Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Il pensiero critico richiede di Ragionare

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Il pensiero critico richiede di Ragionare

Messaggiodi Romagnolo » 17/09/2020, 20:33

Allego sotto lo screenshot di una mail ricevuta perchè registrato ad una mailing list.
Non è stata inviata pensando al mondo TdG, ma appena letta non ho potuto fare a meno di notare come calzasse a pennello con la realtà Geovista.
Sappiamo tutti come la Watchtower scoraggi e voglia impedire il pensiero critico, qualche anno fa uscì pure una Torre di Guardia dove veniva apertamente condannato questo modo di porsi verso la cosiddetta Verità .
Ebbene cosa si legge qui invece?
Il pensiero critico richiede che si ricorra alla capacità di ragionare, e cosa si legge nella passata edizione della TnM in Romani 12: 1 ?
" Quindi vi supplico per le compassioni di Dio, fratelli, di presentare i vostri corpi in sacrificio vivente, santo accettevole a Dio, sacro servizio con la vostra facoltà di ragionare".
In altre parole scoraggiando il pensiero critico, la WT stà dando contro alla Parola di Dio stessa, la quale invece richiede l' esercizio della ragione! :saggio:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6774
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Mauro1971 » 17/09/2020, 20:44

Manca allegato. :ok:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10529
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Romagnolo » 17/09/2020, 21:34

O cacchio la stanchezza. :fronte: rimedio domani :occhiol:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6774
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi VictorVonDoom » 18/09/2020, 7:09

Romagnolo ha scritto:Il pensiero critico richiede che si ricorra alla capacità di ragionare, e cosa si legge nella passata edizione della TnM in Romani 12: 1 ?
" Quindi vi supplico per le compassioni di Dio, fratelli, di presentare i vostri corpi in sacrificio vivente, santo accettevole a Dio, sacro servizio con la vostra facoltà di ragionare".
In altre parole scoraggiando il pensiero critico, la WT stà dando contro alla Parola di Dio stessa, la quale invece richiede l' esercizio della ragione! :saggio:


Ma sai, è abbastanza ipocrita anche da parte della Bibbia dire che bisogna usare la ragione... a meno che per "Ragione" intenda qualcos'altro di diverso da "Pensiero razionale".
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3533
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Romagnolo » 18/09/2020, 11:35

Eccomi qua, scusate il ritardo. :lingua:
Allego il file in questione
Allegati
Pensiero critico.jpg
Pensiero critico.jpg (169.41 KiB) Osservato 448 volte
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6774
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Ricevere informazioni senza valutarle

Messaggiodi Sandro » 19/09/2020, 10:30

E' un secolo che la W.T. sta dando informazioni senza incoraggiare l'intervento razionale. Nelle domande delle pubblicazioni, in calce è contenuta la risposta. E' il più grande insulto alla mente umana. Riflettete un attimo . Domanda : <Che cosa rappresenta il Leviatano?> Risposta: < La locomotiva>. Da allora Tutti i Testimoni di Geova misero il cervello in naftalina.
http://www.infotdgeova.it/ippopotami,-c ... otive.html
Sandro
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1256
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi Mauro1971 » 19/09/2020, 10:43

Credo che il termine ai tempi avesse un significato con sfumate piuttosto diverse da quello moderno.

Il Pensiero Critico poi è qualcosa di piuttosto recente, soprattutto la sua diffusione ad un pubblico più ampio.
Verrebbe quasi da dire che è nemico delle religioni in genere ma in realtà non è nemico di alcunchè, il punto è che applicandolo la stragrande maggioranza delle affermazioni fatte da queste risulta falso ed il resto quantomeno dubbio, cosa che non è colpa del metodo razionale quanto delle Religioni che hanno lapalissianamente dei problemi a relazionarsi con la realtà per come ci si rivela.

La soluzione che molti adottano, nello specifico i TdG quanto altri, è il famoso motto: "negare, negare sempre, anche l'evidenza".
Questo viene fatto sistematicamente da sempre, anche perchè le loro pubblicazioni sono da tempo intese più per il pubblico interno che per convertire qualcuno.
Con quel pubblico posso dire di tutto senza che si sollevino particolari critiche.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10529
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Giovanni64 » 19/09/2020, 11:23

Secondo me ci sono varie piani su cui può essere discussa la questione perché, tanto per dirne una, si può anche ragionare e dire che su certe questioni è ragionevole non ragionare. Ci sarebbe poi in ogni caso da definire, fra il tanto altro, che cosa si intende di più preciso per "ragionare". Poi, anche qualora si avesse un'idea più precisa del significato di "ragionare" si può pensare di ragionare e invece non si ragiona. Sono cose ovvie che ciasuno di noi intuisce magari in modo più o meno marcato.

Però se proprio devo fare un ragionamento senza troppe puntualizzazzioni, che fra l'altro intuisco ma non saprei elencare e precisare, devo dire che il solo fatto che credere che un insieme di scritti abbia a che fare con il divino significa essersi giocati di gran lunga la ragione, a meno che, per esempio, non si faccia come per esempio dicevo prima, e cioè decidere che è ragionevole talvolta non usare la ragione. Poi una volta che uno si è bevuta la ragione, accettando come "divine" certe cose, è inutile che poi si metta a essere critico per sapere, senza condizionamenti ambientali, cosa quelle cose di preciso vogliono dire. Ho fatto già un'altra volta,forse, questo esempio: si può anche credere che divinamente si possa andare sulla luna camminando su un raggio laser ma certo poi non ci si può mettere a discutere per vedere se la batteria che alimenta il puntatore laser è adeguata oppure no. A quel punto il senso critico lo metti da parte, non ha più senso, è ridicolo.

Ritornando a qualche aspetto della questione più generale: posso ritenere non ragionevole comprare un biglietto della lotteria, perché con la ragione so che non è probabilisticamente conveniente e tuttavia ritenere, per altri versi, ragionevole comprarlo lo stesso. L'importante, secondo me, è almeno non prendersi in giro costringendo se stessi e gli altri a credere che sia probabilisticamente conveniente.

Altra questione ancora: il senso critico non va testato nei confronti dell'ideologia precedente o nemica. Va testato nei confronti della propria ideologia. Il proprio senso critico una persona tdg lo deve testare quando è tdg, non quando è ex. Se il tdg si ritrova quasi sistematicamente, a torto o a ragione, a pensare di essere, secondo ragione, d'accordo con la propria ideologia, allora di fatto non ha molto senso critico.
Avatar utente
Giovanni64
Utente Master
 
Messaggi: 3288
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Samuele Florio » 19/09/2020, 13:58

Che poi ti dicono: "qualsiasi dubbio noi con le scritture ti rispondiamo" e poi quando hai dei dubbi sull'operato della W.T e quindi del C.D. ti dicono: "ma tu lo sai che siamo gli unici che porteranno la salvezza?" Scusatemi ma con quale arroganza e orgoglio lo dicono? Il sangue al cervello ti fanno venire...come fai a ragionare se prima ti dicono: "la bibbia ti incoraggia ad essere come i Bereani" e poi ti inchiodano solo alle loro pubblicazioni.
Permetti che mi vengono dubbi? Eh :s.parole:
Avatar utente
Samuele Florio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 18/09/2020, 9:14
Località: Pescara

Messaggiodi deliverance1979 » 19/09/2020, 18:28

VictorVonDoom ha scritto:Ma sai, è abbastanza ipocrita anche da parte della Bibbia dire che bisogna usare la ragione... a meno che per "Ragione" intenda qualcos'altro di diverso da "Pensiero razionale".


Forse quando si parla di "ragionare" a livello teocratico, si vuole incoraggiare la persona o le persone a trovare delle giustificazioni mentali più o meno logiche, utili a rafforzare la fede, e quindi utili ad auto convincersi che quanto si crede sia vero.
In questa maniera, l'individuo cerca costantemente di piegare il mondo che lo circonda e le eventuali obiezioni alla sua visione di vita.

Quando andavamo alle adunanze dei TDG, sostanzialmente ci insegnavano questo.
Ovvero di studiare, studiare, studiare la bibbia e le pubblicazioni, cosi da poter costruire un castello di carte mentale dove ogni obiezione poteva essere risposta o parzialmente risposta con materiale biblico o comunque teocratico.
In questa maniera la prigione mentale se la costruisce l'adepto che usa il ragionamento per auto imprigionarsi.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6656
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 20/09/2020, 10:36

deliverance1979
Forse quando si parla di "ragionare" a livello teocratico, si vuole incoraggiare la persona o le persone a trovare delle giustificazioni mentali più o meno logiche, utili a rafforzare la fede, e quindi utili ad auto convincersi che quanto si crede sia vero.


Ed è proprio questo che si afferma in Atti 17:10,11
" Allora i fratelli, durante la notte, fecero partire subito Paolo e Sila verso Berea. Giunti là, entrarono nella sinagoga dei Giudei. 11Questi erano di sentimenti più nobili di quelli di Tessalònica e accolsero la Parola con grande entusiasmo, esaminando ogni giorno le Scritture per vedere se le cose stavano davvero così."
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3859
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Romagnolo » 20/09/2020, 21:44

deliverance1979 ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:Ma sai, è abbastanza ipocrita anche da parte della Bibbia dire che bisogna usare la ragione... a meno che per "Ragione" intenda qualcos'altro di diverso da "Pensiero razionale".


Forse quando si parla di "ragionare" a livello teocratico, si vuole incoraggiare la persona o le persone a trovare delle giustificazioni mentali più o meno logiche, utili a rafforzare la fede, e quindi utili ad auto convincersi che quanto si crede sia vero.
In questa maniera, l'individuo cerca costantemente di piegare il mondo che lo circonda e le eventuali obiezioni alla sua visione di vita.

Quando andavamo alle adunanze dei TDG, sostanzialmente ci insegnavano questo.
Ovvero di studiare, studiare, studiare la bibbia e le pubblicazioni, cosi da poter costruire un castello di carte mentale dove ogni obiezione poteva essere risposta o parzialmente risposta con materiale biblico o comunque teocratico.
In questa maniera la prigione mentale se la costruisce l'adepto che usa il ragionamento per auto imprigionarsi.

Ti quoto in pieno Deliv :ok:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6774
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Sandro » 21/09/2020, 10:32

Anch'io quoto Deliverance. Lo quoto tre volte. La prima perché è intelligente. La seconda perché malgrado tutto è cresciuto come Testimone di Geova con tutte le difficoltà che questo comporta. La terza perché imparare a ragionare come si deve non è cosa da tutti, specialmente quando sei vissuto in un ambiente in cui la ferocia di certi moralisti è superata soltanto dalla loro profonda e scandalosa ottusaggine.
Sandro
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1256
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici