi in cui sia in gioco la vita. A maggior ragione questo può dirsi dei cosmetici. Poiché spesso nei cosmetici si usa placenta umana, è il caso di valutare bene se farne uso o no, anche se la Bibbia non tratta l’argomento dell’impiego di tessuti umani. La decisione che la persona prenderà non dovrebbe in alcun modo lasciarla con la coscienza turbata. Dovrà essere tale da lasciare che l’interessato con la coscienza a posta davanti a Dio. - Ro 14:23; 1Tm 1:5, 19 (DC 26.7.91)

Prima di somministrare qualsiasi medicinale al proprio corpo è bene che il cristiano segua in ogni caso i princìpi biblici. I medicinali estratti dalla placenta contengono sangue. Essendo placenta umana, subentra il principio del cannibalismo. Comunque in questi casi il cristiano dovrà decidere seguendo la propria coscienza. La violazione dei suddetti princìpi biblici non suscita problemi giudiziari. (BA:SSD 17.5.79)


Che farisaismo...
Metallo Pesante
Utente Junior
 
Messaggi: 390
Iscritto il: 29/06/2020, 8:17

Messaggiodi Achille » 01/02/2021, 10:39

Metallo Pesante ha scritto:Che farisaismo...
L'estrema sintesi che descrive perfettamente tutto ciò.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 15405
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22


Torna a Scienza e Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici