Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Disinteresse della famiglia del mondo da parte dei TdG

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Disinteresse della famiglia del mondo da parte dei TdG

Messaggiodi Shubby.1950 » 23/06/2013, 15:43

Ho provato a cercare se è stato affrontato un argomento di questo tipo. Magari sì. Mi date i riferimenti?
Personalmente sto vivendo da decine d'anni ormai questo tipo di "atteggiamento" ed è doloroso. Come se si fosse dei fantasmi.
Potete indirizzarmi?

Grazie
Shubby


La saggezza non è il risultato di un’educazione ma del tentativo di una vita intera di acquistarla.
Albert Einstein
Avatar utente
Shubby.1950
Utente Junior
 
Messaggi: 253
Iscritto il: 30/05/2013, 16:43

cerco di spiegarmi meglio

Messaggiodi Shubby.1950 » 23/06/2013, 20:27

Nelle istruzioni per gli anziani postata un pò di tempo fa nel thread relativo ai Comitati di assistenza sanitaria al punto 5 si legge:
Se un testimone di Geova parente del malato desidera essere alloggiato da Testimoni perchè non ha possibilità di pagarsi il pernottamento presso una pensione o un albergo, dovrete mandare al comitato sanitario competente una raccomandazione scritta.
Da ciò mi è sorta la domanda: e se il parente NON è testimone di Geova che fanno? Lo aiutano? Immagino che la risposta sia no (altrimenti sarebbe anche stato inutile scrivere se un testimone di Geova parente..)
Quindi di conseguenza viene da pensare che l'atteggiamento dei TdG per i famigliari NON TdG possa essere di indifferenza/disinteresse
E' stato mai sviscerato questo argomento nel forum? Esistono delle esperienze di famigliari NON TdG che soffrono l'indifferenza/disinteresse da parte dei famigliari TdG?
Grazie
Shubby


La saggezza non è il risultato di un’educazione ma del tentativo di una vita intera di acquistarla.
Albert Einstein
Avatar utente
Shubby.1950
Utente Junior
 
Messaggi: 253
Iscritto il: 30/05/2013, 16:43

Messaggiodi Cogitabonda » 24/06/2013, 7:46

Racconti di persone (non apostati, ma persone mai state TdG) che parlavano dell'indifferenza, del distacco affettivo di parenti e familiari TdG ricordo di averne lette diverse, però è raro che qualcuno si dilunghi sull'argomento, spesso sono cose su cui hanno sprecato solo poche parole. Ricordavo però un episodio significativo raccontato da Amalia e l'ho ritrovato: http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=8&t=10880&p=176065
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8523
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi arwen » 24/06/2013, 8:19

Cogitabonda ha scritto:Racconti di persone (non apostati, ma persone mai state TdG) che parlavano dell'indifferenza, del distacco affettivo di parenti e familiari TdG ricordo di averne lette diverse, però è raro che qualcuno si dilunghi sull'argomento, spesso sono cose su cui hanno sprecato solo poche parole. Ricordavo però un episodio significativo raccontato da Amalia e l'ho ritrovato: http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=8&t=10880&p=176065

Posso affermarlo, mia madre dice di non riconoscere più una persona a lei molto vicina ( non dico in pubblico )....

Proprio cambiata totalmente, in peggio. :triste:
Presentazione

" Amore non è amore se muta quando scopre un mutamento o tende a svanire quando l'altro si allontana.
Oh no !. Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai;
Amore non muta in poche ore o settimane, ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio;
Se questo è errore e mi sarà provato, io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato. "
William Shakespeare
Avatar utente
arwen
Utente Gold
 
Messaggi: 6558
Iscritto il: 03/05/2010, 8:48

Messaggiodi Cogitabonda » 24/06/2013, 8:38

La storia personale di Mafalda racconta qualcosa di diverso, e peggiore, dell'indifferenza. Sua figlia aveva cominciato a convertirsi a quel credo all'età di 16 anni, per influenza del suo ragazzo, e da allora aveva assunto coi genitori un atteggiamento arrogante e aggressivo. Dovrai cercare tu fra i suoi post quelli che parlano della sua vicenda familiare.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8523
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Shubby.1950 » 24/06/2013, 8:41

Cogitabonda ha scritto:La storia personale di Mafalda racconta qualcosa di diverso, e peggiore, dell'indifferenza. Sua figlia aveva cominciato a convertirsi a quel credo all'età di 16 anni, per influenza del suo ragazzo, e da allora aveva assunto coi genitori un atteggiamento arrogante e aggressivo. Dovrai cercare tu fra i suoi post quelli che parlano della sua vicenda familiare.


Ok grazie 1000
Un'altra cosa: esiste nella vasta letteratura dei TdG qualche indirizzo/consiglio di comportamento verso le persone del mondo (soprattutto i famigliari)?
Shubby


La saggezza non è il risultato di un’educazione ma del tentativo di una vita intera di acquistarla.
Albert Einstein
Avatar utente
Shubby.1950
Utente Junior
 
Messaggi: 253
Iscritto il: 30/05/2013, 16:43

Messaggiodi Cogitabonda » 24/06/2013, 8:56

Shubby.1950 ha scritto:Un'altra cosa: esiste nella vasta letteratura dei TdG qualche indirizzo/consiglio di comportamento verso le persone del mondo (soprattutto i famigliari)?
Su questo dovrebbe risponderti qualcuno che conosce meglio la letteratura dei TdG. Di sicuro un argomento continuamente ripetuto è che Geova deve essere ateposto alla famiglia. Per gli altri cristiani il concetto che la volontà di Dio debba venire per prima viene inteso nel senso che non si possono violare i comandamenti nell'interesse delle persone a cui si vuol bene, ma per i TdG tutte le norme e istruzioni sono da considerare "volontà di Geova", questo avalla certe aberrazioni come, per esempio, portare all'adunanza un bambino con la febbre alta, perchè mancare a un'adunanza per assistere il figlio malato viene ritenuto una mancanza grave. Quest'ultimo non è un esempio teorico, ho letto qui nel forum diversi racconti di persone che sono state rimproverate dagli anziani per essere state assenti dalle adunanze per assistere familiari malati, mentre quelli che si portavano appresso un bambino febbricitante venivano indicati come buoni esempi.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8523
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi 607Evolved » 24/06/2013, 8:59

Shubby.1950 ha scritto:Ok grazie 1000
Un'altra cosa: esiste nella vasta letteratura dei TdG qualche indirizzo/consiglio di comportamento verso le persone del mondo (soprattutto i famigliari)?


Così di getto ho trovato il ministero del regno, giugno 89.

km 6/89 ha scritto:COMPAGNIE SANE
5 Non si può camminare con Dio e allo stesso tempo correre insieme a chi fa parte di una società malvagia e malata che approva tutto ciò che Dio aborrisce. La Bibbia avverte: “Le cattive compagnie corrompono le utili abitudini”. (1 Cor. 15:33) Nella congregazione qualcuno potrebbe essere incline ad invitare alcuni suoi conoscenti del mondo e parenti increduli che non mostrano alcun interesse per la verità a riunioni di svago, pensando che questo li incoraggerà ad accettare la verità. Ma è una cosa saggia e in armonia con le Scritture?
6 Ci è stato consigliato di esercitare cautela quando abbiamo a che fare con persone delle nazioni, increduli e persone comuni. (Vedi La Torre di Guardia del 15 novembre 1988, pagine 15-16) Perché dovremmo avere contatti sociali non necessari con persone che ancora vivono in maniera mondana e non sono divenuti adoratori di Geova? (2 Cor. 6:14, 15) Alcuni che sono spiritualmente negligenti potrebbero cercare altri che manifestano modi di pensare e di agire tipici del mondo anziché cercare la compagnia di cristiani maturi che potrebbero aiutarli a rafforzarsi nella fede. Non capiscono che partecipare a forme di svago insieme a persone del mondo prive di princìpi può indebolire la loro fede e corromperli. — Confronta 2 Tessalonicesi 3:14, 15.
7 Chiunque voglia vivere la verità dovrebbe cercare compagnie devote a Geova, che lo aiutino a camminare nella verità e a fare progresso nel servire Dio. I nostri amici e le compagnie che frequentiamo possono avere un profondo effetto su di noi. Pertanto, com’è saggio ricercare la compagnia di persone spirituali che hanno un’intima relazione con Geova!


Se trovo il tempo oggi cerco un altro po'.
EDIT: il ministero l'ho trovato cercando nell'indice:
"appropriato invitare conoscenti del mondo o parenti increduli a riunioni a scopo di svago?: km 6/89 1-2"
per cui non si venga a dire che l'argomento è trattato solo marginalmente o non da alcuna disposizione chiara in materia!
Ultima modifica di 607Evolved il 24/06/2013, 9:01, modificato 1 volta in totale.
Il mio brodo
C'è un solo problema con le religioni che hanno tutte le risposte. Non permettono le domande.

Immagine
Lo scetticismo è la mia natura. Il libero pensiermo è il mio metodo. L'agnosticismo è la mia conclusione.
L'ateismo è la mia opinione. L'umanitarismo è la mia motivazione.
J. DeWitt, Hope after faith
Avatar utente
607Evolved
Utente Junior
 
Messaggi: 499
Iscritto il: 03/03/2013, 10:52

Messaggiodi Shubby.1950 » 24/06/2013, 9:00

Cogitabonda ha scritto: portare all'adunanza un bambino con la febbre alta, perchè mancare a un'adunanza per assistere il figlio malato viene ritenuto una mancanza grave. Quest'ultimo non è un esempio teorico, ho letto qui nel forum diversi racconti di persone che sono state rimproverate dagli anziani per essere state assenti dalle adunanze per assistere familiari malati, mentre quelli che si portavano appresso un bambino febbricitante venivano indicati come buoni esempi.


Ma che genitori amorevoli!
Shubby


La saggezza non è il risultato di un’educazione ma del tentativo di una vita intera di acquistarla.
Albert Einstein
Avatar utente
Shubby.1950
Utente Junior
 
Messaggi: 253
Iscritto il: 30/05/2013, 16:43

Messaggiodi Cogitabonda » 24/06/2013, 9:08

Mi è tornata in mente un'altra esperienza significativa. In realtà molte volte ricordo le vicende raccontate, però ho difficoltà a ricordare chi l'aveva raccontata e quando, quindi mi risulta difficile andare a recuperarle, questa però sono riuscita a trovarla.
http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=8&t=10637&p=162683
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8523
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi deep-blue-sea » 24/06/2013, 13:44

é chiaro che i Testimoni SE fanno qualche gesto 'benevolo' é solo verso altri testimoni e ancora é da vedere... nel caso citato solo se

non ha possibilità di pagarsi il pernottamento presso una pensione o un albergo, dovrete mandare al comitato sanitario competente una raccomandazione scritta.


dunque se facessero 'lo sforzo' (di ospitare, previa assicurazione che non ha di che pagarsi da solo il pernottamento) dovrebbe anche essere accompagnato da una raccomandazione...

Dunque, se verso altri Testimoni son cosi reticenti a prodigarsi "nell'amore cristiano" figuriamoci verso i familiari 'del mondo'!!!!
L'ho sempre detto: "Non vogliono scocciature... questo é solo amore a chiacchiere :triste: :strettamano:
Presentazione
"Il vero dialogo consiste nell'accettare l'idea che l'altro sia portatore di una verità che mi manca..."
Mgr Claverie
it's better to have questions you cannot answer than it is to have answers you cannot question.
Meglio avere domande alle quali non puoi rispondere, che avere risposte che non puoi mettere in questione
Avatar utente
deep-blue-sea
Utente Master
 
Messaggi: 3353
Iscritto il: 16/07/2009, 17:38

POSSO AVALLARE L' ESPERIENZA DI MAFALDA CON LA MIA...

Messaggiodi Lidia » 24/06/2013, 16:51

Cogitabonda ha scritto:La storia personale di Mafalda racconta qualcosa di diverso, e peggiore, dell'indifferenza. Sua figlia aveva cominciato a convertirsi a quel credo all'età di 16 anni, per influenza del suo ragazzo, e da allora aveva assunto coi genitori un atteggiamento arrogante e aggressivo. Dovrai cercare tu fra i suoi post quelli che parlano della sua vicenda familiare.


...solo pochi mesi di indottrinamento segreto avevano portato il mio amorevolissimo figlio a comportarsi come uno stroxxetto arrogante e saccente con noi. :inca:
Avatar utente
Lidia
Utente Master
 
Messaggi: 3022
Iscritto il: 27/12/2009, 20:44

Messaggiodi eros&thanatos » 24/06/2013, 16:56

Cogitabonda ha scritto:Mi è tornata in mente un'altra esperienza significativa. In realtà molte volte ricordo le vicende raccontate, però ho difficoltà a ricordare chi l'aveva raccontata e quando, quindi mi risulta difficile andare a recuperarle, questa però sono riuscita a trovarla.
http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=8&t=10637&p=162683

Che esperienza orrenda questa... ho letto il post e mi è venuto da piangere, prima, e poi m'è salita una rabbia che non vi dico.. onora il padre e la madre.. ma questo comandamento se lo son scordato? :s.parole:
"onen i-Estel Edain, u-chebin Estel anim". Elfico Quenya, da The lord of the rings
"ho dato la mia speranza agli uomini, non ne ho conservata per me"

Presentazione Immagine
Avatar utente
eros&thanatos
Utente Master
 
Messaggi: 3014
Iscritto il: 11/04/2013, 17:48
Località: Domaso

Messaggiodi Shubby.1950 » 25/06/2013, 11:26

Shubby.1950 ha scritto:Un'altra cosa: esiste nella vasta letteratura dei TdG qualche indirizzo/consiglio di comportamento verso le persone del mondo (soprattutto i famigliari)?


Oltre a quanto postato da Evolved qualcuno è riuscito a trovare altro? Ilnonnosa? .... :bacino: Grazie grazie
Shubby


La saggezza non è il risultato di un’educazione ma del tentativo di una vita intera di acquistarla.
Albert Einstein
Avatar utente
Shubby.1950
Utente Junior
 
Messaggi: 253
Iscritto il: 30/05/2013, 16:43

Messaggiodi Dnick » 25/06/2013, 12:39

Shubby.1950 ha scritto:
Shubby.1950 ha scritto:Un'altra cosa: esiste nella vasta letteratura dei TdG qualche indirizzo/consiglio di comportamento verso le persone del mondo (soprattutto i famigliari)?


Oltre a quanto postato da Evolved qualcuno è riuscito a trovare altro? Ilnonnosa? .... :bacino: Grazie grazie


Qualche tempo fà brunodb2 ha allegato anche queste riviste:

viewtopic.php?p=48910#p48910

km 6/89 ha scritto:
COMPAGNIE SANE
5 Non si può camminare con Dio e allo stesso tempo correre insieme a chi fa parte di una società malvagia e malata che approva tutto ciò che Dio aborrisce. La Bibbia avverte: “Le cattive compagnie corrompono le utili abitudini”. (1 Cor. 15:33) Nella congregazione qualcuno potrebbe essere incline ad invitare alcuni suoi conoscenti del mondo e parenti increduli che non mostrano alcun interesse per la verità a riunioni di svago, pensando che questo li incoraggerà ad accettare la verità. Ma è una cosa saggia e in armonia con le Scritture?
6 Ci è stato consigliato di esercitare cautela quando abbiamo a che fare con persone delle nazioni, increduli e persone comuni. (Vedi La Torre di Guardia del 15 novembre 1988, pagine 15-16) Perché dovremmo avere contatti sociali non necessari con persone che ancora vivono in maniera mondana e non sono divenuti adoratori di Geova? (2 Cor. 6:14, 15) Alcuni che sono spiritualmente negligenti potrebbero cercare altri che manifestano modi di pensare e di agire tipici del mondo anziché cercare la compagnia di cristiani maturi che potrebbero aiutarli a rafforzarsi nella fede. Non capiscono che partecipare a forme di svago insieme a persone del mondo prive di princìpi può indebolire la loro fede e corromperli. — Confronta 2 Tessalonicesi 3:14, 15.
7 Chiunque voglia vivere la verità dovrebbe cercare compagnie devote a Geova, che lo aiutino a camminare nella verità e a fare progresso nel servire Dio. I nostri amici e le compagnie che frequentiamo possono avere un profondo effetto su di noi. Pertanto, com’è saggio ricercare la compagnia di persone spirituali che hanno un’intima relazione con Geova!


Il TDG viene convinto che chi non appartiene al popolo felice dei testimoni di geova è un malvagio o un malato,( se questo non è pregiudizio)
ovviamente qualsiasi tdg ipocritamente nega,
spesso ho sentito giustificarsi con la predicazione :conf:
ma ai fatti salvo casi eccezzionali la persona cosidetta del mondo
viene allontanata o se è un membro delle famiglia, viene considerata come l'ultimo bottone della ......
E questo è uno dei principali problemi che alla lunga creano logorii all'interno delle famiglie
in cui subetra questo culto.

Un Saluto a tutti dopo un pò di assenza :ciao:
Avatar utente
Dnick
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2033
Iscritto il: 11/11/2009, 14:09


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Quixote e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici