Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Avete mai trovato veri amici tra i T.d.G.?

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Avete mai trovato veri amici tra i T.d.G.?

Messaggiodi sandrosolustri » 31/07/2020, 9:49

Chi è stato Testimone di Geova, all'interno dell'organizzazione ha mai trovato veri amici? Io UNO. Fu disassociato con clamore. Poi si ammalò . Gli stetti vicino sino alla morte. Nessun Testimone si presentò al suo funerale, e pensare che aveva fatto tanto per tutti.
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 610
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi enkidu » 31/07/2020, 14:06

Purtroppo è una storia comune. Posso chiederti per cosa fu disassociato e se, secondo te, c erano cause diverse da quelle ufficiali ( gelosie ecc ecc)
enkidu
Nuovo Utente
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 09/05/2011, 19:11

Messaggiodi sandrosolustri » 31/07/2020, 15:46

enkidu ha scritto:Purtroppo è una storia comune. Posso chiederti per cosa fu disassociato e se, secondo te, c erano cause diverse da quelle ufficiali ( gelosie ecc ecc)

La storia completa e particolarmente avvincente la puoi trovare qui https://www.infotdgeova.it/la-storia-di-maurizio-.html
Maurizio era una persona buona , molto generosa e soprattutto sincera , per me un vero amico, un amico che all'interno dei T.G. è impossibile trovare, ma la sua sincerità gli costò cara.
Non c'erano cause diverse per cui potesse essere disassociato. Ha soltanto detto la verità sull'organizzazione, ma come ben si sa in qualsiasi totalitarismo il silenzio è d'obbligo. In Corea del Nord sarebbe stato fucilato, tra i T.G. oltre l'ostracismo non possono andare.
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 610
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi Tranqui » 31/07/2020, 17:40

si pochissimi risvegliati come me :abbr:
Presentazione

Immagine


Anche sul trono più elevato del mondo si è pur sempre seduti sul proprio sedere

Montaigne
Avatar utente
Tranqui
Utente Master
 
Messaggi: 5452
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Tranqui » 31/07/2020, 17:42

sandrosolustri ha scritto:Chi è stato Testimone di Geova, all'interno dell'organizzazione ha mai trovato veri amici? Io UNO. Fu disassociato con clamore. Poi si ammalò . Gli stetti vicino sino alla morte. Nessun Testimone si presentò al suo funerale, e pensare che aveva fatto tanto per tutti.

di cosa mori' ? :piange:
Presentazione

Immagine


Anche sul trono più elevato del mondo si è pur sempre seduti sul proprio sedere

Montaigne
Avatar utente
Tranqui
Utente Master
 
Messaggi: 5452
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi deliverance1979 » 31/07/2020, 18:12

Veri amici è un concetto ampio, forse neanche nel mondo li ho, ma questo perchè io fondamentalmente sono un solitario.
Diciamo che tra i TDG ho trovato compagni con cui uscire, e qualcuno con cui avere legami ed affinità maggiori.

Per il resto, con i TDG dovevo uscirci perchè appunto, i miei erano TDG e mi rompevano le balle in continuazione se uscivo con quelli del mondo, ma avevo molte più affinità con quelli del mondo, nettamente di più.
Purtroppo avendo vissuto una vita non mia e piena di regole ed imposizioni, posso dire che spontaneo non c'è stato proprio nulla.
Anzi, molto spesso fino a 18 anni, mi ritrovavo ad uscire con quelli della mia congregazione che haimè, non se augurano a nessuno.... con loro non avevo proprio nulla, ma nulla in comune, zero porto zero...
Dai 18 anni poi, allargando il campo operativo ed uscendo con altri TDG di altre congregazioni vicine, ma anche a diverse decine di km di distanza, diciamo che le cose sono migliorate.
Certo è, che la stessa cosa la potevo ottenere con quelli del mondo a pochi Km da casa se non a qualche centinaio di metri e con una qualità di spensieratezza e feeling mentale nettamente maggiore.
Quindi, le amicizie e le uscite tra i TDG sono stati effettivamente dei ripieghi, visto che nel mondo si avevano mille censure, divieti, critiche e via dicendo.
E tengo a ribadire che io avevo amicizie del mondo per bene, non sbandati stile guerrieri della notte...

La cosa interessante su cui riflettere è questa: Ma senza l'onnipresente cappa psicologica della WTS su come si deve o non deve comportare un cristiano TDG, chi deve frequentare e via dicendo, quanti effettivamente sceglierebbero le amicizie della congregazione a dispetto di quelle del mondo?

La vita di un TDG è un continuo di doversi sacrificare per questa religione, per la sua visione di vita fallimentare ed inconcludente, visto che la dirigenza del Corpo Direttivo, pretende che ogni TDG si comporti in una data maniera perchè cosi "piace a Geova" e perchè cosi facendo si diventerà bravi cristiani degni di ereditare il nuovo mondo.

Pertanto, di libera scelta o di spensierato, in questa religione non c'è niente, a partire dalle amicizie, passando per il lavoro, i gusti personali, gli svaghi, gli hobby.
Tutto viene pesantemente criticato, censurato o comunque limitato in funzione del comportamento "teocratico"....

Ma se non viene Harmaghedon ed il nuovo mondo, questione già chiara e lampante e dimostrata da 150 anni di inutile attesa (le giustificazioni postume dei TDG internettiani sono fuffa, la realtà è un secolo e mezzo di nulla), tutto questo sacrificarsi in mille seghe mentali su quali compagnie scegliere, che atteggiamento avere con questo o quel TDG, se si è urtata la sensibilità di un altro fratello o sorella in congregazione, se fosse opportuno fare o non fare una determinata cosa per non turbare altri TDG e via dicendo, è stato tutto tempo perso ed inutili frustrazioni gratuite.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 6062
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Achille » 01/08/2020, 8:35

Mi hai fatto venire in mente un messaggio scritto molti anni fa, nel vecchio forum:

https://infotdgeova.freeforumzone.com/d ... 5707&pl=14
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13815
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi deliverance1979 » 01/08/2020, 9:16

Achille ha scritto:Mi hai fatto venire in mente un messaggio scritto molti anni fa, nel vecchio forum:

https://infotdgeova.freeforumzone.com/d ... 5707&pl=14


Ma effettivamente, visto dal di fuori, o per lo meno dopo anni di abbandono, si capisce come le meccaniche sociali di questo gruppo rasentino veramente il cameratismo ideologico o un patto atavico.

Fino a che fai parte del gruppo benefici della loro compagnia e via dicendo, quando ne fuoriesci sei "un nemico", "un reietto", colui che ha "sputato sul piatto dove mangiava".... :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

La cosa inquietante che molti TDG non riescono a capire è il dramma di chi nasce in questa religione e per anni o decenni viene educato e costretto in maniera psicologica ed in alcuni casi anche fisica a dover far parte di questa organizzazione, costringendo quindi tale persona a far satellitare la sua vita e la sua esistenza dentro questo culto, ipotecando la sua vita con un ricatto morale che gli si ripercuoterà contro in futuro.

Lo stesso vale anche per chi, subisce la seduzione del nuovo mondo e della fine imminente che risolverà molti dei suoi problemi e finisce nella trappola geovista di allontanare sempre di più il famoso mondo peccaminoso in mano a Satana, per orbitare invece sul pianeta fantastico geovista, fino a che la gravità di tale pianeta lo imprigionerà psicologicamente a se....
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 6062
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi sandrosolustri » 01/08/2020, 9:57

Caro Deli caro Achille e cari amici. Non passa giorno che non ringrazio di non essere nato in una famiglia T.G. Prima di entrare in quella comunità avevo parecchi amici, e una volta uscito li ho ritrovati aggiungendone molti altri. Sono persone schiette e sincere, non badano a chi tu sia e quali trascorsi hai avuto. Si sta insieme con l'unico scopo di essere amici, e la cosa più importante è che nessuno sia stato mai emarginato. Altrimenti che amicizia sarebbe? Sarebbe di facciata come quella dei T.G.
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 610
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 53 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici