Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Regola Aurea

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Regola Aurea

Messaggiodi Morpheus » 12/06/2019, 15:46

Ciao,
in questi gg rileggendo "La Posizione della Missionaria" riflettevo sulla regola aurea come espressa nella Bibbia: "fa' agli altri quello che vorresti fosse fatto a te".
Ora, i TdG decantano la superiorita' di questa regola rispetto a quella di Confucio che invece e' presentata al negativo: "Ciò che non vuoi sia fatto a te, non farlo agli altri". Il motivo starebbe nel fatto che Gesu' sprona ad agire, mentre Confucio sprona a non agire.
Ma e' cosi'? E' vero che la regola di Gesu' e' migliore della regole di Confucio?

Personalmente sono dell'idea che NON e' cosi', anzi, vedo nella regola di Gesu' una strana deriva.
Infatti, la regola di Gesu' se applicata a decisioni triviali e' ok e mostra una qualche superiorita'. Ad esempio se ho del cibo e siamo in 2 ad averne bisogno, mi spinge a darne la meta' all'altro (in realta' mi spinge a darlo tutto all'altro causando danno a me stesso, ma sorvoliamo...).
Se applicata a decisioni importanti e specie se personali, non va affatto bene. Ad esempio io posso essere favorevole all'eutanasia, ma se fossi un medico e applicassi quello che vorrei fosse fatto a me ad un TdG loro se la prenderebbero. Stessa cosa per il sangue e in gerenale per tutti i trattamenti medici, per tutti gli investimenti, e anche tutta una serie di cose piu' futili, tipo la cottura della carne o lo spessore della fetta di proscutto.

In generale, ogni volta che impongo una mia preferenza su di un altro, anche se nelle milgiori intenzioni, potrei non trovare la sua approvazione. Gesu' sprona all'azione, ma non dice di chiedere prima (esattamente come il salumiere che taglia il prosciutto senza chiedere, dal che deduciamo essere un gran fedele! :)) e se inizio una azione basandomi solo su quello che vorrei io, l'altro si sentirebbe deprivato della sua liberta' di scegliere. Se in piu' fossi in una situazione di superiorita' e lo facessi forzatamente, gli starei commettendo un abuso.

Percio', nelle situazioni serie penso sia meglio applicare Confucio che Gesu'. Oppure riformulare la regola come: "Fai agli altri cio' che hai accertato che loro vorrebbero tu facessi loro".
Non sarebbe meglio?
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Morpheus
Utente Senior
 
Messaggi: 1065
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi Giovanni64 » 12/06/2019, 19:31

L'ho detto già qualche anno fa che se un titolo così fortemente sessista fosse stato riservato a qualche icona del potere morale e culturale corrente ci sarebbe stata una generale levata di scudi da parte di esponenti e semplici adepti del potere stesso.
Gli adpeti non se ne accorgono nemmeno se non vengono imbeccati. Che pecoraggine!

Chi io? Ma come? Proprio io che sono così scientifico e indipendente?

Ma ripeto gli esponenti sono ancora più banali degli adepti.

Oltretutto poi nell'altruismo della parte avversa vengono, anche giustamente, riscontrate tante strumentalità più o meno evidenti. E tuttavia si tratta di strumentalità che pure richiedono una radicale modifica del proprio modo di vivere. Se invece si mettono in luce le strumentalità dei bigotti del potere morale e culturale corrente, per la verità molto più comodamente bigotti, allora: ma che significa, ma di che cosa stiamo parlando, ma,...
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3071
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Wyclif » 13/06/2019, 16:01

"Morpheus" ha scritto:

..... esempio io posso essere favorevole all'eutanasia, ma se fossi un medico e applicassi quello che vorrei fosse fatto a me ad un TdG loro se la prenderebbero. Stessa cosa per il sangue e in generale per tutti i trattamenti medici, per tutti gli investimenti, e anche tutta una serie di cose più' futili, tipo la cottura della carne o lo spessore della fetta di prosciutto.

In generale, ogni volta che impongo una mia preferenza su di un altro, anche se nelle milgiori intenzioni, potrei non trovare la sua approvazione. Gesu' sprona all'azione, ma non dice di chiedere prima (esattamente come il salumiere che taglia il prosciutto senza chiedere, dal che deduciamo essere un gran fedele! :)) e se inizio una azione basandomi solo su quello che vorrei io, l'altro si sentirebbe deprivato della sua liberta' di scegliere. Se in piu' fossi in una situazione di superiorità' e lo facessi forzatamente, gli starei commettendo un abuso.

Perciò', nelle situazioni serie penso sia meglio applicare Confucio che Gesù'. ..../


Concordo, e credo che lo sarebbe anche il CD dei TdG.
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1705
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici