Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

I CONGRESSI DEI TdG SULL'AMORE DELL'ESTATE 2019

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

I CONGRESSI DEI TdG SULL'AMORE DELL'ESTATE 2019

Messaggiodi Ilaria » 04/10/2019, 4:54

RIFLESSIONI CRITICHE IN MARGINE AI CONGRESSI ESTIVI ANNUALI 2019 DEI TESTIMONI DI GEOVA, DEDICATI AL TEMA “L’AMORE NON VIENE MAI MENO” 1 agosto 2019

di Ileana Mortari, saggista e studiosa delle sette.

Nel testo seguente faccio spesso riferimento ai miei 8 opuscoli (in digitale e cartaceo), intitolati “Ma Dio, dov’è?”, dove esamino a fondo teorie e vissuto dei Testimoni di Geova (d’ora in poi TdG), facendo tesoro di un’amplissima documentazione che parte dal celebre “Io ero Testimone di Geova” di Gunther Pape, Queriniana,1974(è il 1° fuoriuscito che ha pubblicato un libro sulla sua esperienza), fino alla letteratura odierna sull’argomento. Chi è interessato, può richiedermi i testi su Messenger (F.B.)

Com’è noto, la Congregazione dei TdG organizza ogni anno grandi raduni a livello locale, che raggruppano più congregazioni del territorio.
L’argomento di quest’anno mi ha subito colpito, e la prima cosa che ho pensato è questa:
- personalmente ho sempre ritenuto fondamentale la coerenza tra parole e fatti.
- nel caso in oggetto, al netto dei commenti-riflessioni che verranno fatte dai relatori TdG sui versetti biblici proposti ai congressisti, ho immediatamente ravvisato una COLOSSALE INCOERENZA tra l’affermazione sull’amore- tema del congresso - e il trattamento che la Torre di Guardia ha riservato e continua a riservare nei confronti di varie migliaia di dissociati o disassociati.

Parlo del fenomeno dell’OSTRACISMO (vedi mio 1° opuscolo pp.18-22), notissimo tra gli addetti ai lavori e, purtroppo, tra le innumerevoli vittime che non hanno affatto sperimentato “l’amore che non viene mai meno”, mentre tale pratica (un “unicum” nella storia e nella geografia!) è normalmente IGNORATO dalla maggior parte della gente comune.

Da quando uscì il libro di Pape (1974) ad oggi sono passati ben 45 anni; sinceramente io non mi capacito del fatto che, ad onta di milioni di pagine cartacee e digitali, di servizi televisivi, inchieste, libri di fuoriusciti uno più interessante dell’altro, testimonianze a non finire di chi ha rivestito posizioni di rilievo (R. Franz docet), gruppi e associazioni pro vittime, siamo ancora a un numero impressionante di seguaci di “Geova”: 8.579.909 nel mondo e 251.502 in Italia (dati forniti dalla Congregazione in occasione dei congressi)

“L’amore non viene mai meno” è indubbiamente una frase bellissima, ma non semplice da interpretare, se non altro perché, come noto, l’amore ha tanti aspetti e tanti oggetti. Ad esempio io in tutta la mia vita ho sempre nutrito un grande amore per la VERITA’; lungi da me l’addentrarmi in un discorso filosofico-sapienziale sulla stessa! L’ho tirata in ballo perché mi consente una semplice osservazione: ne vedo assai poco di amore alla verità nella Congregazione dei TdG. Certo, loro lo proclamano a parole, ma, per favore, stiamo ai FATTI.

1° anche il più modesto studentello di teologia biblica alle prime armi sa bene che GEOVA non esiste. Non può esistere una realtà sostanziale dietro a un nome artefatto, frutto di miscugli dovuti a errori di scrivani ripetutisi nel tempo, ma poi (agli inizi del 1.900) ampiamente riconosciuti e corretti da studiosi accademici.
“Geova” è semplicemente il risultato delle consonanti di una parola unite alle vocali di un’altra; es. se uniamo le consonanti di “giraffa” alle vocali di “gazzella”, esce “gareffa”. Esiste la gareffa? No. Parimenti il nome “Geova” è solo un derivato da un fenomeno analogo: non indica nulla e nessuno! La spiegazione completa anche dal punto di vista esegetico-storico si trova alle pagg.10-12 del mio 1° opuscolo e alle pagg.3-5 del 3°opuscolo. C’è una deduzione logica che mi spiace esprimere, ma è oggettivamente inevitabile. Se Geova non esiste, chi sono i TdG? Sono i “Testimoni del Nulla”. So bene che l’affermazione è pesante, ma forse lo è di più il principio dei TdG di escludere dai loro studi anche i luminari delle scienze laiche e religiose, perché appartengono al “mondo”, termine che designa la massa del genere umano in generale, “che giace nella potenza del malvagio” https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lpi/1954 ... &p=par#h=3)

2° il “cavallo di battaglia” dei TdG è stato da sempre “lo studio biblico”, che purtroppo ha attratto molte persone affascinate dalla Bibbia, ma nei cui ambienti non c’era un’offerta analoga.
MA, c’è un grosso MA…Siccome, a partire da Russell (1852-1916) è l’Organizzazione geovista l’unica detentrice della verità di Dio/Geova, che parla agli uomini solo attraverso il canale dei TdG, essi possono tranquillamente ignorare studi e interpretazioni delle Scritture fatte nei precedenti 17 secoli e soprattutto possono pubblicare loro traduzioni non firmate (perché il comitato di traduzione è umile e non vuole mettersi in mostra!), nelle quali disattendono i più elementari principi scientifici dell’esegesi biblica. Questo perché, non trovando nelle varie traduzioni in circolazione basi bibliche per certe loro dottrine, necessitavano di una traduzione ad hoc (vedi il mio 3° libretto).

3° Un altro argomento che ha reso famosi i TdG è il divieto delle emotrasfusioni (nonché, a intermittenza, di altre pratiche mediche), divieto che “sta scritto nella Bibbia”, afferma il padre del giovane malato nel bellissimo film “Il verdetto” uscito un anno fa. Personalmente ne ho parlato nell’articolo pubblicato per l’occasione su “Avvenire” nel novembre scorso, dal titolo: “Perché la Bibbia non proibisce affatto le trasfusioni di sangue”

“L’amore non viene mai meno”
C’è effettivamente nell’esperienza geovista un momento della vita in cui tutti, grandi e piccoli, sperimentano un’affettuosa accoglienza con dimostrazioni di amicizia e simpatia da parte di tutti i membri della congregazione locale: è quello del primo ingresso nel gruppo; è un momento che non manca mai nelle biografie e testimonianze di ex-geovisti. Perchè? Diciamo che è una sorta di “passaggio obbligato” da parte di certi gruppi per fare buona impressione sul possibile adepto; si tratta del famoso “love bombing”, letteralmente “bombardamento d’amore”. Ogni persona è circondata da affetto, gentilezza, attenzione e cortesie; si cerca insomma di produrre nei visitatori la sensazione di aver trovato finalmente un ambiente sano e spontaneo che li valorizza a differenza della società esterna. Lo scopo del l.b. è predisporre una persona ad accettare più facilmente la dottrina che le verrà insegnata. Attenzione, però: il “love bombing” non è a vita! Ne parlo nel mio 8° opuscolo, sulla manipolazione mentale. Sull’argomento suggerisco il libro “Nella setta” di Piccinni e Gazzanni, Fandango ed.
Ma a questo punto credo sia opportuno lasciare la parola a persone che hanno vissuto dall’interno “l’amore che non viene mai meno”.

“Io sono stato testimone di Geova per moltissimi anni. Sono stato battezzato quando avevo 15 anni. Uno degli aspetti che mi ha spinto ad abbandonare per sempre la setta di Wachtower era proprio la mancanza di amore. Dopo il” love bombing” non si parlava piú dell'amore cristiano. Puó dirmi qualcuno dove sta l'amore nel considerare morto tuo figlio solo perché non ce la faceva piú a restare nella setta di Wachtower?..........
Una madre dà alla luce un bambino, lo cresce, fa sacrifici per lui, e un giorno l'organizzazione Wachtower la obbliga a considerarlo morto! E per moltissime madri in tutto il mondo i loro figli già sono morti, anche se sono vivi. Perché? Perché?” Lele Longo nel gruppo fb Emarginazione e ostracismo 21-7-19
“Testimoni di Geova: nel nome dell’Amore o dell’odio? Anche fra i tdg ci sono brave persone capaci di amare il prossimo, ma fanno questo non perché sono tdg, ma nonostante il fatto che siano tdg. …..Ad esempio, se aiuti una persona che sta studiando la Bibbia, fai bene; ma se aiuti una persona nel bisogno che non si interessa dei TdG, ti viene detto: ma perché lo fai? Non ha nessun interesse per la verità! Una brava persona aiuta il prossimo a prescindere, ma non è ciò che insegna l’organizzazione. Jane 29-4-19, gruppo citato.
Al termine di un libro molto bello, di cui consiglio la lettura, l’autore, un ex anziano dei TdG, scrive quanto segue: “La conclusione alla quale sono arrivato è che i TdG non hanno la verità. I singoli sono, spesso, persone splendide…Io stesso ho ricevuto tanto grazie alla generosità e all’affetto mostratomi da persone il cui ricordo conservo gelosamente e che riabbraccerei volentieri, se solo me ne fosse data la possibilità. Ma i modi di agire di quell’organizzazione e il dire “ho la verità, sempre”, questo no, ritengo di non poterlo accettare.” (Mirko Mellacca, Ricomincio da qui, pag.131)
CONCLUSIONE. Personalmente, per grazia di Dio, non sono stata TdG; molti mi chiedono perché sto lavorando tanto nel campo delle sette. Rispondo che semplicemente cerco di vivere in concreto “L’amore che non viene mai meno” rivolto con preferenza agli ultimi, alle vittime dell’ignoranza e della violenza, come mi ha insegnato Gesù Cristo, Figlio di Dio, 2° Persona della Trinità. E in questo mi sento compagna di viaggio di tantissimi altri, che operano a favore degli ultimi in varie situazioni e con dei “credo” diversi dai miei.
Ilaria
Nuovo Utente
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 10/06/2018, 9:37

“L’amore non viene mai meno”

Messaggiodi Vieri » 04/10/2019, 10:43

“L’amore non viene mai meno”......
Eccetto...... lasciar morire una persona per non fargli avere una trasfusione... :appl: :appl: :appl: :piange: :piange:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6838
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Romagnolo » 04/10/2019, 11:40

Pure io sono pervenuto alla medesima conclusione dopo più di 20 anni passati nella congregazione che frequento posso dire che diversi adepti sarebbero state buonissime persone" indipendentemente" e sottolineo indipendentemente dal fatto di essere o meno dei TdG, qualcun' altro sicuramente ha tratto giovamento dal martellamento di principi biblici e si è migliorato (ho conosciuto anche di questi) , ma non trovo questa realtà religiosa poi così diversa da tante altre che si mettono a vantarsi di aver cambiato in meglio i propri aderenti, voglio dire...tirando le somme non li trovo più poi veramente così speciali rispetto agli altri fedeli di altri culti che si basano sulla Sacra Bibbia.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5571
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi anima » 04/10/2019, 16:54

i tdg non amano se no non isolerebbero chi esce :inca:
Mi presento

“Le belle parole sono come i fiori, le belle azioni come i frutti.”

Immagine
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4886
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Romagnolo » 04/10/2019, 22:14

Il bello è che l' organizzazione dei TdG deve spendere in continuazione parole per convincere i suoi fedeli che..l' ostracismo che devono praticare è " amore" .
Pure io un tempo mi ero convinto di ciò, oggi ritengo che l' amore è quello che nasce dal cuore spontaneamente e ti fa sentire che stai facendo una cosa giusta.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5571
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici